Post

Visualizzazione dei post da ottobre 5, 2014

Genova: ecco come potrebbero evitare alluvioni!

Immagine
Telegiornale RAI edizione delle 20:00 del 10 Maggio 2007 Come affermò il telegiornale del video sopra, risalente al 2007, è possibile modificare il clima, per evitare piogge, ed eventualmente per indurle in caso di siccità. Senza entrare nel merito di questioni controverse come la geoingegneria, ci poniamo una domanda: se esistono - ed esistono - tecnologie di questo tipo, che la Russia ha utilizzato con successo per poter svolgere una manifestazione, perché non utilizzarle per evitare alluvioni?!? Nei giorni scorsi Genova ha subito gravi allagamenti, che hanno provocato ingenti danni e un morto, e la protezione civile ha diramato l'allarme per lunedì, quando sono previste nuove forti precipitazioni: PERCHE' NON INTERVENGONO PER EVITARLE e far tornare alla normalità la situazione?!? Che sia possibile farlo, è accertato; di certe tecnologie ha parlato anche il Generale dell'esercito italiano Fabio Mini ( vedi video ) tuttavia nessuno ne parla, nessuno sembra cont

Volkswagen sostituirà gli operai con dei robot!

Immagine
Il responsabile delle risorse umane del gruppo VW prevede che nelle fabbriche tedesche molti addetti saranno sostituiti da robot. NUBI AL NORD - Nei giorni scorsi dalla Germania sono arrivati dati economici non positivi, in contrasto con la percezione che in genere si ha della “locomotiva” tedesca. Alle notizie non rosee sull’andamento della produzione e sulle prospettive economiche si è anche aggiunta una ipotesi di sviluppo che sembra voler accentuare le preoccupazioni. A diffonderla è stato un importante manager della Volkswagen. ARTICOLO SUL FUTURO - Horst Neumann, responsabile delle risorse umane del gruppo VW ha manifestato la convinzione che nel prossimo futuro il suo gruppo dovrà inevitabilmente sostituire della forza lavoro umana con dei robot. L’idea non è contenuta in un documento della società automobilistica ma in un articolo scritto dal top manager sul quotidiano Sueddeutsche Zeitung.

Quella serenità di trent’anni fa, quando non c’era paura

Immagine
Fa un certo effetto pensare a 30 anni addietro. Perché di 30 addietro ho memoria storica personale e ricordi vividi. Quando leggo di serie storiche, di anni Cinquanta e Sessanta, posso solo studiarne i dati e immaginare. Ma il comunicato di Confcommercio della settimana scorsa non lascia scampo: «I redditi delle famiglie sono tornati indietro di 30 anni». Io quei tempi me li ricordo. Io c’ero. I redditi di mio padre e di mia madre me li ricordo eccome. E mi ricordo come vivevamo proprio dal punto di vista economico.  Giornalista mio padre, impiegata mia madre, io decenne e mio fratello poco più piccolo in casa e altri due figli di una vita precedente di mio padre che però non vivevano con noi. Il reddito di allora. Il reddito dei miei. Il nostro “tenore di vita” (economico) e quello etico e morale. E me: cosa facevo? Cosa consumavo? Cosa mi mancava? Impossibile non fare confronti con oggi. Oggi che siamo quarantenni noi come allora lo erano i nostri genitori. Oggi, quasi all’indoman

I deliri delle "sentinelle in piedi": ma veramente dicono sul serio?!?

Immagine
Un tizio esprime il suo punto di vista:  " Non posso pretendere che il mio amore per un cavallo domani mattina venga istituzionalizzato "   e un altro rilancia: " il fatto che io mi innamori di un maiale, per esempio e allora diciamolo tutta, non significa che io possa istituire il matrimonio tra l'uomo e un maiale " Come si fa a paragonare il rapporto tra due persone, anche dello stesso sesso, ai rapporti con animali, per noi è incomprensibile, un incognita... Un altro invece : " chi utilizza sfinteri delegati alla funzione digestiva per fare sesso (...) non deve essere riconosciuto come legge " Qualcuno spieghi a questo individuo che la questione non è "sessuale"; si tratta di persone che provano sentimenti, che si vogliono bene. Se lo fate, ricordategli anche che il sesso anale, è ampiamente praticato anche nelle coppie eterosessuali, e anche nel vatic-ano tanto caro a questi manifestanti... Una ragazza:  " rivendico il di

Tumore guarito con l'artimisia: ne parla anche Panorama!

Immagine
Ieri abbiamo pubblicato l'articolo " il tumore? L'ho sconfitto con l'artimisia! " che riporta la testimonianza di un docente romano malato di tumore e considerato ormai " incurabile " che è guarito utilizzando l'artimisia. Il settimanale Panorama ha lo ha intervistato. Sempre Panorama in passato si era già occupato dell'artimisia , intervistando il direttore scientifico dell'Istituto dei Tumori di Milano, Marco Pierotti, che pur frenando, ha confermato le straordinarie proprietà della pianta. Ecco l'articolo di Panorama: Mi avevano diagnosticato un  tumore  al peritoneo, con diverse metastasi sparse tra prostata, intestino, vescica, ecc. Mi avevano dato una settimana, un mese di vita al massimo, ma i miei familiari non si sono arresi, hanno cercato cure alternative e i miei figli mi hanno convinto a provare con l' artemisia : sono guarito. Le metastasi, alcune grosse anche fino a 4 centimetri, sono scomparse. I medici dicono

La RAI è un'azienda a conduzione familiare: dei politici! Ecco l'elenco

Immagine
La conigliera RAI La  Rai  non è soggetta a interferenze politiche. Va detto. E’ invece  un ambiente familiare  di figli, padri, cugine, cognati e nuore. Impermeabile ai partiti. Un blocco di relazioni indistruttibile che sopravvive a qualunque governo. Con  matrimoni combinati  sin dalla nascita tra i figli di capostrutture e di programmisti. Una difesa naturale dall’ingerenza della politica e anche della libera informazione. Una riaffermazione dei  valori della famiglia  e dell’ impiego statale . L’elenco che pubblico è in rete da tempo. E’ probabile che sia incompleto o in parte superato. E che tra relazioni affettuose e accoppiamenti dei circa  11.000 dipendenti del gruppo   , all’interno e all’esterno della struttura, il numero dei figli di, nipoti di, cognati di, sia proliferato. Un po’ come avviene nelle conigliere. Figli  (f): Tinni Andreatta, responsabile fiction di Raiuno, (f) dell'ex ministro dc Beniamino. Natalia Augias, Gr, (f) del giornalista e scrittore Corrado. G

Wikileaks: "ISIS, avevamo lanciato l'allarme alcuni anni fa"

Immagine
L'organizzazione di Julian Assange, Wikileaks, ieri con un "tweet" ha ricordato di aver divulgato tremila documenti sull'organizzazione terroristica di Al Baghdadi molto prima che i mass media se ne occupassero. Wikileaks evidenzia il ritardo con la quale è "esplosa" la questione ISIS, al quale - come abbiamo sottolineato anche noi più volte - è stato concesso il tempo di conquistare buona parte dei territori di Iraq e Siria e mettere le mani su ingenti ricchezze e arsenali di armi sottratti all'esercito iracheno. Di seguito il tweet di Wikileaks, con allegato un video: Before the 'media' knew about #ISIS WikiLeaks had already released 3,000 docs on them http://t.co/wFvXV1wGAU see: https://t.co/t1BE4mBEiM — WikiLeaks (@wikileaks) 8 Ottobre 2014 Staff nocensura.com

Le regole dell'ISIS per i giornalisti

Immagine
Lo Stato Islamico ha imposto un regolamento per tutti i reporter che vogliono lavorare nel territorio sotto il suo controllo di Flavia Guidi Il sito internet  Syria Deeply  ha diffuso undici regole, non negoziabili, stabilite dall'Isis per ogni giornalista straniero e non che lavora nella regione sotto il controllo dello Stato Islamico. Un giornalista che opera nel territorio ha detto a  The Daily Beast  che   le regole sono state comunicate ieri a un incontro tenutosi tra giornalisti indipendenti e alcuni membri dello staff dell'ufficio stampa dell'Isis. In seguito alla pubblicazione delle regole, alcuni giornalisti hanno firmato un contratto di adesione alle condizioni, mentre molti altri hanno rifiutato e hanno lasciato il territorio, scrive  Syria Deeply . Qui sotto le undici regole: 1. I corrispondenti devono giurare lealtà al califfo al-Baghdadi. Sono subordinati allo Stato Islamico e sono obbligati a giurare lealtà al loro Imam. 2. Il loro lavoro s

Turchia: la polizia reprime le proteste kurde anti-Isis. 15 morti

Immagine
In tutto il paese manifestazioni anti-Isis represse nel sangue dalla polizia turca. Coprifuoco nelle enclavi kurde del paese. Connivenze turche con l’Isis. di  Marina Zenobio - popoffquotidiano.it Mentre i kurdi dell’enclave di Kobane (in territorio siriano al confine con la Turchia) tentano di resistere con ben poche speranze all’avanza dell’Isis, diverse città turche si sono trasformate in campi di battaglia sui quale sono rimasti i corpi di 15 kurdi, questi non uccisi dall’Isis ma dalla forze antisommossa di Erdogan, il presidente turco. Il senso di impotenza, la disperazione, la rabbia tra la popolazione kurda in Turchia è esplosa ieri sera per chiedere un maggior coinvolgimento turco contro l’offensiva dell’Isis, di appoggiare con uomini, armi e munizioni la resistenza kurda di Kobane. Invece la armi sono state usate contro di loro. Otto persone sono morte nella città orientale di Diyarbakir, le altre tra Mardin, Batman e altri centri vicino al confine con la Siria.

EURO-ANSCHLUSS: IL FANTASMA DI MORGENTHAU

Immagine
Di Avv. Marco Della Luna Verso la fine della II Guerra Mondiale gli USA avevano un piano, il Piano Morgenthau, per eliminare dopo la guerra tutte le industrie tedesche, facendo della Germania un paese puramente agricolo. Il mezzo per ottenere ciò era semplice: imporre alla Germania l’unione monetaria con gli USA, la cui moneta era allora molto forte: il prezzo delle merci tedesche si sarebbe moltiplicato e le aziende avrebbero chiuso, non potendo più esportare, e l’industria yankee avrebbe preso i suoi mercati e i suoi assets migliori gratis o quasi. Gli Stati Uniti non fecero questo alla Germania dopo la sua resa, però la Germania Ovest lo fece poi alla Germania Est negli anni ’90. E ora lo fa all’Italia. Oramai è stato acquisito: Essendosi inchiodata a un cambio elevato e fisso – elevato sia rispetto agli altri paesi dell’eurozona, che rispetto agli altri – e non potendo più svalutare la moneta per mantenersi competitiva sui mercati internazionali, l’Italia, per restare compe

Epidemia di ebola: la fondazione Rockfeller aveva previsto tutto!

Immagine
La " Rockfeller foundation " del magnate mondialista David Rockfeller aveva previsto la vasta epidemia di ebola. Ne aveva parlato nell'ambito di un documento intitolato  Scenarios for the Future of Technology and International Development che potete scaricare in formato pdf ( in inglese ) Della fondazione di Rockfeller e delle sue previsioni ne avevamo parlato anche un anno fa, vedi l'articolo   ROCKEFELLER FOUNDATION: “Scenari inquietanti per il futuro mondiale” Staff nocesura.com IMPORTANTE AGGIORNAMENTO: La holding degli OGM, Monsanto, di proprietà di Rockfeller, è coinvolta anche nella realizzazione del vaccino per ebola!!!  Vedi l'articolo

Ecco perché l'ISIS è una psy-op orchestrata secondo un copione

Immagine
Di Bernie Suarez  -  Activist Post   Si sono leggermente placate le acque attorno alla psyop (operazione psicologica n.d.t) che riguarda l'ISIS? Prima che la questione si estingua del tutto esaminiamo alcune ironie e stranezze incredibili che che riguardano l'ISIS, creatura della CIA. Dopo tutto, la psyop ISIS merita un'analisi approfondita da ogni angolazione, perciò ho ritenuto opportuno fare un quadro della situazione per il bene dell'umanità. Speriamo che l'umanità possa utilizzare la psyop ISIS come strumento per una definitiva o ulteriore consapevolezza. Potrebbe essere una pia illusione, ma vale la pena di esporre ogni crepa e angolo più nascosto di questa psyop e lasciare che il governo sappia che non sposeremo le sue decisioni questa volta.  Il sottoscritto ritiene l'umanità troppo sagace per prendere per buona questa psyop e se tutto va bene avrò ragione. Così, poiché la maggioranza del pubblico televisivo, cioè la comunità dei credenti nei media trad

"€uroschiavi - dalla TRUFFA alla TRAGEDIA" - Recensione libro

Immagine
Euroschiavi - Dalla Truffa alla Tragedia LIBRO di Marco Della Luna e Antonio Miclavez L’Italia è sempre più povera a causa di un debito pubblico in continuo aumento che comporta un’elevata pressione fiscale. Il debito pubblico è un’invenzione costruita da politici e banchieri al fine di arricchire gli azionisti privati della Banca Centrale italiana e europea. In passato, le banche che emettevano denaro lo garantivano con la copertura aurea, si impegnavano a convertire le banconote in oro e sostenevano un costo di emissione. Oggi,  le monete non sono coperte da riserve di oro , non sono convertibili e il loro costo di emissione è praticamente zero, ma il guadagno di chi le emette, ossia il signoraggio, è del 100% del valore nominale. Quando lo Stato domanda soldi alla Banca Centrale paga il costo del valore nominale (e non il solo costo tipografico) con titoli del  debito pubblico , ossia impegnandosi a riscuotere crescenti tasse dai cittadini e dalle imprese. Tutto ciò avviene