Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

sabato 14 gennaio 2012

Uno dei migliori documentari sul NWO in circolazione; in inglese, sottotitolato italiano



(ANSA) - BRUXELLES - L'Unione europea e' pronta a rafforzare le sanzioni contro il petrolio iraniano se Teheran non accogliera' le richieste di cooperazione della comunita' internazionale sul suo programma nucleare. E' quanto hanno ribadito oggi i rappresentanti dei 27 stati membri della Ue, che hanno raggiunto un accordo di principio. La questione sara' oggetto di nuove riunioni. La decisione finale e' attesa al consiglio esteri del 30 gennaio prossimo a Bruxelles.



Condividi su Facebook

Viaggio nella città balneare dove una persona su quattro è sconosciuto per l'Agenzia delle Entrate. E tra gli operatori c'è chi confessa e chi invece minimizza. Ma la percentuale di chi non paga tasse è il 25 per cento, molto più della media nazionale


“Altro che blitz di Cortina, qui in Riviera ormai lo status sociale dei turisti è molto popolare, e se qualcuno non batte qualche scontrino è per tenersi in tasca 2-3 euro l’ora a fine giornata. Sai quante tasse allo stato e al comune devo pagare per il mio bar?”. A Rimini è ancora bassa stagione, la maggior parte degli alberghi è chiusa, così come i bagni. La possibilità che i recenti controlli nella località sciistica veneta possano presto ripetersi anche in Riviera, magari con la stagione estiva, non spaventa più della crisi che i pochi hotel e ristoranti aperti a gennaio già lamentano.

“Una volta a Rimini si faceva il cosiddetto Capodanno più lungo del mondo – racconta Ilde, chef e socia di una deliziosa osteria a pochi metri dal mare – Quest’anno senza lo spettacolo della Rai, da venti anni che sono a Rimini, è stato il capodanno più corto”. Il blitz di Cortina qui strappa qualche risatina sotto i baffi. “Ce lo abbiamo tutti i giorni il blitz noi”, spiega Alessandro Giorgetti, presidente regionale di Federalberghi e a sua volta albergatore a Igea Marina.

Un nuovo scandalo proveniente da un Consiglio Regionale, che - lo ricordiamo - hanno stipendi e privilegi non lontani dai colleghi parlamentari. La maggioranza Consiglieri delle regioni italiane, per capirsi, guadagnano più di Obama e molti altri capi di stato. 

Dopo lo scandalo che ha investito poco meno di un mese fa la Regione Lazio, dove la Polverini ha pensato bene di estendere agli assessori esterni (cioè quelli "nominati" e non eletti) il diritto al vitalizio (e menomale dovevano tagliarlo...) questa volta tocca all'assemblea regionale siciliana: dove è emerso che sono attive ben 700 utente telefoniche: OLTRE 10 PER CIASCUN CONSIGLIERE. Come è possibile? Cosa ci fanno? Verrebbe da chiedersi. La risposta sta nei tabulati: venivano utilizzati da parenti e amici dei consiglieri. Uno scandalo che ovviamente, INVESTE TUTTI I PARTITI: che quando c'è da banchettare vanno d'amore e d'accordo. Si parla di tagli agli sprechi, di eliminare i privilegi, mentre nei consigli regionali accade - impunemente - di tutto. Come nelle altre istituzioni, ovviamente. Qualcuno ricorderà lo "scandaletto" che ha investito la Provincia di Palermo a fine Settembre 2011: pagavano gli straordinari ai dipendenti per ... spalare la neve di Luglio e Agosto! SIAMO ALL'ASSURDO PIU' TOTALE... la gente non arriva alla fine del mese, e questi fanno bisboccia alla faccia nostra. Quello che fa più SCHIFO, è il fatto che quando poi questi casi vengono allo scoperto, nessuno paga mai le conseguenze dei propri errori! Mai che qualcuno sia - non diciamo ARRESTATO, come sarebbe giusto in casi come questo - ma nemmeno rimosso dal proprio posto!

ecco l'articolo de "Il Fatto Quotidiano" che racconta quest'ultima prodezza:

Il nuovo premier ungherese Orban, che ha vinto con il 70% dei suffragi, ha modificato la costituzione e assegnato al parlamento il controllo della Banca Centrale, che stamperà moneta SENZA DEBITO (vedi http://bit.ly/zNvBlF) e questo è un dato di fatto.

Ok, date un'occhiata a questi articoli:


--
secondo voi la decisione di togliere potere alla Banca centrale privata c'entra qualcosa con il fatto che venga dipinto come un dittatore (ha vinto con il 70% di suffragi e nessuno ha parlato di brogli, almeno fino ad ora) oppure le cose staranno davvero così? E' presto per dirlo, ma mettersi contro la massoneria mondiale non deve essere molto conveniente...

COSA NE PENSATE?



Condividi su Facebook
Le "liberalizzazioni" di Monti (guardacaso) non riguardano le banche, le assicurazioni, i notai e le potenti lobbies in generale! QUESTA è LA SUA "EQUITA". Negli ultimi mesi si è registrato un boom di suicidi, l'ultimo caso risale a ieri, a Treviso, dove un benzinaio si è tolto la vita impiccandosi, nonostante tutto il governo continua a stangare i cittadini e preservare gli interessi dei poteri forti: anche il Vaticano, nonostante i "dibattiti" alla fine non verserà 1 centesimo: DAVVERO QUALCUNO CREDEVA CHE GLI AVREBBERO FATTO PAGARE L'ICI?!? - COSI COME I POLITICI NON SI SONO ANCORA RIDOTTI LO STIPENDIO... (devono ancora capire quanto guadagnano in Europa?!?!) - di seguito l'articolo de "Il Fatto Quotidiano" del 12 Gennaio, che illustra esaustivamente i "progetti" di Monti: un articolo che però non illustra le tante "mancanze" di queste liberalizzazioni...
- - - - -
Dalle bozze sulle liberalizzazioni mancano ancora il capitolo sugli istituti di credito. Intanto, è ai nastri di partenza la deroga al contratto dei ferrovieri per i treni privati di Montezemolo


Più di qualcosa manca – banche, assicurazioni e gas su tutto – eppure le bozze del decreto sulle liberalizzazioni circolate in questi giorni non sono un provvedimento piccolo piccolo alla Tremonti, ma una prima, decisa spazzolata all’assetto attuale della società (economica) italiana. Per un giudizio definitivo bisognerà certo aspettare il testo vero del governo: fonti di palazzo Chigi fanno sapere ad esempio che il premier “ancora non ha potuto leggere gli articolati” e smentiscono la norma sull’articolo 18.
MA DAVVERO SONO I TASSISTI LA "CASTA" DA ABBATTERE?!? 

Non sarebbe stato DOVEROSO iniziare dai NOTAI ?!? Una figura MEDIOEVALE che opera in regime di ESCLUSIVA, senza la minima concorrenza, e con prezzi SALATISSIMI per servizi che altrove in Europa vengono gestiti da uffici comunali/statali a prezzi 40/50 volte INFERIORI? Ma ovviamente per il governo è più facile attaccare i tassisti, farmacisti, panettieri etc...


Con questo, NON diciamo che siamo contrari alle liberalizzazioni: che SE FATTE CON CRITERIO, BUON SENSO E DEMOCRAZIA, sono giuste. Ma vogliamo "spezzare una lancia" in favore dei tassisti, facendo notare gli aspetti che buona parte dei mass media omettono, troppo impegnati a farli passare come dei "super-privilegiati", mentre invece si tratta di una categoria di persone che LAVORA, passano la giornata nel traffico, fanno i turni notturni, lavorano i giorni festivi, etc. LE CASTE DA "TOCCARE" PER PRIME SONO SENZA DUBBIO ALTRE!



Attraverso l'Haarp e' possibile :

  • influire in maniera drastica sul tempo atmosferico
  • provocare terremoti
  • interferire con le onde celebrali di uomini ed animali
  • generare esplosioni nucleari senza ricaduta radioattiva
  • eseguire la tomografia della terra
  • irradiare calore persino in bunker situati a grandi profondita'
  • eliminare le comunicazioni su aree specifiche vaste mantenendo quelle militari


Condividi su Facebook

"Se Nostradamus fosse vivo oggi, avrebbe avuto difficoltà a tenere il passo con Gerald Celente"
New York Post

"Quando la CNN vuole sapere circa le tendenza future, le chiediamo a Gerald Celente"
CNN Headline News


Gerald Celente divenne famoso per aver previsto in tempi non sospetti e con grande precisione il crollo dell'Unione Sovietica e il crollo immobiliare. Ora prevede per il 2012, ciò che chiama, la "Più Grande Depressione"


Ecco alcune sue dichiarazioni-previsioni:


  • Stiamo per entrare in una depressione che sarà peggiore della Grande Depressione.
  • Qualcosa che non abbiamo mai visto nel corso della nostra vita e direi nel corso della vita di nessuno. 
  • Non c'e' niente che il governo puo fare per risolvere questo problema. Non hanno ne' l'inteligenza ne' la metodologia. 
La cosa DRAMMATICA è la TOTALE MANCANZA DI OPPOSIZIONE: i principali partiti sostengono Monti, di conseguenza anche i mass media (controllati dai partiti) non informano i cittadini come DOVREBBERO.

I sindacati sono latitanti, si lamentano in modo flebile, di facciata, senza "mordere", senza assumere iniziative incisive. Il governo Monti ha ELIMINATO la "pensione agevolata" per chi si ammala a causa del proprio lavoro: la cosiddetta "causa di servizio" (vedi http://bit.ly/uJJM3P) in condizioni normali, se il governo avesse fatto una cosa del genere l'opposizione avrebbe gridato allo scandalo: INVECE LA MAGGIORANZA DEI CITTADINI NON NE SONO A CONOSCENZA!

L'unica fonte di VERA INFORMAZIONE ormai sono i blog liberi come il nostro, gestiti da cittadini "qualsiasi", che lavorano e si confrontano quotidianamente con i problemi del "cittadino medio". Le grandi testate giornalistiche - che usufruiscono di finanziamenti pubblici milionari (vedi http://bit.ly/vMOw6l) - sono relegate a "organi di propaganda" in mano ai vari gruppi di potere, condizionate dagli inserzionisti pubblicitari e dai "poteri forti", distanti ANNI LUCE dai cittadini.

Contribuisci a fare VERA INFORMAZIONE, SENZA "SCONTI A NESSUNO", aiutandoci a far conoscere il nostro blog www.nocensura.com e la nostra PAGINA FACEBOOK www.facebook.com/nocensura - siamo presenti anche su Twitter: www.twitter.com/nocensura


Condividi su Facebook
‎*** Questa mattina abbiamo il piacere di darvi un'OTTIMA NOTIZIA; PAS-FermiamoLeBanche PROMUOVERA' UNA CLASS ACTION CONTRO UNICREDIT!!!

Il Comitato non ha ancora preso vita, visto che l'incontro costitutivo è fissato per il 4 Febbraio; tuttavia visto la gravità della situazione, il Coordinamento provvisorio ha deciso di assumere questa iniziativa per offrire supporto ai cittadini frodati, privi di punti di riferimento.

Questo perché - citando le parole dell'avv. Marra, "non è stata commessa una sola illiceità, ma è fraudolenta l'intera strategia speculatoria di questa gentaglia con drammatiche conseguenze a danno di milioni di persone."

Non si tratta di una vera e propria "class action", poiché questa possibilità non è contemplata dalle nostre leggi, bensì di un'azione giudiziaria di massa fatta di tante singole, personalizzate e ben più incisive cause, azioni restitutorie e risarcitorie!!! Gli Avvocati di FermiamoLeBanche stanno lavorando per definire la questione, ovviamente non mancheremo di aggiornarvi nei prossimi giorni; tutte le informazioni inerenti all'iniziativa saranno pubblicate sul sito www.PAS-FermiamoLeBanche.it a partire dai prossimi giorni.

Dobbiamo DIFFONDERE AL MASSIMO LA NOTIZIA per farla conoscere ai cittadini frodati, in modo che abbiano la possibilità di far valere i loro diritti: PAS-FermiamoLeBanche ha diramato un comunicato stampa, tuttavia è stato *CENSURATO* (vi sorprende?) da TUTTI I MASS MEDIA!!! 

I cittadini frodati interessati alla class action possono chiedere informazioni all'indirizzo email info@PAS-FermiamoLeBanche.it o al n. 393/2039457

Concorri alla lotta contro le banche iscrivendoti al PAS-FermiamoLeBanche -"Comitato promotore del referendum per l'abrogazione delle sei leggi regala soldi alle banche e la lotta al signoraggio bancario"

Info e adesioni su www.FermiamoLeBanche.it - www.PAS-Fermiamolebanche.it

Pagine Facebook:
http://facebook.com/fermiamolebanche.it
http://facebook.com/signoraggio.it
- - - - -
Di seguito il comunicato stampa di PAS-FermiamoLeBanche:

Il nuovo governo ungherese, sull'orlo della bancarotta, ha posto la BANCA CENTRALE sotto il controllo del parlamento: che potrebbe EMETTERE MONETA DI PROPRIETA' DELLO STATO, PRIVA DI DEBITO: ELIMINANDO QUINDI IL SIGNORAGGIO BANCARIO: questo ovviamente ha allarmato BCE e UE, Barroso ha subito dichiarato che Budapest ha avrà aiuti se non torna indietro. La paura delle lobby bancarie è che il "giochino" della moneta a debito possa esser scoperto da altri paesi, che potrebbero seguire l'esempio dell'Ungheria... (non è certo il caso dell'Italia, dove Monti + PD e PDL vogliono AUMENTARE il potere della BCE....)
venerdì 13 gennaio 2012

Ultimamente, anche se non capita molto spesso, mi ritrovo d'accordo con quanto scrive l'economista americano Paul Krugmanin "Deciphering Japan's "Safe Haven" Status".
In sostanza dice che infliggere troppe misure di austerità sui conti pubblici degli Stati è una cosa negativa, perchè si rischia bloccare la crescita economica.
Krugman cita a sua volta l'economista capo del Fondo Monetario,Olivier Blanchard il quale, in una sua recente analisi afferma: "gli investitori sono schizofrenici sul problema del risanamento dei conti pubblici e su quella della crescita"; e ancora dice Blanchard: "(gli investitori) prima reagiscono positivamente alle misure di austerity, dopo reagiscono negativamente quando le misure producono un rallentamento della crescita, come spesso succede."
Tutto ciò dimostra ancora una volta che il mondo della finanza è vittima di schizzofrenia, gli investitori operano come nevrotiche sanguisughe dedite unicamente al profitto, capaci di cambiare idea in un nanosecondo qualora arrivassero "rumors" su eventuali perdite o guadagni.
In termini più semplici: agli investitori della politica monetaria di un Paese non frega niente, contano solo i margini di guadagno, soprattutto nel breve termine.
Vita e opere di Nick o' Mericano, l'uomo cresciuto politicamente a Casal di Principe dove ha ancora casa. Vivono ancora lì i suoi fratelli. Come i suoi parenti vicini al clan


Gigi Di FioreNicola Cosentino è un esponente politico della zona dei cosiddetti casalesi. E' nato a Casal di Principe, dove conserva ancora un'abitazione (anche se la frequenta poco), e i fratelli vivono in zona. La sua carriera politica è molto legata al territorio: di fatto Cosentino ha percorso tutte le tappe politiche attraverso esperienze in questa zona della Campania, dagli enti locali al ruolo di coordinatore campano del Pdl. Non va dimenticato che Nicola Cosentino è anche uno dei fondatori di Forza Italia. Dunque, a suo riguardo, possiamo dire che è un esponente politico di lungo corso nel territorio casalese. Secondo l'accusa Nicola Cosentino è un politico in contatto con il clan dei Casalesi da diversi anni, proprio da quando muoveva i primi passi politici negli enti locali. E per questo, grazie al suo peso politico, avrebbe favorito gli affari delle imprese dell'organizzazione camorristica. 
Cosentino è certamente un politico molto conosciuto nel Casertano, proprio perché da anni lavora su quel territorio. A lui hanno affibbiato un soprannome colorito, come si usa spesso in queste terre: lo chiamano "Nick o' Mericano", per i suoi trascorsi negli Stati Uniti d'America. Nei suoi confronti ci sono altalenanti e diversi giudizi. Di certo non è uno sconosciuto. Si può dire che a Casale e dintorni lo conoscono tutti

Perché la camera lo ha salvato non consentendone l'arresto?
Gli azionisti di Pepsi.Co hanno presentato una risoluzione collaborativa con la Securities and Exchange Commission, nel tentativo di costringere l'azienda a interrompere contratti con una società di ricerca che utilizza cellule di bambini abortiti nel suo processo di produzione di esaltatori di sapidità artificiali.

Secondo LifeNews.com, Pepsi ha "ignorato preoccupazioni e critiche da parte di decine di gruppi pro-life e decine di migliaia di pro-life, persone che hanno espresso la loro opposizione alla collaborazione tra Pepsi.Co con l’azienda biotech Senomyx, dopo esser stato provato che nei loro additivi venivano usate cellule fetali da corpi di bimbi abortiti"


Sul suo sito web Senomyx spiega che il suo programma di ricerca del sapore "si focalizza sui progetti dediti alla  scoperta e allo sviluppo di ingredienti dal sapore salato, dolce e salato che hanno lo scopo di consentire la riduzione del MSG, zucchero e sale nei prodotti alimentari e delle bevande. Utilizzando gli studi sui recettori di gusto umani, abbiamo creato sistemi di recezione del gusto che forniscono una lettura biochimica o elettronica quando il sapore di un ingrediente interagisce con il recettore ".

Tragedia stamattina a Montebelluna. A trovare il corpo uno dei dipendenti della stazione di servizio. Il cellulare del titolare squillava dentro il magazzino
La Marca conta l’ennesima vittima della crisi economica . L’ennesimo suicidio causato da conti che non tornano, prospettive in crisi, debiti. A decidere di farla finita è stato il titolare del distributore di benzina Total in via Feltrina a Montebelluna, Franco Nardi. Un gesto estremo che ha avuto per teatro proprio il distributore, conosciutissimo.
Il corpo è stato rinvenuto stamattina da uno dei dipendenti dell’imprenditore che, arrivato come ogni mattina alla stazione per iniziare servizio, ha scoperto il cadavere impiccato. Immediato l’allarme ai medici del Suem e ai carabinieri. Ma il tempestivo arrivo dei soccorso non ha potuto nulla. L’uomo era già morto da tempo.
Sconvolti i dipendenti della stazione di servizio ma anche i tanti negozianti e residenti che conoscevano l’uomo. Il cinquantenne non aveva mai nascosto alcune difficoltà di carattere economico arrivando al punto di sfogarsi con alcuni amici. Nessuno immaginava però un gesto così drammatico.

fonte

Condividi su Facebook

Grandissimo Saviano, non le manda a dire dietro. Bossi: "nelle carte non c'è niente" - ORA VUOLE FARE ANCHE IL GIUDICE?!? E perché hanno bloccato l'uso delle intercettazioni che lo riguardano se è innocente?

Condividi su Facebook

12 gennaio 2012 - Le autorita' militari Usa dichiarano di avere aperto un'inchiesta su un video pubblicato su Internet, nel quale vengono mostrati quattro marines mentre urinano su quelli che sembrano essere i cadaveri di tre insorti, presumibilmente combattenti talebani. Le autorità USA hanno identificato i protagonisti di questo deplorevole gesto, che dimostra tutto il disprezzo per la vita dei soldati americani, dopo lo scandalo di Abu Ghraib, dopo i casi di tremende torture emerse, roba da far accapponare la pelle a un serial killer: arti amputati con la sega, occhi cavati e molte altre nefandezze. I tribunali USA hanno avuto il coraggio di prosciogliere i torturatori di Abu Ghraib, figuriamoci se puniranno questi soldati: dopotutto da un paese che tiene da 10 anni centinaia di prigionieri in gabbia come polli, senza processo, senza alcun diritto, non possiamo aspettarci niente di meglio.


staff nocensura.com





Condividi su Facebook

Cari iscritti, premesso che, anche grazie al movimento di informazione nocensura.com (250.000 iscritti Facebook e oltre 1.000.000 di contatti mensili sul blog), siamo ora vicini alle 5.000 iscrizioni, vi prego tutti di divenire promotori di una campagna rivolta far esplodere questi numeri, perché – in questo deserto di veri progetti politici e culturali – e forti come siamo dei nostri programmi, bastiamo per scatenare una campagna che ci porti a ciò a cui dobbiamo tendere: sgominare le cosche opportunistiche, sclerotiche e filo-bancarie che appestano il Parlamento e vincere le prossime politiche.

-La gente, infatti, nonostante sappia dell'urgenza di cambiare, esita per ora a dare forza a coloro che, come noi, il cambiamento saprebbero produrlo davvero; ma l'imminente crollo dell'illusione Monti è destinato a causare un profondo cambio di scenario al quale dobbiamo tenerci pronti.

-Poiché poi molti propongono numerosi altri obiettivi (oltre all'abrogazione delle sei leggi regala-soldi e la lotta al signoraggio), abbiamo formulato lo schema di adesione come un'adesione anche al PAS, per poter così perseguire sia tutte le iniziative che ci vengono sollecitate che quelle che propone il PAS, illustrate nel documento che invierò, perché sia discusso e votato, non appena ne avrò completato la revisione (è del 1987).
giovedì 12 gennaio 2012
COSENTINO RIMANE LIBERO...

I DEPUTATI LO HANNO SALVATO DAL CARCERE UN'ALTRA VOLTA... dopo la votazione abbiamo assistito a un quadretto VOMITEVOLE: il deputato del PDL si è letteralmente accasciato sullo scranno (paura eh?) e molti colleghi sono andati da lui a felicitarsi... la differenza la hanno fatta i leghisti - quasi tutti contrari all'arresto come da linea dettata da Bossi - e i radicali.

V E R G O G N O S I !!!!!

L'altra volta la camera ha IMPEDITO alla magistratura di utilizzare nel processo contro Cosentino le intercettazioni che lo vedono conversare con alcuni BOSS della CAMORRA... questo signore, che la magistratura ritiene essere il REFERENTE DEI SANGUINARI CASALESI, VIVE AL DI SOPRA DELLA LEGGE... COMPLIMENTI VIVISSIMI...

E' INAMMISSIBILE CHE LA CAMERA, CHE DOVREBBE ESSERE IL FULCRO DELLA DEMOCRAZIA, IMPEDISCA ALLA MAGISTRATURA DI FARE IL PROPRIO CORSO, SOPRATUTTO QUANDO IN BALLO CI SONO REATI GRAVISSIMI COME QUESTI...

V E R G O G N A !!!

staff nocensura.com


Condividi su Facebook
Nicola Cosentino con Silvio Berlusconi, 
presente oggi alla Camera
Con 298 sì e 309 no, l'aula di Montecitorio si è espressa sul caso del coordinatore del Pdl in Campania, accusato di avere legami di affari e politici con i clan dei Casalesi. In serata l'ex sottosegretario si è dimesso da coordinatore regionale del Pdl in Campania



Con 298 sì e 309 no, la Camera dei deputati ha negato l’autorizzazione all’arresto di Nicola Cosentino, ex sottosegretario all’economia dell’ultimo governo Berlusconi e attuale coordinatore regionale del Pdl in Campania. Il deputato di Casal di Principe è accusato dai pm napoletani di riciclaggio e corruzione con l’aggravante del metodo mafioso. Il voto è avvenuto a scrutinio segreto, ma determinanti per salvare Cosentino sono stati i voti dei Radicali (contrari all’arresto per la presenza di fumus percutionis: i loro sei voti sono stati determinanti per salvare Cosentino) e soprattutto della Lega (Bossi non ha votato), che sulla questione si è spaccata al suo interno. Oltre a Bossi, non hanno partecipato al voto anche gli ex ministri Giulio Tremonti, Saverio Romano, Antonio Martino e Lucio Stanca. Del Pdl non hanno votato Jole Santelli, Souad Sbai, Manuela Di Centa, Amato Berardi e Angeli Giuseppe. Presenti e votanti Alfonso Papa e Marco Milanese, gli ultimi due deputati del Pdl sui quali l’Aula si è espressa sull’autorizzazione all’arresto, con risultati diametralmente opposti (Papa in carcere, Milanese no). Il Pd, invece, ha spiegato che i due assenti, Giuseppe Fioroni e Giovanni Sanga, erano assenti per malattia mentre dell’Udc mancava Angelo Compagnon. Non ha votato anche Maria Grazia Siliquini e due erano gli assenti del gruppo Fli (Francesco Divella e Donato Lamorte). Quattro erano i deputati in missione.

Nei giorni scorsi molti blog e pagine Facebook hanno pubblicato articoli (qui uno dei tanti) che sostengono che "un giudice ha dichiarato nulle tutte le "multe via raccomandata" e le notifiche eseguite da Equitalia"; articoli che fanno riferimento a un commento dell'Avv. Matteo Sances, che nei giorni scorsi è intervenuto anche sulle colonne de "Il Giornale". La grande mole di articoli pubblicata dai vari blog, spesso con l'aggiunta di commenti dei blogger, talvolta in contrasto tra loro, sembra aver generato una certa confusione tra gli utenti, visto che in diversi ci hanno scritto chiedendoci chiarimenti su "cosa ha sancito la sentenza in oggetto e come devono procedere".

Vista l'estrema delicatezza dell'argomento, abbiamo scritto una email allo Studio legale Sances, chiedendo all'Avvocato la disponibilità per spiegarci brevemente come stanno le cose, ovvero cosa ha sancito la sentenza citata nell'articolo,  in modo facilmente comprensibile. 


L'Avv. Sances - che ringraziamo pubblicamente - ci ha risposto in modo davvero tempestivo: di seguito pubblichiamo la sua risposta esaustiva risposta. 
---
Gent.le Dott. Raffa,
l’articolo da Lei indicato si riferisce ad un mio recente commento ad una sentenza della Commissione Tributaria Provinciale di Milano (sent. n.75/26/11), la quale si occupa di un aspetto particolare del rapporto tra il Concessionario della riscossione e il contribuente.
Tale sentenza, infatti, chiarisce cosa deve fare Equitalia per provare la corretta notifica delle cartelle.

Il caso di specie riguardava la contestazione di un contribuente che riteneva illegittima l’ipoteca iscritta sul suo immobile poiché non era mai venuto a conoscenza del debito tributario, attraverso la precedente corretta notifica delle cartelle esattoriali (in pratica, l’azione del fisco inizia dapprima con la notifica delle cartelle esattoriali e successivamente, in caso di mancato pagamento, può continuare con l’iscrizione ipotecaria, il pignoramento mobiliare o immobiliare ed infine la vendita del bene).

Ebbene, a seguito di tale contestazione in giudizio da parte del contribuente, il concessionario della riscossione non provava la correttezza del proprio operato poiché oltre alla ricevuta di ritorno della cartella (o la relata di notifica) non produceva anche la cartella medesima.

Ebbene, tale comportamento se da una parte prova la ricezione di un atto dall’altra non prova assolutamente il contenuto dell’atto stesso.

Ciò è stato specificato a chiare lettere anche da altre pronunce, tra cui è bene citare la sentenza della Commissione Tributaria Provinciale di Parma n.40/01/10, quella della Commissione Tributaria Regionale di Roma n. 82/21/09 ed infine quella del Giudice di Pace di Campi Salentina n.559/10 (tutte visibili su http://www.studiolegalesances.it – Sez. Documenti).

In particolare, quest’ultima sentenza chiarisce espressamente che “l’Ente incaricato per la riscossione, ha sempre l’obbligo di produrre l’atto a cui si è fatto riferimento (nella specie la cartella esattoriale)” ed ancora, relativamente alla contestazione del contribuente, specifica che “E’ come se il debitore cambiario, prima di pagare il credito vantato dal presunto creditore, chiede con diritto di essere posto a conoscenza del titolo cambiario da lui sottoscritto in forma autografa ed il creditore che ne richiede il pagamento ha l’obbligo di esibire il titolo”.
Il Giudice di Pace, infine, in riferimento alla mancata esibizione della cartella, chiarisce ancora che “Tanto meno va considerata prova a tutti gli effetti la copia della cartolina di avvenuta notifica della cartella esattoriale, senza la produzione della cartella medesima…”.

Spero di essere stato sufficientemente chiaro.

Distinti saluti.

Avv. Matteo Sances

Studio Legale Tributario Sances


----

In esclusiva per nocensura.com



Condividi su Facebook

In diretta su Raitre trasmettono i "lavori" (chiamarli così è un insulto nei confronti di chi lavora) del parlamento; dopo il discorso di Monti, è stata la volta di Frattini (PDL) e ora di D'Alema (PD) che si è complimentato con Frattini, che ha chiesto a Monti di chiedere agli altri stati membri di conferire MAGGIORI POTERI non solo all'Europa (ovvero al Consiglio dell'Unione Europa, NON ELETTO DA NESSUNO) MA ADDIRITTURA  PER LA BCE!!! Dimenticando che la banca centrale europea - di proprietà privata - certo non sta aiutando l'Italia, visto che ormai da tempo non acquista i nostri titoli, causando l'aumento dello spread che ci costringe a pagare interessi elevatissimi per la gioia dei ricchi speculatori... L'Italia è capofila della nascente dittatura delle banche e delle multinazionali. Gli unici a fare un discorso sensato, sono stati i leghisti... ma non fatevi incantare: SI TRATTA DI MERA PROPAGANDA, NON DIMENTICHIAMOCI CHE QUESTA GENTAGLIA CHE OGGI VOTA A FAVORE DELL'ARRESTO DI COSENTINO, FINO A IERI è ANDATA A BRACCETTO CON LUI E CON TUTTO IL PDL, AVALLANDO PORCATE DI DIMENSIONI EPOCALI... POVERA ITALIETTA...

staff nocensura.com


Condividi su Facebook
Odissee burocratiche italiane. A Caserta la cattedra arriva in ritardo di 21 anni. "Io ho dovuto inventarmi una nuova vita"

Altro che annunci pubblici. Si devono scomodare “Caramba che sorpresa” e “Chi l’ha visto?” per scovare i vincitori di un concorso pubblico risalente a più di quattro lustri fa. I cellulari erano per pochi e gli indirizzi mail rari, all’epoca. E i recapiti lasciati allora ormai sono in disuso. Come rintracciare gli aventi diritto a un’assunzione a tempo indeterminato presso il Ministero della Pubblica istruzione? Con le maree di docenti precari in circolazione è la classica manna dal cielo che stravolge la vita. Eppure i fortunati e meritevoli sono irraggiungibili. Si sa, dopo vent’anni chissà dove si finisce...

La solita diceria sulle lungaggini burocratiche italiane? E invece no! Sul sito del Ufficio scolastico provinciale di Caserta compare la pubblicazione di un singolare avviso a firma del dirigente Maurizio Piscitelli: «Avendo quest’Ufficio individuato i 4 sottoelencati docenti destinatari di contratto a tempo indeterminato, dalla graduatoria per esami e titoli del concorso 1990, ed essendo sfornito degli indirizzi degli stessi, in quanto trattasi di procedura concorsuale risalente a più di vent’anni, si chiede cortesemente, a chi è a conoscenza, di fornire indicazioni per rintracciare i predetti docenti».
bioterror-weaponLa maggior parte delle persone non ha idea di quanto siamo vicini all’apocalisse biologica. In tutto il mondo, “superbatteri” incredibilmente pericolosi vengono creati da virologi e ricercatori militari. Questo sconsiderato armeggiare con la natura finirà per costare milioni di vite, perché è inevitabile che alcuni di questi “superbatteri” alla fine saranno rilasciati, di proposito o per caso. Quando arriverà il momento, non avremo assolutamente alcuna protezione contro di essi. Ma molti di questi scienziati non sembrano preoccuparsi dei rischi. Infatti, un team guidato da Ron Fouchier dell’Erasmus Medical Centre di Rotterdam ha creato un “influenza aviaria killer” che potrebbe uccidere centinaia di milioni di persone e vuole pubblicareil procedimento. Non sembrano rendersi conto che questa “influenza aviaria killer” creata scientificamente, potrebbe essere facilmente replicata da coloro che vorrebbero usarla come arma bioterroristica. In particolare, una “super-influenza” sarebbe una grande arma per coloro che vogliono ridurre drasticamente la popolazione del mondo, senza avere “sangue sulle loro mani”. Purtroppo, oggi ci sono troppe persone là fuori (molte all’interno dell’elite globale) che in effetti credono che ci sia bisogno di eliminare la maggior parte di umanità per salvare la terra.
Alcuni anni fa, un sacco di persone sono letteralmente impazzite per l’influenza aviaria H5N1, ma si scoprì che è davvero difficile trasmettere l’influenza aviaria H5N1 da uomo a uomo.
Ma se ci fosse un modo per rendere molto più facile la diffusione dell’H5N1 tra gli esseri umani, questo potrebbe potenzialmente essere assolutamente devastante. Finora, circa il 60 per cento di tutti gli esseri umani che sono stati infettati dal virus H5N1 sono morti.
Bene, questo è esattamente ciò che questo team di ricercatori europei ha fatto.
Il Libro V della Politica di Aristotele descrive l’eterna transizione di oligarchie che si fanno aristocrazie ereditarie, che finiscono per essere rovesciate da tiranni, o sviluppano rivalità interne quando alcune famiglie decidono di “arruolare le moltitudini nel loro campo” e di introdurre la democrazia, all’interno della quale emerge ancora una volta una oligarchia, seguita da aristocrazia, e poi democrazia, e così via nel corso della storia.
Il debito è stata la principale dinamica che ha guidato questi cambiamenti, sempre con nuovi colpi di scena e trasformazioni.
Si polarizza la ricchezza, creandosi una classe di creditori, il cui governo oligarchico giunge alla fine quando nuovi leader (“tiranni” per Aristotele) ottengono l’appoggio popolare, cancellando i debiti e ridistribuendo i patrimoni, o trasferendo nelle casse dello Stato le rendite patrimoniali.
Fin dal Rinascimento, però, i banchieri hanno spostato il loro sostegno politico verso le democrazie. Questo non rifletteva convinzioni politiche egualitarie o liberali in quanto tali, ma piuttosto un desiderio di maggiore sicurezza per i loro prestiti. Come James Steuart ha spiegato nel 1767, l’indebitamento finanziario dei re rimaneva un affare privato, ​​piuttosto che un debito veramente pubblico [1]. Quando i debiti dei sovrani divennero vincolanti per l’intera nazione, i rappresentanti eletti hanno dovuto imporre tasse per pagare le spese per interessi.
"Il caso contro il Venezuela iniziato durante l’amministrazione George W. Bush è accelerato rapidamente sotto Obama."

Eva Golinger, autrice di “The Chavez Code: Cracking US Intervention in Venezuela

Avvocato ed attivista, Eva Golinger ha scritto un pezzo eccellente sulle relazioni tra Stati Uniti e Venezuela che ha postato sul suo sito web Postcards from the Revolution. Golinger dettaglia la trasformazione stupefacente che Chavez ha effettuato da quando è salito al potere dodici anni fa. 

Non solo Chavez si è liberato degli oligarchi predatori che una volta dominavano la politica venezuelana, ma i suoi programmi sociali e rivoluzionari hanno elevato anche il tenore di vita per i poveri e la classe media, dando forza alle istituzioni che hanno trasformato il Venezuela in una delle democrazie più vibranti dell’emisfero. Il Venezuela ha visto una riduzione del 50% del tasso di povertà da quando Chavez è stato nominato nel febbraio 1999. I venezuelani hanno garantite cure sanitarie gratuite, un'istruzione pubblica dall’asilo fino alle scuole superiori e le libertà civili che sono protette sotto la costituzione. I cittadini degli Stati Uniti hanno tutte le ragioni per essere invidiosi della rete di sicurezza sociale che Chavez ha creato per la sua gente con la sua Rivoluzione Bolivariana.

Naturalmente, le politiche progressiste di Chavez hanno sbigottito molti a Washington, dove i suoi successi sono considerati una minaccia all'ordine prestabilito. I mandarini delle grandi aziende considerano Chavez un piantagrane e stanno facendo di tutto per liberarsi di lui il prima possibile. Questo è il motivo per cui non si legge niente di positivo su Chavez o le sue realizzazioni neimedia statunitensi, perch i boss corporativi lo odiano, come fanno per chiunque riesca a deviare soldi dall’1% della cima della catena alimentare economica al 99% che sta in fondo.

Le relazioni tra Stati Uniti e Venezuela hanno continuato a peggiorare sotto Barack Obama, che ha deluso profondamente Chavez come ha fatto con i suoi sostenitori negli Stati Uniti. L'amministrazione Obama continua a finanziare la rete furtiva di ONG appoggiate dagli Stati Uniti che stanno lavorando quotidianamente per deporre il leader democraticamente eletto da più di un decennio. Golinger ha scritto a lungo sulle agenzie statali statunitensi e la loro persistente intromissione nella politica del Venezuela. Qui è un estratto del post della Golinger:

"Sin dal fallimento del tentativo di colpo di stato supportato dagli Stati Uniti contro Presidente venezuelano Hugo Chavez nell’aprile del 2002, Washington ha intrapreso una varietà delle strategie per rimuovere il troppo popolare dirigente sudamericano. Le sovvenzioni multimiliardarie ai gruppi anti-Chavez in Venezuela tramite le agenzie governative degli Stati Uniti, come la National Endowment for Democracy (NED) e la US Agency for International Development (USAID) sono aumentati esponenzialmente nel corso degli scorsi dieci anni, così come il sostegno diretto politico attraverso consiglieri, strateghi e consulenti con lo scopo di favorire un’ascesa al potere di un’opposizione impopolare e antiquata.

Le agenzie statali degli Stati Uniti, tra cui il Dipartimento di Stato, la Central Intelligence Agency, il National Directorate of Intelligence e il Pentagono hanno fatto salire di tono l’ostilità verso il governo venezuelano negli ultimi anni. La nazione forte produttrice di petrolio è stata inserita in innumerevoli “liste” prive di alcun fondamento prodotte annualmente da Washington, come quelle per "non aver cooperato nelle iniziative contro la droga”, per "non aver dato il sostegno alla guerra contro il terrore", per lo "sfruttamento delle persone" e altre ancora, che sono basate su decisioni politiche invece che su prove concrete e sostanziali per sostenere le accuse. Queste dichiarazioni hanno dato modo a Washington non solo di giustificare i milioni di dollari dei contribuenti statunitensi affidati ai gruppi anti-Chavez come le ONG, ma anche per aumentare la presenza militare nella regione e convincere l’opinione pubblica che Hugo Chavez è un nemico." (“War on Venezuela: Washington’s False Accusations Against The Chavez Government”, Eva Golinger, Postcards from the Revolution)

Quindi, le cose non sono per niente migliorate sotto Obama, e sono davvero peggiorate. il Congresso, il cui tasso di approvazione del Congresso è sceso al di sotto del 10%, sta ancora suonando i tamburi di guerra contro Chavez, cercando di ottenere appoggio per un intervento diretto.

Anche se Obama si è frenato dal fare i nomi o accuse esplicite, i suoi subalterni dentro e fuori la burocrazia non hanno mai esitato a collegare Chavez con l’Iran o a suggerire collegamenti tra Chavez e il terrorismo. Il ruolo di Obama in questa campagna farlocca è chiaro come la sua volontà di fare a pezzi il Bill of Rights col bilancio appena approvato delle spese da destinare alla Difesa.

Ancora un estratto della Golinger: “Altri ‘commentatori’ e ‘analisti’ sono occupati a scrivere sui blog e sulle colonne dei giornali per allarmare sulla crescente minaccia proveniente dal sud degli Stati Uniti. Queste accuse pericolose e infondate potrebbero essere usate facilmente per giustificare un attacco contro il Venezuela, come quelle sulle armi di distruzione di massa furono usate contro l'Iraq e la "protezione della popolazione" è stata usata contro la Libia. […] Ancora una volta il Venezuela ha mostrato che non esiste alcun "campo di addestramento dei terroristi" sul proprio territorio. N sta costruendo segretamente una bomba per attaccare gli Stati Uniti. Il Venezuela è una nazione in pace. Non invade, attacca o minaccia gli altri paesi."

Di cosa ha quindi bisogno un paese pacifico come il Venezuela per evitare un confronto con gli Stati Uniti?

Il Venezuela deve diventare più simile alla vicina Colombia che Obama e gli altri considerano un modello della "democrazia" nella regione. La Colombia – dove gli abusi dei diritti umani e gli assassini mirati sono routine e dove gli Stati Uniti spendono miliardi in un programma (Plan Colombia) di contrasto alle droghe che con continuità irrora sostanze tossiche (veleni) su raccolti, bestiame, rifornimenti di acqua e bambini.

Abbiamo un quadro ritratto da Al Jazeera: "Nel 2008 è stato rivelato che i soldati colombiani potrebbero aver assassinato migliaia di civili per poi rivestire i cadaveri con le uniformi delle FARC per ricevere bonus e festività addizionali. Juan Manuel Santos (il nuovo presidente colombiano) ha svolto l’incarico di Ministro della Difesa […] quando scoppiò lo scandali sui "falsi positivi " […]. Nonostante ciò e altri avvenimenti - come il fatto che, in Colombia dall'entrata in carica Uribe è stato assassinato un numero di sindacalisti maggiore che nel resto del mondo […] (ciò malgrado) il paese è lodato dal Dipartimento di Stato e dalla Banca per lo i Sviluppo Inter-Americano come un modello regionale nell’affrontare le minacce di sicurezza assicurando il rafforzamento di un sistema in cui i profitti dipendono dalla perpetuazione dell'insicurezza." (“Private security and ‘the Israelites of Latin America’”, Belen Fernandez, Al Jazeera)

Quindi, questo è il modo in cui si può diventare un amico dell'America: eseguire gli ordini, uccidere e imprigionare il proprio popolo (preferibilmente sindacalisti) e consentire che il saccheggio corporativo si rimanga incontrollato. Nessuno si chieda perch la repressiva dittatura saudita sia sempre in cima alla lista degli amici di Washington.

Quindi, cosa può fare Chavez, che non ha fatto nient’altro che aumentare il tenore di vita, fortificare il ruolo della legge e rendere il mondo un posto migliore per la vita delle persone comuni?

L'amministrazione Obama ha al momento le mani totalmente impegnate in Asia Centrale, in Medio Oriente e in Africa. Ma appena Obama avrà finito di “liberare” Teheran, punterà sul Venezuela. Ci potete scommettere. Dopo tutto, il Venezuela siede sul più grande oceano di petrolio del mondo, "più di 500 miliardi di barili". Ciò significa che solo una questione di prima che le armi di distruzione di massa e i campi di addestramento di Al Qaida vengano scoperti a Caracas

fonte


Condividi su Facebook


bambinemutilate
In Italia sono 4.000 le bambine che ogni anno in Italia subiscono una mutilazione genitale. Il dato raccapricciante è siamo il Paese occidentale con il più alto tasso di donne che hanno subito tale pratica, il resto è sommerso. Anche se in Italia la legge vieta tale pratica ci sono medici e comunità che, a pagamento, praticano l’infibulazione. In molti paesi europei, compreso il nostro, le mutilazioni vengono eseguite nei centri di chirurgia estetica vaginale o in quelli dove si fanno piercing e tatuaggi.
Pur non essendo un problema legato alla condizione della donna italiana ritengo che è importante parlare di questo fenomeno che coinvolge milioni di bambine e ragazze nel mondo. Ritengo importante parlare di ciò perchè ci riguarda, in quanto è costantemente praticato anche nel nostro Paese e questo è un indice gravissimo che segna (per l’ennesima volta) la triste condizione della donna in Italia anche se non colpisce donne italiane.


Considerando anche questo, quel 74° posto nel mondo per quanto riguarda la condizione della donna, in Italia non ce lo meritiamo nemmeno e considerando che siamo il Paese con il più alto numero di donne infibulate, la classifica dovrebbe scendere di almeno 30 punti; anche perchè può un Paese che si ritiene civile ad accettare con omertà e profonda ignoranza il fenomeno delle MGF?

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi