Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

sabato 12 gennaio 2013

moneta-sovrana-500-lireNOI VOGLIAMO CHE NASCA DI PROPRIETÀ DEI CITTADINI E CHE SIA ACCREDITATA AD OGNUNO COME "REDDITO DI CITTADINANZA".

L'autonomia della BCE deve essere funzionalmente limitata al solo momento dell'emissione, mentre la proprietà della moneta e quindi le libertà giuridiche essenziali alla sua utilizzazione devono essere riconosciute come prerogativa esclusiva degli Stati Membri. Il rapporto organico, per essere razionale, deve distinguere il momento strumentale o funzionale - prerogativa dell'organo- dal momento edonistico - prerogativa della collettività-. Il momento edonistico è strettamente individuale e per sua natura non delegabile. Non si può godere dei beni per rappresentanza organica.
In breve, posto che per democrazia deve intendersi l'attribuzione al popolo della sovranità politica, ogni popolo deve avere anche la sovranità monetaria che, di quella politica, è parte integrante ed essenziale e quindi irrinunciabile. Ecco perché ogni popolo va riconosciuto proprietario della sua moneta all'atto dell'emissione in un regime di " DEMOCRAZIA INTEGRALE ". Altrimenti si definisce democrazia l'inferno della grande usura.
Se non si sostituisce alla moneta debito la moneta proprietà, le nuove generazioni non avranno altra scelta che quella tra il suicidio e la disperazione.

Noi dobbiamo dare ad ogni cittadino un reddito monetario di cittadinanza perché questo valore è un valore indotto, è di costo nullo, perché creato da chi l’accetta quando la moneta all’atto dell’emissione viene accreditata, nella fase della circolazione crea potere di acquisto, ed é bene reale, ebbene al popolo dobbiamo dare anche la moneta per poter comprare quello che il corpo sociale ha creato.
Il discorso di FRANCESCA SALVADOR sulla SOVRANITA' MONETARIA pronunciato da Santoro sta facendo il giro d'Italia... PECCATO I GRILLINI NON POTRANNO MAI FARE UN DISCORSO DEL GENERE IN TV, GRAZIE A GRILLO... ECCO PERCHE' SOSTENGO CON FERMEZZA CHE IL M5S è IL BINARIO MORTO DEL DISSENSO... 

Oltre a questo ci sono molti altri motivi, come la rinuncia ai finanziamenti pubblici, che in questo periodo di DITTATURA sarebbero PREZIOSI per contrastare la potentissima casta, sostenuta da LOBBY MILIARDARIE e da un esercito di oltre 100.000 PENNIVENDOLI...

E' ovvio che i finanziamenti non dovrebbero essere utilizzati per mangiare aragoste alla Lusi, per i diamanti di Belsito o le case di Fiorito... devono essere RENDICONTATI al CENTESIMO, ma ABOLIRLI SIGNIFICA CONSEGNARE DEFINITIVAMENTE LA POLITICA ALLE LOBBY... Pensiamo a quella dei videopoker, a cui la casta ha permesso di sanare un'EVASIONE DA 98 MILIARDI DI EURO CON SOLI 2,5... il Colonnello della GdF Rapetto è stato persino "trombato"... CON QUEI 95 MILIARDI CHE NON HANNO PAGATO SI POTEVA EVITARE *TUTTE* LE MANOVRE LACRIME E SANGUE... e quello NON è STATO L'UNICO REGALO RICEVUTO DALLE LOBBY, come potete leggere qui:http://www.nocensura.com/2012/06/ecco-tutti-i-regali-alle-lobby-delle.html

SECONDO VOI UNA PARTE DI QUEI 95 MILIARDI NON ENTRERÀ NELLE CASSE DEI PARTITI... ?!?

SVEGLIA ITALIANI.... SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAA



Alessandro Raffa per Nocensura.com - Cose che nessuno ti dirà di nocensura.com


APPELLO A "NAZIONALISTI", "LEGHISTI", "COMUNISTI" E "CRISTIANI"... E TUTTI COLORO CHE ANCORA BASANO LE PROPRIE SCELTE SU IDEOLOGIE SOSTENUTE DA PERSONE CHE LE UTILIZZANO PER AVERE VOTI E CONSENSI E POI FARE I PROPRI LOSCHI INTERESSI......

Di Alessandro Raffa per Nocensura.com

Ai NAZIONALISTI dico: COME POTETE SOSTENERE GLI INDIVIDUI CHE HANNO AVALLATO LA DISTRUZIONE DEL PAESE E LA SVENDITA ALL'EUROPA?!? Come potete votare il movimento degli ex ministri La Russa - Meloni... più che "Fratelli d'Italia"... FRATELLI DEL BILDERBERG...

Ai LEGHISTI dico: SIETE SICURI SICURI CHE IL PROBLEMA PIU' GROSSO SIANO GLI EXTRACOMUNITARI E NON GLI EUROCRATI? (che dopo aver affamato i paesi di provenienza degli immigrati ora affamano anche l'Italia...) E' ovvio che l'immigrazione vada regolamentata, ma fino a quando non ci riprenderemo la SOVRANITA' MONETARIA non avremo soldi nemmeno per mettere benzina alle pattuglie, come dimostrano i tagli che ha dovuto fare TreMonti mentre governavate insieme a lui...

Ai COMUNISTI dico: Siete ancora sicuri che i Vs rappresentanti che avallarono il governo Prodi siano dalla parte del popolo? Siete ancora sicuri che il "nemico n.1" siano i giovani esaltati di Forza Nuova, Casapound etc. e non gli EUROCRATI CHE CI STANNO AFFAMANDO? Se non ci riprenderemo la sovranità monetaria l'estremismo di destra sarà destinato a crescere, come accade sempre quando il disagio cresce...

Ai MODERATI dico: Cosa ha di "moderato" chi AFFAMA MILIONI DI PERSONE, RIMANENDO INDIFFERENTE DINNANZI AD UN'ONDATA SENZA PRECEDENTI DI SUICIDI?!? In un sistema dove tutto funziona alla rovescia i veri estremisti politici sono quelli che oggi si definiscono "MODERATI"...

Ai CRISTIANI dico: Cosa hanno a che vedere con i VALORI CRISTIANI gente come Casini, Fini, MonteFiatZemolo e soci?!?!? Un vero Cristiano è quello che pronuncia belle frasi sulla famiglia (proprio Casini, separato, contrario ai PACS di cui però usufruisce perché non previsto per i cittadini ma diritto riconosciuto da anni ai DEPUTATI?!?


I VERI NAZIONALISTI SONO COLORO CHE DIFENDONO IL LORO PAESE, E OGGI QUESTO SIGNIFICA CONTRASTARE I POTERI FORTI SOVRANAZIONALI DEL BILDERBERG...

I NUOVI PARTIGIANI SONO COLORO CHE COMBATTONO CON FERMEZZA E SENZA COMPROMESSI QUESTO SISTEMA MAFIOSO CRIMINALE...

COSì COME I VERI CRISTIANI NON POSSONO DIFENDERE QUESTI AFFAMATORI DI POPOLO... I VERI CRISTIANI NON POSSONO PORSI DALLA PARTE DI CHI PROVOCA MILIONI DI MORTI, DIRETTAMENTE ED INDIRETTAMENTE...


Alessandro Raffa per Nocensura.com



venerdì 11 gennaio 2013

Francesca se ne sta là, appollaiata sul trespolo sfigato di Servizio Pubblico, diventando una sorpresa bella e vera dell’evento televisivo dell’anno. Francesca di cognome fa Salvador, vive e lavora a Vittorio Veneto, provincia di Treviso. In quella che un tempo era la parte più ricca e produttiva del paese.  Se ne sta lì, in attesa, mentre Santoro e Berlusconi giocano ad intrecciare i rispettivi cateteri lunghi una trentina d’anni di pantomima collettiva e milionaria; Travaglio fa il Travaglio. Berlusconi il Berlusconi. Le due Santoro’s Angel giocano a fare le giornaliste all’americana, confermando  quanto sia rara la coscienza di sé in una donna che si crede intelligente.
Mi si perdoni la battuta maschilista, ma serve ad introdurre Francesca. L’imprenditrice veneta che, dopo un’ora e quaranta da spettatrice di un grottesco processo del Lunedì applicato alla politica, viene chiamata in causa: per il Biscardi in questione il suo intervento dovrebbe infastidire Berlusconi. Sì, lo spiazza. Ma in verità infastidisce tutto e tutti, gettando ospiti, spettatori e ascoltatori sul cemento duro della responsabilità. E Francesca dice una cosa santa, bella, enorme, magnifica: “E’ una questione di volontà politica”. Volontà politica. Per cosa? Per tornare liberi. Padroni a casa nostra. Padroni della nostra moneta. Per strapparla ai banchieri privati che oggi strozzano e, letteralmente, uccidono la nostra economia.
AGGIORNAMENTO 30/01/2013

ATTENZIONE: QUESTIONE "RIFIUTO DELLA SCHEDA CON MESSA A VERBALE: SPUNTA UNA CIRCOLARE DEL MINISTERO

La questione tuttavia resta controversa, poiché diverse persone sostengono di essere riuscite a rifiutare di votare, facendolo mettere a verbale; nelle settimane scorse circolava su Facebook anche la copia di un verbale, timbrato e firmato, rilasciato da un Presidente di seggio per le elezioni regionali in Sicilia.

Ci sono però anche diverse persone che alla richiesta di rifiutare la scheda (...) si sono sentite rispondere che non era possibile farlo; in alcuni casi, con tanto di polemiche...

La questione resta controversa e poco chiara... 
la circolare inizia dicendo che "le norme vigenti non contemplano l'ipotesi di rifiuto del voto"  ma in seguito sostiene che pur non essendo disciplinato, il rifiuto della scheda, non può ritenersi vietato... dire tutto per non dire niente...?




Se il Ministero sostiene che non è previsto "il rifiuto della scheda con messa a verbale"... PERCHE' ALCUNI PRESIDENTI DI SEGGIO HANNO ACCETTATO TALE RICHIESTA, con tanto di verbale firmato e timbrato?!?
Staff nocensura.com
- - - - - -
Da molti mesi circolano su Facebook vari articoli o slide che invitano a rifiutare la scheda elettorale, facendone espressa richiesta al Presidente di mettere il rifiuto motivato a verbale. 

Su richiesta di molti utenti abbiamo cercato informazioni attendibili, e secondo molte alcune fonti si tratta di una "bufala", mentre altre lo danno per sicuro.

Un chiarimento è stato pubblicato anche da Ronchi, secondo il quale chiedere al Presidente di rifiutare la scheda potrebbe persino costituire il reato di "turbativa del corretto svolgimento delle operazioni di voto" una dichiarazione che appare ridicola e senza alcun senso, se non quello di intimidire i cittadini: il sig. Ronchi dovrebbe spiegarci quale turbativa rappresenti rivolgere educatamente al Presidente di seggio la richiesta di annullare la scheda: ovviamente se una persona insiste con modi incivili il discorso cambia.

Qualche tempo fa mi capitò di leggere su Facebook il commento di un cittadino che dichiarava di aver espresso tale richiesta in occasione delle amministrative 2012: "io ho l'ho fatto, ma con tono quasi ilare mi hanno detto che non si può fare, ho fatto una figura di m.." ma potrebbe trattarsi di un caso (?) 

Alessandro Raffa


In vista delle elezioni politiche, tornano a girare delle e-mail e adesso dei post su Facebook dove si invitano gli elettori a non esercitare il proprio diritto e dovere civico di voto. Nel post si legge testualmente:

"Pochi lo sanno ma la legge prevede la possibilita’ di rifiutarsi di votare e metterlo a verbale. Quando si va al seggio e dopo che le schede sono vidimate si dichiara che ci si rifiuta di votare e si vuole che sia messo a verbale. Le schede di rifiuto vengono CONTATE e sono VALIDE, contrariamente alle schede nulle o bianche o all’astensione dal voto. Nessun media (chiaramente) ne parla, sembra che i giochi della CASTA siano gia’ fatti, come al solito la gente andra’ a votare il ‘meno peggio’ (...)

1) ANDARE A VOTARE, PRESENTARSI CON I DOCUMENTI + TESSERA ELETTORALE E FARSI VIDIMARE LA SCHEDA
2) NON TOCCARE LA SCHEDA (se si tocca la scheda viene contata come nulla e quindi rientra nel meccanismo del premio di maggioranza)
E ESERCITARE IL DIRITTO DI RIFIUTARE LA SCHEDA (DOPO VIDIMATA), dicendo: ‘Rifiuto la scheda per protesta, e chiedo che sia verbalizzato!’
3) PRETENDERE CHE VENGA VERBALIZZATO IL RIFIUTO DELLA SCHEDA 4) ESERCITARE IL PROPRIO DIRITTO DI AGGIUGERE, IN CALCE AL VERBALE, UN COMMENTO CHE GIUSTIFICHI IL RIFIUTO
(ad esempio: ‘Nessuno dei politici inseriti nelle liste mi rappresenta’ )(D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361 – Art. 104) COSì FACENDO NON VOTERETE, ED EVITERETE CHE IL VOTO,NULLO O BIANCO, SIA CONTEGGIATO COME QUOTA PREMIO PER IL PARTITO CON PIù VOTI!!"

In realtà, la bufala risale alle elezioni del 2008 e come spiega Alessandro Ronchi sul suo blog, "non è prevista da alcuna norma la possibilità di recarsi al seggio per rifiutare la scheda facendo mettere a verbale una propria dichiarazione sul perché del rifiuto".

"I reclami di cui si parla nella legge elettorale - continua Ronchi - possono riguardare solo ed esclusivamente il corretto svolgimento delle operazioni elettorali (timbratura delle schede, accertamento della identità degli elettori, spoglio dei voti ecc) e non certo la messa in discussione della legge elettorale stessa che deve essere fatta con ricorsi specifici all’ordinamento giudiziario".

Proprio sul Dpr citato nel testo bufala non c'è nulla che contempli la possibilità di rifiutare il voto, al contrario scrive ancora Ronchi: "rifiutare la scheda  e chiedere di mettere a verbale una propria dichiarazione si configura invece come TURBATIVA DEL CORRETTO SVOLGIMENTO delle operazioni di voto (art. 44 D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361) dando la possibilità al presidente di far intervenire la forza pubblica per il ripristino del corretto svolgimento delle operazioni di voto".

Per chi volesse leggere il testo integrale delle leggi elettorali vigenti può scaricarlo dal sito della Camera dei Deputati al seguente indirizzo: http://www.camera.it/files/pdf/documenti/MANUALE_11marzo2008.pdf




Fonte: http://www.protezionehoax.com/2012/10/bufala-pochi-lo-sanno-ma-la-legge-da-la.html


- - - - - - -
Aggiornamento: visto che qualcuno si dice sicuro che sia possibile apriamo un dibattito pubblico, con la speranza che sia possibile fare chiarezza definitivamente e fugare i dubbi. Vedi i commenti su Facebook

CIRCA LA POSSIBILITA' DI RIFIUTARE LA SCHEDA:


In merito all'articolo: ""Fai mettere a verbale il rifiuto della scheda"... E' UNA BUFALA" http://www.nocensura.com/2013/01/fai-mettere-verbale-il-rifiuto-della.html

Abbiamo ricevuto diverse richieste di informazione circa la presunta possibilità di "rifiutare la scheda elettorale e farlo mettere a verbale dal Presidente del seggio":

Abbiamo effettuato delle ricerche (cosa non facile perché cercando su Google trovi molto, molto materiale ma niente di ufficiale), posto la domanda a 3 avvocati (che non sapevano niente) e infine tramite un collaboratore abbiamo girato la domanda a 2 soggetti che hanno ricoperto l'incarico di "presidente di seggio", secondo i quali non è possibile farlo: si dicono sicuri al 100% cosa che troverebbe conferma anche in un post di Alessandro Ronchi http://alessandroronchi.net/2008/rifiutare-la-scheda-occhio-alle-bufale-elettorali/

E altri siti web: http://www.agoramagazine.it/agora/spip.php?article2542

Tuttavia visto che alcuni utenti insistono nel sostenere (non sappiamo se su basi fondate o meno) che è possibile farlo, apriamo un dibattito, rivolgendoci SOLO A CHI RITIENE DI AVERE NOTIZIE CERTE.

QUALCUNO HA NOTIZIE CERTE IN MERITO?
ESPERIENZA DIRETTA?
AVETE RIFERIMENTI UFFICIALI CHE COMPROVANO CIO' CHE SOSTENETE?

VEDIAMO DI FARE CHIAREZZA UNA VOLTA PER TUTTE...

PS: Dopo aver parlato con i due soggetti che hanno ricoperto il ruolo di presidenti di seggio (conoscenti di un ns collaboratore) che si sono entrambi detti sicuri al 100% (e non hanno certo interesse a dire il contrario) noi siamo dell'idea che non sia possibile farlo, comunque presto ci saranno le elezioni e ci sarà la "prova del 9" basta chiedere direttamente al seggio, cosa che certamente faremo per fugare ogni dubbio. 



- - - - - -

AGGIORNAMENTO 2



RIFIUTARE IL VOTO E FARLO METTERE A VERBALE: Un utente ci ha segnalato questo verbale dell'ARS (Assemblea Regionale Siciliana) redatto da un Presidente di seggio che evidentemente ha accettato il rifiuto; (VEDI IMMAGINE)

Sempre in Sicilia in un seggio invece è scoppiato il caos per una 

questione analoga: http://livesicilia.it/2012/10/29/elettrice-rifiuta-la-scheda-e-nel-seggio-scoppia-il-caos_204925/

A OTTOBRE 2012 LA QUESTURA HA ALLERTATO I PRESIDENTI DI SEGGIO CIRCA LA POSSIBILITA' CHE SI VERIFICASSERO EPISODI DI RIFIUTO DELLA SCHEDA:

http://www.amicipoliziapostale.com/2012/10/facebook-allarme-diramato-dalla.html



Purtroppo gli articoli contraddittori tra di loro e la mancanza di riferimenti/chiarimenti ufficiali e rendono difficile capire come stanno le cose, nonostante siano MESI che circola questo "tormentone" sembra impossibile fugare i dubbi, in un caso o nell'altro...
Cremaschi: caro Ingroia, la vera mafia è quella di Bruxelles
Caro Ingroia, l’antimafia non basta: perché oggi il vero nemico che ci minaccia è molto più pericoloso del potere delle cosche, persino di quelle che si infiltrano nell’economia fino ad avvelenarla. Deve cadere il Muro di Bruxelles, quello che ricatta i popoli dell’Eurozona sulla base dei diktat emanati dalle oligarchie finanziarie, ordini firmati da tecnocrati non eletti da nessuno, a cui – grazie all’attuale personale politico – siamo costretti a sottometterci, per fare la stessa fine della Grecia. Dopo i “garanti” dei movimenti firmatari dell’appello “Cambiare si può”, anche l’ex leader della Fiom Giorgio Cremaschi, vicino ai No-Tav e promotore del Comitato No-Debito e del “No-Monti Day”, prende le distanze dalla lista “arancione” capeggiata da Antonio Ingroia, ipotetico leader del “quarto polo”, sul quale confluiscono i partiti di Di Pietro, Ferrero e Diliberto, insieme ai Verdi di Bonelli.
«Siccome non son mai stato una vittima del nuovo in politica, di quel nuovismo attraverso il quale si sono perpetuate da trent’anni le stesse Antonio Ingroiapolitiche e le stesse classi dirigenti – premette Cremaschi, in un intervento su “Micromega” – non mi scandalizza che la lista del cosiddetto quarto polo sia diventata l’ennesima lista personale, ove il leader è la sostanza della proposta, né mi sconvolge che i partiti siano alla fine l’architrave della lista». I partiti esistono da sempre, aggiunge Cremaschi, e chi li rifiuta «semplicemente ne sta fondando un altro». Quello che non convince, della coalizione Ingroia, è «l’ordine delle priorità e il messaggio di fondo del programma annunciato dal suo leader», secondo cui l’Italia sarebbe un paese devastato dalla corruzione e dalle mafie, grazie al ruolo attivo di una parte della “casta”, cioè i berlusconiani, e il silenzio-assenso di una componente più debole e subalterna, che va da Monti al Pd.
Oltre all'articolo che vi proponiamo di seguito, anche Yahoo news e altri hanno accennato alla richiesta di Giannino di allearsi con Montezemolo, uno dei camerieri di Monti in quota Fiat. Dopo il niet Giannino secondo alcune fonti avrebbe cercato di accordarsi persino con la Lega Nord; Giannino cerca di allearsi perché in coalizione la soglia di sbarramento è del 2% mentre la soglia di sbarramento per chi corre da solo è del 4%.
Proporsi come il "nuovo che avanza" e poi corteggiare la coalizione di Monti-Fini-Casini-Mr. Fiat si commenta da solo... meglio non aggiungere altro. Ma da un personaggio lanciato dai mass media potevamo aspettarsi di meglio? ... inoltre il fatto che abbiano chiesto di coalizzarsi alla coalizione di Monti e alla Lega Nord (sulla carta movimenti molto diversi tra loro) fa capire come l'unico obiettivo sia entrare in parlamento.
Anche da Oscar Giannino e accoliti MAI una parola su sovranità monetaria, signoraggio bancario, MES, Fiscal compact etc... il solito partito che pontifica e promette, MA SE NON CI RIAPPROPRIAMO DELLA SOVRANITA' MONETARIA NON SARA' POSSIBILE USCIRE DAL TUNNEL DELLA CRISI, ARTIFICIOSAMENTE CREATO DAI MASSONI DEL BILDERBERG CLUB, che anche poche settimane fa si sono riuniti a Roma insieme a Monti e mezzo governo, sicuramente per parlare della strategia da tenere in vista delle elezioni...
CARO GIANNINO, FINO A QUANDO PAGHEREMO 80-90-100 MILIARDI DI EURO ALL'ANNO DI INTERESSI (in base al livello dello spread...) NON POTREMO "FERMARE IL DECLINO"...
FINO A QUANDO LA BCE PRESTERA' I SOLDI ALLE BANCHE ALL'1% PER FARLI PRESTARE ALLE NAZIONI A TASSI DEL 4-5% (alla Grecia sono arrivati a chiedere il 15%) CERTO NON "FERMEREMO IL DECLINO"... CARO GIANNINO...
Staff nocensura.com
"Fermare il Declino. Giannino alla disperata ricerca di un’alleanza con Monti e Montezemolo"
fermareildeclinoSappiamo che Giannino si è fatto il suo partitino.In Italia ormai è diventato uno sport nazionale farsi il proprio personale movimento politico. Chi non ce l’ha? Dopo l’Iphone, la TV di ultima generazione, Facebook e un bel Suv, il partitino è uno accessorio che non deve assolutamente mancare alle persone di un certo charme.
Naturalmente corredato di programma liberista, perché il liberismo da noi fa molto chic, quando si tratta di impiattarlo in un argomento da salotto, o se vogliamo da talkshow, salvo poi rinnegarlo una volta che si arriva alle poltrone pesanti. Allora vuoi per questioni di real politik, vuoi per questioni di tiramenti alla giacchetta, al politico “liberista” viene l’amnesia. Liberismo? Cosa è? Forse è qualcosa che si mangia alla buvette?
Per carità, probabilmente Oscar Giannino avrà tutte le buone intenzioni di questo mondo, ma obiettivamente Fermare il Declino può avere solo una utilità (peraltro marginale): favorire Monti e il centrosinistra.Come? Semplicemente distraendo i voti di quei moderati confusi, che pensano che il nuovo lo si debba per forza cercare nell’ovvio. Il che è comprensibile, ma non auspicabile. FID (o se vogliamo “Fare”) non ha né la forza né gli strumenti per andare oltre percentuali a una cifra, anche perché ossessivamente il giornalista cerca l’approvazione e l’alleanza montiana e montezemoliana.
giovedì 10 gennaio 2013
Nel recente articolo "Perché voterete un governo solo virtuale. Se non capite questo siete finiti" di Paolo Barnard - un testo che esprime molti concetti fortemente condivisibili e interessanti - egli definisce lo staff del movimento 5 stelle "talmente scadente che neppure riuscirebbe a capire come si paga uno stipendio di un bidello": una critica generalizzata e insipida. Tralasciando la gestione delle parlamentarie e la "parentopoli" tra i candidati, i problemi del movimento Grillo-Casaleggio sono ben altri: certo non i ragazzi che lo compongono. Innanzitutto come ha dimostrato in modo inequivocabile l'ultimo governo, per governare non c'è bisogno di professori ultratitolati, legati mani e piedi ai poteri forti, i quali hanno fatto più danni della grandine; c'è bisogno innanzitutto di persone per bene, e nel Movimento ci sono tante persone in gamba e di buona volontà. C'è bisogno di persone che operino con trasparenza e con fermezza, senza compromessi. I problemi del 5 stelle sono l'assoluto verticismo e la mancanza totale di democrazia interna, il fatto che Beppe Grillo non abbia proferito parola circa MES e fiscal compact, per le quali avrebbe dovuto dare battaglia e fare informazione, mentre molti sostenitori del Movimento hanno condiviso e commentato articoli, facendo la propria parte per dare risalto alla questione. Il problema del Movimento è che rinuncia ad andare in TV, dove potrebbero parlare dei VERI PROBLEMI; anche rinunciare ai finanziamenti pubblici, in una situazione di dittatura mass-mediatica come quella attuale, appare un errore: non saranno pochi milioni di euro a salvare una nazione che di milioni di euro ne paga 80.000 ogni anno (80 miliardi) solo per gli interessi sul debito truffa. Una casta potente come quella attuale, che dispone di mezzi potentissimi non si combatte con la spada di cartone. Un movimento così non può che essere il binario morto del dissenso, e secondo qualcuno questo potrebbe essere dovuto ai legami con i poteri forti dell'alta finanza dei soci/amici di Casaleggio (guarda questo video: http://youtu.be/DcUJQDKQA-w) sarebbe bello che i ragazzi del movimento potessero discutere delle scelte, mentre invece esse vengono "calate dall'alto" da Casaloggia e Grillo, che reprimono ogni forma di critica con le epurazioni. I ragazzi del movimento vanno bene... al massimo la crescita del movimento (e la possibilità di essere eletti) avrà attirato qualche furbetto, ma questo è fisiologico in qualsiasi movimento. Quello che non va bene è chi predica che "uno vale uno" e poi...


Alessandro Raffa per Nocensura.com


I legami del "ragazzi" di Casaleggio...

Caro Grillo, ricordi quando eri libero e nei tuoi memorabili spettacoli parlavi di signoraggio bancario, spiegavi il funzionamento del sistema monetario (che conosci molto bene essendo stato allievo di Auriti) illustravi gli scandali delle big pharma, delle multinazionali, e tutti gli argomenti di cui oggi "misteriosamente" non ti occupi più? Ebbene a quei tempi, mostrando un fotogramma che ritraeva i capi delle banche centrali chiedevi al pubblico di "tornare agli istinti e guardare le facce". Rircordi? Ebbene, volevo chiederti cosa ti ispira la faccia del tuo amico Casaleggio, grazie.

Circa questo articolo leggi anche: "Barnard critica i ragazzi a 5 stelle: sposti il mirino verso Grillo-Casaleggio"

Morti viventi
Di Paolo Barnard

Da oltre dieci anni pubblico le prove della progressiva perdita di qualsiasi sovranità politica e costituzionale degli Stati occidentali (WTO, GATS, ecc.). Oggi, nel caso dell’Eurozona, quella perdita è totale. Ciò significa che nessuno degli uomini o delle donne che oggi si azzuffano nelle liste elettorali, premier o parlamentari, vi potrà governare nei prossimi 5 anni. Essi eseguiranno solo ordini impartiti da tecnocrati europei, dai Trattati europei, e dai mercati finanziari, fine (le prove qui sotto). Fra Vendola e Monti lo spazio di manovra è non più dello 0,1%, se consideriamo le politiche nazionali che contano. Grillo ancora meno, perché il suo team è talmente scadente che neppure riuscirebbe a capire come si paga uno stipendio di un bidello, meno che meno cosa siano le Collective Action Clauses sui titoli del Tesoro o il Correcting Macroeconomic Imbalances. Inutile votare sti politici, inutile leggerne i programmi, guardare i dibattiti tv. Essi sono figure virtuali, impotenti al 99,9%, sono morti viventi.
So che questa nozione sembra una boutade di un fesso, tanto è scioccante. Ma così è. Il mio lavoro ha portato prove autorevoli con documenti e testimonianze in numero talmente ampio che è impossibile persino riassumerle qui. Voglio solo ricordare i seguenti punti:
A) La Costituzione italiana non ha più valore sovrano, essendo stata sottomessa alla legge europea fin dal 1991. (Chapter National constitutions and the Lisbon Treaty: conflicts are resolved by the EU Court, 344 TFEU - obligation of loyalty, 4.3 TEU, 24.3 TEU - In Opinion 1/91 of the European Court of Justice, the European treaties are described as 'the Constitutional Charter of a Community of Law, a new legal order for the sake of which the States have limited their sovereign rights”).
MONTI-copia-2.jpg
Lucidissimo articolo di Aldo Giannuli a suo tempo vicino a Rifondazione Comunista. Esso dimostra come anche a sinistra inizia a farsi strada una sia pur piccola area che comincia a ragionare seriamente ed a capire chi è il vero nemico. Il nemico sono i tecnocrati al servizio della finanza internazionale, Monti si definisce un " riformista radicale", non un moderato, ed ha ragione in quanto rappresenta il peggio del capitalismo nazionale ed internazionale.
Questa feccia capitalista ha iniziato la conquista delle nazioni, distruggendo gli Stati sovrani, diffondendo miseria, povertà, empietà, bassezza e fastidio: ha iniziato a " lanciare " dei " fantasmi" alla conquista dei popoli, che poi sarebbe la loro stessa distruzione, con azioni senza legge nè morale. Il loro programma è di deformare in maniera irreversibile i popoli in maniera tale da annientare qualsiasi radice di retto orientamento che possa condurre, i popoli stessi, verso il loro bene. 

Claudio Marconi

Di Aldo Giannuli - aldogiannuli.it

Per quasi un ventennio, la sinistra ha avuto il suo nemico di elezione nel Cavalier Berlusconi, giungendo a forme di odio feroce ed irrazionale. Sicuramente, c’erano ottime ragioni per detestarlo: per la sua volgarità, il suo cinismo, la sua assenza del benché minimo scrupolo morale, per il suo malcelato odio per la cultura, per il suo debordante egocentrismo, per il suo autoritarismo e potremmo proseguire anche per tutta la pagina. Il punto è che l’odio è un pessimo consigliere, soprattutto in politica. Impedisce di valutare razionalmente le cose ed ha una serie di “effetti collaterali” del tutto indesiderabili.
Uno di essi è la “rivalutazione per riflesso” di altri soggetti, che non sono affatto migliori di quello odiato, ma che lo diventano perché li si vede come potenziali alleati. A beneficiare di questo irragionevole credito è stata spesso la Lega (in particolare dal suo “ribaltone” del 1995) a lungo vezzeggiata, corteggiata e mai seriamente combattuta per il suo ruolo eversivo e reazionario. Anzi, la sinistra ha finito con l’esserle subalterna, mutuandone interi pezzi di cultura politica, come dimostra la sorprendente conversione al “federalismo” che produsse la scellerata riforma del Titolo V della Costituzione, voluta dal governo Prodi.
In tempi più recenti, a beneficiare della “rivalutazione per riflesso” è stato Mario Monti ed il suo governo di commessi del Gran Capitale, impropriamente definiti “Tecnici”. Nei suoi tredici mesi di vita il governo Monti ha realizzato più contro-riforme di quante ne abbiano prodotte gli otto anni dei governi Berlusconi (dalle pensioni, all’articolo 18 della l. 300, per citare solo i casi più noti). Soprattutto, il governo dei bocconiani ha imposto una politica economica di brutale esazione fiscale e taglio della spesa sociale, che non ha precedenti nella storia dell’Italia repubblicana.
mercoledì 9 gennaio 2013
mario-monti-suppostaMARIO-MONTI-SUPPOSTA
DOPO AVER ACQUISTATO I NUOVI CANNONI SEMOVENTI ED I JET F35 L'AMMIRAGLIO MONTI COMPRA DUE SOMMERGIBILI DA 2 MILIARDI DI EURO DI FABBRICAZIONE TEDESCA. LA MERKEL RINGRAZIA...
Daniele Martini per "Il Fatto Quotidiano"

Pensioni, ospedali e scuole sì. Cacciabombardieri, sommergibili e siluri no. Chissà perché in Italia da un po' di tempo a questa parte si può tagliare di tutto, senza esitare a mettere per strada centinaia di migliaia di esodati, per esempio, o fino al punto da indurre i direttori amministrativi degli ospedali a "suggerire" ai medici di prescrivere ai malati le cure meno care e non le più efficaci. Ma quando si arriva di fronte alle armi i governi come d'incanto smettono la faccia feroce e diventano accondiscendenti e rispettosi come indù al cospetto di vacche sacre e i quattrini gira e rigira riescono sempre a trovarli.
SOMMERGIBILE U-212 TODAROSOMMERGIBILE U-212 TODARO
L'ultimo caso lo ha sollevato quasi per caso lunedì sera, durante Piazzapulita su La7, l'ex ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, il quale ha ricordato che tra le spese militari pesanti dell'Italia in questo momento non ci sono solo i 900 milioni di euro per rifinanziare le missioni all'estero, a cominciare da quella in Afghanistan, o i discussi e sofisticatissimi F-35, i cacciabombardieri più costosi di tutta la storia dell'aeronautica militare. Ci sono anche due sommergibili di "ultima generazione" della classe U 212, detta anche classe Todaro.
MARIO MONTI CON IL SUO PETTINEMARIO MONTI CON IL SUO PETTINE
Due battelli, come dicono in gergo, che costano quasi 1 miliardo di euro, che sommato all'altro miliardo già speso per altre 2 unità già entrate in esercizio e con base a Taranto, fanno 2 miliardi. Tanto per avere un ordine di grandezza, è una somma pari a circa la metà di quanto gli italiani hanno dovuto pagare di Imu sulla prima e in moltissimi casi unica casa di proprietà. E una tranche da 168 milioni è stata inserita nella legge di stabilità, varata sotto Natale.
Il programma degli U 212 va avanti da quasi vent'anni e quindi tutti i governi della Seconda Repubblica, di centrodestra, centrosinistra e tecnici, ci hanno messo lo zampino, compreso quelli in cui Tremonti era ministro e non escluso l'esecutivo di Mario Monti con l'ammiraglio Giampaolo Di Paola alla Difesa, che non hanno mosso ciglio di fronte alla conferma delle ingenti spese. Il primo sommergibile battezzato Salvatore Todaro fu consegnato alla Marina militare il 29 marzo 2006, il secondo un anno dopo, mentre nel 2009 è stato dato il via alla fase 2 del piano, cioè la costruzione di altri 2 sommergibili, frutto di una collaborazione italo-tedesca.
Editoriale a cura di nocensura.com

Abbiamo ricevuto una email, dal signor Rocco Politi, ex "Anziano" dei "Testimoni di Geova", in cui illustra quello che descrive come un vero e proprio calvario, di cui attribuisce la responsabilità ai "Testimoni di Geova"; il testo è disponibile nella sezione "chi sono" del suo sito www.roccopoliti.it dove espone le sue vicende e raccoglie articoli sulle "vicende scomode" riguardanti il Movimento.

Una delle numerose testimonianze di fuoriusciti che si sono trovati emarginati, a causa del cosiddetto "ostracismo", la rigida regola che impone agli amici e persino dai parenti di un soggetto espulso di interrompere o limitare al minimo i contatti. E chi trasgredisce rischia di essere a sua volta punito. Anche per questo i TdG vengono considerati da molti sociologi come una "setta" a causa del forte condizionamento nella vita degli adepti. Probabilmente lo scopo dell'ostracismo è evitare che i fuoriusciti  incentivino, anche indirettamente, la fuoriuscita dal movimento: che per alcuni sembra essere stata una vera e propria "liberazione", anche se dolorosa. Va considerato che la vita dei Testimoni è spesso molto legata al movimento: le Adunanze, le attività teologiche e di predicazione, ma anche il "giro delle amicizie" e delle frequentazioni è all'interno del movimento, in quanto verso la "gente del mondo" c'è una certa "chiusura". Chi fuoriesce dal Movimento si ritrova solo.

Guarda il video (in basso all'articolo)
Vedi: I testimoni di Geova e la regola di rompere i rapporti con chi esce dal movimento

Sono numerosi i "fuoriusciti" che hanno raccontato di aver subito il cosiddetto "ostracismo" riservato ai ''disassociati'' ma ascoltando le loro storie emerge anche, sopratutto per le donne, una realtà di soffocanti imposizioni e proibizioni. Di seguito citiamo un po' di fonti dove approfondire la questione.

Senza alcun intento denigratorio nei confronti dei Testimoni di Geova, riteniamo giusto dare risalto a questi casi, con la speranza che sia aperto un dibattito, anche interno all'organizzazione, al fine di stabilire regole più "morbide", per non dire "umane" che regolamentino i rapporti tra TdG e familiari fuoriusciti. I rapporti tra familiari non devono essere ostacolati in nessun modo. Stando alle varie testimonianze, la "rigidità" dell'ostracismo varia da caso a caso: in alcuni di questi c'è una certa tolleranza verso il rapporto dei familiari TdG con un figlio/parente disassociato; in altri casi vengono invece descritte regole severissime, imposte anche con la minaccia di essere espulsi a loro volta: prospettiva che per chi ha fede in quella confessione è considerata una punizione terribile. La questione è stata affrontata anche nei salotti televisivi, ma un dibattito serio non c'è mai stato, i casi che vengono alla ribalta vengono presto dimenticati, nonostante sul web, facendo una semplice ricerca su google, salta fuori molto materiale e numerose testimonianze.

Nel Luglio del 2011 la pubblicazione dell'articolo-appello "Lettera disperata di una testimone di geova disassociata (espulsa)" innescò un acceso dibattito, con la replica di un testimone di Geova e numerosi commenti.

Se consideriamo che i Testimoni di Geova, secondo il sito testimoni-di-geova.info in Italia nel 2010 il numero di Testimoni di Geova era di 240.000 unità (7 milioni nel mondo) il problema dell'ostracismo dei  "disassociati" riguarda, potenzialmente molte persone/famiglie.

Approfondire la questione:

Oltre al sito di Rocco Politi, un altro interessante sito che analizza in modo critico il Movimento dei Testimoni di Geova è http://testimoni-di-geova.blogspot.it, una "raccolta di notizie, analisi e riflessioni" a cura di Roberto di Stefano, "osservatore e critico del movimento religioso dei Testimoni di Geova". http://www.testimoni-di-geova.info

Anche su Youtube ci sono numerosi video di testimonianza e documentari: di seguito ve ne proponiamo alcuni:
Ascoltate questa testimonianza!
martedì 8 gennaio 2013
L'avv. Alfonso Luigi Marra - marra.it
Marra: impugnerò per anticostituzionalità la legge con la quale si è cancellata la possibilità per il PAS-FermiamoLeBanche di presentarsi alle politiche senza raccogliere le firme.

Marra annunzia che sta studiando il ricorso per anticostituzionalità della norma – che definisce ad personam – con la quale il 18 dicembre 2012 (emblematicamente il giorno del suo compleanno) è stata eliminata la possibilità per il PAS-FB&T di partecipare alle elezioni politiche senza raccogliere le firme (candidandosi cioè su delega della Lega Sud, presente in parlamento con tre deputati).
Precisa che uno degli elementi dell'incostituzionalità consiste nel fatto che i tempi di presentazione derivati dalla norma abrogativa sono così stretti da rendere impossibile o irragionevolmente ardua la partecipazione democratica alle elezioni alle forze politiche che non siano già 'dentro'. I piccoli partiti colpiti – dichiara Marra – sono in realtà undici, ma ciò che si è voluto fermare è il PAS-Fb&T, che introduce temi rispetto ai quali la vecchia politica può solo tacere. Il PAS-FB&T sta portando avanti la raccolta delle firme, ma se il disegno anticostituzionale messo in atto avesse il risultato di impedire la sua presentazione, resterebbero in campo solo partiti che usano gli stessi argomenti con i quali ci hanno fin qui rovinati, e gli italiani, il giorno dopo il voto, capirebbero di dover di nuovo votare.


PAS-FermiamoLeBanche&LeTasse



Monti sul suo profilo twitter Sabato ha festeggiato i 100.000 follower con un 'WOW'... Sono tanti? Pensa Monti sono solamente 1/4 degli esodati che tu e la tua amichetta avete generato!


 

BUONGIORNO A TUTTI con questo mini documentario sul signoraggio bancario; DA GUARDARE ma sopratutto da FAR GUARDARE a chi ancora crede alle favole...

Staff nocensura.com

Silvio Berlusconi durante il funerale di Raimondo 
Vianello mentre riceve la Comunione
Berlusconi durante una trasmissione radiofonica "apre" ai matrimoni gay, e scatena una bagarre di reazioni. Un gruppo di parlamentari del Pdl è insorto, invocando la difesa della famiglia tradizionale, mentre alcuni alleati hanno apprezzato: per sempio Vittorio Sgarbi, che ha parlato di "fine di un'ipocrisia". Arcigay ha rilanciato: "troppo generico, ce lo metta nero su bianco". Fate attenzione che vi prende in parola, e dopo "il contratto con gli italiani" magari tira fuori il "contratto con le coppie gay". Come se i suoi contratti politici valessero qualcosa... I rivali hanno gridato alla mossa propagandistica, ma la situazione in realtà è più complessa: anche perché il grosso delle associazioni gay-lesbica sono schierate dalla parte della sinistra radicale e il centrodestra italiano su questo terreno rischia persino di perdere una parte dell'elettorato più bigotto e conservatore, in favore dell'asse Montiano: il vero obiettivo di Berlusconi, secondo i giornali vicini al centrodestra (Libero e Il Giornale) sarebbe quello di "lanciare un segnale" al Vaticano (anche se in realtà, il "segnale" al Vaticano lo hanno dato loro, i giornali-cani da guardia di Berlusconi) che si è sbilanciato nettamente in favore di Monti, dimenticando tutte le concessioni sui temi etici incassate dal Cavaliere: quelle leggi - dalla procreazione assistita alle staminali - che causano problemi a migliaia di famiglie italiane con difficoltà di concepimento (chi può permetterselo va all'estero, chi non ha soldi non procrea...) e che bloccano la ricerca. Leggi che in Europa sono uno 'standard' e che ci relegano ad uno stato di diritto civile di serie B. Berlusconi probabilmente si aspettava riconoscenza da parte degli alti prelati, dote "divina" che il Vaticano non ha mai posseduto. Quando il cavaliere era sulla cresta dell'onda poteva permettersi di ricevere la Comunione pur essendo separato (e nonostante i numerosi scandali sessuali...) ma ora il vento è cambiato, ed i nostri cari Alti prelati sono molto sensibili a questi cambiamenti. La storia ci insegna che il Vaticano ha sempre accolto a braccia aperte (e con le mani, ben aperte) ogni nuovo governante e/o dittatore voglioso di stringere accordi per convivere d'amore e d'accordo con il clero. Il Vaticano non ha una fazione, si pone automaticamente dalla parte del vincitore...


Antonio B. - nocensura.com


«Se Maroni mi obbligherà a riproporre l’accordo con il Pdl anche per le comunali di Treviso di maggio, sappia che non mi avrà più dalla sua parte: metterò in piedi una lista civica e correrò da solo, slegato dal Carroccio». Giancarlo Gentilini minaccia di lasciare la Lega: il patto Lega-Pdl raggiunto a livello nazionale la scorsa notte gli è andato letteralmente di traverso e ora, pur essendo il candidato sindaco del Carroccio per le comunali del capoluogo, si prepara a far saltare il banco.
«Ho sempre detto che non avrei mai accettato altri patti con il Pdl, visto il fallimento del governo Bossi-Berlusconi», tuona Gentilini, «E quindi ora il partito non può pretendere che il sottoscritto accetti ancora un simile compromesso. Meglio correre da solo alle comunali: chi mi ama mi segua».

Fonte: http://tribunatreviso.gelocal.it/cronaca/2013/01/07/news/genty-accordo-con-il-pdl-corro-da-solo-1.6310465
- - - - -

Lo storico leghista trevigiano Gentilini, condannato per istigazione al razzismo: di seguito vi proponiamo i video di alcuni suoi interventi dove incita alla pulizia etnica e addirittura a "eliminare i bambini zingari"...



Conflitti di interesse, abuso d'ufficio, affiliazioni mafiose, sono i reati di cui sono stati accusati molti dei candidati del Partito democratico. Crisafulli a Enna ha ottenuto 6348 preferenze: era stato indagato per concorso esterno in associazione mafiosa in un'inchiesta poi archiviata


Di Alessandro Ferrucci - ilfattoquotidiano.it

C’è chi può vantare un’indagine per concorso esterno in associazione mafiosa. Chi una serie lunga e articolata di conflitti di interesse. Chi è entrato dentro un’inchiesta su personaggi vicini alla ‘Ndrangheta. Chi, per carità, ha solo un cognome importante da parte di padre o di marito. Ma lo fa pesare. Nord, centro e sud, lo stile non ha regione. Questo nucleo di selezionati speciali ha vinto le primarie del 29 e 30 dicembre, quindi un biglietto, una chance verso il prossimo Parlamento sotto l’egida del Partito democratico. Sorridono, si fanno intervistare, la “legittimazione è arrivata dalla base – dicono –  premiato il lavoro sul territorio”, ribadiscono.
Così Vladimiro Crisafulli, 6.348 preferenze, è il re di Enna, già deputato e senatore, l’uomo di cui il Pd non può fare a meno. Eppure nel 2004 i pm di Caltanissetta scrivono: “È dimostrata da parte di Crisafulli la disponibilità a mantenere rapporti con il Bevilacqua, accettando il dialogo sulle proposte politiche dello stesso, ascoltando la sua istanza e rispondendo alle domande sulle possibili iniziative politico-amministrative, in particolare in materia di finanziamenti e appalti”. Inciso: il soggetto con il quale l’esponente democratico interloquisce è Raffaele Bevilacqua, boss del clan mafioso di Enna e Barrafranca, in contatto con l’allora superlatitante Bernardo Provenzano. Sia ben chiaro, c’è l’archiviazione, ma solo perché quel colloquio non portò ad alcun favore a Cosa nostra, con i soggetti collusi arrestati “troppo presto”. Resta ancora un rinvio a giudizio per abuso d’ufficio: il ras di Enna, secondo l’accusa, si sarebbe fatto pavimentare a spese della Provincia una strada che porta direttamente alla sua villa.

Dalla nascita del governo Monti, il segretario del Carroccio ha dato per spacciata l'alleanza: "Non ha senso". "I nostri ideali non sono in vendita". "Ciclo politico finito". E Berlusconi fino a due mesi fa assicurava che non gli avrebbe dato la Lombardia. Ma all'ultimo minuto la paura di perdere le elezioni ha spazzato via un anno di proclami

Di Mario Portanova - ilfattoquotidiano.it

Chissà se Roberto Maroni pensa ancora che parlare di una possibile alleanza con Berlusconi “non ha senso”, come assicurava ai militanti leghisti radunati alla Berghem fest il primo settembre 2012? E chissà se ancora oggi può dirsi convinto che Berlusconi “avrebbe mantenuto l’impegno” di farsi da parte e di lanciare le primarie del Pdl, come dichiarava felice il 27 ottobre? E chissà se oggi avrebbe il coraggio di postare su Facebook il proclama del 3 novembre secondo il quale “i nostri ideali non sono in vendita” e quindi sull’alleanza in Lombardia “Berlusconi sbaglia perché ne fa una questione di poltrone e non di ideali”? Una logica conseguenza della promessa condivisa con gli “amici” virtuali il 2 agosto: “Secondo Libero la grande ammucchiata Bersani-Vendola-Casini farà tornare la Lega alleata di Berlusconi. Ma chi l’ha detto? Ma chi lo vuole?”.
C’eravamo tanto amati. E poi odiati. E poi riamati. E poi riodiati. E poi riamati. E così via, all’infinito.
Salvatore Borsellino, pur sostenendo la candidatura di Ingroia, al quale riconosce di aver "sempre lottato per il raggiungimento della verità sulla strage nella quale fu ucciso Paolo Borsellino" con un'onestà intellettuale rarissima (di solito chi sostiene un candidato evita qualsiasi criticarivela come i capi dei partiti stiano facendo pressione (come prevedibile...) per ottenere poltrone sicure, in barba agli accordi...

Salvatore Borsellino ha rifiutato una candidatura sicura, perché "il cognome che ho l'onore e l'onere di portare, Borsellino, è un cognome che appartiene a tutti gli Italiani e non può in alcuna maniera essere fatto diventare un cognome di parte".

Di seguito lo sfogo che ha affidato alla sua pagina Facebook: lo sfogo di una persona che parla di un ambiente che sembra conoscere benissimo; lui non è certo un "rivale" che vuole gettare fango, bensì un sostenitore deluso dal mancato rispetto delle premesse...

- - - - 
Continuano a circolare, sul web e sulla stampa false notizie riguardanti una mia presunta candidatura nella lista "Rivoluzione Civica". 
Ci tengo a precisare che tale notizia, non so se diffusa ad arte o non sufficientemente smentita da chi avrebbe dovuto farlo, è assolutamente priva di fondamento e ci tengo in maniera particolare perché l'offerta , che pure mi è stata fatta, è sempre stata sempre da me respinta in maniera categorica, come ho fatto, in occasione simili, nel corso degli ultimi anni, dandone delle motivazioni ben precise che ormai, credo, tutti, almeno sul web, dovrebbero conoscere. Ho sempre sostenuto infatti che il cognome che ho l'onore e l'onere di portare, Borsellino, è un cognome che appartiene a tutti gli Italiani e non può in alcuna maniera essere fatto diventare un cognome di parte come inevitabilmente succede in una competizione elettorale.
Già altre volte mi è successo di manifestare il mio appoggio ad altri candidati, ma, a parte la mia improvvida apertura di credito fatta anni fa a Vasto intervenendo al congresso di IDV, apertura di credito che ho poi immediatamente ritirata quando IDV fece delle scelte infelici nella composizione delle liste elettorali in Campania, il mio appoggio è stato fatto sempre nei confronti di singoli candidati e non delle liste a cui appartenevano. Ho agito così' sostenendo De Magistris nella sua elezione a sindaco di Napoli, ho agito così sostenendo Orlando nella sua elezione a sindaco di Palermo, ho fatto così appoggiando con le mie dichiarazioni le candidature di alcuni giovani del Movimento 5 Stelle alle elezione regionali siciliane. Dissi, ricordo, di quei giovani che hanno da sempre hanno partecipato e mi hanno sostenuto nelle mie lotte perla Giustizia e la Verità senza mai chiedermi, in cambio di avere visibilità per il loro movimento, "finalmente delle facce pulite sui muri di Palermo".
A maggior ragione, in queste elezioni, il mio appoggio deve intendersi rivolto alla persona di Antonio Ingroia e al suo progetto di portare nell'ambito parlamentare quella lotta per il raggiungimento della verità sulla strage nella quale fu ucciso Paolo Borsellino che egli combatte da venti anni, perché troppe cose nella realizzazione di questo progetto nn stanno andando per il verso che mi sarei aspettato.
Quando a Roma, il 21 dicembre, Ingroia annunciò la sua disponibilità a candidarsi come leader di una lista che poi prese il nome di "Rivoluzione Civile", subordinò questa sua accettazione ad un "passo indietro" da parte dei leader dei partiti che sarebbero entrati a far parte di quella lista. Questo passo indietro non c'è stato, è stato solo formale, i leader in oggetto hanno soltanto accettato di togliere i loro simboli dal contrassegno della lista, ma non hanno ritirato le proprie candidature.



Persino la moglie gli ha dato un'occhiataccia, ma quando i capi lo chiamano lui scatta sugli attenti...

Con chi parlava secondo voi? Proviamo ad utilizzare un po' di immaginazione...

A cura dello staff di Nocensura.com

Il testo seguente è da considerarsi evidentemente satirico e puramente frutto di fantasia... ci mancherebbe altro che accadessero fatti come questi...

Nota: ai numerini (X) corrisponde una nota a piè di pagina

La Merkel:

- "Mario cosa hai detto in TV? Togliere l'IMU? Abbassare le tasse? Sei pazzo?" 

"Tranquilla, qui siamo in campagna elettorale, ho già programmato 3 tasse per il 2013 e numerosi rincari... qualcosa devo promettergli a queste capre, tanto perdonano tutto, anzi molti non se la prendono nemmeno" (1) 

- "Non avevo dubbi Mario, però sapendo che i partiti sono in crisi temevo volessero recuperare consensi.. poi c'è Berlusconi, che parla di uscire dall'euro, fermatelo" 

- "Angela stai tranquilla, è tutto sotto controllo, il nano in questo momento fa comodo,(2) lo teniamo per le palle, ha troppi interessi e scheletri nell'armadio in ballo, hai visto nel 2012 che agnellino? Voleva persino sostenere la mia candidatura..." 

- "Se lo dici tu, Mario... però non parlate di uscire dall'euro, gli italiani potrebbero svegliarsi, per noi sarebbe la catastrofe! (3)

- "Angela capisco la tua preoccupazione, ma è totalmente infondata, l'Italia non è la Grecia, qui tutti i principali partiti sono europeisti.."

David Rockfeller: 
- "Fratello Mario (4) siamo davvero orgogliosi di te. Sapevamo che eri in gamba nel 1981 quando ti abbiamo lanciato, ma hai superato te stesso. Che dopo tutto quello che hai fatto  tu riuscissi a farti persino candidare non era scontato..." (5) 

- "Venerabile David gli italiani sono pecore più degli altri, te lo avevo detto. Controlliamo tutti i mass media, pensa che essendo il mio primo governo nato ad un anno dalle elezioni abbiamo dovuto limitarci molto, ma dopo le elezioni abbiamo davanti 5 anni, tutti i partiti sono ai nostri piedi, non ci fermerà nessuno. La prima cosa che faremo è censurare il web... (6) "

- "Davvero Fratello Mario, il web è finito fuori controllo, ci sono troppi blog e sui social network cercano di informare, per tamponare cerchiamo che i grandi siti di massa come Wikipedia (7) non parlino di noi.. comunque Van Rompuy e Obama ci stanno facendo arrabbiare, che fine hanno fatto l'ACTA e la SOPA? Alcuni fratelli hanno già espresso malcontento, (8) ma ora mi faccio sentire io! Ora basta! Con Facebook dovevamo schedare le persone e le loro abitudini: gli abbiamo fatto preparare centinaia di giochi... Farmville, Cityville, calcio, poker... non possiamo permettere che questi usino le nostre armi contro di noi! Mi sta chiamando sotto Rothschild... deve aggiornarmi sulla Siria, Assad non molla ma gli spezziamo le game, ci sentiamo presto Fratello Mario."

- "Cari saluti Venerabile David, appena posso vengo a New York a trovarvi, mi farebbe piacere incontrarti, così ti aggiorno su cosa abbiamo deciso alla recente cena Bilderberg di Roma (9) dove tu non eri presente..."

- "E' difficile incontrarci Fratello Mario, lo sai... è un momento molto impegnativo, la Siria, l'imminente partenza della campagna di microchippaggio di massa (10) le contestazioni alla mia Monsanto, (11) la geoingegneria... (12) io ho 98 anni, non sono mica un giovane come te. Mario ti devo salutare, ti aspettiamo al Bohemian Grove (13) la prossima primavera, ti aspettano tutti con ansia, ormai sei una star! Un abbraccio, lunga vita a Moloch

Enrico Letta:

- "Buonasera carissimo fratello Mario. Come stai? Ti guardo in TV e mi emoziono, mi sembra tutto un miracolo, ma allora i miracoli esistono!" (14)

- " I miracoli noi ce li creiamo, carissimo Enrico, noi ce li creiamo. Come vedi è andato tutto come è stato deciso al meeting Bilderberg 2012, il tuo primo meeting... (15) un'esperienza che non si può dimenticare, ricordo ancora la mia prima volta, mi sembra ieri..."

- "Davvero Mario, è stato fantastico, essere lì è un onore, un grande risultato, un sogno che si realizza..."

- "Tu farai tanta strada Enrico, ormai fai parte di Aspen Institute, Trilaterale, Bilderberg... sei uno dei politici più potenti e stimati d'Italia, devi stare ben attento a non subire danni d'immagine, è un brutto periodo, resta defilato..."

- "Tranquillo Mario, a me non interessa la visibilità, io lo sai, sono uno che lavora dentro il partito, sono riuscito a far sostenere la tua preziosa agenda (16) a molti esponenti del partito, e ho messo quelli che la osteggiavano in condizione di non nuocere, le parlamentarie sono andate bene, lo sai che nel PD i big gestiscono moltissimi voti..."

- "Avete fatto un ottimo lavoro, ora cerca di gestire Vendola. Ho chiesto a Bersani di scaricarlo, gli estremi devono essere abbandonati e isolati, oppure devono venire alle nostre condizioni..."

- "Mario a Nichi basta garantirgli un Ministero... se hai visto anche nel caso dell'Ilva degli amici Riva che hanno finanziato Bersani, non ha mai creato difficoltà, anzi è sempre stato disponibile...."

- "Si si, non ne dubito, Vendola ha capito come funzionano le cose, è un governatore al secondo mandato, mica uno sprovveduto..." 

- "Mario mi avevi chiesto di lasciare crescere Berlusconi: noi stiamo mantenendo un basso profilo, ovviamente eviteremo di esporre Matteo Renzi in questa fase, inoltre abbiamo detto ai direttori delle redazioni di andarci piano con il fango verso il centrodestra, Berlusconi deve crescere, come spero tanto che cresca il tuo partito... a proposito, tanti auguri Mario. Se il terzo polo riuscisse a raggiungere il 20% sarebbe meraviglioso, il PD non avrebbe i numeri per governare da solo e quindi l'elettorato accetterebbe le larghe intese con voi..."

-"Grazie per gli auguri Enrico, io sono fiducioso che ce la faremo, anche i rincari di inizio anno e le nuove tasse sono passate in sordina, (17) in campagna elettorale spostiamo i voti come vogliamo... e se poi andasse male, dopo un annetto con l'aiuto dello spread butteremo giù anche Bersani e torneremo alle larghe intese e al Monti Bis... Silvio sa che perderà e non aspetta altro che la grande coalizione. Ha avuto anche la faccia tosta di proporla pubblicamente, ricordi?

- "Si, Berlusconi è a fine corsa, ormai non ha niente da perdere, ma il centrosinistra si, e se governiamo da soli non possiamo fare misure lacrime e sangue, perderemmo ogni consenso..."

- "Se vince Bersani voi state buoni per un annetto, date qualche contentino alle pecore e troviamo il modo per far cadere il governo... in questo caso dovremo fare riforme più drastiche in seguito, ma l'importante è centrare l'obiettivo. Come abbiamo dovuto fare quando Scilipoti salvò inaspettatamente il governo di Berlusconi..."

- "Davvero, Scilipoti ci ha rotto le uova nel paniere! Già convincere Fini a tradire Berlusconi non fu certo facile, ma chi si aspettava che se ne uscisse Scilipoti e gli altri. Avevamo preparato tutto per iniziare i lavori, e invece abbiamo dovuto rimandare di un anno e scatenare lo spread..." (18)


Staff Nocensura.com

Il testo è da considerarsi evidentemente satirico e puramente frutto di fantasia... ci mancherebbe altro che accadessero questi fantasiosi fatti...

(1) "Alcuni rincari scattati il 1° Gennaio e tre nuove tasse"
http://www.nocensura.com/2013/01/alcuni-rincari-scattati-dal-1-gennaio.html

(2) "Berlusconi ha staccato la spina in modo programmato: in questa fase fa comodo a tutti.."
http://www.nocensura.com/2012/12/berlusconi-ha-staccato-la-spina-in-modo.html

(3) "L'uscita dell'Italia dall'Euro sarebbe una CATASTROFE! Per la Germania..."
http://www.nocensura.com/2012/09/luscita-dellitalia-dalleuro-sarebbe-una.html



(4) "Monti, discepolo del potentissimo e spietato David Rockfeller"
http://www.nocensura.com/2012/12/monti-il-discepolo-del-potente-e.html



(5) "Tutti i regali di Monti alle caste ed ai poteri forti"
http://www.nocensura.com/2012/07/tutti-i-regali-di-monti-caste-e-poteri.html



(6) "Il prossimo governo probabilmente imbavaglierà "finalmente" il web"
http://www.nocensura.com/2013/01/la-vera-probabile-agenda-del-prossimo.html



(7) "Wikipedia censura le notizie "scomode" su Monti, Bilderberg e Trilaterale"
http://www.nocensura.com/2012/12/wikipedia-censura-bilderberg-e.html

(8) "I membri del Bilderberg Bernabè ed il potentissimo Brzezinsky contro i social network"
http://www.nocensura.com/2012/12/lallarme-di-brzezinski-sul-risveglio.html

(9) "Bilderberg a Roma, ecco chi ha partecipato"
http://www.nocensura.com/2012/11/bilderberg-roma-ecco-i-nomi-di-chi-ha.html

(10) "La campagna di microchippaggio di massa è iniziata"
http://www.nocensura.com/2012/11/la-campagna-di-microchippaggio-di-massa.html

(11) "Il mondo secondo Monsanto - documentario Ita"
http://www.nocensura.com/2012/05/il-mondo-secondo-monsanto-documentario.html

(12) "Geoingegneria: le domande a cui nessun politico risponderà mai"
http://www.nocensura.com/2012/08/geo-ingegneria-le-domande-cui-nessun.html

(13) Circa il "Bohemian Grove" ed i rituali dei potenti, Moloch:

"Bohemian Grove, il lato oscuro dei potenti" - da parrocchie.it
http://www.parrocchie.it/correggio/ascensione/bohemian_club.htm

"Bohemian grove il lato oscuro dei potenti" su Menphis 75
http://www.menphis75.com/bohemian_club.htm

"Altro che Bilderberg! Il Bohemian grove" di Linkiesta:
http://www.linkiesta.it/blogs/complottismi/altro-che-bilderberg-il-bohemian-club

Su Youtube: http://youtu.be/7GDFVmymwAA 
Per maggiori info cerca: "Bohemian grove ita" su Youtube o sui motori

(14) Ricordate il "pizzino" di Enrico Letta?
"Il pizzino di Letta smaschera le trame segrete del PD"
http://www.ilgiornale.it/news/pizzino-smaschera-trame-segrete-pd.html

Ps: Dopo l'episodio del pizzino di Letta il Presidente della Camera Gianfranco Fini ha modificato il regolamento per fermare i fotografi! (vedi: fotografi, stretta alla Camera... http://www.repubblica.it/politica/2011/11/23/news/fotografi_stretta_alla_camera_autoregolamentazione_sulla_privacy-25467712/)

(15) "Il vice presidente del PD Enrico Letta partecipa al Bilderberg 2012"
http://www.nocensura.com/2012/06/il-vice-presidente-del-pd-partecipa-al.html

(16) "Enrico Letta e la sua amatissima agenda Monti"
http://www.nocensura.com/2012/12/enrico-letta-e-la-sua-amata-agenda.html

(17) "I rincari e le nuove tasse scattate dal 1° Gennaio 2013"
http://www.nocensura.com/2013/01/alcuni-rincari-scattati-dal-1-gennaio.html

(18) "L'Italia vittima di un complotto, Monti un complice"
http://www.nocensura.com/2012/06/litalia-vittima-di-un-complotto-e-le.html del 14/07/2012

"Hanno dichiarato guerra all'Italia e nessuno lo dice"
http://www.nocensura.com/2011/11/hanno-dichiarato-guerra-allitalia-ma.html del 12/12/2011

"Sosteniamo la procura di Trani: faccia chiarezza sul golpe!"
http://www.nocensura.com/2012/11/sosteniamo-la-procura-di-trani-faccia.html del 12/11/2012


I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi