Post

Visualizzazione dei post da maggio 29, 2016

Bambini disabili nelle scuole +40% in 10 anni, appello ai blogger: parlatene!

Nelle scuole italiani il numero dei BAMBINI AFFETTI DA DISABILITA' (fisiche, ma sopratutto mentali) è aumentato del 40% in 10 anni: un numero SPAVENTOSO, che mette i brividi. E' quanto risulta in un documento rilasciato dal Miur (Ministero Istruzione Università Ricerca) a Febbraio di quest'anno... sta scritto nero su bianco, non sono "i gombloddisti1!1! di nocensura" a dirlo. Forse mi sbaglierò, ma a mio avviso la notizia è passata in sordina, inosservata, poco (o per nulla?) dibattuta da governo, politici e mass media, nonostante la sua gravità. Personalmente ogni giorno dedico diverse ore della giornata a leggere, quotidianamente leggo diversi blog, ma anche siti di testate mainstream, ma non avevo appreso la notizia... che quando è uscita, avrebbe dovuto guadagnare come minimo le prime pagine, ed innescare un dibattito, ma sopratutto un'indagine SERIA, APPROFONDITA E INDIPENDENTE per stabilire le cause. E' stato fatto? Personalmente non lo so, ma cred…

Bambini disabili nelle scuole + 40% in 10 anni! (Dato UFFICIALE del Miur!)

Immagine
Grazie alla segnalazione di un lettore, abbiamo consultato sul sito del MIUR, cioè del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, un documento, il "Focus" di Febbraio di quest'anno, che dando ampio risalto al fatto che il nostro paese sarebbe stato premiato per l'integrazione degli alunni disabili, rende noto un dato a dir poco SCONCERTANTE, sul quale a nostro avviso non è stato posto la giusta attenzione che meritava la notizia, passata talmente "inosservata", che anche noi l'abbiamo appresa solo in questi giorni:


Il numero dei bambini disabili presente nelle scuole pubbliche italiane è aumentato del 40% in 10 anni.

Ovviamente, visto che tutti i bambini vanno a scuola, questo significa che è fortemente aumentata l'incidenza delle disabilità, termine omnicomprensivo che mette insieme chi ha disabilità fisiche e disabilità mentali. Vi riportiamo di seguito quanto potete leggere qui.
Alcuni dati La presenza di studenti con dis…