Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Contenuti (tag)

varie democrazia leggi lobby casta governo esteri editoriale economia scandali fatti e misfatti salute diritti civili mass media giustizia ambiente sanità USA crisi centrosinistra centrodestra diritti umani povertà sprechi forze dell'ordine libertà scienza censura lavoro cultura infanzia animali berlusconi chiesa centro energia internet mafie riceviamo e pubblichiamo europa giovani OMICIDI DI STATO notizie carceri eurocrati banche satira immigrazione scuola facebook renzi euro grillo manipolazione mediatica bilderberg pensione mondo guerra signoraggio alimentari massoneria poteri forti razzismo sovranità monetaria manifestazione Russia finanza tasse debito pubblico disoccupazione travaglio militari ucraina UE banchieri trilaterale israele mario monti germania agricoltura geoingegneria marijuana Grecia siria vaticano big pharma inquinamento ogm parentopoli bambini canapa napolitano Traditori al governo? enrico letta obama terrorismo nwo tecnologia vaccini PD cancro palestina equitalia Angela Merkel armi austerity sondaggio meritocrazia suicidi umberto veronesi video BCE fini privacy magdi allam ministero della salute nucleare clinica degli orrori Putin m5s marra prodi staminali bancarotta boston droga eurogendfor monsanto sovranità nazionale bufala elezioni fondatori del sito globalizzazione iene politica INPS evasione informatitalia.blogspot.it matrimoni gay nigel farage acqua anatocismo moneta nikola tesla società troika usura cannabis diritti fisco fukushima pedofilia rothschild stamina foundation 11 settembre Aspen Institute CIA FBI Giappone africa fmi francia golpe imposimato nsa ricchi terremoto Auriti Onu adam kadmon alimentazione assad attentati autismo bavaglio costituzione draghi federico aldrovandi fiscal compact giuseppe uva lega nord nato petrolio servizi segreti sicilia slot machine sovranità individuale torture Cina Fornero Marco Della Luna Unione Europea aids borghezio casaleggio controinformazione corruzione crimea famiglie fed giovanardi goldman sachs mcdonald mes pecoraro scanio proteste psichiatria rifiuti rockfeller sciopero spagna svendita terra turchia violenza aldo moro arsenico barnard bonino carne dittatura edward snowden elites forconi frutta giustizia sociale inciucio india iraq islam laura boldrini magistratura marine le pen no muos no tav nuovo ordine mondiale precariato prelievi forzoso propaganda prostituzione roma storia suicidio università vegan virus 9 dicembre Ilva Muos NASA Svizzera alan friedman alluvione antonio maria rinaldi chernobyl chico forti corte europea diritti uomo delocalizzazione dentisti diffamazione disabili donne ebola educazione elettrosmog esercito europarlamento false flag farmaci gesuiti gheddafi giuliano amato hiv ignazio marino illeciti bancari illuminati influencer informazione islanda latte legge elettorale mario draghi marò microspia mmt paola musu privilegi radioattività riserva aurea salvini sardegna sigaretta elettronica sigonella sindacati spread stati uniti stefano cucchi taranto telefono cellulare truffe online ungheria vegetariani veleni Alzheimer Chomsky Consiglio dei Ministri ETA Enoch Thrive Nichi Vendola PNL aborto aborto forzato affidamento amato anonymous anoressia argentina armeni arrigo molinari asteroidi baschi bersani bettino craxi bill gates bin laden boicottaggio boldrini brevetto btp by calcio cambiamento camorra carabinieri cervello chemioterapia cipro class action claudio morganti commercio di organi comunicazione contestazione controllo mentale corte dei conti cosmo cravattari crescita crocetta curiosità daniel estulin danilo calvani david icke davide vannoni dell'utri denaro dentista denuncia disastro discriminazione diseguaglianza dogana domenico scilipoti dossier duilio poggiolini ebook egitto eroina etica eurexit fallimento fiat fido finanziaria fisica fisica quantistica follia fondi d'investimento genocidio ghiandola pineale giorgio gori girolamo archinà gold hollande ilaria alpi illiceità bancarie impresentabili indagini infermieri insetti interessi iran istruzione le iene libia lucio chiavegato luna malattie malta maratona mariano ferro mastropasqua meccanica quantistica melanoma messaggi subliminali messico metalli pesanti meteorite microchip microonde mistero mk ultra mossad multe musica natura obbligazioni ocse oligarchi omofobia oppt orban overdose papa francesco paradisi fiscali parkinson parma partito pirata patrimonio pena di morte pensiero positivo pensioni pesticidi phishing pianeti extrasolari piero grasso pizzarotti plastica polonia polverini pomodori portogallo pregiudicati presidente della repubblica prostata pubblica amministrazione quantum r-fid recessione regno di gaia ricerca riformiamo le banche rigore risveglio coscienze saddam sangue satana schiavi scie chimiche scoperto secessione senzatetto sert sfratto sisa snowden spammer speculazione spionaggio studenti tabacco tasso d'interesse teri terra dei fuochi tossicodipendenza trasfusioni trattato di velsen troll trust tsipras twitter universo uranio impoverito uruguay vati verdura vessazioni veterinario bravo roma veterinario gianicolense vulcano wikipedia yellowstone
Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

sabato 2 luglio 2011


Dopo le ispezioni e i sabotaggi dei giorni scorsi, molti di noi si stavano domandando quando il governo greco sarebbe uscito finalmente allo scoperto con una presa di posizione ufficiale e diretta nei confronti della Freedom Flotilla.
La risposta è arrivata, puntuale: oggi.


Un comunicato emesso dal Ministero degli Interni greco ha ufficialmente proibito la partenza di qualunque imbarcazione battente bandiera greca o straniera alla volta di Gaza o verso acque "controllate" da Israele. Dichiarando anche che la Guardia Costiera avrebbe adottato tutte le misure necessarie per far rispettare questa direttiva. L'intera area del Mediterraneo orientale sarebbe stata, poi, monitorata elettronicamente per rilevare la presenza e i movimenti delle imbarcazioni della Freedom Flotilla.


La US Boat to Gaza, che questa mattina aveva manifestato davanti all'ambasciata Usa ad Atene il proprio sdegno di fronte all'impossibilità di partire, ancora in attesa dei risultati delle ispezioni a cui era stata sottoposta la loro imbarcazione, ha deciso di agire, in coscienza e forte della convinzione della propria, delle nostre ragioni, e di lasciare le coste greche. Dopo circa 20 minuti dalla partenza, l'Audacity of Hope è stata intercettata dalla guardia costiera che, prima via radio, poi inviando una lancia con a bordo 6 uomini armati, con tanto di scorte di lacrimogeni e maschere antigas, ha intimato ai 36 passeggeri americani e all'equipaggio di retrocedere.


Stessa sorte poche ore dopo per Tahrir, la barca canadese che ospita anche la giornalista israeliana Amira Hass. Tentando di lasciare il porto della località cretese dove era attraccata, è stata bloccata dalla guardia costiera. Sandra Ruch, rappresentatnte del Canada nello Steering Committee della Coalizione Internazionale della Freedom Flotilla, per essersi rifiutata di consegnare i documenti di navigazione nelle mani delle guardie che intendevano sequestrarli senza averne alcun diritto, ha rischiato addirittura di essere arrestata. Quei documenti Sandra non li avrebbe lasciati nemmeno sotto tortura, conosco bene la sua tenacia. E quei documenti sono ancora nelle sue mani. Per quanto possa contare. Di certo non molto per la guardia costiera greca che con arroganza, prima di andarsene, le ha detto: "Tenetevi pure quei documenti, tanto da qui non vi muoverete mai, comunque".


Per Oxfam è una delle quattro "zone calde"nella mappa dell'insicurezza alimentare mondiale ma la crisi che ha colpito l'Africa Orientale nelle ultime settimane ha proporzioni spaventose. In italiano si direbbe molto semplicemente mancanza di cibo, i report delle Nazioni Unite la chiamano "food security crisis" ma il concetto non cambia. E da New York sottolineano che si tratta dellapeggiore crisi di sempre. Quasi nove milioni di persone dipendono dalla distribuzione di razioni alimentari da parte delle organizzazioni umanitarie ma il loro numero potrebbe salire presto a 20 milioni.
Molteplici le cause. Innanzitutto, le basse precipitazioni registrate a dicembre dell'anno scorso, che hanno permesso raccolti scarsi. Si aggiunga la contrazione progressiva delle aree coltivabili, a causa del land grabbing, e la spirale inflazionistica che si è abbattuta sul mercato dei prodotti petroliferi e di quelli alimentari, solo in parte spiegata dalla povertà dei raccolti, e il quadro è completo.

Oltre ai ritardi e alla moltiplicazione dei costi, nella corsa francese all'atomo ci sono le morti bianche. Oltre ai tragici incidenti, moltissimi infortuni non denunciati. E la situazione dei lavoratori, spesso stranieri, spesso interinali, che vengono sfruttati o non regolarizzati

Un salto di una decina di metri. Mortale. L’11 giugno scorso si è sfracellato al suolo un tecnico al lavoro a Flamanville, sulla costa della Normandia, nel cantiere dell’Epr, il nuovo e supertecnologico reattore nucleare di terza generazione costruito da Edf, il colosso francese, assieme agli italiani di Enel, che detiene il 12,5 per cento della joint venture. E’ morto un uomo di 32 anni, futuro padre, responsabile della sicurezza di una parte del cantiere e dipendente della società Endel: ancora in vita è stato portato in elicottero all’ospedale della vicina Cherbourg. Ma non c’era più niente da fare.

Venerdì scorso, invece, un lavoratore di Areva, altro gigante dell’atomo made in France, impegnato in questo megaprogetto, ha staccato a notte fonda. Aveva 29 anni. E’ rimasto ucciso in un incidente stradale sulla strada del ritorno a casa. Il 24 gennaio scorso era stata la volta di un lavoratore interinale, impiegato momentaneamente dalla Norméntal, un’altra delle svariate aziende coinvolte nell’Epr, la cui costruzione fa riferimento a un capofila, il più grosso gruppo di costruzioni francese, Bouygues. L’uomo aveva 37 anni, padre di tre figli. Era uno dei cosiddetti «nomadi» del nucleare francese, personale occupato con contratti a breve (talvolta brevissimo) termine per i lavori «sporchi» da effettuare per il mantenimento delle centrali o per la loro costruzione. Si spostano da una centrale all’altra, rincorrendo uno stipendio che è sempre più basso di quello dei dipendenti di Edf o Areva, gli «aristocratici » del settore.


A Bolzano lo stesso percorso è rimborsato 37 euro. Le aziende private al massimo arrivano a 30. Così i consiglieri del Movimento 5 Stelle presentano un esposto alla Corte dei Conti: "Contro ogni regola dettata dall'Aci".

Rimborsi chilometrici
: nella provincia autonoma di Bolzano, i funzionari pubblici e i consulenti che lavorano su progetti finanziati con denaro pubblico ricevono in media 37 centesimi di euro con variazioni mensili legate alle oscillazioni del prezzo della benzina. A Roma, invece, ci sono aziende private di piccole e medie dimensioni che ricevono commesse da istituzioni e che si rifanno, caso per caso, ai tariffari Aci orientandosi tendenzialmente su un uso medio di 30 mila chilometri all’anno e assestandosi per lo più tra i 27 e i 33 centesimi. I picchi si possono talvolta raggiungere se si usano auto come una Fiat Punto 1.8 per meno di 5 mila chilometri all’anno: in questo caso il rimborso sarà, almeno in termini orientativi, di 44 centesimi a chilometro.

In Emilia Romagna invece no. Se siete un consigliere regionale in viaggio per conto dell’Assemblea e da Bologna andate a Rimini, un centinaio di chilometri di viaggio, c’è caso che vi vediate rimborsare – ritorno escluso – 81 euro. Infatti 0,81 è la tariffa a chilometro, con un aumento del 30 per cento rispetto al passato, quando la tariffa era di 0,65.

venerdì 1 luglio 2011
 
Sembra una beffa del destino che il capo della polizia italiana si chiami Manganelli. Non sarà stato messo lì apposta? Nel nome una garanzia. C’è qualcosa di intrinsecamente osceno nelle manganellate delle forze dell’ordine distribuite ad inermi manifestanti, tanto è vero che i poliziotti inglesi – i Bobby – per lungo tempo furono sprovvisti di sfollagente. E lo sono ancora di più le manganellate date ai terremotati abruzzesi. Ma come? Nel 1976, dopo il terremoto del Friuli, ai miei conterranei furono elargiti aiuti economici, mentre a quelli abruzzesi manganellate. Cos’è cambiato, in Italia, in questi ultimi trentacinque anni?
Proviamo per un attimo, come esercizio psicologico, a sforzarci di vedere le cose, attraverso la visiera dell’elmetto, dal punto di vista del celerino. Noi rimaniamo singoli individui anche quando ci mescoliamo ad altre centinaia di manifestanti e ci stupiamo di tanta cattiveria nei nostri confronti, mentre un poliziotto addestrato a picchiare la gente ci vede come una massa indistinta. Non conosce i nostri nomi, non sa che lavoro facciamo (se ne facciamo uno), non sa che partito abbiamo votato alle ultime elezioni, se siamo donatori di sangue o se tifiamo per l’Inter, se abbiamo una madre anziana da accudire o se abbiamo figli da mandare all’università. Soprattutto non si rende conto che siamo dei borghesi come lui, a cui la scuola e l’intera società ha fatto il lavaggio del cervello, facendoci credere negli ideali della democrazia e nel rispetto delle istituzioni. La cosa è semmai ancora più paradossale: nonostante sia un servitore delle istituzioni, il poliziotto manganellatore non si rende conto che con ogni manganellata distribuita mina alle radici la fiducia della persona colpita in quella democrazia e quelle istituzioni che, manganellando, è chiamato a proteggere e tutelare. La fiducia è una cosa seria.
Ogni botta sulla testa o nei gomiti o sulle mani dei manifestanti è un colpo di piccone alla diga di credibilità dell’intero sistema basato sulla fiducia del cittadino votante, che delega i suoi rappresentanti alla gestione del bene comune, il bene della Polis.



L'Italia potrà cambiare solo quando ci decideremo a SVINCOLARCI dai partiti, quando i cittadini riusciranno ad organizzarsi in movimenti civici FORTI, del quale tutti dovremmo essere parte attiva, e soprattutto, dobbiamo PRETENDERE che chi viene eletto faccia le cose per bene. E questo significa verificare il lavoro degli amministratori, valutare come spendono i soldi, valutare l'efficacia delle misure che intraprendono, VERIFICARE CHE LAVORINO PER NOI. Cosa che oggi non accade quasi mai, anzi ormai sembra persino scontato che non avvenga! 

Oggi sono i partiti a decidere chi deve sedere in parlamento: chiunque propongono viene eletto. Anche se non ha fatto niente, ANCHE SE HA LAVORATO MALE... 

come alcuni amministratori di Prato, che dopo aver acconsentito alla distruzione dell'economia locale e della città, (A Prato la crisi è stata particolarmente sentita per problemi locali) sono stati PREMIATI, e mandati in parlamento o in Regione, dove con poca fatica ottengono un super stipendio, e dei super privilegi, come la pensione dopo 3 anni di mandato.

A Prato è stato eletto un sindaco "civico", che tuttavia è condizionato dalla partitocrazia dell'Udc e del centrodestra: ma la "nota positiva" di quella giunta, è l'assessore ALDO MILONE, candidato a sindaco per una lista civica locale, è divenuto assessore grazie ad accordi sul programma: RISPONDE DEL SUO OPERATO AI CITTADINI/ELETTORI, E NON ALLA PARTITOCRAZIA: e si vede!

Infatti è di gran lunga l'elemento migliore sotto diversi punti di vista, ad iniziare dal suo OPERATO (non chiacchiere, promesse, ma FATTI) e dai RISULTATI CONSEGUITI: in 2 anni di mandato si è guadagnato la stima, il rispetto e la fiducia di moltissimi cittadini pratesi, di centrodestra e di centrosinistra.

E' AI POLITICI COME LUI, IL CUI LAVORO E IMPEGNO SONO DINNANZI A TUTTI, CHE I CITTADINI DEVONO DARE FIDUCIA! 

Riprendiamoci la Nostra Italia!

Staff nocensura.com
con la collaborazione del comitato spontaneo "Rivogliamo la Nostra Prato"







Condividi su Facebook


Vogliamo integrare il testo DIS-EQUITALIA: Togliere ai poveri per dare ai ricchi - EDITORIALE, che sottoscriviamo pienamente, con alcune riflessioni:


Cosa fanno i politici dinnanzi alla situazione descritta? Che è solo una delle TANTE situazioni che non possono essere accettate...


Cosa dice il centrosinistra? E il centrodestra? E il Centro?


Cosa dicono i magnaccia super-pagati del parlamento? Loro dopotutto, stanno dalla parte di coloro che, semmai, la casa l'acquistano all'asta... a prezzo di svendita.


L'UNICA REALTA' CHE NOI CONOSCIAMO E' IL FATTO CHE NESSUNO NE PARLA. CHE NESSUNO FA QUALCOSA DI REALE PER CAMBIARE QUESTA SITUAZIONE CHE VA AD AFFOSSARE DEFINITIVAMENTE I NOSTRI CONNAZIONALI CHE VERSANO IN UNA SITUAZIONE DI DISAGIO ECONOMICO, PRIVANDOLI PERFINO DELLA CASA, PER DI PIU', SVENDENDOLA!!!


L'unica cambiamento possibile, può arrivare dal basso.
Può arrivare dalla gente, o al massimo da quei politici che sono legittimati e sorretti dal popolo, e non dai partiti: che rispondo del loro operato ai cittadini/elettori, e non ai partiti.


Fino a quando le candidature le decideranno i partiti, il politico di turno risponderà a loro del proprio operato, dopotutto sono in parlamento grazie al partito e non grazie agli elettori: che avrebbero votato chiunque venga presentato.


SOSTENIAMO I MOVIMENTI CIVICI, I CITTADINI CHE SI IMPEGNANO IN POLITICA PARTENDO "DAL BASSO", COME ALDO MILONE (Assessore alla sicurezza del Comune di Prato), SASCIA LUCIBELLO (Consigliere Comunale a Riparbella (PI) e chiunque dimostri di perseguire gli interessi dei cittadini... che devono giudicare obbiettivamente, e non votare per "partito preso" e magari difendere il proprio politico di riferimento anche di fronte agli sbagli più grossolani!


Chiudiamo, invitandovi a condividere sulla Vostra bacheca l'articolo DIS-EQUITALIA: Togliere ai poveri per dare ai ricchi - EDITORIALE che illustra una realtà socialmente rilevantissima, di cui nessuno parla: e i nostri "poveri", vengono affossati definitivamente.... può capitare a chiunque!!!

Antonio B. - Serena C. - Francesca T.
collaboratori del blog www.nocensura.com





Condividi su Facebook




Condividi su Facebook


DIS-EQUITALIA.
Se per caso non riuscite a pagare mutuo, rate, o vi indebitate, per un debito di 25.000 Euro la Vostra casa potrebbe finire all'asta: ne vale 200.000, la vendono all'asta a prezzi che possono scendere addirittura sotto il 50% del valore, dopo le prime aste andate a vuoto.

Ci sono dei cittadini, che per un debito di 50.000 Euro si sono visti svendere a 70.000 Euro all'asta la propria casa: che ne vale 200.000 e che loro hanno pagato 350.000 grazie agli interessi di un mutuo ventennale.

Diversi i casi di persone che si sono suicidate: qualcuno ne ha parlato, una sera in un noto programma Tv intervistarono la figlia di un "suicida" che sarebbe meglio dire è stato UCCISO dall'agenzia di recupero crediti di stato...

Un'altra realtà è quella dei fermi amministrativi alle auto: Cittadini che per colpa della crisi si sono ritrovati SENZA LAVORO, senza soldi, e per insoluti anche di cifre come 2.000 Euro (che in certi frangenti possono costituire una cifra irraggiungibile, per chi è privo di redditi e stenta a vivere, tra mille rinunce) si sono visti mettere le "ganasce fiscali" alle macchine di casa.

In molte realtà è IMPOSSIBILE vivere senza auto: per di più quando sei in difficoltà economiche... ma se la utilizzi, prendi una multa dai 714 ai 2.859 Euro..

ECCO COME IN ITALIA VENGONO AIUTATE LE FAMIGLIE IN DIFFICOLTA'.

Mentre i "grandi evasori" intestano gli Yacht ai nullatenenti...
Mentre migliaia di persone percepiscono sussidi indebitamente...
Oppure pensioni non dovute, i cosiddetti "falsi invalidi"..

DESTRA? SINISTRA? CENTRO? ITALIANI SVEGLIA CHE QUESTI CI AMMAZZANO!!!!!

Alessandro
Sottoscritto da tutto lo staff di nocensura.com



-- INTEGRAZIONE di  Antonio B. - Serena C. - Francesca T. collaboratori del blog www.nocensura.com




Vogliamo integrare il testo DIS-EQUITALIA: Togliere ai poveri per dare ai ricchi - EDITORIALE, che sottoscriviamo pienamente, con alcune riflessioni:

Cosa fanno i politici dinnanzi alla situazione descritta? Che è solo una delle TANTE situazioni che non possono essere accettate...

Cosa dice il centrosinistra? E il centrodestra? E il Centro?

Cosa dicono i magnaccia super-pagati del parlamento? Loro dopotutto, stanno dalla parte di coloro che, semmai, la casa l'acquistano all'asta... a prezzo di svendita.

L'UNICA REALTA' CHE NOI CONOSCIAMO E' IL FATTO CHE NESSUNO NE PARLA. CHE NESSUNO FA QUALCOSA DI REALE PER CAMBIARE QUESTA SITUAZIONE CHE VA AD AFFOSSARE DEFINITIVAMENTE I NOSTRI CONNAZIONALI CHE VERSANO IN UNA SITUAZIONE DI DISAGIO ECONOMICO, PRIVANDOLI PERFINO DELLA CASA, PER DI PIU', SVENDENDOLA!!!

L'unica cambiamento possibile, può arrivare dal basso.
Può arrivare dalla gente, o al massimo da quei politici che sono legittimati e sorretti dal popolo, e non dai partiti: che rispondo del loro operato ai cittadini/elettori, e non ai partiti.

Fino a quando le candidature le decideranno i partiti, il politico di turno risponderà a loro del proprio operato, dopotutto sono in parlamento grazie al partito e non grazie agli elettori: che avrebbero votato chiunque venga presentato.

SOSTENIAMO I MOVIMENTI CIVICI, I CITTADINI CHE SI IMPEGNANO IN POLITICA PARTENDO "DAL BASSO", COME ALDO MILONE (Assessore alla sicurezza del Comune di Prato), SASCIA LUCIBELLO (Consigliere Comunale a Riparbella (PI) e chiunque dimostri di perseguire gli interessi dei cittadini... che devono giudicare obbiettivamente, e non votare per "partito preso" e magari difendere il proprio politico di riferimento anche di fronte agli sbagli più grossolani!

Chiudiamo, invitandovi a condividere sulla Vostra bacheca l'articolo DIS-EQUITALIA: Togliere ai poveri per dare ai ricchi - EDITORIALE che illustra una realtà socialmente rilevantissima, di cui nessuno parla: e i nostri "poveri", vengono affossati definitivamente.... 





Antonio B. - Serena C. - Francesca T.
collaboratori del blog www.nocensura.com






Condividi su Facebook



Condividi su Facebook


"Picchiato dalla polizia"


È giallo sulla morte di un uomo stanotte a Milano, durante un controllo dellapolizia: secondo i famigliari sarebbe stato pestato dagli agenti, i quali si difendono parlando di un malore. La vittima, il 51enne Michele Ferrulli, ieri sera si trovava con altri amici vicino al bar Miniera, in via Varsavia. Ascoltavano musica a tutto volume e parlavano ad alta voce, per questo i vicini esasperati dagli schiamazzi hanno chiamato la polizia. Secondo la versione degli agenti Ferrulli era il più scalmanato della comitiva e avrebbe reagito cercando di sottrarsi al controllo dando in escandescenze.


fonte



Michele Ferrulli in una foto di qualche anno fa
(foto Photomasi)

Condividi su Facebook


"Lo IODIO protegge non solo la tiroide, la anche il seno, la prostata e le ovaie ed anche altri tessuti molli nel corpo, se è presente in quantità sufficienti.

Quando abbiamo a che fare con malattie che minacciano la vita, non abbiamo mesi per menare il can per l'aia con posologie basse. Dobbiamo far alzare in fretta i livelli di iodio. E dobbiamo averlo concentrato in certi organi o tessuti. 
  
Negli anni '30 lo iodio era una medicina universale presente in USA. La farmacopea lo usava  a dosaggi molto più alti di quanto si possa immaginare oggi.
La posologia standard per un trattamento dio allora era da 300 mgs (46 gocce di Iodio in soluzione Lugol ) a 1 gr (1000 mmg, 154 gocce). E' importante anche rendersi conto che oggidì la soluzione di Lugol non è universalmente la stessa  come in passato a casa di nuovi requisiti legali federali  (In USA ndt) sui livelli di concentrazione. (PS: la soluzione di Lugol si può trovare a vari livelli di concentrazione, ndt ) 

Lo ioduro di potassio (anche KI) è un sale di iodio stabile (NON radioattivo).Lo iodio stabile è una sostanza chimica molto importante necessaria al corpo per produrre ormoni tiroidei.

A seguitro di un evento radiologico o nucleare, dello iodio radioattivo può essere rilasciato nell'aria e quindi respirato nei polmoni di qualsiasi essere che respiri aria. Lo iodio radioattivo può anche contaminare il rifornimento locale di cibo e quindi entrare nel corpo attraverso il cibo o le bevande.

Nel caso di contaminazione interna di iodio radioattivo, la ghiandola tiroidea  assorbe velocemente le sostanze chimiche. Lo iodio radioattivo assorbito dalla ghiandola tiroidea, può poi danneggiarla. Dato che lo iodio NON radioattivo agisce in modo da evitare che lo iodio radioattivo venga assorbito dalla tiroide, esso può aiutare a proteggerla ed evitare che si danneggi.



Dopo avergli  trovato un tumore al cervello in stadio 4, i medici, dissero che Cash Hyde, 2 anni, sarebbe certamente morto; il tumore era intorno al suo nervo ottico, esattamente un anno fa rispetto ad ora. Infatti quasi morì. Dopo essere stato sottoposto a 7 diverse medicine chemioterapiche, il piccolo di Missoula, nel Montana, ha sofferto di shock settico, di infarto ed emorragia polmonare.
Cash stava cosi male da non mangiare per 40 giorni; i suoi organi minacciavano di dare forfait. Il padre, Mike Hyde, è intervenuto mettendo di nascosto dell’olio di cannabis  nel sondino di alimentazione del piccolo. Cash, che ora ha 3 anni, ha avuto una ripresa miracolosa al Primary Children’s Hospital in Salt Lake City, ma l’azione coraggiosa del padre – di nascosto dai medici-  ha sollevato serie questioni sul ruolo dei genitori nel trattamento medico.
Al piccolo è stata somministrata chemioterapia il più possibile per due mesi. In questo tempo il bambino ha perso appetito, vomitando da 8 a 10 volte al giorno. “Quando cominciammo la chemio  stava molto male”, ha detto il padre. “Per le prime 6 settimane era cieco. Ma il tumore si stava ritirando. E’ una cosa orrenda vedere qualcuno che ami attraversare tutto questo”.  
In Settembre, Cash non ha mangiato per 40 giorni. “Soffriva terribilmente e i medici dissero che era il massimo che potevano fare per lui”, ha detto Hyde che chiese ai medici di interrompere la chemio . Quel che fece invece fu bollire della marijuana acquistata in Montana con dell’olio di oliva e prelevare dosi di 3 mm  che introdusse nella sondina del bambino per 2 volte al giorno.
Secondo un gruppo di ricercatori di quattro università, molte marche hanno concentrazioni di berillio, manganese, alluminio, boro, arsenico e perfino uranio che sarebbero proibite dai parametri internazionali. Sotto accusa la norma del nostro Paese, che è meno restrittiva e ha limiti diversi per l'acqua del rubinetto e quella in bottiglia


Nelle nostre acque minerali si trovano elementi chimici potenzialmente tossici come berillio, manganese, alluminio, boro, arsenico e perfino uranio (Guarda la tabella con i valori delle concentrazioni limite per acque minerali e acque destinate al consumo umano). Spesso in quantità che sarebbero proibite dai parametri internazionali, ma che invece sono perfettamente in regola secondo le leggi italiane. Lo ha scoperto un gruppo di ricercatori italiani (Benedetto de Vivo,Annamaria LimaStefano AlbaneseLucia Giaccio dell’Università Federico II di Napoli,Domenico Cicchella dell’Università degli Studi del Sannio di Benevento, Enrico Dinellidell’Università di Bologna, Paolo Valera dell’Università di Cagliari) che fra il 2008 e il 2010 hanno partecipato a un progetto dell’Unione Europea che mirava a conoscere lo stato delle acque sotterranee di tutta Europa.

I ricercatori hanno lavorato in collaborazione con scienziati dell’EuroGeoSurveys Geochemistry Export Group e hanno raccolto 186 campioni provenienti da altrettante bottiglie di 158 marche di acque minerali italiane fra le più diffuse, analizzandone il contenuto in termini di sostanze chimiche ritenute nocive. Le ricerche del gruppo italiano sono confluite nel grande Atlante Europeo delle Acque Minerali (Geochemistry of European Bottled Water) presentato appunto dell’EuroGeoSurveys, che ha tracciato i profili chimici delle acque minerali di 38 diversi paesi europei.

giovedì 30 giugno 2011
Cassazione: «Lecito coltivare marijuana»
Ma solo sul terrazzo di casa perché «il fatto non ha portata offensiva».
Via libera dalla Cassazione alla coltivazione, sul terrazzo di casa, di una piantina di marijuana perché il fatto, nonostante il rigido orientamento delle norme sugli stupefacenti, non ha alcuna portata offensiva.
Per questa ragione i supremi giudici hanno respinto il ricorso con il quale il procuratore generale della Corte di Appello di Catanzaro ha protestato contro l’assoluzione di un ragazzo di 23 anni sorpreso con una piantina di ‘maria’ sul balcone della sua abitazione a Scalea (Cosenza).

La cura per la sclerosi multipla potrebbe essere più vicina. Un team di ricerca italiano ha scoperto come rimediare alla degenerazione della mielina, la guaina che avvolge le fibre nervose e che nei malati si consuma, fino a scomparire, rendendo impossibili le comunicazioni tra i neuroni.


La scoperta, pubblicata sulla rivista Nature Neuroscience si deve al gruppo di Carla Taveggia, direttrice di un laboratorio dedicato agli studi sulla mielina dell’Istituto di Neurologia Sperimentale dell’ospedale San Raffaele di Milano.


La Taveggia, cervello rientrato in Italia dagli Usa con una borsa di studio dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (che ha finanziato anche il laboratorio milanese) ha scoperto nel 2006 la Neuregulina I, un fattore di crescita della mielina.

spiagge_strane
Le spiagge più particolari e colorate del mondo, dove la natura sfoggia tutta la propria bellezza, spesso sublime, inaspettata e a volte sconosciuta. 
Una bellezza che non deve essere rovinata, anzi, tutelata e a cui avvicinarsi con molta cautela, tenendo a bada ilturismo di massa. E se non possiamo permetterci viaggi oltreoceano, accontentiamoci delle fotografie, o avviciniamoci con molta cautela alle perle della nostra penisola, ricordandoci di muoverci nel massimo rispetto dell’ambiente.

1) La spiaggia rosa di Budelli in Sardegna

spiaggia-rosa-budelli
Si tratta di una “perla” tutta italiana che forse non tutti conoscono. La spiaggia rosa dell’Isola di Budelli, nell’Arcipelago della Maddalena, a Nord-Est dellaSardegna, deve il suo colore da sogno alla ricchezza di frammenti di corallo, conchiglie, gusci di molluschi e piccolissimi pezzetto di granito. La spiaggia si trova all’interno di un’area protetta e la si può visitare soltanto se accompagnati dalle guide del parco.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Seguici su Facebook

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi