Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Contenuti (tag)

varie democrazia leggi lobby casta governo esteri editoriale economia scandali fatti e misfatti salute diritti civili mass media giustizia ambiente sanità USA crisi centrosinistra centrodestra diritti umani povertà sprechi forze dell'ordine libertà scienza censura lavoro cultura infanzia animali berlusconi chiesa centro energia internet mafie riceviamo e pubblichiamo europa giovani OMICIDI DI STATO notizie carceri eurocrati banche satira immigrazione scuola facebook renzi euro grillo manipolazione mediatica bilderberg pensione mondo guerra signoraggio alimentari massoneria poteri forti razzismo sovranità monetaria Russia manifestazione finanza tasse debito pubblico disoccupazione travaglio ucraina militari israele UE banchieri trilaterale mario monti germania agricoltura geoingegneria marijuana Grecia siria vaticano big pharma canapa inquinamento ogm parentopoli bambini napolitano Traditori al governo? enrico letta obama palestina terrorismo cancro nwo tecnologia vaccini PD equitalia Angela Merkel armi austerity sondaggio meritocrazia suicidi umberto veronesi video BCE fini privacy magdi allam ministero della salute nucleare clinica degli orrori Putin m5s marra prodi staminali bancarotta boston droga eurogendfor monsanto sovranità nazionale bufala elezioni fondatori del sito globalizzazione iene politica INPS evasione informatitalia.blogspot.it matrimoni gay nigel farage acqua anatocismo cannabis moneta nikola tesla società troika usura diritti fisco fukushima golpe pedofilia rothschild stamina foundation 11 settembre Aspen Institute CIA FBI Giappone Onu africa fmi francia imposimato nsa ricchi terremoto Auriti adam kadmon alimentazione assad attentati autismo bavaglio costituzione draghi federico aldrovandi fiscal compact giuseppe uva lega nord nato petrolio servizi segreti sicilia slot machine sovranità individuale torture Cina Fornero Marco Della Luna Unione Europea aids borghezio casaleggio controinformazione corruzione crimea famiglie fed giovanardi goldman sachs mcdonald mes pecoraro scanio proteste psichiatria rifiuti rockfeller sciopero spagna svendita terra turchia violenza aldo moro arsenico barnard bonino carne dittatura edward snowden elites forconi frutta giustizia sociale inciucio india iraq islam laura boldrini magistratura marine le pen no muos no tav nuovo ordine mondiale precariato prelievi forzoso propaganda prostituzione roma storia suicidio università vegan virus 9 dicembre Ilva Muos NASA Svizzera alan friedman alluvione antonio maria rinaldi chernobyl chico forti corte europea diritti uomo delocalizzazione dentisti diffamazione disabili donne ebola educazione elettrosmog esercito europarlamento false flag farmaci gesuiti gheddafi giuliano amato hiv ignazio marino illeciti bancari illuminati influencer informazione islanda latte legge elettorale mario draghi marò microspia mmt paola musu privilegi radioattività riserva aurea salvini sardegna sigaretta elettronica sigonella sindacati spread stati uniti stefano cucchi taranto telefono cellulare truffe online ungheria vegetariani veleni Alzheimer Chomsky Consiglio dei Ministri ETA Enoch Thrive Nichi Vendola PNL aborto aborto forzato affidamento amato anonymous anoressia argentina armeni arrigo molinari asteroidi baschi bersani bettino craxi bill gates bin laden boicottaggio boldrini brevetto btp by calcio cambiamento camorra carabinieri cervello chemioterapia cipro class action claudio morganti commercio di organi comunicazione contestazione controllo mentale corte dei conti cosmo cravattari crescita crocetta curiosità daniel estulin danilo calvani david icke davide vannoni dell'utri denaro dentista denuncia disastro discriminazione diseguaglianza dogana domenico scilipoti dossier duilio poggiolini ebook egitto eroina etica eurexit fallimento fiat fido finanziaria fisica fisica quantistica follia fondi d'investimento genocidio ghiandola pineale giorgio gori girolamo archinà gold hollande ilaria alpi illiceità bancarie impresentabili indagini infermieri insetti interessi iran istruzione le iene libia lucio chiavegato luna malattie malta maratona mariano ferro mastropasqua meccanica quantistica melanoma messaggi subliminali messico metalli pesanti meteorite microchip microonde mistero mk ultra mossad multe musica natura obbligazioni ocse oligarchi omofobia oppt orban overdose papa francesco paradisi fiscali parkinson parma partito pirata patrimonio pena di morte pensiero positivo pensioni pesticidi phishing pianeti extrasolari piero grasso pizzarotti plastica polonia polverini pomodori portogallo pregiudicati presidente della repubblica prostata pubblica amministrazione quantum r-fid recessione regno di gaia ricerca riformiamo le banche rigore risveglio coscienze saddam sangue satana schiavi scie chimiche scoperto secessione senzatetto sert sfratto sisa snowden spammer speculazione spionaggio studenti tabacco tasso d'interesse teri terra dei fuochi tossicodipendenza trasfusioni trattato di velsen troll trust tsipras twitter universo uranio impoverito uruguay vati verdura vessazioni veterinario bravo roma veterinario gianicolense vulcano wikipedia yellowstone
Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

sabato 26 maggio 2012
rimedi pulci
Una notizia dedicata a tutti coloro che in casa hanno un membro della famiglia ... a 4 zampe ;-)  CHI LO HA DETTO CHE PER PROTEGGERE DAI PARASSITI I NOSTRI AMICI PELOSOTTI è NECESSARIO RICORRERE A SOSTANZE CHIMICHE... che sono dannose sia per la sua salute, che per quella di chi vive intorno a lui?!?
Collari antipulci, polverine e altri prodotti chimici che proteggono dalle infestazioni infatti - ovviamente - contaminano anche l'ambiente frequentato dal cane: un problema che si deve porre in particolare chi ha il cane in casa, sopratutto in presenza di bambini. Anche se in piccole dosi non producono effetti nocivi acuti percepibili, sicuramente non sono un "toccasana". 
Personalmente mi sono sempre affidato, fino ad oggi, al classico collare oppure alle gocce cutanee: ma ho deciso di testare alcuni dei seguenti rimedi, per verificarne l'efficacia, e vi informerò in merito. Se qualcuno di voi ha già esperienza diretta nell'ambito, oppure decide di fare altrettanto, ci faccia sapere il metodo utilizzato ed i risultati ottenuti.
Alessandro Raffa per nocensura.com
- - - - -
di seguito l'articolo di Marta Albè per GreenMe:
Antipulci naturali. Con l'arrivo della bella stagione diventa necessario proteggere i nostri canidall'attacco di parassiti come zecche e pulci. E' bene ricorrere all'impiego di rimedi che si rivelino il più possibile innocui per l'animale, ma allo stesso tempo efficaci.
Ai prodotti antipulci più conosciuti possono essere sostituiti prodotti a base naturale come spray o polveri, ma anche shampoo antipulci realizzati con l'impiego di ingredienti vegetali. Sarà inoltre necessario occuparsi scrupolosamente della pulizia della cuccia del cane e dei luoghi della casa a lui riservati, in modo da evitare una eccessiva propagazione dei parassiti. Se vi sarà necessario ricorrere a medicinali, seguite scrupolosamente le istruzioni fornite dal veterinario e conservateli lontano dalla portata dei bambini.


1) Trattamenti localizzati

Il veterinario saprà certamente consigliarvi i trattamenti localizzati contro le pulci più innocuiper il vostro animale domestico, ma certamente efficaci, da applicare al bisogno ed in piccolissime quantità. Si tratta solitamente di prodotti in gocce che intervengono direttamente sul ciclo di vita delle pulci e le cui quantità di applicazione si basano sulla taglia del cane. E' possibile informarsi in proposito sulla possibilità di applicare rimedi antipulci a base omeopatica o naturale e privi di qualsiasi effetto collaterale.

In una società solitamente, se va bene, va bene per tutti i soci, e se va male, va male per tutti: "oneri e onori" sono ripartiti in base alla % di proprietà in possesso di ciascun socio. Nel caso della UE, c'è un socio (Germania) che guadagna, alcuni soci che ci vanno pari, e altri (Grecia, Italia, Spagna) che pagano per far guadagnare il socio a cui va bene... L'UNICA SOLUZIONE, A QUESTO PUNTO, è USCIRE DALLA SOCIETA'... ma gli "amministratori delegati" (Governi) dei soci a cui va male - che dovrebbe decidere di uscire - si sono venduti: e anziché fare gli interessi dei soci che rappresentano, fanno quelli del socio che guadagna...

W l'Europa!

Alessandro R. per nocensura.com


Le banche tedesche hanno in mano buona parte del debito greco...quando la Germania (Stato) ha bisogno di liquidità per pagare dipendenti pubblici o finanziare opere pubbliche non ha bisogno (come Italia, Grecia, ecc...) di indebitarsi con banche commerciali/BCE per avere liquidità. La Germania dispone di fondi di liquidità che derivano dal fatto che il gettito fiscale dei tedeschi può essere utilizzato interamente per i servizi di cui necessitano e non per pagare il debito. Le banche tedesche non hanno problemi nell'elargire fondi agli imprenditori teutonici. Le banche tedesche stanno "bene" perchè il denaro ce l'hanno garantito dai titoli di stato di Grecia e Italia... basta che li mettano in vendita ...... da quì la Grecia l'Italia o la Spagna sono costrette a far fronte alla scadenza dei loro titoli di stato...e come? Rastrellando con tasse assurde nelle tasche dei propri cittadini imponendo loro di fare la fame lacrime e sangue (da cui l'intervento dei vari governi tecnici Monti-Papademos per fare il lavoro sporco). Avete capito adesso perchè la Germania non "molla" ne la Grecia e ne l'Italia...e nessun membro dei P.I.I.G.S., perchè la Germania ci sta succhiando letteralmente il sangue. La Germania si può permettere di avere i Bund decennali a 1,60-1,70 %...cioè meno dell'inflazione a circa i 3% ecco perchè nessuno in europa compra le "cambiali" tedesche... In poche parole l'Europa e specialmente i paesi mediterranei (Piigs) sono schiavizzati dalla Germania!!! Ecco perchè la Germania non "molla l'osso"!!!

di Anonimo Meridionale


La Banca di Inghilterra ha venduto tutto il suo oro, anche quello che il Venezuela le aveva affidato in custodia. Secondo l’analista Max Keiser la Banca di Inghilterra non ha l’oro venezuelano e per questa deve rivolgersi al mercato per poterlo consegnare al Venezuela.

Oggi il Venezuela chiede giustamente il rimpatrio delle sue 211 tonnellate d’oro che erano state inviate in Inghilterra e in altre banche di tutto il mondo, come garanzia per i prestiti erogati dal Fondo Monetario Internazionale ai governi di Jaime Lusinchi nel 1988 e di Carlos Andrés Pérez nel 1989. 

Il Venezuela ha cancellato tutti i suoi debiti da vari anni, ma l’oro dato in garanzia rimane nei forzieri delle banche di vari paesi: il 17,9% in Inghilterra, il 59,9% in Svizzera , l’11,3% negli Stati Uniti, il 6,4% in Francia e lo l 0,8% a Panamá; mentre solo il 3,7% delle sue riserve d’oro si trovano nelle casseforti del Banco Central de Venezuela. 


Conferenza di Peppe Carpentieri riguardo al "bilancio partecipativo" al convegno al "Natural expo" di Forli, convegno organizzato da "david icke meetup", "Democrazia diretta sovranità monetaria" , "Edizioni si", "Collana eXoterica", "Rivoluzione naturale", "Si mag!", "giornale della E-45"


venerdì 25 maggio 2012

Il terremoto in Emilia Romagna ha provocato un sollevamento del terreno il cui valore massimo è pari a circa 15 centimetri. Questi i dati rilevati dai satelliti radar di Cosmo-SkyMed dell’Asi hanno mostrato la deformazione della superficie, permettendo ai ricercatori di Cnr-Irea e Ingv di fare le prime valutazioni sulla zona colpita.

Nell’emergenza post terremoto infatti il Dipartimento della Protezione Civile, fin dalle primissime ore dopo il sisma, ha coinvolto l’Asi Agenzia Spaziale Italiana, il Cnr-Irea Consiglio nazionale delle ricerche-Istituto per il rilevamento elettromagnetico dell’ambiente e l’Ingv Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, per la programmazione di nuove acquisizioni radar dai satelliti della costellazione Cosmo-SkyMed al fine di disporre, in tempi molto rapidi, di informazioni circa la deformazione crostale connessa alle scosse sismiche di maggiore energia: tipo di deformazione, entità ed estensione del territorio interessato. Grazie alle informazioni satellitari è stato possibile completare il quadro della situazione dell’area colpita dal sisma.
com.montana Beffe allitaliana: le comunità montane sprecano ancora centinaia di milioni anche se non esistono più
Su Repubblica un articolo di Antonio Fraschilla racconta l’incredibile spreco delle comunità montane, formalmente abolite ma incredibilmente ancora in piedi
La corsa a tagliare gli enti montani si è trasformata in un grande spreco che vede oggi le Regioni continuare a spendere 150 milioni di euro per gli stipendi di 4.500 dipendenti e altri 162
milioni per 7.500 forestali: il tutto per svolgere pochi servizi, o nessuno, causa assenza di fondi per investimenti. Un paradosso nato dal fatto che da un lato lo Stato ha azzerato
i trasferimenti a questi organismi e, dall`altro, le Regioni si sono affrettate a sopprimere le Comunità senza però trovare una soluzione per i lavoratori. Risultato? Si pagano solo stipendi e si scopre che le Comunità continuano a spendere 14,9 milioni di euro all`anno in consulenze, mentre i boschi rimangono abbandonati perché mancano i soldi per la loro manutenzione.
pino masciari Ma perchè la Finocchiaro ha la scorta mentre limprenditore che si è ribellato al pizzo della ndrangheta no????
La Finocchiaro si porta la scorta all’Ikea e obbliga i suoi “uomini” a farle la spesa mentre l’imprenditore edile calabrese che si è ribellato al pizzo imposto dalla ‘ndrangheta non ce l’ha più.
Pino Masciari, come riferisce Linkiesta, è sottoposto a programma speciale di protezione nell’ottobre del 1997 per aver denunciato la ‘ndrangheta e le collusioni con la politica. Per il suo impegno ha ottenuto la cittadinanza onoraria da parte del Comune di Bologna, è stato costretto a chiudere le imprese edili rilevate dal padre per aver denunciato all’autorità giudiziaria il peso dell’estorsione da parte delle cosche di ‘ndrangheta. Per poter continuare a lavorare, Masciari avrebbe inizialmente accettato di versare il 3% dei suoi guadagni alle ‘ndrine e il 6% ai politici locali collusi, piegandosi anche alle assunzioni pilotate, ai regali pretesi dai politici in cambio di appalti e alle forniture di materiali imposte. Nel 1990, però, decide di ribellarsi ai ricatti. La risposta sono macchine bruciate, capannoni distrutti, furti e minacce.
Nel 1994, dopo aver licenziato gli ultimi operai, Masciari comincia a collaborare con la giustizia, fino a entrare poi nel programma speciale di protezione.
Ora dopo anni di protezione e scorta, non ha più gli agenti a sorvegliarlo e rischia quotidianamente la vita, visto che le ‘ndrine continuano a minacciarlo.
Perchè a lui no e alla Finocchiaro sì?
 Quanto sia funzionale al potere questo allarme non lo sappiamo. Di certo però il contante è letteralmente scomparso. Quindi credo che le banche si siano già accapparrate tutto l’accapparabile. Quindi potrebbero benissimo bloccare i prelievi!
Il prossimo mese la Grecia esce dall’Euro e in Spagna ed Italia, le banche bloccheranno il prelievo dai conti correnti. E’ l’ipotesi che scrive sul  New York Times del 13 maggio 2012 Paul Krugman: non un giornalista qualsiasi, ma il premio nobel per l’economia nel 2008.
Some of us have been talking it over, and here’s what we think the end game looks like:
1. Greek euro exit, very possibly next month.
2. Huge withdrawals from Spanish and Italian banks, as depositors try to move their money to Germany.
3a. Maybe, just possibly, de facto controls, with banks forbidden to transfer deposits out of country and limits on cash withdrawals.
3b. Alternatively, or maybe in tandem, huge draws on ECB credit to keep the banks from collapsing.
4a. Germany has a choice. Accept huge indirect public claims on Italy and Spain, plus a drastic revision of strategy — basically, to give Spain in particular any hope you need both guarantees on its debt to hold borrowing costs down and a higher eurozone inflation target to make relative price adjustment possible; or:
4b. End of the euro.
And we’re talking about months, not years, for this to play out.
Articolo originale: New York Times
Tratto da: dal New York Times: tra un mese banche italiane bloccheranno prelievi dai conti correnti | Informare per Resistere http://www.informarexresistere.fr/2012/05/23/dal-new-york-times-tra-un-mese-banche-italiane-bloccheranno-prelievi-dai-conti-correnti/#ixzz1vhqjWLd8
- Nel tempo dell’inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario!

Fonte: http//ilporticodipinto.it

L'Avvocato Alfonso Luigi Marra divulga un nuovo video utilizzando Sara Tommasi nuda, per portare all'attenzione dell'opinione pubblica un video dove Casini elogia la lotta dell'avv. Marra contro il signoraggio che "dimostra che i politici sanno del Signoraggio bancario, ma fanno finta di niente, perché sono collusi con le banche". Il video prosegue con l'illustrazione de "la fase di Ilenya", l'ultimo documento disponibile su marra.it

COMUNICATO STAMPA
Ecco il nuovo video di Sara Tommasi 'vestita' solo di due cuori neri tatuati uno su un seno e uno sotto l'inguine. Una Sara secondo la quale "il vero problema è che qui ormai fa schifo la gente", a partire dai milioni di 'onesti' pronti a cercare di fermare il vero cambiamento con il silenzio o la denigrazione per il puro gusto di prostituirsi, gratis, alle forze e alle concezioni dominanti.


Ufficio Stampa FermiamoLeBanche



sprechi alimentariTra perdite alimentari lungo la filiera, scarti di produzione e spreco domestico, oltre il 30% della produzione totale di cibo destinata al consumo umano viene sprecata
Tra perdite alimentari lungo la filiera, scarti di produzione e spreco domestico, oltre il 30% della produzione totale di cibo destinata al consumo umano viene sprecata. 

È quanto emerge da uno studio inedito sullo spreco del cibo, curato dal Barilla Center e presentato il 23 maggio scorso a Milano.
In particolare, ogni anno nei Paesi industrializzati vengono buttate 222 milioni di tonnellate di cibo ogni anno: una quantità che sarebbe sufficiente a sfamare l'intera popolazione dell'Africa Sub Sahariana.
Soltanto in Europa, la quantità ammonta a 89 milioni di tonnellate, ovvero a 180 kg pro capite. L'Italia rappresenta circa il 10% con 8,8 milioni di tonnellate: 27 Kg pro capite che corrispondono ad un costo di 454 euro all'anno per famiglia.
A fronte degli 1,3 miliardi di tonnellate di cibo gettato nella spazzatura, c'è un miliardo di persone che non ha accesso a sufficienti risorse alimentari.
Lo spreco domestico maggiore pro capite si registra in Inghilterra, con 110 kg a testa, seguono Stati Uniti (109 kg) e Italia (108 kg), Francia (99 kg), Germania (82 kg), Svezia (72 kg).
di Gianni Petrosillo

Le smancerie di Obama al nostro Presidente del Consiglio sono la mancia in spiccioli che gli Usa elargiscono all’Italia per aver eseguito gli ordini coloniali alla perfezione. Gli osservatori internazionali chiamano questa affettazione con nomi altisonanti ma l’immagine che essa rimanda alla mente è quella del biscotto tirato al cane da compagnia scodinzolante. Se a Monti è stato riconosciuto un ruolo di primo piano al G8 è soltanto perché questo evento è ormai inutile e squalificato, un summit delle chiacchiere (come lo ha definito il Generale Carlo Jean),  e di una stanca ritualità ineffettuale, fuori dalle geometrie geopolitiche dell’attuale fase storica di un mondo non più unipolare e timidamente multicentrico. A Monti viene anche affidato il compito del mediatore tra la rigida Berlino e quel che resta della flaccida Europa, con quest’ultima davvero persuasa che i malanni comunitari abbiano origine nella foresta nera piuttosto che nella selva oscura del Nuovo Mondo, dove la nostra sovranità resta atterrita. Ma che strano intermediario questo professore affossatore al quale la divisa dell’arbitro serve solo per tenere nascosta, appena sopra la pelle, la casacca a stellette e striscette. Innalzare più in alto la bandiera europea per meglio seppellirla, ecco a cosa serve l’ostentato europeismo ex cathedra di questi illuminati spenti, pieni di sé e vuoti di spirito dei tempi. E sì, perché Monti, non può fare diversamente, essendo il prodotto di quei tentacoli finanziari atlantici che adesso rivendicano il momento della reminiscenza e della riconoscenza da parte del loro pupillo, il quale senza manine e spintarelle d’oltreoceano non sarebbe Premier e nemmeno Senatore. Così descrive il sito scandalistico Dagospia questa truce faccenda:

Dopo la crisi finanziaria del 2008 uno degli elementi oggetto d’attenzione da parte dei media specializzati è il cosiddetto Shadow Banking System(il sistema bancario ombra - SBS). Come suggerisce il suo nome, questo termine raggruppa una serie di istituzioni e di pratiche basate sull’utilizzo di derivati finanziari che si collocano al di fuori dalla regolamentazione e dell’attenzione pubblica. Proprio quest’assenza di regolamentazione ha facilitato la rapida espansione del suddetto segmento dei mercati finanziari globali, segmento che, durante suo apice alla fine del 2011, è passato da un volume di attività di poco inferiore a 20.000 miliardi di dollari a un volume di 60.000 miliardi di dollari [1].

A dispetto del volume di transazioni, delle attività in gioco e dei rischi sistemici che si corrono, lo SBS ha continuato a ricevere un’attenzione marginale da parte dei media che si rivolgono al grande pubblico. Per comprendere questo sistema, è utile effettuare un paragone con il sistema bancario commerciale. Infatti, il finanziamento del sistema bancario tradizionale è, in teoria, il frutto dell’insieme dei depositi dei risparmiatori che costituiscono l’oggetto dei prestiti alle imprese e agli individui. 

Lo SBS funziona in modo differente. Per finanziarsi, una Shadow Bank emette dei titoli e delle cambiali a breve termine (la durata varia da un giorno a un mese) che vengono successivamente investiti in prodotti finanziari strutturati a lungo termine come gli Asset Backed Securities (ABS [2]) o i  Collateral Debt Obligations  (CDO [3]). Il margine di profitto di questo modello bancario deriva direttamente dalla differenza tra il costo del finanziamento nei mercati di credito a breve temine e il rendimento superiore fornito dai prodotti finanziari strutturati.

La salute del nostro pianeta è a rischio. Dal 'Living Planet Report' 2012 emerge che il genere umano utilizza più risorse di quelle che si rigenerano. E il 30% della biodiversità è andato perso negli ultimi 40 anni

È ALLARME consumi per il pianeta Terra. Ogni anno gli esseri umani consumano più risorse di quante se ne producano, ben un pianeta e mezzo. Negli ultimi 40 anni, poi, è andato perduto il 30% della biodiversità, con picchi del 60% nelle zone tropicali.

Questi i risultati del 'Living Planet Report' 2012, rapporto sullo stato di salute della Terra del Wwf - in collaborazione con la Zoological Society di Londra, il Global Footprint Network e l'Agenzia Spaziale Europea - e diffuso in occasione del vertice mondiale sullo Sviluppo Sostenibile 'Rio+20', che si terrà a Rio de Janeiro dal 20 al 22 giugno, e della Festa delle Oasi Wwf 2012, il prossimo 20 maggio.

Il rapporto ha analizzato l'impronta ecologica (l'indicatore che mette in relazione il consumo umano di risorse naturali con la capacità della Terra di rigenerarle) di 121 Paesi. Volto dell'edizione 2012 l'astronauta Andrè Kuipers, che si trova sulla Stazione Spaziale Internazionale. Kuipers ha raccontato il suo punto di vista: "Da qui riesco a vedere l'impronta dell'umanità, tra cui gli incendi delle foreste, l'inquinamento atmosferico e l'erosione del suolo e delle coste, le sfide che si riflettono in questa edizione del Living Planet Report".

Anziani in crisi, è boom della vendita di case in nuda proprietà: +10% nel 2012. L’analisi di Spi-Cgil. In ottantamila hanno già scelto questa formula, soprattutto nei grandi centri. Il primato del ricorso degli anziani alla vendita in nuda proprietà spetta al Lazio, con oltre il 40%

ROMA - Nei primi mesi del 2012 si è registrato un vero e proprio boom della vendita di immobili in nuda proprietà, con un aumento del 10% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Sono ben 80 mila, infatti, gli anziani che hanno scelto questa particolare formula, soprattutto nelle grandi città. E’ quanto emerge da un’analisi realizzata dallo Spi-Cgil sull’andamento del mercato immobiliare.

”Il fenomeno della nuda proprietà rappresenta il segno tangibile di una crisi che avanza sempre di più - afferma il sindacato - e che porta gli over 65 anni a dover ‘sacrificare’ la propria casa pur di avere una liquidità che gli possa garantire il proprio mantenimento a fronte di un potere d’acquisto delle pensioni drasticamente in calo e del costante aumento del costo della vita, dei servizi, dei prezzi e delle tariffe”.
”Altrettanto determinante nella decisione dell’anziano di vendere il proprio immobile in nuda proprietà è la possibilità di avere le risorse con le quali aiutare figli e nipoti alle prese con la crisi occupazionale o con le difficoltà ad accedere al mercato del lavoro”, precisa ancora lo Spi-Cgil.
di Vicenzo Donvito per Aduc


E' stato ufficialmente reintrodotto il finanziamento pubblico ai partiti. Lo ha votato la Camera dei deputati e, a tavolino, ci sono i numeri perche' il testo approvato sia anche licenziato dal Senato. Una reintroduzione che fa piazza pulizia dell'ipocrisia su cui si basava la spartizione dei soldi fino ad oggi, ufficialmente erogati come rimborso elettorale dopo che gli italiani avevano bocciato con referendum il finanziamento di per se'. Infatti lo chiamavano rimborso, ma erano molti piu' soldi di quanto i partiti avessero speso in campagna elettorale, e quindi un finanziamento di fatto.
Grazie ai partiti si governa e amministra il Paese, ma non e' obbligo da nessuna parte che questi partiti debbano essere finanziati per il fatto stesso di esistere. I risultati di questo metodo sono sotto gli occhi di tutti, ed e' ridicola la famosa chiacchiera a cantilena che ci viene ripetuta: se non ci sono i soldi pubblici ci sarebbero quelli privati e chissa' cosa farebbero i partiti per averli. Ridicola perche' i soldi pubblici i partiti li hanno avuti ed hanno fatto lo stesso le porcherie di cui sono piene le cronache giudiziarie dei nostri media. Quindi, tanto vale, che se le porcherie comunque ci sono, si risparmino almeno i soldi dei contribuenti e, magari, se c'e' volonta' politica in questo senso, si mettano limiti e regole stringenti per i finanziamenti e condizionamenti dei privati (Usa docet). Inoltre si potrebbero prevedere agevolazioni per “il fare” ma non per “l'essere”: costi minori per sale dibattiti, per le spedizioni postali, per l'Iva, etc.

FOTO ANSA

L'Agenzia di riscossione non paga l'imposta su rifiuti per un contenzioso di 200mila €. L'ateneo milanese ha uno sconto da 600mila € per la Casa dello studente che vanta affitti fino a 7.650 €

Anche Equitalia, l'Agenzia di riscossione delle tasse, evade il Fisco. Il simbolo della caccia agli evasori a Roma, in ben due sedi, non ha pagato l'imposta sui rifiuti. In un caso si tratta di una disattenzione dovuta a un trasferimento di sede, nell'altro riguarda un contenzioso di "Equitalia Sud" da 200mila euro. E, colmo dei colmi, la Bocconi di Monti non paga l'Imu, per un'esenzione totale da 600mila euro.
Secondo quanto riportato dal quotidiano Libero, il primo gennaio del 2012 Equitalia ha trasferito la propria sede legale ma, non avendo comunicato la disdetta all’Ama, alla vecchia sede è arrivata la bolletta per la tassa sui rifiuti. Bolletta che nessuno ha pagato. E, dato che l'Agenzia ha anche omesso di comunicare il proprio trasferimento, alla nuova sede non è arrivata nessuna bolletta. La soluzione è giunta con la presentazione di scuse formali da parte dell'agenzia di riscossione.

Eccola la nuova creatura berlusconiana, tra pochi giorni si alzerà il sipario. Ci sta lavorando zitto zitto da mesi ormai, nel riserbo più totale. È una lista nuova di zecca, non un partito per carità. In tempi di grillismo quella parola è un tabù. Si svela dunque l´arma segreta del Cavaliere per risalire la china: un listone nazionale di società civile, nemmeno un politico candidato. Si dice ne abbia già selezionati 300, in gran parte imprenditori, ma anche giovani presi dal vivaio del Ppe e professionisti, li ha incontrati uno a uno il lunedì ad Arcore. Una riedizione di Forza Italia, se si vuole. L´ispirazione è sempre quella. A capo della macchina chiamerà una vecchia volpe, un personaggio ultra-collaudato nell´organizzazione di eventi in tempi ristretti come l´ex commissario alla protezione civile Guido Bertolaso.

E il Pdl? Berlusconi pare aver rinunciato all´idea di trasformarlo in qualcosa d´altro. Ormai, nelle sue parole, «è irrecuperabile». Troppe correnti, troppe «vecchie facce», troppe aspirazioni da dover soddisfare. Berlusconi pensa sì ad altro, ma senza disfarsi del vecchio. È un progetto di moltiplicazione dell´offerta. Più prodotti sullo scaffale per pubblici diversi. Anche perché la vecchia guardia non ci pensa affatto a sbaraccare il partito.

Ecco l’intervista al Consigliere Paolo Nanni che rivela perché la figlia lavorasse con lui in Regione, le polemiche sul suo doppio incarico e dove sia finito il bilancio di 450 mila euro. Dopo l’inchiesta di Affaritaliani EmiliaRomagna “Scandalo nell’Italia dei Valori. Spariti 450 mila euro di rimborsi è arrivata anche la replica della tesoriera l’onorevole Silvana Mura. Difende il buon nome dell’Italia dei Valori. Poi spiega che la sua richiesta di rendiconti al consigliere regionale Paolo Nanni “incrinarono il rapporto politico”. Aggiungendo che nel caso si accertasse qualcosa… “sia che Morace abbia detto il falso sia che Nanni abbia abusato del suo ruolo. Non confondiamo i delinquenti con le loro vittime: IdV è sicuramente vittima”.Silvana Mura afferma di aver chiesto i bilanci a Nanni ma lui sostiene che la richiesta non è mai stata fatta. Il mistero continua.
Non si fa attendere la replica dell’accusatore Morace che parla di “amnesie della Mura” invitandola a un confronto pubblico. “Per quanto riguarda il buon nome dell'IdV a tutelarlo ci hanno già pensato i De Gregorio, Razzi e Scilipoti”, aggiunge.
Cosa è successo dei vostri fondi del 2005- 2010?
P.Nanni: Non mi risulta né un utilizzo al di fuori delle norme né che sia stato portato a conoscenza del partito alcunché. Ci sono le verifiche dei revisori dei conti….

Ma sua figlia non è stata messa da lei in Regione al gruppo dell’Idv?
P.Nanni: Mia figlia aveva una notevole esperienza amministrativa in Comune a Bologna…

Ma non le sembra almeno inopportuno prendere una parente in Regione? Sua figlia…?
P.Nanni: Se avessi preso un esterno avrei dovuto pagarla. Io ho preso un esperto del Comune. L’inopportunità non la vedo.
Franceschini, Letta e Fioroni rimborsati fino al febbraio 2012. I documenti ora sono sul tavolo dei pm. La risposta dell'ex partito di Rutelli: "E' già stato accertato che i suoi collaboratori non sapevano dei prelievi"


Rutelli, Bianco, Letta, Fioroni, Franceschini, Gentiloni, Marini: dai conti della Margherita gestiti dall’ex tesoriere Luigi Lusi hanno attinto praticamente tutti i vertici del partito nel periodo compreso tra il gennaio 2009 e il febbraio 2012. Quello che fino a ieri era solo la parola di un “ladro” e “corruttore”, come è stato definito dai suoi ex colleghi di partito, ora ha preso forma in documenti ufficiali consegnati ai pm di Roma, Alberto Caperna e Stefano Pesci.
I resoconti dettagliati sono finiti sui tavoli degli inquirenti solo due giorni fa, quando è stata sentitaFrancesca Fiore, che si è definita la “segretaria particolare” dell’ex senatore. La donna ha consegnato ai magistrati una chiavetta usb con i file excel dei bonifici disposti da Lusi. Dei soldi che sono usciti dal 2009 al febbraio del 2012 ha segnato tutto: chi ne era il beneficiario, ma anche chi andava a ritirarli e, ovviamente, casuale e relativi importi. E da una prima lettura, la documentazione (di cui i pm dovranno ora verificare la veridicità attraverso le ricostruzioni dei movimenti bancari) conferma quello che Lusi ha dichiarato anche in giunta per le autorizzazioni del Senato. Ha tirato in ballo Enrico Letta, Giuseppe Fioroni, Paolo Gentiloni, Rosy Bindi, Dario Franceschini affermando di aver pagato fatture a questi esponenti del partito.
giovedì 24 maggio 2012
Clicca qui per vedere il video (senza censure)

Sara nuda: battiamo i media di regime colpevoli di avere oscurato il signoraggio e che vogliono ora fermare l'onda in piena del video di Gino Marra

L'eclatante nuovo video di Sara Tommasi nuda che parla di signoraggio bancario e attacca Pierfurby Casini e i politici che sanno del signoraggio bancario, ma fanno finta di niente, perché sono collusi con le banchesta sbaragliando il web: in appena 24 ore è stato ripreso e pubblicato da circa 1.200 siti, come dimostrano i risultati della ricerca su Google, settando l'opzione "ultime 24 ore". Dai blog che parlano di politica, come "I segreti della casta" ai siti di gossip: un vero e proprio fiume in piena che non accenna a placarsi, con un totale di visualizzazioni sull'ordine, sicuramente, già di alcuni milioni. Anche sul nostro blog l'articolo sul video è stato cliccatissimo: di gran lunga il più visto degli ultimi due giorni e in poco più di 24 ore ha scalato la classifica degli "articoli più visti della settimana" posta sulla colonna sinistra del blog, secondo solamente all'articolo sulla questione che lo stato non rimborserà più i terremotati, che però è stato pubblicato 5 giorni fa (come si suol dire, "tira più un pelo...") e probabilmente lo supererà nelle prossime ore. 


MA LA COSA "STRANA" - CHE POI TANTO STRANA NON E' - E' IL COMPORTAMENTO DEI GRANDI MASS MEDIA, CHE SOLITAMENTE SONO SOLITI IMBASTIRE "MEGA SCOOP" APPENA SARA TOMMASI ALZA LA GONNELLA... E DAVANTI A UN VIDEO COSI' ECLATANTE... TACCIONO IN MASSA!

COME MAI?

In passato, in diverse occasioni vi abbiamo avvertito riguardo lapericolosità di energy drink come la Red Bull, ma oggi torniamo ad occuparci dell’argomento sottolineando una sfumatura molto importante: per acquistare queste bevande energetiche, non c’è bisogno di essere maggiorenni, mentre per comprare degli alcolici è necessario aver raggiunto la maggior età. Un’incongruenza bella e buona, dato che gli energy drink, apparentemente innocui, possononuocere gravemente alla salute.

Come cambiano le opinioni dei giornali e dei giornalisti sulle persone. Nel 1992 Repubblica denigrava il giudice Falcone definendolo "un comico, un guitto"... oggi invece pubblicano i cofanetti (film + libro) per ricordarlo...


di seguito l'articolo di Raffaello Binelli per "Il Giornale"...

Nel gennaio 1992 Repubblica massacrò Falcone: "Un comico del carrozzone televisivo". Oggi di quell'articolo non c'è più traccia. Noi lo abbiamo trovato. La sinistra dava del guitto a Falcone


Ieri è stato celebrato il ventennale della strage di Capaci, dove persero la vita il giudice Falcone, sua moglie e tre uomini della scorta.Tutti i giornali, giustamente, hanno dato ampio risalto alla memoria del magistrato massacrato dalla mafia.
Anche Repubblica, che per l'occasione ha preparato un cofanetto (film + libro) in vendita a 12,90 euro. Fa un certo effetto leggere cosa scriveva Repubblica nel 1992: "Falcone sciorina sentenze in tivù, è un comico, un guitto, che può gareggiare coi comici del sabato sera" (la Repubblica, 9 gennaio 1992).
Diciamo la verità, non era una carineria. A firmare l'articolo fu Sandro Viola. Venti anni fa Repubblica prese di mira Falcone accusandolo di essere "preso da una febbre di presenzialismo. Sembra dominato da quell’impulso irrefrenabile a parlare, quella smania di pronunciarsi, di sciorinare sentenze sulle pagine dei giornali o negli studi televisivi, spingendolo a gareggiare con i comici del sabato sera. In Falcone si avverte l’eruzione di una vanità, d’una spinta a descriversi, a celebrarsi, come se ne colgono nelle interviste del ministro De Michelis o dei guitti televisivi".
Abbiamo ricevuto la seguente richiesta di aiuto per un ragazzo scomparso a Roma da alcuni mesi: i mass media non si sono occupati della vicenda, ed i familiari chiedono di aiutarli a far circolare la notizia sui Social Network. Pubblichiamo, confidando che da parte di tutti ci sia una pronta risposta di solidarietà: facciamo circolare foto e info, per noi è un piccolo gesto, ma per questa famiglia disperata è importante... grazie!


Riceviamo e pubblichiamo: 

Ciao scusami per il disturbo, avremmo bisogno di una mano e mi chiedevo se per voi fosse possibile aiutarci. Stiamo cercando un ragazzo di Roma si chiama Mirko, ma non abbiamo nessun altro mezzo se non fb per far circolare la notizia e sperare in qualche segnalazione da parte di qualcuno che lo abbia visto. Ti lascio le pagine create per questo motivo, e se potessi avere una tua risposta in merito a questa mia richiesta te ne sarei grata

Risorse Facebook:
https://www.facebook.com/groups/325692524130819/

http://www.facebook.com/events/388202394565857/




Clicca per ingrandire


Facciamo girare...


Staff nocensura.com



di Nello Trocchia


“Ho presentato querela contro chi ha detto cose vergognose su di me e non giustificate”. Così Luigi Lusi, senatore ed ex tesoriere della Margherita, spiega ailfattoquodiano.it la decisione di denunciare gli ex compagni di partito Francesco Rutelli e Matteo Renzi dopo le dichiarazioni dei giorni scorsi. Oggi è proseguita in Giunta delle immunità del Senato l’audizione dell’ex tesoriere, accusato di associazione a delinquere finalizzata all’appropriazione indebita. Sulla richiesta di arresto del Gip, Lusi spiega: “Abbiamo presentato una memoria. Il Gip può dire quello che vuole ora ci sarà il Tribunale del Riesame che deciderà”. Sugli investimenti immobiliari in Canada spiega: “C’è una commistione che non è stata considerata adeguatamente, ma saranno i giudici a valutare”. L’audizione poi è stata sospesa e riprenderà alle 20

fonte: Il Fatto Quotidiano


Nelle scorse settimane abbiamo denunciato con forza lo scandalo dei pensionati che, costretti a far transitare sul proprio conto corrente l'assegno della pensione, se la sono vista pignorare integralmente da equitalia: sulla nostra pagina Facebook abbiamo condiviso diverse volte l'articolo "Come massacrano i pensionati: pensione accreditata in banca e pignorata da equitalia" e il video che illustrava la questione, che vi riproponiamo di seguito:

La notizia, grazie alla denuncia di una associazione che illustra il caso di alcuni cittadini di Catanzaro, è finita anche sull'ANSA: di seguito vi proponiamo l'articolo:


di Clemente Angotti

Equitalia non perdona i contribuenti morosi e pignora le somme giacenti nei conti correnti bancari anche a titolo di pensione o di stipendio: è successo a Catanzaro nei confronti di alcuni ignari cittadini che si sono ritrovati improvvisamente con i loro depositi congelati. A denunciarlo è l'associazione dei consumatori Codici che ha aperto uno sportello per tutelare i diritti delle persone che si sono viste recapitare i provvedimenti. In un momento di grave e drammatica crisi economica, che coinvolge quotidianamente molte famiglie italiane e tanti imprenditori, l'associazione catanzarese punta il dito su quella che definisce "una grave anomalia consistita in azioni esecutive promosse da Equitalia spa". E ricorda i tanti che, a livello nazionale, spesso oberati da esposizioni debitorie nei confronti dell'erario dello Stato, sono arrivati anche a gesti estremi. 

mercoledì 23 maggio 2012
Che degrado. Che vergogna. Che pena. La senatrice del Partito Democratico, Anna Finocchiaro, così rigorosa nel bacchettare il malcostume (degli altri), è stata beccata da CHI mentre fa shopping all’Ikea con la scorta. E non solo, gli agenti sono costretti a spingere il carrello, a guardare le pentole, probabilmente a consigliare l’artistocratica senatrice del Pd.
Ecco altre foto:
Stefano Stefanini (al centro) insieme agli amici Fabio Venturi (a dx) e
Davide Boscagli (a sx) a Roma a una manifestazione degli "Indignados"
Riceviamo e pubblichiamo dall'amico Stefano Stefanini - http://stefastenobebtbancusura.blogspot.it

Spesso nel mio peregrinare su internet, mi imbatto in coloro che non credono alle tesi che esista un sistema che ci sta “volontariamente” fregando, insomma in coloro che ci definiscono “complottisti”.
Escludendo qualche ingenuo e alcuni negazionisti “professionisti”, la maggior parte sono studenti di economia che forti del supporto politico ,mediatico e quello della dottrina ufficiale, ripetono la lezioncina scolastica dandoci degli ignoranti e carichi della loro spocchia rifiutano qualunque tentativo di discussione su quei basilari concetti di diritto e di economia, che celano la truffa in atto.
Prima di entrare nel merito due parole dedicate a quella simpatica risma dei negazionisti professionisti.
Sono un numero esiguo di individui (basta una mano per contarli), che cambiando nome , nick name, e qualche volta cambiando anche sesso (non pensate male non sono “trans”), girano senza sosta per tutti i siti dove si aprono discussioni su temi complottisti, come il signoraggio , la sovranità monetaria, la truffa del debito, con un impegno stakanovistico che mi dà da pensare.
Strani personaggi che nemmeno hanno il coraggio di metterci il proprio vero nome e la propria faccia, come faccio io,
Negano tutto, anche palesi evidenze, cercando di denigrare gratuitamente coloro che magari, anche molto qualificati, supportano certe tesi ( una volta mi è capitato perfino uno che ha dato ad un premio nobel per l’economia dello “stupido ignorante !!!” ).
Nella mia mente contorta questo loro comportamento con il quale difendono un sistema marcio fino alle fondamenta, mi fa pensare ad un comportamento mercenario, ma io sono complottista quindi non ci fate caso !!!
Gli antibiotici somministrati al bestiame lasciano tracce nel cibo. Questo il risultato di una ricerca della Universita' di Almeria, che ha studiato una nuova metodologia per identificare le minuscole quantita' di sostanze presenti nel cibo per bambini. Usando tecniche cromatografiche con cui separare i composti assieme ad una spettrometria di massa per identificarli, e' stato possibile individuare le singole sostanze presenti nel cibo per bambini come latte in polvere e prodotti a base di carne.
"In generale - ha spiegato Antonia Garrido, la professoressa di Chimica Analatica Antonia Garrido della Universita' di Almeria - le concentrazioni rilevate erano molto basse, quindi non destano preoccupazione. Ma dall'altro lato esprimono la necessita' di effettuare ulteriori controlli su questi prodotti per garantire la sicurezza alimentare". Le concentrazioni piu' consistenti sono state trovate nel pollame: tra le tante, tracce di sulfamidici, macrolidi, antibiotici contro i vermi e fungicidi. Lo studio, pubblicato sulla rivista Food Chemistry, sottolinea che il fenomeno potrebbe essere dovuto ad una mancanza di normative europee relative al cibo di origine animale, che non e' sottoposto a controlli accurati.

fonte: Aduc


Eccezionale intervento in Gran Bretagna. Due persone hanno ricevuto un trapianto di cellule staminali negli occhi, all'interno di una sperimentazione clinica sulla lotta alla cecita'. La tecnica usata e' stata sviluppata dagli specialisti scozzesi contro la cecita' corneale, e secondo i ricercatori, i due casi sono i primi del genere nel Regno Unito.
Entrambi i pazienti trattati soffrono di cecita' corneale; fino ad ora l'unica cura possibile era un trapianto di tessuto corneale da un donatore.
Illustrando la sperimentazione, i medici hanno spiegato che Sylvia Paton, da Edimburgo, e' stata la prima a subire il trapianto.
Dovranno passare diversi mesi prima che i medici possano dire fino a che punto la procedura ha funzionato. "Questo trattamento innovativo - commenta alla Bbc online il segretario alla Salute, Nicola Sturgeon - potrebbe ridare la vista e migliorare la vita di molti pazienti, ed e' fondamentale che continuiamo a investire in progetti innovativi come questo. Sylvia e' un esempio molto concreto di come la cecita' corneale possa avere un impatto drammatico, e questo intervento potrebbe trasformare la sua vita".
Lo studio e' finanziato dalla UK Stem Cell Foundation and Scottish Enterprise in collaborazione con lo Chief Scientist Office (CSO).


fonte: salute.aduc.it



Una scandalosa decisione della Conferenza Episcopale Italiana, destinata a suscitare polemiche: "i vescovi non sono tenuti a denunciare i pedofili". I vescovi non sono pubblici ufficiali, pertanto possono tacere. Ma non solo: sono persino "esonerati dall'obbligo di deporre o esibire documenti in merito a quanto conosciuto o detenuto per ragione del proprio ministero".
Ma davvero non essere pubblici ufficiali esonera dall'obbligo morale di denunciare eventuali casi di abusi su minori? Dopo i molteplici "scandali pedofilia" emersi in tutte le parti del mondo che hanno travolto il Vaticano in questi anni, ed in particolare nel 2010, credevamo e speravamo che su questo tema ci potesse essere maggiore severità da parte delle autorità ecclesiastiche, dopo che è emerso come in diversi casi alti prelati fossero a conoscenza dei comportamenti di alcuni sacerdoti ma non fossero intervenuti nemmeno per interrompere la situazione: invece sembra proprio che non sia cosi...


di seguito l'articolo di Ruben Mattia Santorsa per ilritaglio.it


La Cei assolve i vescovi:”Non sono tenuti a denunciare i pedofili”.
Il diritto al silenzio su illeciti sessuali contro minori è stato sancito ieri dalla Cei nelle linee guida per i casi di abuso sessuale nei confronti di minori, appunto. La spiegazione è formale: per l’ordinamento italiano, il vescovo non è pubblico ufficiale né incaricato di pubblico servizio, quindi può tacere. Se la legge sostiene il punto di vista, diversa è la morale. «Nel caso in cui per gli illeciti in oggetto siano in atto indagini o sia aperto un procedimento penale secondo il diritto dello Stato – per la Cei – risulterà importante la cooperazione del vescovo con le autorità civili nell’ambito delle rispettive competenze e nel rispetto della normativa concordataria e civile». A far discutere sono pure i numeri. Tra 2000 e 2011 i casi di pedofilia che hanno riguardato il clero sono stati 135, secondo la stessa Cei. Solo 77 risultano alla magistratura. Per questi, 22 sono stati i condannati in primo grado, 17 in secondo, 21 quelli che hanno patteggiato, 12 i casi archiviati, 5 gli assolti. Insomma, il problema c’è, a volte si vede, spesso si tace. I vescovi sono inoltre «esonerati dall’obbligo di deporre o esibire documenti in merito a quanto conosciuto o detenuto per ragione del proprio ministero».

Di seguito il cortometraggio realizzato dagli alunni della V sez.C, Scuola Primaria dell' Istituto Comprensivo di Parabita (LE).


seconda parte





Strage di Capaci. l'edizione straordinaria del TG1 che annunciava la morte di Giovanni Falcone:

La strage di capaci e la strage di via d'amelio.. la mattanza

Fotogallery

23 maggio 1992 / 23 maggio 2012 -- XX° Anniversario strage di Capaci. MEMORY DAY ... Per Ricordare! Dopo anni di commemorazioni di coloro che sono rimasti Vittime del terrorismo, della mafia, del Dovere e di ogni forma di criminalità, che il COISP ha tenuto in tutta Italia oltre ad inaugurare innumerevoli simboli del ricordo di tali nostre Vittime, il 23 maggio 2012, in occasione del XX° Anniversario della strage di Capaci, il COISP sarà a Palermo per dare corso al proprio "MEMORY DAY ... Per Ricordare!". E' stato programmato un PERCORSO DELLA MEMORIA in ricordo di coloro, tanti nostri colleghi, ma non solo, che hanno sacrificato la propria vita nel tentativo di ridare dignità ad un Paese profondamente assediato dal cancro della mafia. BUONA VISIONE

fonte


I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Seguici su Facebook

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi