Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Contenuti (tag)

varie democrazia leggi lobby casta editoriale governo esteri economia scandali fatti e misfatti salute mass media diritti civili giustizia ambiente USA sanità crisi centrosinistra centrodestra diritti umani povertà sprechi forze dell'ordine scienza libertà censura lavoro cultura animali infanzia berlusconi chiesa centro energia internet mafie europa riceviamo e pubblichiamo giovani OMICIDI DI STATO notizie banche carceri eurocrati satira immigrazione renzi scuola facebook euro grillo manipolazione mediatica guerra bilderberg pensione mondo signoraggio alimentari massoneria poteri forti Russia sovranità monetaria razzismo manifestazione finanza debito pubblico tasse israele siria disoccupazione UE ucraina travaglio agricoltura marijuana militari banchieri mario monti trilaterale califfo canapa germania geoingegneria ISIS terrorismo Grecia bambini obama vaticano Traditori al governo? big pharma inquinamento ogm palestina parentopoli napolitano enrico letta cancro vaccini tecnologia PD nwo equitalia Angela Merkel BCE armi austerity sondaggio umberto veronesi meritocrazia suicidi fini magdi allam nucleare cannabis m5s ministero della salute privacy video assad clinica degli orrori eurogendfor informatitalia.blogspot.it Putin marra sovranità nazionale staminali CIA bancarotta boston bufala droga monsanto prodi INPS elezioni fondatori del sito globalizzazione iene iraq politica troika evasione matrimoni gay nigel farage acqua anatocismo fmi nikola tesla società usura 11 settembre diritti draghi fisco fukushima golpe moneta pedofilia rothschild stamina foundation Aspen Institute FBI Giappone Onu africa alimentazione francia imposimato nsa ricchi terremoto torture Auriti Marco Della Luna adam kadmon aids attentati autismo bavaglio costituzione federico aldrovandi fiscal compact giuseppe uva lega nord nato petrolio roma servizi segreti sicilia slot machine sovranità individuale Cina Fornero Unione Europea borghezio casaleggio controinformazione corruzione crimea famiglie fed forconi giovanardi giustizia sociale goldman sachs influencer islam mario draghi mcdonald mes mossad pecoraro scanio propaganda proteste psichiatria rifiuti rockfeller sciopero spagna storia suicidio svendita terra turchia violenza virus aldo moro arsenico barnard bonino carne chico forti dittatura edward snowden elites false flag frutta inciucio india laura boldrini magistratura marine le pen no muos no tav nuovo ordine mondiale precariato prelievi forzoso privilegi prostituzione ungheria università vegan 9 dicembre Ilva Muos NASA Svizzera alan friedman alluvione chernobyl corte europea diritti uomo delocalizzazione dentisti diffamazione disabili donne ebola educazione elettrosmog esercito europarlamento farmaci gesuiti gheddafi hiv ignazio marino illeciti bancari illuminati informazione islanda latte legge elettorale marò microspia mmt ocse orban paola musu pensioni radioattività ricerca riserva aurea salvini sardegna sigaretta elettronica sigonella sindacati spread stati uniti stefano cucchi taranto telefono cellulare truffe online vegetariani veleni Alzheimer Chomsky Consiglio dei Ministri ETA Enoch Thrive Nichi Vendola PNL aborto aborto forzato affidamento amato anonymous anoressia antonio maria rinaldi argentina armeni arrigo molinari asteroidi baschi bersani bettino craxi bill gates bin laden boicottaggio boldrini brevetto btp by calcio cambiamento camorra carabinieri cervello chemioterapia cipro class action claudio morganti commercio di organi comunicazione contestazione controllo mentale corte dei conti cosmo cravattari crescita crocetta curiosità daniel estulin danilo calvani david icke davide vannoni degrado dell'utri denaro dentista denuncia disastro discriminazione diseguaglianza dogana domenico scilipoti dossier duilio poggiolini ebook egitto eroina etica eurexit fallimento fiat fido finanziaria fisica fisica quantistica follia fondi d'investimento genocidio ghiandola pineale giorgio gori girolamo archinà giuliano amato gold hollande ilaria alpi illiceità bancarie impresentabili indagini infermieri insetti interessi iran istruzione le iene libia lucio chiavegato luna malattie malta maratona mariano ferro mastropasqua meccanica quantistica melanoma messaggi subliminali messico metalli pesanti meteorite microchip microonde mistero mk ultra multe musica natura obbligazioni oligarchi omofobia oppt overdose papa francesco paradisi fiscali parkinson parma partito pirata patrimonio pena di morte pensiero positivo pesticidi phishing pianeti extrasolari piero grasso pizzarotti plastica polonia polverini pomodori portogallo pregiudicati presidente della repubblica prostata pubblica amministrazione quantum r-fid recessione regno di gaia riformiamo le banche rigore risveglio coscienze saddam sangue satana schiavi scie chimiche scippatori scoperto secessione senzatetto sert sfratto sisa snowden spammer speculazione spionaggio studenti tabacco tasso d'interesse teri terra dei fuochi tossicodipendenza trasfusioni trattato di velsen troll trust tsipras turismo twitter universo uranio impoverito uruguay vati verdura vessazioni veterinario bravo roma veterinario gianicolense vulcano wikipedia yellowstone
Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

sabato 19 novembre 2011

Il problema non è tanto "ideologico", visto che praticamente tutte le "ideologie" si propongono il raggiungimento del "bene comune", seppur con modalità differenti per conseguirlo. Ma chi si propone di "mettere in pratica" certe idee? I partiti. Che sono manovrati da uomini vicini alle varie lobbies/holding e vari "centri di potere", e non faranno mai gli interessi dell'italiano medio. E se qualche partito "non è così" o meglio "non sembra così" è solo perché non ha raggiunto un livello di influenza tale da risultare interessante e funzionale ai "poteri": basta pensare ai "cambiamenti" - per fare un esempio che riguarda "entrambe le fazioni" - che hanno fatto certi rappresentanti dei "proletari", dalla contestazione sessantottina alle "scalate bancarie", o la deriva berlusconiana della Lega Nord, da quando ha raggiunto il potere: vi ricordate cosa diceva Bossi di Berlusconi, vero?

Esattamente come la Chiesa, che dovrebbe rappresentare un messaggio di pace e fratellanza, seppur magari sicuramente antiquato, e probabilmente utopistico. E invece è un centro di potere, che storicamente è sempre stato al fianco dei potenti di turno, esigendo da loro tributi. La chiesa mediante la banca vaticana, lo IOR - che è finito anche recentemente al centro di uno scandalo legato al riciclaggio di denaro sporco - che coltiva affari con l'elitè della finanza mondiale. E stendiamo un velo pietosissimo sul comportamento dei "rappresentanti terreni" di Dio: i numerosi scandali sessual-pedofili venuti a galla, con il beneplacito degli alti prelati. Ottimo. Non esattamente come dicono di comportarsi agli altri...

staff nocensura.com


Condividi su Facebook
clicca per ingrandire

Questo sacchetto di plastica spiega come va il mondo. La comunicazione è diventata fondamentale, soprattutto nel non comunicare. Parole e concetti svuotati del loro senso. Il contrario che si fa sinonimo.
"Biodegradabile", "riutilizzabile" e "riciclabile" sono termini in grado di trasmettere un significato immediato (e vero): il rispetto dell'ambiente e dei ritmi della natura, il tentativo dell'uomo di non arrecarle danno per mezzo della sua attività. Insomma un pensiero positivo, che genera istintivo benessere.
Ora, la finezza: accanto ad essi compare anche il termine "inceneribile". Poco più sotto la spiegazione: "È inceneribile, bruciato negli inceneritori genera calore ed energia". Se ne deduce che anche l'incenerimento dei rifiuti dovrebbe essere, al pari di quelle accanto elencate, una pratica di "rispetto ambientale", cosa che ovviamente non è, poichè ne rappresenta l'esatto contrario. Ma intanto il messaggio è già passato. E coloro ai quali sono stati negati gli strumenti per difendersi - la conoscenza, l'informazione - partono già sconfitti.

(Di Adriano Nitto, Via Informare per Resistere)


Condividi su Facebook
Populismo è fare promesse irrealizzabili, oppure tuonare contro gli extracomunitari in tutte le TV e giornali: oppure predicare bene in modo propagandistico e poi raccogliere la saponetta al cospetto dei poteri forti...

Parlare duramente e schiettamente da anni, in faccia ai burocrati, nel parlamento dell'istituzione più importante d'Europa, come fa Nigel Farage, CENSURATO da tutti i media del mondo, è un ATTO DI CORAGGIO. Nemmeno il probabile tentativo di farlo fuori è servito a fermarlo (vedi http://bit.ly/u2fFc2)


staff nocensura.com


Divulghiamo il suo intervento che parla di democrazia in Europa e in Italia: vedi http://on.fb.me/w1HiBr

Condividi su Facebook
"se non state attenti i media vi faranno odiare le persone che vengono oppresse e amare quelle che opprimono"

ECCO IL PIU' GRANDE ESEMPIO DELLA STORIA!!!! E questo non significa "apriamo le frontiere a tutti" - che ovviamente non potremmo accogliere: MA CAMBIAMO IL SISTEMA CHE FA MORIRE DI FAME 34-37.000 BAMBINI AL GIORNO!!!

Chi se la prende con chi cerca di scappare dalla MORTE e dalla MISERIA (cosa che farebbe chiunque ne abbia la possibilità) DIMENTICANDO chi ha prodotto quel risultato, e ci ci SPECULA, come la carissima "Goldman Sachs" (vedi la speculazione sulle derrate alimentari di pochi anni fa che AFFAMO' centinaia di migliaia di persone) deve aprire gli occhi!!!


  • Prima provocano la miseria e la fame nel mondo: ci GUADAGNANO SOPRA!
  • Poi permettono ai poveri di entrare (per sfruttarli e giocare al ribasso sugli stipendi) molti di loro non trovano lavoro e delinquono. La delinquenza è figlia della miseria... non è la nazione di nascita a fare la differenza, ma le CONDIZIONI SOCIALI...
  • Con i mass media ci bombardano: "straniero ruba" - "extracomunitario stupra" e la gente si INCAZZA ovviamente.
  • I politici, SERVI DEL SISTEMA BANCARIO, "foga" i cittadini contro di loro, e per questo prendono voti. Ma non risolvono niente: chi muore di fame non si ferma per una "legge": e questo "sistema" fa comodo a certi poteri...

APRIAMO GLI OCCHI!!! Guardate il documentario di Micheal Moore, è ILLUMINANTE...
http://www.nocensura.com/2011/11/guardate-il-documentario-di-micheal.html

PS: L'atteggiamento di chi comprende queste "ragioni", nei confronti di chi la pensa in modo opposto, come i leghisti, partito che ospita nelle proprie fila numerosi dirigenti condannati per "istigazione al razzismo", NON DEVE insultarli e chiudere loro la porta in faccia, dandogli dei "razzisti"... bensì CONFRONTARSI con loro, facendo vedere le cose da un punto di vista diverso, e senza atteggiarsi a "depositari della verità". CAMBIARE LE COSE ESCLUDENDO META' NAZIONE SAREBBE UTOPISTICO...

staff nocensura.com


Condividi su Facebook


Questa mentalità dove "tutto ciò che è di sinistra è giusto" e "tutto quello che è di destra è sbagliato" (O VICEVERSA) ha rotto le balle. Con questa stronzata hanno avuto credito persone che non meritavano nemmeno lo sforzo necessario per alzare il dito medio nei loro confronti. Il giochino della "destra" e della "sinistra" è servito fino ad oggi solo per dividerci e farci votare un gruppo per antipatia nei confronti dell'altro, rimpallando il potere tra persone che fanno parte dello stesso, CORROTTISSIMO, sistema. Ma sarà il caso di aprire gli occhi, oppure no? Basta guardare i risultati che hanno conseguito. Ora, che qualcuno non ci voglia proprio arrivare, è comprensibile: dopo 20,30 anni di lavaggio del cervello mica è facile... ma che cada nel tranello la maggioranza del paese, non è giustificabile. L'antiberlusconismo militante è servito solo a spaccare ulteriormente i cittadini e portare alla sinistrail consenso di chi "odia" Berlusconi in modo più incisivo dello schifo che nutre per loro. Quasi un "votiamo che ci frega 8 che l'altro ci ruba 10" se non "preferisco che a rubare 10 siano gli altri che lui". Oh!!! Ma che quelli dovrebbero rappresentarci non se lo ricorda più nessuno??? DEVONO RAPPRESENTARCI, E SE NON LO FANNO, DEVONO ESSER MANDATI A CASA ... senza "ma" e senza "se". Gli fai notare che "Tizio" ruba, rispondono che "Caio" ruba di più come se ciò giustificasse "Tizio". MANDIAMO A CASA "TIZIO" e "CAIO" !!! E anche "Sempronio", se non lavora per noi!!!

Che gli interessi di un 1% prevalgano su quelli del 99% è una realtà ASSURDA che dobbiamo CAMBIARE!

staff nocensura.com


Condividi su Facebook
Nel 2010 Nigel Farage è incappato in un misterioso incidente aereo: sono in molti a pensare che si sia trattato di un "sabotaggio" per far fuori un personaggio scomodo senza fare clamore: (una morte violenta attirerebbe l'attenzione su di lui: e ciò che dice, non si deve sapere troppo...). Farage nonostante tutto, sta continuando la sua lotta, all'interno della massima istituzione europea, nonostante i media di tutto il mondo non ne parlino mai. E' stato protagonista di NUMEROSI interventi che meritano menzioni, quello che parla della democrazia in ITALIA ed EUROPA - che sta facendo il "giro di Facebook" condiviso di profilo in profilo, è UNO DEI TANTI: basta cercare il suo nome su Youtube, ce ne sono molti tradotti o sottotitolati in italiano.

E qualcuno - per mera ideologia "destra sinistra" cerca di screditarlo: gli ambienti vicini alla sinistra lo accostano (indebitamente) alla Lega: ma lui con i "padani" ha ben poco a che vedere, a parte il fatto di esser componenti del medesimo gruppo in Europarlamento: l'EDF. I gruppi del parlamento europeo, che contengono membri di molti partiti delle varie nazioni, sono organizzati in modo diverso dai consessi nazionali: dire che il partito di Farage è legato alla Lega Nord, è come dire che il Partito Popolare Spagnolo o la destra francese è legata a Berlusconi, poiché fanno tutti parte del "Partito Popolare Europeo" di cui è membro anche l'UDC, partito che ultimamente "gira" verso il centrosinistra. I sostenitori del PD di Letta, che parla con toni entusiastici di "miracolo" per "l'avvento" di Mr Bilderberg Monti, devono solo stare ZITTI.

Lo staff di Cose che nessuno ti dirà di nocensura.com lo sapete; parla chiaro: un po' come Nigel Farrage... noi non possiamo che STIMARLO e vi invitiamo alla massima condivisione dei suoi contenuti.

"Un discorso giusto non è di destra o di sinistra: è giusto!"



Vedi il video sull'incidente aereo: clicca qui

Vedi il video dove parla di democrazia in Italia ed Europa: clicca qui

Vedi articolo: "La macchina del fango di partito: ora Nigel Farrage è leghista"

staff nocensura.com


Condividi su Facebook
INTORNO ALLA CULLA SORRIDONO IN MOLTI PERCHÉ IL GOVERNO MONTI È LA QUADRATURA DEL CERCHIO CHE METTE D’ACCORDO I CENTRI DI POTERE PIÙ MARCI D’ITALIA - 2- NAPOLITANO PIAZZA ALLA DIFESA IL SUO DI PAOLA - IL PD SI ACCONTENTA DI BARCA E FORNERO - SPRIZZA GIOIA FINI PER TERZI DI SANT’AGATA - SORRIDE ANCHE RUTELLI PER FRANCESCO PROFUMO - TRE PEDINE PER IL VATICANO: RICCARDI, ORNAGHI E BALDUZZI (NEL CUORE DI ROSY BINDI) - GIUBILO DI PRODI E CASINI PER PIERO GNUDI (MA CHE C’ENTRA COL TURISMO E LO SPORT?) - BEN PIÙ IMPORTANTE È L’ENTREÈ ALLA GIUSTIZIA DI PAOLA SEVERINO CHE NEL CORSO DEGLI ANNI HA DIFESO GLI INTERESSI DI PRODI, CALTARICCONE, GERONZI, OLTRE AD AZIENDE COME FININVEST, TELECOM, ENI - ANCHE PER LA CANCELLIERI PIERFURBY GODE - SI SCRIVE CATRICALÀ MA LEGGE GIANNI LETTA - 3- MA IL VERO TRIONFATORE È CORRADINO PASSERA. DAL CONVEGNO DI TODI IN POI, IL SUO AFFIANCAMENTO AL POTERE VERO, QUELLO CHE HA L’EPICENTRO IN VATICANO E CONSENTIRÀ DI FAR DIMENTICARE IL SALVATAGGIO DELL’ALITALIA, IL FALLIMENTO DELL’OPERAZIONE PARMALAT E L’INTRECCIO DI INTERESSI CON I COMPAGNI DI MERENDA MONTEZEMOLO & DELLA VALLE (TITOLARI DI QUELLA NTV DOVE BANCA INTESA HA MESSO I SOLDI)

È stato un parto lungo e sofferto, ma alla fine il bambino del nuovo governo è venuto alla luce con un taglio cesareo che ha messo fine al travaglio dei partiti e delle prime donne impegnati nel gioco dei incrociati e nella rivendicazione dei meriti professionali.
In genere per il cesareo l'anestesia dura 20 minuti, ma nella sala parto del Quirinale ci sono volute quasi due ore e mezzo per chiudere l'organigramma di un governo tecnico che più tecnico non si può. A prolungare l'attesa dei giornalisti e delle televisioni di mezzo mondo pare che sia stata tra le altre cause l'impuntatura di Piero Giarda, l'uomo dalle orecchie a sventola che è stato sottosegretario al Tesoro dal '95 al 2001, e che in nome di questa esperienza ha rivendicato a tutti i costi la nomina a ministro.

GUARDATE "Capitalism a love story" - il documentario di Micheal Moore in italiano!!! - PARLA DEGLI USA... sembra creato per spiegare quello che sta succedendo in Italia, e sopratutto COSA SUCCEDERA'... E' ILLUMINANTE... non perdetevelo!!!

Spiega le mosse dei banchieri e gli EFFETTI DISASTROSI sull'economia... (che hanno in mano il governo USA ma ora stanno estendendo il loro dominio...) GLI UOMINI DI Goldman Sachs NON HANNO SCRUPOLI AD AFFAMARE IL MONDO con SPECULAZIONI CRIMINALI E LEGGI AD HOC PER GENERARE $ $ $ $ $ PROFITTI...

E QUALCUNO DICE "LASCIATE LAVORARE MONTI"...? Che è un uomo di Goldman Sachs e fa parte del "gruppo bilderberg" e della "commissione trilaterale" ovvero le associazioni massoniche che decidono la strategia dei poteri forti??? NON FIDIAMOCI DI QUESTO SIGNORE "CALATO DALL'ALTO" DAI POTERI FORTI... Oppure volete davvero continuare a pensare che "pensino ai cittadini"... ma avete visto cos'hanno fatto fino ad oggi nel mondo, o no??? SVEGLIA!!!

Certo aspettiamo di esser in mutande per capire le cose... COME SEMPRE...!!!!

"Capitalism a love story"
http://www.nocensura.com/2011/11/capitalism-love-story-il-documentario.html


Condividi su Facebook
La *PAURA* FA PARTE DELLA LORO STRATEGIA, è SEMPRE STATO COSI. Lo spiega meravigliosamente il documentario di Moore... anche in USA parlavano di "crack finanziario" e le banche riuscirono a SUCCHIARE 700 MILIARDI di tasse dei cittadini... gli stessi cittadini che - grazie alle banche - perdevano la casa, andavano sul lastrico... la "strategia della tensione" serve per "ammorbidire" la gente e fare accettare ciò che altrimenti non accetterebbe... come i continui "allarmi terrorismo" prima delle guerre in Afganistan e Iraq... Come li provocano? Inserendo gli uomini "giusti" nei posti "giusti" dei governi... e grazie all'indecifrabile sistema di Wall Street: "se chi fa i controlli riuscisse solo a decifrare i loro algoritmi e capire ciò che stanno facendo, lo assumerebbero subito a Wall Street"... i parlamentari USA (come quelli italiani) NON SANNO NIENTE DI ECONOMIA... i "banchieri" (oppure i "tecnici") possono convincerli della necessità di leggi/misure che in realtà NON SONO NECESSARIE... ma servono per arricchire il sistema finanziario...


Vedi il documentario di Micheal Moore:
http://www.nocensura.com/2011/11/capitalism-love-story-il-documentario.html

staff nocensura.com


Condividi su Facebook

L'anonimo edificio color ruggine al numero 85 di Broad Street, nella parte bassa di Manhattan, non sembra un posto che valga la pena di fermarsi a guardare, ed è proprio quello che piace a coloro che ci lavorano. Gli uomini e le donne che in un piovoso mattino vi sbarcano nella tipica tenuta di Wall Street - abiti scuri, ventiquattrore e BlackBerrys – sono molto riservati. Vanno rapidamente dalle Lincoln nere all'edifico attraversando praticamente il nulla: nessuna targa sulla facciata o indicazione nel vestibolo, nulla che permetta di collegare il sorvegliante armato all'esterno con l'attività svolta all'interno. C'è un buon motivo per tutta questa segretezza: il numero 85 di Broad Street, New York, NY 10004, è dove ci sono i soldi, tutti i soldi.

È il miglior posto per produrre denaro che il capitalismo globale sia mai riuscito a immaginare e, dicono molti, è una forza politica più potente di qualsiasi governo. La gente che lavora oltre le porte vetrate fa più soldi di molti stati. I beni ammontano complessivamente a 1 trilione di dollari, le entrate annuali sono dell'ordine di decine di miliardi, i profitti, vari miliardi, vengono generosamente ridistribuiti all'interno.

In quest'anno di crisi lo stipendio medio di ciascuno dei 30.000 dipendenti dovrebbe raggiungere la cifra record di 700.000 dollari, con picchi di varie decine di milioni (centinaia di migliaia di volte più di un inserviente della stessa impresa). E quando avranno finito di diventare "schifosamente ricchi a 40 anni", i funzionari non si ritroverebbero in brache di tela nemmeno se l'attività dovesse andare a carte quarantotto; verrebbero paracadutati in uno dei prestigiosi posti politici negli USA o all'estero, facendo nascere il sospetto che "governino il mondo". Il numero 85 di Broad Street è la sede della Goldman Sachs.


La più famosa banca d'investimenti si nasconde dietro la piena di denaro che genera e fa piombare su Manhattan, sulla City di Londra su e buona parte delle altre capitali finanziarie in tutto il mondo. Ma adesso i maghi occulti dell'impero bancario sono obbligati a esporsi alla fredda luce del giorno. Pubblico, politici e stampa ritengono che la crisi creditizia sia la conseguenza delle spericolate attività di trading delle banche e in primo luogo della Goldman, quella di più successo tra le sopravvissute. Politici e commentatori fanno a gara per denunciare la Goldman con termini sempre più pesanti: "ladri tra i ladri", "vandali economici", "capitalisti di rapina". Vince Cable, portavoce del Lib Dem Treasury, confronta i recenti eccezionali risultati della banca (un profitto di 3,2 miliardi di dollari solo nel quarto trimestre) e i previsti bonus con la situazione lavorativa e le entrate della gente comune nel 2009.


Il documentario di Micheal Moore, famoso regista statunitense (autore di altri celebri documentari) illustra molto bene come il sistema finanziario ha ridotto sul lastrico i cittadini degli Stati Uniti, SFRUTTANDO i loro uomini inseriti nel governo, senza farsi scrupoli a provocare povertà e depressione; pignorando case e sbattendo la gente per strada, mentre i grandi gruppi producevano guadagni sempre più elevati. Ecco come le holding finanziarie americane - ed in particolare Goldman Sachs, condizionano il governo a loro beneficio. Ecco come operano in favore delle banche i banchieri "INFILTRATI" nei governi. Ora le lobby americane stanno "invadendo" l'Europa, estendendo il loro dominio: oppure pensiamo che - mentre gli stretti collaboratori delle banche in USA pensano agli interessi dei loro "datori di lavoro", in Italia penseranno ai cittadini per "bontà d'animo"? C'è davvero da fidarsi degli uomini delle banche, come Monti, che ha legami fortissimi non solo con Goldman Sachs, ma anche con le associazioni massoniche di cui fatto parte i "pezzi più grossi", come il bilderberg group e la commissione trilaterale di cui è presidente??


staff nocensura.com
Nota: non siamo in grado di verificare se i siti sopra citati che propongono il documentario di Moore siano in possesso della licenza necessaria per trasmetterlo online. Ci limitiamo a proporre link che abbiamo trovato effettuando una semplice ricerca su Google Italia, pertanto di pubblico dominio. I file non sono ospitati sullo spazio web del nostro. Non ci assumiamo alcuna responsabilità circa eventuali conseguenze legali che potrebbe avere la loro visione, nel caso i siti che propongono i video non rispettino le normative vigenti.


RECENSIONE by mymovies - Questa volta Michael Moore prende le mosse da lontano, addirittura dall'Impero Romano, per mostrare come i segnali di decadenza di quella potenza antica siano tutti rintracciabili nella realtà odierna. La domanda è più che mai esplicita e con la risposta già incorporata: quanto è alto il prezzo che il popolo americano paga a causa della confusione operata tra il concetto di Capitalismo e quello di Democrazia? Per Moore i due termini non coincidono anzi sono in più che netta opposizione soprattutto ora, dopo la crisi mondiale di cui tutti paghiamo le conseguenze.

Ascoltate il discorso dell'inglese Nigel Farage al parlamento europeo: PARLA DI ITALIA, DI MARIO MONTI... DELLA DEMOCRAZIA IN EUROPA... ACCUSE GRAVISSIME, MA NESSUNA TV OVVIAMENTE HA SENTITO L'ESIGENZA DI MOSTRARLO AI CITTADINI... DIFFONDIAMO!!!

TRA 1.000 PARLAMENTARI CHE SIEDONO A ROMA, ALTRETTANTI CONSIGLIERI REGIONALI E 78 EURODEPUTATI ITALIANI SUOI COLLEGHI, NON NE ABBIAMO UNO - 1 - CHE ABBIA IL CORAGGIO DI DIRE CIO' CHE HA DETTO QUEST'UOMO... DIFENDENDO L'ITALIA, DOVE NON DOVRA' MAI CHIEDERE I VOTI... PERCHE' SA BENISSIMO CHE OGGI TOCCA A NOI E DOMANI CHISSA'... TRA I 1.000 PARLAMENTARI CHE SIEDONO A ROMA, ALTRETTANTI CONSIGLIERI REGIONALI E 78 EURODEPUTATI ITALIANI SUOI COLLEGHI, NON NE ABBIAMO UNO - 1 - CHE ABBIA IL CORAGGIO DI DIRE CIO' CHE HA DETTO QUEST'UOMO... DIFENDENDO L'ITALIA, DOVE NON DOVRA' MAI CHIEDERE I VOTI...

HA DETTO CIO' CHE MOLTI ITALIANI, VORREBBERO SENTIR DIRE AI POLITICI CHE HANNO ELETTO... che avrebbero dovuto rappresentarli...


Per il video su Facebook: clicca qui

staff nocensura.com

Condividi su Facebook
venerdì 18 novembre 2011

Cosa non farebbe qualcuno per il PARTITO... :) Secondo qualcuno Nigel Farage è leghista... :D Il motivo? Il suo partito fa parte dello stesso "gruppo parlamentare" della Lega Nord, ovvero l'EFD "Europa of freedom & democracy".

Peccato che i "gruppi parlamentari" dell'Europarlamento siano ben diversi da quelli dei parlamenti nazionali! Secondo il ragionamento che vede Farage esser leghista, allora il partito del centrodestra Francese - o il Partito Popolare spagnolo - sono per Berlusconi in quanto fanno tutti parte del gruppo "Partito Popolare Europeo": di cui fa parte, insieme al PDL, anche l'UDC di Casini...


E' evidente come, in realtà, il motivo sia da ricercare nella noia che sta dando agli esponenti dei partiti tradizionali l'ultimo intervento di Nigel Farage all'Europarlamento: che puoi vedere qui. Evidentemente a qualcuno da fastidio che molte centinaia di cittadini italiani abbiano espresso all'eurodeputato inglese apprezzamento sul suo profilo Facebook.

Monti, lo sappiamo: è abituato alle segretissime riunioni del Bilderberg Group, deve ancora abituarsi a dover stare attento a certi "dettagli" da parlamentari. Un fotografo, con un potente tele-obiettivo, ha "pizzicato" Monti in una "posa" che consente di leggere il messaggio recapitatogli da Letta: di seguito, l'ingrandimento leggibile e il testo. clicca sull'immagine per visualizzarla a grandezza naturale.


«Mario, quando vuoi dimmi forme e modi con cui posso esserti utile dall'esterno. Sia ufficialmente (Bersani mi chiede per es. di interagire sulla questione dei vice) sia riservatamente. Per ora mi sembra tutto un miracolo! E allora i miracoli esistono!» firmato Enrico (Letta)

Si rivolge chiamandolo "Mario", si firma semplicemente "Enrico": non c'è che dire, il vice del PD ha subito preso grande confidenza. E si propone di "aiutare": leggasi cercare posto... una vera lecc... Lettata di c**o...!!!


*Aggiornamento: 20/11/2011*


«Per ora mi sembra tutto un miracolo! E allora i miracoli esistono!» - Enrico

Oltre ad esser una "leccata di c..o" di dimensioni bibliche, il "pizzino" sembra il "pensierino" di un bambino di 2° elementare che necessita dell'insegnante di sostegno. Peccato abbia 45 anni.

Se un mio amico facesse un discorso così, gli darei un prezioso consiglio: FATTI VEDERE DA UNO BRAVO!!! (per voi parlamentari è pure gratis...)

E ora veniamo al "dilemma":
  • Monti sarà stato così sprovveduto da alzare il foglio senza pensare che sarebbe stato fotografato dai giornalisti (come capitò pochi giorni prima a B. che aveva fatto il "disegnino" degli otto traditori...) ipotesi plausibile, visto che non ha avuto esperienze di questo tipo prima d'ora (Monti è abituato alle riunioni segretissime del Bilderberg, dove non sono ammessi certo i fotografi...)
  • Oppure ha "sventolato" il foglio volutamente, per fare capire "chi comanda" al PD, mettendolo in difficoltà? Mostrando agli italiani non solo il livello intellettivo del vice-Bersani, ma anche quali sono le loro ambizioni, al di la delle dichiarazioni ufficiali. Questa seconda ipotesi secondo alcuni è "avvalorata" dallo sguardo di Monti: rivolto proprio verso il fotografo...

COSA NE PENSATE ?



Staff nocensura.com 

Condividi su Facebook
Un nuovo studio sostiene che l'obbligo d'astensione dall'alcol prima di un trapianto di fegato sia inutile. La cosa ha innescato il solito dibattito: chi è causa del proprio male ha diritto a essere salvato come gli altri malati? 

Philippe Mathurin dell'ospedale Huriez di Lille (Francia) e i suoi 22 coautori hanno concluso la loro ricerca clinica con questa frase lapidaria: "Il trapianto di fegato tempestivo può migliorare le opportunità di vita dei pazienti che per la prima volta si sono gravemente ammalati di epatopatia alcolica e non hanno risposto al trattamento farmacologico". 
Qui ci sono alcuni aspetti degni di nota:
. Mathurin e soci parlano di trapianti non preceduti dai sei mesi d'astinenza dall'alcol che in Francia, come in Usa o anche in Germania, sono obbligatori.
. Gli autori documentano un notevole miglioramento delle chances di sopravvivenza per quel tipo di pazienti e un'esigua quota di ricadute.
. In base allo studio, il periodo d'astinenza non è necessario sotto l'aspetto medico, ma è addirittura controproducente poiché riduce le possibilità di sopravvivenza. Infatti, troppi pazienti muoiono durante l'astinenza e quindi l'attesa.

Il 24 Ottobre, pubblicammo l'articolo "Renzi il furbone: autovelox illegali a Firenze, ma quasi nessuno fa ricorso..." segnalando come il Comune di Firenze stia continuando (da oltre 1 anno) a elevare contravvenzioni mediante autovelox non in regola:  le cui multe vengono sistematicamente annullate ogni qualvolta che un cittadino fa ricorso: tuttavia nessuno lo fa, e il Comune continua ad elevare contravvenzioni e incassare i soldi dai cittadini ignari che quegli autovelox NON SONO CONFORMI ALLA LEGGE. 


E ora arriva l'incredibile novità: il consiglio comunale ha approvato una mozione che eleverà al 10% la "soglia di tolleranza" dell'autovelox, attualmente del 5%: visto che molti autovelox sono posti dove il limite è 50km/h da ora in poi chi sarà "pescato" a viaggiare fino a 55km/h non sarà multato, mentre fino ad oggi il verbale scattava anche a 53km/h: VERBALI CHE NON DOVREBBERO ESSERE ELEVATI IN QUANTO QUEGLI AUTOVELOX NON SONO A NORMA.


Una misura che probabilmente riceverà i classici "titoloni" sui giornali locali e sarà accolta positivamente dalla popolazione: un ottima pubblicità per Renzi e un'ottima entrata per il Comune. NE SARANNO FELICI I CITTADINI, LA MAGGIORANZA DEI QUALI, IGNARI DEL FATTO CHE LE MULTE SIANO ILLEGALI, continueranno a prenderle e pagarle. Multe che il Giudice di Pace annullerebbe in caso di ricorso. (infatti tutti quelli che fanno ricorso lo vincono). Una vera e propria presa per i fondelli ai cittadini fiorentini!!!

Corrado Passera «E’ mai possibile dover attendere decenni per completare la rete Tav?». Corrado Passera, il super-banchiere promosso ministro dello Sviluppo dal governo tecnico di Mario Monti, ha fretta di veder realizzata la Torino-Lione, ma non solo: in un’intervista a “Panorama” si lamenta anche dei tempi “eterni” per costruire gli inceneritori e per «rinnovare le reti idriche». Ma l’acqua non doveva restare pubblica, come da referendum? Non per il nuovo sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Antonio Catricalà: la strada maestra, dice, «resta il ricorso al mercato». E se il voto popolare di giugno ha tramortito i partiti con il “no” al nucleare, ad “annullarlo” politicamente provvede il neo-ministro dell’ambiente, Corrado Clini, secondo cui l’atomo è una fonte pulita e sicura, che l’Italia non dovrebbe precludersi. Alla faccia di Fukushima, e della democrazia.

Berlusconi e il PDL stanno facendo un "buon viso" a Monti, ma i giornali vicini al centrodestra, non hanno digerito la "detronizzazione" di "Papi", e non mancano di sfornare dati e curiosità su mr. Bilderberg. Stessa cosa, la sinistra radicale: i giornali "comunisti" non risparmiano niente. E non dicono niente che non sia condivisibile quando parlano dei legami di Monti con le più potenti holding e associazioni massoniche del mondo. Chi l'avrebbe mai detto che due posizioni così distanti si sarebbero incontrate un giorno? E' proprio vero "mai dire mai"...

Spudoratamente dalla parte di Monti invece sono i giornali vicini al "grande centro" e al "centrosinistra"; i partiti dell'ammucchiata che pur di governare scenderebbero a patti con chiunque: (Fini + Vendola x UDC = Tutto è possibile) e hanno steso il tappeto rosso per Monti sin dall'annunciazione dell'avvento del "Messia del Bilderberg"  (vedi "Operazione simpatia" http://bit.ly/sdGHMd)

staff nocensura.com


Condividi su Facebook
Romano Prodi
I “padroni dell’universo”. Un soprannome modesto per gli uomini di punta di Goldman Sachs (Gs). Una banca d’affari con 142 anni di vita, più volte sull’orlo del baratro, da sempre creatrice di conflitti di interesse terrificanti, da far impallidire – per dimensione e pervasività – quelli berlusconiani. Famosa per “prestare” i propri uomini alle istituzioni, quasi dei civil servants con il pessimo difetto di passare spesso dalla banca privata ai posti di governo. Come peraltro i membri della Trilaterale o del Bilderberg Group. Mario Monti è uomo accorto: è presente in tutti e tre. Per Gs ha fatto finora l’international advisor, come anche Gianni Letta, dal 2007, nonostante il ruolo di governo.
Cos’è un advisor? Beh, è un consigliere; una persona in grado di indicare a una banca internazionale i migliori affari in circolazione. Specie quando uno Stato deve privatizzate le società pubbliche. Sta nella buca del suggeritore, ma può diventare premier. E G&S ha comunicato ai mercati che in tal caso lo spread per i Btp italiani calerebbe a 350 punti in un lampo. È la banca che ha inventato (subito copiata dalle altre) i prodotti derivati, quei 600.000 miliardi di dollari virtuali che stanno strangolando il mondo. Che ha aiutato i conservatori greci a nascondere lo stato reale dei conti pubblici davanti alla Ue. Che ha mandato l’amministratore delegato Henry Paulson, nel 2006, a fare il ministro del tesoro di Bush figlio.
Scommettiamo che Mr. Bilderberg riuscirà persino ad essere AMATO da buona parte del popolo...? Questi sono professionisti, non si mettono a perdere consensi in bunga-bungate e cavolate varie. Mirano "al sodo". Inoltre lui rappresenta le banche: cioè non la destra, ne la sinistra, ma chi manovra i fili di ENTRAMBE le fazioni: però non incarna "il nemico", il "rivale". Questa è gente che mentre ti infila un bastone nelle chiappe ti fa pure pensare che era necessario e che ti fa persino bene. "Sentirai un pochino male, ma è per il tuo bene"... un po' come succede dal dentista: che prima ti "tortura", poi ti ripulisce il portafoglio, e poi lo ringrazi. Però il dentista lavora per te: questi lavorano per le banche!!! Taglierà qualche costo della politica e qualche privilegio (Poca roba e comunque certe caste non le toccherà) e la gente sarà FELICE.
Il fatto che il "bottino" risparmiato andrà nelle casse delle banche e non dei cittadini: ma non importa. Chi vuoi che guardi a questi piccoli dettagli??? :/

Liberi pensieri di Francesca T. Staff nocensura.com


Condividi su Facebook
La Whirpool viene fondata nel 1911 a St. Joseph, nel Michigan, dai fratelli Upton. Produce lavatrici, asciugatrici, frigoriferi, congelatori, lavastoviglie e forni a microonde, ed è presente nei mercati di tutto il mondo. Dal 2006, con l'acquisizione della Maytag Corporation, fino ad allora, sua principale concorrente nel mercato statunitense, Whirlpool è divenuto il maggior produttore mondiale di elettrodomestici. Nel 2008 ha fatturato 18.907 milioni di dollari (circa 14.181 milioni di Euro) con un utile netto di 418 milioni di dollari (313.507.942€). Nel 2008 il gruppo aveva un totale di circa 70.000 dipendenti, distribuiti nei vari stabilimenti presenti in varie parti del mondo. Whirpool è inclusa nella lista "Fortune 500", che raccoglie le 500 maggiori imprese societarie americane.  Fonte: Wikipedia

E' di pochi giorni fa la notizia che Whirpool licenzierà 1.000 lavoratori in Italia. Si perderanno 600 posti di lavoro in provincia di Varese, dove si trova il centro strategico di Whirlpool Italia, 180 a Napoli, 120 a Siena e un centinaio a Trento. La notizia suscita sicuramente dispiacere, ma non certo stupore. E purtroppo, a giudicare da come si è mossa altrove, abbiamo il presentimento che non sia finita qui. Pezzo dopo pezzo, capannone dopo capannone, probabilmente nel giro di qualche anno chiuderanno tutti gli stabilimenti presenti in Italia e nelle altre nazioni "industrializzate" dove è attualmente presente Non vogliamo coltivare pessimismo, e certamente non siamo "indovini". La nostra affermazione è la logica conseguenza degli "esiti" di una piccola ricerca che abbiamo condotto circa le strategie di questa multinazionale statunitense che vi illustriamo di seguito. Strategie che sono le stesse, a grandi linee, adottate da gran parte  delle grandi multinazionali, Fiat compresa, ovviamente: visto che "a rate", ma inesorabilmente - "taglio dopo taglio", chiusura dopo chiusura, sta uscendo dal mercato italiano: un trend che sembra aver poco a che vedere con l'andamento delle vendite e del mercato.


«A fronte di un difficile momento economico caratterizzato da forte inflazione, contrazione della domanda, rincaro delle materie prime e calo delle vendite, con previsione di domanda molto debole per uno o due anni – si legge in una nota diffusa dall’azienda – si rendono necessari una serie di interventi di ristrutturazione e ridimensionamento della capacità produttiva e degli organici in linea con la realtà del mercato».

Certo, che il momento sia difficile, lo sappiamo tutti: e di questo dobbiamo ringraziare anche a quelle multinazionali - la maggioranza - che  hanno "smontato" gli impianti produttivi presenti in Italia (in tutto l'occidente) per riaprirli in qualche nazione del "terzo mondo", alias "il paradiso delle multinazionali". Dove il costo della manodopera, la pressione fiscale e i vincoli sull'impatto ambientali sono particolarmente favorevoli.


I motivi della riduzione del personale sono davvero quelli descritti della nota dell'azienda, riportata sopra? Se dovessimo rispondere alla domanda in modo istintivo, superficiale, potremmo affermare che sono sicuramente plausibili. Ma dopo aver effettuato una breve ricerca sulle strategie di questa multinazionale, qualche dubbio ci viene.

Per esempio, non tutti sanno che la multinazionale statunitense degli elettrodomestici, in USA ha chiuso tutti gli stabilimenti produttivi già nel 2010 per trasferirli in Messico, dove la paga di un operaio è di circa 4$ all'ora, contro i 18$ che percepisce un lavoratore americano. L'ultimo stabilimento a cessare le attività in USA, è quello di Evansville: dove la chiusura di Whirpool ha rappresentato la chiusura dell'ultimo polo produttivo presente nella città: che è rimasta praticamente senza lavoro, con grande preoccupazione e indignazione dei cittadini.

Perché Whirpool dovrebbe chiudere gli impianti produttivi in USA - che è la "patria" della multinazionale - e mantenerli in Italia, dove il costo del lavoro è simile, e la pressione fiscale è persino più elevata?

La cosa drammatica è che molti cittadini credono ancora che quella in corso sia una "crisi passeggera", come quella del 1929, di cui sentiamo parlare spesso a sproposito. La crisi del 1929 infatti, aveva cause ben diverse rispetto alla situazione di depressione che si è venuta a creare oggi. Abbiamo perso milioni di posti di lavoro, e altrettanti ne perderemo: conseguenza diretta delle delocalizzazioni (l'azienda chiude e  lascia senza lavoro i dipendenti) o conseguenza indiretta (a causa dell'elevato numero di lavoratori che diventano disoccupati - mentre i giovani non riescono a inserirsi nel mercato del lavoro - crollano i consumi, condannando alla chiusura negozi e piccole imprese).

Ci hanno fatto credere - o meglio, lo hanno fatto credere a quella larga maggioranza di cittadini che considera vangelo tutto ciò che dicono le TV, i giornali e i politici - (che poi sono la stessa cosa, essendo tutti al soldo dei vari poteri forti nazionali, esteri e sovranazionali) che si trattasse di una situazione passeggera: altrimenti non avrebbero potuto farci accettare tranquillamente, per citarne  una delle tante, che i governi che si sono susseguiti - tutti senza distinzioni tra destra sinistra etc - consentissero alle varie lobbies di andare a produrre nel terzo mondo un paio di scarpe al costo di 3€, salvo poi venderlo sui nostri mercati a un prezzo cinquanta volte superiore: come se il produttore avesse sostenuto le spese che avrebbe affrontato producendo in Italia...


Se chi chiudeva le fabbriche in Europa per produrre nel sud-est asiatico, in Africa o in Sud America avesse dovuto "lasciare alla frontiera" un salato dazio doganale per ogni prodotto importato, probabilmente oggi la situazione sarebbe ben diversa... 


Purtroppo ai pochi economisti e "liberi pensatori" che dicevano queste cose vent'anni fa, non solo non veniva offerta alcuna visibilità: ma venivano pure considerati  "pazzi" o "complottisti". Dopotutto, i potenti che gestiscono i mezzi di informazione certo non avevano certo alcun interesse nel fermare questo trend, visto che direttamente (andando in prima persona a produrre nel terzo mondo) o indirettamente (percependo cospicui finanziamenti da chi produce nel terzo mondo) avevano tutto l'interesse affinché il sistema proseguisse indisturbato... 

Se pensate che la situazione sia drammatica, aspettate a dirlo: tra qualche anno, rimpiangeremo questi tempi...

staff nocensura.com

Condividi su Facebook
giovedì 17 novembre 2011
Berlusconi oggi ha ripetuto per l'ennesima volta di esser contro la patrimoniale. E visto che il PDL ha in controllo assoluto del senato, non è un fattore da sottovalutare. Il premier sostiene che il prezzo degli immobili diminuirebbe del 12-15% (vedi http://on.fb.me/rr1jkx)

E qualcuno per cercare le risorse in modo alternativo, ipotizza di IPOTECARE LA CASA A TUTTI GLI ITALIANI, nella misura del 10% (vedi http://bit.ly/uC077W) lo stato otterrebbe liquidità facilmente e accesso al credito con tassi davvero bassi: ma in caso di insolvenza, la BCE farebbe rivalsa direttamente sui cittadini!

Clicca per ingrandireAnche con Gheddafi la colossale macchine della menzogna globale, ovvero quella della maggior parte dei media ufficiali, ha fatto la sua parte. E, come al solito, ha manipolato molto male l'evento, in maniera veramente dilettantistica. Tutti i media televisivi e cartacei hanno fatto vedere il volto insanguinato di Gheddafi. Una cosa veramente di cattivo gusto, ma sembra che alla gente piace molto il sangue.
Poniamoci queste domande:
come poteva un massone di altissimo livello molto ben informato come Muammar Gheddafi essere così ingenuo a fare una telefonata con un telefono satellitare ai suoi familiari sapendo che tutta l'area era monitorata dai satelliti spia statunitensi?
Com'è possibile che Muammar Gheddafi sia stato così imbecille a intraprendere la strada per Sirte in un convoglio in mezzo al deserto sapendo che tutti i satelliti spia, i caccia e i droni statunitensi "girovagavano" con lo scopo di individuarlo?
Tutti hanno creduto alla sua esecuzione! Tutti hanno creduto al film, oltretutto mal fatto. Una cosa è certa: Muammar Gheddafi, che è vivo e in ottima salute, non è affatto ingenuo. I veri ingenui siamo un po' tutti noi! Ammettiamolo una volta per tutte con umiltà!
------------------------
L'uomo nella foto, con il foro di proiettile in testa, non è Muammar Gheddafi, ma la sua controfigura, si chiamava Ahmid, ed era presente a Villa Pamphili, a Roma, mentre cenava assieme a Tronchetti-Provera e Afef.
'Ci prendono per il naso? occhio al naso, non risulta che Muammar abbia fatto il lifting al naso beduino.'
Ali Majid Al Andalus
Muammar Gheddafi
Analisi del video 'dell'assassinio di Gheddafi'
1. Sul video che sarebbe stato registrato a Sirte, il sole splende, polvere ovunque... tuttavia, in realtà, solo il giorno prima a Sirte vi era stato un nubifragio.
2. In due diverse parti dello stesso video possiamo vedere che il 'colonnello' ha i capelli di due colori diversi, in una parte ha capelli castano chiaro, nell'altra ha i capelli neri.
3. In un video del 'colonnello morto', ha il naso irregolare, sembra spezzato in modo strano, in altri video in cui quest'uomo è morto, il suo naso è diritto.
4. Nel primi video (da Sirte) il suo volto appare molto giovane, ma sappiamo tutti che è rugoso.
5. Hanno detto che gli hanno sparato alle gambe, e che è morto dissanguato, ma questo 'colonnello' catturato sta in piedi mentre lo spingono in giro. Inoltre, la parte inferiore del corpo non è coperta di sangue.
6. La parte superiore del corpo nudo del 'colonnello' è giovane, senza segni di invecchiamento nel video, ma il colonnello è un uomo di 70 anni. Sapete come appare il corpo di un uomo di 70 anni, specialmente di un uomo che ha speso tutta la sua vita nel deserto.
7. Alcuni dei video rilasciati sono stati registrati un giorno prima della presunta morte, il 19 ottobre(!)
8. Secondo la loro propaganda, lo hanno trovato in una fogna. Eppure 'lui' appare rasato di fresco, la barba tagliata nel video, ecc.
9. C'è un altro dettaglio strano nel video di Sirte, una donna nera -una civile- guarda lo spettacolo, e sembra molto rilassata. Una donna nera civile a Sirte al fianco dei topi (!?). Questo è impossibile. Tutti sanno ciò che i ratti della NATO/al-Qaida stanno facendo ai neri, uomini, donne e bambini in Libia. Li impiccano, linciano e decapitano. Specialmente le donne nere a Sirte, SE ALCUNE hanno lasciato Sirte (cosa di cui dubitare fortemente) non sarebbero mai state dalla parte dei topi razzisti. Questo è veramente strano.
10. In un video, Gheddafi è coperto di sangue quando lo mettono in un pick-up; in un altro con la stessa 'azione' il suo volto è pulito come se fosse diretto a un matrimonio.
11. Fatto: manifestazioni di massa contro la NATO e CNT si preparavano, unificate a contro-attacchi e alla rivolta già iniziata il 14 ottobre.
12. Pochi giorni dopo Hillary Clinton è venuta e ha detto che voleva Gheddafi morto, ed è stato ucciso.
13. Non solo lui, ma i suoi figli e ogni alto funzionario che si riusce a ricordare 'sono stati uccisi lo stesso giorno a SIRTE', anche se è noto che Gheddafi e i suoi figli erano leader di diverse brigate in fronti differenti della Libia. (Nota: la Libia è grande un terzo dell'Europa, e Sirte è solo una piccola città che è stata per mesi sotto assedio)
14. Aisha Gheddafi, la figlia. dice che è vivo.
15. Gheddafi ha 12 sosia.
Fonte: LibyaSOS
Questa immagine si dice che sia il nascondiglio di Gheddafi. I graffiti blu sul muro recitano 'Nascondiglio del vile topo Gheddafi'. Chi ha sentito parlare dei FALSI nella guerra in Iraq e il modo in cui sostengono abbiano trovato Saddam Hussein? Stesso copione, non credete? (I topi è la definizione spregiativa rivolta ai ribelli e ai golpisti anti-Gheddafi, una messinscena per beffare Gheddafi e i lealisti).
Cadavere di Ahmid spacciato per Gheddafi (clicca sulla foto x ingrandire)
Nel 1971 Muammar Gheddafi venne sottoposto a una operazione di appendicite. Come mostra la foto, il cadavere di Ahmid (il presunto 'Muammar Gheddafi'), non reca tracce di questa operazione. (Alessandro)
E mi si fa notare anche un'altra cosa: "Il vero Gheddafi aveva una vecchia cicatrice al braccio destro, conseguenza dello scoppio di una vecchia mina italiana che provocò anche la morte di un suo cugino. Il corpo custodito dai ratti di Misurata presenta tale cicatrice sul suo braccio?"
L'ONU ha chiesto di fare piena chiarezza sugli minuti minuti di vita di Gheddafi, sollecitando un'inchiesta che chiarisca com'è morto l'ex raìs. Mahmoud Jibril, leader del Consiglio nazionale di transizione (CNT), ha detto che i risultati dell'autopsia sul corpo del colonnello - prevista per oggi - sarebbero stati inviati all’Aja. Ma per tutta risposta Fathi Bachagha, un portavoce dei militari del CNT, ha fatto la voce grossa, dicendo che sul cadavere dell’ex leader libico non sarà praticata alcuna autopsia: "Nessuno aprirà il suo corpo". In questo modo, dunque, sarà difficile - se non impossibile - togliere ogni dubbio sulla vicenda. Il corpo di Gheddafi si trova in una cella frigorifera in un mercato di Misurata. I libici fanno la coda per vedere, da vicino, la salma dell'ex raìs.
Fonte: Il Giornale
Vi invitiamo a vedere questo interessante video di Lilli Gruber. Una giornalista di grande spessore professionale che è stata in Iraq e quindi testimone di eventi di inaudita violenza. Lilli Gruber in questo video parla di manipolazione mediatica.


Condividi su Facebook

Da qualche giorno la proposta sta rimbalzando nei media e nei blog italiani: niente patrimoniale, ma ipoteca sulle case di proprieta' dei cittadini, per ridurre il costo del debito. Sebbene il governo sinora abbia smentito di voler seguire questa strada, e' innegabile che le stia provando tutte per evitare la temuta patrimoniale. E questa sarebbe una delle soluzioni piu' "intriganti" dal punto di vista statale. L'esecutivo potrebbe anche finire per cedere alla tentazione e inserire la norma nel decreto sviluppo.

Nel dettaglio si tratta di un'ipoteca sul 10% del patrimonio privato al posto di una tassa patrimoniale con l’obiettivo di ridurre il costo del debito pubblico prevedendo, in parallelo, un piccolo «bonus» ai proprietari che si trasformeranno in questo modo garanti di parte del debito.

Per il momento si tratta solo di un'idea, un'ipotesi che pero' e' gia stata presentata gia' alla Fondazione Ugo La Malfa e che, pur nella sua complessita' tecnica, avrebbe lo scopo di evitare la patrimoniale.


Moltissimi blog e le redazioni web dei giornali di tutto il mondo, in queste ore stanno rimuovendo dal proprio sito la foto del Papa che scambia un bacio con l'Imam: e c'è da capirli, visto che il Vaticano ha annunciato QUERELE per chiunque le diffonderà. L'edizione serale del TG1 ha parlato della questione, dando risalto all'ira funesta del Vaticano senza mostrare la foto incriminata, tuttavia la foto è ancora presente su molti siti, e in diverse versioni su "Google Immagini". Leggendo le varie reazioni su forum, gruppi e pagine Facebook, sono in molti ad accostare la vicenda allo scandalo pedofilia che ha investito la Chiesa Cattolica: una reazione quasi naturale, di fronte alla "tolleranza zero" degli alti prelati. E qualcuno l'ha impostata persino come "foto del profilo": li denunceranno tutti?

staff nocensura.com


Condividi su Facebook


Se il Papa non è stato coinvolto nel processo USA sui preti pedofili è perché il vice ministro della Giustizia degli Stati Uniti, Peter Keisler, ha bloccato la procedura giudiziaria ricorrendo alla cosiddetta "suggestion of immunity", una misura legale che stando a quanto stabilito dalla Corte Suprema dev’essere obbligatoriamente recepita dai tribunali di grado inferiore. Il papa è stato giudicato "improcessabile" in quanto è un "capo di stato" come ben descrive questo articolo del Corriere della Sera

La notizia ovviamente non è nuova, ma visto il tenore di certi commenti su Facebook, forse è bene "rinfrescare la memoria" la memoria a qualcuno...

staff nocensura.com


Condividi su Facebook

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Seguici su Facebook

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi