Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Contenuti (tag)

varie democrazia leggi lobby casta editoriale governo esteri economia scandali fatti e misfatti salute mass media diritti civili giustizia ambiente USA sanità crisi centrosinistra centrodestra diritti umani povertà sprechi forze dell'ordine scienza libertà censura lavoro cultura animali infanzia berlusconi chiesa centro energia internet mafie europa riceviamo e pubblichiamo giovani OMICIDI DI STATO notizie banche carceri eurocrati satira immigrazione renzi scuola facebook euro grillo guerra manipolazione mediatica bilderberg pensione mondo signoraggio alimentari Russia massoneria poteri forti sovranità monetaria razzismo manifestazione finanza debito pubblico tasse israele siria UE disoccupazione ucraina travaglio agricoltura marijuana militari banchieri mario monti trilaterale califfo canapa germania geoingegneria ISIS terrorismo Grecia bambini obama vaticano Traditori al governo? big pharma inquinamento ogm palestina parentopoli napolitano enrico letta cancro vaccini tecnologia PD nwo armi equitalia Angela Merkel BCE austerity sondaggio umberto veronesi meritocrazia nucleare suicidi fini informatitalia.blogspot.it magdi allam cannabis m5s ministero della salute privacy video assad clinica degli orrori eurogendfor Putin marra sovranità nazionale staminali CIA bancarotta boston bufala droga monsanto prodi INPS elezioni fondatori del sito globalizzazione iene iraq politica troika evasione matrimoni gay nigel farage acqua anatocismo fmi fukushima nikola tesla società usura 11 settembre diritti draghi fisco golpe moneta pedofilia rothschild stamina foundation Aspen Institute FBI Giappone Onu africa alimentazione francia imposimato nsa ricchi terremoto torture Auriti Marco Della Luna adam kadmon aids attentati autismo bavaglio costituzione federico aldrovandi fiscal compact giuseppe uva lega nord nato petrolio roma servizi segreti sicilia slot machine sovranità individuale Cina Fornero Unione Europea borghezio casaleggio controinformazione corruzione crimea famiglie fed forconi giovanardi giustizia sociale goldman sachs influencer islam mario draghi mcdonald mes mossad pecoraro scanio propaganda proteste psichiatria rifiuti rockfeller sciopero spagna storia suicidio svendita terra turchia violenza virus aldo moro arsenico barnard bonino carne chernobyl chico forti dittatura edward snowden elites false flag frutta inciucio india laura boldrini magistratura marine le pen no muos no tav nuovo ordine mondiale precariato prelievi forzoso privilegi prostituzione ungheria università vegan 9 dicembre Ilva Muos NASA Svizzera alan friedman alluvione corte europea diritti uomo delocalizzazione dentisti diffamazione disabili donne ebola educazione elettrosmog esercito europarlamento farmaci gesuiti gheddafi hiv ignazio marino illeciti bancari illuminati informazione islanda latte legge elettorale marò microspia mmt ocse orban paola musu pensioni radioattività ricerca riserva aurea salvini sardegna sigaretta elettronica sigonella sindacati spread stati uniti stefano cucchi taranto telefono cellulare truffe online vegetariani veleni Alzheimer Chomsky Consiglio dei Ministri ETA Enoch Thrive Nichi Vendola PNL aborto aborto forzato affidamento amato anonymous anoressia antonio maria rinaldi argentina armeni arrigo molinari asteroidi baschi bersani bettino craxi bill gates bin laden boicottaggio boldrini brevetto btp by calcio cambiamento camorra carabinieri cervello chemioterapia cipro class action claudio morganti commercio di organi comunicazione contestazione controllo mentale corte dei conti cosmo cravattari crescita crocetta curiosità daniel estulin danilo calvani david icke davide vannoni degrado dell'utri denaro dentista denuncia disastro discriminazione diseguaglianza dogana domenico scilipoti dossier duilio poggiolini ebook egitto eroina etica eurexit fallimento fiat fido finanziaria fisica fisica quantistica follia fondi d'investimento genocidio ghiandola pineale giorgio gori girolamo archinà giuliano amato gold hollande ilaria alpi illiceità bancarie impresentabili indagini infermieri insetti interessi iran istruzione le iene libia lucio chiavegato luna malattie malta maratona mariano ferro mastropasqua meccanica quantistica melanoma messaggi subliminali messico metalli pesanti meteorite microchip microonde mistero mk ultra multe musica natura obbligazioni oligarchi omofobia oppt overdose papa francesco paradisi fiscali parkinson parma partito pirata patrimonio pena di morte pensiero positivo pesticidi phishing pianeti extrasolari piero grasso pizzarotti plastica polonia polverini pomodori portogallo pregiudicati presidente della repubblica prostata pubblica amministrazione quantum r-fid recessione regno di gaia riformiamo le banche rigore risveglio coscienze saddam sangue satana schiavi scie chimiche scippatori scoperto secessione senzatetto sert sfratto sisa snowden spammer speculazione spionaggio studenti tabacco tasso d'interesse teri terra dei fuochi tossicodipendenza trasfusioni trattato di velsen troll trust tsipras turismo twitter universo uranio impoverito uruguay vati verdura vessazioni veterinario bravo roma veterinario gianicolense vulcano wikipedia yellowstone
Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

sabato 1 giugno 2013

AGENTI IN SERVIZIO IN QUESTURA BLOCCATI DAI COLLEGHI DELLA SQUADRA MOBILE

ROMA - Stupri, furti e mazzette chieste ai commercianti. Per questo motivo quattro agenti di polizia in servizio alla Squadra mobile di Roma (e trasferiti quando è iniziata l’inchiesta) sono stati arrestati dai colleghi.
GLI ARRESTATI - Si tratta di due ispettori, un sovrintendente e un assistente accusati di violenza sessuale, corruzione, falso e furto. In particolare, sono ritenuti responsabili di aver trafugato, nel 2009 e 2010, quando prestavano servizio ala Squadra Mobile, somme di denaro ad alcuni commercianti stranieri e di aver preteso elargizioni in cambio di mancate denunce. Le accuse di stupro riguarderebbero violenze sessuali ai danni di prostitute.
Karen Hudes, sotto, ha lavorato per ben 20 anni presso la Banca Mondiale e ha confermato che le famiglie dei banchieri centrali possiedono e controllano il mondo. Secondo la donna i banchieri sono disposti ad usare la legge marziale per difendere il loro monopolio fraudolento sul credito. (La guerra al terrorismo è ovviamente un pretesto.)
 Karen2.jpg

Un ex membro della Banca Mondiale, l’ex Senior Counsel Karen Hudes, dice che il sistema finanziario globale è dominato da un piccolo gruppo di figure corrotte, assetate di potere le quali ruotano attorno alla FED.
Ha anche spiegato che questa rete ha preso il controllo dei mezzi di comunicazione per coprire i suoi crimini. In un’intervista con il New American, la Hudes ha affermato che, quando cercò di portare alla luce i vari problemi della Banca Mondiale, fu licenziata. Ora, grazie ad un gruppo di insider, la Hudes è decisa a denunciare e porre fine alla corruzione.
Citando un esplosivo studio svizzero del 2011 pubblicato sulla rivista PLoS ONE riguardo la “rete di controllo corporativo globale”, la Hudes ha sottolineato che un piccolo gruppo di soggetti – per lo più composto da istituzioni finanziarie e in particolare da banche centrali – esercita una massiccia quantità di influenza sull’economia internazionale da dietro le quinte.
“Ciò che sta realmente accadendo è che le risorse mondiali sono controllate da questo gruppo” ha spiegato, aggiungendo che tali “corrotti” hanno anche il controllo sui media.
969610_10152260550488912_579742469_n
Suscita scalpore un video che sta circolando in queste ore sui social network un video (che risale al Gennaio 2010, come si evince dalla data di caricamento del video originale) che ritrae la polizia spagnola mentre carica i Vigili del fuoco: Scene simili a quelle che sono accadute in Italia, a Roma, il 17 Ottobre 2012 quando i Vigili del Fuoco dell'Unione Sindacale di Base sono scesi in piazza... di seguito vi proponiamo i due video  

Redazione signoraggio.it  

Tafferugli tra polizia e Vigili del Fuoco in Spagna, 30 Gennaio 2010  

Tafferugli tra Polizia e Vigili del Fuoco in Italia, 17 Ottobre 2012:

27 °C al circolo polare articoIl tempo è proprio impazzito, quest’anno. Ce ne accorgiamo tutti, e non solo noi che abbiamo un freddo cane: freddo per la stagione, almeno. A Rovaniemi (Lapponia, appena 10 chilometri più a Sud del Circolo polare artico) oggi pomeriggio c’erano 27 °C. Babbo Natale, cui si attribuisce appunto la residenza a Rovaniemi, poteva starsene in canottiera e asciugarsi ancora il sudore.

Contemporaneamente c’erano 14 °C a Parigi; 17 °C in Sardegna, inAlgeria e sulle spiagge della Tunisia. E’ rimasto solo Formigoni a credere che riscaldamento globale significhi più caldo dappertutto: è invece disordine climatico nel quadro del’aumento delle temperature. E’ esattamente ciò cui assistiamo.

Dopo il “continua” c’è la cartina di Wetterzentrale (il più famoso sito meteo tedesco) con le temperature di oggi in Europa e Africa del Nord.
Dimenticavo: il 2012 è stato a livello planetario il 9° anno più caldo di sempre (o meglio da quando si conservano le serie delle temperature); tutti i 10 anni più caldi di sempre si sono registrati dalla fine del XX secolo in poi; la temperatura media del pianeta è aumentata di 0,7 °C dalla Rivoluzione industriale, cioè da quando le attività umane hanno cominciato a far entrare gas serra nell’atmosfera.
temperature in europa 30-5-2013
PF-austerity.jpg
Il calcolo che gli illustri economisti non hanno fatto, lo propone l'Istat: per portare il rapporto debito-Pil al 60% ci vorranno 80 anni. Se il Paese cresce, naturalmente.
Di Debora Billi
Dal momento che ho un'incrollabile fiducia nell'informazione italiana, sono sicura che le grandi testate rilanceranno ed approfondiranno alla velocità della luce una notizia importantissima diffusa da Reuters Italia (Reuters, non un ciclostilato dei centri sociali) già una settimana fa.
Si tratta di questo. Secondo i calcoli dell'Istat (Istat, l'istituto nazionale di statistica, un ente pubblico: non un ragionier Rossi qualsiasi), se non cambiano le regole del bilanciol'austerità durerà ottant'anni. Poi smetteremo finalmente di tirare la cinghia.
Per chiari motivi anagrafici non vedremo il luminoso futuro né io né voi, lettori. Magari i vostri figli, se siete giovani. Altrimenti i nipoti o i bisnipoti. Eppure i politici continuano a giurare che l'amara cura di lacrime sudore sangue è una medicina portentosa, la svolta è dietro l'angolo (sì, come no), bastano pochi mesi, un annetto massimo, e si rialza la testa tutti quanti di nuovo.
L'anno diplomatico 2013 ha visto come primo significativo evento il comunicato congiunto di Washington e Bruxelles del 13 febbraio sul comune proposito di avviare dei negoziati per dar vita al TTIP, cioè ad una partnership per il commercio transatlantico e per gli investimenti. Si tratterebbe di una vera e propria unione finanziaria e commerciale delle due sponde dell'Atlantico. 
Il comunicato congiunto però non ha avuto alcuna risonanza sui media ufficiali, anzi sembrerebbe che ci sia stata una vera e propria congiura del silenzio. Ha fatto parzialissima eccezione la testata online "Wall Street Italia"; ma il fatto davvero strano è che una testata specializzata in notizie economico-finanziarie per procurarsi del materiale a riguardo abbia dovuto far ricorso al rilancio di un articolo di Michel Collon, che era stato tradotto e pubblicato su un sito di opposizione, ComeDonChisciotte. L'articolo di Collon metteva in guardia contro la prospettiva di una "NATO economica" che comporterebbe la nascita di un governo mondiale svincolato da qualsiasi controllo. 
L'espressione "NATO economica" per definire questo partenariato commerciale-finanziario a livello transatlantico, non è affatto arbitraria, poiché è la stessa che viene usata nel dibattito interno al Consiglio Atlantico, l'organo supremo della NATO. 


Avrebbe mentito, tentando di occultare il reato degli altri imputati e coprire la trattativa. Il procuratore aggiunto di Palermo Vittorio Teresi ha contestato una nuova aggravante all'ex ministro dell'Iinterno Nicola Mancino, già rinviato a giudizio per falsa testimonianza nel processo sulla trattativa stato-mafia.

In particolare Mancino avrebbe dichiarato il falso durante il processo a carico di Mario Mori (favoreggiamento a Cosa Nostra, chiesti nove anni di reclusione per la mancata cattura di Provenzano nel 1995), allo scopo di "coprire" il Ros che nel 1992 avviò i contatti con Vito Ciancimino. Subranni, Mori e De Donno, all'epoca ai vertici del Raggruppamento Operativo Speciale dei Carabinieri, sono accusati di "attentato a corpo politico dello Stato".
Ammessi come parte lesa  l'Associazione tra i familiari delle vittime di via dei Georgofili, la Presidenza del consiglio, la Regione Sicilia, il Centro Pio La Torre, Libera e Gianni De Gennaro, calunniato da Massimo Ciancimino secondo le accuse mosse dalla Procura di Palermo.

venerdì 31 maggio 2013
The China Study in ItalianoUn video Illuminante, The China Study, lo studio ormai diventato famoso in tutto il mondo al punto tale che il titolo non viene più tradotto nelle altre lingue ma è usato invariato nella lingua originale inglese, è ampiamente citato in questo video.
In questo video si parla dell’eccesso di proteine consumate durante i pasti onnivori e degli studi che dimostrano che il corpo umano non ha bisogno di molte proteine per stare in perfetta salute fornendo una base scientifica a quanto ha sempre affermato Arnold Ehret, uno studioso autodidatta noto in Germania e negli Stati Uniti nei primi due decenni del 1900.
Arnold Ehret elaborò un sistema di guarigione che chiamò della “dieta senza muco”, in cui asserisce che il corpo umano non necessita di proteine animali, teoria che è stata ed è tuttora contrastata ai giorni nostri ma che diversi studi ora dimostrano scientificamente che quanto lui asseriva era fondato su fatti inequivocabili.
Il video che segue illustra in modo chiaro, fornendo prove scientifiche, che l’alimentazione con prodotti animali è inadeguata per l’essere umano.
Buona visione!


Tipo: Documentari
Argomento: Salute
Durata: 86'
Fonte: A Delicate Balance - di Aaron Scheibner, Phoenix Philms, Australia - http://adelicatebalance.com.au/
Realizzato: 2008

[[View_thumbnails.Title]]


Una premessa. In genere non indico mai il prezzo di copertina di un libro, sembra di misurarlo a peso, come un chilo di patate o tre etti di pane. Il libro non è una merce. Ma in questo caso, il prezzo di un Euro ha un particolare valore storico. Nel 1989 uscì il primo dei Millelire, libretti supereconomici inventati da Marcello Baraghini di Stampa Alternativa, testi di poche pagine ma di elevato contenuto culturale oppure semplicemente provocatori (e penso all’allora celebre ed equivoco Membri di partito di Alberto Selvaggi). Si vendevano non solo in libreria ma soprattutto nelle edicole. Fu una novità che creò uno strappo nel mercato editoriale e costrinse anche i grandi editori ad inventarsi collane analoghe, senza ottenere per altro lo stesso successo dei Millelire. Tant’è che la collana di Stampa Alternativa sopravvive ancora oggi e si chiama, ovviamente, Un Euro. Il libretto uscito qualche mese fa, Il mercato della fame e la rivolta delle coscienze di Jean Ziegler, è sicuramente in linea con i canoni della collana: tema scottante (la fame nel mondo), parole di un intellettuale e sociologo di fama internazionale (lo svizzero Jean Ziegler), testo che avrebbe dovuto essere letto nel 2011 davanti alla benestante platea del Festival di Salisburgo e fare il giro del mondo ma che invece è stato epurato dagli organizzatori insieme al suo autore.
Riceviamo e pubblichiamo da Angelo Iervolino:
I ribelli in Siria armati segretamente dai paesi occidentali da tempo, in questi giorni hanno ricevuto dall’Unione Europea la benedizione ufficiale per poter ricevere armi alla luce del sole contro il governo Siriano. I ministri degli Esteri europei hanno deciso lunedì sera 27 maggio a Bruxelles di cancellare l’embargo di armi verso la Siria, ma chi sono questi ribelli? Sono persone che protestano contro Assad o la maggior parte sono mercenari stranieri, mandati li a combattere per rovesciare Assad? 
Una guerra civile un pò strana dove il numero di mercenari presenti tra i ribelli ha una notevole consistenza. L’Unione Europea ritiene di risolvere il conflitto in Siria vendendo armi ai ribelli? Non mi sembra una soluzione adeguata, piuttosto una scelta che ancora una volta mette davanti a tutto e tutti il profitto invece che le vite umane.
E’ giusto ricordare e non mi stancherò mai di farlo a questi politici europei che ogni giorno muoiono decine di bambini siriani, e loro invece di trovare una soluzione diplomatica, o mandare i caschi blu dell’ONU per cercare di mettere la pace, preferiscono vendere le armi, inasprire il conflitto e quindi aumentare la morte di civili e soprattutto bambini.
giovedì 30 maggio 2013

mercoledì 29 maggio 2013
E' guerra fratricida tra "partiti pirata": infatti dopo una scissione in Italia ci sono due partiti che si definiscono "Pirata", in aperta rivalità tra di loro.

Alle recenti amministrative le liste pirata sono state presentate in ben pochi Comuni: a Roma uno dei due partiti pirata si è presentato in coalizione con Rifondazione Comunista e con la lista civica Repubblica Romana, conseguendo un risultato a dir poco disastroso: lo 0,07% dei voti, un vero flop, che ha attirato gli sfottò dell'altro partito pirata, che invece è riuscito ad eleggere due consiglieri comunali ad Aviatico, nella bergamasca, e sul loro sito commentano così il risultato dei pirati concorrenti:

"(...) A Roma drammatico risultato, oltre il prefisso telefonico, di una pseudolista pirata, formata da elementi dell’estrema sinistra e da esponenti dei centri sociali, che si è schiantata con un oltremodo imbarazzante 0,06%. “A questi signori suggeriamo di dedicarsi ad altre attività” commenta ironicamente il leader del Partito Pirata, Marco Manuel Marsili." (leggi tutto)

Nello scenario politico italiano mancava solo la "battaglia tra pirati"...

Staff nocensura.com


Riceviamo e pubblichiamo:

Oggetto: comunicazione da Partito Pirata Italiano
 
Mittente:
   
Alla redazione di www.nocensura.com

Nell'ambito dell'articolo apparso in data odierna sul sito www.nocensura.com al link: http://www.nocensura.com/2013/05/la-guerra-fratricida-dei-partiti-pirata.html , sono stati messi a confronto i risultati elettorati delle amministrative che si sono tenute il 26 e il 27 maggio con i voti ottenuti dalla lista presentata dal partito I Pirati di Marco Manuel Marsili erroneamente fatto passare per il Partito Pirata Italiano.

Il signor Marsili non è il portavoce del Partito Pirata Italiano né è iscritto allo stesso. A nome del Partito Pirata Italiano, desideriamo che la notizia venga rettificata in modo che sia chiarita l'estraneità del PP-IT rispetto a quanto è di sola competenza di Marsili e cioè i risultati elettorali de I Pirati che, ci teniamo a far rilevare, sono stati pari 39 voti, ottenendo sì il 12% ma su 342 votanti (Roma ne ha poco meno di 3 milioni).

Il signor Marsili è stato già diffidato dal Tribunale di Milano [http://ordinanza.votopirata.it/ ]  a fare uso del nome del Partito. Pertanto ogni sua dichiarazione è da attribuire alla singola persona e non in rappresentanza del Partito Pirata Italiano.

Certi della vostra buona fede, nell'interesse di un'informazione corretta, vi invitiamo a correggere o rimuovere al più presto le informazioni errate dal vostro sito.

Saluti pirati  


Renzi vestito dè Fonzie... Ronzie o Arthur Renzarelli insomma. Si è fatto quelle foto per conquistare gli lettori giovani? E se deve conquistare i gay si veste da Village People? E per i bambini da Hello Kitty? Poi la comica torinese parla del video di Silvio che canta in francese! Un misto tra Carlà, Aznavour e Ratatouille. Ma come fa a non essere terrorizzato? Lucianina non dorme per una multa non pagata! E Silvio lo conoscono tutti, anche le aringhe dello stretto di Bering, o i marziani che atterrano sperduti.


I siciliani sono avvisati: quella del 2013 sarà una stagione estiva all’insegna dei giochi di guerra dei marines di Sigonella. L’ufficio stampa US Navy della grande stazione aeronavale fa sapere che a partire dalla fine di maggio, “in pieno coordinamento con il Ministero della difesa italiano”, alcuni aereiKC-130J Super Hercules e i convertiplaniMV-22B Osprey del Corpo dei Marines saranno impegnati per l’estate in non meglio specificati “voli di addestramento” nei cieli dell’Isola. “In questo periodo, le popolazioni locali potranno aspettarsi un incremento dell’attività operativa di volo della NAS Americana”, aggiunge la nota a firma del vice responsabile per le relazioni pubbliche di Sigonella, Alberto Lunetta.
I velivoli militari appartengono al gruppo volo “U.S. Marine Medium Tiltrotor Squadron 365 (VMM-365)” dell’Air Station New River (North Caroline), assegnato transitoriamente alla Special-Purpose Marine Air-Ground Task Force (SP MAGTF), l’unità di pronto intervento, combattimento aereo e terrestre, trasferita nei giorni scorsi in Sicilia dalla base spagnola di Moròn. Composta da 500 marines, la task force è stata ribattezzata Unità Bengasi, in riferimento all’attentato avvenuto nella città libica l’11 settembre 2012 quando persero la vita quattro funzionari statunitensi tra cui l’ambasciatore in Libia, Christopher Stevens.
Politici corrottiCorte dei Conti: corruzione dilagante, ecco la lista dei politici indagati e corrotti e ora anche in Germania Il presidente tedesco Christian Wulff ha annunciato le sue dimissioni!!
 Di Agata Marino
Superiorità morale, condanna alla corruzione, quante volte abbiamo sentito queste parole in bocca ai politici? Tante! quelli del Partito democratico e della sinistra in generale alle inchieste ci stanno facendo l’abitudine, unendosi ai loro colleghi di altri partiti.Quanti sono gli indagati?
“60 MLD L’ANNO SONO I NUMERI DELLA PIAGA SOCIALE E DELLA CORRUZIONE: illegalità, corruzione, malaffare sono fenomeni ancora notevolmente presenti nel Paese e le cui dimensioni, presumibilmente, sono di gran lunga superiori a quelle che vengono, spesso faticosamente, alla luce”.
Da quando al comando del Pd c’è Pier Luigi Bersani sono quasi 400 gli indagati all’interno del partito, sfortunato!! oppure non ha indagato bene sul suo partito… è facile gridare alla giustizia e definirsi paladini e difensori della legalità… quando a cosa propria succedono le cose peggiori. Per chi volesse approfondire ecco il video QUI
L’ultimo caso arriva da Pomezia, dove un consigliere comunale, Renzo Antonini, è stato beccato con la busta in mano.
Di Manlio Dinucci


Il Nobel per la pace Barack Obama ce la mette tutta, ma né lui né qualsiasi altro presidente degli Stati uniti possono promettere la totale sconfitta del terrore, poiché «non saremo mai in grado di estirpare il male annidato nel cuore di alcuni essere umani». Lo annuncia nel discorso sulla «strategia controterrorismo». 
Nonostante le sconfitte subite da al-Qaeda e dai suoi affiliati, «la minaccia oggi è più diffusa», dallo Yemen all'Iraq, dalla Somalia al Nordafrca, e in paesi come Libia e Siria «gli estremisti hanno preso piede» in seguito alle «agitazioni nel mondo arabo» (e non alle guerre scatenate da USA e NATO). Prosegue dunque, sotto l'illuminata guida del presidente, la lotta del Bene contro il Male, ridefinendo però la strategia: da «illimitata guerra al terrore» essa si trasforma in una serie (di fatto illimitata) di «azioni letali mirate» con l'obiettivo di «smantellare specifiche reti di estremisti violenti che minacciano l'America». In tali azioni saranno sempre più impiegati i droni teleguidati, il cui uso è «legale» secondo il diritto statunitense e internazionale, dato gli Stati uniti conducono una «guerra giusta e di autodifesa». L'uso dei droni contribuisce a «salvare vite umane», poiché aerei e missili sono meno precisi e possono provocare un maggior numero di vittime civili. Da ora in poi, però, le «azioni letali mirate» condotte con droni e forze speciali «al di fuori delle zone di guerra» saranno sottoposte a una «forte supervisione». Ma, precisa Obama, «dobbiamo mantenere segreta l'informazione».
Conclusa la tornata elettorale, politici, giornalisti e commentatori si sono ampiamente dedicati all'analisi del voto, spesso ben poco obiettiva, più funzionale agli interessi della propria parte politica che altro. Supera ampiamente la "soglia del ridicolo" per esempio, la sparata di Alemanno, che ha dato la colpa della sua pesante disfatta al derby Roma-Lazio. Roba da zelig.

Cresce l'astensionismo in tutta la penisola. L'affluenza alle urne media è stata del 62.3% contro il 77.1% delle elezioni amministrative 2008. Nella capitale ha votato solo il 52,8% degli aventi diritto, contro il 73,8 delle precedenti elezioni comunali.

IL TRACOLLO LEGHISTA

Ha avuto grande enfasi, sui mass media, il crollo del Movimento  5 stelle, che a Roma è passato dal 28,7% conseguito alle politiche di Febbraio 2013 all'attuale 12,3%, mentre ha avuto decisamente poco risalto la fragorosa disfatta leghista
  
Nei comuni al voto i padani non hanno superato il 10% dei voti nemmeno dove in passato raccoglievano il 30-40% dei consensi. Il risultato migliore è quello ottenuto a Lodi, con il 9%. Una vera e propria batosta, sia laddove si sono presentati da soli che in coalizione con il Pdl.

TREVISO, IL SIMBOLO DELLA DISFATTA LEGHISTA
A Treviso, (ex) roccaforte leghista per eccellenza, dove la Lega governava il comune da 20 anni, elleggendo il sindaco al primo turno, lo "sceriffo" Giancarlo Gentilini ha preso il 34,74% dei voti, quasi 10 punti sotto il candidato del centrosinistra, che si è attestato al 43,12%. La Lega Nord a Treviso non è andata oltre l'8,26% dei voti.

IN TOSCANA LA LEGA NORD NON ESISTE PIU'
Se in Lombardia e Veneto - le regioni tradizionalmente più leghiste - la spada di Giussano si è ammosciata, in Toscana - dove la Lega non ha mai "sfondato", ma nel 2010 aveva raggiunto il 6,5% con punte del 10% - la Lega Nord non esiste più: a Pisa il padani hanno ottenuto 125 voti, pari allo 0,3%. A Siena, dove la Lega non ha presentato il proprio simbolo, ma è confluita in una lista civica, il leghista Francesco Giusti, che per molti anni ha ricoperto il ruolo di segretario provinciale e alle elezioni politiche di Febbraio 2013 era candidato alla Camera dei Deputati per il carroccio, ha conseguito appena 74 preferenze.


Staff nocensura.com


Max Gaetano - socio della casa editrice "Edizioni SI" che pubblica numerosi testi su temi censurati - e Salvatore Tamburro - economista e scrittore - incontrano Paola Nugnes, senatrice M5S con la quale affrontano i temi della "sovranità monetaria" e del "debito detestabile".

Video di Max Gaetano, dal canale David Icke Meetup Italia
martedì 28 maggio 2013
Di David Rosnick



Carmen Reinhart [e Kenneth Rogoff]- quella del famigerato errore con Excel – ha scritto una lettera aperta a Paul Krugman evidenziando il suo “comportamento spettacolarmente incivile” e che la sua “caratterizzazione del nostro lavoro è selettiva e superficiale”. [Reinhart e Rogoff si riferiscono specialmente a questo articolo di Krugman, ndr] In particolare, Reinhart risponde a Krugman sull’Italia:
“Tuttavia, [il calo dei tassi di interesse nell' "Italia ad alto debito"] ha significato rinforzare il tuo punto di vista, fortemente sostenuto, circa il fatto che l’elevato debito non è un problema (anche per l’Italia) e che la causalità va esclusivamente dalla crescita lenta al debito. Non menzioni che in questa miracolosa economia il PIL è diminuito di oltre il 2 per cento nel 2012 e si prevede una riduzione di una quantità analoga quest’anno. Altrove hai affermato che sei sicuro che il problema secolare della crescita del rapporto debito/pil, che risale agli anni ’90, è puramente un caso di crescita lenta che causa debito elevato. Questa affermazione è molto discutibile.”
Infatti, Reinhart recentemente ha citato l’Italia come esempio di un “più recente episodio di balzo del debito pubblico”. Ella cita un altro paper per rinforzare sua affermazione sul fatto che le prove dimostrano che la direzione di causalità va dall’alto debito al rallentamento della crescita. Ma persino un esame superficiale dei dati smentisce questo argomento.
Un lavoratore dello stabilimento Fiat in Serbia, evidentemente snervato dalle condizioni lavorative e dal basso salario, ha provocato danni per 50.000€

Secondo quanto riportato da Il Fatto Quotidiano i ritmi di lavoro, già molto intensi, sarebbero stati recentemente intensificati:

L’episodio di protesta è avvenuto nello stabilimento del Lingotto di Kragujevac, dove sono stati intensificati i turni di lavoro. Il danno arrecato alle vetture ammonta a circa 50mila euro. Il lavoratore disperato ha usato un oggetto metallico per scrivere sulle vetture: "Italiani andatevene via"  (leggi tutto)

Delle durissime condizioni di lavoro degli operai di Fiat in Serbia - che oltre ad avere un salario molto basso e dover fare turni massacranti in alcuni casi lavorano anche il Sabato, come straordinari non retribuiti, come riportato nell'articoli di seguito - ne avevamo già parlato:

Turni massacranti e 320 euro al mese. Ecco la Fiat in Serbia  del 18 Settembre 2012

Nel Novembre 2012 i lavoratori si erano mobilitati per chiedere condizioni di lavoro migliori, ma evidentemente non hanno ottenuto niente, e anzi i ritmi di lavoro sono peggiorati:

Fiat, Serbia: turni di 10 ore per 300€ al mese: gli operai in rivolta  11 Novembre 2012

Per arrivare a reagire in modo così scomposto, provocando 50.000€ di danni (cifra che vale, conti alla mano, circa 163 stipendi di Fiat Serbia) immaginiamo quale livello di stress abbia accumulato questo lavoratore...


Staff nocensura.com

Gianni Alemanno va al ballottaggio partendo da-12? Il Sindaco uscente si ferma a poco più del 30 per cento? Bene, la colpa è tutta di Roma-Lazio, finale di coppa Italia. Almeno così la pensa il candidato del PdL al Campidoglio: “Ho sottovalutato il derby”, è la sua analisi del disastro che si è fatto  sempre più netto e chiaro man mano che dalle urne venivano scrutinate le schede. Per carità, i miracoli possono sempre capitare, e proprio Alemanno ne sa qualcosa: cinque anni fa andò al ballottaggio con un Rutelli che partiva dal 45 per cento. Ma che capiti due volte, è durissima.
Quelli del PdL lo sanno. Erano certi che ci sarebbe stato un testa a testa, anche perché il Pd ha candidato uno che definire improbabile è dire poco. Ma c’è poco da fare, i numeri sono chiarissimi. Alemanno però non ci sta: niente bocciatura del suo governo (“Altrimenti l’affluenza sarebbe stata più alta”) e continua la sua analisi: Il derby è stato un trauma impressionante per la città, e non abbiamo ben valutato il tifo calcistico, che ha bloccato 200 mila persone. La partita ha danneggiato il centrodestra per la tipologia delle candidature: quella di Marino è più lontana dallo stadio”.
A volte, forse, è meglio neanche presentarsi in sala stampa. Se non altro per umana pietà e senso del pudore.

Fonte: http://www.daw-blog.com/2013/05/28/il-delirio-di-alemanno-ho-perso-per-roma-lazio-ho-sottovalutato-il-derby-e-stato-un-trauma-per-la-citta/

Nessun politico-magnate ha telefonato alla polizia dicendo: liberatelo, è nipote di Mubarak...
 cinta
Ci racconta Il Messaggero:

Dovrà scontare sei mesi di carcere per essersi infilato dentro le tasche e sotto i vestiti una fetta d'arrosto, un pezzo di formaggio e una bottiglia d'olio. Ha rubato per fame, Filippo P., 34 anni e disoccupato, con una famiglia da mantenere e ridotto sul lastrico dalla crisi economica che nel 2010 gli ha fatto perdere anche l'ultimo lavoretto precario. Era già stato arrestato due settimane fa, per aver sottratto pane, latte e una confezione di prosciutto dagli scaffali di un supermercato. Un furto più che modesto: aveva arraffato quello che bastava per sfamare la sua famiglia, giusto per mettere qualcosa nel frigorifero di casa, e per dare da mangiare alla moglie e al figlio di quattro anni. Processato con rito direttissimo, Filippo era stato condannato a cinque mesi con la condizionale, e liberato con l'obbligo di firma.  

LA CATTURA 
Due giorni fa, però, l’uomo è stato sorpreso di nuovo mentre tentava di uscire dal Conad di Corso Francia [a Roma] con una spesa di dieci euro non pagata e nascosta sotto la giacca. I vigilantes del supermercato lo hanno bloccato e hanno chiamato i carabinieri. [...] Il giudice dell'ottava sezione penale, Fabio Mostarda, pur comprendendo il dramma personale dell'imputato, non ha comunque potuto fare altro che disporne la custodia cautelare in carcere. Filippo, difeso dall'avvocato Gianluca Arrighi, ha poi patteggiato una condanna a 6 mesi di reclusione, da scontare a Regina Coeli. 
Italia sempre più alla deriva economica e politica e preda dell’alta finanza bancaria, Europeanphoneix ne ha parlato con il Prof. Antonio Pantano, studioso, scrittore, polemista e critico,  della scuola del Maestro di Diritto Giacinto Auriti. 
lincoln-copia-1
1 = D: Prof. Pantano dopo il governo cosiddetto “tecnico”di Mr. Monti, ecco ora quello delle larghe intese del giovane Letta,uomo del Gruppo Bilderberg, Commissione Trilaterale, Aspen Institute, Goldman Sachs, citando le più importanti affiliazioni. Un curriculum che ne fa una garanzia per i poteri sovranazionali che stanno letteralmente distruggendo quel poco di sovranità economica che ci era rimasta. Che ne pensa al riguardo?
 
“ Governo tecnico ” il montiano? Sedicenti tecnici, ma tutti rigorosamente generati dal sistema delle “cupole” partitiche. Sopratutto chi è nel “organico statale”. E, come nella quasi totalità, chi è organico alle banche, che gestiscono le “cupole” delle fazioni nostrane. Continuità assoluta tra il governo Monti e il successivo con Letta minor. Lo dimostra il “sostegno formale” di parlamentari opposti, a livello “consociativo da Cln”, anche con la presenza dei banchieri (che non si mostrano con nome e cognome). Ma soprattutto nei “fatti”. E continuità col governo Berlusconi, formalmente disarcionato ma “amabilmente costretto” all’avvicendamento dai “poteri forti globalisti”, nei quali è organico chiunque dorma al Quirinale. Tutto secondo la “costituzione vigente”, redatta a suo tempo sotto tutela/dettatura da chi la guerra vinse.
Letta minor, come lo zio, e come Monti, è “in regola” per la carriera “militante” nei club elitari che consorterie oligarchiche di affari hanno deputato a “guidare il mondo”: Bilderberg, Trilateral, Aspen, tutte le esclusiviste logge massoniche di rito americano, che esercitano mediante i gruppi bancari “consolidati”.
Armi chimiche in Siria con un gas letale inodore, senza fumo ma che provoca la morte o la pazzia.

Armi chimiche in Siria, lo rivela l’edizione de Le Monde di stamattina, spiegando che le prove ci sono. Su Ecoblog vi avevamo già raccontato del disastro ambientale e sanitario che sta potando la Siria al collasso, ma riferisce il quotidiano francese che la situazione è precipitata e divenuta particolarmente grave.
In un dettagliato reportage Le Monde racconta cosa accade quando una delle armi chimiche viene lanciata: un tonfo simile a quello di una lattina di una bibita gasata che cade in terra, il rumore del gas che fuoriesce, nessun odore e neanche fumo. Poi i sintomi sulle persone: tosse violenta, bruciore agli occhi, pupille che si restringono, abbassamento della vista a cui seguono difficoltà respiratorie, vomito e svenimenti. La morte sopraggiunge per soffocamento e chi sopravvive sembra destinato alla pazzia. Non sono dunque gas lacrimogeni usati nelle trincee ma prodotti altamente tossici di una classe diversa.
Uno dei medici, il dottor Hassan O., ha accuratamente descritto i sintomi di questi pazienti:
Le persone che arrivano in ospedale hanno seri problemi di respirazione, alcuni vomitano, non sentono niente e non parlano. I loro muscoli respiratori sono inerti. Se non interveniamo in emergenza segue la morte
Con l'aumento di un punto dell'Iva ci saranno pesanti ripercussioni non solo nelle tasche delle famiglie ma anche nelle casse dello Stato. Le conseguenze si faranno sentire anche sulle entrate del Fisco.  Per il presidente di Confesercenti Toscana, Marco Venturi  "sarà un danno per tutti: non solo frenerà ancora di più consumi e Pil, ma potrebbe avere conseguenze negative anche sullo stesso gettito fiscale, che invece di aumentare, come previsto, di 3 miliardi di euro, potrebbe diminuire di 300 milioni".  "Le stime di incremento di gettito ufficiali - ha spiegato Venturi - sono costruite a parità di beni venduti. Ma tra le voci interessate dall’aliquota, ce ne sono alcune che anche a prezzi hanno registrato e stanno registrando forti cali di vendita, intorno al 10%. L’ulteriore aumento della tassazione su questi beni, causerebbe un ulteriore riduzione delle vendite e - di conseguenza - del gettito fiscale generato". 

Un passo falso - Secondo il leader della Confesercenti toscana un nuovo aumento "sarebbe l’ennesimo passo falso: l’interesse generale dovrebbe spingere, come chiediamo con forza da tempo, a riportare l’aliquota Iva al 20%. I soldi si trovino altrove: tagliando le spese come si può e si deve: sono 15 anni che Confesercenti conduce una tenace battaglia per semplificare le rappresentanze istituzionali e ridurre gli enormi sprechi pubblici". Si deve anche colpire "con decisione la corruzione denunciata da tempo immemorabile dalla Corte dei Conti e il fenomeno del sommerso che inquina, con la presenza della criminalità, l’economia e la convivenza civile. In questo modo daremmo maggior respiro ai conti pubblici e più forza al valore della legalità".

lunedì 27 maggio 2013
USA OTAN drapeau
Di Manlio Dinucci
Global Research, April 16, 2013
 
Macché crisi! Nel 2012 l’Italia è salita al decimo posto tra i paesi con le più alte spese militari del mondo, rispetto all’undicesimo nel 2011. Lo documenta il Sipri, l’autorevole istituto internazionale con sede a Stoccolma, che ha pubblicato ieri gli ultimi dati sulla spesa militare mondiale. Quella italiana ammonta su base annua a circa 34 miliardi di dollari, pari a 26 miliardi di euro. Il che equivale a 70 milioni di euro al giorno, spesi con denaro pubblico in forze armate, armi e missioni militari all’estero. Mentre mancano i fondi anche per pagare la cassa integrazione.
Usa/Nato sempre in testa
A fare da locomotiva della spesa militare mondiale, salita nel 2012 a 1753 miliardi di dollari, sono ancora gli Stati uniti, con 682 miliardi, equivalenti a circa il 40% del totale mondiale. Compresi gli alleati, la spesa militare Nato ammonta a oltre 1000 miliardi annui,  equivalenti al 57% del totale mondiale.
Tra i «G-10» – Usa, Cina, Russia, Gran Bretagna, Giappone, Francia, Arabia Saudita, India, Germania, Italia – la cui spesa militare equivale ai tre quarti di quella mondiale, gli Stati uniti spendono più degli altri nove messi insieme. Nella presentazione del budget del Pentagono si ribadisce che gli Usa posseggono «le forze armate meglio addestrate, meglio dirette e meglio equipaggiate che siano mai state costruite nella storia» e che sono decisi a mantenere tale primato.
Obiettivo del Pentagono è rendere le forze Usa più agili, più flessibili e pronte ad essere dispiegate ancora più rapidamente. La riduzione delle forze terrestri si inquadra nella nuova strategia, testata con la guerra di Libia: usare la schiacciante superiorità aerea e navale Usa e far assumere il peso maggiore agli alleati. Ma non per questo le guerre costano meno: i fondi necessari vengono autorizzati dal Congresso di volta in volta, aggiungendoli al bilancio del Pentagono.


Il nuovo video di Alessandro Carluccio e Francesco Amodeo, autori del servizio "Smascherate le Iene! Spiegare alla gente il MES e il Bilderberg" che alcune settimane fa ha ottenuto, in pochi giorni, un milione e mezzo di visualizzazioni.

Questa volta i "figli di Iene" intervistano Daniel Estulin (autore del libro "Il club Bilderberg") l'avvocato Alfonso Luigi Marra, e altri. Spettacolare la scena - girata nei pressi dei palazzi del potere romano - in cui avvicinano i giornalisti delle TV mainstream, chiedendo loro di parlare dei temi che i mass media nascondono accuratamente...


Staff nocensura.com

bambini curdiVaccini contro il morbillo che sono stati iniettati a bambini nelle province Kurde di Urfa,Diyarbakir e Batman durante l’amministrazione di Osman Durmuş,l’ex ministro della salute del Partito del Movimento Nazionale (MHP), hanno condotto migliaia di bambini alla morte e all’invalidita’.Lo ha riferito l’agenzia stampa DIHA(Dicle News Agency).
A Urfa,ci sono 500 bambini che soffrono di SSPE,una malattia causata dalmorbillo.Feyyat Kaya il capo dell’Associazione di Urfa per la Solidarietà con i pazienti di PESS ha dichiarato: “Essi vivono sui liquidi. Noi li nutriamo con alimenti liquidi come budino, banana, pesca e latte. Le famiglie i cui figli si stanno deteriorando sotto i loro occhi giorno dopo giorno, stanno reagendo alle autorità statali che rimangono indifferenti alla salute dei loro figli nonostante le molte promesse che hanno fatto. Le famiglie continuano a chiedere: Perché questa malattia e’ così comune solo in questa regione? Il governo non ha fatto nulla per aiutarci”.
Migliaia di bambini kurdi hanno contratto la SSPE(Subacute Sclerosing Panencephalit) a seguito di vaccini vecchi e non aggiornati iniettati a bambini dal precedente Ministero della Salute
condotto da Osman Durmuş del Partito del Movimento Nazionale(MHP).Molti bambini hanno perso la loro vita a causa della malattia.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Seguici su Facebook

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi