Quali temi ti stanno più a cuore tra i seguenti (SI a più risposte)

Con chi ti riconosci (come idee, non necessariamente come partiti) - (una risposta)

Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Contenuti (tag)

varie democrazia leggi lobby casta editoriale governo esteri economia scandali fatti e misfatti salute mass media diritti civili giustizia ambiente USA sanità crisi centrosinistra centrodestra diritti umani povertà sprechi forze dell'ordine scienza libertà censura lavoro cultura animali infanzia berlusconi chiesa centro energia internet mafie europa riceviamo e pubblichiamo giovani OMICIDI DI STATO banche notizie carceri eurocrati immigrazione satira renzi guerra facebook scuola euro manipolazione mediatica grillo bilderberg pensione mondo signoraggio alimentari Russia poteri forti massoneria sovranità monetaria razzismo manifestazione siria UE debito pubblico finanza ISIS califfo tasse ucraina israele disoccupazione marijuana travaglio agricoltura canapa militari banchieri germania mario monti terrorismo trilaterale geoingegneria obama Grecia bambini big pharma vaticano Traditori al governo? inquinamento ogm palestina parentopoli napolitano enrico letta vaccini assad cancro PD tecnologia armi nwo Angela Merkel equitalia sondaggio BCE austerity cannabis ministero della salute umberto veronesi meritocrazia nucleare suicidi fini informatitalia.blogspot.it magdi allam video eurogendfor iraq m5s privacy Putin clinica degli orrori staminali CIA droga marra sovranità nazionale bancarotta boston bufala monsanto prodi INPS elezioni fondatori del sito globalizzazione iene politica troika 11 settembre evasione matrimoni gay nigel farage acqua anatocismo diritti fmi fukushima nikola tesla roma società usura draghi fisco golpe islam moneta pedofilia rothschild stamina foundation Aspen Institute FBI Giappone Onu africa alimentazione autismo francia imposimato lega nord nato nsa ricchi storia terremoto torture Auriti Marco Della Luna adam kadmon aids attentati bavaglio controinformazione costituzione federico aldrovandi fiscal compact giovanardi giuseppe uva petrolio propaganda servizi segreti sicilia slot machine sovranità individuale Cina Fornero Unione Europea borghezio casaleggio corruzione crimea dittatura famiglie fed forconi giustizia sociale goldman sachs india influencer mario draghi mcdonald mes mossad pecoraro scanio proteste psichiatria rifiuti rockfeller sciopero spagna suicidio svendita terra turchia violenza virus aldo moro arsenico barnard bonino carne chernobyl chico forti ebola edward snowden elites false flag frutta inciucio islanda laura boldrini magistratura marine le pen marò no muos no tav nuovo ordine mondiale precariato prelievi forzoso privilegi prostituzione ricerca salvini sanzioni taranto ungheria università vegan 9 dicembre Ilva Muos NASA Svizzera alan friedman alluvione contestazione corte europea diritti uomo degrado delocalizzazione dentisti diffamazione disabili donne educazione elettrosmog esercito europarlamento farmaci gesuiti gheddafi hiv ignazio marino illeciti bancari illuminati informazione latte legge elettorale microspia mmt ocse orban paola musu pensioni radioattività riserva aurea risveglio coscienze sardegna scie chimiche sigaretta elettronica sigonella sindacati spread stati uniti stefano cucchi telefono cellulare truffe online vegetariani veleni Alzheimer Chomsky Consiglio dei Ministri ETA Enoch Thrive Nichi Vendola PNL aborto aborto forzato affidamento amato anonymous anoressia antonio maria rinaldi argentina armeni arrigo molinari asteroidi baschi bersani bettino craxi bill gates bin laden boicottaggio boldrini brevetto btp by calcio cambiamento camorra carabinieri cervello chemioterapia cipro class action claudio morganti commercio di organi comunicazione controllo mentale corrado passara corte dei conti cosmo cravattari crescita crocetta curiosità daniel estulin danilo calvani david icke davide vannoni dell'utri denaro dentista denuncia disastro discriminazione diseguaglianza dogana domenico scilipoti dossier duilio poggiolini ebook egitto eroina etica eurexit fallimento fiat fido finanziaria fisica fisica quantistica follia fondi d'investimento genocidio ghiandola pineale giorgio gori girolamo archinà giuliano amato gold hollande ilaria alpi illiceità bancarie impresentabili indagini infermieri insetti interessi iran istruzione le iene libia lucio chiavegato luna malattie malta maratona mare nostrum mariano ferro mastropasqua meccanica quantistica melanoma messaggi subliminali messico metalli pesanti meteorite microchip microonde mistero mk ultra multe musica natura obbligazioni oligarchi omofobia oppt overdose papa francesco paradisi fiscali parkinson parma partito pirata patrimonio pena di morte pensiero positivo pesticidi phishing pianeti extrasolari piero grasso pizzarotti plastica polonia polverini pomodori portogallo pregiudicati presidente della repubblica prostata pubblica amministrazione quantum r-fid recessione regno di gaia riformiamo le banche rigore saddam sangue satana schiavi scippatori scoperto secessione senzatetto sert sfratto sisa snowden spammer speculazione spionaggio studenti tabacco tasso d'interesse teri terra dei fuochi tossicodipendenza trasfusioni trattato di velsen troll trust tsipras turismo twitter universo uranio impoverito uruguay vati verdura vessazioni veterinario bravo roma veterinario gianicolense vietnam vulcano wikipedia yellowstone
Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

venerdì 24 dicembre 2010

L'Italia è il paese degli sprechi, lo sappiamo benissimo. Costruzioni avviate e mai terminate, opere ultimate e mai utilizzate, centinaia di migliaia di auto blu, finanziamenti per iniziative assurde, e molto molto altro. Tra i tanti capitoli di spesa inutili, uno che mi è sempre rimasto particolarmente indigesto, insieme alle spese militari eccessive, è quello della politica: megalomane in tutto.

Troppi, i privilegi a carico del contribuente che si concedono i nostri politici;
Troppi (numericamente) i rappresentanti nelle istituzioni;
Troppe le istituzioni stesse: da decenni tutti i governi parlano di eliminare le provincie,(che costano 14 miliardi di euro all'anno) ma quando siamo arrivati al "dunque", recentemente, non ne è stato fatto di niente.

Ma ierisera, cercando su Google notizie fresche da pubblicare sul blog, quasi per caso, ho scoperto che ci sono numerosi comuni con poche decine di abitanti!
E pensare che, almeno fino a ieri sera, mi sembrava uno spreco il fatto che facciano comune tre paesini poco distanti da casa mia: mille - millecinquecento abitanti l'uno, nell'arco di una strada lunga 5 km ci sono tre sindaci: tre consigli comunali, tre uffici anagrafe etc etc.
Sono 16,5 milioni gli abbonati Rai, su 22 milioni di famiglie presenti in Italia: l'evasione tocca dunque una quota percentuale del 26,5 percento, con una perdita di ricavi pari a circa 600 milioni di euro l'anno a fronte di 1,6 miliardi di introiti.

Deputati, senatori, assessori, consiglieri regionali, provinciali, comunali e circoscrizionali.
Quanti sono, quanto ci costano:

Che cosa pensereste voi di un partito il cui organo di stampa diffonde messaggi tanto violenti da essere bannato da YouTube? Probabilmente pensereste che si tratta di una formazione sovversiva, tra il Ku Klux Klan e i Black Bloc.
Balle: è il partito che, in condominio con quello di Berlusconi, governa l’Italia. Leggere per credere.
giovedì 23 dicembre 2010


L'ultimo rapporto di Ossigeno, l’associazione promossa dall’Ordine dei giornalisti relativo al 2009-2010 elenca 78 episodi, che hanno coinvolto circa 400 giornalisti. 13 aggressioni fisiche, 15 danneggiamenti, 34 minacce con lettere o telefonate anonime, 16 abusi legali che consistono principalmente in strumentali richieste di risarcimento in denaro.
Paola Nania nel suo reportage dalla Calabria incontra alcuni dei giornalisti minacciati dalla 'ndrangheta.

fonte

Condividi su Facebook
  Uno dei vulnus più significativi della nostra democrazia è rappresentato dal gigantesco problema delle c.d. "Autorità indipendenti" (Banca d'Italia, AGCM - cioè l'Antitrust - AGCOM, Consob, ISVAP, ecc. ). Da anni, queste autorità stanno acquisendo un potere sempre più significativo sia in termini di legislazione (sebbene non come fonte primaria, ma producendo comunque norme di fatto cogenti per i soggetti vigilati) che di poteri sanzionatori. 
Chi controlla questi "controllori"? Di fatto nessuno.
Il presupposto teorico della sempre maggiore delega di potere a queste istituzioni dovrebbe essere l'indipendenza. Si ritiene, in teoria giustamente, che sia un bene sottrarre questioni molto specifiche e particolarmente delicate dalla sfera di competenza dei politici.
Il problema è che il presupposto dell'indipendenza sta via via venendo sempre meno in maniera inversamente proporzionale al potere che viene delegato a queste autorità.
mercoledì 22 dicembre 2010
Nocensura.com pubblica indicazioni culinarie??? Tranquilli ragazzi, non abbiamo bevuto! ;-)
In questo periodo di crisi, che vede numerose famiglie in una situazione di difficoltà economica, diamo volentieri risalto a questa bella idea dell'ADUC, che propone un menù davvero decente a un prezzo abbordabile, inoltre questo articoletto ha in se un messaggio positivo: non c'è bisogno di dissanguarsi per fare una bella cena di Natale.

Di seguito pubblichiamo i consigli dell' ADUC per l'acquisto del pesce: in particolare in occasione  delle festività, quando il pesce è richiestissimo, dobbiamo prestare attenzione alla provenienza e alla freschezza dell'alimento, onde evitare che ci vendano pesce scongelato come fresco.. utili le indicazioni relative all'etichettatura, ignorate da molte persone.

L'ennesimo sequestro di prodotti ittici ci induce a ricordare le "istruzioni per l'uso" per quando ci si acquista pesce, che in particolari occasioni, come quelle delle festivita', vede i consumatori in fila ai banchi di vendita.
Partiamo dalle etichette, che devono indicare:

1. Il nome (denominazione commerciale).
2. Pescato o allevato (metodo di produzione).
3. Il Paese nel quale e' stato allevato o la zona di cattura se pescato.

a tragica storia di una bimba colpita dal vaccino, nelle parole della sorella.

Ovviamente si può anche pensare che stia recitando (questo ovviamente diranno i soliti menzogneri disinformatori), ma se poi si legge questo articolo correlato, Vaccine nation: l'incredibile storia di un padre messo in carcere perché il figlio è stato ucciso dal vaccino!, tale pensiero si allontana. Se poi facendo una ricerca su internet relativa alla storia descritta nel documentario Vaccine Nation leggiamo di tanti siti che considerano un abile falsario quel povero padre, forse riusciano a mettere le cose nella giusta prospettiva.

Un umile genitore che vince la causa contro un sistema di pensiero imposto dalle multinazionali produttrici di vaccini, se fosse un volgare assassino che cerca di sfuggire alla giusta punizione, verrebbe facilmente smascherato, se riesce, dopo una lunga lotta e dopo una lunga detenzione in carcere, ad ottenere una perizia medica che lo assolve, è il segno che le evidenze mediche della sua innocenza dovevano essere fin troppo evidenti ad un esame attento.

Condividi su Facebook

Queste sono le conclusioni a cui siamo arrivati dopo anni di studi e ricerche (medici, biologi, ricercatori) e che vi comunichiamo affinche’ siano divulgate ai cittadini…

Cari colleghi prima di accettare articoli sui virus e sui vaccini, che spaventano inutilmente la popolazione, ma fanno comodo a: case farmaceutiche….che vi lucrano sopra…ed a tutta la filiera al loro servizio, OMS, CDC, FDA, EMEA, AIFA, Universita’, Ministeri, Ordini dei medici e medici vaccinatori, fareste bene ad informarvi meglio su cosa produce negli organismi viventi un Vaccino !

SIAMO CONTRO la falsamente detta IMMUNIZZAZIONE VACCINALE perche’ i VACCINI sono MOLTO pericolosi per uomini ed animali !
Altro che immunizzazione, vaccinarsi significa, ammalarsi facilmente di qualsiasi malattia, per le mutate condizioni del Terreno fisiologico.

Il mese scorso l’Istat comunicava che a Ottobre il tasso di disoccupazione era al 8,6%: ieri, 21 Dicembre, il dato è stato rivisto al rialzo, dello 0,1% attestandosi all' 8,7%: si tratta della percentuale più alta dal Gennaio del 2004. Preoccupante, l'aumento del dato rispetto al mese precendente: + 0,3% in un mese (a Settembre la disoccupazione era all'8,4%,


Esodo fino al 2015. I sindacati: specializzandi subito in ruolo
L´esodo è iniziato e sarà molto difficile fermarlo. I medici vanno via dagli ospedali italiani e in buona parte non vengono sostituiti. Dal 2010 in avanti, ogni anno ne verranno pensionati in media oltre il doppio di quelli che saranno assunti. Perché il numero di chi entra torni ad essere identico a quello di chi esce bisogna aspettare tantissimo, addirittura fino al 2028. A lanciare l´allarme è il sindacato Anaao che, in una ricerca presentata di recente, riporta dati inequivocabili: già quest´anno potrebbero smettere di lavorare 14mila dottori dei 120mila dipendenti del servizio sanitario. E dal 2011 al 2015 se ne andranno altri 30mila. In sei anni più di un terzo della forza lavoro sparirà. Il tutto mentre dalle facoltà di Medicina vengono sfornati solo 5mila specialisti all´anno, di cui appena 3.500 scelgono di lavorare negli ospedali pubblici. Anche il Ministero ha fatto una previsione a tinte fosche: nel 2018 al nostro sistema sanitario mancheranno 22mila camici bianchi.

Il presidente della commissione Difesa: "Perché a Roma il finanziere con la pistola non ha sparato?" Un carabiniere: "Parole infelici e preoccupanti. Non serve usare le armi, ma una gestione più professionale dell'ordine pubblico"

Perché il finanziere aggredito durante gli scontri di Roma, quello fotografato con la pistola in mano, non ha sparato ai manifestanti?
E' l'inquietante domanda che il presidente della commissione Difesa della Camera dei Deputati, Edmondo Cirielli, ha posto in un interrogazione al ministro dell'Interno.
Una provocazione che ha destato allarme negli stessi ambienti delle forze dell'ordine.
PeaceReporter ha raccolto le inquietudini di un carabiniere in servizio, che per ovvi motivi ha chiesto di rimanere anonimo.

Nel mirino dell'azienda del Lingotto la puntata del 2 dicembre del programma di Santoro, "Forse Italia". In particolare Marchionne contesta il danno d'immagine per un servizio sulla Alfa Romeo MiTo


La Fiat presenta il conto ad Annozero. Ammonterebbe a 20 milioni di euro la richiesta di risarcimento danni presentata dalla Fiat contro la tras missione Annozero di Michele Santoro, per la puntata del 2 dicembre (Guarda il video). In particolare, nel mirino del Lingotto erano finite le affermazioni contenute in un servizio su tre autovetture, tra le quali l’Alfa Romeo MiTo, ritenute “fortemente denigratorie e lesive dell’immagine e dell’onorabilità della società, dei suoi prodotti e dei suoi dipendenti”.
I petrolieri milanesi proprietari della Saras minacciano i mezzi di informazione: "Parlate del libro dell'editore Chiarelettere e vi portiamo in tribunale"


Nella storia delle tecniche di pressione sulla libera stampa i fratelli Gian Marco e Massimo Moratti scrivono una pagina nuova, di cui la politica e gli addetti ai lavori dovranno occuparsi alla svelta. I due ricchi petrolieri milanesi hanno infatti introdotto, nei rapporti tra informazione e potere economico, una nuova regola che dice, in sostanza: se esce un libro sgradito, il ricco (di denaro e di relazioni influenti) può tutelarsi minacciando azioni legali a chiunque (tv, giornali, siti Internet e blog) di quel libro si azzardi solo a parlare, a citarne la semplice esistenza.

Approvata dal partito di destra del primo ministro Orban, è il primo caso in Europa di provvedimento restrittivo in tutti i campi dell'informazione. Tra le norme, l'obbligo per i giornalisti di rivelare le fonti. Multe fino a 700mila euro
Un dispiegamento di forze degno di un G8: la capitale è blindatissima, in previsione dei soliti scontri che ormai abitualmente accompagnano ogni manifestazione studentesca: e se le classiche "sassaiole" ci sono sempre state, negli ultimi anni il clima di ogni contestazione è sicuramente degenerato: un fatto in parte sicuramente dovuto anche all' "anti-berlusconismo militante", che per una parte della sinistra costituisce, praticamente, tutta la linea politica: da troppi anni, viene fomentato odio contro Berlusconi, questa è una verità innegabile, e sicuramente è un fattore che contribuisce al clima esasperato di questi giorni. Invece di fare opposizione seriamente e concretamente, la sinistra italiana pensa al gossip e a sparare a zero contro B. : una tecnica che in sedici anni non ha prodotto risultati, anzi l'unico effetto raggiunto è che hanno creato "assuefazione", la gente ormai rimane indifferente anche alle peggio angherie, non ci fa nemmeno più caso, è diventata una telenovela degna di Beautiful. E poi, a questioni gravi come quelle delle intercettazioni telefoniche di fatto bloccate, non viene dato alcun risalto. Il programma politico della sinistra è: "dire l'esatto opposto di ciò che dice Berlusconi". Sempre che non gli faccia comodo, ovviamente.

Riceviamo & Pubblichiamo l'intervento di un lettore. Chi vuole scriverci, su qualsiasi argomento di interesse generale, su questioni socio-politico-economiche, può farlo all'indirizzo redazione@nocensura.com

"Non so se qualcuno ha visto lo spot che mandano in onda ultimamente le più importanti reti televisive a riguardo del nucleare. Parlo di quello spot dove si vede una partita di scacchi e ogni volta che passa la mano, la voce fuori campo cambia posizione a riguardo dell'energia nucleare, prima a favore, poi contro, poi ancora a favore e così via.

Il Wall Street Journal a tutta forza contro Bersani e compagni: “Non c’è un’alternativa”.

Lo dice il Wall Street Journal in un editoriale di questa mattina, firmato da un teorico della comunicazione politica: il problema dell’Italia non è che Silvio Berlusconi ha vinto ancora. E’ che, probabilmente, vincerà di nuovo nel prossimo futuro se l’opposizione non si attrezzerà in fretta per offrire un’alternativa che sia credibile. E se lo afferma il più patinato quotidiano della finanza internazionale, anche se non fosse vero, sarebbe comunque una opinione da tenere nella più alta considerazione.
Massima gratitudine ai noti statisti Alfano, Maroni, La Russa, Mantovano e Gasparri per avere spiegato agli studenti anti-Gelmini che cosa il governo si aspetta dalla loro manifestazione di martedì: il sangue. Il regime ha bisogno di violenze e feriti (e se ci scappa il morto, pazienza), per portare a termine il suo disegno incostituzionale sull’Italia. Il mercato dei deputati è bastato per la striminzita fiducia del 14 dicembre, ma per conservare le poltrone e approvare le leggi vergogna ancora in cantiere (tra cui la Gelmini) ci vuol altro. Bisogna costringere l’Udc a rimpiazzare Fli, restituendo al governo quella maggioranza di 50-60 deputati necessaria a rimetterlo in sicurezza a Montecitorio.

Intervista a tutto campo al presidente del Consiglio che annuncia la volotntà di inserire limiti alle intercettazioni nella riforma della Giustizia. Inoltre, dice: "Il Pdl cambierà nome" e potebbe essere guidato "da una donna"

iPad ed anelloni, paga il contibuente.

A Natale siamo tutti più buoni, anche il contribuente italiano che, alla fine della fiera, anche se è un poveraccio cassintegrato, regala col sorriso un bell’iPad all’onorevole senatore. I fondi a disposizione dei partiti, è noto, sono di provenienza statale, e quindi, alla fine della fiera, provengono dalle tasse di tutti i cittadini.
Clicca per ingrandire
Riceviamo e pubblichiamo, scusandoci per il ritardo (l'email l'abbiamo ricevuta il 19 Dicembre).

Venerdì come tutti abbiamo avuto modo di vedere (chi di persona, chi tramite tg) c'è stata in gran parte dell'Italia una normalissima, tranquilla nevicata. Pochi centimetri, niente di eccezionale. Ma non per tutti. Sembra infatti che per la protezione civile ma ancor più per l'ANAS e le varie amministrazioni comunali sia stato un evento catastrofico tanto da non riuscire a prevederlo e fronteggiarlo.
martedì 21 dicembre 2010
Alcuni Sindaci stanno emanando ordinanze per multare chi -doverosamente- si adegua alla sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo in cui e' stata sancita la rimozione dei crocifissi dalle aule scolastiche. Indipendentemente dal merito di detta sentenza, queste ordinanze costituiscono una chiara violazione della legge su cui dicono di basarsi. Il cosiddetto 'pacchetto sicurezza' (che nel 2008 ha modificato il Testo Unico delle leggi sugli ordinamenti enti locali - T.U.EE.LL.) consente al Sindaco, in veste di Ufficiale del Governo, di adottare provvedimenti anche contingibili ed urgenti, ma solo "al fine di prevenire e di eliminare gravi pericoli che minacciano l'incolumità pubblica e la sicurezza urbana". A noi non sembra che l'ordine di esposizione o di non rimozione di un simbolo religioso da un edificio -pubblico o privato che sia- si possa ritenere a tutela dell’incolumità pubblica e della sicurezza urbana; di conseguenza tali ordinanze sarebbero viziate da incompetenza.
Il Porcellum nasce da un'idea del PD, ma nessuno lo diceCerchiamo di dire le cose fino in fondo, se non vogliamo essere ipocriti, il cosiddetto "porcellum" ha una mamma, la "scrofetta" della legge elettorale toscana ed un babbo, il partito che allora (ed ora) governa la Toscana.
Sarebbe opportuno ricordare, infatti, che Calderoli prese ispirazione proprio da quella legge regionale, e non dimentichiamo che, poi,quella legge non fu contestata quando legittimò la nascita del governo Prodi, né è stata contestata la legge elettorale della Toscanache sostanzialmente è paragonabile al "porcellum". Comunque sia anche oggi il parlamento può modificarla, senza cambiare il governo, basta che in parlamento si accordino tutti i partiti che "dicono" che la legge deve essere cambiata cioè Pd, UDC, FLI e gli altri partiti che non si riconoscono nel governo, fatto sta che tutti lo dicono ma nessuno presenta una proposta di legge, verrebbe da dire che la riforma della legge elettorale è come la ragazza dalle belle ciglia, tutti la vogliono ma nessuno la piglia. 
Io sarei favorevole al cambiamento, anche perché vivo in Toscana e ritengo che il principio dell'uguaglianza del voto (art. 48 della Costituzione) sia stato ampiamente disatteso, nella mia regione infatti vige dal 2004 una legge simile a quella che si definisce una porcata.
Verificare per credere, i seguenti riferimenti provengono diretgtamente dal sito ufficiale della regioneToscana, più autentici di così si muore. Verificate i successivi links.

L’UNITA’
sabato 01 maggio 2004 
Elezione diretta del presidente, abolite le preferenze, più donne candidate e premio di maggioranza. LaToscana ha la sua nuova legge elettorale.
Questa è la novità più rilevante, insieme all’aumento a 65 dei consiglieri. O forse quella che ha suscitato più l’attenzione dell’opinione pubblica. Nel 2005 ci sarà una scheda con scritto il nome del candidato a presidente e il suo simbolo. Viene cioè confermata l’elezione diretta del presidente. Al suo fianco, a destra, avrà i simboli dei partiti che lo appoggiano. Non ci sarà più da scrivere alcun cognome. Chi vota quel partito voterà anche per i candidati scelti da quel partito. I candidati così verranno eletti secondo l’ordine in cui sono stati collocati nella lista provinciale. 
............
Il sistema elettorale è proporzionale con premio di maggioranza. Il candidato che prende un voto in più degli avversari avrà cioè la maggioranza dei consiglieri. Ma rispetto all’elezioni del 2000 il prossimo anno
questo premio sarà a grandezza variabile. Dipenderà da quanto voti prenderà la coalizione vincente: sotto il 45% avrà il 55% dei consiglieri (36), se va sopra il 45% dei voti avrà il 60% degli eletti (39). E una misura che spingerà i partiti a costruire alleanze più ampie possibili (l’Ulivo così ha un motivo in più per provare un’intesa con Rifondazione). Potete verificare anche QUI:
Ma non basta! Recentemente, il 5 agosto 2009, tale sistema elettorale è stato confermato con la riduzione a 55 del numero dei consiglieri, sacrificando di fatto i partiti più piccoli e rafforzando quindi il premio di maggioranza con l’introduzione del fatto che i due partiti maggiori eleggono un consigliere in più. 
E così anche i partiti che supereranno la soglia di sbarramento non possono più essere sicuri di eleggere un consigliere regionale. 
Dipenderà dal numero dei consensi e dal divario di voti rispetto alle altre liste.
Peraltro anche la soglia di sbarramento è cambiata, rispetto a cinque anni fa. Nel 2005 era l'1,5% per partiti che correvano con una coalizione che superava il 5% e il 4% per chi era parte di una coalizione che al 5% non arrivava. Chi superava quella soglia, aveva un seggio sicuro.
Oggi la soglia di sbarramento è per tutti il 4%.
Ma come saranno attribuiti i 55 posti del futuro Consiglio regionale, dieci in meno rispetto a quelli di cinque anni fa? Il primo seggio spetta al presidente della giunta e il secondo al candidato presidente della coalizione che arriverà subito dietro.

Risultato? Per eleggere un consigliere del PD ci vogliono 15.000 voti, per un consigliere di un partito piccolo ce ne vogliono quasi 30.000, e poi si dice che il PD sarebbe un "PARTITO DEMOCRATICO"...

Potete verificare QUI:
Credo sia superfluo ricordare quale sia il partito che governa la Toscana, partito che a livello statale vorrebbe modificare la legge elettorale che ha inventato, si tratta di ipocrisia sublimata allo stato puro.
Mettetevi il cuore in pace le cose stanno così: ognuno coltiva il suo orticello e tira l'acqua al suo mulino!
 
Dunque io in Toscana dovrei fare ricorso alla Corte di Strasburgo?


fonte

Condividi su Facebook

”Matteo Renzi? Mi è sembrata una persona che vuole davvero cambiare le cose. Da lui mi sentirei rappresentata”. Lo dice Barbara Berlusconi in un’intervista a Vanity Fair a proposito del sindaco Pd di Firenze. Di recente ad Arcore ha partecipato a un pranzo con il padre Silvio Berlusconi e il sindaco di Firenze, Matteo Renzi: ”Credo che ad avvicinarci non siano le idee politiche ma la stessa cultura generazionale”.”Sono vicende che mi hanno amareggiato. E faccio fatica a rispondere serenamente. Vorrei che una lettrice provasse a mettersi nei miei panni. E’ ovvio che non sono d’accordo con un certo tipo di condotta, ma devo anche credere alle verita’ di mio padre”, dice invece la Berlusconi commentando gli scandali a luci rosse che hanno coinvolto il padre.
Anche Scilipoti, Nucara, Polidori e Pionati pronti a sedersi al governo in posti di responsabilità


Ovviamente non era una questione di prezzo, anzi: non c’era alcuna intenzione di scambiare il voto con un posto di responsabilità. Eppure, eppure, ecco che ad appena una settimana di distanza dal voto di fiducia si preparano i posti di responsabilità che potrebbero finire a chi ha aiutato il governo in occasione del 14 dicembre. Lo scrive Sara Nicoli sul Fatto:

Quale spot migliore per la riforma Gelmini che questo? Ieri, a poche ore dall’approvazione in Senato della contestatissima legge sull’università, il rettore Renato Lauro, preside della facoltà di Medicina a Tor Vergata eletto due anni fa con 727 voti, ha chiamato come professore associato alla cattedra di malattie dell’apparato respiratorio la dottoressa Paola Rogliani, sua nuora.


(ANSA) – ROMA 21 DIC h.14..45 – Un ordigno e’ stato trovato stamani ad una fermata della metro B di Roma. Un pacco sospetto e’ stato rinvenuto presso il “binario tronchino” (nell’area in cui vengono effettuate le manovre dei treni) della stazione Rebibbia. Il pacco, si apprende, e’ stato trovato su un treno da un macchinista. All’interno c’erano dei tubi e polvere pirica.

Verifiche sono in corso da parte dei carabinieri per accertare se il pacco poteva esplodere e l’eventuale potenziale. L’area e’ stata messa in sicurezza.

Condividi su Facebook

L'esperimento Grecia sta funzionando: scomparsa dello Statoderegolamentazione delmercato e del lavoroprivatizzazione dell'economia nel suo insieme, erosione della democraziaabbrutimento della società, ottenuti in appena otto mesi di realizzazione dellapolitica di austerità più dura che il Paese abbia mai conosciuto.
L'esperimento è quello ideato dai creditori europei del Paese, dal Fondo Monetario Internazionale e dai centri internazionali dispeculazione finanziaria, un esperimento teso a testare la resistenza della societàalla realizzazione del capitalismo più genuino, ovvero quello più feroce, perché meno legato agli 'intralci' posti dallo stato sociale. Non solo, la democrazia stessa e i diritti che essa garantisce stanno diventando unostacolo da spostare sempre più verso il margine, creando una sorta di capitalismo autoritario dal vago odor d'Asia.
Non è punibile l'immigrato che vive in condizioni di estrema indigenza, che per piu' di una volta non ottempera all'ordine di allontanamento o di espulsione dal nostro Paese. Lo ha sancito la Corte costituzionale, dichiarando illegittimo un articolo contenuto nel pacchetto sicurezza entrato in vigore nel luglio 2009, "nella parte in cui non dispone che l'inottemperanza all'ordine di allontanamento sia punita nel solo caso che abbia luogo senza giustificato motivo".
lunedì 20 dicembre 2010

Dei circa 33 milioni di persone che in tutto il mondo sono affetti dal virus dell’Hiv, sembra che uno sia riuscito a guarire in seguito ad un trapianto di cellule staminali a cui si è sottoposto nel 2007.

Non vogliamo avanzare illazioni, tuttavia la somiglianza è evidente: il manifestante ha un'aspetto più "trasandato" e i capelli incolti, ma quello potrebbe essere dettato dalla situazione.

Ringraziamo Giacomo D. per la segnalazione

Condividi su Facebook


Il quarantacinque per cento della ricchezza italiana è in mano al 10 per cento delle famiglie. Lo segnala Bankitalia nel supplemento al bollettino statistico dedicato alla ricchezza delle famiglie alla fine del 2008. Al contrario, il portafoglio della metà più povera degli italiani non arriva ad avere neppure il 10 per cento della ricchezza complessiva. Insomma, la forbice si allarga e lo Stivale fa i conti con poche famiglie ricchissime e molti italiani che tirano a campare.

Maurizio Cudicio crea una pagina Facebook in cui pubblica una lettera aperta di sostegno alle proteste studentesche: il suo è il “Movimento Poliziotti”. Il mondo è bello perchè è vario, la Rete è il mondo, dunque la Rete è bella perchè è varia. E davvero, ci si può credere se un poliziotto di nome Maurizio Cudicio pubblica un gruppo Facebook chiamato “Movimento Poliziotti” in cui si propone di lottare “insieme per dare sicurezza serenita’ e tranquillita’ alla gente! siamo e vogliamo restare poliziotti degli Italiani”. Un’ alleanza di forze dell’ordine e cittadini, dunque, particolarmente sentita in queste ore di movimento studentesco. E il poliziotto, dalla bacheca delSocial Network del movimento, pubblica una lettera aperta:
Il 5 novembre, il Ministro dell’Interno Roberto Maroni, nel corso di una conferenza stampa, annunciava solennemente che il Governo aveva, finalmente, deciso – dopo quasi cinque anni – di abrogare le disposizioni antiterrorismo contenute nel famigerato Decreto Pisanu in materia di accesso a Internet attraverso postazioni wifi pubbliche, sostituendole con una nuova regolamentazione idonea a contemperare le esigenze di sicurezza e quelle di promozione dell’accesso alla Rete.


Molti fedeli cattolici hanno abbandonato la Chiesa dopo le rivelazioni sugli abusi sessuali compiuti dai preti
Un’inchiesta del quotidiano Frankfurter Rundschau, vicino alla Spd, ha mostrato che nel 2010 si è impennato il tasso di abbandonoall’interno della Chiesa cattolica tedesca. Dopo lo scoppio dello scandalo che ha coinvolto molti ordini ecclesiali che hanno coperto casi di abusiripetuti negli anni, molti fedeli si sono sbattezzati, voltando definitivamente le spalle alla Chiesa.

Nel bilancio della regione Veneto la sicurezza scompare dai capitoli di spesa. Emergenza finita? Per i politici sì, ma in realtà sono i soldi ad essere finiti

Nella patria dei sindaci sceriffi, delle ronde, delle campagne elettorali passate più a parlare di immigrati che di politica, la sicurezza non è più un problema. Almeno, non lo è per la Lega. Siamo in Veneto e, dopo l’approvazione di un bilancio “lacrime e sangue”, come l’ha definito il governatore (leghista) Luca Zaia, che assegna zero euro al tema della sicurezza, a dare l’annuncio di un problema che non esiste più è il capo del partito, la Liga Veneta, Gian Paolo Gobbo, ascoltato come un vate in Nordest e secondo per preferenze (quando c’erano) solo a Umberto Bossi.

Sono state redatte le nuove linee guida per l'amniocentesi e la villocentesi. Non più gratuita per le donne sopra i 35 anni ma per tutte, solo però se necessaria, perché bisogna ricordare che questi esami comportano "un rischio di perdite fetali di circa il 2%", del Ceveas.

domenica 19 dicembre 2010

Web e TV, così simili e vicini ma così diversi e lontani. Se il mercato tende sempre più a fondere i due mondi facendo convergere piattaforme e linguaggi, con la TV sempre più presente su Internet e Internet che sbarca invece sul televisore del salotto, giunge invece un decreto legislativo, il decreto Romani, a rischiare di spezzare questo idillio che, in altre parti nel mondo, sta cambiando il modo di informarsi e di intrattenersi della gente.
Questo succede oggi a Monza, bello e ricco comune della Brianza ricca e solidale. Questo accade a persone che hanno stabilito la loro residenza qui, che hanno avuto figli e speranze, che hanno perso e da poche settimane ritrovato il lavoro. L’hanno ritrovato perché sono brianzoli, e hanno imparato a lottare e ad arrangiarsi. Ma non ci si può arrangiare contro il nulla che avanza, contro le istituzioni assenti, contro chi non vuole, fortissimamente non vuole, che tu ti arrangi, che ti integri, che ce la fai. Oggi succede alla famiglia B., che fino a pochi giorni fa abitava in una bella casa in un bel quartiere residenziale, domani succede a voi. Questa storia me l’ha raccontata Maria Carmen, ed è quella dei suoi vicini di casa. Maria Carmen si è battuta e si batte per loro, ha litigato con le autorità, per loro. Li aiuta, e non certo a parole. È lei stessa a descrivere la situazione.
Il Cavaliere e la moglie da un anno lottano sull’importo dell’assegno di mantenimento. Con i casi di cronaca che hanno coinvolto il premier, lui rischia…


Son passati venti anni esatti. Era il 15 dicembre 1990 quando si sposavano a Milano Silvio Berlusconi e  Veronica Lario. Una vita insieme, la loro, non avara di colpi di scena. E’ del 2001 la decisione dei due di vivere separati, poi son piovute le critiche della moglie per lo stile di vita condotto dal “consorte”, infine da poco più di un anno è cominciata una causa di separazione e una inevitabile nuova battaglia tra ex, stavolta combattuta a colpi di carta bollata.
Intervista di Julian Assange al Today Show, programma di informazione della NBC.


INDAGINE CONOSCITIVA SULLA CONDIZIONE DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA IN ITALIA


È stata presentata ieri l’Indagine conoscitiva sulla condizione dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia realizzata da Eurispes. Ecco alcune delle caratteristiche salienti di bambini e adolescenti

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Seguici su Facebook

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi