Post

Visualizzazione dei post da settembre 15, 2013

Osho: "pericolosi per la società"

EUROGENDFOR: Il braccio armato del M.E.S.

Sono 4.000 i militari italiani che si sono ammalati in Bosnia. Per loro nessun risarcimento

Immagine
MIGLIAIA di giovani militari italiani sono tornati dalle missioni gravemente ammalati: sono OLTRE 4.000, e nella maggioranza dei casi non si sono nemmeno visti riconoscere la "causa di servizio": per le autorità sono colpiti da "stress da sentinella". Molti giovani sono già morti: altri stanno morendo, o convivono con gravi patologie che non lascia loro grandi prospettive di vita.
In occasione delle feste come il 2 Giugno le istituzioni si complimentano, elogiano: ma nel momento del vero bisogno, li hanno lasciati soli. Carne da cannone...



Staff nocensura.com

APPROFONDIMENTI SULL'URANIO IMPOVERITO:

"Armi all'Uranio impoverito: malattie e morte per militari e cittadini, e non si fermano"  - DOSSIER - EDITORIALE"La vera arma chimica è l'uranio impoverito Usa che ha prodotto un'ecatombe" - EDITORIALE"Dieci attacchi chimici di cui gli Usa non ci vogliono far parlare""La sindrome di Quirra: dove il poligono NATO provoca ma…

Il nuovo ordine massonico: la dittatura delle banche

Di Lucio Sanna
LA DITTATURA DELLE BANCHE Abbiamo un debito pubblico di oltre 2000 miliardi di euro solamente perché lo stato chiede in prestito alla banca centrale “privata” il denaro che invece potrebbe stamparsi da solo. Siamo costretti a pagare 100 miliardi di euro all’anno di interessi su quel debito fraudolento a una cricca di banchieri usurai il cui uomo di facciata si chiama Draghi e sentirsi dire: “Non ci sono più soldi, ci dispiace! Volete continuare ad avere servizi? Dovete pagare più tasse!” E’ veramente una presa per i fondelli e un insulto all’intelligenza del Cittadino contribuente. Ma sopratutto è una truffa contro il Popolo. Cosa vuol dire “Non ci sono più soldi”? I “soldi” non si cercano sul fondo del mare ma si stampano. Quindi, se mancano, è perché “QUALCUNO” VUOLE CHE MANCHINO ! E lo Stato ? Perché non stampa il denaro in misura proporzionale alla quantità di merci e servizi che circolano? Semplice: perché lo Stato ha ceduto ai banchieri il potere di cr…

Tra pascoli, bombe e malformazioni

Immagine
Vi vorrei porre un indovinello. Qual'è la regione italiana che nel raggio di pochi km ha ben 3 poligoni di tiro NATO ed un aeroporto militare NATO? La Sardegna.
La NATO come è noto è un'organizzazione frutto del "PattoAtlantico", tra Europa ed USA. Un patto scellerato oserei affermare dato le conseguenze che dopo decenni alla conclusione della seconda guerra mondiale staimo subendo. La Sardegna è una regione che negli ultimi decenni ha dovuto subire ogni tipo di angheria da parte dei più forti. In un articolo precedente discutevo di come l'uomo ha creato industria ed allo stesso tempo inquinamento senza alcun minimo timore per ciò che poteva accadere alla Terra ed ai suoi abitanti.

è proprio di questi ultimi che vorrei questa volta soffermarmi. I cittadini italiani, compresi quelli sardi, in teoria dovrebbe essere liberi di poter vivere senza il pericolo di vedere la propria stalla fatta saltare in aria da qualche cannonata durante un'esercitazio…

I padroni del mondo.

Immagine
Non c’è ministro, né presidente del Consiglio, né presidente della Repubblica o monarca ad avere il potere, l’insindacabilità e la durata della carica che hanno a disposizione un presidente e un dirigente della banca centrale europea. La B.C.E. da’ “indicazioni” vincolanti ai governi, stabilisce i tassi e la politica monetaria. E nessun potere politico può interferire. E il popolo? Il popolo è sempre più estraniato,  sempre più sottomesso. Dov’è dunque la democrazia? Qui siamo in una super dittatura occulta. Analoga la storia delle altre banche centrali negli altri paesi d’Europa e del mondo. La più autonoma, la più indipendente, e la più spudoratamente privata è indubbiamente la “Federal Reserve” americana. La sua proprietà è inoltre tenuta scrupolosamente segreta, come segrete sono le riunioni della sua dirigenza. Palese è invece il suo potere, beffardo ed efficace, negli USA e nel mondo. Scrisse Gertrude Coogan:“La legge sulla Federal Reserve fu un grave errore. Essa…

Quei 100 miliardi all'anno di interessi che nessuno sembra vedere...

Immagine
La "pitonessa" Daniela Santadeche a "Porta a Porta": "Lo stato ci costa 100 miliardi di euro all'anno..."

E' vero: sono molti, troppi e sopratutto, spesi male: con una spesa così dovrebbe funzionare come un orologio svizzero, invece fa acqua da tutte le parti. Andrebbe certamente razionalizzato, però - bene o male - lo stato ci garantisce i servizi, inoltre da LAVORO a diversi MILIONI di cittadini, che a loro volta fanno girare l'economia...

GLI INTERESSI SUL DEBITO PUBBLICO, CHE PAGHIAMO A CAUSA DELLA MANCANZA DI SOVRANITA' MONETARIA CI COSTANO LA STESSA CIFRA: Soldi che le banche sottraggono alla nostra economia, impoverendoci...

Questo però la "pitonessa" e gli altri politici non lo dicono mai...



QUESTO è L'UNICO VERO MOTIVO DELLA CRISI... in 30 anni abbiamo pagato 3.100 MILIARDI DI INTERESSI...


Alessandro Raffa

Altro che tagli: con la Boldrini la Camera spende più di prima!

Immagine
Editoriale a cura di Alessandro Raffa per nocensura.com

Da alcuni giorni sono state rese pubbliche le spese sostenute dalla Camera dei Deputati nel primo semestre di "gestione Boldrini", che aveva esordito promettendo tagli che non solo non ci sono mai stati, ma ha persino aumentato le spese!

Conti alla mano, il primo semestre 2013 di gestione Boldrini è costato agli italiani 109.809.654€ contro i 105.833.653€ del primo semestre 2012 della Presidenza di Gianfranco Fini. Si tratta di una delle gestioni più care della storia repubblicana.

La spesa di quasi 110 milioni riguarda le spese di esercizio e funzionamento della Camera, e non tiene in considerazione gli stipendi dei 635 deputati e dei 1.551 dipendenti della Camera dei deputati: questi ultimi in alcuni casi guadagnano persino di più degli "onorevoli" stessi.

Ma entriamo nel dettaglio, paragonando i costi della "gestione Boldrini" a quelle della presidenza di Fini: che certo non rappresenta un modello …

Se addirizzare la Concordia è motivo d'orgoglio nazionale...

Immagine
Le operazioni effettuate per raddrizzare la Costa Concordia sono costate 600 MILIONI DI EURO: è vero che si tratta di una nave mastodontica, ma personalmente mi sembra una cifra spropositata... cosa ne pensate?

Il teatrino che ha imbastito il premier Letta invece, che si è detto "orgoglioso dell'efficenza italiana" dimostra la pochezza di questo governo: se i motivi di orgoglio di una nazione sono questi, siamo proprio alla frutta... tra l'altro l'ideatore del progetto di recupero, Nicholas Sloane, che ha diretto le operazioni, è SUDAFRICANO: inoltre ci sono voluti 20 mesi per addirizzarla, non sono certo pochi.

Un tempo eravamo orgogliosi delle scoperte dei grandi geni italiani che hanno fatto la storia: oggi lo siamo per avere addirizzato una nave dopo 20 mesi, diretti da un sudafricano... povera italietta!


Alessandro Raffa

L'unico vero motivo della crisi: la sovranità monetaria, che hanno svenduto alle banche...

Immagine
Ieri Berlusconi ha divulgato il suo (ennesimo) video messaggio: parla di CRISI, ma non proferisce mezza parola sui MOTIVI della crisi... LEGGI L'ARTICOLO



3.100 MILIARDI DI EURO: a tanto ammontano gli INTERESSI sul debito pubblico che abbiamo sborsato negli ultimi 30 anni, una cifra a dir poco PAZZESCA!!! E ancora ci ritroviamo con più di 2.000 miliardi di debito, che ci costano 80-100 miliardi di euro di interessi annui (varia in base allo spread) e dovremo fare i conti con il FISCAL COMPACT... ECCO QUAL è IL VERO MOTIVO DELLA CRISI !!!

E' assurdo che l'Italia anziché emettere moneta debba emettere titoli di Stato e farsi prestare i soldi dalle BANCHE, pagando loro cospicui interessi.

La BCE NON presta denaro alle nazioni: non è cioè "prestatore di ultima istanza". La BCE emette il denaro e lo presta alle banche commerciali ad un tasso, attualmente, dello 0,50%: queste anziché finanziare le imprese (è più rischioso) investono nei titoli di Stato, reali…

Un pianeta migliore? Dipende da noi...

Immagine
PROPRIO COSI'...

Ci lamentiamo della delocalizzazione, della disoccupazione: MA SIAMO NOI CHE LA INCENTIVIAMO ACQUISTANDO PRODOTTI DELLE AZIENDE CHE DELOCALIZZANO...

Ci lamentiamo che i lavoratori sono sempre più sfruttati e malpagati: MA CONTINUIAMO AD ACQUISTARE I PRODOTTI DELLE AZIENDE CHE CALPESTANO I LAVORATORI...
Una decina di anni fa la Nike fu investita da uno scandalo a livello MONDIALE: emerse che le scarpe - vendute nel mercato occidentale a prezzi elevati - venivano prodotte sfruttando la manodopera anche di bambini sottopagati... MA NON PER QUESTO E' ANDATA IN ROVINA, anzi ha conquistato sempre più il mercato pagando decine di milioni di euro ai testimonial...

Ci lamentiamo per l'inquinamento: salvo poi acquistare i prodotti delle aziende che distruggono il pianeta impunemente...

Tutto questo perché i mass media NON INFORMANO: realizzando ingenti profitti sugli spot delle multinazionali in questione, che realizzano profitti MILIONARI, se non MILI…

Il discorso di Berlusconi: non una parola su banche, eurocrati e poteri forti

Immagine
Ho guardato i primi minuti dell'ennesimo videomessaggio di Berlusconi. E' stato trasmesso da tutte le tv, radio e giornali, chi se lo fosse perso può guardarlo qui.

Esordisce con i soliti discorsi sulla crisi, sulle cui reali cause non proferisceuna parola: nemmeno un vago riferimento al fatto che la crisi è dovuta al signoraggio bancario, alla truffa del debito pubblico, ai 3.100 miliardi che abbiamo pagato, solo a titolo di interessi, negli ultimi 30 anni: una cifra che da sola sarebbe sufficiente per azzerare il debito pubblico, e avanzerebbero anche più di 1.000 miliardi di euro per rilanciare l'economia e offrire servizi dignitosi ai cittadini.

Quando l'amica Francesca Salvador a Servizio Pubblico ha parlato di sovranità monetaria davanti a Berlusconi, egli le rispose che "ha ragione", ma poi si guarda bene dal parlarne...

Come ho scritto nel lungo editoriale pubblicato pochi giorni fa,circa "Berlusconi ed i poteri forti" che a detta di qualcun…

Cosa bolle in pentola, al di la della disinformazione mediatica...

Immagine
I poteri forti vogliono far fuori Berlusconi? Oppure hanno sempre convissuto serenamente con lui? Perché fecero cadere il suo governo? Un'approfondita analisi dalla caduta del governo Berlusconi ad oggi...

Editoriale a cura di nocensura.com

Su "Il Giornale" di sabato 14 Settembre c'è un articolo che rilancia le rivelazioni di Bini Smaghi (membro del comitato esecutivo della BCE dal 2005 al 2011) nel suo libro, secondo il quale "i poteri forti avrebbero fatto cadere Berlusconi nel 2011 mediante lo spread perché voleva fare uscire l'Italia dall'euro"... sarebbero gli stessi poteri che oggi vogliono "togliere di mezzo" Berlusconi..

L'articolo è una sorta di "arringa difensiva" scritta dai "cani da guardia" di Silvio, è comprensibile visto che si tratta del giornale "di famiglia". Un articolo con il quale sembrano volere "mostrare i muscoli" ai poteri forti, avvisandoli che se non viene trovata una so…

Borghezio: "La commissione europea ha rottamato la nostra sovranità"

Immagine
Le dichiarazioni dell'istrionico eurodeputato leghista circa le polemiche sollevate da alcuni esponenti del centrodestra dopo le dichiarazioni del commissario europeo Olli Rehn, che ha definito "un errore" l'abolizione dell'IMU da parte dell'Italia. 

PS: Il signor Rehn non è stato informato che il governo in realtà ha sostituito l'IMU con la Service Tax?!? Oppure queste dichiarazioni del commissario europeo servono esclusivamente a dare agli italiani l'illusione che il governo non è succube dei diktat europei?!?

Borghezio: "Sono lacrime di coccodrillo le doglianze del centrodestra per le dichiarazioni del Commissario europeo Olli Rehn, contro l'abolizione dell'Imu e, più in generale, il suo diktat sulla politica fiscale dell'Italia. Hanno votato a cuor leggero qui in Europa e poi, conseguentemente, a Roma il "fiscal compact" e tutte le altre decisioni con cui la Commissione europea ha "rottamato" la nostra sovranità.…

Effetto serra: rapporto sulle 50 aziende piu' inquinanti del mondo

Immagine
Le grandi aziende si impegnano sufficientemente per lottare contro il cambiamento climatico? La risposta, grazie ad un rapporto dell'ONG CDP pubblicato il 12 settembre, e' mite: da un alto, le emissioni di gas con effetto serra delle 500 principali societa' quotate nel mondo che sono diminuite del 14% in quattro anni; dall'altro, queste emissioni che provengono al 73% da solo 50 industrie, le cui emissioni continuano ad aumentare.
Complessivamente, le 500 piu' grandi aziende emetteranno nel 2013 l'equivalente di 3,6 miliardi di tonnellate di anidride carbonica (CO2), rispetto ai 4,2 miliardi del 2009, secondo lo studio di questa organizzazione indipendente specializzata sulle emissioni delle aziende, studio realizzato dietro richiesta di più di 700 investitori istituzionali.
I 50 piu' grossi inquinatori sono responsabili da soli di piu' di 2,5 tonnellate, una cifra in aumento dell'1,7% in quattro anni. Se questa crescita puo' sembrare marginale, …

Crisi, delocalizzazione e schiavitù moderna

Immagine
LAVORO: All'inizio del secolo le "condizioni di lavoro" sono costantemente migliorate fino agli anni '90: dopodiché sono tornate a regredire sempre di più, bruciando tutte le conquiste degli anni precedenti...

Il progresso tecnologico - inteso come robotizzazione e automazione dei processi produttivi - avrebbe potuto e dovuto migliorare le condizioni di lavoro, invece si è tradotta in PERDITA DI POSTI DI LAVORO; ad aumentare sono stati i profitti delle multinazionali e dei loro manager, i cui stipendi sono sempre più distanti da quelli dei lavoratori ed impiegati: in passato guadagnavano 5,6, 10 volte più di un lavoratore, oggi il divario è aumentato a centinaia, talvolta MIGLIAIA di volte. Marchionne percepisce un compenso di oltre 7.400.000 di euro all'anno (1) al quale si aggiunge un "premio" che varia in base ai profitti realizzati dal gruppo: nel 2012 questo è ammontato a ben 50 MILIONI DI EURO!! (2) CIFRE FOLLI elargite al "super manager&quo…

Bagnai: "chi svende l’Italia fa un regalo alle banche estere"

Immagine
Italia svendesi: Enel, Eni, Finmeccanica. Tra i “gioielli di famiglia” che potrebbero essere ceduti, il presidente della Cassa Depositi e Prestiti, Franco Bassanini, include anche l’Ansaldo. Svendere i pezzi pregiati della nostra industria strategica: operazione sensata? «Dal punto di vista economico, no», risponde Alberto Bagnai, economista dell’università di Pescara: «Il tentativo di abbattere il debito tramite la cessione di attività pubbliche si è sempre rivelato un fallimento: ogni volta che si è proceduto in questa maniera, lo stock di debito non è stato sensibilmente intaccato; in compenso, lo Stato si è privato di una importante fonte di entrate». È evidente, aggiunge Bagnai, che se un’azienda viene ceduta all’estero (il governo Letta infatti parla di “afflusso di capitali esteri”) i suoi profitti andranno fuori dall’Italia. Lo ha ammesso persino Romano Prodi, regista delle prime grandi svendite degli anni ’90. Lo stesso Prodi, ricorda Paolo Nessi su “Il Sussidiario”, fu anch…

La globalizzazione e la finanziarizzazione dell'economia hanno avvantaggiato le banche e impoverito i popoli

Immagine
diStefano Di Francesco
a premessa è che un minimo livello di finanziarizzazione del sistema economico è indispensabile per poter permettere all’economia reale di espandersi, creare beni e servizi, migliorare la qualità di vita dei popoli.
Attraverso la finanza e specificamente attraverso l’erogazione del  credito, le imprese possono essere messe in grado di produrre e vendere prodotti e servizi, generando ricavi la cui tassazione dovrebbe essere destinata alla realizzazione e mantenimento di pubblici servizi (leggasi scuola,sanità, infrastrutture strategiche,welfare,..).
Purtroppo però la storia di questi ultimi venti anni, caratterizzati da una devastante globalizzazione, ci consegnano una realtà ben diversa rispetto a quella che c’era stata paventata negli anni 90, quando l’imperativo era “aprire le frontiere per dare maggiori opportunità alle imprese,ai capitali,ai lavoratori di creare ricchezza e benessere!”.
Lo aveva ben compreso il premio Nobel per l’economia Maurice Allais che …

LE INTERCETTAZIONI DI AMATO AL TELEFONO CON IL CAPO DEL MONTEPASCHI

Immagine
Fresco fresco di nomina a giudice della Corte Costituzionale, Giuliano Amato non si aspettava di certo di trovare le sue parole al telefono con Giuseppe Mussari, prima a.d. e poi presidente del Monte dei Paschi di Siena, per questioni di stretta importanza istituzionale: il tennis club di Orbetello. E venticinquemila euro in meno: La lettura dei brogliacci mostra comeMussari fosse riuscito a creare intorno a sé un consenso diffuso, un appoggio trasversale che coinvolgeva tutti i partiti. A metà febbraio del 2010 si aprono i giochi per il rinnovo al vertice dell’Abi, l’associazione bancaria italiana, e cominciano a circolare le indiscrezioni. Il 14 lo chiama Giuliano Amato e, annotano gli investigatori nel «brogliaccio» delle telefonate, «gli chiede se è vera la voce circa la sua candidatura all’Abi in modo tale da fare qualcosa per sostenerlo. Mussari glielo conferma».

Giovani americani creano pistole e fucili con stampante 3D

Immagine
Da buenobuonogood

Non è l’ennesima anatema contro l’uso delle armi, siamo tutti grandi e vaccinati e sappiamo bene che per i signori della guerra, costruire e commercializare armi sarà sempre la propria ragione di vita, la propria deplorevole ed infima missione, un lavoro come una altro, da cui far maturare pure un’opulenta pensione. Un lavoro come un altro, un prodotto come un altro…
E poi la guerra ci sarà sempre, quella famosa Era dell’Aquario, la fantomatica inversione delle coscienze ed il risveglio dell’uomo sembra che tardino ad arrivare. Altro che risveglio, la maggior parte degli uomini ancora dorme e russa profondamente.
Accecati da denaro e potere, sempre più ignoranti e distratti (leggi intrattenuti), siamo l’umanità che non evolve, si autocompiace e se ne frega, nel fondo, di tutto.
Far cambiare il cuore ed il cervello di pericolosi mercenari e masturbati ignavi è impossibile, l’unico cambio potrà avvenire solo dall’interno, quando queste sottospecie di uomini cap…

Da New York nuovi scottanti particolari sull’11 Settembre

Immagine
NEW YORK (PRESS TV) – Nuovo incredibile particolare sull’11 Settembre rivelato dal giornalista americano Mark Glenn.
Il cronista e scrittore dello Stato dell’Idaho ha rivelato nella trasmissione The Debate alla rete satellitare Press TV che “cinque spie israeliane vennero arrestato nella mattina dell’11 Settembre dopo essere stati identificati nelle vicinanze del fiume al Liberty State Park, in New Jersey, perchè si erano appostati ed avevano filmato il crollo delle Torri (gemelle)”. Glenn aggiunge: “Quelle cinque spie vennero velocemente mandate in Israele dall’allora segretario della Sicurezza nazionale Micheal Chertoff, ma egli stesso ammise in seguito alla tv israeliana che erano spie del Mossad inviate per documentare l’evento”. “Circa 200 agenti del Mossad vennero arrestati prima e subito dopo l’11 Settembre, e tutti loro hanno fallito nel test della macchina della verità…avevano tutti ricevuto un addestramento militare ed avevano con se particolari sistemi elettron…

La strategia dell’UE: sospendere i diritti degli Stati membri in caso di violazione dei principi europei

Immagine
La madre di tutte le distrazioni di massa è la decadenza di Berlusconi. Anche se è una gaudiosa distrazione per la sinistra, che in un colpo solo si libera del più pericoloso avversario di sempre, complice pure l’inettitudine dell’intero centrodestra,incapace da una parte di difendere il proprio leader, e dall’altra persino incapace di crearsi una propria identità oltre il fattore “B”. Ma come si suol dire in questo caso: “Perdonali, perché non sanno quello che fanno“. E che il centrodestra non sappia quel che fa, è ormai un dato scientificamente assodato, se non decisamente incontestabile e inequivocabile. Sta di fatto che mentre in Italia tiene banco – come al solito – Berlusconi sì, Berlusconi no, in Europasi discute l’opportunità di attuare l’art. 7 del Trattato UE, che prevede la sospensione in alcuni casi – e segnatamente nel caso di violazione di alcuni princìpi comunitari –i diritti fondamentali degli Stati membri. Il discorso è stato pronunciato da Josè Manuel Barroso (presiden…

Belpietro vuole buttare via la Costituzione: il suo esempio di 'democrazia' ? Gli USA!

Immagine
VENGONO I BRIVIDI a pensare che le opinioni di molti italiani vengono "orientate" da direttori di giornali come lui. A pensare che il suo giornale riceve persino finanziamenti pubblici, invece, mi viene il mal di pancia...




Alessandro Raffa

Italia: Strage di Ustica, spunta superteste

Immagine
Si aprono nuovi e inediti scenari per la strage di Ustica. A rivelarli in esclusiva è 'la Repubblica' che ha parlato con un ex pilota Alitalia sentito nei giorni scorsi dalla procura capitolina, che passò con due voli di linea sopra la zona della tragedia il giorno prima ed il giorno stesso della sciagura, avvenuta il 27 giugno 1980 nella quale morirono 81 persone. Il pilota, un ex militare, vide vicino alla zona dell'esplosione una flottiglia di navi, nello specifico una portaerei ed altre tre-quattro imbarcazioni di supporto. Parole che sono un riscontro inedito alle dichiarazioni che nel 2008 rilasciò Francesco Cossiga, che nel 1980 era primo ministro, secondo cui ad abbattere il Dc-9 sarebbe stato un missile a risonanza lanciato dalla portaerei francese Clemenceau. Non ci sarebbe quindi stata nessuna battaglia tra mig libici e mirage francesi nei cieli di Ustica all'origine della tragedia, ma un missile partito dal mare che colpì per errore i…