Post

Visualizzazione dei post da agosto 7, 2011

Comunicato stampa Comitato Acqua Bene Comune di Genzano di Roma

Immagine
Riceviamo via-email, e volentieri pubblichiamo:
Gentili colleghi prego pubblicare il comunicato stampa seguente sulle vostre testate. Con cordialità Emanuele Menicocci

Il 2 Agosto come comitato acqua pubblica di Genzano abbiamo incontrato il sindaco Gabbarini. Nella Riunione è stato richiesto un impegno per dare seguito alla mozione comunale votata ad unanimità nel Novembre scorso. Ovvero una pubblicazione periodica e certificata della qualità delle acque, la modifica dello statuto comunale per far sì che il Comune di Genzano riconosca l'acqua come un bene pubblico in nessuno modo privatizzabile e garantire alle fasce più deboli le tariffe sociali. Inoltre si è richiesto cosa intenderà fare l'amministrazione appena eletta per essere conseguente con l'esito referendario, ovvero in che modo nell'assemblea dell'ATO ci sarà l'impegno per arrivare ad una gestione pubblica svincolata da spa come Acea. Il sindaco Gabbarini ha sostenuto che sarà sua premura arriv…

Il cambiamento sarà inevitabile, quando tutti avranno aperto gli occhi

Immagine
Partiti TANTI, cambiamenti NESSUNO.

L'unica "alternativa" attualmente esistente al centrodestra di B. è questo centrosinistra, che pur non governando (se non per brevi, fallimentari periodi) ha già dimostrato chiaramente di non esser molto diverso dal centrodestra. E nelle amministrazioni locali che governa, non ha dato bella mostra di se.

Dopotutto, in un sistema come questo, appare ovvio... un partito che vuole ambire a vincere, un politico che vuole candidarsi alla guida del proprio movimento, o alla guida del paese, deve tenere buoni i "poteri forti"... che FINANZIANO, che controllano i mass media, posti di lavoro, e manipolano l'economia. Hanno le "mani lunghe", e proteggono i propri interessi, di fatto IMPEDISCONO LE RIFORME DI CUI CI SAREBBE TANTO BISOGNO...

I partiti politici vincono "sul filo di lana", non possono permettersi di scontentare nessuna categoria che possa fargli comodo...

Se una persona è onesta, "il sistema&q…

Da Napoli all’Olanda, il viaggio delle navi della monnezza. Ma i tempi non sono certi

Immagine
Comune e Provincia raggiungono l'accordo per trasportare nei Paesi Bassi 248mila tonnellate di spazzatura. L'operazione durerà 24 mesi e dovrebbe partire a settembre, anche se bisogna ancora individuare l'impresa che caricherà i rifiuti sui cargo


Partono le navi verso l’estero. Cariche di monnezza. Dopo gli annunci arriva l’ok dell’Olanda, che accoglierà 248 mila tonnellate di rifiuti prodotti da Napoli e provincia. Una boccata di ossigeno per un sistema di gestione, quello campano, che manca di impianti intermedi, finali e di una raccolta differenziata a norma di legge (il 65% entro dicembre 2012). La giunta De Magistris, che ha promesso una raccolta differenziata al 70% in sei mesi dall’avvio del progetto, ha approvato una delibera che contiene i dettagli dell’operazione.


Ridurre i rifiuti e l'inquinamento sarebbe facile: ecco la ricetta

Immagine
La crisi dei rifiuti a Napoli è solo la punta dell’iceberg di un problema ben più grande: lo smaltimento della spazzatura. Si tratta di una grave questione che ci coinvolge direttamente: basta considerare che ciascuno di noi produce circa 540 kgdi rifiuti ogni anno. Ridurre questa cifra deve diventare un imperativo non solo per evitare il ripetersi di situazioni dannose per la salute, ma – soprattutto – per salvare da noi stessi il mondo in cui viviamo e di cui siamo ospiti.  James Lovelock, autore di diversi testi sull’ecologia, ha immaginato la Terra come un essere umano: il deteriorarsi di una sua parte può dare inizio ad una reazione a catena che finisce con l’annientarlo completamente. Quello che arriva dalla Campania è il suono di un potente campanello d’allarme: è necessario cambiare strada in fretta e il primo passo è ridurre quei 540 kg a 100. Ecco quindi dieci consigli rivolti non solo a voi lettori, ma anche a nostri amministratori, poiché solo collaborando si potranno otten…

8 strani cambiamenti planetari che dovrebbero attirare la nostra attenzione

Immagine
L’ambiente è stato sottoposto ad un degrado ambientale. Il nostro sistema economico può essere paragonato a Pac-Man che divora tutto quello che vede fino a quando non finisce il gioco, solo che Pac-Man non produce la quantità di rifiuti che produce la nostra economia. Inoltre, non possiamo semplicemente resettare il tutto, il danno è già stato fatto. Dal business dell’agricoltura chimico industriale che distrugge il suolo, l’acqua e la fauna selvatica su larga scala, passando per l’eccessiva pesca oceanica, il disastro petrolifero del golfo del Messico, le scie chimiche, le miniere a cielo aperto,all’estrazione di gas naturali, alla tossicità dell’acqua e alle conseguenze che ne derivano, il nostro intero habitat sembra avere una urgente necessità di essere guarito se pensiamo di voler mantenerne la vita che lo permea. Gli ambientalisti seri dovrebbero svegliarsi dalla loro “scomoda” trance e realizzare che c’è molto di più da fare per salvare l’ecosistema che semplicemente ridurre la…

La grande presa di culo: il prezzo del greggio diminuisce, la benzina no!

Immagine
Tra le diverse conseguenze della turbolenza che sta interessando i mercati finanziari abbiamo potuto rilevare una sensibilediscesa delle quotazioni del petrolio greggio che pur mantenendosi, dalla seconda metà di Giugno, sempre sotto i 100 dollari al barile (il WTI) ha sperimentato un lieve rialzo, a Luglio, per poi “piegare”,dall’inizio di Agosto, passando per i livelli di 95, 85, fino alla quotazione di questa mattina, di 75 USD/barile (per consegna a Settembre). Invece arrivano le denuncedelleassociazioni dei consumatori sulla solita e ben conosciuta pratica della doppia velocità in base alla direzione del prezzo del petrolio (aumenti subito incorporati e diminuzioni poco considerate), che, riunite nel CASPER (il Comitato contro le speculazioni e per il risparmio) hanno già, e più volte,segnalato questa “speculazione” chiedendo indagini, affinché i consumatori e i turisti non siano danneggiati, come spesso accade, proprio la settimana prima del Ferragosto.” Fonte: Milanoweb.com Per …

Terremoto L’Aquila, eccone altri che al telefono si facevano “Grasse risate”

Immagine
Le intercettazioni telefoniche da un articolo su Repubblica.it, di Giuseppe Caporale Un altro imprenditore, Carlo Strassil, sarebbe stato intercettato dalla procura di Pescara mentre con “grasse risate” faceva il punto sulla ricostruzione post terremoto all’Aquila, nel 2009. Strassil – riferisce il quotidiano ‘la Repubblica’ – sarebbe ora indagato per corruzione nell’ambito di un’inchiesta su un appalto pubblico da 600 mila euro relativo ai certificati di agibilita’ delle scuole dell’Aquila dopo il sisma. Finito nel mirino degli inquirenti per la vicenda di un’opera pubblica fantasma in provincia di Pescara, Strassil, nell’estate del 2009, al telefono avrebbe assicurato suo interlocutore, ridendo, che all’Aquila “é un film” e che con la ricostruzione si procede “alla grande”. Nell’indagine, passata per competenza da Pescara all’Aquila, sarebbe indagato, per corruzione e abuso di ufficio, anche Gianni Giuglielmi, all’epoca provveditore delle opere pubbliche per Lazio, Sardegna e Abruzzo …

Valentino Rossi: "Sto con i contestatori, la polizia non dovrebbe menare"

Immagine
ROMA - ''Sono con i contestatori. La polizia dovrebbe dare una mano a risolvere i problemi, non mettersi a menare la gente e uccidere i ragazzi. Se c'e' questo casino, forse il perche' e' proprio nel comportamento delle forze dell'ordine''. Cosi' Valentino Rossi parla - in un'intervista su La Stampa - della guerriglia di Londra, aprendosi anche sul suo futuro sportivo che nel 2012 sara' ''in Ducati''.

A proposito del presidente del consiglio, Silvio Berlusconi, Valentino Rossi dice di ''saperne poco'' di politica, ma, a suo modo di vedere il premier ''ha fatto cose che, nella sua posizione, non doveva fare''.

A proposito dei rischi legati a Fukushima, Rossi afferma che potrebbe decidere di non andare a correre il Gp del Giappone se ''il rischio a Motegi e' reale''.

Il pluricampione del mondo ha anche avuto modo di parlare con Vasco Rossi: ''La storia dei farmaci …

L'ombra del "Nuovo Ordine Mondiale" dietro alla strage di Oslo?

Immagine
Esistono almeno dieci ottime ragioni per rivedere la versione ufficiale che le autorità e i Media ci hanno trasmesso del duplice attentato a Oslo e Utoja. Di queste, almeno sei valgono come moventi che potrebbero aver spinto coloro che sostengono un Nuovo Ordine Mondiale ad attaccare la Norvegia in modo che il sangue fungesse da monito per il futuro. Propedeutico a ciò l’entrata della Norvegia nell’Unione Europea.
In estrema sintesi: la mancata adesione all’UE; lo storico accordo di cooperazione siglato nel 2010 con la Russia e solo ora entrato in vigore; un’autonomia che si rispecchia in un Governo e un’economia forte che ha resistito alla crisi; una politica pronta a riconoscere la Palestina; le risorse di petrolio e gas e gli appalti ventennali sui pozzi iracheni; la decisione di ritirare le truppe dalla Libia; la spaccatura interna alla NATO facente capo a una politica filorussa; la presenza di una loggia massonica fondamentalista di culto svedese; le esercitazioni militari del gov…

Alaska: cade dal cielo una misteriosa sostanza arancione

Immagine
Una strana sostanza arancione è piovuta dal cielo, e ha lasciato sconcertati gli abitanti di una delle zone più remote del mondo.
Il misterioso invasore arancione è stato trovato galleggiante nel porto e nei secchi d'acqua piovana a Kivalina, una comunità eschimese in Alaska.

La notizia ha attirato tutti gli abitanti della città desiderosi di ottenere una spiegazione dello strano fenomeno, iniziato mercoledi, che copriva gran parte del porto.
Giovedì pioveva e gli abitanti hanno visto la sostanza arancione galleggiare sulla parte superiore dei secchi che usano per raccogliere l'acqua potabile. C'era anche sopra i tetti, portandoli a credere che questa sostanza fosse caduta da aerei.

Da Venerdì, la sostanza arancione che si trovava nella laguna si è dispersa in mare e quella che era rimasta a terra si è asciugata trasformandosi in una sostanza polverosa.
I residenti, che sono rimasti molto perplessi da questo evento, sono stati avvisati di far bollire l'acqua potabile e …

Yellowstone: il super-vulcano è ancora attivo: un pericolo per l'umanità?

Immagine
Settantaquattromila anni fa in Indonesia, l’eruzione del vulcano Toba devastò l’isola di Sumatra, una gigantesca esplozione ricopri di cenere un'area di più di 3000 chilometri innescando un inverno vulcanico, il cratere che si formò in seguito all'esplosione era piu esteso della città di Londra. A quel tempo, la Terra era popolata di poche migliaia di esseri umani, ma le conseguenze di questa super eruzione furono lo stesso catastrofice.

vulcano Toba
Nel 1980, il Monte Sant'Elena si svegliò, la sua potenza esplosiva è stata calcolata equivalente alla bomba di Hiroshima per ogni secondo di attività. I detriti vulcanici furono proiettati a più di 20 chilometri di altezza e tutte le aree circostanti furono distrutte. Venticinque anni dopo, tutta la regione ne porta ancora le tracce.

Monte Sant'Elena

Le differenze tra un vulcano normale e un supervulcano sono chiare. Un vulcano si presenta nella forma di un cono mentre un supervulcano ha la superficie piana ed è rilevabile sol…

Bambini palestinesi: tra abusi e diritti negati

Immagine
Ogni anno, decine e decine di giovani palestinesi vengono arrestati perché sospettati di aver scagliato sassi. I diritti dei minori devono essere rispettati, anche se hanno commesso un reato. 
La legislazione militare deve essere emendata per garantire ai trasgressori in età minore le stesse tutele garantite dalla legislazione israeliana. 

fonte








Condividi su Facebook

L'esercito USA si addestra a gestire disordini civili su larga scala

Immagine
Negli ultimi due mesi abbiamo assistito ad un enorme aumento di movimenti militari che fanno pensare che qualcosa di sinistro sia in preparazione. Che si tratti di numerosi elicotteri neri, esercitazioni militari su larga scala, o imponenticonvogli di treni, i movimenti militari sono decuplicati. Il 3 agosto, un cittadino preoccupato ha filmato numerosi  elicotteri dell'esercito che prendevano parte ad una esercitazione militare direttamente sulla città di Boston. Proprio così, piuttosto che esercitarsi lontano dalle popolazioni civili, l'esercito è attivamente coinvolto in esercitazioni che simulano il loro funzionamento contro cittadini statunitensi. The Intel Hub



Esercitazioni federali congiunte di addestramento militare si svolgeranno all'interno e intorno alla zona di Boston tra il 26 luglio e il 5 agosto. Il personale militare effettuerà esercizi di addestramento per assicurare la capacità dei militari di operare in ambienti urbani, preparare le forze per i prossimi schier…

La lunga ombra dei chip R-Fid

Immagine
Sempre più spesso negli ultimi anni le parole chip o R-Fid (la sigla significa Radio Frequency Identification Devices) stanno entrando prepotentemente nelle nostre vite, spesso passando dal buco della serratura, contenute nell’ambito di progetti ed iniziative apparentemente innocue e finalizzate a migliorare la qualità della nostra vita. La questione risulta comunque ancora sconosciuta ai più e viene spesso relegata nel novero degli argomenti di natura fantascientifica trattati dai “complottisti”, nonostante questi piccolissimi oggetti super tecnologici siano oramai ovunque e negli ultimi anni ci sia stata una vera e propria invasione, riguardo alla quale non siamo stati informati, costringendoci di fatto a subire l’imposizione di qualcosa che non conosciamo.
Il chip RFID è sostanzialmente una tecnologia utilizzata per l' identificazione di oggetti, animali o persone attraverso la radiofrequenza, basata sulla capacità di memorizzare e accedere a distanza a dati usando dispositivi e…

150 NUOVE RAGIONI CONTRO LA TORINO-LIONE (file PDF)

Immagine
Brevi considerazioni tecniche sul progetto per l’occasione dei 150 anni dell’unità d’italia e dei 20 anni del movimento No Tav


Documento PDF

Lettera aperta ai vigili del fuoco e ai militanti No Tav

Immagine
Riassunto dei fatti: Alcuni militanti No Tav pubblicano un video, e tramite alcune pagine Facebook criticano aspramente i VVFF; il video e la situazione è ben descritta in questo articolo: http://www.nocensura.com/2011/08/in-merito-al-video-chiomonte-5-agosto.html
Il Vigile del Fuoco protagonista dell'intervento, si iscrive a Youtube e risponde ai No Tav: la situazione è descritta qui: http://www.nocensura.com/2011/08/il-vigile-del-fuoco-accusato.html
Appare su Facebook una pagina a sostegno dei VVFF: "Sosteniamo i pompieri che sono stati offesi alla manifestazione no tav" - http://www.facebook.com/pages/Sosteniamo-i-pompieri-che-sono-stati-offesi-alla-manifestazione-no-tav/231938386842859Su varie pagine, si assiste a uno "scambio di accuse" - e di disprezzo - tra militanti No Tav e chi invece sostiene i Vigili del Fuoco: con diversi appartenenti che difendono i colleghi...
LETTERA APERTA AI VVFF E AGLI AMICI DEL MOVIMENTO "NO TAV"

In Cile si può: gli studenti obbligano Sebastián Piñera a cambiare ben otto ministri

Immagine
Lo ha riconosciuto lo stesso Presidente Sebastián Piñera (destra) con il cambio di ben otto ministri in caduta libera di consenso. Le proteste di un movimento studentesco ogni giorno più forte (nella foto la presidente della FECH, Camila Vallejo) stanno facendo tremare il governo del più stabile dei paesi che in America meridionale affacciano sul Pacifico e che restano ancorati ai dogmi del neoliberismo. Avere ogni settimana centinaia di migliaia di persone in piazza per una lotta perfettamente comprensibile quale quella per il diritto allo studio stava minando il consenso del suo governo rendendo un profondo rimpasto ineludibile. Oggi infatti il 53% dei cileni esprimono un giudizio negativo sul governo in rapido aumento dopo i fasti al momento della liberazione dei minatori quando il consenso sfiorava l’80%. Il dissenso si fa poi un’alluvione tra i minori di 35 anni: oggi addirittura il 71% ha un giudizio negativo del governo giunto ad un terzo del suo cammino. Il profondo rimpasto di …

Il Vigile del Fuoco accusato ingiustamente risponde ai No Tav

Immagine
Qualche giorno fa, alcuni militanti No Tav hanno pubblicato il seguente video: "CHIOMONTE 5 AGOSTO VVFF ASSALTANO TURI SULL'ALBERO" criticando aspramente l'operato dei Vigili del Fuoco: a questo episodio, abbiamo dedicato un articolo, che puoi trovare qui.


A seguito della pubblicazione del video, un vigile del fuoco protagonista dell'intervento, chiamato in causa, si è iscritto a YouTube per rispondere! (gesto molto apprezzabile, complimenti!) I suoi post sono tra i commenti del Video pubblicato sopra, ma sono visibili anche sul  profilo YouTube registrato dal pompiere.


Ecco i commenti pubblicati dal Vigile del Fuoco:

Il kebab arriva nel paese di Bossi e il sindaco non può vietarlo

Immagine
A Cassano Magnago, il comune che ha dato i natali al Senatùr, a breve sarà inaugurato un take away turco da sempre simbolo delle crociate leghiste contro l'invasione degli stranieri. Ma il primo cittadino, ovviamente seguace di Alberto da Giussano, non può fermare l'apertura


“Più polenta e meno kebab”. Da anni questo è uno dei tormentoni della Lega Nord che, a più riprese e da vari fronti, si è adoperata per limitare la proliferazione dei take away di carne allo spiedo di origine turca, appellandosi di volta in volta alla salvaguardia dei cibi nostrani, alla tutela delle attività tradizionali o ad altre ragioni urbanistiche, storiche e culturali. Come Roma ladrona, dunque, anche il kebab è uno dei cavalli di battaglia leghisti. Simboli delle crociate leghiste contro l’invasione straniera, a suon di ordinanze e manifesti.

Ma come gli uomini del Carroccio si sono ormai comodamente seduti a Roma, i kebab sono proliferati ovunque in Italia. E ora ne apre uno anche a Cassano Magnago…

Gran Bretagna, quattro morti e un ferito grave

Immagine
Sono quattro, fino a questo momento, i morti provocati dagli scontri che hanno infiammato in questi giorni diverse città della Gran Bretagna. A Winson Green, Birmingham, tre uomini sono stati uccisi travolti da un’auto in corsa. Un testimone oculare, il falegname Mohammed Shakiel, ha confermato che i tre stavano cercando di difendere i negozi presi di mira e che l’investimento è stato intenzionale. Intervenuti per domare l’incendio di un’auto, afferma il testimone, “hanno spento il fuoco, ma c’erano ancora teppisti per strada che non avevano alcun piano a parte rubare”. A un certo punto sono sfilate davanti a loro altre macchine, i conducenti li hanno insultati, poi uno dei veicoli è tornato indietro e ha puntato sugli uomini sul marciapiede “a una velocità tremenda”, colpendoli e mandandoli in aria. Tutte giovani le vittime: un ragazzo di 21 anni,  un meccanico e il proprietario di un autolavaggio.

A questi si aggiunge un giovane la cui identità non è stata resa nota, si sa solo che …

"La polizia che punisce" - Uno psicologo parla delle violenze dello stato

Immagine
Un vecchio articolo, risalente al 2001, ma ancora - purtroppo - attuale.


Senza voler fare giochi di parole di cattivo gusto, direi che la cosa che "colpisce" di più nei vari episodi della repressione del G8 è proprio la violenza sfrenata che ha caratterizzato l´azione delle forze dell´ordine. Che si tratti degli scontri di piazza, del blitz nella scuola Diaz oppure delle sevizie inflitte nella caserma di Bolzaneto, si ritrovano gli stessi eccessi pur derivando da dinamiche diverse. Davanti a certi comportamenti di particolare violenza, come psicologo mi viene da fare alcune considerazioni.

L´azione delle forze dell´ordine può implicare l´uso della forza fisica e questo può essere considerato, in qualche modo, come una violenza. Ma c´è una differenza tra una violenza funzionale, adoperata quando si tratta di fermare, bloccare, neutralizzare una persona, e una violenza punitiva.
Vedendo le immagini degli scontri di piazza a Genova e ascoltando le testimonianze, pare chiaro che …

I migliori documentari recenti sui fatti del G8 di Genova 2001 con recensione

Immagine
Ordine Pubblico Genova 2001 
Secondo noi è il miglior documentario in circolazione; realizzato dalla segreteria del Genoa Social Forum nel 2007, ricostruisce i fatti salienti, ripresi dai vari video, amatoriali e non, e spiega le vicende con l'ausilio della cartina di Genova, e illustra alcuni aspetti emersi solo durante il dibattimento processuale (quindi non presenti nei documentari più vecchi) Da non perdere.Durata: 40 minuti.

La Trappola - Genova 20-21 Luglio 2001
Inchiesta sui fatti del G8, l'assassinio di Carlo Giuliani e i dubbi sull'archiviazione del relativo processo. Tutto il materiale presente nel documentario (foto-video-audio) è tratto dagli atti ufficiali del tribunale di Genova relativi ai processi seguiti ai fatti del luglio 2001. Durata: 1 ora circa



Raccontami Genova. Genova 2001 - Genova 2011
A dieci anni di distanza dalle giornate del G8 di Genova, impressioni, ricordi e suggestioni della tre giorni che ha segnato un profondo spartiacque nella storia del movi…

Islanda, quando il popolo sconfigge l'economia globale

Immagine
L'hanno definita una 'rivoluzione silenziosa '(visto che le tv e i mass media di tutta Europa non hanno proferito parola in merito)  quella che ha portato l'Islanda alla riappropriazione dei propri diritti. Sconfitti gli interessi economici di Inghilterra ed Olanda e le pressioni dell'intero sistema finanziario internazionale, gli islandesi hanno nazionalizzato le banche e avviato un processo di democrazia diretta e partecipata che ha portato a stilare una nuova Costituzione.
Islanda, quando il popolo sconfigge l'economia globale

L'hanno definita una 'rivoluzione silenziosa' quella che ha portato l'Islanda alla riappropriazione dei propri diritti. Sconfitti gli interessi economici di Inghilterra ed Olanda e le pressioni dell'intero sistema finanziario internazionale, gli islandesi hanno nazionalizzato le banche e avviato un processo di democrazia diretta e partecipata che ha portato a stilare una nuova Costituzione.
Una rivoluzione silenziosa è…

Prodi e De Benedetti: un'amicizia molto particolare

Immagine
La complicità tra Romano Prodi e Carlo De Benedetti inizia nel luglio 1982, quando Prodi viene nominato presidente dell’IRI, il più grande ente economico dello Stato, in casa del suo storico compare Carlo De Benedetti (proprietario del gruppo Repubblica ed Espresso e di altre 30 riviste/quotidiani/settimanali/mensili in tutta Italia), nel caso di Repubblica addirittura De Benedetti ne è l’unico editorialista, quindi gli articoli se li scrive persino lui stesso (pensa un pò che obiettività)!


L’attività di Prodi dal 1982 al 2007 è stata concentrata principalmente in un solo unico compito:


Svendere (o regalare) tutti gli enti pubblici dello Stato al suo alleato Carlo De Benedetti a un prezzo irrisorio con bandi truccati.


De Benedetti, dal canto suo, si è poi puntualmente affrettato a rivendere immediatamente tali società al loro reale valore di mercato (di solito 20 volte il loro prezzo d’acquisto) a gruppi stranieri (o addirittura allo Stato stesso, che li ricomprava a prezzi folli), reali…