Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Contenuti (tag)

varie democrazia leggi lobby casta governo esteri editoriale economia scandali fatti e misfatti salute diritti civili mass media giustizia ambiente sanità USA crisi centrosinistra centrodestra diritti umani povertà sprechi forze dell'ordine libertà scienza censura lavoro cultura infanzia animali berlusconi chiesa centro energia internet mafie riceviamo e pubblichiamo europa giovani OMICIDI DI STATO notizie eurocrati carceri banche satira immigrazione scuola facebook renzi euro grillo manipolazione mediatica bilderberg pensione mondo signoraggio guerra alimentari massoneria razzismo poteri forti sovranità monetaria manifestazione Russia finanza debito pubblico tasse disoccupazione travaglio militari ucraina UE banchieri trilaterale mario monti germania geoingegneria agricoltura israele marijuana Grecia siria vaticano big pharma inquinamento ogm parentopoli bambini canapa napolitano Traditori al governo? enrico letta obama terrorismo nwo tecnologia vaccini PD cancro equitalia palestina Angela Merkel austerity sondaggio armi meritocrazia suicidi umberto veronesi video BCE fini privacy magdi allam ministero della salute nucleare clinica degli orrori Putin m5s marra prodi staminali bancarotta boston droga eurogendfor monsanto sovranità nazionale bufala elezioni fondatori del sito globalizzazione iene politica INPS evasione informatitalia.blogspot.it matrimoni gay nigel farage acqua anatocismo moneta nikola tesla società troika usura cannabis diritti fisco fukushima pedofilia rothschild stamina foundation 11 settembre Aspen Institute CIA FBI Giappone africa fmi francia golpe imposimato nsa ricchi terremoto Auriti Onu adam kadmon alimentazione assad attentati autismo bavaglio costituzione draghi federico aldrovandi fiscal compact giuseppe uva lega nord nato petrolio sicilia slot machine sovranità individuale torture Cina Fornero Marco Della Luna Unione Europea aids borghezio controinformazione corruzione crimea famiglie fed giovanardi goldman sachs mcdonald mes pecoraro scanio proteste psichiatria rifiuti rockfeller sciopero servizi segreti spagna svendita terra turchia violenza aldo moro arsenico barnard bonino carne casaleggio dittatura edward snowden elites forconi frutta giustizia sociale inciucio india islam laura boldrini magistratura marine le pen no muos no tav precariato prelievi forzoso propaganda prostituzione roma storia suicidio università vegan virus 9 dicembre Ilva Muos NASA Svizzera alan friedman alluvione antonio maria rinaldi chernobyl corte europea diritti uomo delocalizzazione dentisti diffamazione disabili donne ebola educazione elettrosmog esercito europarlamento false flag farmaci gesuiti gheddafi giuliano amato hiv ignazio marino illeciti bancari illuminati influencer informazione iraq islanda latte legge elettorale mario draghi marò microspia mmt nuovo ordine mondiale paola musu privilegi radioattività riserva aurea salvini sardegna sigaretta elettronica sigonella sindacati spread stati uniti stefano cucchi taranto telefono cellulare ungheria vegetariani veleni Alzheimer Chomsky Consiglio dei Ministri ETA Enoch Thrive Nichi Vendola PNL aborto aborto forzato affidamento amato anonymous anoressia argentina armeni arrigo molinari asteroidi baschi bersani bettino craxi bill gates bin laden boicottaggio boldrini brevetto btp by calcio cambiamento camorra carabinieri cervello chemioterapia cipro class action claudio morganti commercio di organi comunicazione contestazione controllo mentale corte dei conti cosmo cravattari crescita crocetta curiosità daniel estulin danilo calvani david icke davide vannoni dell'utri denaro dentista denuncia disastro discriminazione diseguaglianza dogana domenico scilipoti dossier duilio poggiolini ebook egitto eroina etica eurexit fallimento fiat fido finanziaria fisica fisica quantistica follia fondi d'investimento genocidio ghiandola pineale giorgio gori girolamo archinà gold hollande ilaria alpi illiceità bancarie impresentabili indagini infermieri insetti interessi iran istruzione le iene libia lucio chiavegato luna malattie malta maratona mariano ferro mastropasqua meccanica quantistica melanoma messaggi subliminali messico metalli pesanti meteorite microchip microonde mistero mk ultra mossad multe musica natura obbligazioni ocse oligarchi omofobia oppt orban overdose papa francesco paradisi fiscali parkinson parma partito pirata patrimonio pena di morte pensiero positivo pensioni pesticidi phishing pianeti extrasolari piero grasso pizzarotti plastica polonia polverini pomodori portogallo pregiudicati presidente della repubblica prostata pubblica amministrazione quantum r-fid recessione regno di gaia ricerca riformiamo le banche rigore risveglio coscienze saddam sangue satana schiavi scie chimiche scoperto secessione senzatetto sert sfratto sisa snowden spammer speculazione spionaggio studenti tabacco tasso d'interesse teri terra dei fuochi tossicodipendenza trasfusioni trattato di velsen troll truffe online trust tsipras twitter universo uranio impoverito uruguay vati verdura vessazioni veterinario bravo roma veterinario gianicolense vulcano wikipedia yellowstone
Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

sabato 20 luglio 2013
L'immagine su FB la trovi qui

"USCIRE DALL'EURO SAREBBE UN DISASTRO" ... è quanto sostengono i nostri politici: con voce ferma, sicura, che non ammette dubbio alcuno. Secondo Bersani pensare di uscire dalla moneta unica è addirittura "da pazzi". E milioni di capre gli credono: se lo dice il capo del proprio partito preferito significa che è vero. Che siano falsi bugiardi patentati è palese, rinnovano anno per anno le solite promesse - posti di lavoro, riduzione di tasse, uscita dalla crisi - mentre si sprofonda sempre di più, ma molti continuano a prendere per buone le loro bugie...

Che poi, FATECI CASO: non argomentano mai "i motivi" per cui sarebbe un disastro uscire dall'euro. Si affidano a frasi ad effetto, dichiarazioni "generiche" senza entrare mai nel merito, perché sanno che sarebbero sbugiardati: anche se i mass media danno spazio solo a chi sostiene la cricca eurocrate, infatti gli economisti che sostengono l'uscita dall'euro sono relegati sul web: molti per non stroncarsi la carriera, si adeguano e MENTONO SAPENDO DI MENTIRE: esattamente come i nostri politici, fatto salvo quelli che sono talmente ignoranti da non sapere veramente niente in merito: (*1) e sicuramente non sono pochi. Votano i provvedimenti in aula in base alle indicazioni dei vertici, dopotutto è a loro che devono la loro elezione in parlamento e non ai cittadini, che eleggerebbero anche un piteco se il loro partito lo candidasse. Buona parte degli elettori votano per "ideologia", per "avversione nei confronti della coalizione rivale", o peggio ancora per "coerenza": proprio così, c'è chi vota un partito "perché lo ha sempre votato" o perché lo votano i genitori e lo votavano i nonni. Siamo proprio messi male...

Tornando all'Euro, una MONETA STRANIERA, emessa e controllata da una BANCA PRIVATA (*3) che la presta ad un tasso dell'1% alle banche, che a loro volta la prestano alle nazioni chiedendo un interesse che va dall'1% (Germania) al 6,5% (Portogallo) (*2) non si capisce proprio come qualcuno possa pensare che uscire da questa TRAPPOLA possa nuocerci. 

Qualcuno sostiene che "uscendo dall'euro pagheremmo la benzina molto cara", illazione destituita di fondamento, quando avevamo la Lira infatti la benzina costava molto meno di adesso: inoltre anche i muri sanno che il prezzo della benzina è dovuto in larga misura alle accise: se a causa della svalutazione conseguente dall'uscita dall'euro il prezzo del petrolio dovesse aumentare, basterebbe che il governo diminuisse le accise.

LA SVALUTAZIONE non è necessariamente un male, come qualcuno vuole farci credere: posto che non si capisce perché uscire dall'Euro significherebbe "fare la fine dell'Argentina" (la brutta fine la facciamo restando nell'Euro, non uscendo) svalutare la nostra valuta FAREBBE VOLARE LE NOSTRE ESPORTAZIONI... se lo stato possedesse la SOVRANITA' MONETARIA, stampando denaro si "indebiterebbe con se stesso", non dovremmo pagare interessi agli speculatori: pertanto potrebbe assumere milioni di disoccupati ed impiegarli in servizi e opere pubbliche. La PIENA OCCUPAZIONE è possibile solo per le nazioni SOVRANE: attualmente invece, siamo costretti a sprofondare sempre più nel baratro, il tasso di interesse che ci viene richiesto è INSOSTENIBILE nel lungo periodo... anno dopo anno i banchieri risucchiano il denaro circolante, ci costringono ad indebitarci sempre di più e alla fine ci tolgono i BENI REALI. Un debito ETERNO, INESTIUNGUIBILE nonché una TRUFFA, come spiega in modo semplice "El concursante" (vedi: https://www.facebook.com/photo.php?v=250828844982118&set=vb.118635091520926&type=3&theater)

La controprova è la realtà dei fatti: NONOSTANTE LE TASSE DI MONTI, I TAGLI A SCUOLA, SANITA', SICUREZZA e tutto il resto, il debito pubblico ha stabilito un nuovo record: 2074 MILIARDI DI EURO, tutti i soldi succhiati dall'erario sono finiti nelle tasche dei signori citati sopra a titolo di interessi sui titoli di stato, cioè sul debito pubblico, E LA SITUAZIONE è DESTINATA A PEGGIORARE, visto che L'ERARIO INCASSA SEMPRE MENO: il gettito sta diminuendo a causa dei numerosi falliMonti, imprese che chiudono o delocalizzano, e nel 2014 entrerà in vigore il "Fiscal compact" (vedi http://www.nocensura.com/2012/07/i-drammatici-effetti-del-fiscal-compact.html) Alias "I grandi saldi di fine democrazia", la SVENDITA della nostra riserva aurea e dei beni pubblici, ad iniziare dalle migliori aziende: ENI, Finmeccanica, Poste Italiane, etc... dopodiché saremo a tutti gli effetti una colonia, saremo ospiti in casa nostra, senza alcuna possibilità di ripresa. Le grandi aziende, che realizzano grandi profitti, saranno controllate interamente da gruppi esteri, agli italiani non resterà che lavorare alle loro dipendenze, sempre più sottopagati, senza diritti e ovviamente, PRECARI. Il "posto fisso" resterà un miraggio, e la paura di perdere il posto di lavoro ci metterà nelle condizioni di dover accettare supinamente turni di lavoro massacranti e quant'altro oggi avviene nei paesi del "terzo mondo"...

SE NON USCIREMO DALL'EURO, PREPARATEVI A "MORIRE PER MAASTRICHT", DAL TITOLO DEL LIBRO DI ENRICO LETTA (vedi: http://www.amazon.it/libri/dp/8842052485)

IL MALE VOLUTO NON è MAI TROPPO, DISPIACE SOLO PER QUEI POCHI ITALIANI "SVEGLI" E CONSAPEVOLI CHE SUBISCONO L'IGNORANZA E LA DEMENZA ALTRUI... 

Alessandro Raffa, portavoce di Nocensura.com


(*1) VIDEO: I parlamentari hanno votato il Fiscal compact, ma sostengono di non sapere cos'è: http://bit.ly/12PPGx6 - in realtà se certamente molti di loro non sanno davvero cosa prevede il fiscal compact, una parte di loro lo sa BENISSIMO: fingono di non saperlo perché se è imbarazzante palesare di aver votato un provvedimento senza conoscerlo, lo sarebbe ancora di più spiegare agli italiani che cosa esso prevede: non è necessario essere esperti di economia per capire che esso avrà un impatto DEVASTANTE. L'Italia si è impegnata a rientrare, nel giro di 20 anni, sotto il tetto del 60% di rapporto debito/PIL. Per farlo, stando agli attuali conti pubblici, dovremmo sborsare 46-47 miliardi di euro all'anno per venti anni, ma visto che il PIL è in diminuzione, la somma è destinata ad aumentare: (se il PIL è 1.000 miliardi e il debito è 1.200, il rapporto debito/PIL è del 120%; se il PIL scende a 900 miliardi, i 1.200 miliardi di debito rappresentano una percentuale superiore, e di conseguenza per rientrare nel parametro del 60% dovremo sborsare di più. CONSIDERIAMO INOLTRE, che mentre il PIL si sta contraendo, il debito pubblico è in costante, inesorabile e inarrestabile AUMENTO: tra qualche anno i 46-47 miliardi di rata annuale diventeranno 50, per lievitare negli anni successivi fino a quota 53, 54, 55 ... svendere i beni pubblici e consegnare la riserva aurea non sarà sufficiente: dovranno tagliare fortemente i servizi e aumentare la pressione fiscale, che è già ben oltre i livelli di sostenibilità. Dovranno LICENZIARE decine di migliaia di statali, SE OGGI VI SEMBRA UN "PERIODO NERO", EBBENE SAPPIATE CHE IL PEGGIO DEVE ANCORA ARRIVARE... 

(*2) Ecco gli spread di oggi di tutti i paesi europei: http://finanza-mercati.ilsole24ore.com/reddito-fisso-e-tassi/spread-europa-oggi/ ormai grazie ai mass media tutti sanno che "lo spread è il differenziale tra i bund tedeschi ed i nostri titoli di stato", ma non tutti sanno cosa comporta lo spread. Le nazioni europee, come sappiamo bene, non battono moneta: bensì emettono "titoli di stato", che vengono "acquistati" dagli investitori, i quali ottengono una percentuale di interesse: il valore dei titoli più il tasso di interesse. Maggiore è il "rischio insolvenza" e maggiore è il tasso di interesse: i titoli tedeschi sono considerati molto sicuri, pertanto il tasso di interesse è basso; più i conti dello stato sono dissestati, maggiore è il rischio che questo paese non rimborsi i titoli, più alto è il tasso di interesse corrisposto. QUESTO ALMENO, IN TEORIA: quando lo spread italiano era a quota 500 E PAGAVAMO SUI TITOLI UN TASSO SUPERIORE AL 6% sapevano BENISSSSIMO che avremmo fatto fronte agli impegni di pagamento, anche perché Monti avrebbe venduto il sangue dei cittadini pur di pagare, ma nonostante ciò, il nostro spread era elevatissimo: in modo da "costringerci" ad accettare le varie misure di austerity che il governo Monti ha approvato... [che poi le misure "lacrime e sangue" hanno riguardato i cittadini, visto che alle lobby quel governo ha dispensato numerosi regali... (vedi:
http://www.nocensura.com/2012/07/tutti-i-regali-di-monti-caste-e-poteri.html ) e a dirla tutta, i partiti hanno PEGGIORATO la situazione: la BCE aveva raccomandato tra le altre cose, varie misure - vedi le liberalizzazioni - che avrebbero intaccato anche gli interessi di svariate "caste nazionali", che sono stati salvaguardati dai partiti, che sono finanziati dalle stesse. (vedi:http://www.nocensura.com/2012/08/monti-ci-ha-messo-la-faccia-ma-la.html) Alla fine Monti ha tutelato gli interessi dell'alta finanza, delle banche e dei "poteri forti sovranazionali", i partiti quelli dei "poteri forti nazionali" ed a pagare sono stati i cittadini...

La Germania paga un tasso di interesse sui titoli di stato prossimo all'1%: (facciamo per comodità che la Germania paga un tasso di interesse dell'1,00%) avere lo spread più alto della Germania di "100 punti", significa pagare 1 punto percentuale in più: ovvero il 2%. Se lo spread è superiore di "46 punti" come lo è oggi quello dell'Austria, significa che gli austriaci corrispondono un tasso di interesse sui propri titoli di stato superiore dello 0,46% rispetto a quello della Germania. Il Portogallo, il cui spread è a quota 592, paga un tasso di interesse sui titoli di stato superiore del 5,92% a quello della Germania, ovvero paga il 6,92%

(*3) La BCE è di proprietà delle Banche Centrali dei paesi aderenti: la Banca d'Italia ha il 12,50% delle quote (vedi: http://it.wikipedia.org/wiki/Banca_centrale_europea)
Banca d'Italia che è di proprietà di un ristretto gruppo di banche e assicurazioni private: (vedi:http://it.wikipedia.org/wiki/Banca_d'Italia) l'unico ente pubblico che fa parte dei soci è INPS, con il 5% delle quote. "Intesa Sanpaolo S.p.A." e "UniCredito Italiano S.p.A." - proprietarie rispettivamente del 30,3% e del 22,1% delle quote, insieme possiedono il 50,4% della BdI e di conseguenza sono proprietarie del 6,25% della BCE.
A parte il fatto - per niente secondario - che la BCE crea il denaro dal nulla, in modo autonomo e indipendente e senza copertura aurea ne altro tipo di controvalore, è EVIDENTE come il sistema monetario sia un vero e proprio "GIOCO" SPECULATIVO in mano alle banche: controllano la BCE che stampa denaro, e lo presta alle banche ad un tasso dell'1% (negli ultimi mesi, addirittura, lo 0,50%: il "costo del denaro" è variabile, decide la BCE quale tasso di sconto applicare) e poi le banche lo prestano alle nazioni.
LA BCE DOVREBBE PRESTARE DIRETTAMENTE ALLE NAZIONI: dovrebbe essere cioè "prestatore di ultima istanza", sottraendo alle banche questo sistema speculativo che permette loro di realizzare ingentissimi profitti, inoltre grazie a questo sistema le banche preferiscono acquistare debito pubblico, piuttosto che prestare alle imprese, che è molto più rischioso... oltretutto al nostro paese a fine 2011 e nel 2012 hanno assegnato uno spread elevatissimo, che ha superato quota 500 (costringendoci a pagare oltre il 6% di interessi sui titoli di stato, cioè sul debito pubblico) come se fossimo a 'rischio insolvenza', mentre sapevano benissimo che l'Italia avrebbe pagato: anche perché a capo del governo c'era il loro fedele Mario Monti, che pur di pagare gli interessi sul debito avrebbe venduto gli italiani al mercato delle vacche... il rating elevatissimo secondo la procura di Trani, che ha indagato e rinviato a giudizio le agenzie di rating, è stato il frutto di MANIPOLAZIONI DEL MERCATO (vedi:http://www.nocensura.com/2012/11/hanno-manipolato-il-mercato-rinviate.html)

ALTRI APPROFONDIMENTI:

"La disfatta dell'Italia è la fortuna della Germania"
http://www.nocensura.com/2013/07/euro-la-disfatta-dellitalia-e-la.html - ARTICOLO E APPROFONDIMENTI CIRCA L'USCITA DALL'EURO: CHE SAREBBE UNA SALVEZZA PER L'ITALIA E UNA VERA BATOSTA PER I TEDESCHI, FAVORITI DALL'EURO...

UNA RACCOLTA DI ARTICOLI PER CAPIRE A FONDO LA CRISI E CHI C'E' DIETRO; http://www.nocensura.com/2013/05/una-raccolta-di-articoli-per-capire-le.html - I "POTERI FORTI SOVRANAZIONALI" CHE HANNO IN MANO L'UNIONE EUROPEA: I LORO TRATTATI-CAPESTRO, LE BANCHE D'AFFARI, L'ALTA FINANZA SPECULATIVA, I GRUPPI PARAMASSONICI BILDERBERG, TRILATERAL, ASPEN INSTITUTE & CO.

 

A cura di Alessandro Raffa per Nocensura.com / Cose che nessuno ti dirà di nocensura.com


Un nuovo record per la nostra italietta: la benzina più cara d'Europa!
In alcuni distributori la benzina verde è venduta a 2,01€ al litro;  come al solito arriva l'estate, tempo di vacanza, ed i petrolieri ne approfittano, in pratica ci impongono un "dazio" sulle ferie...


L'articolo de "Il Sole 24 ore": http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-07-17/benzina-sfonda-quota-euro-203709.shtml
coltivazioni monsanto ogm
I cittadini europei in quasi due casi su tre (61 per cento) si sono detti molto contrari ai cibi geneticamente modificati
Considerata l'avversione dei cittadini verso gli organismi geneticamente modificati, la multinazionale americana Monsanto ha annunciato che ritirerà tutte le domande già presentate all'Ue per ottenere l'autorizzazione alla coltivazione di prodotti OGM con unica eccezione di quella relativa al mais Mon810.

Monsanto ha confermato che nei prossimi mesi ritirerà quasi tutte le richieste per la coltivazione di organismi geneticamente modificati (OGM) nell'Unione europea, a causa dell’avversione dei cittadini verso queste colture. Greenpeace accoglie favorevolmente l'annuncio, ma ricorda che la società statunitense cercherà di continuare la vendita del suo controverso mais MON810, ultimo residuo delle coltivazioni OGM in Europa.
Monsanto aveva già annunciato a maggio scorso di voler riconsiderare le sue operazioni in Europa, a causa delle regolamentazioni severe e della mancanza di sostegno politico per le sue colture OGM. Attualmente, solo in Spagna ci sono coltivazioni non irrisorie (circa 100 mila ettari) di MON810. La propaganda di Monsanto per anni ha raccontato di coltivazioni anche in Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia, Polonia e Romania, ma si tratta di superfici insignificanti.
“Questa è una buona notizia per la ricerca, gli agricoltori e icittadini europei. Dopo venti anni di propaganda, Monsanto deve accettare che gli OGM sono tanto inefficaci quanto impopolari”, dichiara Federica Ferrario, responsabile Campagna Agricoltura Sostenibile di Greenpeace.
Ogni settimana ci sono nuove prove degli effetti pericolosi sull’ambiente delle colture OGM, che consolidano la forte opposizione da parte di agricoltori, consumatori e governi: alla fineMonsanto
dovrà ritirare anche il mais MON810. Questo passo potrebbe finalmente creare lo spazio necessario all’agricoltura e alla ricerca scientifica europea per concentrarsi su pratiche e tecnologie moderne che offrono reali progressi per la produzione alimentare, senza impattare negativamente sull'ambiente, la salute e sul sistema agricolo continentale.

Alexis CarrelIn passato è stato dimostrato che una cellula potrebbe vivere per un tempo indeterminato in perfetta salute.

È stato dimostrato realmente in laboratorio da un famoso premio Nobel.

Un famoso fisiologo francese, Alexis Carrel, al Rockefeller Institute for Medical Research, mantenne in vita il cuore di un pollo per circa 29 anni in una soluzione salina (che conteneva minerali nelle stesse proporzioni di quelle del sangue del pollo) che egli rinnovava tutti i giorni.

Carrel giunse alla conclusione che il tempo di vita di una cellula è indefinito fintanto che viene fornito il nutrimento e viene ripulita dalle sue escrezioni.

Difatti le cellule crescevano e prosperavano fintanto che le loro evacuazioni venivano rimosse. Condizioni non igieniche procuravano una minore vitalità, deterioramento e morte.

Carrel mantenne in vita cellule di un cuore di pollo fino a quando qualcuno si dimenticò (dimenticò?) di eliminare le loro escrezioni.

Riuscì quasi a decuplicare la media durata di vita di quelle cellule.
La chiave per mantenere in perfetta salute una cellula è quella di liberarla dai residui dentro e intorno ad essa.
Di Luca Galassi
I super ricchi nel mondo evadono più di tutti. Una ricerca – citata dal quotidiano britannico Guardian – elaborata dal gruppo Tax justice network dal titolo ‘The Price of offshore revisited’ (Il costo delle economie off-shore rivisitato), denuncia un dato impressionante: alla fine del 2010 l’élite mondiale dei Paperoni di tutto il mondo ha custodito almeno 21 trilioni di dollari in conti correnti segreti nei cosiddetti paradisi fiscali off-shore (come la Svizzera e le isole Cayman). Tale cifra assomma a più del valore del pil di Stati Uniti e Giappone messi insieme.

Secondo l’ex economista capo dell’agenzia di consulenza finanziaria McKinsey, James Henry, che ha compilato la stima, la più dettagliata relativa al mondo sommerso dei paradisi fiscali, la cifra potrebbe arrivare a 32 trilioni di dollari. Nel rapporto, viene infatti tenuto in conto solo il capitale finanziario e non le proprietà, fra cui le barche di lusso, che spesso sono iscritte ai registri navali proprio dei Paesi dove è più facile evadere il fisco.

Ad aiutare gli evasori, le banche private: la ricchezza di questi individui – relaziona Henry – è protetta da “un branco di professionisti altamente retribuiti, appartenenti all’industria bancaria, legale, contabile e di investimento che si avvantaggia delle frontiere porose dell’economia globale”.
venerdì 19 luglio 2013
Di Valerio Lo Monaco

Quasi 250 miliardi di sofferenze per i soli istituti del territorio italiano. Sentite puzza di bruciato? Avete ragione. Questa notizia (ora entreremo nei dettagli) si collega direttamente a quella che avevamo dato giorni addietro in merito alla decisione unilaterale all'Ecofin di includere i correntisti, cioè i depositanti, in eventuali salvataggi delle Banche in difficoltà (qui).

In quella circostanza si è stabilito il criterio secondo il quale, nel caso una Banca si trovi in situazioni di difficoltà e abbia bisogno di essere aiutata per non farla fallire, oltre agli azionisti e agli obbligazionisti, si andrà a prelevare anche nei conti correnti dei semplici depositanti.

A suo tempo, con una chiara e colpevole manipolazione giornalistica e comunicativa, i mezzi mainstream hanno veicolato la cosa puntando il tutto sul fatto che "sono salvi i conti correnti fino a 100 mila euro" che per ora - e sottolineiamo per ora - sarebbero garantiti. Rovesciando il messaggio, non hanno insomma comunicato il cuore della notizia: i conti correnti sono a rischio per salvare gli interessi privati dei proprietari delle Banche.
I ministri dell'Eurozona, con una decisione presa a notte fonda, hanno in quella circostanza sancito insomma una nuova norma contro ogni logica ed etica, anche prettamente commerciale: oltre a chi ha investito nelle Banche (azionisti, ad esempio) a coprire eventuali buchi da ora saranno anche tutti quelli che vi hanno semplicemente depositato i propri risparmi. Una rivoluzione copernicana che rende legge europea, di fatto, la procedura di bail-in applicata a suo tempo a Cipro. Cioè, in altre parole, il prelievo forzoso sui conti correnti. O, ancora più chiaramente, un furto.
A Cipro, in quella circostanza, oltre che un po' di (vane) proteste dei locali e anche a livello estero, la cosa è comunque passata senza troppo clamore. O comunque senza la giusta rabbia che sarebbe dovuta esplodere. Un po' di rancore, e poi si è voltato pagina ingoiando il rospo. L'esperimento è insomma perfettamente riuscito, e dunque ora si è proceduto a estenderlo al resto d'Europa.

Londra - Sembra una scena da film dell'orrore, eppure e' successo veramente: una ragazza inglese di 27 anni e' tornata da una vacanza in Peru' con un orecchio infestato da larve carnivore che hanno scavato un 'cunicolo' di 12 mm nei tessuti auricolari della giovane. Mal di testa, dolore al viso, e un costante 'ronzio' nell'orecchio i primi sintomi che qualcosa non andava, poi la fuoriuscita di un fluido dal canale uditivo: il segnale d'allarme che ha spinto Rochelle Harris ad andare all'ospedale una volta rientrata nel Regno Unito.

"Esterrefatti", secondo la Bbc online, i dottori del 'Royal Derby Hospital': dopo aver tentato inutilmente di eliminare gli insetti soffocandoli con olio d'oliva, hanno eseguito un intervento chirurgico locale per estrarre le otto grosse larve che avevano colonizzato l'orecchio della donna. Dall'ospedale hanno spiegato alla stampa inglese che se la famiglia di insetti avesse continuato a masticare i tessuti, avrebbe potuto intaccare i nervi facciali di Rochelle causando la paralisi della muscolatura del viso.
giovedì 18 luglio 2013

Grecia: approvato il taglio di 25mila statali (foto di Sunset Parkerpix, da flickr) (immagini di (foto di Sunset Parkerpix, da flickr))Per soli tre voti nella notte passa la riforma della pubblica amministrazione che prevede migliaia di licenziamenti per i dipendenti dello Stato ellenico. Il provvedimento rientrava nell'ambito degli interventi richiesti dalla troika
Con soli tre voti di margine, il parlamento greco ha approvato la riforma dell'amministrazione pubblica che prevede lo spostamento ad altre funzioni, il licenziamento o la cassa integrazione per 25mila dipendenti statali entro la fine dell'anno. A nulla sono valse settimane di scioperi e proteste: con 153 voti su un totale 300 deputati, Atene ha detto sì al disegno di legge che dà il via libera al piano lacrime e sangue, in un paese già martoriato dalla disoccupazione.

Il disegno di legge rientrava nell'ambito degli interventi richiesti dalla troika per lo sblocco di una nuova tranche di prestito (7 miliardi di euro). L'approvazione è arrivata nella notte, mentre in migliaia protestavano fuori dal parlamento. Sul voto si giocava la tenuta stessa del governo Samaras, che ha una maggioranza di soli cinque voti dopo la crisi politica di giugno e l'uscita dalla coalizione del partito della sinistra moderata.

letta
17 lug – Oggi, stando a quanto si apprende dalle agenzie, le Fiamme Gialle hanno perquisito la sede di Vedrò per verificare una serie di finanziamento effettuati dal Consorzio Venezia Nuova.
La perquisizione rientra nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Venezia:ammonterebbero a decine di migliaia di euro, le donazioni del Consorzio verso Vedrò (Repubblica cita, in merito, fonti vicine all’inchiesta).
Si tratterebbe di sponsorizzazioni per il meeting estivo organizzato annualmente dal 2005 dall’associazione. Quest’anno, ironia del destino (o forse diretta conseguenza del fatto che Vedrò è al governo), il meeting è stato annullato, come spiega la sua Presidente nella home page del sito ufficiale.
Clicca sull'immagine per ingrandirla

La slide su Facebook la trovi QUI


Aumenta il consenso nazionale attorno al primo ministro e al suo partito, mentre Nazioni Unite e Fmi criticano ingiustamente il suo operato
Il premier magiaro Viktor Orban nemico giurato dei grandi organismi dell’usura internazionale è invece molto amato in patria.

All’estero non gode infatti di molta simpatia: tutti dai mass media, alle istituzioni europee, agli organismi mondialisti che lucrano sulla pelle dei popoli come il Fondo monetario internazionale, le banche, le multinazionali puntano il dito contro il primo ministro Orban e il suo Partito Fidesz, colpevoli – a loro dire – di ogni malefatta nei confronti della madrepatria e del popolo magiaro. La difesa della sovranità nazionale ed economica non è gradita agli avversari del premier che sperano in ogni modo di scalzarlo dal potere. Tuttavia nonostante questo, in Ungheria il Partito di centrodestra Fidesz e il suo leader, nonché premier Orban, continua a essere apprezzato dagli elettori e, anzi, è in crescita. Ad attestarlo sono i sondaggi condotti da tutti i principali Istituti demoscopici del Paese. Infatti, i dati diffusi dai tre principali Istituti – Median, Szonda e Tarki – hanno infatti rilevato che Fidesz è in crescita da sei mesi ed è tornata ai livelli dell’autunno 2011, quando era ancora in corso la “luna di miele” post-vittoria elettorale. Il giornale economico online Portfolio.hu da parte sua ha fatto una media dei sondaggi condotti dai tre istituti. Fidesz, che aveva toccato il punto minimo del 18 per cento lo scorso anno, è risalito fino a toccare il 25 per cento dei consensi nelle indagini demoscopiche. I principali rivali del Partito di Orban, invece, vivono una delle loro peggiori stagioni con un seguito che si aggira attorno al 12-15 per cento degli aventi diritto al voto. Ma non tutti sono felici del sostegno che circonda il premier. Nei giorni scorsi infatti in linea con le posizioni assunte da tutti gli organismi dell’usura internazionale è intervenuto il Fondo monetario per accusare le istituzioni nazionali magiare di aver favorito la recessione.
Il veleno nel piatto
I rischi mortali nascosti in quello che mangiamo
Marcello Pamio – tratto dal libro “Il veleno nel piatto” di Marie Monique Robin, ed. Feltrinelli

Non era mai successo prima.
Nella lunghissima storia plurimillenaria l’uomo è sempre stato immerso nella natura cercando con tutti i limiti del caso, di rispettarne il ruolo basilare per la vita stessa.
Oggi invece, ci siamo così allontanati dalla Natura che viviamo completamente immersi nella chimica di sintesi, cioè nell’anti-natura per antonomasia. 
Nel giro di poco più di un secolo, oltre 105.000 sostanze chimiche diverse sono state immesse nell’ambiente dalle industrie. Moltissime di queste sono cancerogene, creano malformazioni nei feti e danni al DNA. 
Le respiriamo, beviamo, mangiamo ogni giorno, e come se non bastasse, ce le fumiamo e spalmiamo sulla pelle.
Qual è il risultato di questa pazzia? 
Crescita esponenziale di tutte le patologie cronico-degenenerative, tumorali e autoimmunitarie. 
La spesa sanitaria nazionale, cioè il mercato dei farmaci, cresce ogni anno a vista d’occhio: nel 2011 ha raggiunto la ragguardevole cifra di 26,3 miliardi di euro (1), oltre 50.000 miliardi delle vecchie lire. Ogni cittadino italiano quindi, spende all’anno di media, 434 euro, per avvelenarsi.
Idem per i tumori: nel 2011 nel nostro paese sono stati diagnosticati 360.000 nuovi casi di tumori maligni, cioè 1000 nuovi tumori al giorno (2), senza contare quelli epiteliali. 
Escludendo infatti questi ultimi, il tumore più frequente tra uomo e  donna, risulta essere quello del colon-retto con quasi 50.000 nuove diagnosi all’anno.
Pelle e intestino, sono gli organi più colpiti dal tumore. 
Ricordate la denuncia presentata dall'avv. Paola Musu, Paolo Barnard e successivamente riproposta da numerosi cittadini nei confronti di Mario Monti, Napolitano, ed i vertici delle istituzioni per il golpe del 2012?

I presentatori di tali denuncie nella maggioranza dei casi non hanno saputo più niente: non sono nemmeno state archiviate. Ma un giovane, Matteo, si è visto accusare di diffamazione da un giudice che ritiene infondate le accuse mosse: di seguito l'articolo che illustra la vicenda

FACCIAMO CONOSCERE QUESTA STORIA!

Staff nocensura.com
- - - - - -
riforma_giustiziaAve a tutti i Sovrani e non ,
qualche tempo fa, quando ero ancora un cittadino Italiano mi è saltato a l’occhio che il governo  tecnico Monti  fosse un modo silenzioso per fare un colpo di stato,  tra tutti gli eletti in parlamento  che c’erano è dovuto venire un banchiere non eletto a GOVERNARE l’Italia e Gli Italiani?? ovvio che non è una cosa carina da fare alla popolazione votante, l’unico modo per esercitare la sovranità è il voto,  e questi se ne sono fregati altamente come nulla fosse… ma visto che la cosa mi indispettì non poco allora,  feci formale denuncia presso i carabinieri, la classica denuncia che scrisse l’avv. Paola Musu e Paolo Bernard, la lessi e essendo d’accordo con ciò che vi era scritto in conformità con la mia consapevolezza di allora la depositai.

Oggi mi contatta il sostituto procuratore della repubblica  Dr Giovanni B. Bertolini e mi indaga per Diffamazione perché avrei incolpato questi gentiluomini in assenza di effettiva verifica dei fatti…….     mi sa che il procuratore ha sottovalutato il fatto che ognuno ha il diritto di esprimere il proprio libero pensiero e privilegiando un reato minore ha discriminato la posizione di TUTTI i cittadini italiani poichè non ha verificato se la mia denuncia fosse infondata al contrario ha indagato un reato per   presunta per  diffamazione!   notifica indagato
cos’è allora questo procedimento verso l’entità giuridica chiamata MATTEO CERASUOLO??  un tentativo di schiacciare ancora di più la popolazione e intimidire i pochi valorosi  che si assumono la responsabilità di fare ciò che nessuno si incarica di fare??
c’è un alro aspetto che vi voglio far notare, ossia  che secondo il procedimento italiano, durante l’interrogatorio dovrebbe essere presente obbligatoriamente un avvocato anche di ufficio come se potesse rappresentare il mio intimo pensiero o il bagaglio intellettuale spirituale culturale che sono fondamento della mia essenza, come se si volesse far intendere che sono un incompetente e ignorante o ancor peggio che non sono degno di potermi rappresentare! ovviamente se non delego nessuno, nessuno può parlare per me che sono Sovrano!
ecco a voi le mie Memorie, a testimonianza che la Verità possa essere sempre onorata affinché  ogni uomo giusto non sia schiacciato dai  presunti poteri forti che oggi non fanno più paura a nessuno, e se un valoroso cavaliere errante passi da qui e voglia unirsi nella difesa della verità mi contatti con il suo consiglio strategico poiché sarà preso in considerazione massima visto che questa causa non è solo mia ma appartiene a tutti gli ITALIANI, che lo sappiano o meno.
mercoledì 17 luglio 2013
Le polemiche scatenate dalla sparata di Calderoli sulla Kjenge non accennano a placarsi: da tutte le parti sono pervenute richieste di dimissioni, sono state imbastite petizioni online con migliaia di firme raccolte nel giro di poche ore, titoloni sulle prime pagine dei giornali, milioni di "status" e "post" sulle reti sociali dedicate alla questione.

Quando la Fornero ha privato del reddito 390.000 persone per decreto - gli esodati, senza lavoro ne pensione - le polemiche furono molto, molto più blande: eppure la questione-esodati è certamente più grave, visto che se la maggioranza degli esodati sono riusciti a 'sopravvivere' grazie al sostegno dei familiari o ai risparmi accumulati in una vita, diverse migliaia di famiglie "monoreddito" si ritrovarono nelle condizioni di non sapere come fare la spesa... tuttavia nessuno chiese le dimissioni della Fornero. I partiti della sinistra non andarono oltre qualche timida critica, le solite promesse senza costrutto.

Con la presente non intendo certo assumere le difese di Calderoli: ma solo evidenziare come in questo paese suscita più indignazione una battuta cretina di un'azione governativa che compromette l'esistenza di migliaia e migliaia di famiglie...

I mass merda sono pronti a versare fiumi di inchiostro per scrivere circa queste CRETINATE, alimentando l'indignazione popolare, mentre quando dovrebbero davvero farlo, si voltano dall'altra parte...

Quanto a Calderoli, egli è Vice-Presidente del Senato anche grazie al Partito Democratico che oggi ne invoca le dimissioni a gran voce: eppure non è certo uno nuovo a certe sparate... come quando, alcuni anni fa, in merito al voto agli immigrati dichiarò che "Un paese civile non può fare votare dei bingo-bongo che fino a qualche anno fa stavano ancora sugli alberi" (vedi: http://it.wikiquote.org/wiki/Roberto_Calderoli) e altre elucubrazioni simili...

Anziché indignarsi oggi, avrebbero potuto pensarci prima di affidare la vice presidenza del Senato ad un tipo come lui.

Ma la vice-presidenza delle Camere deve essere assegnata all'opposizione, che ha una funzione di "controllo democratico", e la casta ha preferito affidarsi a lui che ai deputati del Movimento 5 Stelle: la Lega Nord infatti, fa opposizione "per modo di dire"... certo si guardano bene dal mettere in difficoltà gli amici-alleati del PDL... non mordono, e se mordono, lo fanno piano piano...


Alessandro Raffa per nocensura.com

 

Olio per il corpo "Bio-Oil": naturale? Solo nel nome La denominazione di questo prodotto per la pelle fa pensare alla naturalezza degli ingredienti, ma la sostanza presente in maggiore quantità deriva dalla lavorazione del petrolio. Chiamare questo cosmetico “bio” è una pratica commerciale scorretta: abbiamo scritto all’Antitrust.
Non tutti i cosmetici sono quel che sembrano. Nomi, slogan e trovate pubblicitarie cercano di "indorare la pillola" di solito, soprattutto quando si parla di "naturale". La cosmesi biologica, infatti, è uno dei settori che riesce ad attrarre maggiormente l'attenzione dei consumatori. E le aziende spesso rispondono lanciando sul mercato prodotti che sono solo travestiti di “verde” e che, di naturale, hanno ben poco. È il caso di “Bio-Oil”, un olio per il corpo che di “bio” ha praticamente solo il nome e che per questo abbiamo segnalato all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

Un olio “naturale”

Si tratta di un olio per il corpo venduto nelle farmacie e nelle parafarmacie che – dichiara il produttore – serve per la cura della pelle in caso di cicatrici smagliature, non-uniformità, invecchiamento e disidratazione. Il nome del prodotto è ciò che sta alla base della nostra segnalazione all’Antitrust: il termine “bio”, infatti, fa presupporre che si tratti di un cosmetico biologico o comunque naturale. Ma basta leggere l’etichetta per capire che non è proprio così.

****** SE SEI STANCO DI ESSERE PRESO IN GIRO DAI MASS MEDIA, INFORMATI... DI SEGUITO VI PROPONIAMO UNA SERIE DI DOCUMENTI E ARTICOLI PER CAPIRE COSA BOLLE IN PENTOLA: non prendete per buono ciò che vi è scritto... bensì CERCATE RISCONTRO, INFORMATEVI ULTERIORMENTE CERCANDO SUL WEB, LEGGETE ANCHE LA DISINFORMAZIONE DI CHI NEGA CERTE REALTA' PER "INTORBIDIRE LE ACQUE" E CREARE CONFUSIONE NELL'OPINIONE PUBBLICA: il signoraggio bancario - come dice l'avv. Marra - "è più difficile da credere che da capire"... ma se vi informate a fondo potrete fare le vostre valutazioni, liberamente.


L'UNICO VERO MOTIVO DELLA CRISI: Negli ultimi 30 anni abbiamo pagato 3.100 MILIARDI DI INTERESSI SUL DEBITO PUBBLICO (TRUFFA)!
http://www.nocensura.com/2013/09/lunico-vero-motivo-della-crisi-la.html


"DOSSIER: Ecco quando è iniziata la crisi dell'Italia; era il 1992 sul panfilo Britannia"http://www.nocensura.com/2012/02/dossier-ecco-quando-e-iniziata-la-crisi.html

"L'ITALIA VITTIMA DI UN COMPLOTTO E LE PROVE CHE MONTI è COMPLICE"
(Chi è Mario Monti; di quali poteri è espressione; circa il Golpe2012; approfondimenti per capire la situazione italiana e internazionale; approfondimenti vari)
http://www.nocensura.com/2012/06/litalia-vittima-di-un-complotto-e-le.html

"I drammatici effetti del "Fiscal compact" sulle nostre vite spiegati in modo semplice"

http://www.nocensura.com/2012/07/i-drammatici-effetti-del-fiscal-compact.html
* ALTRI ARTICOLI E DOCUMENTI SUL PANFILO BRITANNIA:

"La storia del panfilo Britannia"

http://www.nocensura.com/2012/05/la-storia-del-panfilo-britannia.html

"Panfilo Britannia, 1992. L'inizio della fine dell'Italia..."http://www.nocensura.com/2013/03/panfilo-britannia-1992-linizio-della.html

"Le privatizzazioni degli anni '90 (decise sul 'Panfilo Britannia')"
http://www.nocensura.com/2013/02/le-privatizzazioni-degli-anni-90-decise.html

* CIRCA IL ''MECCANISMO EUROPEO DI STABILITA'' (MES o ESM)

"Quello che devi sapere sul "MES" e le altre leggi dittatoriali dell'Unione Europea"
http://www.nocensura.com/2012/06/quello-che-devi-sapere-sul-mes-e-le.html
"LA TRAPPOLA NASCOSTA DEL MES: P A S S A P A R O L A ! ! !"http://www.nocensura.com/2012/07/la-trappola-nascosta-del-mes-p-s-s-p-r.html

"Perché il "MES" non è un "patto di stabilità" qualsiasi ma una dittatura"http://www.nocensura.com/2012/03/perche-il-mes-non-e-un-patto-di.html

"IL TRATTATO DEL MES CHE PORTERA' MISERIA E DISPERAZIONE"http://www.nocensura.com/2012/12/il-trattato-del-mes-che-portera-miseria.html

 
 *** ALTRI APPROFONDIMENTI PER CAPIRE LA SITUAZIONE (e per trarre le conclusioni alla luce del fatto che NESSUN PARTITO, SINDACATO, GIORNALE/TV NE PARLA...)


Incredibile: l'ex Presidente Cossiga smascherò Mario Draghi in TV!
http://www.nocensura.com/2012/12/incredibile-lex-presidente-cossiga.html


Multinazionali, banche, gruppi di potere, alta finanza: tentacoli dello stesso mostro (L'articolo contiene link a molti altri approfondimenti)http://www.nocensura.com/2012/07/multinazionali-banche-gruppi-di-potere.html

"Il mondo in mano ad una casta: il “Club Bilderberg” + video intervista a Estulin"http://www.nocensura.com/2012/04/il-mondo-in-mano-ad-una-casta-il-club.html

"Il club Bilderberg - La storia segreta dei padroni del Mondo. di Daniel Estulin"http://www.nocensura.com/2012/03/il-club-bilderberg-la-storia-segreta.html






"Imposimato a "La Zanzara": "Dietro a strategia della tensione la regia del gruppo Bilderberg, ne ho parlato anche con Grillo"
http://www.nocensura.com/2013/04/imposimato-la-zanzara-dietro-strategia.html


"Alessandrini, il magistrato (ucciso) che nel 1970 indagava su Bilderberg e stragi di stato"
http://www.nocensura.com/2013/01/alessandrini-il-magistrato-ucciso-che.html


Ferdinando Imposimato: "Dietro le Stragi di Stato, il Gruppo Bilderberg"
http://www.nocensura.com/2013/01/ferdinando-imposimato-dietro-le-stragi.html


"Marra: Monti chiarisca: Imposimato dichiara: Bilderberg dietro stragi e governo invisibile del mondo."
http://www.nocensura.com/2013/02/marra-monti-chiarisca-imposimato.html



UE: Borghezio dopo le accuse di Imposimato: "Montii chiarisca legami con Bilderberg"
http://www.nocensura.com/2013/01/ue-borghezio-dopo-le-accuse-di.html


Stragi di stato e Bilderberg: la magistratura dovrebbe far luce
http://www.nocensura.com/2013/01/stragi-di-stato-e-bilderberg-la.html


Marra ha presentato, oggi 1.2.2013, denunzia contro il Bilderberg e Montihttp://www.nocensura.com/2013/02/marra-ha-presentato-oggi-122013.html



"Che cos'è il signoraggio bancario"
http://www.signoraggio.it/che-cose-il-signoraggio/



"Eurogendfor, la nuova polizia europea con poteri illimitati"
http://www.nocensura.com/2011/11/eurogendfor-la-nuova-polizia-europea.html
 

Imposimato a Pandora TV: "11 settembre: sinora nessun processo, nessuna verità. Noi ci proviamo".
http://www.nocensura.com/2013/01/imposimato-pandora-tv-11-settembre.html
 

"BELLISSIMO ARTICOLO SUL SIGNORAGGIO BANCARIO DI MAGDI ALLAM"
http://www.nocensura.com/2012/07/bellissimo-articolo-su-signoraggio.html

"L'importanza della sovranità monetaria: Giappone, debito 240% e nessun problema!"
http://www.nocensura.com/2012/07/limportanza-della-sovranita-monetaria.html


Parla di Bilderberg, Trilaterale, MES, signoraggio: CENSURATO da "LE IENE" ?
http://www.nocensura.com/2013/04/parla-di-bilderberg-trilaterale-mes.html


"DOSSIER COMPLETO CHI CONTROLLA IL MONDO (ebook in formato PDF)"
http://www.nocensura.com/2013/04/dossier-completo-chi-controlla-il-mondo.html
 

"Paola Musu: sovranità monetaria o guerra civile"http://www.nocensura.com/2013/03/paola-musu-sovranita-monetaria-o-guerra.html
"Le "bellissime" promesse di Berlusconi: ecco cosa c'è dietro... EDITORIALE"
http://www.nocensura.com/2013/04/le-bellissime-promesse-di-berlusconi.html

 Km di programmi, proclami, promesse, CAZZATE quando basterebbero 2 parole: SOVRANITA' MONETARIA. 
http://www.nocensura.com/2013/02/km-di-programmi-proclami-promesse.html

Le vere cause della crisi e la grande manipolazione globale
http://www.nocensura.com/2012/11/le-vere-cause-della-crisi-e-la-grande.html


IL DEBITO PUBBLICO è UNA TRUFFA!!!
http://www.nocensura.com/2013/02/il-debito-pubblico-e-una-truffa.html


LA GRANDE TRUFFA: FATELA CONOSCERE A TUTTI
http://www.nocensura.com/2012/12/la-grande-truffa-fatela-conoscere-tutti.html


"I colossi dell'alta finanza: "L'Italia dovrà chiedere aiuti e sarà commissariata"
http://www.nocensura.com/2012/11/i-colossi-dellalta-finanza-litalia.html


"Chi e’ veramente Mario Monti e qual e’ il suo obiettivo"
http://www.nocensura.com/2012/10/chi-e-veramente-mario-monti-e-qual-e-il.html


"Altro che fallimento L'euro sta provocando ciò per cui è stato progettato dall'oligarchia"
http://www.nocensura.com/2012/07/altro-che-fallimento-leuro-sta.html


"Italia in saldo: svendere il paese per 20 miliardi l’anno"
http://www.nocensura.com/2012/07/italia-in-saldo-svendere-il-paese-per.html


"Monti? Molto bravo e professionale. Nel fare gli interessi di Bilderberg e company..."
http://www.nocensura.com/2012/07/monti-molto-bravo-e-professionale-fare.html


"Si chiama ERF l'ultima trappola degli eurocrati per arrivare alla nostra riserva aurea"
http://www.nocensura.com/2012/06/si-chiama-erf-lultima-trappola-degli.html 

 

 "Colpo di spread: Nulla è stato casuale: tutto architettato da lontano e per tempo."
http://www.nocensura.com/2011/11/colpo-di-spread-nulla-e-stato-casuale.html

"Ecco chi manovra i "famosi" mercati che condizionano ogni decisione" 

"HENRY KISSINGER E IL GRUPPO BILDERBERG DIETRO ALL'OMICIDIO DI ALDO MORO"


"DOSSIER: La famiglia più potente del mondo: i ROTHSCHILD"http://www.nocensura.com/2012/02/dossier-la-famiglia-piu-potente-del.html

"A SETTEMBRE SI SVENDONO L'ITALIA"

http://www.nocensura.com/2012/08/a-settembre-si-vendono-litalia.html

Agenzie di rating, ecco chi controlla “le tre sorelle”
http://www.nocensura.com/2012/01/agenzie-di-rating-ecco-chi-controlla-le.html
"DIARIO DI UN SACCHEGGIO: ECCO COSA VUOLE VERAMENTE DA NOI LA GERMANIA"
http://www.nocensura.com/2013/04/diario-di-un-saccheggio-ecco-cosa-vuole.html


"Il passato scomodo di Monti, dirigente FIAT nel periodo di tangenti a Craxi"
http://www.nocensura.com/2012/03/il-passato-scomodo-di-monti-dirigente.html
***** DIVULGAZIONE CONSIGLIATA ***** ANZI: PER FAVORE, DIVULGATE AL MASSIMO!!!
 

Staff nocensura.com


Guarda la brochure-dossier qui

Continua l’operazione verità a ridosso del giorno in cui si aprirà il processo ai notav. Pubblichiamo e chiediamo di diffondere l’inchiesta completa che abbiamo denominato Operazione Hunter, per dimostarre una volta in più l’assoluta parzialità del lavoro delal Procura della Repubblica che imbastirà domani, un processo politico mascherato da fatti specifici.
Il dossier mostra minuziosamente come il senso della giustizia di questi signori, sia a senso unico.

Fonte: notav.info

martedì 16 luglio 2013
Di Valerio Lo Monaco
Quasi oscurata dalle altre notizie che hanno occupato le prime pagine dei giornali la settimana scorsa, la tematica più importante è un'altra: il nostro Paese si prepara a svendere immobili e altri gioielli di famiglia, oltre a varare nuove norme, per un totale, parziale quanto si vuole eppure niente affatto modesto, di 400 miliardi.

Lo scenario è pertanto inequivocabile: come era facile prevedere stiamo entrando in una nuova fase dello smantellamento del nostro Stato. Dopo l'ondata delle misure di austerità imposte da Monti, una delle ultime importanti cose che il governo del professore del Bilderberg e di Goldman Sachs non aveva fatto in tempo a mettere in pratica è ora nelle mani di Enrico Letta, anch'egli, come sappiamo, degli ambienti del "Gruppo". 

Stiamo parlando delle privatizzazioni e della messa all'asta di ciò che è nostro onde far fronte ai debiti accumulati nel tempo. 

Il governo vorrebbe, con questa operazione, tagliare appunto 400 miliardi di debito pubblico, facendo fede così al Fiscal Compact in "partenza" dal 2015. Secondo Brunetta, 100 miliardi arriverebbero dalla vendita dei beni pubblici, 40-50 dalla costituzione e cessione di società per le concessioni demaniali (chi saranno i proprietari di tali società?), 25-35 miliardi dalla tassazione ordinaria delle attività finanziarie detenute in Svizzera (come se la cosa fosse facile da applicare…) e ulteriori 215-235 miliardi da questa "operazione choc" di svendita. Appunto. 

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Seguici su Facebook

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi