Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Contenuti (tag)

varie democrazia leggi lobby casta editoriale governo esteri economia scandali fatti e misfatti salute mass media diritti civili giustizia ambiente USA sanità crisi centrosinistra centrodestra diritti umani povertà sprechi forze dell'ordine scienza libertà censura lavoro cultura animali infanzia berlusconi chiesa centro energia internet mafie europa riceviamo e pubblichiamo giovani OMICIDI DI STATO notizie banche carceri eurocrati satira immigrazione renzi scuola facebook euro grillo guerra manipolazione mediatica bilderberg pensione mondo signoraggio alimentari Russia massoneria poteri forti sovranità monetaria razzismo manifestazione finanza debito pubblico tasse israele siria UE disoccupazione ucraina travaglio agricoltura marijuana militari banchieri mario monti trilaterale califfo canapa germania geoingegneria ISIS terrorismo Grecia bambini obama vaticano Traditori al governo? big pharma inquinamento ogm palestina parentopoli napolitano enrico letta cancro vaccini tecnologia PD nwo armi equitalia Angela Merkel BCE austerity sondaggio umberto veronesi meritocrazia nucleare suicidi fini informatitalia.blogspot.it magdi allam cannabis m5s ministero della salute privacy video assad clinica degli orrori eurogendfor Putin marra sovranità nazionale staminali CIA bancarotta boston bufala droga monsanto prodi INPS elezioni fondatori del sito globalizzazione iene iraq politica troika evasione matrimoni gay nigel farage acqua anatocismo fmi fukushima nikola tesla società usura 11 settembre diritti draghi fisco golpe moneta pedofilia rothschild stamina foundation Aspen Institute FBI Giappone Onu africa alimentazione francia imposimato nsa ricchi terremoto torture Auriti Marco Della Luna adam kadmon aids attentati autismo bavaglio costituzione federico aldrovandi fiscal compact giuseppe uva lega nord nato petrolio roma servizi segreti sicilia slot machine sovranità individuale Cina Fornero Unione Europea borghezio casaleggio controinformazione corruzione crimea famiglie fed forconi giovanardi giustizia sociale goldman sachs influencer islam mario draghi mcdonald mes mossad pecoraro scanio propaganda proteste psichiatria rifiuti rockfeller sciopero spagna storia suicidio svendita terra turchia violenza virus aldo moro arsenico barnard bonino carne chernobyl chico forti dittatura edward snowden elites false flag frutta inciucio india laura boldrini magistratura marine le pen no muos no tav nuovo ordine mondiale precariato prelievi forzoso privilegi prostituzione ungheria università vegan 9 dicembre Ilva Muos NASA Svizzera alan friedman alluvione corte europea diritti uomo delocalizzazione dentisti diffamazione disabili donne ebola educazione elettrosmog esercito europarlamento farmaci gesuiti gheddafi hiv ignazio marino illeciti bancari illuminati informazione islanda latte legge elettorale marò microspia mmt ocse orban paola musu pensioni radioattività ricerca riserva aurea salvini sardegna sigaretta elettronica sigonella sindacati spread stati uniti stefano cucchi taranto telefono cellulare truffe online vegetariani veleni Alzheimer Chomsky Consiglio dei Ministri ETA Enoch Thrive Nichi Vendola PNL aborto aborto forzato affidamento amato anonymous anoressia antonio maria rinaldi argentina armeni arrigo molinari asteroidi baschi bersani bettino craxi bill gates bin laden boicottaggio boldrini brevetto btp by calcio cambiamento camorra carabinieri cervello chemioterapia cipro class action claudio morganti commercio di organi comunicazione contestazione controllo mentale corte dei conti cosmo cravattari crescita crocetta curiosità daniel estulin danilo calvani david icke davide vannoni degrado dell'utri denaro dentista denuncia disastro discriminazione diseguaglianza dogana domenico scilipoti dossier duilio poggiolini ebook egitto eroina etica eurexit fallimento fiat fido finanziaria fisica fisica quantistica follia fondi d'investimento genocidio ghiandola pineale giorgio gori girolamo archinà giuliano amato gold hollande ilaria alpi illiceità bancarie impresentabili indagini infermieri insetti interessi iran istruzione le iene libia lucio chiavegato luna malattie malta maratona mariano ferro mastropasqua meccanica quantistica melanoma messaggi subliminali messico metalli pesanti meteorite microchip microonde mistero mk ultra multe musica natura obbligazioni oligarchi omofobia oppt overdose papa francesco paradisi fiscali parkinson parma partito pirata patrimonio pena di morte pensiero positivo pesticidi phishing pianeti extrasolari piero grasso pizzarotti plastica polonia polverini pomodori portogallo pregiudicati presidente della repubblica prostata pubblica amministrazione quantum r-fid recessione regno di gaia riformiamo le banche rigore risveglio coscienze saddam sangue satana schiavi scie chimiche scippatori scoperto secessione senzatetto sert sfratto sisa snowden spammer speculazione spionaggio studenti tabacco tasso d'interesse teri terra dei fuochi tossicodipendenza trasfusioni trattato di velsen troll trust tsipras turismo twitter universo uranio impoverito uruguay vati verdura vessazioni veterinario bravo roma veterinario gianicolense vulcano wikipedia yellowstone
Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

sabato 9 giugno 2012
di Rosa Ana De Santis
I risultati della Ricerca Rbm-Censis sulla sanità integrativa raccontano benissimo di come la crisi e la difficile congiuntura socio-economica che strangola le famiglie italiane stia compromettendo seriamente il diritto alla salute. Sono ben 9 milioni gli italiani, poveri e impoveriti, che per ragioni economiche non hanno più accesso alle prestazioni sanitarie necessarie.
Tagli e piani di rientro hanno drasticamente ridotto la spesa pubblica nella sanità. Si è passati dal 6% del periodo 2000- 2007 al 2,3% del biennio 2008- 2010 per arrivare all’ 1% nelle regioni con piano di rientro. E’ questo a generare liste d’attesa infinite, assenza quasi totale dei servizi intra-moenia, pessima qualità di servizi sanitari in moltissimi nosocomi. La distanza tra quello che servirebbe alla sanità pubblica per riprendersi e i tagli annunciati è pari a 17 miliardi di euro. Una cifra da capogiro che non nasconde l’iniquità che questa situazione porta con sé.
Soltanto i più ricchi possono permettersi infatti la cosiddetta sanità integrativa o privata che sia e la maggior parte di chi ci si rivolge lo fa a causa delle lunghissime liste d’attesa del pubblico. Come si può pensare di garantire il diritto alla salute dei cittadini se l’attesa per esami diagnostici di routine è di mesi e mesi? E soprattutto come si può parlare seriamente di prevenzione in queste condizioni? Chi controlla l’agenda degli ospedali, gli “imbucati” e quello scandalo senza controllo degli ospedali pubblici abbandonati da tanti medici nel pomeriggio, pronti a correre in clinica?
fracking8.jpg
Clamorosa scoperta della prof. D'Orsogna: il fracking in Italia si fa dal 2009, e quel che è peggio si fa con lo sporchissimo carbone.
La discussione sul fracking e il collegamento con i terremoti, specialmente con quello in Emilia, continua. Per fortuna direi: perché questi sono argomenti da "addetti ai lavori" ed è una cosa ottima che anche i cittadini se ne interessino. (foto: flickr)

Sappiamo già che sia il fracking che le altre attività di esplorazione e trivellazione possono causare sismi; ma io stessa ho smentito il collegamento tra terremoto in Emilia e fracking perchè, dati e leggi alla mano, il fracking in Italia non si può fare.
Ebbene: Maria Rita D'Orsogna, la superesperta di attività petrolifere in Italia ormai nota anche al grande pubblico, ha dimostrato oggi con una lunga e articolata ricerca -con dati, fonti e pezze d'appoggio- che ciò non è vero. Che in Italia il fracking si fa eccome, fin dal 2009. Senza farlo sapere.
E si tratta di fracking ancora peggiore di quello sul petrolio e sul gas, perché coinvolge il carbone. Ecco un estratto mozzafiato dal post di Maria Rita:
Gli stati debitori dell'Europa meridionale devono offrire le loro riserve auree e le ricchezze nazionali come garanzia per un piano di stabilizzazione da 2300 miliardi di euro che inizia a concretizzarsi in Germania.

Il progetto tedesco – noto sotto il nome di Patto di Redenzione Europeo – propone una specie di “Eurobond Light” che sia compatibile con la costituzione e sblocchi l'attuale impasse politico. È una via d'uscita dalla crisi del debito molto creativa, ma non è una scelta facile per Italia, Spagna, Portogallo e altri paesi in difficoltà.

Il piano è stato abbozzato dal Consiglio Tedesco di Esperti Economici e ispirato dal Sinking Fund [1] statunitense di Alexander Hamilton – creato nel 1790 per sistemare il caos di debiti lasciato dalla Rivoluzione. La prospera Virginia di quel tempo si può paragonare alla Germania di oggi.

Lo scorso novembre il Cancelliere Angela Merkel aveva rifiutato la proposta, definendola “completamente impossibile”, ma da allora la crisi europea si è inasprita, e il partito Cristiano-Democratico ha continuato a subire brucianti sconfitte nelle elezioni locali.


L'opposizione socialdemocratica è invece favorevole all'idea. I Verdi dicono che bloccheranno la ratifica del Fiscal Compact europeo al Bundesrat, a meno che la signora Merkel non si dia una calmata.

“Questo 'Patto di Redenzione' unisce brillantemente i vantaggi dei bassi tassi di interesse (ottenuti tramite un prestito congiunto europeo) con la riduzione del debito,” dice il leader dei Verdi Jürgen Trittin. “Le passività complessive sarebbero limitate nel tempo e ridotte di dimensioni.”
Clienti furiosi perchè, dall'oggi al domani, si sono visti depredati del loro denaro, non da un rapinatore o da un ladro di professione, ma dalla Banca Network Investimenti. Ci sono correntisti dell'Istituto che non riescono a prelevare con il bancomat o che, addirittura, non possono disporre del proprio stipendio. 


Le misure restrittive sono scattate al margine di una situazione patrimoniale divenuta, alla fine, insostenibile, fino a quando Banca network non è finita in amministrazione controllata. Il "blocco delle Passività" - così come lo hanno definito i maghi della finanza del Comitato di Sorveglianza - dovrebbe durare un mese, circa. 


Degna di nota la complicità della Banca d'Italia, che ha dato l'assenso nel blocco dei conti correnti. Ma il paradosso è impresso nel "motto" che l'Istituto di credito ha impresso in prima battuta nella home del suo sito istituzionale: "Una Banca efficiente. Sempre al tuo fianco".



Eduardo Parente per nocensura.com
- - - - -
di seguito l'articolo di Lettera43.it:

Banca Network Investimenti ha sospeso i pagamenti, arrecando gravi disagi ai clienti.
STOP DI UN MESE. L'istituto, in amministrazione straordinaria dallo scorso novembre, ha reso noto che il 31 maggio, i commissari, «con il parere favorevole del comitato di sorveglianza e previa autorizzazione della Banca d'Italia, hanno deliberato la sospensione del pagamento delle passività di qualsiasi genere» per un mese.
Lo stop, comunicato attraverso il sito Internet della banca, non comprende gli strumenti finanziari della clientela.
È stato sottolineato che «la misura si è resa necessaria per fronteggiare la situazione di difficoltà della banca.

Ma davvero così tanti italiani giudicano postivamente l'operato del governo dei banchieri che ha saputo solo spremere i cittadini del ceto medio-basso, favorendo tutte le caste ed i poteri forti?!?

Secondo me i dati REALI sono ben diversi... questo governo può essere approvato da parlamentari, notai, banchieri e poche altre caste... un cittadino che lavora - sia come dipendente che autonomo - non può gradire l'operato di questo governo...

Alessandro Raffa


Insomma, Monti aveva promesso che avrebbe preso di petto la questione Rai. Lui, l’uomo della Provvidenza. D’altronde i partiti litigavano troppo, c’era chi difendeva Lorenza Lei fino quasi alla morte e c’era chi ne voleva lo scalpo. Niente accordo, accuse e imboscate imperversavano. Quando tutto sembrava irrimediabilmente perso, ecco che il professore (Senatore e premier) è intervenuto: basta, decido io, bisogna salvare l’azienda conscelte di qualità. E così, una sera di giugno, Monti scodella la soluzione: per rilanciare la Rai sceglie la 67enne Anna Maria Tarantola e Luigi Gubitosi. La prima sarà il presidente e il secondo direttore generale, che di fatto viene nominato dal governo. (Ah, se l’avesse fatto Berlusconi…).
La Signora Tarantola è una persona per bene, è vice direttore generale di Bankitalia, è amica dei poteri forti (quelli che hanno abbandonato Monti, stando a quel che dice lui), è ben vista in Vaticano ed era tra i papabili per il dopo-Draghi in via Nazionale. Gubitosi è un manager ex Wind che ora lavora per Bank of America.
Solo un imbecille può pensare che  in un momento come questo, aumentare l’Iva di due punti o anche di uno solo, renda qualcosa“.
“Il governo vuole  capire o no che il contribuente e’ stato gia’ spremuto? L’aumento  dell’iva provochera’ minori incassi e il governo perdera’ altri  soldi”.
“Il governo considera questa misura inevitabile?  Un’affermazione frutto della totale e assoluta  ignoranza di alcune idee di base della scienza delle finanze”.
zanzare-rimedi-naturali
di Carmela Giambrone
Volete un'estate tranquilla ma decisamente non avete nessuna intenzione di riempire voi o la vostra casa di sostante chimiche di sintesi? Desiderate qualcosa di completamente naturaleadatto a tener lontano le zanzare che tanto vi perseguitano?
Sì questo non è uno spot pubblicitario è solo un'insieme di ricette che ogni estate da diversi annitesto su di me e sulla mia casa con ottimi risultati!
Quindi, bene, munitevi di carta e penna, segnatevi le ricette, preparatele per benino e difendetevi nel modo più naturale possibile!

Olio per il corpo anti-zanzare repellente

Da applicare localmente da 10 a 12 gocce da 4 a 5 volte al giorno.
Cosa vi servirà? un contagocce graduato che potete trovare in farmacia, una boccetta di vetro scuro con contagocce e gli ingredienti qui descritti.
Ingredienti necessari:
Solcava i mari a bordo di una classe "Meattini", messa all'asta dalle Fiamme gialle e trasformata in barca di lusso, ma non pagava un euro di tasse dal 2006. La Finanza di Busto Arsizio si è "ripresa" la barca e ha denunciato l'imprenditore e il legale rappresentante dell'azienda per evasione e frode fiscale


Girava con un’ex motovedetta della Guardia di finanza trasformata in un lussuoso yacht, ma non pagava le tasse dal 2006. Un evasore totale è stato scoperto e denunciato dagli uomini delle fiamme gialle di Busto Arsizio che hanno stimato in oltre 1 milione di euro l’ammontare dei tributi non versati dall’imprenditore. I finanzieri si sono così ripresi la “loro” imbarcazione, che è stata posta sotto sequestro. Ma andiamo con ordine. L’imprenditore, attivo nel settore della fabbricazione di articoli e materie plastiche, è finito sotto la lente della Gdf di Busto Arsizio, che lo hanno sottoposto ad un rigido controllo fiscale. I militari hanno riscontrato che l’uomo non ha presentato le dichiarazioni dei redditi ed Iva fin dal 2006, sottraendosi così al pagamento delle imposte negli ultimi sei anni. Si parla di cifre importanti.
Polizia, (S.C.S.D./Alleanza Italiana): no al ridimensionamento delle specialità. Il Ministro dell’Interno si dimetta
La sicurezza è sempre stata all’occhiello di qualsiasi Governo ma, soprattutto nell’ultimo decennio, alle promesse non sono seguiti i fatti. Si è pensato di tagliare e risparmiare proprio sulla sicurezza e sugli Operatori di Polizia, con stipendi e indennità sempre più misere e addirittura con indennità pagate in ritardo.
Ora il Governo tecnico, oltre ad aver deluso profondamente milioni di italiani, non sta affrontando i problemi veri e seri di questo Paese che, oltre all’economia e al lavoro è, indubbiamente, la sicurezza.
Di fronte all’enorme impegno delle Forze di Polizia nel contrasto ad ogni tipo di criminalità ed alla quotidiana attività di garantire ordine e sicurezza, fra mille difficoltà, anche logistiche e personali, con enorme carenza di mezzi, ora si ipotizza da parte del Ministero dell’Interno il taglio di uffici e distaccamenti della Polizia Postale, Ferroviaria, Stradale. Un ridimensionamento che il Sindacato Comparto Sicurezza e Difesa e l’Associazione Alleanza Italiana giudicano inopportuno e contrario ad ogni logica, perché cancellerebbe dal territorio la presenza di operatori altamente professionalizzati che danno risposte a problematiche specifiche.

Da alcuni giorni circola su Facebook l'immagine di una tabella dei terremoti rilevati da iris.edu che attribuisce al sisma del 20 Maggio magnitudo 6.1; allegato all'immagine un discorso secondo il quale in Italia il terremoto sarebbe stato dichiarato inferiore a magnitudo 6 "falsificando i dati, perchè per legge solo per sismi superiori al 6 i costi di ricostruzione sono integralmente a carico dello Stato. Una vergogna!"

Questa immagine sta girando in modo "virale" avendo avuto oltre 8.143 condivisioni dalla pubblicazione originale che potete trovare qui: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10150863614027896&set=a.231568067895.141890.634097895&type=1&theater

Ebbene, NON CI RISULTA CHE SIA COSI'. Non è scritto da nessuna parte che i danni dovuti ai terremoti di una certa magnitudo sono "interamente a carico dello stato" mentre potenze inferiori no.

Non è MAI STATO COSI'.

La legge di riferimento, che parla di CALAMITA' NATURALI (quindi anche gli alluvioni) non ha MAI previsto "paletti" di questo tipo.
venerdì 8 giugno 2012
Giulietto Chiesa dipinge un quadro fosco sul quadro economico italiano ed internazionale. il sistema bancario mondiale ha creato il debito. ciononostante l'europa concede alle banche 2000 miliardi di euro di prestiti al tasso dell'1% in nome di una futura crescita. Chiesa contesta aspramente le previsioni e le misure che adotterà il governo Monti saranno un ulteriore motivo di recessione. chiesa prevede una grande rivolta popolare nel nostro paese. 


fonte: frontediliberazionedaibanchieri.it



Zengardner è sicuro: l’umanità è composta da individui amorevoli e positivi. Dove ha origine il male allora? Secondo lui dall’esterno, da infiltrazioni malevole ed esterne all’uomo ed al suo cammino istintuale naturalmente consono alle meravigliose leggi benevole di questo universo.
Questa lettura si potrebbe riassumere in: ciò che è umano è buono, non è buono ciò che non lo è. Siamo testimoni di inauditi processi di avvelenamento ed annichilimento degli ecosistemi in un crescendo di nequizie impressionante. Siamo anche testimoni attoniti dell’uso criminale dei media e del possesso della parola e delle immagini, come mezzo supremo di inganno e contraffazione.
Chi si accorge di questo scempio, non può far altro che raccontarlo ai suoi simili perché sa che, così facendo, concorre a minarne il costrutto. Ha ragione Giovanni Ranella: la fase terminale di questa contro apocalisse è già terminata ed ha avuto i natali nella rivoluzione industriale. Nuovi potenti mezzi di modellazione dell’ambiente sono stati messi a disposizione non del progresso benefico ma delle peggiori intenzioni di dominio e controllo con le conseguenze che patiamo oggi: il sistema industriale tiene in pugno l’umanità dopo averla soggiogata con mezzi subdoli e sofisticati.
Il Ministero della Difesa russo ha avviato un intensivo addestramento dei reparti destinati agli interventi all’estero, compreso in Siria. Come rivela la Nezavisimaya Gazeta menzionando anonimi informatori dell’esercito, i preparativi per gli interventi armati in quel paese potrebbero essere condotti dalla 76° divisione d’assalto aviotrasportata di Pskov, dai reparti congiunti della 15° Brigata di Samara, nonché da unità speciali cecene che hanno già prestato servizio nelle forze speciali “Ovest” ed “Est” del GRU (Comando dei Servizi Segreti Militari, N.d.T.).

Il giornale sottolinea che la divisione aviotrasportata di Pskov è una delle più pronte ai combattimenti dell’esercito russo. I suoi ufficiali, sottufficiali e soldati hanno preso parte alle operazioni di mantenimento della pace in Kosovo nel 1999-2001, a entrambe le guerre in Cecenia (1994-1996 e 1999-2007) e alla guerra contro la Georgia dell’agosto 2008. Dal 2004 la 1°Divisione dell’esercito russo è composta di soli professionisti.

Per quanto riguarda i soldati ceceni, come ricorda il quotidiano, furono introdotti nel 2006-2007 dall’allora Ministro della Difesa Sergei Lavrov, portando a termine con successo missioni di pace in Libano. Si sono distinti nelle operazioni di guerra contro la Georgia in Ossezia del Sud nell’agosto del 2008.
Di seguito il comunicato divulgato da Anonymous che illustra i motivi alla base dell'attacco informatico:


BEPPEGRILLO.IT TANGO DOWN FROM 15:40 UNTIL TONIGHT - STOP HYPOCRISY

www.beppegrillo.it

Salve Beppe Grillo,
Anonymous oggi ha deciso di regalarti un po della sua attenzione.
Il semplice fatto che l'accesso alle tue liste sia proibito agli stranieri, che tu sia un populista che cerca di raccogliere consensi senza arte né parte e che per più volte (come da foto) ha magistralmente eseguito il saluto romano al tuo seguito e ai media, sostenendo la politica di repressione fascista, basterebbe per giustificare il perché di tanto accanimento.

Sfortunatamente altri motivi ci spingono a schierarci contro di te (e sia chiaro, non contro i poveri ignari che credono a tutto ciò che dici prendendolo per oro colato, ergo il tuo movimento).
Il fatto che sostieni la medicina alternativa, chiamata "nuova medicina" dai presunti medici che la praticano, e approvi iniezioni di bicarbonato di sodio in perfusione endovenosa per liberare il corpo dai "funghi che provocano il cancro" ha creato taciti consensi che han causato persino morti.
Ieri abbiamo riportato - integrato da alcuni approfondimentil'articolo pubblicato da Daniel Estulin il 5 Giugno: "Bilderberg 2012: secondo l'autorevole Estulin vogliono "sacrificare" la Spagna" (l'articolo originale, disponibile in spagnolo ed in inglese, lo potete trovare qui sul suo blog)

Daniel Estulin - che per quanto concerne il gruppo Bilderberg è da considerare una fonte autorevolissima, per i motivi illustrati a margine dell'articolo - sostiene che in occasione del recente meeting 2012 i potenti del gruppo Bilderberg, avrebbero deciso di "sacrificare" la Spagna.

Il giorno seguente la Spagna - che sta attraversando un periodo nero - è stata nuovamente declassata: (vedi "Fitch, triplo declassamento al rating della Spagna") un vero e proprio "colpo di mannaia" quello impartito dall'agenzia di rating "Fitch", che in un colpo solo sancisce un triplo taglio del rating, un'altra tegola che si abbatte sulla testa di un paese sempre più in ginocchio... 


Un declassamento, quello arrivato a pochi giorni dalla chiusura del meeting Bilderberg, che sembra CONFERMARE il "trend" annunciato il giorno precedente da Daniel Estulin. Le lobby dell'alta finanza che hanno causato la crisi, mediante le agenzie di rating continuano la loro opera di distruzione dell'economia spagnola,  perché come illustrato anche nell'editoriale "L'ITALIA VITTIMA DI UN COMPLOTTO E LE PROVE CHE MONTI è COMPLICE" (che evidenzia anche da chi sono controllate le agenzie di rating...) questo ulteriore declassamento si ripercuoterà sui tassi di interesse che la Spagna dovrà corrispondere per avere liquidità: più il rating si abbassa, più una nazione è considerata "a rischio" e maggiore è il tasso di interesse che deve corrispondere a chi investe sui propri titoli... un meccanismo perverso che non può che affossare definitivamente un paese già claudicante.

E' come se ad una famiglia che deve pagare un mutuo ed è in difficoltà perché un componente ha perso il lavoro la banca decidesse di aumentare il tasso degli interessi perché - essendo in difficoltà - il rischio di insolvenza è aumentato. Per fortuna (almeno per ora) nel caso dei mutui non funziona così: ma nel caso delle nazioni in pratica si, visto che in un momento di profonda crisi, quando la Spagna avrebbe la necessità di ottenere liquidità con un tasso agevolato, al contrario dovrà corrispondere interessi più elevati.

Il triplo eclassamento subito ieri dalla Spagna va a sommarsi a quello ricevuto solo pochi mesi fa: quando il quadro era già descritto con l'epiteto di "desolante".

Speriamo di sbagliarci: ma pare proprio che Daniel Estulin ci abbia visto giusto... e se pensate che "sono problemi dei cittadini spagnoli" fate una riflessione sull'immagine pubblicata qui sotto: anche nella disposizione del domino...


Alessandro Raffa per nocensura.com


Marijuana splFoto LaPresse
Da oggi chi possiede una piantina di cannabis sul terrazzo di casa non avrà problemi con la legge. Lo ha stabilito la Cassazione secondo la quale la coltivazione di una sola pianta di marijuana “non è idonea a porre in pericolo il bene della salute pubblica o della sicurezza pubblica”. Il pronunciamento della Suprema Corte è arrivato in seguito al ricorso del procuratore generale della Corte di Appello di Catanzaro che aveva protestato per l’assoluzione di un ragazzo di 23 anni sorpreso con una piantina di Maria sul balcone della sua abitazione a Scalea (Cosenza).
Proprio per il fatto che si trattava di una sola piantina, quindi chiamando in causa la “modestia dell’attività posta in essere emerge da circostanze oggettive di fatto, come in questo caso la coltivazione di una piantina in un piccolo vaso sul terrazzo di casa con un principio attivo di mg 16, il comportamento dell’imputato deve essere ritenuto del tutto inoffensivo e non punibile anche in presenza di specifiche norme di segno contrario”. In altre parole i supremi giudici – in base alla sentenza 25674 – hanno chiamato in causa l’assenza di pericolosità del gesto, che è quindi da non sanzionare penalmente, come invece specificherebbe il legislatore in caso di coltivazione di sostanze stupefacenti.
Più di 9 milioni di italiani hanno rinunciato ad alcune prestazioni sanitarie. Questa è una delle principali conclusioni della ricerca Rbm Salute-Censis, promossa in collaborazione con Munich Re. Il motivo principale che ha determinato questa situazione è, senza alcun dubbio, la crisi economica che ha spinto una parte notevole degli italiani a non utilizzare dei servizi sanitari che avrebbero dovuto pagare in misura piuttosto consistente e per i quali non avevano a disposizione le risorse finanziarie necessarie.




In un comunicato dell’agenzia Agi sono indicati gli aspetti principali delle ricerca in questione.


“La sanità è negata a 9 milioni di italiani. Frena la spesa pubblica, esplode la spesa privata (+25,5% negli ultimi dieci anni). E chi non può pagare di tasca propria rinuncia alle prestazioni…


Più di 9 milioni di italiani dichiarano di non aver potuto accedere ad alcune prestazioni sanitarie di cui avevano bisogno per ragioni economiche. E 2,4 milioni sono anziani, 5 milioni vivono in coppia con figli, 4 milioni risiedono nel Mezzogiorno.


Piani di rientro e spending review hanno determinato un crollo verticale del ritmo di crescita della spesa pubblica per la sanità. Si è passati da un tasso di incremento medio annuo del 6% nel periodo 2000-2007 al +2,3% del periodo 2008-2010. La flessione si registra soprattutto nelle regioni con piano di rientro, dove si è passati dal +6,2% all’anno nel periodo 2000-2007 a meno dell’1% di crescita media annua nel periodo 2008-2010.

- - -
Riceviamo e pubblichiamo da Eugenio Bernardi, che ringraziamo:

ItaliaOggi
Numero 133  pag. 9 del 5/6/2012

PRIMO PIANO

Dall'ordinanza Ponzellini emergono interessi intrecciati. E anche il doppio ruolo di Ferrara

Giochi, una società detta le regole

Le norme sulle slot machine scritte da Mag Consulenti Associati
di Stefano Sansonetti 

Le norme sul gioco d'azzardo scritte da una società di consulenza privata. La quale, su richiesta di un cliente che beneficerà di quelle regole, elabora testi giuridici al posto dell'istituzione a ciò preposta, ovvero i Monopoli di stato, peraltro titolari della fondamentale funzione regolatoria.
Anche questa realtà, con contorni piuttosto inquietanti, emerge dall'ordinanza con cui il gip di Milano ha disposto gli arresti domiciliari per l'ex presidente della Bpm, Massimo Ponzellini, con l'accusa di associazione a delinquere. L'inchiesta, tra le altre cose, ha messo nel mirino finanziamenti che la Bpm avrebbe erogato senza i dovuti controlli alla Atlantis, società concessionaria dei giochi che fa capo al latitante Francesco Corallo (tra l'altro figlio di Gaetano Corallo, in affari decenni fa con il boss mafioso Nitto Santapaola). Il tutto mentre a capo dell'organismo di vigilanza della Bpm c'era Raffaele Ferrara (non indagato), contemporaneamente direttore dei Monopoli di stato, ovvero l'istituzione che cura le concessioni e regola il settore. Insomma, intrecci a non finire per una fotografia finale che appare a tratti surreale.
Dall'ordinanza del gip si apprende che i pm milanesi nel dicembre del 2011 hanno interrogato Guido Marino (non indagato). Chi è? Semplice, si tratta di un imprenditore che conosce a menadito i gangli del settore dei giochi. È titolare della Mag consulenti associati, una società privata che fino al 2007 ha lavorato con i Monopoli.
In più, si evince dalla stessa ordinanza, da anni fornisce i suoi servizi a clienti come Lottomatica, Sisal, Snai e Atlantis. Ebbene, parlando dei rapporti della sua società con Atlantis, e dell'introduzione a partire dal 2009 della nuova normativa sulle slot machine di ultima generazione, Marino sostiene che «per conto di Atlantis abbiamo redatto su richiesta di quest'ultima un articolato riguardante la disciplina e le caratteristiche degli apparecchi, i luoghi di ricezione degli apparecchi, l'individuazione di un'aliquota d'imposta, l'importo da versare una tantum e altri aspetti della disciplina». Il pm naturalmente chiede come sia possibile una cosa del genere, visto che la scrittura delle norme, per giunta avvenuta su input di una società a cui le stesse si applicheranno, dovrebbe spettare al regolatore nazionale, ovvero i Monopoli di stato. Marino risponde che «era nota la necessità dello stato di reperire risorse per la ricostruzione dell'Abruzzo dopo il terremoto. Era anche noto nell'ambiente che il ministero dell'economia cercasse fonti di finanziamento diverse dalle imposte ordinarie». Insomma, in questo contesto Atlantis «ci chiese il progetto di cui ho parlato prima». L'articolato, secondo quanto Marino racconta di aver sentito dire, sarebbe poi stato consegnato alla Atlantis e da questa veicolato ai Monopoli, anche attraverso l'intermediazione di alcuni deputati come Amedeo Laboccetta e Marco Milanese (quest'ultimo indagato).
In più dalle carte emerge anche il doppio ruolo che all'epoca ha rivestito Raffaele Ferrara.
In quel periodo oltre a essere (come adesso) direttore dei Monopoli, si trovava a capo dell'organismo di vigilanza della Bpm, deputato alla delicatissima funzione di garantire l'applicazione del dlgs 231/2001 sulla responsabilità amministrativa d'impresa. Una doppia poltrona un po' imbarazzante, se lo stesso Ferrara, intercettato al telefono, si era così sfogato: «Lo sapevo che mi dovevo dimettere a prescindere, ma se avessi soltanto saputo che c'era di mezzo Milanese e coso, ma figurati, me ne sarei andato dopo due secondi». Ferrara oggi sta per lasciare i Monopoli, secondo alcuni destinazione Fintecna.

Per conoscere TUTTI I REGALI e benefici concessi dai governi alla "casta delle slot machine" leggi l'articolo ECCO TUTTI I REGALI ALLE LOBBY DELLE SLOT... 



Un breve video davvero ben fatto. Mario Monti? Il super-professore non sa nemmeno cos'è, la massoneria. Fa parte di praticamente tutte le associazioni di stampo massonico più potenti del mondo, ma non sa che cos'è... come se Berlusconi dichiarasse di non sapere che cos'è il "bunga bunga"... tra l'altro a porgere la domanda al nominato premier è Lilli Gruber, neo ammessa al gruppo bilderberg... E SUBITO DOPO COME IL TG2 HA PRESENTATO MONTI AGLI ITALIANI: UN VERO E PROPRIO SPOT CELEBRATIVO IN SUO FAVORE... nel cui ambito rammentano la Commissione Trilaterale e il Bilderberg con la "naturalezza" di chi parla di un club di pensionati. Il video prosegue con lo spettacolo di Crozza a Italialand dove critica Monti poco dopo la sua nomina: peccato che su Ballarò ha fatto satira esaltando la sua competenza, sobrietà e altre qualità positive... vera e propria "satira promozionale"... a seguire un po' di notizie VERE su Mario Monti...

staff nocensura.com



L'hotel avrebbe dovuto ospitare, poco dopo, una lussuosa cena di gala con Mario Monti: militanti dei centri sociali, mascherati, irrompono nel locale e cospargono vermi e letame. Un episodio che non si era mai verificato, nemmeno nei confronti di Berlusconi che ha governato per diciotto anni fortemente inviso a una larga parte della cittadinanza.


Ovunque si presenta, Monti viene contestato. La stessa accoglienza - da quando ha nominato Monti - viene riservata anche al Presidente Napolitano. (vedi le contestazioni a Mirandola (Modena), Cagliari, Sassari, Bologna, Roma, Pisa, Verona, Milano, Reggio Emilia...)

MA NON ERA AMATISSIMO DA TUTTI?!?


Un amico mi ha segnalato il seguente articolo riportato su "Libero" questa mattina, a firma di Filippo Facci, che evidenzia alcune imprecisioni riportate Marco Travaglio nell'articolo "Mistero Buffon" dove "mette in bocca" a Paolo Rossi frasi che non ha mai pronunciato, e dichiara che nel 1980 egli guadagnasse 5 miliardi di lire, mentre il suo stipendio non era superiore a 100 - 120 milioni di vecchie lire; in quell'epoca il giro di soldi intorno al calcio era decisamente minore, visto che le entrate per i diritti televisivi erano molto inferiori...


Antonio Bacherini per nocensura.com


Da "Libero quotidiano" del 08/06/2012


Marco Travaglio è già vittima di tre divorzi: dal governo Berlusconi, dalle copie de Il Fatto e addirittura da Luca Telese. Non è il caso di accanirsi: gli lasciamo correre perciò le panzane che ha scritto sul caso Buffon e ci permettiamo solo un modesto divertissement su altre sciocchezzuole che ha scritto nello stesso articolo. Travaglio ha accennato al calcioscommesse del 1980 e a Paolo Rossi che fu squalificato per due puntate da 20 milioni di lire: «un cronista gli domandò che cosa l'avesse spinto a rovinarsi per così poco, visto che guadagnava 5 miliardi all'anno e lui: "ho un figlio da mantenere". Da allora ci si domanda chi scrive i testi ai calciatori». Il problema è chi li scrive a Travaglio, visto che Paolo Rossi nel 1980 non aveva figli (il primo sarebbe nato due anni dopo) e non guadagnava 5 miliardi all'anno ma 100-120 milioni. Paolo Rossi disse questa frase: «Dovrei far vivere mio figlio di pura gloria?». Ma le scommesse non c'entrano, si riferiva alla Juventus che pagava i calciatori stranieri più degli italiani campioni del mondo. Sono tutte informazioni reperibili in rete (anche nei commenti dello stesso articolo di Travaglio) così come in rete si apprende di un libro che Travaglio scrisse per la Mondadori di Berlusconi nel 1994, quando la discesa in campo era già stata annunciata da tempo. Titolo: «Palle mondiali»


giovedì 7 giugno 2012

Vi proponiamo questa intervista di Borghezio, che a parte i vari "buona Padania" e sfondoni simili, pronuncia  nel corso dell'intervista - strano ma vero - anche alcuni discorsi interessanti. A Borghezio dobbiamo dare atto che - nonostante le decine di stronzate di cui si è reso protagonista - ha affrontato più volte la questione del Bilderberg, della "Trilaterale" e company  e dello strapotere che queste associazioni massoniche hanno in ambito UE. Nel 2011 Borghezio, nonostante fosse eurodeputato, è stato persino malmenato per aver coraggiosamente provato ad introdursi alla riunione del Bilderberg in corso a Saint Moritz. Peccato che il suo partito non abbia fatto altrettanto, e anzi sembra proprio esser andato a braccetto con questi poteri, visto che hanno governato per molti anni insieme a Berlusconi, avallando tutte le sue porcate, insieme a diversi membri del Bilderberg: ultimo in ordine cronologico l'ex ministro Tremonti, da sempre molto vicino ai vertici leghisti.

Staff nocensura.com


Charlie ChaplinLaddove il sistema carcerario è un business dal quale qualcuno trae un PROFITTO, guarda caso, il numero dei detenuti è sempre superiore alle medie. E' il caso della Louisiana, in USA, dove finire in carcere non è un'eventualità remota, anche per futili motivi: a rivelarlo, sono i dati. E al contrario di quello che si può pensare, la "reclusione facile" e il fatto che moltissimi cittadini siano reclusi in cella, non rende sicura la società, visto che in USA la percentuale di delitti, (sopratutto gli omicidi, grazie alle armi libere) è molto più alta che altrove...


Staff nocensura.com
- - - - - -
Secondo un clamoroso articolo del Times-Picayune, non esiste in America o nel mondo un luogo con un tasso di popolazione carceraria così elevato come quello dello stato della Louisiana.
Importante causa di questo ammontare nello stato del sud degli Stati Uniti è la vasta presenza di carceri possedute da società private e spesso dirette da sceriffi delle contee rurali.
L’industria carceraria della Louisiana crea profitti per 140 milioni di euro, favorendo così il mantenimento della popolazione carceraria su elevati livelli. Inoltre la Louisiana è al primo posto negli USA come numero di omicidi, fatto che ha portato negli ultimi vent’anni al raddoppio della popolazione carceraria.
Il segreto fattore trainante dietro il ben collaudato sistema carcerario è il vile, sonante denaro. La maggior parte dei detenuti della Louisiana è imprigionata in strutture a scopo di lucro che devono procurarsi un costante afflusso di esseri umani per non far fallire il settore da 140 milioni di euro.

Il presidente è una figura di GARANZIA, e deve essere al di sopra delle parti. Deve rappresentare tutte le caste, le lobby e le banche senza favorire nessuna di esse. Deve vigilare con attenzione affinché si spartiscano la torta con un principio di equità e giustizia. La gazzarra degli anni scorsi, con la sinistra che attacca la destra e viceversa, non era tollerabile. Oggi grazie al provvidenziale arrivo di Monti vanno tutti d'amore e d'accordo: dopotutto c'è "trippa per (tutti) i gatti", e nel caso non ci fosse, basta aumentare le tasse e il gioco è fatto. Che bello nell'anno del 150° anniversario dall'Unità d'Italia, aver unito tutte le caste, vedere Alfano, il figlioccio di B. che se la ride insieme a Bersani e Casini all'ombra di Monti. Finalmente abbiamo un paese unito! Siamo un esempio per il mondo, e persino la Merkel e Obama ci hanno fatto i complimenti... EVVIVA!

Staff nocensura.com


Di seguito vi proponiamo una carrellata di video youtube delle contestazioni ricevute dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in occasione delle visite a varie istituzioni e città italiane.


Mirandola (Modena), Cagliari, Sassari, Bologna, Roma, Pisa, Verona, Milano, Reggio Emilia

Oggi 7 Giugno, Napolitano contestato dai cittadini terremotati a Mirandola (Modena)


Il "comunista in cachemire", Massimo D'Alema... che apparentemente è scomparso dalla scena politica, ma dietro le quinte c'è, e all'interno del suo partito è ancora molto influente...

Di "perle" nelle sua carriera ce ne sono diverse, ma la più eclatante, che non smetteremo MAI di ricordare, è quella del REGALO DELLE FREQUENZE TV A MEDIASET. E' stato il Governo D'Alema a stabilire che Mediaset deve pagare solo l'1% dei guadagni per la concessione delle frequenze TV.

Le frequenze utilizzate da Mediaset infatti, appartengono allo STATO, che le affida in CONCESSIONE, come avviene per gli stabilimenti balneari e altro. Solitamente, nelle "concessioni" la fetta grossa dei guadagni la ottiene lo Stato, che nel caso delle frequenze TV invece si accontenta dell' 1% dei ricavi MILIARDARI di Mediaset...

Nuovo importante comunicato di Paola Musu, l'avvocato di Cagliari che ha denunciato Monti, Napolitano e tutti i deputati. Il discorso dell' onorevole Gerard Batten citato dall'avvocato Paola Musu lo trovi qui. Il testo e il verbale della denuncia dell'Avv. Paola Musu contro Monti, Napolitano ed i deputati qui

Il precedente video comunicato:

BILDERBERG 2012: "LA SPAGNA SARA' SACRIFICATA"
Daniel Estulin ha pubblicato sul suo blog un articolo che riporta alcune indiscrezioni sui contenuti e le decisioni assunte in occasione del "Bilderberg 2012" secondo il quale la Spagna sarebbe "sacrificata".

L'articolo è disponibile in lingua inglese e spagnolo: http://www.danielestulin.com/2012/06/05/bilderberg-reportinforme-2012-part-1/#more-6309

Traduzione di Angelo Piras, che ringraziamo:



Durante il meeting di tre giorni Bilderberg, banchieri europei, funzionari del governo americano e money manager internazionali condotte discussioni tese a porte chiuse sulla saggezza della Germania Estensione di credito del Paese per mascherare l'indebitamento del resto d'Europa. Un tedesco Bilderberger ha sottolineato che la Germania le risorse sono limitate, mentre un altro tedesco ha dato di fatto che "sarebbe impossibile nel clima attualmente rarefatto, politica ed economica per cercare di convincere gli elettori tedeschi a sostenere la Spagna, un paese devastato dalla corruzione e inefficienza. "

Il messaggio chiave del meeting: venite inferno o acqua alta, è indispensabile per preservare il funzionamento del sistema bancario. Vice Presidente della Spagna hanno ricevuto una dose di umiltà Quando ha cercato di spingere la questione della "responsabilità" raccontando i suoi colleghi di alta potenza tedesca Bilderberg a cui dovrebbero emettere Eurobonds per salvare il sistema. La risposta è stata più che dire: "vai sabbia libbra, bambina," è come Bilderberg elite ad alta potenza ha risposto a "Soraya" pretese infondate. Eurobonds sono garantiti dalla Germania sarebbe stato speso, ma per lo più da PIIGS d'Europa.

CONCLUSIONE avrebbe potuto essere il più spaventoso per il futuro immediato della Spagna. La Spagna sarà sacrificato sull'altare, dell'alta finanza. "Perché vogliamo risparmiare, se la Spagna ha mentito circa la profondità della STI guai finanziari?" Alla domanda di un partecipante tedesco del vice presidente della Spagna. "Il sistema bancario è inutile. Avete capitale potrebbe essere di interesse che a qualcuno? "La risposta è stata un sonoro" NO ". Un ufficiale del governo statunitense ha affermato che" è giunto il momento di premere il pulsante d'allarme. "

Il crescente senso di panico era come il week-end progredito e Delibere diventato sempre più teso. A differenza dei cittadini spagnoli, Bilderberg ha accesso a un insieme di dati di volo completi sul deposito di denaro provenienti dalla Spagna che ritengono essere il doppio delle 66,2 miliardi di euro annunciato a marzo.

"Marzo è stato un'eternità fa, in termini finanziari", come uno Bilderberg notato. Numeri duri parlano da soli. Il debito delle istituzioni finanziarie spagnole è di 109% del prodotto interno lordo, il doppio della quantità in Francia o in Germania, e tre volte quella degli Stati Uniti. Prestiti inesigibili nel settore delle costruzioni sono il 40% del PIL in termini reali, e non il 20% il governo ha Rajoy vendita al mondo.

Un altro Bilderberg Detto che "il problema con la Spagna è che STI è un gorilla edilizia 800kg in un negozio di porcellane", grande come l'intero settore manifatturiero. Al contrario, in Germania, la costruzione è 20% della dimensione della produzione.

Un altro Bilderberg sottolineato che un anno fa, il rapporto tra settore finanziario debito in rapporto al prodotto interno lordo è sceso da 8.000 miliardi dollari a 6.100 miliardi dollari. Un trilione di dollari di questi può essere attribuito al Perde il crollo di Lehman Brothers, JPMorgan Chase acquisto di Bear Stearns, e la Bank of America-Merrill Lynch fusione.

In conclusione, il sistema bancario spagnolo Held banca spagnola incluso il debito delle famiglie spagnole stanno per morire. Come ho detto a verbale il 31 maggio, banca leader in Spagna, Banco Santander ha un debito impagabile di oltre 800 miliardi di euro. Ovviamente Bilderberg lo sa. Metastasi si è diffusa in tutte le parti del sistema. Masters Ombra hanno parlato e scritto lo script è stato. E resta da vedere quanto tempo gli attori porta a suonare i loro pezzi.

Esiste una soluzione. La Spagna deve lasciare l'euro immediati e tornare ad essere uno stato-nazione indipendente repubblica.

Daniel Estulin

---
CHI è DANIEL ESTULIN - Le sue rivelazioni in materia di Bilderberg sono particolarmente attendibili. Ha dedicato molti anni della sua vita ad investigare sulle attività di quello che lui definisce "il club dei padroni del mondo", tra l'altro secondo quanto riportato su Wikipedia, suo nonno era del KGB e questo gli ha consentito di avere le conoscenze giuste per accedere a notizie riservate solitamente ai servizi segreti.

Daniel Estulin ha scritto il libro "Il club Bilderberg - La storia segreta dei padroni del Mondo", frutto di anni di investigazioni, intervistando il personale degli alberghi dove si tengono i meeting, le persone vicine ai potenti che partecipano e alcuni "membri pentiti"... hanno cercato di corromperlo, in seguito di ucciderlo, ma non si è arreso e ha permesso al mondo di conoscere le oscure trame del club dei potenti...

Staff nocensura.com

APPROFONDIMENTI SU ESTULIN-BILDERBERG:
di Lidia Undiemi per nocensura.com


Prima o poi tutti i nodi vengono al pettine.
I derivati sono pari a quasi 7 volte il PIL mondiale, e metà di questi sono in mano alle prime 5 banche americane. L'alta finanza regna dunque sovrana in tutto il mondo, e l'incubo di una nuova bufera speculativa è dietro l'angolo. Si indaga sulla perdita di 2 miliardi di dollari della JP Morgan e Washington ritorna a discutere di riforme.
Un film già visto qualche anno fa con la crisi dei subprime, e ciò dimostra come senza un adeguato e strutturale contrasto ai meccanismi speculativi il keynesianesimo di Obama nell'economia statunitense riesce a produrre solo effetti modesti e di breve periodo sulla crescita e sulla occupazione, di certo non paragonabili alla quantità di stimoli messi in campo.
Andrew Sullivan (giornalista britannico che vive negli Stati Uniti) mette in evidenza come anche con la rielezione di Obama, che si contrappone al partito pro-austerity, gli americani rischiano forti tagli alla difesa, allo stato sociale e nello stesso tempo dovranno affrontare la scadenza degli sgravi fiscali decisi da Bush.
Al di là delle ideologie messe in campo in questo difficile periodo, si assiste ad una mancata ripresa dell'economia reale che non è stata risolta con gli incentivi fiscali e monetari.
USA ed Europa hanno evidentemente grossi problemi comuni, in primis la giungla finanziaria che influenza le economie mondiali. Ma come già detto altre volte c'è un altro fenomeno che la politica stenta ad affrontare, ossia l'ingerenza antidemocratica dei politici nella gestione delle risorse pubbliche.
ARRESTATO L'ATTENTATORE DI BRINDISI, AVREBBE AMMESSO LE PROPRIE RESPONSABILITA': 


DI SEGUITO L'ARTICOLO DELL'ANSA:


Giovanni Vantaggiato, 68 anni di Copertino (Lecce), avrebbe ammesso responsabilità

Giovanni Vantaggiato, di 68 anni, il presunto autore dell'attentato di Brindisi fermato ieri sera, avrebbe fatto esplodere la bomba di giorno dinanzi alla scuola Morvillo Falcone perché di notte lì non c'era nessuno. Lo ha detto lo stesso Vantaggiato nell'interrogatorio di ieri. Lo ha riferito il procuratore della Dda di Lecce, Cataldo Motta, nella conferenza stampa in corso al Palazzo di giustizia di Brindisi. 

A Giovanni Vantaggiato viene contestato, nel decreto di fermo, il reato di strage in concorso aggravata da finalità di terrorismo.
Il decreto di fermo è stato firmato dal procuratore della Dda di Lecce, Cataldo Motta, dal sostituto procuratore della stessa Dda Guglielmo Cataldi e dal pm della procura di Brindisi Milto De Nozza. Nel provvedimento si contesta il concorso nel reato "per coprire ogni eventualità", ha precisato Motta. Il fermato "ha decritto l'ordigno - ha riferito Motta - e come era composto, ed ha competenze elettrotecniche" per costruirlo. Quanto alla somiglianza del fermato con l'uomo ripreso in un video di un chiosco di fronte alla scuola scenario dell'attentato, Motta ha aggiunto che "é evidente che è la stessa persona" e che probabilmente si è trattata di una "imprudenza". Alla conferenza stampa erano presenti tra gli altri il vicecapo della polizia, Francesco Gratteri, i vertici dello Sco e del Ros; non erano presenti né il procuratore di Brindisi, Marco Dinapoli, né il pm De Nozza.

Chi ha salvato de Gregorio? 169 senatori in tutto, di partiti diversi e con la stessa coscienza, che nel segreto dell'urna in Aula hanno davvero 'salvato' il soldato pidiellino Sergio De Gregorio dagli arresti domiciliari richiesti dai magistrati di Napoli che indagano sugli scandali dell'Avanti! e di Walter Lavitola, faccendiere e "compare di cresima", oltre che socio, del fondatore del Movimento Italiani nel Mondo. Sergio De Gregorio, un senatore "libero" ma che, nonostante questo, dice di "non aver niente da festeggiare", un "professionista" che si definisce "apprezzato in molte parti del globo", luoghi in cui "non importa nulla di questi scandali giudiziari", un uomo "guardingo fino al processo" che lascerà la politica alla termine della legislatura "per l'esigenza di rinnovamento avanzata dal Pdl", di cui si dice cofondatore.

Sergio De Gregorio, libero perchè 169 colleghi hanno detto che nell'inchiesta a suo carico c'è stato 'fumus persecutonis'. In 109 hanno detto che non è vero, ma non sono bastati. In 16 hanno preferito astenersi. Numeri strani, che ricalcano, ma non alla perfezione, vecchi schemi di maggioranza al Senato. Numeri che sembrano smentire il vicecapogruppo del Pd Luigi Zanda e molti dei suoi, che nel pomeriggio si sono affannati a spiegare che il voto segreto ha concesso alla Lega l'opportunità di rinsaldare l'asse con il Pdl e tornare alla vecchia alleanza, mai rinnegata. Ma alla Camera Alta rimbomba la parola che ormai ogni politico teme, 'inciucio'.
Favorevole Cécile Duflot, ministro delle Politiche abitative: "La cannabis va trattata come alcool e tabacco". Contrario però il neo presidente Hollande che in campagna elettorale non ha mai trattato l'argomento nello specifico. Il centrodestra polemizza: "Posizione irresponsabile"


E’ la prima incrinatura all’interno del nuovo governo francese. Che scivola su una buccia di banana, la depenalizzazione delle droghe leggere. Ieri Cécile Duflot, ministro delle Politiche abitative (e anche segretario generale dei Verdi e una delle rare componenti dell’esecutivo che non proviene dal Partito socialista) ha detto che «la cannabis dovrebbe essere considerata come l’alcool e il tabacco: stesso regime».
In sostanza si è detta favorevole alla depenalizzazione, andando contro la posizione del presidente,François Hollande, e di molti colleghi ministri. «L’obiettivo – ha aggiunto – sarebbe duplice: da una parte far diminuire il traffico di stupefacenti e la violenza che genera, dall’altra poter impostare una politica di salute pubblica di prevenzione, soprattutto fra i giovani». La Duflot, 36 anni, aveva già fatto parlare di sé al primo Consiglio dei ministri, presentandosi in jeans, ma stavolta, diciamo, si è distinta dal resto del gruppo su temi più sostanziali.
mercoledì 6 giugno 2012
Scandaloso: gli euro donati dagli italiani ai terremotati emiliani, anziché essere impiegati come tutti si pensa per opere di bene, potrebbero essere utilizzati per CONCEDERE PRESTITI, esattamente come è accaduto con i soldi devoluti ai terremotati abruzzesi.
Dei 5 milioni raccolti per l'abruzzo quasi il 10% - ben 470.000€ - sono stati utilizzati per le spese, e ci chiediamo come sia possibile che raccogliere fondi via sms comporti così tante spese di gestione. E i 4,5 milioni rimanenti, sono stati utilizzati per concedere PRESTITI, che pur a tasso agevolato devono essere ovviamente rimborsati! E' scritto persino sul sito di Etimos"Si tratta di un progetto, realizzato grazie ai fondi delle donazioni post terremoto" (...) “Microcredito per l’Abruzzo offre prestiti a condizioni agevolate" come potete leggere qui
Ringraziamo Footam14 per la gentile segnalazione
Staff nocensura.com
di seguito vi proponiamo l'articolo di articolotre.com - lo stesso argomento è affrontato anche dal sito webcontro.com
Il gesto è semplice, meccanico, si digita il numero e si compie un gesto di solidarietà nei confronti di polazioni sfortunate, vittime di catastrofi naturali. 
La sensazione è quella di aver, ognuno nel suo piccolo,  contribuito ad alleviare i disagi che quelle persone stanno patendo.
Però forse non è esattamente così, Gli euro donati attraverso sms, che fine fanno? Come raggiungono le vittime dei sismi, delle alluvioni, delle calamità naturali?
Ad esempio per il terremoto dell'Aquila vennero raggiunti i cinque milioni di euro di donazioni, come vennero distribuiti?  E qui la sorpresa.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Seguici su Facebook

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi