Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Contenuti (tag)

varie democrazia leggi lobby casta governo esteri economia editoriale scandali fatti e misfatti salute diritti civili mass media giustizia ambiente sanità USA crisi centrosinistra centrodestra diritti umani povertà sprechi libertà forze dell'ordine scienza censura lavoro cultura berlusconi infanzia animali chiesa centro energia internet mafie riceviamo e pubblichiamo giovani OMICIDI DI STATO notizie europa carceri satira scuola immigrazione eurocrati facebook banche euro grillo renzi manipolazione mediatica pensione bilderberg mondo alimentari signoraggio razzismo manifestazione finanza sovranità monetaria massoneria debito pubblico guerra travaglio Russia disoccupazione tasse militari poteri forti UE ucraina trilaterale geoingegneria parentopoli Grecia germania siria banchieri inquinamento mario monti enrico letta marijuana big pharma napolitano nwo obama vaccini Traditori al governo? agricoltura ogm austerity sondaggio tecnologia Angela Merkel bambini canapa meritocrazia umberto veronesi vaticano armi cancro fini suicidi PD terrorismo BCE clinica degli orrori equitalia privacy video nucleare prodi boston israele ministero della salute sovranità nazionale bancarotta eurogendfor fondatori del sito globalizzazione iene monsanto staminali INPS Putin droga acqua bufala marra matrimoni gay nigel farage nikola tesla politica anatocismo evasione fisco magdi allam moneta pedofilia usura FBI elezioni francia fukushima informatitalia.blogspot.it ricchi società troika Aspen Institute Auriti CIA Giappone adam kadmon africa attentati autismo bavaglio costituzione draghi federico aldrovandi fiscal compact fmi giuseppe uva golpe lega nord nsa petrolio sicilia stamina foundation terremoto Cina Onu assad controinformazione crimea frutta giovanardi goldman sachs imposimato mcdonald mes psichiatria rifiuti rockfeller rothschild sciopero servizi segreti slot machine spagna svendita terra torture turchia violenza Marco Della Luna aldo moro arsenico barnard bonino edward snowden famiglie fed forconi inciucio laura boldrini m5s magistratura nato no muos no tav palestina proteste storia suicidio università vegan virus 11 settembre 9 dicembre Fornero Ilva Muos NASA Svizzera aids alan friedman alimentazione antonio maria rinaldi borghezio carne chernobyl corruzione corte europea diritti uomo delocalizzazione diffamazione disabili ebola educazione elites esercito farmaci gesuiti gheddafi giuliano amato hiv illeciti bancari illuminati india influencer informazione iraq islam islanda latte legge elettorale marò microspia mmt paola musu precariato prelievi forzoso privilegi propaganda prostituzione radioattività salvini sardegna sigaretta elettronica sigonella sindacati sovranità individuale spread stati uniti stefano cucchi taranto ungheria veleni verdura Alzheimer Chomsky Consiglio dei Ministri ETA Enoch Thrive Nichi Vendola PNL Unione Europea aborto aborto forzato affidamento alluvione amato anonymous anoressia argentina armeni arrigo molinari asteroidi baschi bersani bettino craxi bill gates bin laden boicottaggio brevetto btp by cambiamento camorra cannabis capitalismo carabinieri casaleggio cervello chemioterapia cipro class action claudio morganti commercio di organi comunicazione contestazione controllo mentale corte dei conti cosmo cravattari crescita crocetta curiosità daniel estulin danilo calvani davide vannoni dell'utri denaro dentista dentisti denuncia disastro discriminazione diseguaglianza dittatura dogana domenico scilipoti donne dossier duilio poggiolini ebook egitto elettrosmog eroina eurexit europarlamento fallimento false flag fiat fido finanziaria fisica fisica quantistica follia fondi d'investimento genocidio ghiandola pineale giorgio gori girolamo archinà giustizia sociale gold hollande ignazio marino ilaria alpi illiceità bancarie impresentabili indagini infermieri insetti interessi iran istruzione le iene libia lucio chiavegato luna malattie maratona mariano ferro marine le pen mario draghi mastropasqua meccanica quantistica melanoma messaggi subliminali messico metalli pesanti meteorite microchip microonde mistero mk ultra mossad multe musica natura nuovo ordine mondiale obbligazioni ocse oligarchi omofobia oppt orban overdose papa francesco paradisi fiscali parkinson parma partito pirata patrimonio pena di morte pensiero positivo pesticidi pianeti extrasolari piero grasso pizzarotti plastica polonia polverini pomodori portogallo pregiudicati presidente della repubblica prostata pubblica amministrazione quantum r-fid recessione regno di gaia ricerca riformiamo le banche rigore riserva aurea risveglio coscienze saddam sangue satana schiavi scie chimiche scoperto secessione sert sfratto sisa snowden speculazione spionaggio studenti tabacco tasso d'interesse telefono cellulare teri terra dei fuochi tossicodipendenza trasfusioni trattato di velsen trust tsipras twitter universo uranio impoverito uruguay vati vegetariani vessazioni vulcano wikipedia yellowstone
Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

sabato 16 luglio 2011
La siccità uccide milioni di persone. E la NASA non utilizza le tecnologie che ha a disposizione per generare pioggie, che salverebbero MIGLIAIA di persone. OGNI GIORNO.


Molte aree del nostro pianeta sono aride.
Le carestie dovute alla siccità sono in aumento e in via di peggioramento (sempre più marcate).
La mancanza di disponibilità di acqua potabile e adeguati servizi igienici uccide migliaia di persone ogni giorno.
Si parla di circa 1.200.000.000 di persone che non dispongono di acqua, e la poca disponibile non è sicura.


Nel 2025 la popolazione mondiale, secondo le stime dovrebbe aumentare da 6,400.000.000 a 8.400.000.000. Secondo le stime degli esperti, le persone che non avranno disponibilità di acqua potabile, saranno 3.400.000.000, se non saranno prese seri provvedimenti, che potete stare certi, non saranno presi.
L'acqua è fondamentale nell'equlibrio della salute globale. La mancanza di acqua potabile è attualmente la principale causa di malattie e morte in tutto il mondo!
Aglio dal colore bluastro è quello che una famiglia di Termoli ha scoperto di aver messo nell’insalata.

Il vegetale acquistato in un discount, 10-20 minuti dopo essere stato tagliato per insaporire un piatto estivo, ha cambiato colore diventando blu, come le note mozzarelle qualche tempo fa.
La famiglia di Termoli allarmata ha deciso di consegnare l’aglio, che emanava oltretutto un odore particolarmente forte alle forze dell’ordine.
Se il vegetale in questione avesse potuto provocare danni alla salute sarà reso noto prossimamente, al termine delle analisi che saranno compiute sull’aglio blu.



GUARDA VIDEO



Condividi su Facebook
MicrochipNiente paura! Arrivano le bombe sottopelle… Il massimo dell’ipocrisia mediatica crea delle perle di alto giornalismo.
Quando si parla di Al Qaeda i Media hanno come unica fonte le informazioni rilasciate dal Pentagono o da fonti governative straniere. Fonti univoche e di parte.
Credevate che esistessero altri mezzi per avere informazioni sull’organizzazioni? Risposta sbagliata…
L’ultima “bomba” sganciata dall’Intelligence americana e ripresa come oro colato dai quotidiani internazionali è quella relative al progetto di Al Qaeda di utilizzare dei mini ordigni – skin bomb – da inserire sottopelle nei candidati kamikaze con interventi di microchirurgia.
Le famigerate skin bomb sarebbero state studiate per eludere i controlli agli aeroporti.
Ora viene da domandarsi chi faccia davvero terrorismo psicologico. Perché per creare l’adeguato clima di terrore la notizia è stata diffusa proprio in piena estate, in modo da creare scompiglio nelle coscienze più fragili, ad esempio nelle famiglie in partenza per le vacanze.


Capra“Gli esperimenti OGM sulle capre della AgResearch hanno avuto una svolta stravagante: le gravidanze che sono andate a buon fine hanno prodotto per lo più dei piccoli transgender (= non sono femmine, non sono maschi… ndt) che lo staff della AgResearch chiama ‘goys’, secondo l’Associazione Soil & Health (Terra & Salute) della Nuova Zelanda.
Un manager della AgResearch di recente ha rivelato alla Soil & Health e alla GE Free NZ (NO OGM della Nuova Zelanda), durante un tour al suo sito-prova Ruakura con animali OGM, che la più parte delle capre prodotte con modificazione genetica, erano transgender. Sembra che circa il 75% fossero “goys” ed il resto femmine”.
Ma non è tutto!.. “Le femmine “goys”, femmine in corpi maschili sterili, saranno munte per fare degli accertamenti e vedere se nel latte ci sarà la proteina umana intenzionalmente modificata geneticamente”, ha detto il portavoce della Soil & Health – Organic NZ, Steffan Browning.
(…) AgResearch ha tenuto traccia dei piccoli OGM nati ed è risultato che fossero soggetti ad una serie di carenze e disturbi incluso artrite, fatiche respiratorie, deformità e ovaie perforate. (1)
“i 15 “goys” che abbiamo visto, avevano 4 vere sorelle, con una che è stata munta a 6 mesi a seguito dell’approvazione raggiunta dal comitato interno per l’etica” (2) (etica???.. che buontemponi sti’ scienziati…)


