Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

sabato 26 gennaio 2013
L'immagine su Facebook qui
Tra le varie "liste civetta" presentate in occasione di questa tornata elettorale c'è PRIMA IL NORD: il cui simbolo, che copia e riprende nei caratteri lo slogan leghista (che i padani non hanno protetto da copyright...) è stato depositato dall'imprenditore veneto Diego Volpe Pasini, che aveva reclutato Vittorio Sgarbi: 

PER ELIMINARE LA "LISTA CIVETTA" LA LEGA NORD HA OFFERTO UN SEGGIO SICURO IN EMILIA-ROMAGNA ALLA MOGLIE DEL PRESENTATORE DELLA LISTA: Sara Papinutto, che ha ritirato la candidatura con il MIR di Samorì. Per Sgarbi qualcuno sostiene che la "prebenda" possa essere invece un assessorato al Pirellone, con Maroni...

EVIDENTEMENTE CHI PRESENTA LISTE CIVETTA E' UN FURBO CHE VIENE PREMIATO... This is Italy... anzi: This is Lega Nord...



Di Silvestro Montanaro, trasmessa su RAI3 nel 2009. "Ombre Africane” si puntano i riflettori sulla vicenda liberiana. Questo piccolo paese dell’Africa occidentale, per tanti anni base delle operazioni americane in Africa, e’ stato teatro di piu’ colpi di stato e tanti anni di guerra civile. “C’era una volta” racconta i retroscena dell’ascesa al potere del signore della guerra Charles Taylor accusato da alcuni suoi fedelissimi di aver partecipato all’assassinio del presidente del Burkina Faso, Thomas Sankara. Sankara, leader di un’Africa che voleva farcela da sola e della battaglia contro le catene del debito, viene ucciso nel 1987. Alcuni dei suoi assassini raccontano i dettagli della vicenda ed adombrano potenti mandanti internazionali.Un continente più di tutti gli altri, per la storica fragilità delle sue istituzioni ed economie, ha pagato il prezzo più alto: ancora una volta l’Africa. Nella seconda parte di “Ombre Africane” ancora sconvolgenti rivelazioni sull’ascesa al potere di Charles Taylor, sugli interessi che si nascosero dietro la guerra dei diamanti in Liberia e Sierra leone, sull’ambiguo ruolo svolto dalla diplomazia americana in queste vicende. Ed in più il giallo che sembrerebbe accompagnare la presenza della missione di pace dell’Onu in Liberia. Uno dei suoi più importanti leader viene accusato di aver svolto e svolgere ancora affari in campo diamantifero. La terza parte è una testimonianza di protagonisti di primo piano, del Darfur, della Guinea Bissau e del Congo Brazzaville dove le vicende petrolifere hanno prodotto sanguinosi conflitti.


Guarda il documentario su Vimeo: http://vimeo.com/58211543


x


PERCHE' LA MAGISTRATURA NON INTERVIENE PER FARE CHIAREZZA, ALLA LUCE DELLE RIVELAZIONI DEL GIUDICE IMPOSIMATO? COME MAI A PARTE BORGHEZIO, TUTTI I POLITICI ED I GIORNALISTI HANNO FATTO FINTA DI NON SENTIRE?

"Ferdinando Imposimato: stando alle carte dietro alle stragi di stato c'è la regia del Gruppo Bilderberg" http://www.nocensura.com/2013/01/ferdinando-imposimato-dietro-le-stragi.html

 "Borghezio dopo le accuse di Imposimato: Monti riferisca circa i legami con il gruppo Bilderberg" http://www.nocensura.com/2013/01/ue-borghezio-dopo-le-accuse-di.html


Studenti TFA ordinario in rivolta per il riconoscimento dei loro diritti acquisiti: perché i mass media ignorano completamente la protesta di questi giovani che vedono calpestare i loro diritti in barba alla tanto decantata "meritocrazia" ? 

Lanciamo un appello a tutti i blog liberi per dare risalto a questa protesta:

Riceviamo e pubblichiamo:

"Mando un appello a tutti i miei amici perché ho veramente bisogno di voi. 
Come sapete quest'anno dopo tanti sacrifici e sei mesi di studio sono riuscita a vincere il concorso per il TFA ordinario, un corso di 6 mesi full time che mi permetterà di abilitarmi all'insegnamento e scalare la graduatoria per poter finalmente lavorare nella scuola almeno come supplente. Per vincere ho dovuto superare tre prove selettive: un pretest a livello nazionale, una prova scritta e una prova orale. Inutile dire che mi è costato un enorme sacrificio visto che ho dovuto impiegare il mio poco tempo lebero per studiare tutta l'estate. L'esame mi è costato 300 euro e ora per il corso ne dovrò pagare 2200 oltre al fatto di passare sei mesi a lavorare nella scuola a titolo gratuito. In questi giorni però il Miur sembra aver deciso di attivare anche un altro TFA speciale per tutti quelli insegnanti che, grazie al fatto di essere nati qualche anno prima di me sono riusciti a fare alemno 360 ore di insegnamento nella scuola pubblica. Il nostro governo ha intenzione di abilitare queste persone a mo di condono senza far nessun tipo di selezione. Si tratta di persone che potendo accedere al tfa ordinario non sono riuscite a passare le prove di selezione perché impreparati quandogli sarebbe bastato passare anche solo con la sufficienza per spazzarmi via grazie ai crediti delle loro ore di insegnamento. Se queste persone verranno abilitate passeranno davanti in graduatoria a tutti noi vincitori del concorso senza nemmeno dover fare i sei mesi di tirocinio che invece a noi sono richiesti alla faccia della meritocrazia. Io e gli altri vincitori del TFA ordinario ci stiamo mobilitando in una raccolta firme contro questa porcata per tentare di fermare la cosa. Se siete disposti a firmare la nostra petizione (se maggiorenni) mi potete mandare nome, cognome, data e luogo di nascita e codice fiscale. Vi prego, stiamo cercando di trovare più firmatari possibili per cui se potete anche diffondere questo appello ve ne sarei grata. Grazie di cuore. Rosa."


Gruppo Facebook Riconoscimento diritti - studenti TFA Ordinario

Hanno testimoniato al processo Ruby e hanno vinto un ticket per 5 anni di lussi e privilegi a spese dei cittadini, nella veste di parlamentari PDL. Alla faccia delle liste pulite: lasciare fuori il più "celebre impresentabile" Nicola Cosentino, con annesso teatrino delle "liste in fuga", un'operazione di marketing. C'è da dire che il deputato PDL in Campania muove oltre 100.000 voti ed è (indipendentemente dalle accuse) benvoluto dalla sua gente: questi due "testimoni" dubitiamo che rappresentino il loro territorio...

staff nocensura.com
- - - - -

L’uno candidato in Piemonte, l’altra in Toscana alla Camera. Entrambi sono stati testimoni a difesa nel processo Ruby. Dopo lo psicodramma terminato in farsa sul caso Cosentino e dopo il ritiro di Marcello Dell’Utri il Pdl di Silvio Berlusconi inserisce nelle liste nuovi amici.  Ed ecco che – come racconta Dagospia – agguantano una candidatura Simonetta Losi, moglie del pianista Danilo Mariani (anche lui sentito come teste nel processo bis) che si esibiva nelle cosiddette cene eleganti di Arcore insieme al cantautore Mariano Apicella (il Cavaliere ha comprato le case di entrambi, ndr), e Bruno Archi, già diplomatico di Palazzo Chigi. 

Simonetta Losi, già vicecoordinatrice del Pdl senese e già candidata a sindaco a Sarteano, è stata inserita al sesto posto nella sua regione. Ed ecco cosa avev detto ai giudici il 31 ottobre scorso:  ”Non riuscivamo a vendere il nostro appartamento e abbiamo quindi chiesto aiuto al Presidente e abbiamo venduto la casa a una delle sue società”. La signora, che cantava accompagnata dal marito al piano nella residenza dell’ex premier, aveva tinteggiato in toni pastello le serate di Arcore come ”cene normali” e aveva chiarito di non aver ”mai visto atteggiamenti di natura sessuale, né spogliarelli, né toccamenti”. A proposito di una serata del 22 agosto 2010, nella quale erano presenti anche Chiara Danese e Ambra Battilana (le due ex miss che, stando al loro racconto, se ne andarono poi disgustate), la Losi aveva risposto al pubblico ministero di avere visto ”le due giovani tranquille e serene”. L’ormai famosa ‘statuetta di Priapo‘ che venne portata al tavolo quella sera, secondo la testimone, ”era solo uno scherzo e non mi risulta che le ragazze abbiano simulato rapporti orali”.

Di Flavio Lotti
BERSANI DICE UNA COSA E NE FA UN’ALTRA. DICE DI VOLER TAGLIARE LE SPESE MILITARI E ALLO STESSO TEMPO CONSEGNA AI GENERALI ALTRI 500 MILIONI PER CONTINUARE A FARE LA GUERRA IN AFGHANISTAN NEL 2013. E’ SUCCESSO IERI, 22 GENNAIO, IN PARLAMENTO.

Ecco il testo di legge approvato con i voti di PD e PDL:
Sempre ieri il Partito Democratico ha autorizzato con un semplice ordine del giorno l’ingresso dell’Italia nella guerra in Mali. Con un ordine del giorno ha stracciato l’articolo 11 della nostra Costituzione. Un fatto senza precedenti nella storia repubblicana. Un ordine del giorno e un assegno in bianco consegnato ai Generali per le spese. Nessuno sa quanto ci costerà questa nuova avventura militare in Africa e Bersani naturalmente non ha chiesto neanche un preventivo.
A guardar bene oltre il fumo della propaganda, Bersani non vuole tagliare le spese militari. Vuole solo tagliare le spese per gli F-35. Attenzione alle parole “tagliare le spese per gli F-35”. Bersani non ha detto che non vuole comprare gli F-35, ma solo che ne vuole comprare di meno. Magari non 90, ma 70 o 50 o 30. Qual è il numero giusto per Bersani? Qualcuno glielo chieda per favore.
Nel frattempo gli italiani devono sapere che:
Ferdinando Imposimato, ex giudice istruttore a Roma e attuale Presidente Aggiunto della Corte di Cassazione parla degli attacchi alle twin towers dell'11 Settembre 2001.




RECENTEMENTE LO STESSO FERDINANDO IMPOSIMATO HA DICHIARATO CHE STANDO AI CARTEGGI DI CUI è IN POSSESSO, DIETRO ALLE 'STRAGI DI STATO' CI SAREBBE IL GRUPPO BILDERBERG, AL QUALE è LEGATISSIMO MARIO MONTI E - DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE - NUMEROSI ESPONENTI POLITICI DI TUTTE LE FORZE POLITICHE...

In passato sempre Imposimato, ha rivolto accuse a Romano Prodi: "Corruzione ad Alta Velocità”, Mafia e sinistra: ex giudice accusa Prodi

NONOSTANTE GLI IMPORTANTI INCARICHI RICOPERTI DA IMPOSIMATO, IN PASSATO MA ANCHE ATTUALMENTE, LE SUE PAROLE SONO STATE ''INCREDIBILMENTE'' (ma non troppo...) IGNORATE DA TUTTI I MASS MEDIA E FORZE POLITICHE...

Solo i lobotomizzati continuano a difendere questo 'sistema' e le forze che lo rappresentano... il problema vero è che i LOBOTOMIZZATI sono maggioranza, larga maggioranza in questo paese...

Forza Ferdinando Imposimato!

Staff nocensura.com



Sapete chi è la signora bionda accanto ad Angelino Alfano? Si chiama Danila Subranni ed è la portavoce di Alfano da quando era Ministro di Grazia e Giustizia. E' la figlia dell'ex Generale dei Carabinieri dei ROS Antonio Subranni, oggi sotto processo a Palermo per la Trattativa Stato-mafia. Era colui che Paolo Borsellino indicò come "Punciuto" (affiliato alla mafia) pochi giorni prima di morire, alla moglie Agnese Borsellino.

Dal Sole 24 ore:
Una simbiosi scandita anche dai passi ormai perfettamente sincronizzati: Angelino Alfano avanti, sempre sorridente, mentre lei, imperturbabile, lo tallona. Sono cose che non s'imparano, che devi avere nel sangue. La fedeltà, il silenzio, persino l'andatura marziale di questa quarantenne, sono tutti tratti ereditari. Danila è figlia del generale dei carabinieri Antonio Subranni, capo dei Ros dal 1990 al 1993, un investigatore della benemerita che per quelle strane coincidenze del destino ha incrociato tre fatti cruciali della storia della mafia in Sicilia: nel '78, allora giovane maggiore a Palermo, svolge le indagini per l'omicidio di Peppino Impastato, il militante di estrema sinistra di Cinisi che si ribellò allo straporte mafioso di Tano Badalamenti.
Giuseppe Mussari con Enrico Letta, vice presidente PD
e membro Bilderberg, Trilaterale, Aspen Institute
Il comunicato stampa di Borghezio circa lo scandalo Montepaschi

"In data 10.01.2008, inviavo alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siena l'esposto (allegato al presente comunicato) con cui denunciavo lo scandalo dell'acquisto della Banca Antonveneta da parte di MPS e chiedevo alla competente Autorità giudiziaria aprirsi un'indagine al riguardo, fornendo già alcuni elementi.
Nessuno - ovviamente, a parte la Lega Nord locale - mi ha sostenuto, nemmeno i più importanti organi di informazione, soliti ospitare paginate di pubblicità bancaria...
Ma il tempo è galantuomo e oggi il mio esposto, grazie al web, è uno dei documenti più letti in circolazione. Alla faccia di chi mi ha sempre censurato e continua a censurarmi."
On. Mario Borghezio
Deputato Lega Nord al P.E.
  
Bruxelles, 24/01/2013




Riceviamo e pubblichiamo:
Oggetto: Evasione e debito pubblico due facce della stessa medaglia


Buongiorno dott. Befera, la disturbo un attimo per renderla edotto di alcune cose che magari sicuramente ignora oppure pur sapendolo non vorrà sicuramente addentrarsi in quanto molto spinose,nel mio piccolo cmq ci provo .

Premetto che non ho niente di personale contro di lei e ho rispetto per le istituzioni anche se sono anni luce distante dal vostro agire in quanto operate con leggi inique vessatorie che sta distruggendo la serenità di molte imprese e famiglie .Nel dirle questo lo faccio con sincerità e lealtà ….. mentre i suoi amici e i politici del momento sicuramente non la sosterranno quando le cose precipiteranno sull’onda della rabbia dei contribuenti stanchi di essere strozzati e posti sotto ricatto dal sistema fiscale Italiano lei verrà sacrificato e messo da parte proprio da chi sino ad ieri le diceva bravo per i risultati eccellenti ottenuti. Per chiarire io sono di quelli che vogliono lavorare e pagare le giuste tasse , non mi piacciono i condoni e scudi vari, ma … questa pressione fiscale sommata alla lentezza delle cause , ai tempi lunghi dei pagamenti,ai fidi onerosi bancari ecc uccide le imprese sane.
venerdì 25 gennaio 2013
Riceviamo & pubblichiamo:

PAS-FermiamoLeBanche&LeTasse è candidato al Senato in Lazio e Campania e, 
probabilmente, alle regionali del Lazio (per le regionali è in corso la presentazione delle liste). 
Dove non ci siamo, non limitarti ad astenerti, ma aderisci all’iniziativa: 
"No al voto tossico, io voto utile!" 

Gran parte degli italiani concorda ormai che oggi il 'voto utile' è solo quello che serve a eliminare i vecchi partiti (i partiti uniti nel PUB: Partito Unico Banche), che si ripropongono con gli stessi argomenti di sempre, quasi gli sfuggisse che potranno solo rovinarci definitivamente. Ti chiediamo pertanto di aderire all’iniziativa: "No al voto tossico, io voto utile!", per rendere coese le voci e i propositi dell’astensionismo. Un’adesione che ti chiediamo di esprimere, oltre che votandoci dove siamo presenti, ‘votando’ in nostro favore con l’iscriverti (sul sito del pas-fermiamolebanche) e l’intervenire, sabato e domenica 2 e 3 marzo 2013, a Roma, al convegno/pre-congresso per l’elezione di una segreteria provvisoria del PAS che:
-1) Organizzi – da subito – la scelta dei candidati e la ricerca delle firme per partecipare a ormai tutte le occasioni elettorali, a partire, il 26 e 27 maggio 2013, da quella per il rinnovo di 652 amministrazioni comunali. Perché a queste politiche sono riusciti, mediante l'imporre tempi che violano la Costituzione, a impedirci di essere presenti a livello nazionale, ma non ci riusciranno più.
-2) predisponga i congressi comunali, provinciali e regionali del PAS, affinché si giunga al più presto al congresso vero e proprio per l’elezione della segreteria nazionale definitiva, degli altri organi, degli innumerevoli addetti alle 21 ‘Iniziative’ previste (vedi dal volume del PAS, scaricabile gratuitamente, così come ogni altro documento, da marra . it), e quant’altro.


Sull’Italia sta per scatenarsi l’inferno, ma nessuno lo dice chiaro e tondo: sia i politici che i grandi media non hanno ancora spiegato cosa significano, in concreto, il Fiscal Compact e il pareggio di bilancio. Tagli sanguinosi: 40 miliardi di euro all’anno, per vent’anni. Traduce Luciano Gallino: vuol dire ridurre in miseria due o tre generazioni di italiani, e retrocedere la nostra economia in sedie D. E tutto questo, aggiunge Giorgio Cremaschi, sulla base di miseri calcoli tragicamente errati: la Merkel, Draghi e Monti hanno inaugurato le micidiali politiche di rigore credendo che un punto di taglio del deficit pubblico avrebbe ridotto la crescita di mezzo punto.
Tutto sbagliato: un punto di tagli produce un punto e mezzo di danno economico, cioè tre volte le previsioni. A dirlo non è Cremaschi, ma il capo economista del Fondo Monetario Internazionale, come riporta il “Sole 24 Ore”. Tecnocrati incapaci, oltre che spietati: «Hanno sbagliato i conti – dice Cremaschi – e la politica di austerità che hanno consapevolmente deciso ha povertàprodotto disoccupazione e povertà tre volte di più di quanto avevano pensato di farci pagare». Ecco spiegata la dismisura della spirale recessiva, sempre più pesante e senza soluzioni, che sta dilagando in Europa. «In concreto – scrive Cremaschi su “Micromega” – questo vuol dire che il pareggio di bilancio come obbligo costituzionale, votato anche da Lega e Idv», comporta un’austerity «non più economicamente e socialmente sostenibile», perché il patto fiscale europeo ci obbliga a dimezzare il debito pubblico in appena vent’anni. E’ l’orrore sociale del Fiscal Compact, di cui i media preferiscono parlare il meno possibile, «con buona pace della politica di unità nazionale che ha deliberato queste scelte e dello stesso Presidente della Repubblica che le ha auspicate e benedette». Scelte sciagurate, che secondo Cremaschi «vanno concretamente e rapidamente messe in discussione, cioè revocate», perché per rimediare a danni epocali «sarà necessaria una politica economica di segno opposto a quella sinora attuata».
mps
In questi giorni circolano sul web, alla velocità della luce, dei link satirici dove si fa notare – ed è tutto vero – come lo Stato italiano abbia prestato al Monte dei Paschi di Siena 3,9 miliardi di euro. La cifra è simile a quella incassata con l’imposta sulla prima casa: l’Imu. In pratica il governo Monti – sostenuto da Pd, Pdl, Udc e Fli – ha momentaneamente salvato una banca altrimenti destinata a sparire. Tecnicamente si tratterebbe di un prestito, come detto sopra. Ma nella realtà è una somma che, noi contribuenti, probabilmente non vedremo mai più. Alla scadenza del prestito, infatti, è stato previsto che lo stesso possa essere rimborsato con “altri strumenti finanziari”. In pratica la banca di Siena si impegnerà a restituire il denaro alle calende greche.


Ma il danno per i contribuenti italiani non è di “soli” 3,9 miliardi di euro! Magari! Come ricorda Dagospia, infatti, nel dicembre 2011, il governo Monti aveva già garantito l’emissione di 28 miliardi di euro di bond di MPS con scadenza 2015. In pratica se la banca toscana non sarà in grado di pagare, saranno di nuovo i contribuenti italiani a farne le spese.
giovedì 24 gennaio 2013

20130124-150235.jpg
A cura di Andrea Mavilla
Bufera su Facebook per il video osè di una ragazzina
In queste ultime ore, sul noto social network Facebook, sta girando un video di una 15enne; la ragazza, in piedi sul bordo vasca solo con gli slip, si sarebbe ripresa in atteggiamenti intimi con il cellulare e avrebbe girato il video al fidanzatino.
Che poi l’avrebbe condiviso con alcuni amici. È uno di questi che, inavvertitamente, avrebbe postato il video sul social network più usato del mondo.
Amici, oggi ho deciso di scrivervi personalmente, dopo che si sono verificati alcuni episodi di “cyber-bullismo” molto gravi, i quali hanno portato le vittime ad una sola soluzione, la morte!
Re Massimo 37 enne Barman:
Re massimo, é stato associato al peggiore Pedo-Criminale.
In realtà “Re Massimo”, non era un Pedo-criminale in cerca di bambini, ma una persona normalissima; un Troll ha sottratto il profilo a questo ragazzo, con all’interno foto ed informazioni personali, successivamente sempre all’interno del profilo, scrive messaggi orribili verso i bambini.
Per lui inizia un incubo: il suo profilo viene condiviso da migliaia di utenti, i quali associano il suo volto ad un Pedo-criminale; pagine, gruppi, profili diffondono e condividono il suo profilo, gli insulti sono tanti, le persone che lo conoscono non credono ai loro occhi.
Re Massimo piange si dispera, fino al punto di pensare al suicidio; per lui l’umiliazione è troppa, la sua vita rovinata per SEMPRE.

Riceviamo e pubblichiamo: 

Il popolo italiano per uscire dalla crisi creata ad arte dai banchieri internazionaliche controllano la BCE deve riappropriarsi delle azioni della banca d' Italia e rinnegare il debito pubblico. Solo uno stato che è proprietario della propria moneta può dirsi
veramente sovrano e libero; questo è l' unico modo per poterci salvare dalla trappola innescata dai banchieri internazionali per rendere schiavi noi e i nostri figli dai loro potentati. I sacrifici imposti al popolo non servono per pagare i servizi dello stato ma bensì per pagare gli interessi sul debito contratto dallo stato per procurarsi la moneta che non ha più, perché la nostra classe politica negli ultimi vent'anni l'ha ceduta ai banchieri privati. Le imprese, sopra tutto, quelle dei piccoli artigiani e commercianti, che sono da sempre state la base dell' economia italiana, prima sono state oggetto di un
aggressione spietata da parte dell' agenzia delle entrate, perché bersaglio facile da colpire, e ora stanno morendo tutte come mosche . Dopo di che non ci sarà piu' nulla da prendere e, sarà la fine per tutti. il popolo italiano deve seguire i movimenti liberi che in tutta Italia nascono per la difesa della sovranità popolare. La rivoluzione dovrà essere fatta da tutti i ceti sociali vessati da questo sistema di capitalismo neo liberista della finanza creativa che non ha parametri, non ha statuti, ma semplicemente vuole portare l' umanità alla schiavitù' di una moneta inventata da un gruppo di poche famiglie internazionali. Dobbiamo ricostruire nella nostra nazione uno stato sociale e una vera democrazia dove il popolo può prendere le decisioni giuste, per avere una ripartizione delle ricchezze.

Che Dio salvi l'Italia da questi nuovi feudatari.


Scritto da Luigi Toro - Movimento artigiani e commercianti Sardegna


Alcuni video delle iniziative del movimento:

http://youtu.be/_xwUV7f0nPg  VISITA NAPOLITANO A CAGLIARI

http://youtu.be/UrXtqj1XX5I BLITZ  AGENZIA DELLE ENTRATE DI CAGLIARI ERAVAMO CIRCA 300 PERSONE SIAMO ARRIVATI LA MATTINA E ABBIAMO FATTO UN CASINO

http://youtu.be/ne8xJ-YwSkQ MANIFESTAZIONE CAGLIARI




La scelta aumenterà di colpo la consistenza delle truppe

Panetta revoca il divieto di schierarle al fronte: la sceltà aumenta di colpo la consistenza delle truppe militari
Da lastampa.it

Il soldato J.I. Jane vince la battaglia per combattere. Il segretario alla difesa Leon Panetta ha deciso di togliere il veto alle donne soldato in prima linea, ribaltando una norma del 1994. Prima di ritirarsi a vita privata nelle prossime settimane, Panetta imprime così una svolta storica alle Forze Armate degli Stati Uniti. 

La decisione sarà annunciata ufficialmente domani, ma diverse fonti del Pentagono ne hanno fatte già trapelare le linee guida a molti media americani. La svolta, secondo quanto si è appreso, arriverà per gradi. «Ci vorrà un po’ di tempo, in alcuni casi, per elaborare meccanismi adeguati. Prevediamo che alcuni incarichi verranno resi disponibili subito, mentre altri, come quelli nelle forze speciali, potrebbero richiedere più tempo», ha affermato una alto funzionario della difesa, citato in forma anonima dalla Cnn. 

Da anni le donne soldato stavano facendo pressione per ottenere la possibilità di essere schierate in prima linea. Le regole militari attualmente in vigore non permettono alle donne di servire nelle unità di combattimento di terra, come la fanteria, l’artiglieria, o nelle operazioni speciali di commando. Tuttavia, nei recenti conflitti senza un ben definito fronte di guerra, le donne assegnate a ruoli di sostegno si sono spesso trovate in combattimento, come in Iraq e Afghanistan, dove 800 donne soldato sono rimaste ferite e 130 sono morte. 

di Franco Fracassi - globalist
Inquinamento, guerre, sfruttamento del lavoro, corruzione. Dalla Chevron alla Coca-Cola, da McDonald’s alla De Beers, la lista dei super cattivi del pianeta.
Inquinamento dei fiumi e dei mari, finanziamento di guerre e guerriglie, distruzione di terre coltivabili, influenza sulle organizzazioni internazionali per non far approvare trattati o per far modificare leggi e regolamenti, sperimentazione su animali, sfruttamento del lavoro, anche minorile, massiccia deforestazione, uso e diffusione di prodotti transgenici. Sono tante le multinazionali che violano leggi, commettono crimini e inquinano impunemente il pianeta. La rivista ecologista spagnola “Ecocosas” ha stilato una lista nera delle dieci multinazionali più pericolose al mondo. Eccola.
1. Chevron
Sono diverse la grandi compagnie petrolifere che starebbero in questa lista, ma la Chevron merita un posto d’eccezione. Tra il 1972 e il 1993 la Chevron (allora Texaco) ha riversato 18 miliardi di galloni di acqua tossica nei boschi tropicali dell’Ecuador senza intervenire minimamente, distruggendo i mezzi di sussistenza degli agricoltori locali e facendo ammalare le popolazioni indigene.
Nel 1998 la Chevron ha contaminato anche gli Stati Uniti, la città di Richmond (California) ha querelato la compagnia per smaltimento illegale di sostanze inquinanti senza aver effettuato il trattamento delle acque reflue, contaminando così le forniture di acqua. Lo stesso è accaduto nello New Hampshire nel 2003.

Uno dei casi più eclatanti è la criminalizzazione della CANAPA INDIANA, pianta dai mille usi... Un'altra "piccola" sparizione recente è il SUGHERO: me ne ha parlato un amico che si occupa di mobili, arredamento, etc: il sughero è un'ottimo materiale isolante, veniva utilizzato in diversi ambiti, ma era troppo economico: è stato soppiantato e sostituito da materiali SINTETICI ...


 AB

mercoledì 23 gennaio 2013
Divenuta celebre come hostess Alitalia, candidata
da Di Pietro nel consiglio regionale ligure con IDV
oggi è indagata insieme ad altri consiglieri. Con i soldi del 

gruppo regionale  sembra che sia stato pagato di 
tutto:  persino le scatolette per gatti.
Rodigina di nascita, ma medigliese d’adozione, Maruska Piredda è indagata per peculato. I lodigiani e i milanesi se la ricordano nel 2009, quando da Bettolino di Mediglia, dopo la trattativa per il salvataggio di Alitalia, è stata candidata dall’Italia dei Valori al Parlamento europeo. Da allora sono passati anni e la giovane hostess, oggi 36enne, è riuscita a ritagliarsi un ruolo importante nella politica e già nel 2010 è stata eletta in Regione: non in Lombardia però, ma in Liguria, dove dal novembre scorso è stata designata capogruppo dell’Idv. Una carriera folgorante, senza intoppi, fino a martedì scorso quando il consigliere medigliese è incappato nella lente d’ingrandimento della guardia di finanza.


Fonte: http://www.ilcittadino.it/p/notizie/cronaca_sud_milano/2013/01/23/ABH54v4B-maruska_piredda_indagata_peculato.html

La pagina Facebook  Il Network del Popolo della Libertà ha pubblicato la seguente nota:

RINFRESCHIAMOCI LA MEMORIA SU MARIO MONTI 
Mario Monti, noto garzone della banca Goldman Sachs ( una delle banche americane che ha creato volutamente la crisi che paghiamo), del Bilderberg Club ( di cui fanno parte criminali come De Benedetti, fondatore del PD e proprietario delle macchine del fango per eccellenza, la Repubblica e l'Espresso), dell'organo esecutivo del gruppo Bilderberg, la Trilateral Commission, dell'agenzia di rating Moodys ( autrice di truffe colossali contro i piccoli risparmiatori con menzogne e bugie, si pensi alle azioni carta-straccia Cirio e Parmalat, additate come sicure, e ad oggi indagata in italia per cospirazione avendo degradato il Rating italiano senza basi concrete), e fervente membro di del Think- think liberale, Bruegel ( con le disastrose politiche liberaliste). Guadagna 72.000 euro al mese .
- - - - -

Rinfreschiamo la memoria anche ai sostenitori del PDL...
La pagina FB 'Network del PDL' pubblica immagine+testo dove "rinfresca la memoria" su chi è il massone: scrivono quello che i blogger liberi ripetono dal Novembre 2011... ma allora perché il centrodestra lo ha sostenuto per 1 anno mentre svendeva il paese?!? Perché Berlusconi ha ottenuto in cambio un salvacondotto e la preservazione dei propri interessi, forse? Comunque una cosa va detta: negli ambienti di destra c'è più "apertura" a certi argomenti, mentre a sinistra non c'è politico o giornalista che osi proferire parola contro i nazieurocrati: dopotutto se Enrico Letta, n.2 del PD è membro Bilderberg, Trilaterale e Aspen (insieme allo stesso Monti) un motivo c'è...


Staff nocensura.com


cameronmerkel.jpg
Di Debora Billi - crisis.blogosfere.it
La voce circolava già da ieri, sulle notizie breaking inglesi. Nel suo discorso di oggi, David Cameron annuncerà l'avvio di un referendum nazionale per decidere l'uscita del Paese dall'Europa. Lo ufficializza la BBC.

La notizia peraltro non è neanche così inaspettata: dieci giorni fa mi trovavo a Londra e le prime pagine dei tabloid già erano quasi in campagna referendaria. Io stentavo a capire di cosa diamine stessero parlando, visto che proprio non sospettavo che si covasse una decisione simile. Si sa, i tabloid esagerano.
Insomma, giornalisti migliori di me avevano succoso materiale da raccontare da parecchio tempo. Invece le news italiane più vecchie, sull'argomento, sono di tre ore fa. Chissà come mai la stampa italiana ha così poca voglia di dire ai cittadini che gli inglesi avranno la possibilità di decidere se uscire dall'Europa?


Vedi: Pestarono ultras e lo resero invalido al 100%. Assolti otto poliziotti di Bologna

La lettera del tifoso PAOLO SCARONI, reso INVALIDO AL 100% dalle percosse subite da 8 celerini nel 2005; inizialmente la vicenda fu insabbiata, poi è emersa grazie ad una poliziotta onesta che si è impegnata per la verità, ma i presunti carnefici sono stati ASSOLTI dai giudici... siamo alle solite?

Lettera di Paolo indirizzata alla stampa: "Qui non si molla un cazzo!" Se vi è possibile fatela girare e mandatela ai media locali e nazionali. Come sempre grazie di tutto.

"Buona giornata, sono Paolo Scaroni e, ancora una volta, chiedo un po’ della Vostra attenzione e del Vostro spazio, ringraziandovi da ora se vorrete concedermeli entrambi.

Desidero ringraziare tutte le persone che ieri mi sono state vicine: i cittadini, la stampa, le Istituzioni e il Brescia Calcio. Più di tutti, concedetemelo, voglio ringraziare gli Ultras di tutta Italia: quelli che erano a Verona ieri, quelli che sono venuti nelle precedenti udienze e quelli che mi hanno testimoniato la loro solidarietà in altri modi.

Ringrazio di cuore i ragazzi del mio Gruppo, Brescia 1911, per aver lottato per me e con me e per essere andati contro tutti in nome di un’amicizia vera; li ringrazio per aver sempre mantenuto un profilo basso e per aver accolto la richiesta mia e della mia famiglia di non lasciarsi trasportare dalla rabbia, anche nel caso in cui la sentenza fosse stata negativa per me (cosa che si è poi verificata).

La cosa più facile ieri era lasciare libero sfogo alla rabbia e alla frustrazione represse a lungo in tutti questi anni; la cosa più difficile era rimanere lucidi e non fornire alcun pretesto perché qualcuno potesse dire: “gli Ultras hanno fatto casino” (e di provocazioni perché questo accadesse ieri ce ne sono state diverse). Ieri, per quanto mi riguarda, hanno perso la Giustizia e la Verità; ieri hanno vinto gli Ultras: tutti i Gruppi, arrivati da tutta Italia, hanno dato prova di grande civiltà, rispettando la volontà espressa dalla mia famiglia di non prestare il fianco.


MEDIA ITALIANI: DOVE SIETE?

La notizia del massacro del Governo etiope è stata riportata in alcuni media esteri. Dove sono i media italiani?


Il 28 dicembre 2012, 147 membri della tribù dei Suri, la maggior parte dei quali donne e bambini, sono stati massacrati dai soldati governativi etiopi, che volevano sfrattarli dai loro terreni.

I Suri vivono nel sud dell'Etiopia nella zona Maji e sono divisi in tre gruppi: Chai, Tirmaga e Balessa. Suri è un nome che identifica tutti e tre i gruppi. Questi gruppi sono simili ai Mursi che vivono oltre il fiume Omo, nella parte est. Queste quattro tribù hanno usi e culture similari e la stessa lingua.

Oggi sono tutti vittime di espropri dei loro terreni da parte di investitori stranieri favoriti dal governo etiope. Le azioni di questi investitori stranieri supportati dal Governo sono catastrofiche per queste popolazioni.

La italiana Salini S.P.A. è coinvolta nella costruzione di una diga (denominata GIBE III) sul fiume Omo, fiume che con le sue piene stagionali regola da sempre il flusso idrico di queste zone. La diga dovrebbe entrare in funzione nel 2014 e sarà una delle più imponenti di tutta l'Africa, andando a sconvolgere l'ecosistema della valle dell'Omo.


(Foto: AP)
Non posso votare. Ma il mio amico Liel Maghen ha votato al posto mio: un'azione che potenzialmente sfida le politiche di oppressione israeliane.

(Foto: AP)
di Aziz Abu Sarah per +972mag.com

Gerusalemme, 23 gennaio 2013, Nena News - Molti palestinesi di Gerusalemme osservano le elezioni israeliane svolgersi sotto i loro occhi, senza aver alcuna possibilità di influenzarne l'esito. Dopo il 1967, Israele ha annesso Gerusalemme, ma non ha annesso la sua popolazione. I palestinesi di Gerusalemme sono diventati "residenti" nel loro Paese. Gli sono stati dati alcuni diritti, ma non quello di influenzare il governo o le sue politiche che regolano però ogni minimo dettaglio delle loro vite.

La mia vita ne è un buon esempio. Sono palestinese, nato e cresciuto a Gerusalemme Est, ma non ho il diritto di votare in Israele. Oltre a ciò, non ho nemmeno il diritto di costruire sulla mia terra né di celebrare la mia identità. Se decido di vivere all'estero per un po', non sono autorizzato a ritornare. Quando avevo 16 anni, ho vissuto a due miglia da Gerusalemme: mi fu detto che mi avrebbero revocato la residenza a Gerusalemme se mi fossi allontanato da Gerusalemme Est.

Abbiamo dovuto lasciare la nostra casa per trasferirci in un appartamento in affitto al centro di Gerusalemme. Sulla via verso la Città Santa, siamo passati vicino alla colonia di Ma'ale Adumim, che è anch'essa a un paio di miglia fuori da Gerusalemme. Tuttavia, gli ebrei israeliani possono vivere nelle colonie senza alcuna obiezione da parte del governo. Così mi sono ricordato che non siamo uguali secondo la legge israeliana. I coloni possono vivere dove vogliono, ma io no. Nel mio Paese, qualcuno decide dove sono autorizzato a vivere e dove no.
martedì 22 gennaio 2013
L'immagine su Facebook qui

La casta politica DEVE essere profondamente riformata, riducendo gli stipendi (non solo dei deputati: gli stenografi ed i barbieri della Camera guadagnano quanto il Re di Spagna...) ed eliminando tutti i  numerosissimi, inutili (ai fini dell'attività politica) privilegi;

MA PENSARE CHE IL PAESE SIA IN GINOCCHIO PER QUESTO E' ASSURDO; CHI VUOLE FARLO CREDERE E' FUORVIANTE...  PERCHE' SONO POCHI SPICCIOLI SE PARAGONATI AI SOLDI CHE PAGHIAMO A TITOLO DI INTERESSI SUL DEBITO PUBBLICO (quasi 100 miliardi solo nel 2012) ED I TRATTATI CAPESTRO: MES, FISCAL COMPACT, ETC...

Senza contare che molte spese inutili e anzi deleterie, come le spese militari per le missioni di guerra all'estero, l'acquisto di Jet, cannoni, sottomarini etc. ci vengono imposte dall'alto dagli eurocrati del Bilderberg...

SOLO SALVARE LE BANCHE (ALTRUI) DELL'EUROZONA CI è GIA' COSTATO 48 MILIARDI DI EURO... http://www.nocensura.com/2012/06/salvare-le-banche-altrui-delleurozona.html

LA NOSTRA ROVINA E' LA CASTA EUROPEA: I NUMERI PARLANO CHIARO... http://www.nocensura.com/2012/11/corruzione-ecco-i-costi-della-politica.html


* APPROFONDIMENTI SUGLI SPRECHI DELLA CASTA *

VEDI: "Le assurde spese della casta"
http://www.nocensura.com/2012/02/le-assurde-spese-della-casta.html

"Parlamento, ecco gli stipendi d’oro dei dipendenti"
http://www.nocensura.com/2012/08/parlamento-ecco-gli-stipendi-doro-dei.html

"Fini in gran segreto aumenta gli stipendi dei dipendenti della Camera dei Deputati" - http://www.nocensura.com/2012/08/fini-in-gran-segreto-aumenta-gli.html

"Hanno speso 1.000.000€ per le agendine dei senatori"
http://www.nocensura.com/2012/04/hanno-speso-1000000-per-le-agendine-dei.html

"Tagli a sprechi e privilegi? Numeri alla mano, le spese sono aumentate" - http://www.nocensura.com/2011/10/la-casta-spende-55-milioni-di-euro.html



Staff nocensura.com

Fabio Riva
Fabio Riva, dirigente Ilva e figlio del Patron Emilio Riva, LATITANTE DA MOLTI GIORNI è stato arrestato a Londra.

Ilva è accusata di disastro ambientale, di aver INQUINATO CONSAPEVOLMENTE e spudoratamente, e di aver 'comprato' la stampa e parte dei 'controllori';

Quando i coraggiosi magistrati di Taranto, degni di citazione il GIP Patrizia Todisco ed il Procuratore Franco Sebastio, si sono mossi per FERMARE i reati ambientali, fermando l'azienda, il governo ha legiferato per proteggere l'azienda, ed i magistrati sono stati posti sotto pressione da politica e stampa.

DELLA LATITANZA DI QUESTO SIGNORE è STATO PARLATO POCHISSIMO... MENTRE PER FABRIZIO CORONA (che non è uno 'stinco di santo', ma non ha influenza politica) E' STATA IMBASTITA UNA 'CACCIA ALL'UOMO' MEDIATICA, CON IL COINVOLGIMENTO DELL'INTERPOL... TRA POCO GLI MANDERANNO DIETRO EUROGENDFOR...?


Staff

Aggiornamento 23/01/2013 16:40:
Fabrizio Corona si è costituito a Lisbona; il livello di guardia è sceso da "Rosso" ad "Arancione", interpool, EurogendFor e CIA garantiranno il rimpatrio. 

Fabio Riva invece, la cui azienda è responsabile di un disastro ambientale che ha provocato MALATTIE e MORTI si è costituito a Londra: ha pagato la "cauzione" ed è tornato in LIBERTA', seppur vigilata...


obama-sanitàL’INTRODUZIONE DEI CHIP CORPOREI PER FINI SANITARI NON E’ PIU’ UN MITO
E’ stato infatti convalidata nel 2012 (dalla Corte Suprema USA – n.d.t.) la legge HR 3962 denominata Obamacare, nella quale si prospetta la introduzione di microchip RFID per fini ‘sanitari.’ A far capo dalla pagina 1501 sono descritte le peculiarità dei dispositivi.Link diretto alla legge HR 3962 in formato pdf .L’impianto della legge è stato lasciato ‘aperto’, infatti viene statuito che il segretario potrà decidere di aggiungere altre informazioni, non necessariamente sanitarie, allo interno dei chip corporei. Ciò significa che oltre ai parametri medici potranno essere inserite nei chip informazioni in merito al conto bancario del paziente, così da determinare in tempo reale la sua capacità finanziaria. Medici e ospedali saranno quindi autorizzati ad eseguire la scansione dei conti bancari così da poter prelevare immediatamente, in tempo reale, la cifra prevista per il trattamento terapeutico.
I REPUBBLICANI NON HANNO ALCUN PIANO PER CONTRASTARELA RIFORMA SANITARIA DI OBAMAchip-sottocutaneo
sia nel suo complesso, sia nella sezione circa la introduzione dei chip corporei. Recitano la loro parte in TV facendo finta di voler opporsi, ma è ormai chiaro che l’obiettivo finale di tutte le parti in gioco sia di chippare l’intera popolazione. Entrambe gli schieramenti stanno eseguendo degli ordini, perché il nuovo ordine mondiale ha statuito che tutti debbano essere chippati. La Federal Reserve sarà il nuovo governo mondiale. Le tasse derivanti dalla riforma Obama finiranno direttamente nelle casse della Federal Reserve. Il mondo intero sta galoppando verso un sistema che funzioni senza denaro contante.La riforma Obama prevede che il processo di impianto dei chip nella popolazione abbia inizio entro la primavera del 2013. 

Di Orlando Sacchelli
Allarme di Rete Imprese Italia: il reddito disponibile reale pro capite è sceso a 16.955 euro contro i 17.337 euro del 2012. Sangalli: "Il 28 gennaio mobilitazione nazionale"
Il reddito disponibile reale pro capite nel 2012 è calato del 4,8% collocandosi a quota 17.337 euro: il dato emerge da un’analisi di Rete Imprese Italia, che prevede un ulteriore calo, a 16.955 euro, nel 2013.
Questa previsione, ha spiegato Mariano Bella, determina su questo fronte "un salto indietro al 1986". Siamo tornati, dunque, al livello di 27 anni fa. Nel 2007, anno di inizio della crisi, il dato era a 19.515 euro: la diminuzione, quindi, è stata superiore a 2.500 euro.
Conseguentemente si registra una caduta dei consumi, con una flessione reale pro-capite del 4,4% e un reddito disponibile reale pro-capite sceso del 4,8% rispetto al 2011. I consumi reali pro-capite 2012 ammontano a 15.920 euro a fronte di 16.654 euro del 2011. Per ritrovare un dato analogo bisogna tornare al 1998 quando i consumi reali
pro-capite erano di 15.753 euro. Nel 2013 i consumi reali caleranno ancora dell’1,4% e scenderanno ai livelli di 15 anni fa, attestandosi a 15.695 euro a testa.
La pressione fiscale effettiva salirà nel 2013 a quota 56,1%, rispetto al 46,3% di quella apparente. Nel 2012 la pressione fiscale per i cittadini in regola con il fisco è stata pari al 55,2%.


Riceviamo e pubblichiamo da Maria Gnocchi:

IL REGALO OCCULTO DI MONTI ALLE BANCHE A DANNO DEI PIU' BISOGNOSI

Stamattina sono andata in banca,una filiale UNICREDIT,per chiedere di sforare sul conto (come purtroppo mi capita spesso,visto che la pensione è molto bassa) di 50 euro. Non potete immaginare il mio sgomento quando la cassiera mi ha detto che ero già sotto di 100 euro. La spiegazione:spese trimestrali. Chiedo, ovviamente,quali spese, risposta: lei ha sforato 2 volte di 50 euro negli ultimi 2 mesi e quindi le sono stati addebitati 50+50 euro di spese; cioè in 2 mesi i 100 euro sono diventati 200 euro. Chiedo di parlare col direttore che mi spiega la NUOVA LEGGE DI MONTI: se si sfora dal conto per 7 gg da 1 a 50 euro non ci sono spese, se però i gg sono oltre i 7 si pagano 50 euro anche solo per 1 euro. Se lo sforamento supera i 50 euro anche solo di 1 centesimo questa cifra è dovuta da subito. Ovviamente chi chiede queste piccole cifre non è certo un benestante, anzi! Questa legge è stata fatta per cavare sangue dalle vene già dissangui DI CHI HA MENO per ingrassare le solite BANCHE. dov'erano i nostri politici? Dov'erano PD, PDL, Casini, Fini e tutti gli altri quando lo STATO è diventato lo SCAGNOZZO al soldo dei CRAVATTARI ? Fate il calcolo dell'interesse applicato a questi piccoli prestiti: per 1 euro in 8 gg prendono 50 euro, più o meno il 130 000%. NESSUNO E' STATO INFORMATO!!!!!
STATE ATTENTI; CONTROLLATE I CONTI IN BANCA


Vedi anche: Tutti i regali di Monti alle caste ed ai poteri forti (aggiornato a Luglio 2012... ce ne sono stati altri!)

Aggiornamento 01/04/2013 Monti prima di abbandonare palazzo Chigi fa un regalo alle assicurazioni
lunedì 21 gennaio 2013

I livelli di radiazioni nel pesce giapponese sono allarmanti. Dopo quasi due anni dal disastro nucleare di Fukushima il pescato è altamente contaminato (Rinnovabili.it) – Nonostante sia passato del tempo il Giappone ancora oggi si scontra con le conseguenze del terremoto e del devastante tsunami che colpì e danneggiò, nel marzo 2011,
il reattore della centrale nucleare di Daiichi in Giappone. A quasi due anni dall’incidente il Governo è fermamente intenzionato a rafforzare il livello di capacità energetica rinnovabile per sopperire alla mancata produzione elettrica derivante dalla chiusura di oltre 50 impianti nucleari, ma lo spettro delle radiazioni continua a riaffacciarsi. Venerdì le analisi sul pesce pescato nei pressi di Fukushima hanno rilevato livelli di radiazioni che superano di 2500 volte il limite consentito per legge. La Tokyo Electric Power Co. (TEPCO) ha dichiarato che i livelli di cesio riscontrati negli esemplari esaminati erano pari a 254.000 becquerel per chilogrammo, ovvero 2.540 volte in più rispetto al limite che il governo ha fissato per il pescato. Il pesce, simile allo scorfano, è stato catturato in un porto all’interno dello stabilimento di Fukushima, ha detto un portavoce della TEPCO. 

http://www.rinnovabili.it/ambiente/fukushima-nel-pesce-radiazioni-2500-volte-superiori-al-consentito/

Tratto da http://terrarealtime.blogspot.it



lenzoni-marcoC’è un detto siciliano che recita più o meno così: “Faciti beni, ca malu vi veni”, ovvero “fate bene e in cambio riceverete il male”. E’ proprio quello che è successo a Marco Lenzoni (nella foto), infermiere, ma prima ancora filantropo. La sua colpa? Essere troppo generoso coi più poveri.
Una donna non ha i soldi per pagare le analisi del sangue della figlia: arriva un infermiere, Marco Lenzoni, e senza pensarci due volte, paga per lei il ticket. Accade lo scorso mercoledì al centro prelievi della Asl 1 di Massa. Con la figlia gravemente malata e le analisi prescritte dal medico curante, la signora si era recata al centro di prenotazione Cup senza soldi. Non trattandosi di un nucleo familiare soggetto ad esenzione, però, l’operatore dell’Asl ha comunicato alla madre che le analisi non potevano essere effettuate senza il pagamento immediato del ticket. Ad assistere alla scena un infermiere del centro prelievi. È proprio lui a pagare i 40 euro per le analisi al posto della donna. La storia, una storia bella e brutta allo stesso tempo, potrebbe finire qui.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi