Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Contenuti (tag)

varie democrazia leggi lobby casta governo esteri editoriale economia scandali fatti e misfatti salute diritti civili mass media giustizia ambiente sanità USA crisi centrosinistra centrodestra diritti umani povertà sprechi forze dell'ordine libertà scienza censura lavoro cultura animali berlusconi infanzia chiesa centro energia internet mafie riceviamo e pubblichiamo europa giovani OMICIDI DI STATO notizie eurocrati carceri banche satira immigrazione scuola renzi facebook euro grillo manipolazione mediatica bilderberg pensione mondo signoraggio alimentari guerra massoneria razzismo poteri forti sovranità monetaria manifestazione Russia finanza debito pubblico tasse disoccupazione travaglio militari ucraina UE banchieri trilaterale mario monti germania geoingegneria agricoltura marijuana Grecia siria vaticano big pharma inquinamento israele ogm parentopoli canapa napolitano Traditori al governo? bambini enrico letta obama nwo tecnologia terrorismo vaccini PD cancro equitalia Angela Merkel austerity sondaggio armi meritocrazia palestina suicidi umberto veronesi BCE fini privacy video magdi allam ministero della salute nucleare clinica degli orrori Putin m5s marra prodi staminali bancarotta boston droga eurogendfor monsanto sovranità nazionale bufala elezioni fondatori del sito globalizzazione iene politica INPS evasione informatitalia.blogspot.it matrimoni gay nigel farage acqua anatocismo moneta nikola tesla società troika usura cannabis diritti fisco fukushima pedofilia rothschild stamina foundation 11 settembre Aspen Institute CIA FBI Giappone africa fmi francia golpe imposimato nsa ricchi terremoto Auriti Onu adam kadmon alimentazione assad attentati autismo bavaglio costituzione draghi federico aldrovandi fiscal compact giuseppe uva lega nord nato petrolio sicilia slot machine sovranità individuale torture Cina Fornero Marco Della Luna Unione Europea aids borghezio controinformazione corruzione crimea famiglie fed giovanardi goldman sachs mcdonald mes pecoraro scanio proteste psichiatria rifiuti rockfeller sciopero servizi segreti spagna svendita terra turchia violenza aldo moro arsenico barnard bonino carne casaleggio edward snowden elites forconi frutta giustizia sociale inciucio india laura boldrini magistratura marine le pen no muos no tav precariato prelievi forzoso propaganda prostituzione roma storia suicidio università vegan virus 9 dicembre Ilva Muos NASA Svizzera alan friedman alluvione antonio maria rinaldi chernobyl corte europea diritti uomo delocalizzazione dentisti diffamazione disabili dittatura donne ebola educazione elettrosmog esercito europarlamento false flag farmaci gesuiti gheddafi giuliano amato hiv ignazio marino illeciti bancari illuminati influencer informazione iraq islam islanda latte legge elettorale mario draghi marò microspia mmt nuovo ordine mondiale paola musu privilegi radioattività riserva aurea salvini sardegna sigaretta elettronica sigonella sindacati spread stati uniti stefano cucchi taranto telefono cellulare ungheria vegetariani veleni Alzheimer Chomsky Consiglio dei Ministri ETA Enoch Thrive Nichi Vendola PNL aborto aborto forzato affidamento amato anonymous anoressia argentina armeni arrigo molinari asteroidi baschi bersani bettino craxi bill gates bin laden boicottaggio boldrini brevetto btp by calcio cambiamento camorra carabinieri cervello chemioterapia cipro class action claudio morganti commercio di organi comunicazione contestazione controllo mentale corte dei conti cosmo cravattari crescita crocetta curiosità daniel estulin danilo calvani david icke davide vannoni dell'utri denaro dentista denuncia disastro discriminazione diseguaglianza dogana domenico scilipoti dossier duilio poggiolini ebook egitto eroina etica eurexit fallimento fiat fido finanziaria fisica fisica quantistica follia fondi d'investimento genocidio ghiandola pineale giorgio gori girolamo archinà gold hollande ilaria alpi illiceità bancarie impresentabili indagini infermieri insetti interessi iran istruzione le iene libia lucio chiavegato luna malattie malta maratona mariano ferro mastropasqua meccanica quantistica melanoma messaggi subliminali messico metalli pesanti meteorite microchip microonde mistero mk ultra mossad multe musica natura obbligazioni ocse oligarchi omofobia oppt orban overdose papa francesco paradisi fiscali parkinson parma partito pirata patrimonio pena di morte pensiero positivo pensioni pesticidi phishing pianeti extrasolari piero grasso pizzarotti plastica polonia polverini pomodori portogallo pregiudicati presidente della repubblica prostata pubblica amministrazione quantum r-fid recessione regno di gaia ricerca riformiamo le banche rigore risveglio coscienze saddam sangue satana schiavi scie chimiche scoperto secessione senzatetto sert sfratto sisa snowden spammer speculazione spionaggio studenti tabacco tasso d'interesse teri terra dei fuochi tossicodipendenza trasfusioni trattato di velsen troll truffe online trust tsipras twitter universo uranio impoverito uruguay vati verdura vessazioni veterinario bravo roma veterinario gianicolense vulcano wikipedia yellowstone
Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

sabato 18 febbraio 2012
Gli scienziati hanno creato oltre 150 embrioni ibridi uomo-animale nei laboratori britannici. Gli ibridi sono stati prodotti segretamente negli ultimi tre anni dai ricercatori esaminando le possibili cure per una vasta gamma di malattie. La rivelazione arriva appena un giorno dopo che un comitato di scienziati ha avvertito di uno scenario da incubo del tipo 'Pianeta delle Scimmie' in cui lavorano sull'interazione uomo-animale spingendo le creazioni troppo in là. La scorsa notte un attivista contro gli eccessi della ricerca medica si è detto disgustato dal fatto che gli scienziati erano dediti a 'dilettarsi nel grottesco'. Il Daily Mail rivela che circa 155 embrioni 'miscelati', contenenti sia materiale genetico umano e animale, sono stati creati dopo l'introduzione nel 2008 del Human Fertilisation Embryology Act. Questo legalizza la creazione di una varietà di ibridi, tra cui un ovulo animale fecondato da uno spermatozoo umano: ‘i cibridi', in cui un nucleo umano viene impiantato in una cellula animale e 'chimere', in cui le cellule umane sono mescolate con embrioni animali.
Gli scienziati dicono che le tecniche possono essere utilizzati per sviluppare le cellule staminali embrionali, che possono essere usate per trattare una vasta gamma di malattie incurabili.

Vik, come lo chiamavano gli amici, era un attivista per i diritti umani. E' stato per più di dieci anni impegnato come volontario in giro per il mondo, Asia, America Latina, Est Europa, fino ad arrivare in Palestina e a Gaza, dove è stato sequestrato ed ucciso da un gruppo fondamentalista il 16 aprile 2011.
Era anche un giornalista, collaboratore de "Il Manifesto" e dai rari internet point (dotati di un generatore autonomo di elettricità) ci raccontava ogni giorno i sanguinosi bombardamenti che subiva il popolo palestinese durante l'attacco israeliano dennominato "Piombo Fuso". La sua era l'unica voce che giungeva in Italia, e non solo, da quei luoghi dimenticati da tutti.
La stampa, leggendo gli articoli del suo blog, non ci faceva giungere notizie certe e veritiere. Tutti i volontari dell' "International solidarity movement" rappresentano la voce dei senza voce, ma il mondo occidentale e sviluppato sembra non voler ascoltare. L'unica arma di Vittorio Arrigoni era la parola e quindi la testimonianza; tutte le sue corrispondenze le chiudeva con una citazione STAY HUMAN, restiamo umani. Arrigoni non credeva nei confini, nelle bandiere, ma aveva un unica certezza, e cioè quella di appartenere tutti alla stessa razza, quella umana.
Tepco xenon nel reattore nr.2: innescata una fissione incontrollata?
Al solito la Tepco quando è in gioco la sicurezza della centrale nucleare di Fukushima Daiichi non è mai chiara. Ricordo che subito dopo il terremoto e lo tsunami dello scorso 11 marzo si è verificato un incidente nucleare nella centrale che ufficialmente è stato domato lo scorso dicembre. Mentre Tepco, la società elettrica che gestisce questa e altre centrali, ha sempre dichiarato di avere sotto controllo la situazione, si scopre che il reattore nr. 2 non è stabile. La temperatura è iniziata a salire, secondo quanto ci dicono dal 7 febbraio. Prima a 60 gradi C. poi a 80 gradi C. Ma per Tepco a errare erano i termometri.- Poi la scoperta che c’è Xenon, un gas che si presenta all’atto della fissione dell’uranio.
Riporta Pierre Fetet di blog Fukushima:
Tepco annuncia che dello Xenon è stato rilevato all’interno del reattore Nr.2. Ciò significa concretamente, come già accadde nel novembre 2011 che una reazione a catena incontrollata ha avuto luogo nei giorni scorsi e che potrebbe essere ancora in corso.
In efftti lo Xenon 133 e 135 si forma all’atto di una fissione nucleare dell’uranio e il periodo radioattivo è molto breve: 9h per lo Xe-135 e 5 giorni per lo Xe-133. Secondo la tabella fornita da Tepco :
Periodo di campionamento: 13 febbraio 2012, 16h24 à 16h54 (filtro a carbone attivo)
Xe-133 : 0,016 Bq/cm3 (5 giorni di emivita) o 16 000 Bq/m3
Xe-135 : 0,023 Bq/cm3 (9 ore di emivita) o 23 000 Bq/m3
La considerazione è la seguente: secondo gli stessi dati forniti da Tepco sulla presenza di Xenon si evince che i termometri funzionano e dunque la temperatura è in aumento; se la temperatura continua a aumentare fino a 300 gradi C. si teme una esplosione. E i segnali ci sono tutti come riferisce Fukushima Diary.



fonte


animali_domestici_cuore
Amore, compagnia, gioia e divertimento. Avere animali domestici, cani, gatti, conigli o criceti che siano, fa di sicuro bene  alla nostra salute mentale. E sappiamo pure che portare Fido in ufficio aumenta la produttività del lavoro. Ma se i nostri amici pelosi facessero del bene anche alla nostra salute fisica? Secondo uno studio giapponese della Kitasato University di Kanagawa,pubblicato sull'American Journal of Cardiology, avere un paio di vibrisse o una coda scodinzolante in giro per caso migliorerebbe la salute del cuore nelle persone affette da malattie cardiache.
Gli studiosi hanno monitorato 191 pazienti tra i 60 e 80 anni, con diabete, ipertensione o colesterolo alto nell'arco di 24 ore, di cui circa 4 su 10 aveva un animale. Hanno così scoperto che la frequenza del battito cardiaco dei padroni dei pet aveva una variabilità maggiore, di 50 millisecondi in più o in meno, il che significa che il loro il cuore è in grado di rispondere meglio alle esigenze del corpo, adattandosi alle situazioni.

Gli smartphone si confermano un vero e proprio cavallo di Troia usato dalle grandi aziende di internet per accedere ai dati personali degli utenti e appropriarsene senza che loro se ne accorgano.
Non solo Google che spia la navigazione degli utenti di iPhone e iPad, come rivelato dal Wall Street Journal. Anche Twitter fa incetta di dati personali alla faccia di ogni legge sulla privacy.
Dopo ripetute denunce da parte di associazioni di consumatori Usa, ieri la portavoce di Twitter, Carolyn Penner, ha ammesso che le rubriche di tutti gli utenti che usano l’applicazione Twitter sul proprio smartphone finiscono nel database dell’azienda di Dick Costolo, dove rimangono per un anno e mezzo.
La rubrica personale, con tutti i numeri di telefono e gli indirizzi, viene risucchiata da Twitter ogni volta che l’utente clicca su ‘Find friends’. La Panner ha annunciato che la funzione verrà modificata esplcitando con chiarezza l’opzione di upload della rubrica.

fonte


"Le Olimpiadi 2020 a Roma sono sfumate. La commissione regionale che doveva sostenerle e che costa circa 25 mila euro al mese, è ancora lì", scrivono quelli de Il Messaggero

Stipendi di Presidente e Vicepresidente, uffici, 5 impiegati assunti nello staff, l'auto blu e tanto altro: totale, circa 300 mila euro spesi in un solo anno. La Commissione "Giochi Olimpici 2020 e Grandi Eventi" si è riunita solamente 3 volte in 13 mesi - prendendo decisioni di utilità prossima allo zero - e sta quindi costando ai cittadini 100 mila euro a seduta.

Vabbé, direte voi, ora che è arrivato lo stop definitivo del Governo la chiuderanno, no? Renata Polverini farà qualcosa, giusto? Macché, dal Pdl sparano un bel "qui non si chiude niente" ...
«Come facciamo a chiudere? Il presidente della Commissione Del Balzo (da tempo indagato per truffa, ndr) è uno dei consiglieri che ha avuto più preferenze ... E le presidenze delle venti commissioni garantiscono un equilibrio politico che non può essere sovvertito».


fonte



Proprio mentre si chiedono sacrifici ai lavoratori, l'ente previdenziale butta via 80 milioni di euro per la cattiva gestione del suo patrimonio immobiliare. E l'accusa viene proprio da un'indagine interna

Rinnovi dei contratti di locazione irregolari, mancati incassi per 80 milioni. Ai vertici dell'Inps è scattato l'allarme. Un'indagine interna e una lettera di Antonio Ferrara, il magistato della Corte dei conti che vigila sulla correttezza degli atti, rischia di far esplodere uno scandalo intorno all'ente previdenziale proprio mentre si chiedono sacrifici pesantissimi anche ai pensionati con i redditi più bassi.

Al centro della bufera c'è la gestione del patrimonio immobiliare ex Inpdai ereditato nel 2002 dall'Inps e fino a qualche anno fa amministrato dall'ex responsabile della direzione del patrimonio Francesco Varì, ora presidente dell'Organismo di valutazione dell'integrità e trasparenza dell'Inps (Oiv). Lo scorso marzo, il cda dell'ente ha disposto un'indagine sull'asset ad una commissione interna che ha appena consegnato la sua relazione finale. Le irregolarità riscontrate sono risultate così inquietanti da indurre il magistrato Ferrara a chiedere al dg Mauro Nori quali provvedimenti intende prendere di fronte alle anomalie denunciate e ad informare la procura regionale della Corte dei conti del Lazio.

Questo è impressionante. Vi prego di prendervi un momento per leggere:

Un uomo era seduto in una stazione della metropolitana di Washington DC e iniziò a suonare il violino, era un freddo mattino di gennaio. Suonò sei pezzi di Bach per circa 45 minuti. Durante questo lasso di tempo, poiché era l'ora di punta, è stato calcolato che 1.100 persone sarebbero passate per la stazione, la maggior parte di loro sull ' intento di andare a lavorare. Passarono tre minuti e un uomo di mezza età notò che c'era un musicista che suonava. Rallentò il passo, si fermò per alcuni secondi, e poi si affrettò per riprendere il tempo perso. Un minuto dopo il violinista ricevette il primo dollaro di mancia: una donna lanciò il denaro nella cassettina e, senza neanche fermarsi, continuò a camminare.
Pochi minuti dopo qualcuno si appoggiò al muro per ascoltarlo, ma poi guardò l'orologio e ricominciò a camminare. Chiaramente era in ritardo per il lavoro. Quello che prestò maggior attenzione fu un bambino di 3 anni. Sua madre lo invitava a sbrigarsi, ma il ragazzino si fermò a guardare il violinista. Infine la madre lo trascinò via ma il bambino continuò a camminare girando la testa tutto il tempo. Questo comportamento fu ripetuto da diversi altri bambini. Tutti i genitori, senza eccezione, li forzarono a muoversi. Nei 45 minuti che il musicista suonò, solo 6 persone si fermarono e rimasero un po '. Circa 20 gli diedero dei soldi, ma continuarono a camminare normalmente. Tirò su $ 32. Quando finì di suonare e tornò il silenzio, nessuno se ne accorse. Nessuno applaudì, né ci fu alcun riconoscimento.
Un campione di 500 persone tra i 72 e gli 85 anni alla base di un nuovo strumento finanziario. Meno loro vivono, più gli investitori guadagnano

Le banche non sono enti assistenziali e la finanza non è governata dai buoni sentimenti. Niente di nuovo. Ma anche alcuni squali che nuotano in quei mari sono rimasti turbati davanti all'ultimo prodotto finanziario lanciato dalla Deutsche Bank, uno dei più grossi gruppi bancari europei. Ha un nome pulito e anonimo, "db Kompass Life 3", ma è stato subito ribattezzato "bond morte". Il suo funzionamento è tanto semplice quanto cinico: prende un campione selezionato di 500 cittadini statunitensi tra i 72 e gli 85 anni, che mettono a disposizione i loro dati sanitari, e "scommette" sulla durata della loro vita. Il meccanismo si basa su calcoli statistici piuttosto complessi ma il risultato finale è molto chiaro: l'investitore guadagna se l'anziano muore presto, la banca se vive a lungo.

La rendita dell'investimento in sostanza è commisurata alla durata della vita che va oltre le previsioni dei medici. Se gli anziani del campione vivono in media 12 mesi in più, il rendimento del bond supera il 6%. Se invece campano 3 anni più del previsto il rendimento si dimezza.
Il deputato del PdL, circa una settimana fa, ospite della trasmissione Punto e a Capo di Class Tv, aveva dichiarato :"Non ho mai guadagnato 500 euro al mese, perché da quando ho iniziato a studiare mi sono fatto un mazzo tanto e ho guadagnato di più per merito". Dichiarazioni importanti ma che per alcuni giorni sono passate in sordina, fino a che il video della trasmissione non ha cominciato a fare il giro della rete e a far infuriare molti, se non moltissimi.


Così Stracquadanio ha accettato di tornare sulle sue idee nel programma di Giuseppe Cruciani La zanzara in onda su Radio 24. Solo che anche in questa occasione il deputato invece di stemperare le tensioni ha ribadito il concetto. "Chi mi contesta è solo una piccola quota di popolazione che ha pensioni sociali più basse del minimo cui erano state portate nel 2001 dal governo Berlusconi, sono sfigati, si parla di situazioni limite - ha ribadito l'onorevole - Io sono stufo di una retorica piagnona in cui qualsiasi cosa uno dica, si sente rispondere di andarlo a dire a chi guadagna 500 euro al mese. Non esiste chi guadagna 500 euro al mese".





fonte




Un nuovo studio del Mediterranean Council for Intelligence Studies (MCIS), pubblicato sull’annuario del 2012 illustra l’utilizzo dei social media come “l’avanguardia nella raccolta gratuita di informazioni dell’intelligence strategica”. 
Joseph Fitsanakis di IntelNews.org, co-autore dello studio, spiega: Mostriamo come Facebook, Twitter, YouTube e una moltitudine di altre piattaforme social siano sempre più viste dalle agenzie di spionaggio come preziosi canali di acquisizione di informazioni. Basiamo le nostre conclusioni su tre casi recenti, che pensiamo evidenzino la funzione di “intelligence” dei social network. (Joseph Fitsanakis, Research: Spies increasingly using Facebook, Twitter to gather data, [Ricerca: le spie usano sempre più Facebook e Twitter per raccogliere informazioni, ndt] intelNews.org, 13 febbraio 2012)


Quello che lo studio omette, comunque, è l’utilizzo dei social media da parte delle agenzie di spionaggio per altri scopi. Lo studio ci porta a credere che i social media siano soltanto uno strumento per la raccolta di informazioni, mentre in realtà una serie di rapporti hanno dimostrato come essi siano usati per la propaganda, anche con la creazione di identità fittizie a favore di operazioni segrete.

Nel 2009 venne annunciato questo sistema rivoluzionario per il trattamento del tumore al pancreas, con la prospettiva di poter allargare il metodo ad altri tipi di cancro; ma dopo più di due anni, tutto sembra caduto nel dimenticatoio... PERCHE'? 


Il tumore è "bruciato". In appena trenta minuti, con un ago che buca il tumore e il calore dell'energia elettromagnetica che lo distrugge. Per la prima volta nella letteratura scientifica un intervento eccezionale al Policlinico San Matteo di Pavia, dove in tre sedute con tecnica mini-invasiva è stato trattato e risolto un tumore endocrino del pancreas in un'anziana paziente.


Termoablazione del tumore del pancreas per via percutanea, si chiama in termini tecnici. Ed è la prima volta per via percutanea. Mezz'ora in tutto per guarire dal tumore, grazie ad una tecnica soft. Il tumore, nella donna, aveva raggiunto la dimensione di 2 centimetri ed è stato completamente distrutto. Un nuovo passo avanti nella cura dei tumori. Affariitaliani.it ha intervistato il professor Sandro Rossi, direttore della Struttura di medicina VI ed ecografia interventistica e autore dell'intervento. Pioniere assoluto di questa tecnica, è noto in tutto il mondo.


La differenza rispetto a prima è chiara: "In caso di tumori come questi - spiega Rossi - la cura è rappresentata dall'asportazione chirurgica della testa del pancreas. Con una mortalità del 10-15 per cento. Su cento pazienti ne muoiono 10-15 dopo l'intervento. La termoablazione potrebbe evitare complicanze così gravi. ".

Video di "Affari Italiani"
staff nocensura.com



Celentano, per dissipare le polemiche scaturite quando è stato reso noto il suo compenso per la partecipazione a Sanremo 2012, ha promesso che devolverà l'intero cachet in beneficenza...


Speriamo che mantenga la parola data, e non faccia come Benigni... che nel 2011, nella stessa situazione (a seguito delle polemiche per il suo compenso da 250.000€ per una serata a Sanremo) aveva promesso che avrebbe devoluto tutto in beneficienza all'ospedale pediatrico Meyer di Firenze: dove quei soldi però, non sono mai arrivati... 


staff nocensura.com
----
Come è stato bello vederlo entrare in sella a quel destriero bianco, stile Garibaldi, sul palco dell’Ariston, sventolando la bandiera tricolore e urlando «Viva l’Italia». Quanto è stato bravo a recitare un monologo di quasi un’ora analizzando, verso dopo verso, tutto all’Inno di Mameli, come un vecchio professore di liceo. E che emozione, poi, quando con un filo di voce, senza accompagnamento musicale, ha fatto il patriota tenero, cantando l’Inno nazionale. Alla scorsa edizione del Festival di Sanremo, 15 milioni 398 mila spettatori seguirono lo special guest Roberto Benigni e la sua sorprendente performance che raggranellò il 50,23% di share. Virtualmente i suoi fan raddoppiarono quando trapelò la notizia che il compenso che avrebbe ricevuto dalla Rai, 250 mila euro per una sola sera, sarebbe stato devoluto all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze, per la costruzione di un nuovo padiglione. Decisione che, si tenne a precisare, era stata presa prima di firmare il contratto con l’azienda per la presenza dell’artista sul palco di Sanremo, e non come gesto riparatore per l’indignazione popolare che il suo cachet aveva scatenato. Può anche essere, infatti lascia ancora più perplessi venire a sapere oggi che, dopo un anno esatto, quei soldi al Meyer non sono mai arrivati. «Chiedete a Benigni!», risponde un po’ stizzita l’addetta stampa del pediatrico fiorentino. «A me non risulta che sia arrivato mai nulla», conferma sereno il direttore generale del centro di eccellenza per la cura delle malattie dei bambini, Tommaso Langiano. Per carità, non ci sarebbe nulla di particolarmente grave qualora Benigni avesse deciso di non dare nulla a nessuno e tenersi tutto in tasca, se non fosse per il fatto che la donazione era già stata data per certa da tutti e pubblicizzata su siti e giornali che osannavano il toscanaccio per il beau geste. Ci avevano creduto tutti, tranne i dirigenti del Meyer, i quali ancora oggi quasi cascano dalle nuvole: «Io non sapevo nemmeno che Benigni avesse voluto darci qualcosa», dice Langiano.
L’agente del comico toscano, Lucio Presta, commentò la notizia della beneficenza al Meyer sostenendo che Benigni non rende mai pubbliche le sue frequenti donazioni, lasciando intendere che un’eventuale opera pia sarebbe potuta avvenire anche in forma anonima. Suona strano allora che al Meyer, dal febbraio scorso, non abbiano mai visto donazioni simili sul conto corrente. Eppure l’anno scorso, proprio l’agente di Benigni ebbe anche a infervorarsi contro la Lega Nord che si permise di lamentarsi del maxi ingaggio al premio Oscar: «A differenza di Benigni, politici e parlamentari non si sognerebbero mai di devolvere una cifra simile in beneficenza. Ma la Lega, non è un segreto, è nota per i suoi eccessi di populismo fuori luogo». Sarà pure fuori luogo muovere critiche, ma almeno un sospetto oggi sorge spontaneo. Nell’edizione di quest’anno lo special guest Celentano ha copiato Benigni, replicando l’opera di bene: «Questi 700 mila euro (per due serate, ndr) saranno devoluti a Emergency e a famiglie povere italiane».Qualcuno diceva: «A pensar male si fa peccato, ma quasi sempre ci si azzecca».

fonte




Ricordiamo il vero motivo per cui Moammar Gheddafi è morto. Ha osato proporre e ha iniziato a creare una moneta alternativa alla riserva mondiale del dollaro statunitense. La lezione imparata in Libia è subito pronta per essere insegnata in Iran. Dimenticate tutto il baccano fatto per il nucleare, il vero messaggio è che comandano i bankster e le nazioni servono i loro nuovi padroni. Comprendiamo meglio la pubblicità martellante e la disinformazione che circonda corsa alla guerra, se esaminiamo la situazione dal punto di vista del deputato iraniano Kazem Jalali. Il Tehran Times riporta la sua dichiarazione: 

"L’Unione Europea deve rendersi conto che non potrà mai costringere la Repubblica Islamica a soccombere al suo volere e a minare la determinazione dell’Iran a raggiungere la gloria, l’indipendenza, l’accesso alle tecnologie moderne, e a salvaguardare i propri diritti.”

Nel 2011 in Italia hanno dichiarato fallimento 12.000 imprese, mentre quelle che ogni giorno chiudono i battenti sono 180; la dilagante disoccupazione giovanile ha raggiunto quota 31%  e la situazione non è certo in via di miglioramento: secondo l'ISTAT - i cui dati sono sempre fin troppo ottimistici, visto che per i loro parametri rientra nella fatidica "soglia di povertà" chi praticamente sta muorendo di fame - nel 2012 il 18,2% degli italiani sono a "rischio povertà"; dati alla mano, ogni giorno in Italia qualcuno si toglie la vita a causa del disagio economico. In Veneto, regione da sempre caratterizzata dalle moltissime imprese medio-piccole (quelle più colpite dalla crisi) i dati relativi ai suicidi sono allarmanti. Ci stanno togliendo la dignità.

A questa situazione, dobbiamo sommare lo schifo di una casta di governanti che pensa esclusivamente ai loro interessi - e a quelli dei poteri forti di cui sono servi - in modo spudorato; l'Italia è in ginocchio, e anziché ridimensionare i loro privilegi, hanno fatto finta di farlo. Prima hanno fatto finta di cancellare le auto blu, e poi hanno fatto finta di tagliarsi lo stipendio. Promettono tagli, ma numeri alla mano, le spese della casta sono persino aumentate. Il bilancio della Casta contiene capitoli di spesa assurdi: dobbiamo ancora capire come riescono a spendere quasi 1.000.000€ all'anno in "manutenzione degli ascensori", quando la spesa mensile per la manutenzione di un ascensore, normalmente non supera i mille Euro.

Per non parlare poi, dei soldi che gli corrispondiamo sotto forma di "finanziamento pubblico", che negli ultimi 20 anni ci è costato  2.000.000.000€, pari a 3.872 miliardi di vecchie lire. Ufficialmente sarebbero "rimborsi elettorali", in pratica sono un regalo utilizzato per tutt'altro: per citare alcuni casi emersi recentemente, la Lega Nord ha investito 8 milioni di euro all'estero, mentre i soldi che abbiamo elargito alla Margherita di Rutelli sarebbero stati sottratti dal tesoriere Lusi, che ha presentato un bilancio con capitoli di spesa assurdi, e anche dal patrimonio dell'ex partito di Fini, Alleanza Nazionale, sono spariti 26 milioni di Euro. Come se non mangiassero già abbastanza quando sono "in vita", i partiti continuano a percepire i rimborsi anche dopo lo scioglimento.

Potremmo scrivere un libro su questi argomenti; il nostro archivio di articoli sulla "casta", dove ad oggi sono raccolti oltre 500 testi pubblicati da Ottobre 2010 ad oggi, illustra tante di quelle nefandezze, che probabilmente farebbero perdere il sonno persino a Ghandi.

Gli italiani "bubbolano", commentano, esprimono indignazione... salvo poi recarsi in massa alle urne, per alimentare quei politici e quei partiti che sono responsabili di questa situazione. Personaggi che vanno avanti da decenni proponendo gli stessi slogan, le stesse promesse trite e ritrite, e che secondo la maggioranza degli italiani, evidentemente, sono ancora meritevoli della nostra fiducia.  Gente che nella maggioranza dei casi vive di politica da sempre, personaggi che la parola "lavoro" la conoscono solo in astratto, che non si limita a vivere sulle spalle dei lavoratori, ma che gli mancano persino di rispetto e che non sono mai sazi di soldi e privilegi.

Cosa appassiona gli italiani? Cosa serve per mandarli in delirio e per attirare l'attenzione generale? Per riempire tutte le prime pagine dei giornali? 


Lo spacco di Belen!!!!! Lo spacco di Belen!!! Capite? Lo spacco di Belen!!! Che poi, oltretutto, è merce già vista e rivista, visto che per settimane, se non mesi, la ricerca più cliccata di Google è stata "Belen sextape", la chiave di ricerca con la quale è/era possibile trovare il filmato pornografico che la vede protagonista con il suo ex fidanzato.

Una mossa fatta ovviamente ed evidentemente di proposito, per attirare l'attenzione su di lei e sul festival di Sanremo, nonché, probabilmente, per lanciare sul mercato il nuovo modello di "mutande" - se così possiamo definirle - che indossava, ovvero il "c-string" (anche se non si vedeva, sapevano bene che sarebbe venuto fuori) che probabilmente sarà già richiestissimo sul mercato, e possiamo scommettere che nei prossimi giorni spunteranno come funghi nelle vetrine dei negozi di intimo; il fatto che le indossava Belen, per molte ragazzine, sarà un motivo sufficiente per desiderarle.


 Non c'è bisogno di un consulente della CIA per capire, guardando la foto, che aver mostrato "lo spacco" non è stato affatto casuale: lo sguardo di Belen verso il basso, il sorrisetto malizioso, e le mani che reggono e allargano la gonna, evidenziando la "farfallina". Oltretutto la showgirl ha ammesso "di aver voluto provocare".
Che tristezza constatare come una sciocchezza come questa, riesca ad attirare l'attenzione di tutti i media, e cosa che fa ancora più tristezza, quella dei cittadini! Cliccando "home" su Facebook, mi è apparsa una sequela di "inguini di Belen" in tutte le salse: ( uno due tre quattro ...) per non parlare della quantità di video "inguinali" caricata su Youtube, e le varie "riproduzioni satiriche" che non potevano mancare.

Non è una questione "moralistica", sia chiaro. Ma che l'inguine di una showgirl sia capace di provocare un "terremoto mediatico" di queste proporzioni, con così tanto interesse da parte dei cittadini - specie in un momento difficile come quello attuale - lascia molto su cui riflettere... magari le notizie importanti suscitassero lo stesso interesse!!! Invece quelle, "ovviamente" (in una società come questa) interessano a una esigua minoranza dei cittadini...

Poi ci chiediamo perché le cose vanno male? Perché i politici ci pisciano in testa e ci dicono che piove? 

E' normale che lo facciano... e fino a quando le "farfalle inguinali" di Belen attireranno più dei discorsi seri ed importanti per il futuro di questa nazione e dei cittadini, le cose non cambieranno!


staff nocensura.com



Premessa: Per capire chi sono i Rothschild, non perdetevi il "dossier" sulla famiglia più potente del mondo


È possibile che il conseguimento del controllo sulla Banca Centrale della Repubblica Islamica d'Iran sia uno dei motivi principali per cui l'Iran si trova ad essere oggetto di attenzioni minacciose da parte delle forze occidentali e israeliane? Dal momento che si percepisce una sempre maggiore tensione che suggerirebbe l'imminenza di una inconcepibile guerra con l'Iran, è opportuno esplorare il sistema bancario iraniano e confrontarlo con quelli statunitense, britannico e israeliano. 

Alcuni ricercatori fanno notare che l'Iran è uno dei soli tre paesi rimasti al mondo la cui banca centrale non sia sotto il controllo dei Rothschild. Prima dell'11 settembre esistevano, a quanto pare, sette paesi con tale caratteristica: Afghanistan, Iraq, Sudan, Libia, Cuba, Corea del Nord e Iran. A partire dal 2003, tuttavia, Afghanistan e Iraq sono stati inghiottiti dalla piovra Rothschild; dal 2011 la stessa sorte è toccata a Sudan e Libia. In Libia una banca dei Rothschild è stata istituita a Bengasi mentre ancora imperversava la guerra. 

venerdì 17 febbraio 2012
CLICCA PER INGRANDIRE L'IMMAGINE


Egregio signor Bilderberg Monti,

perché che "il posto fisso è monotono" anziché dirlo ai giovani, il 31% dei quali è disoccupato (vedi http://bit.ly/A02hqh) o precario, non lo va a dire alla cricca che sostiene il suo governo, composta in larga maggioranza da gente che vive di politica da sempre, che non ha mai lavorato, che non ha mai prodotto niente per la società, anzi vivono a carico della stessa come zecche su un cane?

Forse non si è accorto che l'On. Casini è in parlamento da quasi 29 anni, mentre le sig.re Livia Turco e Anna Finocchiaro sono li da oltre 24 anni; Massimo D'Alema da 22, mentre Umberto Bossi, Maurizio Sacconi e la sig.ra Bonino sono in parlamento da oltre 20 anni... QUESTO NON è "AVERE IL POSTO FISSO" ??? Anche perché (purtroppo) nessuno di questi intende "lasciare"... nessuno di questi probabilmente, ricorda minimamente cosa significa - sempre che lo abbiano mai saputo - VIVERE CON 1.000€ AL MESE...

Caro signor Bilderberg, lei che è uno stimatissimo professore, non si è accorto che il sistema che avete costruito a tavolino sta offrendo il posto fisso a coloro che non dovrebbero averlo, e lo nega a chi ne avrebbe non solo diritto, ma persino BISOGNO???

Alessandro Raffa per nocensura.com


x


Fino ad oggi il canone RAI è stato corrisposto dai "privati",  ovvero erano tenuti a pagare la tassa i cittadini che in casa hanno la TV; ma ora il canone RAI è stato "legato" al possesso di un computer, pertanto potranno chiederne il pagamento persino alle aziende!


Secondo l’Aduc e tante associazioni datoriali viale Mazzini sta chiedendo alle imprese di corrispondere la tassa sull’apparecchio anche a chi ha un terminale
L’Aduc afferma che a molte imprese italiane sta arrivando, da parte della Rai, la richiesta di pagare il canone Rai. Finora, si sa soltanto di alcune lettere pervenute all’associazione dei consumatori, ma quelle delle imprese di alcune zone ancora non si sono viste. Ma la rivolta è partita lo stesso.
Lettera aperta a Monti di un suo collega bocconiano diventato ordinario nello stesso anno

L'Agenzia entrate stronca il paese, l'accanimento sugli incassi e non sulle uscite è deleterio

Caro professor Monti,


mi permetto di scriverle in nome della nostra vecchia colleganza universitaria, per essere stati entrambi assistenti alla Bocconi, lei del professor Innocenzo Gasparini e io del Rettore dell'università, professor Giordano Dell'Amore e avere vinto la cattedra nello stesso anno, il 1975.


Lei considera l'Agenzia delle Entrate come un'istituzione amica, poiché impegnata a far pagare le tasse agli italiani e recuperare 10/15 miliardi di euro di evasione fiscale. La considera amica poiché lei è impegnato nello sforzo di ridurre o eliminare al più presto il deficit pubblico annuale e per questa via ridurre la consistenza del debito pubblico. In realtà le cose vanno diversamente. L'Agenzia delle Entrate, è vero, cerca di far pagare più tasse agli italiani anche se il rapporto fra le entrate tributarie (o pressione fiscale) e il Pil è il più alto del mondo, per cui i soldi ottenuti per questa via dovrebbero bastare. Ma invece di fare una campagna martellante sulla necessità che il denaro pubblico sia considerato sacro e le decine o centinaia di migliaia di sperperatori vengano perseguite, si fa una campagna ancora più martellante e invasiva solo sulle colpe degli evasori.






Ecco il dettaglio delle spese della Camera dei deputati nell'anno 2011; Ci sono spese che sono elevatissime ma "comprensibili", (non "giustificabili"... comprensibili nel senso che si capisce come hanno fatto a spenderli) ma come è possibile che abbiano speso QUASI 1.000.000€ DI MANUTENZIONE DEGLI ASCENSORI....??? 2.200.000€ PER IL SITO WEB.... ??? 400.000€ in "corsi di lingua"... CI SONO ALCUNE SPESE SONO *ASSURDE!!!*

FACCIAMO GIRARE QUESTO ENNESIMO SCANDALO.... che la gente sappia!!!

Nota:
Ho chiesto informazioni circa i costi della manutenzione di un ascensore, chiedendo lumi a persone che ne hanno uno nel proprio condominio; il controllo mensile costa 60€ ... la spesa massima, comprendendo una riparazione si aggira sui 1.000€ all'anno; sicuramente alla Camera dei deputati ce ne saranno diversi, e saranno modelli extralusso... ma come è possibile che abbiano speso 920.000€ per la manutenzione?!?!?!? Anche se ci fossero 10 ascensori (non sappiamo quanti ce ne sono) come è possibile che la manutenzione costi 92.000€ all'anno per ciascun ascensore?!?!?

Alessandro Raffa per nocensura.com

staff nocensura.com


Sisma in GiapponeUn forte terremoto ha fatto tremare, lo scorso 14 febbraio (2012), la costa orientale del Giappone, risvegliando l'incubo vissuto poco meno di un anno fa.
Lo ha reso noto l'Usgs, l'istituto sismologico statunitense, secondo cui il sisma, con una magnitudine di 6,0 sulla scala Richter, ha avuto un epicentro a 10 chilometri di profondità, circa 166 chilometri ad est/nord-est di Tokyo, dove gli edifici hanno oscillato. La Tepco, società che gestisce il disastrato impianto di Fukushima, ha riferito che l'impianto è rimasto stabile. 
Tuttavia, a riaccendere i timori per una nuova emergenza nucleare è uno studio (pdf) di un team di esperti giapponesi secondo cui le autorità dovrebbero intensificare ulteriormente le misure di sicurezza intorno alla centrale per “resistere ai possibili terremoti di elevata magnitudine che potrebbero verificarsi nella regione”.




A Cellere, un piccolo paesino di 1.300 abitanti, un uomo ha tenuto sotto sequestro l’assessore locale ai lavori pubblici. Il motivo? Non aveva provveduto a ripulire le strade dalla neve degli ultimi giorni.

Il malcapitato, Giuseppe Ciuchini, se l’è vista brutta. Infatti è rimasto segregato nella casa del padre del suo sequestratore per un’intera giornata fino al momento dell’arrivo dei carabinieri, che abilmente, sono riusciti a rintracciarlo e quindi a liberarlo.

Il rapitore, un quarantenne del posto, è stato intercettato dalle forze dell’ordine che hanno dovuto camminare a piedi nella neve per raggiungerlo, proprio a causa delle strade impraticabili. L’hanno bloccato proprio mentre l’uomo stava trascinando l’Assessore, al quale aveva legato le mani e puntato un coltello nella schiena, in una grotta nella quale aveva deciso di lasciarlo.

Il quarantenne è stato arrestato con l’accusa di rapimento di persona.


fonte


Li ricordiamo così - “La rivoluzione dei Ministeri al Nord” è ufficialmente finita. Il Governo Monti ha fermato la farsa. Basta. Stop. Chiuso tutto. “Gli edifici già restituiti ai legittimi proprietari”. Ma ci sono immagini che non possiamo dimenticare, dal lancio dell’iniziativa - Pontida 2011 - all’inaugurazione del 23 luglio, non aggiungo altro, eccoli, li ricordiamo così.






alt
Droga: finalità di spaccio o di detenzione. Focus sul consumo di gruppo e sulla responsabilità per morte del consumatore.

Il D.P.R. 309/90, tra le tante norme che lo compongono, fornisce agli articoli 73 e 74 la disciplina relativa alla repressione dei reati di spaccio, detenzione illecita di sostanze stupefacenti, e associazione a delinquere finalizzata al traffico di droga (per quest'ultima, si veda l'articolo di G. Miccianza, pubblicato in ildirittopenale.blogspot.com).

§ 1. FINALITA' DI SPACCIO O DI DETENZIONE NON PUNIBILE?

Si vuole in questa sede trattare dei criteri di discrimine tra finalità di spaccio e finalità di detenzione non punibile. A tal fine è bene ricordare quando per la legge una detenzione di sostanze stupefacenti risulta punibile. Si tratta di un caso preciso.

Art. 73, comma I bis, lett. a)

Quando la quantità di sostanza eccede i limiti forniti da uno specifico decreto del Ministero della Salute e, alla luce di altre circostanze elencate dal comma I bis lett. a), si possa ritenere che non siano destinate ad un uso esclusivamente personale.

Ciò significa che quando la quantità non è superiore a tale limite, la detenzione diventa di per sé lecita. Quando la quantità eccede tale limite, la detenzione può essere illecita se non si dimostra che le altre circostanze, a cui la lettera a) fa riferimento, la rendono non punibile, perché la fanno apparire come detenzione per uso strettamente personale. Tutto sta nel capire quindi quali sono le circostanze da analizzare per poter giungere a considerare una certa detenzione lecita o illecita.

L'articolo 73 comma I bis, lettera a) fa riferimento alle seguenti circostanze:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Seguici su Facebook

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi