Post

Visualizzazione dei post da maggio 29, 2011

Italia: 3.800.000 i consumatori di Cannabis (dato 2006)

Immagine
E' un articolo del 2006, ma è ancora attuale ed interessante...

ROMA - Dal 2001 al 2005, gli italiani che hanno fatto uso di cannabis sono pressoché raddoppiati (da 2 a 3,8 milioni), come pure i consumatori di cocaina (da 350 mila a 700 mila). Triplicato l'uso di allucinogeni e stimolanti, diminuisce invece quello di eroina. La stima, ottenuta mediante uno studio campionario, è contenuta nella Relazione annuale al Parlamento sullo stato delle tossicodipendenze in Italia, presentata stamani (nel 2006)

ITALIANI DISAPPROVANO EROINA E COCAINA, MENO CANNABIS
L'uso di eroina e cocaina è disapprovato e percepito come rischioso dagli italiani, che invece si mostrano più tolleranti rispetto al consumo di cannabis. La stima, ottenuta da uno studio campionario, è contenuta nella Relazione annuale al Parlamento sullo stato delle tossicodipendenze 2005, presentata oggi alla stampa. Circa 9 milioni di persone approvano l'utilizzo di hascisc e marijuana e lo ritengono non dannoso per l…

Un po' di buoni motivi per legalizzare la canapa indiana...

Immagine
Il proibizionismo ha fallito. Il consumo delle sostanze stupefacenti è in continuo aumento, i consumatori di cannabis in Italia sono stimati in oltre 3.800.000 (fonte: Relazione annuale al Parlamento sullo stato delle tossicodipendenze 2006) e la droga è disponibile ad ogni angolo della strada: chiunque vuole procurarsela, la trova. E' il principale business delle mafie, con un giro d'affari che vale miliardi di euro. La lotta al narcotraffico è una bufala, visto che in Colombia ci sono fior di piantagioni di Coca, e in Afganistan di oppio, che crescono rigogliose grazie al beneplacito non solo dei governi locali, ma anche della comunità internazionale che non ha mai fatto niente di serio per fermare questo business, che fa comodo a molti uomini/lobby potenti. Nel caso delle droghe pesanti, dovrebbe esserci una VERA azione di contrasto, ma nel caso della Cannabis, la soluzione migliore sarebbe senza dubbio la completa legalizzazione, su modello olandese: dove tra l'altro,…

Esorcismi, alieni, shamani e dintorni...

Immagine
Chi è l’esorcista?

L’esorcista è qualcuno che avendo avuto dalla Chiesa il riconoscimento per praticare l’esorcismo, attraverso quella pratica, ti libera dai demoni. Un elenco degli esorcisti italiani legati alla Chiesa Cattolica può essere facilmente consultato a questo link http://www.aiutonline.org/home.html dove regione per regione vengono indicati i siti web ed i numeri di telefono degli esorcisti stessi. Nel mondo della Chiesa Cattolica ci sono esorcisti sconosciuti ed altri più noti.Le due figure più note attualmente viventi sono sicuramente Padre Amorth e Monsignor Milingo.

Queste due figure di esorcisti sono agli antipodi della Chiesa.


Nato a Modena da una famiglia religiosa legata all' Azione Cattolica , Amorth fu membro della FUCI . A soli 18 anni entrò nei partigiani cattolici della Brigata Italia col soprannome "Alberto" e divenne presto Vice Comandante di piazza a Modena e Comandante del 3°Battaglione della 2°Bgt Italia.
A 20 anni, concluso il conflitto, gli fu…

Epidemia da Escherichia coli in Germania: atto di bioterrorismo governativo?

Immagine
N.B. La ricostruzione degli eventi all'interno del presente articolo si basa in parte su notizie divulgate dai media ufficiali, pertanto alcuni particolari vanno ulteriormente indagati e presi con il beneficio del dubbio.

Nei giorni scorsi in dodici paesi europei sono stati diagnosticati numerosi casi (circa 2100 ad oggi) di infezione da batterio Escherichia coli (d’ora in poi E.c.): oltre alla Germania, Svezia, Olanda, Danimarca, Austria, Svizzera, Francia, Repubblica Ceca, Norvegia, Regno Unito, Paesi Bassi, Stati Uniti. Sembra che Amburgo sia il focolaio dell'epidemia, Finora i casi mortali sono stati diciassette, sopravvenuti per sindrome emolitico-uremica, quadro clinico che provoca dissenteria emorragica e blocco renale.

Le autorità sanitarie hanno brancicato a lungo nel buio, prima di stabilire che il batterio responsabile delle contaminazioni è un particolare ceppo di E c., lo 0104:H4, aggressivo e resistente agli antibiotici.

Escherichia coli appartiene ad una specie …

Mare, una risorsa in prestito dal futuro

Immagine
Parlare del mare e dei suoi problemi significa inevitabilmente parlare degli uomini e dei loro comportamenti sulla terra ferma. Gli oceani, così come le foreste, i fiumi e tutti gli ambienti naturali, sono una risorsa che l’uomo contemporaneo ha solamente preso in prestito dalle generazioni future.

Ciò impone che ogni azione di sfruttamento di tali risorse porti con sé un sincero ed efficace tentativo di conservazione per consegnarle nella migliore condizione possibile a chi verrà dopo di noi. Nell’ambito della gestione delle risorse ittiche, per tener fede a questo principio, il pesce va considerato un alimento prezioso che va consumato meno e meglio. Il pesce è l’unica materia prima che dipende quasi totalmente dal mondo selvatico, per questo è quanto mai fondamentale rispettare le regole e il ritmo di tale ecosistema, scegliendo sempre prodotti di stagione e locali.

Ecco alcuni esempi.

Germania, addio al nucleare entro dieci anni

Immagine
La data è di quelle da non dimenticare. La Germania fermerà il suo ultimo reattore nucleare nel 2022, diventando così la prima potenza industriale a rinunciare all'energia atomica. Lo ha annunciato il ministero dell'Ambiente tedesco. I tre reattori più moderni del Paese si fermeranno al più tardi a fine 2022, ha dichiarato il ministro Norbert Rottgen (Cdu) dopo una riunione tra i leader della coalizione e la cancelliera Angela Merkel che già alcune settime fa, vedi link, aveva annunciato il progetto. Otto dei 17 reattori tedeschi già tagliati, dopo la catastrofe di Fukushima, dalla produzione di energia elettrica non saranno più riattivati, ha aggiunto Rottgen, definendo la decisione "irrevocabile". «E' una decisione di valore storico. La scelta della Germania di uscire dal nucleare segna la fine di un'epoca. E' la conferma che del nucleare, tecnologia troppo rischiosa e costosa, si può fare a meno. Se anche il paese più industrializzato d'Europa abband…

Un miliardo di affamati, sovrappopolazione e il neocolonialismo dei Paesi emergenti

Immagine
Mentre nel mondo un miliardo di persone soffre la fame, i prezzi degli alimenti sul mercato globale sono destinati a salire sempre di più, a causa della crescita incontrollata della popolazione terrestre e dell’aumento del tenore di vita nei Paesi “emergenti” – Cina, India, Brasile, Paesi Arabi ricchi, ecc. – che stanno già attuando una nuova forma di colonialismo accaparrandosi a suon di dollari decine di milioni di ettari da coltivare nei Paesi più poveri (land grabbing). E’ questa l’opinione di alcuni degli studiosi che hanno partecipato al seminario sull’accesso al cibo promosso dal Barilla Center for Food & Nutrition a Milano. Con prospettive sempre più preoccupanti nel lungo periodo a causa del contemporaneo esaurimento dei suoli coltivabili e dell’aumento senza controllo della popolazione mondiale, che supererà i 7 miliardi di persone nel prossimo autunno 2011 e oltrepasserà i 9 miliardi a metà del secolo.
”Quest’anno la curva dei prezzi ha raggiunto un picco superiore a que…

Un clic con l'I-Phone contro le discariche abusive

Immagine
Un'applicazione per segnalare in tempo reale frigoriferi, condizionatori, lavatrici, pc e forni abbandonati.

Sul ciglio della strada o in spiaggia. Un televisore vintage appoggiato a un cassonetto nel centro di Milano, un frigorifero tra i sassi di Matera. I poliziotti dell'ambiente da domani avranno un'arma in più nella loro caccia al tesoro senza premi. Un'applicazione sull'iPhone per segnalare in tempo reale frigoriferi, condizionatori, lavatrici o forni abbandonati in modo barbaro. È l'ultimo strumento realizzato da Ecodom, Consorzio italiano di recupero e riciclaggio degli elettrodomestici, per portare in prima linea i cittadini nella lotta all'inquinamento.
INIZIATIVA - Un'iniziativa che si inserisce nel più ampio progetto con Legambiente di Raeeporter 2.0, che dall'ottobre dell'anno scorso ha visto raccogliere in una bacheca virtuale più di 500 segnalazioni. La missione? Fotografare (o filmare) i rifiuti elettrici o elettronici abbandonati …

Quando l'uomo stava a casa e le donne andavano a caccia...

Immagine
L'università di Firenze insieme a quella di Oxford ha scoperto che tra 2,7 e 1,7 milioni di anni fa «le femmine stavano fuori nella savana e i maschi a casa».
Sui primi ominidi la scienza ci ha abituato alle teorie più varie: che avevano livelli di testosterone più elevati degli uomini moderni, che erano sessualmente promiscui, competitivi e molto aggressivi. Oggi però dobbiamo aggiungere un altro tassello a questo mosaico, e l’opportunità ci viene offerta da uno studio congiunto tra l’Università di Oxford e l’ateneo fiorentino. In particolare gli studiosi toscani hanno scoperto che tra 2,7 e 1,7 milioni di anni fa «le femmine stavano tutto il giorno fuori nella savana e i maschi preferivano restare a casa, dove probabilmente facevano i mammi occupandosi della prole».

Processo sulla morte di Stefano Cucchi; in udienza audizione di undici testimoni

Immagine
Undici i testimoni citati  per la nuova udienza del processo che, davanti alla III Corte d'assise di Roma, si occupa della morte di Stefano Cucchi, il romano di 31 anni fermato il 15 ottobre 2009 nei pressi dell'Appio Claudio mentre stava cedendo sostanza stupefacente e poi morto una settimana dopo nella struttura di medicina protetta dell'ospedale Sandro Pertini. Tra coloro i quali è prevista l'audizione ci sono Ilaria Cucchi, la sorella di Stefano, nonché il magistrato e il pm che il giorno dopo l'arresto del giovane furono presenti all'udienza di convalida. Sul banco degli imputati ci sono dodici persone: i sei medici che ebbero in cura il giovane (Aldo Fierro, Silvia Di Carlo, Flaminia Bruno, Stefania Corbi, Luigi De Marchis Preite, Rosita Caponetti), tre infermieri (Giuseppe Flauto, Elvira Martelli e Domenico Pepe) e tre agenti della polizia penitenziaria (Nicola Minichini, Corrado Santantonio e Antonio Domenici). I reati contestati, a vario titolo e a secon…

Carrette del mare: 1510 morti nel Mediterraneo in cinque mesi

Immagine
Sono vent’anni che il Canale di Sicilia è attraversato dalle barche di chi viaggia senza passaporto verso la riva nord del Mediterraneo. Eppure una cosa così si era mai vista. Dall’inizio dell’anno è una strage senza precedenti. Sono già almeno 1.408 i nomi che mancano all’appello. Uomini, donne e bambini annegati al largo di Lampedusa. In soli cinque mesi. Da gennaio sono scomparse più persone di quante ne morirono in tutto il 2008, l’anno prima dei respingimenti, quando si contarono 1.274 vittime a fronte di 36.000 arrivi in Sicilia. Non solo. Quei 1.408 morti nel Canale di Sicilia rappresentano il 93 per cento dei 1.510 morti registrati nei primi cinque mesi del 2011 in tutto il Mediterraneo. Come spiegarsi l’aumento così impressionante del tasso di mortalità delle traversate?

Foglio di via e Daspo agli attivisti di Greenpeace per l'azione all'Olimpico a Roma

Immagine
Domenica 29 maggio allo stadio Olimpico di Roma, durante la finale di Coppa Italia vinta dall'Inter sul Palermo,  sette attivisti di Greenpeace hanno aperto lo striscione "Da Milano a Palermo, fermiamo il nucleare". Tutti e sette sono stati interdetti dagli stadi. Ad uno di loro Nazareth è stato imposto anche il foglio di via con divieto di ritorno a Roma per 3 anni.



Condividi su Facebook

Spacciatori in corteo in Kenia per difendere il loro “Diritto al Lavoro”

Immagine
Singolare manifestazione a Malindi nella celebre località turistica del Kenya. “Se c’è richiesta, significa che c’è bisogno anche di noi, rispettate i nostri diritti” reclamano gli spacciatori locali in corteo che sfila da giorni. Due settimane dopo un giro di vite della locale prefettura contro lo spaccio di stupefacenti e la microcriminalità. Chiedono che vengano rispettati i loro diritti anche se non è ben chiaro quali siano e si stenta a trovare un’organizzazione sindacale, o qualcosa di simile, che li rappresenti. Eppure gli spacciatori di Malindi, celebre località turistica del Kenya molto frequentata dagli italiani, si sono organizzati in corteo e hanno inscenato una protesta lamentando che la polizia li perseguita e intralcia il loro lavoro.

Gli studenti fumano sempre meno tabacco e sempre più marijuana

Immagine
Il fumo di sigaretta è fuori moda, ma l’uso di marijuana è sempre in voga tra gli adolescenti del paese, come anche il maggiore impiego di antidolorifici accanto ad una percezione calante sul rischio prodotto dalle droghe illecite: Sono queste alcune delle risultanze di uno studio federale sulla popolazione studentesca diffuso il 14 dicembre 2009 dal National Institute on Drug Abuse – NIDA. Mentre alcuni Stati stanno l’approvazione la cd. marijuana medica, e la legalizzazione e la depenalizzazione dei cannabinoidi diventano sempre più presenti nella discussione nazionale, gli adolescenti sembrano più gradirne l’uso. Il sondaggio nazionale “Monitoring the Future”, è stato condotto dall’Università del Michigan e ha intervistato 47.097 studenti. E ‘emerso che un quinto degli studenti agli ultimi anni – 20,6 per cento – hanno fatto uso di marijuana nel mese precedente, rispetto al 18,3 per cento registrato nel 2006. Al secondo anno di scuola superiore il fumare spinelli è passato dal 13,8 pe…

Euratom troppo anni 90,Fukushima la contaminazione in italia.

Immagine
La normativa Euratom è fatta per tutelare la salute sulla radioattività, i limiti stabiliti dalla commissione europea si basano invece anche su fattori di tipo commerciale, come succede pure in Giappone dove hanno recentemente triplicato il limite della contaminazione ritenuta accettabile nel pesce. Dopo l'uscita del precedente articolo si è sentito dire da alcuni giornalisti:
“Ma Euratom ha limiti troppo conservativi, quelli della commissione europea sono meglio “
Per affermare questo bisogna avere alla mano degli studi scientifici che dimostrano che i limiti della commissione europea sono sicuri, pertanto finchè questi documenti non sono disponibili, la precedente affermazione non è da considerare veritiera. Le mie pubblicazioni si basano invece sulla letteratura scientifica e su studi ufficiali, sono pertanto indiscutibili.

Berlusconi all’attacco dei media: «trasmissioni micidiali, interverremo in Parlamento»

Immagine
Silvio Berlusconi torna all’attacco dei media: quelli che sono stati per lungo tempo gli alleati della sua campagna elettorale ora si rivelano «una tenaglia mediatica» contro di lui e la celebre trasmissione Annozero condotta dall’odiato presentatore Michele Santoro torna di nuovo ad essere, improvvisamente, lo spauracchio del Premier. Le parole di Berlusconi infatti - pronunciate durante una conferenza stampa che ha seguito la nomina di Angelino Alfano a nuovo segretario politico del Pdl - indicherebbero tra i responsabili della sconfitta del centrodestra a Milano i programmi televisivi come Annozero, «trasmissioni micidiali che hanno dato una visione distorta della realtà di Milano e delle città in cui si votava». Il Premier avrebbe infatti ribadito come la Rai - a differenza di Mediaset che in questo periodo ha evitato trasmissioni politiche – abbia «messo in campo dieci trasmissioni che non si sono fermate durante i ballottaggi. Ho visto dei servizi micidiali, tra cui uno di Annoze…

Il calcio scommesse non conosce crisi tra sim telefoniche, soldi e criminalità organizzata

Immagine
Ex giocatori e liberi professionisti condizionavano i risultati di alcune partite e puntavano migliaia di euro sui risultati esatti
Un sistema fatto di schede telefoniche dedicate, gruppi di scommettitori sparsi in tutta Italia e una enorme liquidità di denaro, grazie alla quale puntare sui risultati di alcune partite della Serie B, dellaLega Pro e corromperei calciatori. Sullo sfondo, anche l’ombra dellacriminalità organizzata. Il nuovo scandalo del calcio scommesse rischia di affossare ancora di più l’immagine dello sport più amato in Italia. L’operazione ‘Last Bet’ duratasei mesi, portata avanti dalla 

Israele, le armi tedesche

Immagine
Nell'ambito della cooperazione militare con la Germania Tel Aviv perfeziona l'acquisto del sesto sottomarino tedesco in dieci anni
Nell'anno della prima intifada, il 1987, Israele si oppose con forza alla vendita di armi da parte della Germania ai Paesi arabi. Secondo quanto riferiva il New York Times , il leit-motif della diplomazia di Tel Aviv era che la nazione dell'Olocausto non avrebbe dovuto garantire aiuto militare ai nemici degli ebrei. L'intenzione di Bonn era di costruire otto sottomarini per l'Arabia Saudita ed entrare in gara con altri produttori per la fornitura, sempre all'Arabia Saudita, di carri armati Leopard. Un'altro mercato importante era il Pakistan, altro Paese islamico, che per i tedeschi significava piazzare diverse fregate classe 122.
Dopo lunghi negoziati, oggi Israele acquista il suo sesto sottomarino dai tedeschi. I ritardi nella commessa sono stati motivati dal prezzo: se nel 1999 lo Stato tedesco aveva coperto la metà dei co…

Cina: drogati all’inferno dei Laogai

Immagine
La nuova legge antidroga cinese definisce l’uso di droga una malattia e non piú un reato. In realtá la popolazione tossicodipendente finisce in gran numero nei campi di concentramento, i famigerati Laogai, per venire sfruttati in lavori forzati di beni che vengono poi venduti in Occidente. E’opinione comune che se una nazione sceglie politiche liberali sulle tossicodipendenze abbracciando la cd. “riduzione del danno”, se non risolverá le cause prossime e remote della diffusione di droga, almeno garantirá migliori condizioni alla propria popolazione di drogati rispetto ad un regime “proibizionista”. La Cina é la dimostrazione clamorosa che questo non é vero, e che, a volte, il liberalismo si accompagna con i lager, e la riduzione del danno con la tortura. Questo é quanto si evince dal rapporto diffuso all‘inizio di quest’anno dalla Human Rights Watch: “Where Darkness Knows No Limits Incarceration, Ill-Treatment and Forced Labor as Drug Rehabilitation in China”, interamente dedicato appunt…

Nikola Tesla: quel lampo di genio che fece la storia

Immagine
Il geniale inventore, nato il 10 luglio 1856 in Serbia, ha influito sul nostro modo di vivere molto più di altri celebrati scienziati
Tra pochi giorni (10 luglio) ricorre l'anniversario della nascita di Nikola Tesla, colui che - oltre un secolo fa - ha scoperto la corrente alternata, inventato la radio prima di Marconi, sperimentato una macchina che generava terremoti e realizzato mille piccole e grandi invenzioni su cui si basano moltissime delle tecnologie contemporanee. Cerchiamo di saperne di più con Massimo Teodorani.

Quando si pensa alle grandi menti che hanno illuminato il nostro passato il pensiero corre a Einstein, Leonardo, Marconi o altri, ma in pochi pensano a Nikola Tesla. Eppure, il geniale inventore nato il 10 luglio 1856 in Serbia ha influito sul nostro modo di vivere molto più di altri celebrati scienziati. Tra pochi giorni ricorrerà l'anniversario della sua nascita e abbiamo deciso di cogliere l'occasione per intervistare Massimo Teodorani, autore del libro…

Come e dove denunciare i Reati Telematici

Immagine
Giornalmente riceviamo richieste di aiuto, su come poter denunciare un reato telematico commesso all’interno del Web. Se tu sei vittima di abusi tipo: truffe telematiche, violazione del tuo Account E-Maill, furto dei dati sensibili, numeri di carte di credito, fatti aiutare. C’è chi raccoglie le tue segnalazioni, aiutandoti a risolvere i tuoi problemi, in modo sicuro.! I REATI CHE SI POSSONO DENUNCIARE: Problemi inerenti alla rete telefonica, connessi a dialer tramite numeri 199…..Acquisti On-Line, vittima di Truffa Telematica.Violazione della Privacy tramite E-mail, intrusione da parte di terzi all’interno del nostro Personal Copmputer.Phishing.Clonazione di carte di credito.Diffamazione/Calunnia via E-mail, Social Network, forum, siti web.DENUNCIA ALLA POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI: La Polizia Postale e delle Comunicazioni, è presente su tutto il territorio Italiano, con delle Sezioni/Compartimenti dove raccogliere le segnalazioni degli utenti. La Polizia Postale mette a disposizi…