Godfrey Bloom20 GENANIO 2010: Bloom svela mentitori e menzogne del "global warming"
Oratore: Godfrey Bloom MEP, UKIP (Yorkshire & Lincs.), EFD group. http://www.ukipmeps.org/ del Partito indipendente UK alla EU.
Il documento citato da Godfrey Bloom è stato verificato da Richard Treadgold, del Climate Conversation Group e deriva da un progetto di ricerca congiunta tra i membro del Climate Conversation Group e la New Zealand Climate Science Coalition.
Qui per altre news sulla BUFALA della CO2: 
http://www.ukipmeps.org/blog_view_39_Are-we-feeling-warmer-yet.html



TRASCRIZIONE e TRADUZIONE DEL DISCORSO AL VIDEO
Dunque Signor Presidente, naturalmente potrà dirmi che sono uno scettico [c'è stato un taglio nella registrazione su questo punto] perché non mi vesto come uno spaventapasseri.
Mi son fatto largo a fatica nella bufera di Copenhagen come molti di voi hanno fatto: interessante no? Abbiamo avuto l'inverno più freddo mai registrato a Londra da 30 anni. Lo stesso in Polonia, in Korea, lo stesso in Cina. Abbiamo avuto le temperature più fredde in Florida, Arizona, Texas - la prima neve in Texas, penso, da cento anni. E naturalmente come ha detto Giles Coren del London Times: o povero me, semplicemente non abbiamo capito, ovvio. Ovviamente di questo si tratta con il "global warming": dobbiamo abituarci a temperature congelanti.
Si abbiamo visto la mazza di Hockey di Al Gore che è ancora, presumo, in mostra nelle scuole statali di Londra. Al Gore: il businessman ciarlatano, truffatore! Abbiamo visto il Professor Jones della East Anglia University. Truffatore! Ed ora, non ne saprete niente perché è stato tenuto celato al pubblico dominio: io e la New Zealand National Climate Database abbiamo qui le cifre. Tutte una frode! Quando vi decidete a svegliarvi? Palle, palle, palle!
► Stati Membri EU: 
Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Rep Ceca, Germania, Danimarca, Estonia, Spagna, Finlandia, Francia, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Latvia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Svezia, Regno Unito.
► Altri stati europei: 
Svizzera, Islanda, Norvegia, Faroes, Andorra, Monaco, Liechtenstein, San Marino, Russia, Ukraina, Moldova, Transdniestria (Transnistria), Bielorussia, Turchia, Croazia, Bosnia-Herzegovina, Serbia, Montenegro, Albania, Kosovo, Abkhazia, Ossezia del sud.





Condividi su Facebook

A due anni dallo scandalo che ha coinvolto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, Patrizia D'Addario fa marcia indietro e racconta un'altra verità durante un'intervista rilasciata al quotidiano Libero. "Non ho mai pensato di ricattare il presidente per quella notte passata con lui a palazzo Grazioli. Mi hanno obbligata - dice D'Addario -  a consegnare le cassette con le registrazioni, così come sono stata costretta a dichiarare di essere una escort. Allo stesso modo mi venne imposto di rilasciare decine e decine di interviste, a cominciare da quella concordata dal mio avvocato con il  Corriere della Sera, per fare esplodere il caso e arrivare allo scandalo".
Così a distanza di parecchi mesi la donna pugliese si dice addirittura pronta a chiedere udienza al premier per raccontargli la verità. Insomma tutto quello che fu  detto - intervista compresa e trasmessa da Annozero durante lo scandolo sexygate - sarebbe solo una montatura? Perchè solo adesso Patrizia D'Addario si è decisa a rivelare questa verità?


3 buone, anzi, ottime ragioni per mandarli a...In attesa che qualcuno ci “racconti” un valido motivo, possibilmente non la storia dell’Unità Nazionale e “balle” di questo tipo, per cui le opposizioni parlamentari di centro-centro-(sinistra) dovrebbero agevolare l’iter di una manovra economica che - non noi, ma Bersani e Casini - giudicano: “ingiusta, iniqua, inadeguata, inefficace, sbagliata”, da bravi “orsacchiotti” vorremmo, oggi, sommessamente evidenziare il perché - secondo noi - i capi dell’opposizione dovrebbero starne alla larga e non cascare nel tranello.
Vogliamo, intanto, rassicurare i nostri amici sul fatto di essere perfettamente consapevoli che, così facendo, ci mettiamo - ancora una volta - contro tutti e, stavolta (sarà comunque né la prima né l’ultima), anche “contro” il presidente Napolitano. Ci chiediamo, però: “Come si fa a tacere di fronte alle innumerevoli castronerie ascoltate in questi giorni peraltro, rilasciate in barba al buon senso e alla pazienza degli italiani?”. Sono queste, quindi, ad imporci l’obbligo morale della rinuncia al silenzio e della “correzione fraterna”.


Ci riferiamo, in primo luogo, alla richiesta d’aiuto, fatta per interposta persona (il presidente Napolitano, appunto), dal capo del governo italiano ai capi dell’opposizione. Un presidente del consiglio annichilito dalle manovre dei mercanti sulla nostra economia (abietti speculatori, li hanno chiamati), che gli hanno tolto, addirittura, proprio a lui, la favella per quasi una settimana.


Mercanti, mercati o speculatori, accusati di fare il bieco gioco del capitalismo (puntare, cioè, al massimo del profitto da realizzare con il minimo dell'investimento e della fatica) in una situazione di assoluta e manifesta inadeguatezza del governo: tutti i suoi i membri e il suo “capo” ormai, peraltro, dopo la sentenza “Mondadori”, assurto al ruolo di corruttore di giudici.
Il provvedimento relativo alla cosiddetta “finanziaria” è in fase di discussione. Obiettivo di questa manovra sarà il raggiungimento del punto di pareggio di bilancio.
Ieri sulle principali testate nazionali è stata pubblicata una bozza che fornisce un’idea di quali siano le risorse che l’attuale governo metterà in atto per ottenere il suo obiettivo. Vediamole un po’ più nel dettaglio e cerchiamo di capire assieme il contesto.
Cosa s’intende per manovra?
Una manovra è un insieme decisioni riguardanti tasse/imposte/accise e inerenti la distribuzione delle risorse economiche da esse generate in un arco di tempo di medio/lungo periodo.
In sintesi, una “manovra finanziaria” può introdurre nuove tasse, eliminarne altre e stabilire budget di spesa ma, essendo un provvedimento legislativo a tutti gli effetti, può contenere anche altre voci non connesse a tasse e spese.
Quali sono gli obiettivi di questa manovra?
Sintetizzando e generalizzando, i provvedimenti previsti dalla manovra dovrebbero consentire all’Italia di non chiudere i propri bilanci in perdita, raggiungendo così il punto di pareggio.
Che cos’è il punto di pareggio di bilancio?
Il BEP (Break Even Point), o punto di pareggio, è il “momento” di bilancio in cui spese e ricavi si compensano, senza generare un utile o una perdita.
Perché si deve raggiungere il punto di pareggio?
E’ necessario raggiungere il BEP per rispettare i parametri UE di stabilità economica e non incorrere in sanzioni, nonché per garantire la “solvibilità dello Stato”.
venerdì 15 luglio 2011


Cosa sono le "agenzie di debiti" ?




Le Agenzie di debiti sono uffici legalmente riconosciuti, esperti nella gestione delle pratiche di prestiti, protesti, etc: mentre i cittadini "qualsiasi" non conoscono le normative (e quindi spesso lo prendono "in tasca") il loro compito è proprio quello di districarsi nella "giungla normativa", tutelando il cliente.


Chi ha rate in arretrato, problemi con equitalia, etc dovrebbe rivolgersi a loro: molte volte il loro compenso è in % ai soldi che vi fanno risparmiare con le trattative per il "saldo a stralcio" della pratica (ovvero un accordo con il creditore, che accetta di ricevere solo il 50-60% di quanto dovuto, per chiudere il contenzioso, con cambiali e/o assegni:


Se avete problemi di questo tipo, chiedete un consulto gratuito e valutate se vi conviene: solitamente il risparmio è considerevole, affidandosi a degli esperti: un po' come quando mettete l'Avvocato in una causa per il risarcimento di un incidente stradale ottenete un risarcimento maggiore. Il costo comunque non supera mai i 100 - 400 Euro (in base al valore della pratica, cioè l'importo, e il risparmio conseguito.


Non si registrano particolari casi di "fregature" perpetrate da agenzie di questo tipo: tuttavia, è buona norma chiedere ampie garanzie sulla riuscita dell'operazione.


Tutte le pratiche che svolgono le Agenzie di debiti potreste svolgerle voi: a patto di avere ottime conoscenze legali, e buona "dialettica" per condurre le trattative con la controparte. Solitamente le agenzie ottengono risultati molto migliori, e il risparmio ottenuto è molto superiore al costo della consulenza.


Se desiderate maggiori info, fate una ricerca sui motori di ricerca, e leggete le opinioni di chi si è rivolto alle agenzie




staff nocensura.com







Condividi su Facebook
Senza aver mai versato contributi incassano 7.156 euro l'anno. Gli extracomunitari con carta di soggiorno fanno arrivare in città i genitori over 65 che all?Inps chiedono il ?vitalizio?
Tredici mensilità da 550,5 euro, mentre un modenese non ne incassa più di 500 pur avendo versato contributi per anni 

Ci sarebbe una certa preoccupazione anche a Modena per il dilagare di richieste d' assegni sociali da parte di immigrati che, a quanto sembra, stanno mettendo in seria difficoltà l'Inps. Non esistono cifre precise del fenomeno a livello modenese (il fenomeno è nazionale), anche perchè i funzionari dell'ente di viale Reiter - contatti anche ieri - spiegano che dati e informazioni possono essere forniti solo dalla Direzione Generale di Roma. Dalla capitale ci spiegano che i dati, per singole province, possono rilasciarli solo dopo una richiesta scritta all'Inps di Modena, incaricata poi di inoltrarla alla stessa Direzione Generale. Insomma, forse fra qualche mese si potrà sapere qual'è la situazione modenese sul fronte assegni sociali agli immigrati.

Ma in che cosa consiste questa richiesta da parte degli immigrati degli assegni sociali?
Le cose stanno così: gli immigrati che hanno compiuto i 65 anni e non hanno redditi oppure sono sotto la soglia dei 5mila euro annui, hanno diritto a quella che una volta si chiamava "pensione sociale".


La denuncia arriva dal fotoreporter Antonello Zappadu che ha presentato un esposto alla procura di Tempio Pausania per un presunto abuso edilizio. Come prova dell'accusa, l'uomo ha depositato centinaia di foto che testimonierebbero l'esistenza di un bunker sotterraneo. Ilfattoquotidiano.it ha potuto vedere alcune immagini. Cosa emerge? Un miscuglio di elementi che si richiamano all'occultismo, ma soprattutto letti, divani e vasche che fanno pensare a un'alcova


Primo scatto: una sorta di gazebo a pianta ottagonale sormontato da una sfera. Secondo scatto: quaranta sedie antropomorfe allineate  su due file parallele in un giardino. Terzo scatto: le stesse sedie, con i loro schienali a forma di corpo umano stilizzato, poste intorno a un tavolo circolare in mezzo al quale si scorgono altre sedie dello stesso tipo che cicondano a loro volta un pozzo ricoperto di mosaici. Il tutto in un ambiente chiuso, forse un sotterraneo, con mura come sorrette da colonne. Quarto scatto: dodici ampolle con misteriose scritte latineggianti appoggiate su una serie  di nicchie. E poi ancora tante altre foto che sembrano raccontare i segreti (erotici e iniziatici) di villa La Certosa, il buen retiro sardo dove il premier, Silvio Berlusconi, si è rifugiato senza dire una parola anche lo scorso fine settimana, mentre in Italia e in tutta Europa cominciava a spirare forte il vento della crisi delle borse. Ambienti da sogno, o da incubo. Una sorta di via di mezzo tra un club per scambisti (si vedono pure un letto, un divano a forma di bocca e una grande vasca per idromassaggi di gruppo), e un tempio pagano.

Berlino - Romano Prodi contro l'Unione europea. L'ex presidente della Commissione ha accusato la Ue di aver "pesantemente fallito" nel tentativo di superare la crisi del debito. Lo ha dichiarato in un'intervista al giornale tedesco 'Die Welt', in edicola domani.

"La sola strategia logica dell'Europa negli ultimi 15-16 mesi è stata di rimandare le decisioni. I piccoli problemi sono così diventati dei grandi problemi" ha sentenziato l'ex presidente del Consiglio. Servono decisioni chiare, ha proseguito Prodi, da parte dell'Unione europea. "Non siamo un sacco da boxe, che prende solamente dei colpi. Abbiamo una nostra politica" ha aggiunto, chiedendo poi alla Germania di ricoprire un ruolo chiave nella risoluzione della crisi. "Abbiamo bisogno della Germania. Una Germania che si prenda le sue responsabilità e assuma un ruolo direttivo" ha concluso.

Prodi ha presieduto la Commissione europea dal 1999 al 2004, dopo essere stato il presidente del Consiglio dal 1996 al 1998.



fonte





Condividi su Facebook
Maurizio Paniz: guardatelo bene in faccia e segnativo il nome. E' il capo di quelli che non dovranno MAI essere rieletti.


Roma - Gli ordini di professione, nati sotto il regime fascista, sono un'anomalia tutta italiana. Una corporazione, una forma di protezione che offre una serie di garanzie e vantaggi a cui 100 irresponsabili della coalizione di governo non hanno alcuna intenzione di rinunciare. Nemmeno ora che e' in gioco il destino dell'intero paese.

Ottanta deputati e 22 senatori promettono di fare trincea contro l'abolizione dell'ordine di avvocati e notai e contro l'incompatibilità (anti-Casta) dei doppi incarichi (e stipendi) tipo sindaco e onorevole prevista nella manovra. Minacciando di fare saltare il piano di austerity e con esso l'Italia intera per salvaguardare se stessi. E questo sarebbe il "nuovo partito degli onesti" che ha chiesto diventasse il PdL il nuovo segretario dello pseudo partito, Angelino Alfano? E pensare che anche lui - in quanto avvocato - potrebbe aver firmato.

Ecco l'elenco (vedi anche documento allegato) dei nomi di alcuni dei sedicenti "onesti" del partito, gli avvocati e notai che - fatta esclusione per Giulio Tremonti - con ogni probabilita' hanno firmato contro la manovra. 

A cui vanno aggiunti gli onorevoli Marsiglio, Rampelli, Mancuso, Ghiglia e Barani, che in una nota congiunta riportata dal Corriere della Sera hanno espresso "forte preoccupazione per il contenuto della manovra finanziaria che tratta della liberalizzazione delle professioni", in quanto, se applicata, "verrebbe a saltare il meccanismo fondamentale di alimentazione delle casse degli ordini e ci troveremmo ad avere 1,6 milioni di professionisti costretti a bussare alle casse dello Stato".

DI 28 SENATORI SOLO 6 DI SICURO NON C'ENTRANO:

Maria Elisabetta ALBERTI CASELLATI
Bruno ALICATA
Antonio AZZOLLINI
Alberto BALBONI
Massimo BALDINI
Antonio BATTAGLIA
Domenico BENEDETTI VALENTINI
Filippo BERSELLI
Gabriele BOSCETTO
Giulio CAMBER
Antonino CARUSO
Gennaro CORONELLA
Cesare CURSI
Luigi D'AMBROSIO LETTIERI
Mariano DELOGU
Raffaele FANTETTI
Pierfrancesco Emilio Romano GAMBA
Carlo GIOVANARDI
Cosimo IZZO
Piero LONGO
Franco MUGNAI
Domenico NANIA
Andrea PASTORE
Francesco PONTONE
Carlo SARRO
Aldo SCARABOSIO
Renato SCHIFANI
Raffaele STANCANELLI
Giuseppe VALENTINO

45 DEPUTATI DI CUI UNO SOLO SICURAMENTE E' INNOCENTE:

giovedì 14 luglio 2011
Nell'indifferenza generale, in Italia sta accadendo uno SCEMPIO che viola uno dei principali diritti di ciascuno di noi, la casa.

Perfino l'uomo di Neanderthal non toglieva la capanna ai propri nemici. Uno SCANDALO che passa inosservato, perché il DRAMMA colpisce una percentuale minima di cittadini, seppur NUMERICAMENTE CONSISTENTE, persone e famiglie che vengono DISTRUTTE... una questione di cui NESSUNO PARLA.

Equitalia toglie la casa alle famiglie in difficoltà. E non solo: LE DISTRUGGE ECONOMICAMENTE e non. Vediamo come.
Forse saremo ripetitivi; forse "ululiamo alla luna"; ma non abbiamo ne VOGLIA ne INTENZIONE di dimenticare i casi come quello di Michele Ferrulli. (vedi questo articolo)

Casi che non possono essere pubblicati 1 volta e messi nel cassetto. Fare così, come i Mass Media, che quando non possono evitare di riportare una notizia, ce la propinano in modo sbrigativo, magari dopo averci minuziosamente informato sull'evoluzione della storia tra la Canalis e Clooney... e poi PUFF la sparisce, cade nel dimenticatoio.

Non è possibile conoscere l'evoluzione della situazione, le indagini, il processo. Non è possibile sapere quando il "tizio" esce dal carcere dopo 2 giorni. NON SAPPIAMO NIENTE. Questo, se la notizia riguarda un POLITICO, o una CASTA... se invece riguarda un cittadino (seppur criminale) diventa un serial TV... ancora oggi dopo oltre un decennio, via via continuano a puntare i riflettori su Erika e Omar, del conosciutissimo delitto di Novi Ligure. Quando le notizie riguardano la gente qualsiasi, la gogna non si risparmia.

Però "che fine fanno" i casi come quello della S.Rita, non ce lo dicono. Quando fu scarcerato il chirurgo killer della clinica degli orrori di Milano, nessuno ha dato la notizia. (vedi la sezione dedicata alla clinica degli orrori sul sito) Chi ci segue da tempo, si ricorderà quando abbiamo pubblicato quella notizia, poi ripresa anche da altri blog, evidenziando il SILENZIO GENERALE dei mass media, eccezion fatta per Repubblica che comunque scrisse poche modeste righe, e nemmeno nelle prime pagine, ma circa a metà giornale.

NON PRESTIAMOCI A QUESTI GIOCHETTI !!!!! FACCIAMO CIRCOLARE VERA INFORMAZIONE... grazie ai Social Network, è possibile... noi raggiungiamo i nostri 108.325 iscritti, che a loro volta, condividono e fanno girare le notizie tra MILIONI di cittadini... notizie che spesso vengono riprese da altri blog, cosa che ci fa piacere (anche se sarebbe corretto che citassero il nostro blog, e spesso non avviene).

AVANTI TUTTA, GENTE... E NON DEMOTIVATEVI... il vento sta cambiando, sempre più persone "APRONO GLI OCCHI" ...

Alessandro di nocensura.com
Sottoscritto da tutto lo staff






Condividi su Facebook

Giaomo Toccafondi partecipò ai soprusi della caserma vicino a Genova. Adesso viene premiato dalla sua Asl. Il dottore è uscito dal processo solo grazie alla prescrizione. Per i giudici agì con "particolare crudeltà"

È il medico in mimetica ricordato da tanti ragazzi rinchiusi nella caserma di Bolzaneto. È uno dei dottori chiamati a rispondere civilmente per gli orrori del G8. Ma per lui nessuna sanzione. Anzi, la sua Asl ha deciso di premiarlo.

Genova il 23 luglio ricorderà le giornate più buie della sua storia recente: dieci anni fa si teneva il G8 segnato dalla morte di Carlo Giuliani, dalle violenze inaudite nelle strade della città, nella scuola Diaz e nella caserma di Bolzaneto. La città vuole chiudere le ferite, ma non è facile: sulle responsabilità è sceso il velo della prescrizione, dell’impunità. Molti protagonisti di quei giorni non hanno subìto conseguenze, anzi, hanno ottenuto pro-mozioni. Sono diventati alti dirigenti, questori.

MA NON si parla soltanto degli appartenenti alle forze dell’ordine. Ecco il dottor Giacomo Toccafondi. A dieci anni dal G8 il medico genovese non ha subìto alcuna conseguenza. Eppure è uno dei quattro dottori che, secondo i magistrati, avrebbero partecipato alle violenze di Bolzaneto. Il processo penale, con decine di testimonianze, ha ricostruito nei dettagli le violenze nella caserma alle porte di Genova. Furono ore di delirio, sopraffazioni, umiliazioni e libero sfogo alle peggiori inclinazioni di alcuni poliziotti e agenti penitenziari. È perfino difficile riuscire a leggere le parole dei testimoni. I magistrati nella sentenza parlano di un inferno, ricordano che “lo shock di questa esperienza fu tale che a molte donne iniziò il ciclo (mestruale, Ndr) prima del ritmo naturale”.

mercoledì 13 luglio 2011

Se mi chiedono "cosa ne penso delle adozioni gay", rispondo istintivamente che sono contrario, senza tanti dubbi...

Questo, non per xenofobia, o sentimenti simili, ma perché credo che questa società non sia culturalmente pronta per "accettare" e rapportarsi come con gli altri un bambino abbia "due papà" o "due mamme";

Il piccolo molto probabilmente sarebbe oggetto di discriminazioni, sarebbe isolato dal resto dei bambini. Da piccoli, non si può per definizione arrivare a comprendere certe cose, non è infrequente assistere a comportamenti discriminatori nei confronti del "diverso", spesso anche di bambini portatori di handicap o con la sindrome di down.

Per fortuna, questo fenomeno sembra in calo, negli ultimi anni; ma chi oggi ha più di 30 anni, sa bene di cosa parlo.

Oltre alle valutazioni di cui sopra, c'è anche da dire che anche se le persone in questione avessero tutti i requisiti morali per accudire un bambino, e sarebbero  ottimi genitori, secondo me crescere con i genitori omosessuali (ed in particolare i maschi, perché una figura femminile è necessaria per i bambini, "la mamma è sempre la mamma") non è, diciamo, "l'ambiente ottimale".

I benzinai hanno indetto uno sciopero per il 27 e 28 Luglio... tutte l'estati la solita solfa: tanto la benzina che non vendono in quei due giorni, la vendono i giorni precedenti. E senza rinunciare al proprio guadagno, possono concedersi 2 giorni che sembrano più di "ferie" che di sciopero, creando disservizi non indifferenti a chi deve viaggiare e al trasporto delle merci.

Non bastava la Lobby dei petrolieri, ma anche quella dei benzinai!!! E la benzina costa 1.60 Euro (di cui gran parte sono TASSE) - MENTRE IL GOVERNO STA A GUARDARE.... (potrebbe ridurre l'accise visto che l'aumento dei costi fa aumentare anche l'entrata tributaria)

Che vergogna queste caste, a prenderlo in "quel posto" siamo sempre NOI!!! Dovremmo 

organizzare NOI una protesta contro le Lobby...




staff nocensura.com





Condividi su Facebook
Secondo il presidente della Provincia di Treviso Leonardo Muraro, è da licenziare un'impiegata pubblica trevigiana che, con tanto di pubblicità su giornali e web, si prostituiva in periodo di malattia nella casa di un conoscente, a sua volta denunciato per sfruttamento della prostituzione. "Non è una dipendente della Provincia di Treviso, né del Comune - sottolinea Muraro - ma una cosa del genere è molto grave per l'immagine di qualunque ente pubblico: estremamente negativa per tutta la classe dei dipendenti pubblici, quest' impiegata non può continuare a far parte della loro squadra".

A sollevare la questione, ora all'attenzione della procura di Treviso, sono stati gli inquilini di uno stabile, insospettiti e disturbati da una frequente via vai di uomini nell'appartamento. Uno degli annunci, spiega il Corriere del Veneto, la descrive comequarantenne, disposta a ricevere amici nel pomeriggio nella zona di Treviso Nord. Gli investigatori hanno accertato che i periodi lamentati dagli abitanti dello stabile coincidevano con le malattie - in particolare influenze e ricadute - dichiarate all'ente pubblico per astenersi dal lavoro.

Per Muraro, "la vicenda ha soprattutto un risvolto morale: una dipendente pubblica ha garanzie economiche, non lo fa perché ha bisogno di soldi, ma per arricchirsi, è una questione di credibilità della persona. Non ho dubbi: è da licenziare immediatamente".





fonte





Condividi su Facebook

Il ministro Romano imputato per associazione mafiosaIl ministro Francesco Saverio Romano e' formalmente imputato di concorso in associazione mafiosa. La Procura di Palermo ha depositato la richiesta di rinvio a giudizio.
L'atto, firmato dal pm Nino Di Matteo e dall'aggiunto Ignazio De Francisci, segue di quattro giorni la decisione del Gip del capoluogo siciliano di rigettare l'istanza di archiviazione inizialmente presentata dalla Procura e di imporre ai magistrati inquirenti l'imputazione. Ora il Gup dovrà fissare entro due giorni l'udienza preliminare, ma il termine è solo ordinatorio. «Non intendo commentare un atto al quale la Procura di Palermo è stata obbligata dopo 8 anni di indagini e due richieste di archiviazione. Continuo a non comprendere come non ci si scandalizzi invece di un corto circuito istituzionale e giudiziario che riguarda chi da un lato ha condotto le indagini e chi dall'altro le ha severamente sanzionate. Comunque non ho intenzione di dimettermi» ha reagito Romano. 
Per i pm che hanno firmato la richiesta di rinvio a giudizio, il ministro Romano avrebbe nel tempo sostenuto Cosa nostra e avuto rapporti diretti o mediati con diversi elementi di spicco dell'associazione mafiosa. «Nella sua veste di esponente politico di spicco, prima della Dc e poi del Ccd e Cdu e, dopo il 13 maggio 2001, di parlamentare nazionale - scrivono i magistrati - Romano avrebbe consapevolmente e fattivamente contribuito al sostegno ed al rafforzamento dell'associazione mafiosa, intrattenendo, anche alla fine dell'acquisizione del sostegno elettorale, rapporti diretti o mediati con numerosi esponenti di spicco dell'organizzazione tra i quali Angelo Siino, Giuseppe Guttadauro, Domenico Miceli, Antonino Mandalà e Francesco Campanella». Secondo i pm, inoltre, il ministro avrebbe «messo a disposizione di Cosa nostra il proprio ruolo, contribuendo alla realizzazione del programma criminoso dell'organizzazione tendente all'acquisizione di poteri di influenza sull'operato di organismi politici e amministrativi».
La guerra globale contro il terrorismo (o per il petrolio? NdR) scatenata dall’amministrazione degli Stati Uniti dopo l’11 settembre 2001 ha causato sino ad oggi la morte di circa 258.000 persone. La stima - “estremamente prudente” - è stata fatta dalla Brown University di Rhode Island, una delle più antiche università USA (è stata fondata nel 1764) che ha valutato i costi umani e finanziari dei conflitti in Afghanistan ed Iraq e delle cosiddette “campagne contro il terrorismo” del Pentagono e della Cia in Pakistan e Yemen.
“Alle vittime dirette dei conflitti vanno aggiunte le morti causate indirettamente dalla perdita delle fonti di acqua potabile e delle cure mediche e dalla malnutrizione”, spiegano i ricercatori dellaBrown University. Come avviene ormai in tutti gli scenari di guerra sono sempre i civili a subire le perdite maggiori in vite umane: 172.000 tra donne, bambini, anziani e uomini non combattenti assassinati, 125.000 in Iraq, 12.000 in Afghanistan e 35.000 in Pakistan, a riprova che è proprio quest’ultimo paese asiatico al centro di un’escalation militare volutamente tenuta segreta dall’amministrazione Obama e dai principali media internazionali.
“Ancora più difficile è conoscere il numero dei morti tra gli insorti”, aggiunge lo studio della Brown University, “anche se le stime si attestano tra le 20.000 e le 51.000 persone. Il numero dei militari uccisi è invece di 31.741 e include circa 6.000 soldati statunitensi, 1.200 militari delle truppe alleate, 9.900 iracheni, 8.800 afgani, 3.500 pakistani e 2.300 contractor privati”. Il rapporto denuncia che dallo scoppio della guerra “globale e permanente contro il terrorismo” sono scomparsi 168 giornalisti e 266 tra volontari, cooperanti e operatori umanitari. “Le guerre hanno inoltre prodotto un flusso massiccio di rifugiati e sfollati, più di 7,8 milioni di persone, la maggior parte dei quali in Iraq ed Afghanistan”, scrivono i ricercatori. “Si tratta di un numero corrispondente all’intera popolazione del Connecticut e del Kentucky”.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Seguici su Facebook

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi