Post

Visualizzazione dei post da agosto 15, 2010

Bersani si faceva pagare l'affitto dal sindacato, che prende i soldi dai lavoratori tesserati e finanziamenti statali

Immagine
Evidentemente, gli oltre 20.000 Euro al mese che percepisce non gli bastavano... poverino!!!



Veronesi: "Ma chi se ne frega della Santa Rita!!"

VERONESI, "STIMATO ONCOLOGO"... SENTITE QUESTA... VERGOGNOSO!!!

QUEST'UOMO E' TALMENTE IMPEGNATO CHE NON HA TEMPO DI PRESENTARSI AI PROCESSI...

Immagine
Rimanda grazie al "legittimo impedimento" : commovente come trovi il tempo per la D'Addario e le varie veline!


Una figura medioevale e obsoleta che fattura in media 450.000euro senza concorrenza

Immagine
Una delle più odiose tra le [tante] caste che caratterizzano il nostro paese, è quella dei notai: una figura medioevale che la moderna tecnologia ha reso evidentemente obsoleta: in molte nazioni europee le sue funzioni vengono svolte [gratuitamente] dalla Pubblica Amministrazione, mentre in Italia questa ipotesi, ventilata timidamente da alcuni, è sempre rimasta lontana dal divenire realtà, indipendentemente da chi fosse al governo. Le caste – come sempre – in Italia sono intoccabili. E così, un lavoratore che desidera comprarsi la prima casa, è costretto a elargire tre o quattro stipendi a un signore che ha l'importante compito di... apporre una firma sul documento. Le [pesanti] tariffe dei "rogiti notarili" vengono stabilite dall'ordine dei notai, la loro "associazione di categoria", senza possibilità alcuna di concorrenza: visto che ogni notaio ha la sua zona prestabilita dove lavorare in via esclusiva.
La “pianta organica” del Ministero prevede che in It…

DESTRA? SINISTRA? CENTRO? ESCI DAL GREGGE... SONO TUTTI UGUALI !!! NON CAMBIA MAI NIENTE !!!

Immagine
Prima repubblica. Seconda repubblica. Dc, Psi, Pci, Pli... Forza Italia, Pds, An, Ccd... Margherite, Ulivi, Asinelli, Case delle libertà, Poli delle libertà. MA COSA E' CAMBIATO DI SOSTANZIALE PER I CITTADINI? COSA HANNO FATTO PER NOI?


"Se non state attenti, i media vi faranno odiare le persone che vengono oppresse e amare quelle che opprimono!"

Immagine
Storica citazione di Malcom X

QUAL'E' IL PRINCIPALE PROBLEMA DELL'ITALIA?

Immagine
Disoccupazione? Crisi? Mafia? Mancanza di case popolari? Debito pubblico al 115% ???NO... FARE UNA LEGGE CHE IMPEDISCE DI INTERCETTARE I POLITICI.... This is Italy!!!

Invece di affrontare la crisi... propongono la "legge bavaglio"...

Immagine
This is Italy!!!

Omicidi di stato: Marcello Lonzi

Immagine
Marcello Lonzi muore nel carcere di Livorno, a 29 anni: Secondo i giudici che hanno archiviato il caso, il decesso è avvenuto per "cause naturali": arresto cardiaco. Le evidenti lesioni se le sarebbe procurate da solo, cadendo.
Per capire questo caso, basta guardare le agghiaccianti foto che abbiamo pubblicato di seguito, e pensare che il caso è stato archiviato come "morte per cause naturali". Sembra una storia di fantascienza, invece è proprio così.








Vi rendete conto? Stabiliscono che il decesso è dovuto a cause naturali, e il caso viene archiviato... qui non si tratta di interpretare "una legge"... qui ad essere "interpretata" a piacimento sembra essere la realtà dei fatti...
Il blog della madre di Marcello: http://marcellolonzi.noblogs.org/ .


Omicidi di stato: Giuseppe Casu

Immagine
Si chiamava Giuseppe Casu e faceva il venditore ambulante abusivo a Quartu S. Elena, un grosso comune nella cintura urbana di Cagliari. È l'ennesima vittima delle politiche "securtarie" tanto di moda tra le amministrazioni di ogni orientamento politico. La metafora della guerra torna di moda, anche per colpire quelli che di volta in volta vengono individuati come i nemici interni. Guerre agli "ambulanti", ai "clandestini", ai "drogati", agli "imbrattatori", e via discorrendo. Che si tratti poi di guerre reali, e non metaforiche, condotte con lo spirito e i metodi della guerra, ce lo dicono le vittimeche queste piccole guerre interne disseminano nelle nostre strade.Giuseppe Casu è una vittima della "guerra agli ambulanti abusivi" proclamata dagli amministratori del suo comune per il ripristino della legalità.
Inizialmente è stato perseguitato dalle guardie municipali che lo hanno tempestato di multe per più di un anno. Per …

Marcello Dell'Utri, condannato a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa.

Immagine
Ed è ancora in giro, ovviamente... Il giorno della condanna le TV (raiuno compresa) hanno riportato la notizia concentrandosi maggiormente sulla parte delle accuse che sono "cadute" piuttosto che sulla condanna a 7 anni di reclusione. Praticamente sembrava uscito vincitore dal processo ... 7 anni.





In Italia i politici sono selezionati con la fedina penale:

Immagine
Se non sono quantomeno inquisiti non li prendono... ovviamente per i migliori posti è necessario essere pregiudicati!

Omicidi di stato: Mario Castellano

Immagine
20 luglio 2000: Mario Castellano, un ragazzo di 17 anni, è a bordo di un motorino e non indossa il casco. Nei pressi dell'ippodromo di Agnano una volante della polizia gli intima di fermarsi. E' una scena che più volte nei mesi precedenti si era ripetuta con gli stessi attori. Sfugge all'alt di un agente e scappa per poi ritornare indietro ed evitare di essere bloccato, fino a quando l'agente stesso impugna la pistola e spara, colpendolo mortalmente alla schiena. Grazie alla testimonianza di un driver del vicino ippodromo l'agente che ha sparato è stato accusato di omicidio volontario e condannato in primo grado a 10 anni di carcere. Oggi è stato assolto dalla Corte di Assise di appello di Napoli perchè "il fatto non sussiste". Gli amici di Mario e i passanti, quel 20 luglio di due anni fa, reagirono con rabbia alla terribile immagine che gli si materializzava davanti agli occhi. I genitori, nel tempo, lo hanno pianto e hanno provato a fare chiarezza sull…

Omicidi di stato: Aldo Bianzino

Immagine
Lettera di Giuseppe Bianzino (padre di Aldo)
Sono il papà di Aldo Bianzino (morto di percosse nel carcere di Perugia il 23/10/07 dopo essere stato arrestato per detenzione di marijuana, ndr) vi chiamo amici perchè, pur non conoscendovi personalmente, vi ho sentiti vicini nella tragedia che ci ha colpiti. Io e mia moglie desideriamo vivamente ringraziare voi e tutti coloro che hanno seguito e raccontato i fatti. Un grazie va a Luigi Manconi, al quale in particolare ci affidiamo perchè non molli e faccia di tutto per arrivare alla verità e identificare i colpevoli, e alla signora Maria Ciuffi, la mamma di Marcello Lauri che era stata colpita da una tragedia uguale e che ci ha scritto una lettera che voi avete pubblicato. Unisco a questa lettera alcune mie riflessioni delle quali mi assumo in ogni caso tutta la responsabilità scaricando eventualmente voi.
1. Quelli che hanno massacrato Aldo si sono comportati come i componenti della famigerata banda banda Koch, o come gli aguzzini di Vide…

Omicidi di stato: Federico Aldrovandi

Immagine
Pubblichiamo un estratto del blog curato dalla madre di Federico, Patrizia Aldrovandi.

Lunedì 2 gennaio 2006
Scrivo la storia di quel che è successo a Federico, mio figlio. Non scriverò tutto di lui, non si può raccontare una vita, anche se di soli 18 anni appena compiuti. È morto il 25 settembre, il giorno di natale sono stati tre mesi... Ho sempre pensato che sopravvivere ad un figlio fosse un dolore insostenibile. Ora mi rendo conto che in realtà non si sopravvive. Non lo dico in senso figurato. È proprio così. Una parte di me non ha più respiro. Non ha più luce, futuro... Perché il respiro, la luce e il futuro sono stati tolti a lui. Sabato 24 settembre è stato un giorno sereno, allegro... Dopo la scuola il pranzo insieme, chiacchiere, risate. Era ancora estate, faceva caldo. Ha portato a spasso il suo amico cane. Non lo faceva spesso, ma quel giorno è andato con la musica in cuffia. Tutto in quel giorno aveva un'aura speciale. Pensandoci ora è come se avesse voluto salutare tutti…

Omicidi di stato: Riccardo Rasman

Immagine
Il seguente è il testo di una interrogazione parlamentare presentata in Senato il 27/02/2008.
Riccardo Rasman era un giovane nato a Trieste il 5 agosto 1972; nel 1992 il Rasman, nel corso dell’espletamento del servizio di leva durante, riferì di aver subito atti di “nonnismo” in seguito ai quali iniziò a manifestare una sindrome schizofrenica paranoide; a seguito di un ricorso promosso contro il Ministero della Difesa, la Corte dei Conti per il Friuli Venezia Giulia con sentenza del 26 settembre 2003 riconobbe il giovane, in relazione alla sindrome maturata, l’infermità dipendente da cause di servizio; il 27 ottobre 2005, poco dopo le 20, Rasman era da solo nel suo appartamento assegnatogli dall’istituto case popolari a Trieste, presso il quale si recava saltuariamente; Rasman si trovava probabilmente in uno stato di agitazione psico-fisica dovuto alla sua malattia e, tenendo la musica della radiolina alta si mostrò nudo sul balcone da dove lanciò due patardi sulla strada, uno dei quali c…

Omicidi di stato: Stefano Cucchi

Immagine
ESTRATTO DAL BLOG DI BEPPE GRILLO:Stefano Cucchi è stato arrestato dai Carabinieri il 15 ottobre scorso. Trascorre la notte in caserma e l'indomani, con un processo per direttissima, il giudice dispone l'arresto in carcere in attesa dell'udienza successiva. Mentre sono ancora in attesa di vedere il figlio, una settimana fa i familiari ricevono dai carabinieri la notifica del decreto col quale il pm autorizzava l'autopsia sul corpo di Stefano. E' così che i genitori e la sorella vengono a conoscenza della morte di Stefano. Un'altra morte di carcere.Il Blog di Beppe Grillo ha intervistato Ilaria e Giovanni Cucchi, rispettivamente sorella e padre di Stefano.L'arresto e il processo per direttissima
Stefano è morto
Un ragazzo normale

L'arresto e il processo per direttissima llaria Cucchi: "Stefano Cucchi era un ragazzo di 31 anni, un normalissimo ragazzo di 31 che la notte tra il 15 e il 16 ottobre è stato arrestato dai Carabinieri, perché trovato in posses…