Post

Visualizzazione dei post da dicembre 15, 2013

Scie chimiche, l'interrogazione di Scilipoti caduta nel vuoto

Immagine
Nel Febbraio del 2011 l'onorevole Domenico Scilipoti presentò un'interrogazione parlamentare molto articolata sul fenomeno della geoingegneria. Si tratta, probabilmente, della migliore interrogazione presentata sull'argomento (ne sono state presentate diverse, sia in Italia che in Europa ed in altre nazioni, senza ricevere mai una risposta soddisfacente) in quanto oltre a chiedere lumi sulla natura delle scie persistenti che vediamo ogni giorno nei nostri cieli, esponeva alcuni dati, tra cui il fatto che le operazioni di aerosol disperdono alluminio, che tra i vari effetti nocivi, provoca Alzhimer: una malattia la cui incidenza è in esponenziale aumento, ed è previsto che triplicherà, addirittura, entro il 2050.

L'interrogazione di Scilipoti - che dopo quasi 3 anni non ha ricevuto risposta, come potete osservare dalla dicitura "Stato iter: in corso" - potete leggerla QUI sul sito della Camera dei Deputati.

Secondo Rosario Marcianò, blogger del "Comitato…

Centro studi tedesco: 2014, Germania in crescita, Italia catastrofe

Immagine
CENTRO STUDI TEDESCO ANNUNCIA: 2014 PER LA GERMANIA SARA' DI BUONA CRESCITA, PER L'ITALIA SARA' CATASTROFICO (TESTUALE)
Berlino - Cosa deve attendersi la Zona euro il prossimo anno? Secondo Hans-Werner Sinn, presidente dell’Istituto tedesco di ricerca economica “Information und Forschung” la situazione sarà la stessa del 2013 : una buona crescita economica in Germania (1,9%), mentre il resto della Zona euro dovrebbe stagnare (0,7%). Siccome la Germania rappresenta un terzo dell’economia della Zona euro, queste previsioni significano che nel migliore dei casi gli altri paesi dell’unione monetaria stagneranno e nel peggiore dei casi saranno in recessione. Sinn anticipa un forte aumento della domanda interna tedesca, un ottimismo che si ritrova nel recente rialzo dell’indice ZEW, salito di 7,4 punti in settembre, quando aveva raggiunto il più alto livello dall’aprile 2006.

"Basta divisioni. Ci sono solo 2 categorie: oppressi e oppressori. Scegliete con chi stare"

Breve intervento di Alessandro Raffa di Nocensura.com in Piazza del Popolo, (18 Dicembre) sul tradimento di alcuni organizzatori della mobilitazione del 9 Dicembre che dopo la convocazione del governo ai tavoli della trattativa hanno fatto retromarcia circa la manifestazione e la macchina del fango messa in atto sul web da alcune persone e pagine, che hanno fatto terrorismo psicologico paventando scontri e quant'altro per evitare che le persone convergessero in massa a Roma. E' stata messa in atto una vera e propria macchina del fango (vedi questo episodio, gravissimo) non solo da parte dei media, che per giorni non hanno parlato di altro che delle divisioni, ma anche da blogger che si sono prestati a fare il gioco del sistema, alcuni in mala fede, altri inconsapevolmente e ingenuamente...

#9dicembre: tradimenti, divisioni: ecco cos'è successo


Staff nocensura.com

ATTENTI AGLI SCIACALLI!

Immagine
ATTENZIONE !!!! E' IN CORSO, DA ALCUNI GIORNI, UN'AZIONE DI SCIACALLAGGIO DA PARTE DI ALCUNE PAGINE, CHE PARLANO COME "ORGANIZZATORI" QUANDO NON LO SONO; SONO SOLO SCIACALLI CHE CERCANO CELEBRITA' E VOGLIONO APPROPRIARSI DEL MOVIMENTO #9DICEMBRE

I COORDINATORI SONO CALVANI, FERRO, CHIAVEGATO E ALTRI: POI COME SAPPIAMO, SONO SORTE DIVISIONI: MA QUESTE PERSONE CHE SI SONO AUTOPROCLAMATE CAPI E SI SPACCIANO PER GLI ORGANIZZATORI NON C'ENTRANO NIENTE... SONO SOLO SCIACALLI... FATE ATTENZIONE !!! PASSATE PAROLA!!!!


Il prof. Antonio Maria Rinaldi: "Ecco come uscire dall'Euro".

E siamo a 6 premi Nobel: "All'Italia conviene uscire dall'euro"

Immagine
E con Pissarides siamo a 6 premi Nobel che hanno criticato e affossato la moneta unica. Glielo dite voi a Renzi?

Dunque, con coerenza, utilizzi per la prossima campagna elettorale uno di questi slogan, come scrivevo qui: Lo slogan del Pd alle prossime elezioni europee
1) CI VUOLE PIU’ EUROPA
2) PER GLI STATI UNITI D’EUROPA
3) MORIRE PER MASTRICHT
fonte: wallstreetitalia.com
L’economista Pissarides: “sta portando alla rovina molte nazioni. Bisogna smantellarlo il più velocemente possibile”.
ROMA (WSI) – “Via dall’euro, al più presto”. L’avvertimento arriva nientemeno che dal premio Nobel per l’economia Christopher Pissarides. L’economista un tempo era sostenitore della moneta unica ma, viste le conseguenze, ha cambiato decisamente rotta. “L’Euro non sta facendo altro che dividere l’Europa, portando molti paesi alla rovina. Bisogna prendere decisioni drastiche per ridare credibilità al mercato europeo: l’Euro quindi dovrebbe essere smantellato il più velocemente possibile per salvaguardare l…

Sicilia, la "rivoluzione" di Crocetta: ora imbavaglia il web!

Immagine
Ecco la "rivoluzione" di ROSArio CROCEtta: che imbavaglia il web tramite una legge che esclude dal finanziamento pubblico le testate che consentono di commentare anonimamente agli utenti; se consideriamo che la maggioranza delle testate sopravvivono grazie ai finanziamenti... è una imposizione a tutti gli effetti.

PER COMMENTARE SARA' NECESSARIO REGISTRARSI CON TANTO DI DOCUMENTI PRESSO LA REDAZIONE !!! 

Alla casta non basta più controllare i giornali ed i giornalisti: ora vogliono pure cucire la bocca ai commentatori, che - ricordiamolo - anche se commentano anonimamente, qualora commettano reati sono facilmente rintracciabili dalla Polizia Postale, tramite indirizzo IP.

EBBRAVO CROCETTA...

Noi di nocensura.com non ci aspettavamo certo niente di buono da questo signore, così come non ce lo aspettavamo dagli "arancioni" Pisapia e De Magistris (ne da tutti gli altri) ma sul web numerosi blog e utenti li esaltavano, come se la loro elezione rappresentasse un "gr…

Italiani sempre più poveri. E debito pubblico da Record

Immagine
Roma, 16 Dic – La crisi ha incrinato il mito della ricchezza delle famiglie italiane.  Secondo la Banca d’Italia il “tesoretto” in mano ai nuclei familiari si è dissipato del 10%, assottigliato dall’enorme aumento delle spese ordinarie, alle quali gli italiani non riescono più a far fronte con i soli stipendi. Ma anche la perdita di valore degli immobili, in alcuni casi scesi del 30% sul loro valore nominale del 2008. Basti pensare che a fine 2012 la ricchezza abitativa posseduta dalle famiglie era più di 4.800 miliardi di euro, con una flessione di 194 miliardi (.3,9%) rispetto all’anno precedente. Nei primi sei mesi del 2013, questo valore è sceso ancora del 2 percento, pari a quasi cento miliardi.  Sulle pagine deil Giornalesi legge: “Il rapporto sulla ricchezza delle famiglie pubblicato dalla Banca d’Italia traduce in numeri concreti la sensazione di impoverimento che attanaglia da tempo gli italiani. E poco importa se, come confermano anche gli ultimi dati, le nostre famiglie mostr…

Brasile, le lobby espropriano con la violenza le popolazioni indigene

Immagine
Riceviamo e pubblichiamo:

Ciao a tutti. Mi chiamo Thais, sono brasiliana,vivo a Sao Paolo. Non parlo bene l'italiano, ma ho cercato di tradurre una notizia qui dal Brasile che mi ha fatto sentire triste. Voglio che tutto il mondo sappia ciò che sta accadendo alle popolazioni indigene del Brasile. Vengono cacciati dalle loro terre a causa degli interessi economici che l'agrobusiness ha sulla terra. Per i popoli indigeni, la terra è una questione di sopravvivenza della gente e la loro cultura. E 'un popolo forte, ma debole sul potere economico. Spero che la mia traduzione sia capita. Ecco la notizia (alla fine, il link dove si trova):

“Dopo 4 ordine di sfratto, indigeni annunciano la "morte collettiva" in Japorã

Nonostante le quattro ordinanze del Tribunale Federale di Naviraí, rilasciati il giovedi (12), e che richiedono circa 4000 indigeni liberare le fattorie allo sud dello stato, i Guarani-Kaiowá hanno detto in una lettera che si leveranno in piedi e ora annuncia…

#9dicembre: IMPORTANTE - QUELLO CHE DEVONO SAPERE TUTTI

Immagine
Abbiamo aderito tutti ad una "PROTESTA AD OLTRANZA", con il dichiarato intento di "CHIEDERE LE DIMISSIONI DEL GOVERNO", ma ora alcuni pseudo-coordinatori vogliono SEDERSI AL TAVOLO DELLA TRATTATIVA CON IL GOVERNO: con richieste, tra l'altro, che non sono state ne concordate, ne chiarite con i cittadini.

QUESTO è UN TRADIMENTO IN PIENA REGOLA DEI PRINCIPI CHE HANNO ISPIRATO LA MOBILITAZIONE!!! E NOI DI NOCENSURA.COM, CHE L'ABBIAMO SOSTENUTA SIN DALL'INIZIO, CI DISSOCIAMO CON FORZA, E ANNUNCIAMO CHE RESTIAMO A FIANCO DI CALVANI, DEI NUMEROSI COORDINAMENTI LOCALI CHE SONO CON LUI, E SOPRATUTTO DEI TANTISSIMI CITTADINI CHE NON SONO SCESI IN PIAZZA PER LE TRATTATIVE DI QUALCUNO.

In un primo momento TUTTI I COORDINATORI, UNITARIAMENTE, avevano annunciato la manifestazione nazionale, e questa improvvisa RETROMARCIA di alcuni, adducendo a "problemi di ordine pubblico" ci aveva lasciato perplessi: perplessità che sono state chiarite dalla richiesta di un…

Gianluigi Paragone sparisce dalla lista dei giornalisti affiliati a Vedrò

Immagine
Fino a qualche settimana fa, il nome di GIANLUIGI PARAGONE figurava nell'elenco dei "giornalisti" affiliati a VEDRO', la fondazione di Letta e Alfano; potete notarlo in questa nagscreen, anche se piccolo è chiaramente leggibile;

L'elenco dei giornalisti di Vedrò, tra cui quello di Paragone, è stato ripreso anche dal meetup M5S di Rovato, quando il nome di Gianluigi Paragone era ancora presente: http://rovato5stelle.wordpress.com/2013/06/24/fondazione-vedro-lemblema-della-malapolitica-italiana/ -

COME MAI DA ALCUNE SETTIMANE IL SUO NOME è SPARITO?!? Sarebbe interessante saperlo, conoscere il motivo: sembra strano che qualcuno abbia scritto il suo nome e cognome nell'elenco per errore... senza un chiarimento, qualcuno potrebbe anche pensare che sia stato tolto dopo che la fondazione in questione è venuta alla ribalta delle cronache, per essere credibile nella veste di "oppositore televisivo

Se il signor Paragone volesse spiegarlo, siamo disponibili a conce…

Mobilitazione 9 Dicembre: cosa sta succedendo?

Flash mob di Casapound alla sede UE di Roma: violente cariche e arresti

Immagine
A cura di Nocensura.com

Un nutrito gruppo di attivisti di Casapound, aderenti alla mobilitazione del  con indosso una maschera da fantasma dipinta tricolore e un cappio "da impiccato" al collo, in rappresentazione dei numerosi italiani che si sono suicidati a causa di una crisi della quale Europa ed Euro hanno grandi responsabilità, nella mattina di Sabato 14 Dicembre si sono recati presso la sede romana di rappresentanza dell'UE, con l'intento di mettere in scena un'azione di protesta che prevedeva di issare la bandiera italiana in sostituzione di quella europea esposta sulla terrazza del palazzo.

Secondo quanto riportato da Romatoday.it il gruppo non sarebbe passato inosservato alla DIGOS, che ha richiesto l'intervento di un contingente del reparto mobile, che giunto Via IV Novembre ha caricato violentemente i manifestanti; quando è partita la prima carica un manifestante era sulla scala, sospeso ad almeno tre metri di altezza. Caricare in quel frangente ha…