Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Contenuti (tag)

varie democrazia leggi lobby casta editoriale governo esteri economia scandali fatti e misfatti salute mass media giustizia diritti civili ambiente USA sanità crisi centrosinistra centrodestra diritti umani povertà sprechi forze dell'ordine scienza libertà censura lavoro cultura animali infanzia berlusconi chiesa centro energia internet mafie europa riceviamo e pubblichiamo giovani OMICIDI DI STATO banche notizie carceri eurocrati immigrazione renzi guerra satira facebook scuola manipolazione mediatica euro grillo bilderberg pensione mondo signoraggio poteri forti alimentari Russia massoneria sovranità monetaria razzismo manifestazione siria UE debito pubblico finanza ISIS califfo tasse ucraina disoccupazione israele marijuana agricoltura canapa terrorismo travaglio militari banchieri germania mario monti trilaterale geoingegneria obama vaticano Grecia Traditori al governo? bambini big pharma inquinamento ogm palestina parentopoli napolitano vaccini assad enrico letta PD cancro tecnologia armi equitalia nwo Angela Merkel cannabis informatitalia.blogspot.it ministero della salute sondaggio BCE austerity suicidi umberto veronesi meritocrazia nucleare video eurogendfor fini magdi allam CIA iraq m5s privacy Putin clinica degli orrori sovranità nazionale staminali bancarotta droga marra INPS alimentazione boston bufala diritti globalizzazione monsanto prodi 11 settembre elezioni fondatori del sito iene politica troika evasione matrimoni gay nigel farage pedofilia roma acqua anatocismo fmi fukushima islam nikola tesla società usura draghi fisco francia golpe moneta rothschild stamina foundation Aspen Institute FBI Giappone Onu Unione Europea africa autismo imposimato lega nord nato nsa ricchi storia suicidio terremoto torture Auriti Marco Della Luna adam kadmon aids attentati bavaglio controinformazione costituzione federico aldrovandi fiscal compact giovanardi giuseppe uva petrolio precariato propaganda rockfeller servizi segreti sicilia slot machine sovranità individuale svendita Cina Fornero borghezio casaleggio corruzione crimea dittatura famiglie fed forconi giustizia sociale goldman sachs india influencer mario draghi mcdonald mes mossad pecoraro scanio proteste psichiatria rifiuti sanzioni sciopero spagna terra turchia ungheria violenza virus aldo moro arsenico barnard bonino carne chernobyl chico forti ebola edward snowden elites false flag frutta inciucio islanda laura boldrini magistratura marine le pen marò no muos no tav nuovo ordine mondiale orban pensioni prelievi forzoso privilegi prostituzione ricerca salvini sindacati taranto università vegan 9 dicembre Ilva Muos NASA Svizzera alan friedman alluvione contestazione corte europea diritti uomo degrado delocalizzazione dentisti diffamazione disabili donne educazione elettrosmog esercito europarlamento farmaci gesuiti gheddafi hiv ignazio marino illeciti bancari illuminati informazione latte legge elettorale microchip microspia mmt ocse paola musu radioattività riserva aurea risveglio coscienze sardegna scie chimiche sigaretta elettronica sigonella spread stati uniti stefano cucchi telefono cellulare truffe online vegetariani veleni Alzheimer Chomsky Consiglio dei Ministri ETA Enoch Thrive Nichi Vendola PNL aborto aborto forzato affidamento amato anonymous anoressia antonio maria rinaldi argentina armeni arrigo molinari asteroidi baschi bersani bettino craxi bill gates bin laden boicottaggio boldrini brevetto btp by calcio cambiamento camorra carabinieri cervello chemioterapia cipro class action claudio morganti commercio di organi comunicazione controllo mentale corrado passara corte dei conti cosmo cravattari crescita crocetta curiosità daniel estulin danilo calvani david icke davide vannoni dell'utri denaro dentista denuncia disastro discriminazione diseguaglianza distrazione di massa dogana domenico scilipoti dossier duilio poggiolini ebook egitto eroina etica eurexit fallimento fiat fido finanziaria fisica fisica quantistica follia fondi d'investimento genocidio ghiandola pineale giorgio gori girolamo archinà giuliano amato gold hollande ilaria alpi illiceità bancarie impresentabili indagini infermieri insetti interessi iran istruzione le iene libia libri lucio chiavegato luna malattie malta maratona mare nostrum mariano ferro mastropasqua meccanica quantistica melanoma messaggi subliminali messico metalli pesanti meteorite microonde mistero mk ultra multe multinazionali musica natura obbligazioni oligarchi omofobia oppt overdose papa francesco paradisi fiscali parkinson parma partito pirata patrimonio pena di morte pensiero positivo pesticidi petizione phishing pianeti extrasolari piero grasso pizzarotti plastica polonia polverini pomodori portogallo pregiudicati presidente della repubblica prostata pubblica amministrazione quantum r-fid recessione regno di gaia repressione riformiamo le banche rigore saddam sangue satana schiavi scippatori scoperto secessione senzatetto sert sfratto sisa snowden spammer speculazione spionaggio studenti tabacco tasso d'interesse teri terra dei fuochi tossicodipendenza trasfusioni trattato di velsen troll trust tsipras turismo twitter universo uranio impoverito uruguay vati verdura vessazioni veterinario bravo roma veterinario gianicolense vietnam vulcano wikipedia yellowstone
Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

sabato 10 novembre 2012

Di Andrea Cavalleri
I giornali stanno riempiendo la testa e la bocca della gente con un termine inglese, che fino a poco tempo fa non era mai stato usato in politica, lo “spread”.
Brutta cosa i termini inglesi, soprattutto quando sono usati per evitare di spiegare alla gente come stanno davvero le cose.
Allora ricapitoliamo brevemente il significato della parola, affinché sia chiaro a tutti di cosa si tratta.
“Spread”, nel linguaggio finanziario inglese, significa “oscillazione” o “scarto” ed è comunemente usato per indicare la differenza tra il tasso di interesse che la banca paga per ottenere del denaro e l’interesse che essa applica quando lo presta. Ad esempio, se io vado a contrarre un mutuo, la banca mi dirà che applica uno spread del 1,5% per mostrarmi che non percepisce un interesse troppo elevato. Se il tasso di sconto (cioè l’interesse ufficiale applicato dalla Banca Centrale, che rappresenta il costo base del denaro) fosse del 2%, la mia banca mi erogherebbe un prestito al 3,5%.
Бермуды Бермудский треугольник

Nei fondali dell’oceano nel Triangolo delle Bermude degli scienziati canadesi hanno scoperto una città sommersa. Al largo delle coste di Cuba un robot subacqueo ha fotografato le rovine di edifici, di quattro piramidi giganti e di quello che sembra essere una statua simile alla sfinge. Gli esperti suggeriscono che le strutture appartengono alla civiltà pre-classica dei Caraibi e della storia centro-americana. L’antico insediamento potrebbe essere stato abitato da una civiltà simile a quella degli abitanti di Teotihuacan, località abbandonata che si trova a 50 km da Città del Messico, fondata 2.000 anni fa.



da La Voce della Russia © Foto: ru.wikipedia.org

fonte: stampalibera.com


E’ un clamoroso atto di denuncia del sistema giudiziario italiano, fatto da chi -Edoardo Mori, magistrato lo è stato -in modo instancabile e apprezzatissimo- per 42 anni.
Quello che racconta è lo sfacelo totale. 
Una delle sue dichiarazioni..
«Il sistema di polizia, il trattamento dell’imputato e il rapporto fra pubblici ministeri e giudice sono ancora fermi al 1930. Le forze dell’ordine considerano delinquenti tutti gli indagati, i cittadini sono trattati alla stregua di pezze da piedi, spesso gli interrogatori degenerano in violenza. Il Pm gioca a fare il commissario e non si preoccupa di garantire i diritti dell’inquisito. E il Gip pensa che sia suo dovere sostenere l’azione del Pm».
Ed eccone un’altra…
«La categoria s’è autoapplicata la regola che viene attribuita all’imputato Stefano Ricucci: “È facile fare il frocio col sedere degli altri”. Le risulta che il Consiglio superiore della magistratura abbia mai condannato i giudici che distrussero Enzo Tortora? E non parliamo delle centinaia di casi, sconosciuti ai più, conclusi per l’inadeguatezza delle toghe con un errore giudiziario mai riparato: un innocente condannato o un colpevole assolto. In compenso il Csm è sempre solerte a bastonare chi si arrischia a denunciare le manchevolezze delle Procure».

(ANSA) - TORINO, 7 NOV - Il gruppo Sel ha presentato un'interrogazione al consiglio regionale del Piemonte sulle modalita' di informazione ai cittadini sul trasporto delle scorie nucleari dall'impianto Eurex di Saluggia (Vercelli) a Trieste. Secondo la consigliera Monica Cerutti, il trasporto, che avverra' sull'autostrada A4 su un camion scortato, e' previsto il 14 novembre. Sull'autotreno verranno caricate dieci barre di combustibile irraggiato, ciascuna pesante cinque chili.

Il convoglio viaggera' ad 80 km orari.


fonte: Ansa.it

La prima pagina di 'Libero' di oggi rivela:

Documento riservato

La city ha già deciso il futuro dell'Italia: i rapporti dei colossi finanziari svelano che presto dovremo chiedere gli aiuti e saremo commissariati. Monti resterà per eseguire i voleri della Merkel. Ha ancora senso votare? Vediamo cosa c'è sotto...

La copertina di Libero di Oggi.  Con "La city" (nel titolo) Libro intende Citygroup: la super banca USA
Nagscreen dal sito di Libero
Un rapporto di Citigroup:  il governo non ha avuto il coraggio di riforme incisive. E sul debito pubblico 

Leggi l'articolo su liberoquotidiano.it

- - - - - -
COSA C'E' SOTTO SECONDO NOI:

In realtà Monti - nonostante goda del supporto di tutti i partiti e dei mass media - non avrebbe potuto fare più di quanto ha fatto, in appena un anno, per favorire il disegno delle lobby, ovvero la svendita del patrimonio pubblico e la perdita definitiva della sovranità da parte dello stato italiano, ed i suoi amici banchieri lo sanno bene. La sua politica di austerità ha prodotto quasi 400.000 esodati, ha costretto a chiudere piccole imprese che fino a quel momento riuscivano a sopravvivere, ha eliminato diritti acquisiti e esteso gli interessi delle banche e di altri poteri forti.

Monti ha legato le mani ai futuri governi (di cui probabilmente farà parte) con pareggio di bilancio, fiscal compact e MES: il prossimo governo oltre a dover tirare fuori dal cilindro quasi 100 miliardi di euro all'anno di interessi sul debito pubblico, dal 2014 e per 20 anni dovrà reperirne altri 45 miliardi all'anno in base al Fiscal compact; ed infine dovrà corrispondere al MES la quota di adesione italiana ed eventuali altre somme che il fondo potrà esigere. 

In uno scenario come questo, il governo italiano si troverà nelle condizioni di dover chiedere aiuti: e questi saranno vincolati ad ulteriori richieste, e non è da escludere un 'commissariamento'.

Che i banchieri abbiano bocciato Monti - come scritto sopra - appare evidentemente infondato. Le lobby sanno benissimo che non potevano pretendere di più dal prof. FalliMonti, che ha seguito l'agenda dettata dai poteri forti punto per punto, pur dovendo fare accordi con i partiti, che hanno in mano il parlamento, e hanno garantito i propri interessi (e quelli dei poteri forti nazionali che rappresentano) bastonando solo i "cittadini qualsiasi", quelli che al massimo si lamentano al bar o su Facebook: preservando gli interessi delle categorie che hanno potere e influenza.

E' ormai CHIARO e ammesso da tutti, seppur sottovoce, che l'Italia dovrà svendere il patrimonio pubblico: ad iniziare dalle aziende più fiorenti e redditizie di cui lo Stato possiede parte della proprietà: ENI, Finmeccanica, ENEL, etc. - su cui le banche d'affari metteranno le mani, a prezzo scontatissimo: chi governa fa gli interessi dei compratori - cioè le multinazionali legate alle banche d'affari - e non certo dei cittadini e dello Stato italiano: tra l'altro il governo ha affidato a Goldman Sachs una consulenza sulla (s)vendita del patrimonio pubblico: la super-banca Usa, che già da questa estate si è liberata di tutti i titoli di stato italiani, (un segnale che non presagisce niente di buono) suggerirà al governo come svendere il patrimonio: praticamente le banche faranno da liquidatore e da acquirente: si mangeranno tutto: non ci vuole molto per capirlo.

Oltre ad aver deciso di ripagare un debito truffa (come previsto dal fiscal compact) hanno stabilito modalità per la svendita ben poco convenienti per lo stato: vediamo perchè.

Con il fiscal compact è stato stabilito che l'Italia e gli altri paesi europei dovranno, in 20 anni, portare il rapporto debito-PIL del 60%: oggi nel caso dell'Italia è di oltre il 120% pertanto dovremo rimborsare oltre la metà di un debito pubblico che ammonta ad oggi a circa 1.975 miliardi (e peraltro è in via di aumento). Dovremo sborsare, in pratica, oltre 900 miliardi.

Per pagare il meno possibile, lo stato si sarebbe dovuto impegnare ad abbattere velocemente tale somma: in modo da corrispondere meno interessi possibile; invece hanno deciso di pagare il debito in rate da 45 miliardi annui, e di questi ne ricaveranno 20-30 dalle dismissioni (vendite dei beni dello stato) mentre il resto della somma sarà reperito con tagli e tasse. Abbattere il debito lentamente ci costringerà a pagare molti più interessi. Alfano aveva proposto un piano per vendere beni dello stato per 200 miliardi in breve tempo: invece la svendita sarà dilazionata, e grazie agli interessi non ci rimarrà niente. Quando saranno diventati proprietari di tutto, le banche d'affari avranno il paese in mano.

LE ELEZIONI: Al di là di chi sarà premier, alle lobby interessa che la maggioranza in parlamento sia in mano ai partiti che hanno garantito e garantiranno la maggioranza a chi porterà avanti il lavoro avviato da Mario Monti, in modo da non fare mancare l'appoggio al governo, che sarà "costretto" a seguire le "indicazioni" di Mario Monti, che se non sarà il prossimo Presidente della Repubblica (probabile al 70%) sarà Ministro delle Finanze (al 30%) tra l'altro Renzi ha già dichiarato che se vincerà lui "tratterrà il professore"... che entri dalla porta principale o da quella di servizio, Monti continuerà a dettare la sua agenda, un'agenda che probabilmente è scritta dal gruppo Bilderberg o comunque dalle associazioni elitarie che riuniscono l'alta finanza (multinazionali, banche e co.) insieme ai più influenti politici dell'occidente.


Staff nocensura.com


Le immagini della guerriglia urbana di Atene: i manifestanti lanciano bombe molotov alla polizia, che risponde con i gas lacrimogeni. Le tute degli agenti sono ignifughe: altrimenti si conterebbero i morti...

Video di Russia Today



Renzi dichiara "Se vincerò tratterrò Monti": a cui probabilmente andrà il Ministero dell'Economia: in pratica farà il curatore fallimentare, tra l'altro il governo ha affidato a Goldman Sachs una consulenza circa la VENDITA del PATRIMONIO, necessaria per rispettare il fiscal compact: la grande SVENDITA sarà suggerita da Goldman Sachs; e gli acquirenti saranno le multinazionali riconducibili ad essa o alle altre banche "sorelle", JP Morgan e Morgan Stanley (di cui Monti jr. è vice presidente) su tutte...

Bersani per non essere da meno vedrebbe di buon occhio trattenere la Fornero: che ha prodotto 390.000 esodati, ha tagliato le pensioni, ha detto ai giovani di "non essere choosy" e ai malati di SLA che la vita del ministro è dura...

QUESTA GENTE PROBABILMENTE GESTIRA' IL PROSSIMO GOVERNO... IL PD è IL PRIMO PARTITO... "ROBA DA PAZZI" come direbbe ber sani...


Staff nocensura.com



venerdì 9 novembre 2012



Spesso ci viene chiesto "cosa possiamo fare per cambiare le cose", oppure ci viene chiesto di assumere iniziative.

Noi crediamo che attualmente, l'unica cosa da fare per ribellarci a questo sistema sia FARE INFORMAZIONE, CERCARE DI APRIRE GLI OCCHI A PIU' PERSONE POSSIBILE: troppa gente, ancora oggi crede alla PROPAGANDA, permette ai mass media di manipolare i propri pensieri, istinti, ragionamen
ti, inculcando nella testa dei cittadini ciò che è funzionale al sistema stesso.

Alcuni esempi di "manipolazione": la FALSA CREDENZA che "uscire dall'euro sarebbe disastroso": litania ripetuta a menadito da politici di "centrodestra" e ancor di più di "centrosinistra". Lo dicono esprimendo grande sicurezza, certezza: "è da pazzi pensare di uscire dall'euro" secondo Bersani. NESSUNO PERO' NE NON SPIEGA MAI I MOTIVI, in modo da non offrire il fianco a smentite, in modo da non permettere un dibattito, un confronto: USCIRE DALL'EURO SAREBBE UNA PAZZIA E BASTA!

In realtà per i paesi "periferici", ribattezzati "PIIGS" (Portogallo Italia Irlanda Grecia Spagna) che oggi sono costretti a pagare un allucinante tasso di interesse del 5-6-7% (la Grecia anche molto di più) sui propri titoli di stato - cioè per avere liquidità - AVREBBERO SOLO DA GUADAGNARE, mentre a rimetterci sarebbe chi oggi fa affari d'oro con questa situazione: la GERMANIA, che paga un tasso di interesse poco superiore all'1% - lo spread, come sappiamo, misura il "differenziale" tra i Bund tedeschi ed i titoli degli altri paesi. (VEDI APPROFONDIMENTI A FINE ARTICOLO)

Un'altra MANIPOLAZIONE DI MASSA è la convinzione che eliminare i rimborsi pubblici ai partiti sia una misura a favore del popolo: che risparmierebbe pochi milioni, ma consegnerebbe in mano la politica alle lobby con interessi MILIARDARI. (VEDI APPROFONDIMENTI A FINE ARTICOLO)

POTREMMO RIASSUMERE CHE QUALSIASI PARTITO CHE NON HA COME PRINCIPALE OBIETTIVO LA SOVRANITA' MONETARIA è UN BLUFF: chi conosce la questione sa bene di cosa stiamo parlando: chi non lo sa, anziché snobbare la questione o definirla "una bufala", provi a mettere in discussione le proprie convinzioni ed informarsi: fino a qualche anno fa la letteratura sul tema era limitatissima: ne parlava solamente il Prof. Giacinto Auriti (cercalo su Youtube) e pochi altri, tra cui Beppe Grillo, che ha SMESSO DA ANNI, concentrando l'attenzione sugli sprechi della casta che sono pochi spiccioli rispetto alla TRUFFA MONETARIA: questo grafico è eloquente: http://www.nocensura.com/2012/11/corruzione-ecco-i-costi-della-politica.html

FINO A QUANDO LA MAGGIORANZA DEI CITTADINI NON SARANNO CONSAPEVOLI DELLA TRUFFA MONETARIA E FINANZIARIA CHE VIENE PERPETRATA NELLA PIU' TOTALE "NORMALITA'", QUASI INVISIBILE, NONOSTANTE SIA DAVANTI AI NOSTRI OCCHI, NON CI POTRA' ESSERE NESSUN CAMBIAMENTO.

E VISTO CHE I MASS MEDIA NON NE PARLANO, E DISTRAGGONO L'OPINIONE PUBBLICA DAI VERI PROBLEMI, E' NECESSARIO CHE COLORO CHE NE SONO CONSAPEVOLI SI MOBILITINO PER LA VERITA'!!! Quando un discreto numero di persone avrà APERTO GLI OCCHI il cambiamento sarà inevitabile: la nascita di un Movimento dove nessuno guarda un'altro dall'alto in basso, sarà la naturale conseguenza di ciò. Un Movimento NON VERTICISTICO, dove il potere non è in mano ad una o poche persone: comprabili o eliminabili.

Aprire gli occhi sul signoraggio li fa aprire "a cascata" su molte altre manipolazioni: chi capisce il signoraggio, un concetto "più difficile da credere che da capire" non guarderà il mondo con gli stessi occhi di prima, coloro che lo hanno occultato non avranno la minima fiducia...

Noi - come staff del blog www.nocensura.com e della pagina Facebook http://facebook.com/nocensura - abbiamo aperto questo blog per dare il nostro contributo: e invitiamo tutti voi a mobilitarvi per fare altrettanto. Se non avete la possibilità di aprire un blog o una pagina, divulgate la vera informazione: insistete su sovranità monetaria e signoraggio, c'è davvero tanto materiale.

Contrastiamo questa nuova dittatura che sta strozzando l'umanità: perché alla base della povertà del sud del mondo, delle guerre, dello sfruttamento, e oggi dell'impoverimento dell'occidente, ci sono le stesse "teste"... (di ca**o) permetteteci questa definizione...

Staff nocensura.com

-----------------------------------------------
*** APPROFONDIMENTI SU USCITA DALL'EURO:
- "Bank of Amerika" e "Merril Lynch": "Per l'Italia vantaggioso uscire dall'euro" -http://www.nocensura.com/2012/09/luscita-dellitalia-dalleuro-sarebbe-una.html

"Bank of Amerika" e "Merril Lynch": "Per l'Italia vantaggioso uscire dall'euro" -http://www.nocensura.com/2012/07/bank-of-amerika-e-merril-lynch-per.html

- Il tedesco SPIEGEL:“Se l’Italia esce dall’euro ci guadagna, il danno è per la Germania" -http://www.nocensura.com/2012/06/spiegel-se-litalia-esce-dalleuro-ci.html

- L'uscita dell'Italia dall'Euro sarebbe una CATASTROFE! Per la Germania... -http://www.nocensura.com/2012/09/luscita-dellitalia-dalleuro-sarebbe-una.html

- "Senza l'euro la Germania sarebbe in crisi" -http://www.nocensura.com/2012/08/senza-euro-la-germania-sarebbe-in-crisi.html
----------------------------------------------
*** APPROFONDIMENTO SUI RIMBORSI PUBBLICI AI PARTITI:

- "Come gestire il dissenso e soffocarne il potenziale" - http://www.nocensura.com/2012/11/come-gestire-il-dissenso-e-soffocarne.html

- "Bugie rassicuranti... o scomode verità" ?
http://www.nocensura.com/2012/11/verita-scomode-o-bugie-rassicuranti.html

Dimezzare il numero dei parlamentari era uno dei punti del programma della P2 di Gelli: il potere viene spalmato nelle mani di sempre meno persone, aumenta l'influenza dei "capibastone", inoltre meno deputati, meno dissidenti, in vista dei "voti di fiducia". DIMEZZIAMO LO STIPENDIO e ELIMINIAMO I PRIVILEGI, ma non tocchiamo il numero. Non è nemmeno vero che all'estero sono molti meno: IN FRANCIA SONO 923 (pochissimi meno) in INGHILTERRA sono addirittura 1.348!!! In Spagna 606 (ma sono molti meno anche i cittadini...) unico caso tra i "big" la Germania, dove sono 682... - Approfondisci la questione leggendo questo:http://www.nocensura.com/2011/11/ridurre-il-numero-dei-parlamentari-non.html - e questo:http://www.nocensura.com/2011/11/privilegi-dei-parlamentari-non.html




Quell'esercito di spagnoli sfrattati

Già 350 mila famiglie rimaste senza casa per colpa della crisi. I compro oro sono sempre di più, nel centro di Madrid ne è nato uno di tre piani.  Cresce la speculazione intorno alla vendita degli immobili sequestrati, rivenduti a prezzi stracciati


Di Adriano Sofri



MADRID  - Lungi dal costituire una forma di educazione per gli adulti, l'informazione quotidiana sulla crisi ci mortifica come scolaretti presi in fallo. Due le reazioni possibili: provare a tenere il passo, inghiottendo pagine e pagine di quella lingua straniera, dicendosi che alla fine qualcosa resterà, come gli scolari messi a forza in una scuola che non era fatta per loro; o rinunciare, sprofondando nel rancore e nella frustrazione. Ce n'è un'altra, forse, che è di guardarsi in giro.

Ho trascorso in Spagna (com'è bella, eh?, la Spagna! E la Grecia!) un periodo lungo e istruttivo, dominato da due questioni: gli sfratti, e il vento della secessione catalana. Di quest'ultima, incombenza cruciale per l'Europa, scrisse per Repubblica Omero Ciai. Gli sfratti, direte, sono un evento diffuso e drammatico anche in Italia. Qui c'è una peculiarità, legata alla famosa bolla immobiliare, che a essere buttati in strada, con le buone o le cattive (le cattive!), oltre agli inquilini morosi, sono i proprietari di case ipotecate che la crisi ha privato del lavoro e impoverito, sicché non ce la fanno più a pagare le rate dei loro mutui. 

risparmiare-con-la-spesa-al-supermercato.jpg

1- Vi danno un cestino.
Una ricerca condotta nei supermercati ha scoperto che il 75 per cento di chi ha in mano il cestino per fare la spesa compra sempre qualcosa, in confronto ad appena il 34 per cento di chi non ha il cestino. Così, quando all’entrata del supermercato un membro dello staff porge il cestino ai clienti, non è per fare un favore a voi, ma all’azienda.
2- Frutta “pronta e matura”.
Poiché i supermercati desiderano che la frutta si conservi il più a lungo possibile sugli scaffali, obbligano i fornitori a raccoglierla acerba, sebbene ciò implichi che non sarà altrettanto buona, dato che gli zuccheri non si sono completamente sviluppati. Essendo abituati all’idea che la frutta è sempre dura quando la compriamo, siamo disposti a pagare un extra per il privilegio di avere frutta matura.
3- Prezzatura Ingannevole.
Il metodo irrazionale della prezzatura pone il prezzo degli articoli diciamo a 4,99 euro invece che a 5,00. Il motivo sta nel tempo necessario per procedere alla memorizzazione. L’arrotondamento verso l’alto implica uno sforzo mentale maggiore rispetto al processo di memorizzazione delle prime cifre. Inoltre, a causa della grande quantità di informazioni che i clienti devono elaborare, il dato del prezzo deve essere immagazzinato in un tempo molto breve. Il modo più conveniente per farlo, in termini di memoria e di attenzione, è quello di ricordare le prime cifre. Così ci illudiamo di spendere meno di quanto non spendiamo in realtà.
4- Paghi uno e prendi due.
È l’offerta che ha dimostrato di aumentare le vendite fino ad oltre il 150 per cento. A dispetto di quel 50 per cento che effettivamente fa risparmiare, questo tipo di operazioni ci inducono a consumare un prodotto in quantità maggiori rispetto alle nostre abitudini, così, quando l’offerta finisce, siamo inclini a comprarne ancora. Ed oltre ad incoraggiarci ad acquistare più di quello che ci serve, queste offerte celano un costo occulto ai danni dei produttori, poiché sono loro, e non il supermercato, a finanziare le promozioni. I supermercati le utilizzano per disfarsi della merce che non vendono.
meroni.jpg
La fondazione Keshe e le sue tecnologie, sono sulla carta in grado di dare risposta alle grandi sfide attuali nel campo dell’energia, dei trasporti, della salute, dell’industria

Lunedì 5 novembre l’On. Fabio Meroni del Gruppo Lega Nord Padania ha presentato interrogazione parlamentare a risposta scritta, con destinatario il Ministero degli Affari Esteri, riguardo all’acquisizione ufficiale da parte dell’Ambasciata Italiana a Bruxelles dei piani esecutivi delle Tecnologie Keshe, così come da noi descritto nel post a questo link.

In questo momento l’iter dell’interrogazione risulta dagli atti ufficiali della Camera dei Deputati della Repubblica Italiana risulta IN CORSO.
Il Ministero degli Affari Esteri, cui l’Ambasciata Italiana a Bruxelles fa capo, come delegato a rispondere è tenuto a rendere ufficialmente noto quanto richiesto dall’On. Meroni, allo stesso onorevole ma naturalmente a tutti i cittadini italiani che, già a conoscenza della Fondazione Keshe e delle sue tecnologie, sulla carta in grado di dare risposta alle grandi sfide attuali nel campo dell’energia, dei trasporti, della salute, dell’industria, sono ansiosi di conoscere le valutazioni che i tecnici presumibilmente interpellati dal Ministero daranno in merito alla validità di tali tecnologie e alle loro applicazioni reali.

Tremonti parla chiaramente di illuminati enuovo ordine mondiale. Estratto da annozero del 06/03/08 - 

Ascoltate con attenzione le sue parole. Tremonti nonostante sia "uomo del sistema", ex Ministro e partecipante al Bilderberg 2011, nel libro che ha scritto nel 1995 prevedeva "la crisi" che è emersa in tutta la sua gravità solo 15 anni dopo; una "crisi" studiata e pianificata a tavolino.
- - - - -
Il testo delle parole di Tremonti: 
"...I capitali andranno in Cina, in Asia, alla ricerca di mano d'opera a basso costo e noi importeremo POVERTA'. Il costo della vita resta occidentale, e i salari (se hai il posto di lavoro, se lo conservi), vengono spianati, livellati su quelli dell'Oriente. Il fantasma è arrivato. E' un fantasma che fa paura. Lo vedi nelle fabbriche. Io potrei fare qui lo sciacallo dicendo "è stato il governo Prodi che fa solo all'ultimo il decreto (poteva farlo prima)" oppure "è stato il governo Prodi che non ha fatto i controlli" .
Credo che quello che sta succedendo, sui posti di lavoro, sia ANCHE IL PRODOTTO DI UNA FOLLIA CHE SI E' CHIAMATA GLOBALIZZAZIONE.
Cioè a dire che ancora adesso girano, nelle nostre università, sui giornali, nella politica, DEI PAZZI CHE TI DICONO "CI VUOLE PIU' COMPETITIVITA' ". La competitività, la velocità, la violenza dei processi produttivi. Non che devi pensare ad un mondo di sogno, ma magari un mondo com'era prima, meno spinto, meno fanatizzato dal DOGMA DEL MERCATO. La paura ce l'hanno gli anziani che vanno al supermercato e non c'hanno i soldi per fare la spesa. Noi viviamo in un modo al contrario. In un mondo in cui IL SUPERFLUO COSTA MENO DEL NECESSARIO: puoi andare a Londra con 20 dollari, ma non fai la spesa al supermercato con 20 euro. Questo è il punto. La paura riguarda le famiglie che hanno la vita mangiata dai mutui, sta arrivando una grande crisi...

A partire dalla fine degli anni 90 e poi questo secolo, un gruppo di DICIAMO ILLUMINATI, banchieri diventati statisti, politici diventati pensatori economici, FALSI PROFETI, hanno predicato i benefici e il mito del 21esimo secolo: la globalizzazione, la cornucopia, l'età dell'oro. Tutto si è basato sulla divisione del mondo in due parti : l'Asia produttrice di merci a basso costo, l'America e l'Occidente importatore e consumatore di queste merci a debito. 

Tutto è stato messo in piedi con la TECNOFINANZA, con le banche che non han più fatto il mestiere antico che han sempre fatto le banche: prendere denaro sulla fiducia, e prestare denaro a proprio rischio. Hanno impacchettato i prodotti, li hanno venduti, li hanno ceduti a terzi. Il meccanismo della tecnofinanza che ha finanziato la globalizzazione è saltato. Non solo. Non ha funzionato in sè. Non potevi fermare il mondo ma non eri autorizzato.

SOLO DEI PAZZI ILLUMINATI (SE VUOLE LE DICO ANCHE I NOMI ITALIANI MA E' MEGLIO DI NO) HANNO PENSATO, GOVERNANDO GLI ANNI 90 E POI DOPO, CHE IL MONDO POTESSE ESSERE FORZATO. 


Il 4 Giugno del 1963, un decreto presidenziale di John Fitgerald Kennedy, detto Ordine Esecutivo 11110, fu firmato impedendo alla Federal Reserve Bank di prestare soldi a interesse al Governo Federale degli Stati Uniti. La FRB sarebbe presto fallita e l’America sarebbe tornata l’unica vera detentrice del proprio debito.
John Fitzgerald Kennedy fu il primo presidente della storia a comprendere quantolo strapotere delle banche private avrebbero ben presto creato un collasso dell’intero sistema economico e decise di combatterlo. Secondo JFK, le banche private, non potevano esseri i creditori di un’intera nazione e, cosa più importante, non potevano avere il potere di stampare monetaLe somiglianze fra la Federal Reserve e la BCE, nonché la nostra cara Bankitalia, sono a dir poco imbarazzanti.
JFK fu il primo ad opporsi alle banche private ma purtroppo anche l’ultimo. Il suo assassinio fece desistere qualsiasi altro presidente, americano e non, dal dichiarare guerra alle banche private.
L’Ordine Esecutivo 11110 avrebbe messo fine all’attuale sistema bancario mangia-soldi. La FRB, come tutte le banche del resto, prestava (e presta ancora) soldi che non ha. Solo un decimo dell’intero ammontare di capitale che le banche private danno in prestito, é realmente detenuto dalla banca. L’FRB crea a piacimento ricchezza. Un potere immenso per dei privati. Immenso e rischioso. É un enorme castello di carte, basta un semplice soffio di vento per farlo crollare. L’intero sistema si basa su soldi che le banche non hanno. JFK aveva compreso a pieno quanto tutto ciò fosse sbagliato. Aveva intuito che, di quel passo, l’intera economia mondiale sarebbe finita male. Aveva anticipato la crisi economica mondiale che ci sta affliggendo.

homeless_in_italia

Nessuna legge da parte del Governo tecnico per la tutela dei senzatetto che, con i prossimi freddi, si riverseranno nelle stazioni delle grandi città: secondo il rapporto Istat sono quasi 50 mila, in netto aumento rispetto ai 17 mila del 1999. Il Parlamento, nonostante le 9.205 proposte di legge presentate fino ad ora, non appare interessato a livello legislativo all’argomento per cui i clochard, ad oggi, possono contare solo sull’aiuto caritatevole dei 727 enti di volontariato operativi in tutt’Italia.

di Maria Cristina Giovannitti

La situazione è già in forte stato di emergenza, una criticità che avrà il suo picco con l’inverno, il forte freddo e le intense nevicate: bisogna affrontare il problema dei senzatetto e garantire loro, attraverso delle leggi, la tutela e i servizi essenziali in quanto cittadini.
A lanciare l’allarme è l’ultimo rapporto dell’Istat, in cui si specifica il numero preciso di clochard –o comunque di tutti coloro che fanno uso dei servizi offerti dalle associazioni di volontariato47.648 senzatetto rispetto ai 17 mila stimati nel 1999. La povertà è in netto aumento e avere una casa è diventato un lusso.
L'intervista risale al 30 Novembre 2011, pochi giorni dopo l'insediamento di Mario Monti: l'avv. Marra avanza alcune previsioni, tra cui, all'inizio dell'intervista, il fatto che Mario Monti avrebbe abbassato la soglia dei pagamenti in contanti (cosa che Monti poi ha fatto alcuni mesi dopo) ed illustra la conseguente svalutazione che questo determina.






giovedì 8 novembre 2012

Affitti a cinquanta euro al mese e pasti completi per pochi euro: la classifica dei posti dove vivere in tempi di crisi.

Affitti a cinquanta euro al mese e pasti completi per pochi euro: la classifica dei posti dove vivere in tempi di crisi.


Il minore costo della vita rispetto all'Italia è uno dei motivi che spinge molti a prendere seriamente in considerazione l'emigrazione. Occorre chiedersi dunque, quali sono 
le nazioni più economiche dove vivere e che offrono contemporaneamente una buona qualità della vita. 

La risposta la da il portale Opentravel con le 5 destinazioni dove si può vivere spendendo pochissimo. Si tratta, tra l'altro, anche di mete tra le più esotiche e belle del pianeta. Ecco quali sono: 

Thailandia: con 350 euro al mese non si riesce magari a trovare un appartamento con vista mare ma è possibile trovare alloggio a prezzi modici (21 euro al mese) intorno a Chiang Mai, al nord, o spendere intorno ai 60 euro minimo più vicino alla costa. Il basso costo del cibo venduto in strada in Thailandia (meno di un euro per pollo con riso o noodles) vi consente di mangiare per circa 150 euro al mese quindi vi rimarranno soldi per viaggi, ristoranti, shopping... 
Gli sprechi e le ruberie della casta sono briciole, rispetto alle pretese europee: la tabella che vi proponiamo di seguito non lascia spazio all'immaginazione. Ecco chi ci sta davvero rapinando! E consideriamo che la tabella non include i quasi 100 miliardi all'anno di interessi che corrispondiamo a titolo di interessi sul debito pubblico truffa: interessi che paghiamo perché lo stato non ha la sovranità monetaria...

Staff nocensura.com
CostiPoliticaVSEUROPA.jpg
Ne ho parlato nel mio ultimo post sul Fatto Quotidiano, perché è una questione che non si può più continuare ad ignorare: i famigerati "costi della politica" di cui tanto si discute, non solo sono poche briciole gettate ad ignoranti comodi burattini affinché non esercitino le proprie prerogative funzionali, ma anche un'ottima vetrina per convincerci che lo Stato è un'istituzione inutile e corrotta.

Per moltissimi cittadini oggi Stato=Fiorito, Stato=corruzione, Stato=ruberie. Sta diventando un'equazione irrimediabilmente introiettata: dove c'è lo Stato ci sono i politici, e dove ci sono i politici si ruba; quindi lo Stato ruba. E' sbalorditivo come il concetto di Stato, di collettività, di cosa comune, uno dei più alti concetti su cui si basa la nostra democrazia, sia stato così abilmente rovesciato onde favorire d'ora in poi agli occhi degli sprovveduti l'avvento dei "privati".
E' cosa ormai scientificamente riconosciuta che le lampade cosiddette "a risparmio energetico" possano causare o peggiorare il "mal di testa"; questione che abbiamo affrontato esaustivamente in questo articolo. Di seguito un articolo che affronta altri aspetti negativi e potenzialmente pericolosi delle lampade a risparmio energetico. Le "lampadine a incandescenza" sono state recentemente escluse dal mercato per legge, per favorire il risparmio energetico, sostengono.

Staff nocensura.com
- - - - -

Le lampadine a risparmio energetico contengono vapori di mercurio (e quelle a LED piombo e arsenico), aggiornamento con traduzione dal sito dell'Agenzia Statunitense per la Protezione Ambientale




Le lampadine a risparmio energetico sono potenzialmente molto pericolose per la nostra salute dal momento che contengono il pericolosissimo mercurio sotto forma di gas. Se si rompono quindi non abbiamo a che fare con le classiche palline del mercurio liquido che scappano dal termometro (potenzialmente pericolose per contatto e per la loro successiva sublimazione) ma con mercurio già allo stato gassoso pronto per essere inalato, velenoso oltre ogni dire.

Di fronte a simili manovre che favoriscono l'inquinamento dei nostri corpi, è il caso di indagare su tutte le altre forme di inquinamento intenzionale, anche perché pure le lampadine a LED contengono sostanze potenzialmente pericolose per la nostra salute.

Se non credete che le lampadine a risparmio energetico contengano mercurio leggete questo articolo del Corriere dove si trova scritto:

bascape.jpg
Mattei godeva della stima del Presidente Kennedy, e stava per essere accolto nel club petrolifero. Però poi fu ammazzato... e Kennedy anche.

 Torno sull'argomento della morte di Enrico Mattei, di cui abbiamo celebrato l'anniversario qualche giorno fa, perché è uscita sul Corriere un'interessante intervista a Daniel Yergin, storico dell'era petrolifera e direttore del CERA. Nell'intervista, Yergin (che ha anche vinto un Pulitzer, quindi dev'essere addentro a certe segrete cose) racconta un significativo retroscena: pare che negli ultimi mesi prima del fatale "incidente" aereo Enrico Mattei avesse iniziato a godere della stima del Presidente Kennedy, che voleva spingere le sette sorelle ad accettarlo nel club senza più fargli la guerra.


Un sensibile miglioramento delle condizioni di lavoro c'è stato in epoca fascista: nel ventennio Mussolini istituì INPS, INAIL, le 40 ore settimanali, il sabato libero (il "sabato fascista") e istituì la "liquidazione", il TFR che si sono recentemente "mangiati". Questo non è "fascismo", è storia.

Nel 45 finita la guerra c'era da ricostruire una nazione. Fu scritta una Costituzione bellissima, erano fresche nella memoria le atrocità della guerra, le deportazioni, i campi di concentramento: c'era una gran voglia di diritti e di democrazia. Le generazioni che erano giovani in quell'epoca, hanno dato tanto al nostro paese. I nostri nonni, oppure i genitori per chi ha oltrepassato i cinquanta; generazioni che si sono impegnate, ma hanno avuto la possibilità di farsi una casa, una famiglia e avere una vita dignitosa; cosa che oggi non sembra alla portata di tutti.

Negli anni 60-70-80 l'economia era in forte crescita, e le condizioni di lavoro sono progressivamente MIGLIORATE, anche grazie alle "lotte operaie" venivano conquistati e consolidati DIRITTI: la strada era quella del miglioramento progressivo, della concertazione. Ma l'estensione dei diritti ha iniziato a contrarsi verso la fine degli anni 90', facendo perdere potere d'acquisto ai lavoratori, fino al 2000. I sindacati sono diventati un'altra casta, che certo non tutela i lavoratori come dovrebbe.

I mitici "anni 2.000" che nell'immaginario dei secoli precedenti avrebbero rappresentato il secolo dell'apice del progresso, sono iniziati all'insegna della riduzione dei diritti e delle condizioni di lavoro; la delocalizzazione ha preso il largo, ricatti occupazionali di ogni tipo, abusi e licenziamenti discriminatori come il caso dei Fiom-Fiat e molti altri meno conosciuti...

Anziché progredire, anziché creare una società più giusta, anziché estendere il benessere altrove, l'avidità e la follia di pochi sta trasformando la terra in un immenso lager: nel sud del mondo i lavoratori sono veri e propri SCHIAVI, sottopagati per lavorare 16 ore al giorno, spesso a contatto con sostanze inquinanti che li fanno ammalare: in Turchia 10.000 giovani lavoratori si sono ammalati di silicosi e sono morti - o stanno muorendo - per avere lavorato alle procedure di scolorimento dei jeans: (Leggi qui http://www.nocensura.com/2012/03/se-indossi-jeans-scoloriti-sappi-che.html) - la Turchia ha messo al bando tale procedimento, e le multinazionali della moda si sono spostate in altre nazioni: Tunisia, Egitto; pur sapendo che chi lavora a contatto con tali sostanze si ammala in pochi anni! Ma coloro che assumono - per pochi dollari al mese - nelle zone più disagiate dei paesi poveri, non lo sanno, fino a quando non si ammalano.

E nei paesi "ricchi", abbandonati dalle industrie, inizia a dilagare la disoccupazione e le condizioni di lavoro peggiorano di anno in anno. L'economia ed i "consumi" sono sempre più nelle mani delle lobby: la grande distribuzione domina il mercato e fa chiudere le imprese private: le multinazionali non solo gestiscono la produzione, ma anche il commercio: e se inizialmente praticavano prezzi convenienti, una volta che si sono impadronite del mercato hanno fatto "cartello", rincarando i prezzi.

Se a tutto questo sommiamo un governo che fa di tutto per facilitare le lobby dell'alta finanza e delle banche d'affari, la situazione non è confortante: e fino a quando i cittadini voteranno persone legate a questo sistema, non cambierà mai niente...


staff nocensura.com



Nuovi tagli in Grecia: ma cosa possono tagliare in un paese allo stremo in quel modo??? Una nazione dove la povertà nera dilaga, il numero dei senzatetto è triplicato in pochi anni ed il numero dei cittadini che si rivolgono ad enti caritatevoli per mangiare è decuplicato.

Per l'economia greca 30 miliardi sono un'enormità... mentre l'Italia grazie al Fiscal Compact dovrà svendere il patrimonio pubblico e gradualmente azzerare i servizi al cittadino: per un debito TRUFFA:

Gli interessi che abbiamo corrisposto fino ad oggi ammontano all'incirca al debito: interessi che paghiamo solo perché non abbiamo sovranità monetaria e siamo costretti a pagare interessi alle banche che stampano moneta dal NULLA. Leggi "ESCLUSIVO - IL DEBITO PUBBLICO? LO ABBIAMO GIA' PAGATO!"

Stampano carta e poi si prendono ricchezza reale: il giochino è questo...

Staff nocensura.com


Il rapporto del Ministero sul rispetto dei LEA. La Sanità non cambia granché: Italia ancora divisa in due

Di Maria Giovanna Faiella  

MILANO - Cure e servizi sanitari "non uguali" per tutti. Questa volta a segnalarlo non sono i pazienti, ma il Ministero della Salute nel Rapporto 2012 (dati 2010) sul rispetto dei Lea, i Livelli essenziali di assistenza, le prestazioni, cioè, che vanno garantite ai cittadini. Secondo il monitoraggio, sono solo 8 le Regioni promosse, tutte del Centro-Nord ad eccezione della Basilicata (GUARDA), mentre sono "parzialmente inadempienti" Abruzzo e Liguria: la prima deve "recuperare" su servizi di assistenza domiciliare, residenziale e cure palliative; l'altra, sul fronte della prevenzione e del tasso di ricoveri ospedalieri che è ancora alto.


Foto: RYANAIR: LE CINTURE NON SERVONO, PRESTO I POSTI IN PIEDI?
Michael O'Leary, capo della compagnia, si dice pronto ad introdurre i posti in piedi sui voli.Secondo Michael O'Leary, capo di Ryanair, le cinture di sicurezza sarebbero inutili. La normativache costringe i passeggeri ad indossarle non è necessaria e si dice pronto ad introdurre i posti in piedi sui voli. 

"Non hai bisogno di una cintura di sicurezza sulla metropolitana di Londra. Non hai bisogno di una cintura di sicurezza a bordo dei treni che viaggiano a 120 miglia all'ora e se si infrangono siete tutti morti", ha aggiunto. La tesi secondo cui le cinture di sicurezza possono prevenire infortuni, spiega, non si dovrebbe applicare in Europa, dove non ci sono aree di turbolenza eccessiva. 

L'idea di O'Leary è dunque quella di consentire ai passeggeri di volare stando in piedi sull'aereo. Questo suo progetto, al momento, è stato ostacolato dalle autorità dell'aviazione. O'Leary aveva suggerito di rimuovere dieci file di posti a bordo per permettere a gruppi di viaggiatori meno esigenti di volare a bassissimo costo. 

da:Cado in piedi



di Carlo Musilli
Arriverà il giorno in cui dovremo chiedere a Bruxelles il permesso di sposarci e avere dei figli? Forse no, si limiteranno a toglierci il diritto di voto. O quantomeno a svuotarlo di ogni significato. Va esattamente in questa direzione l'ultima sconcertante proposta della Cancelliera tedesca Angela Merkel, che ieri davanti al Bundestag ha lanciato un'idea dal sapore totalitario: concedere all'Unione europea il diritto di veto sui bilanci dei Paesi membri.

"Abbiamo fatto buoni progressi nel rafforzamento della disciplina di bilancio con il fiscal compact - ha detto frau Merkel parlando alla Camera bassa del suo Parlamento - ma riteniamo, e lo dico a nome di tutto il governo tedesco, che potremmo fare un passo avanti assegnando all'Europa un vero diritto d'ingerenza sui bilanci nazionali".

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Seguici su Facebook

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi