Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Contenuti (tag)

varie democrazia leggi lobby casta editoriale governo esteri economia scandali fatti e misfatti salute mass media diritti civili giustizia ambiente USA sanità crisi centrosinistra centrodestra diritti umani povertà sprechi forze dell'ordine scienza libertà censura lavoro cultura animali infanzia berlusconi chiesa centro energia internet mafie europa riceviamo e pubblichiamo giovani OMICIDI DI STATO notizie banche carceri eurocrati satira immigrazione renzi scuola facebook euro grillo guerra manipolazione mediatica bilderberg pensione mondo signoraggio alimentari poteri forti Russia massoneria sovranità monetaria razzismo manifestazione finanza debito pubblico tasse israele siria UE disoccupazione ucraina marijuana travaglio agricoltura militari banchieri canapa mario monti trilaterale califfo germania geoingegneria ISIS terrorismo Grecia bambini obama vaticano Traditori al governo? big pharma inquinamento ogm palestina parentopoli napolitano enrico letta cancro vaccini tecnologia PD nwo armi equitalia Angela Merkel BCE austerity sondaggio umberto veronesi meritocrazia nucleare suicidi cannabis fini informatitalia.blogspot.it magdi allam m5s ministero della salute privacy video assad clinica degli orrori eurogendfor Putin marra sovranità nazionale staminali CIA bancarotta boston bufala droga monsanto prodi INPS elezioni fondatori del sito globalizzazione iene iraq politica troika evasione matrimoni gay nigel farage acqua anatocismo fmi fukushima nikola tesla società usura 11 settembre diritti draghi fisco golpe moneta pedofilia rothschild stamina foundation Aspen Institute FBI Giappone Onu africa alimentazione francia imposimato nsa ricchi terremoto torture Auriti Marco Della Luna adam kadmon aids attentati autismo bavaglio costituzione federico aldrovandi fiscal compact giuseppe uva lega nord nato petrolio roma servizi segreti sicilia slot machine sovranità individuale Cina Fornero Unione Europea borghezio casaleggio controinformazione corruzione crimea famiglie fed forconi giovanardi giustizia sociale goldman sachs influencer islam mario draghi mcdonald mes mossad pecoraro scanio propaganda proteste psichiatria rifiuti rockfeller sciopero spagna storia suicidio svendita terra turchia violenza virus aldo moro arsenico barnard bonino carne chernobyl chico forti dittatura edward snowden elites false flag frutta inciucio india laura boldrini magistratura marine le pen no muos no tav nuovo ordine mondiale precariato prelievi forzoso privilegi prostituzione ungheria università vegan 9 dicembre Ilva Muos NASA Svizzera alan friedman alluvione corte europea diritti uomo delocalizzazione dentisti diffamazione disabili donne ebola educazione elettrosmog esercito europarlamento farmaci gesuiti gheddafi hiv ignazio marino illeciti bancari illuminati informazione islanda latte legge elettorale marò microspia mmt ocse orban paola musu pensioni radioattività ricerca riserva aurea salvini sardegna sigaretta elettronica sigonella sindacati spread stati uniti stefano cucchi taranto telefono cellulare truffe online vegetariani veleni Alzheimer Chomsky Consiglio dei Ministri ETA Enoch Thrive Nichi Vendola PNL aborto aborto forzato affidamento amato anonymous anoressia antonio maria rinaldi argentina armeni arrigo molinari asteroidi baschi bersani bettino craxi bill gates bin laden boicottaggio boldrini brevetto btp by calcio cambiamento camorra carabinieri cervello chemioterapia cipro class action claudio morganti commercio di organi comunicazione contestazione controllo mentale corte dei conti cosmo cravattari crescita crocetta curiosità daniel estulin danilo calvani david icke davide vannoni degrado dell'utri denaro dentista denuncia disastro discriminazione diseguaglianza dogana domenico scilipoti dossier duilio poggiolini ebook egitto eroina etica eurexit fallimento fiat fido finanziaria fisica fisica quantistica follia fondi d'investimento genocidio ghiandola pineale giorgio gori girolamo archinà giuliano amato gold hollande ilaria alpi illiceità bancarie impresentabili indagini infermieri insetti interessi iran istruzione le iene libia lucio chiavegato luna malattie malta maratona mariano ferro mastropasqua meccanica quantistica melanoma messaggi subliminali messico metalli pesanti meteorite microchip microonde mistero mk ultra multe musica natura obbligazioni oligarchi omofobia oppt overdose papa francesco paradisi fiscali parkinson parma partito pirata patrimonio pena di morte pensiero positivo pesticidi phishing pianeti extrasolari piero grasso pizzarotti plastica polonia polverini pomodori portogallo pregiudicati presidente della repubblica prostata pubblica amministrazione quantum r-fid recessione regno di gaia riformiamo le banche rigore risveglio coscienze saddam sangue satana schiavi scie chimiche scippatori scoperto secessione senzatetto sert sfratto sisa snowden spammer speculazione spionaggio studenti tabacco tasso d'interesse teri terra dei fuochi tossicodipendenza trasfusioni trattato di velsen troll trust tsipras turismo twitter universo uranio impoverito uruguay vati verdura vessazioni veterinario bravo roma veterinario gianicolense vulcano wikipedia yellowstone
Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

sabato 3 marzo 2012
Molestie sessuali, il giudice usa una tecnica della neuroscienza

Per la prima volta in Italia una tecnica di neuroscienza, sperimentata dal giudice sulla vittima di un reato con il suo consenso, entra in un processo penale non a motivare attenuanti per eventuali vizi di mente del condannato (come nei due già rari casi di Trieste 2009 e Como 2011), ma a concorrere alla prova d'accusa che con altre fa condannare un imputato: un anno a un commercialista accusato da una stagista di averla sessualmente molestata in ufficio.

Non c'entra la macchina della verità. Gli «Implicit association test» (Iat) esaminati dal Tribunale di Cremona sono invece finalizzati a far emergere la memoria autobiografica, l'informazione implicita-inconscia che in teoria potrebbe non essere accessibile alla coscienza del soggetto. Ma sull'attendibilità al 92% di questo metodo e sulla sua accettabilità internazionale c'è discussione. E lo stesso giudice rimarca che questo metodo può provare che la persona ha dentro di sé una certa immagine mentale, non anche che quel «vissuto» corrisponda davvero all'«accaduto».

Il 60% dei milionari ha chiesto il visto o ci pensa

Le richieste di visto per l’America da parte di milionari cinesi si impennano, svelando la crescente volontà di emigrare in Occidente da parte di chi negli ultimi anni si è più arricchito grazie al boom economico. A descrivere tale fenomeno è la lettura incrociata di statistiche cinesi e americane che hanno per oggetto i ricchi di Pechino. Bank of China e Hurun Report hanno pubblicato uno studio sui circa 960 mila cinesi con beni superiori a 1,6 milioni di dollari arrivando a concludere che il 60% sta pensando di emigrare oppure ha già compiuto dei passi concreti per farlo.

E la conferma arriva dagli Stati Uniti perché nel 2011 il governo federale ha ricevuto 2969 richieste cinesi di visti EB5, che possono riguardare interi nuclei famigliari e vengono concessi a persone che investono in America almeno un milione di dollari, creano 10 posti di lavoro oppure destinano 500 mila dollari per progetti in aree rurali o ad alto tasso di disoccupazione. Le richieste cinesi di visti EB5 nel 2007 erano inesistenti e due anni fa hanno toccato le 787 unità ma nel 2011 sono arrivate al 78% del totale globale. Si tratta di un balzo in avanti che investe anche il Canada perché un visto di tipo analogo ha ricevuto 2567 richieste cinesi nel 2011 rispetto alle 393 del 2009.


vittima usurai sicilia nordProtagonista di questa vicenda è un giovane siciliano che è da poco tempo scappato con la sua famiglia al Nord dalla Sicilia, perché vittima degli usurai. Adesso il giovane di 27 anni ha scritto una lettera per denunciare la sua situazione ai giornalisti e per cercare un aiuto concreto da parte delle forze dell’ordine. Spiega di vivere nel terrore e di temere per la sua vita e per quella della sua famiglia, nonostante si sia trasferito al Nord proprio per sfuggire a chi lo minaccia.

Gli usurai vogliono vederlo morto, gliel’hanno assicurato. E lui, con la moglie e una figlia di due anni, è scappato al Nord, sperando di essere più al sicuro. Ma si sente perseguitato e scrive una lunga lettera che si conclude con queste parole: “Invierò questa lettera a tutti i giornali e se entro dieci giorni nessuno mi darà ascolto mi ucciderò“.
Gli economisti americani Mark Anderson, della Montana State University, e Benjamin Hansen, dell’Università dell’Oregon, sono convinti che legalizzare la droga renda le strade più sicure. Per giungere a questa conclusione i due studiosi hanno osservato le statistiche relative agli incidenti stradali verificatisi negli stati in cui è consentito l’utilizzo di marijuana medica. I ricercatori hanno rilevato dopo le liberalizzazioni un calo delle morti sulla stada dell’8,7%.
L’approvazione di norme che consentono il ricorso alla sostanza stupefacente per motivi medici – spiegano gli esperti – tende a far aumentare il numero di adulti che utilizzano la droga. I dati osservati dagli economisti sono quelli forniti dal National Survey. Anderson ed Hansen hanno notato, ad esempio, un aumento del numero di persone che fumano, in Rhode Island e in Montana, dove la marijuana è stata legalizzata di recente, aumento maggiore rispetto a quello notato nelle aree dove la droga era stata già legalizzata da tempo, come in Vermont. Successivamente gli studiosi hanno osservato le statistiche relative agli incidenti stradali relative al periodo 1990-2009.

Italiani rapiti in Africa: Bruno Pelizzari e Deborah CalitzSono tanti gli italiani rapiti in Africa e ancora ostaggi dei loro sequestratori. Bruno Pelizzari (doppio passaporto italiano e sudafricano) è stato rapito con la compagna Deborah Calitzs daipirati somali il 26 ottobre del 2010, quasi un anno fa. I due si trovavano nel mare al largo della Tanzania sullo yacht Choizi quando sono stati assaltati e dirottati verso la Somalia. I pirati hanno chiesto ai familiari una cifra esorbitante per il rilascio: 10 milioni di dollari. Peter Eldridge, lo skipper e proprietario dello yacht che viaggiava con loro, è riuscito a scappare tuffandosi in mare ed è stato salvato da una nave militare francese.



Secondo fonti di SkyTG24 Rossella Urru, la cooperante italiana rapita il 22 ottobre nel sud dell'Algeria, sarebbe stata liberata. Per il canale all news la donna sarebbe già in mani italiane. Una notizia che arriva dopo una giornata di annunci e smentite.

Nella mattinata di sabato 3 febbraio il giornale senegalese Dakaractu, citando fonti della sicurezza della Mauritania, ha fatto sapere che Rossella sarebbe stata liberata a Bamako, la capitale del Mali.
La notizia viene riportata anche dalla tv al Jazeera ed è stata in un primo momento confermata dalla Questura di Oristano (che ha successivamente smentito) e da alcuni familiari di Rossella. I genitori però aspettano la conferma ufficiale dall'Unità di crisi della Farnesina, che però fa sapere che sono ancora in corso le verifiche. 
"Fino a che la notizia della liberazione di Rossella Urru non sarà verificata essa va considerata come non veritiera", dice Margherita Boniver, inviato speciale per le emergenze del ministro degli Esteri, da poco rientrata da una missione in Mauritania proprio per accelerare la liberazione della cooperante rapita (ascolta l'audio). 
Ad alimentare il giallo ci pensa la France Presse: secondo l'agenzia francese il Movimento Unito per la Jihad in Africa occidentale, gruppo dissidente di al-Qaeda, avrebbe chiesto 30 milioni di euro per la liberazione di Rossella e dei suoi due colleghi spagnoli.


«Se fosse vero lo sapremmo», ha detto l’inviata del ministero degli Esteri Margherita Boniver di ritorno dalla Mauritania dove è stata proprio per gestire le trattative per il rilascio della cooperante italiana. «Fino a che la notizia della liberazione di Rossella Urru non sarà verificata – le verifiche sono in corso – essa va considerata come non veritiera». Così all’ANSA Margherita Boniver, inviato speciale per le emergenze del ministro degli Esteri appena rientrata da una missione in Mauritania per accelerare la liberazione della cooperante rapita.

Secondo un’altra fonte, per Rossella sarebbe stato deciso lo scambio con Abderrahmane Ould Meddou, tuareg dell’organizzazione “Maghreb islamico” , ma ci sarebbe anche la richiesta aggiuntiva di un conguaglio in denaro. Rossella sarebbe nelle mani di un garante, in attesa che si concluda la trattativa.
La notizia della liberazione di Rossella Urru sarebbe stata invece confermata in un primo moneto dall’unità di crisi della Farnesina, che starebbe organizzando il suo rientro in Italia. E la Boniver, secondo quanto scrive la Nuova Sardegna, avrebbe confermato telefonicamente ieri sera al rientro dalla Mauritania la liberazione della giovane sarda al deputato del Pdl Mauro Pili.

 E' passato al senato il maxiemendamento del Governo che, fra le moltissime cose, potrebbe –se fosse confermato alla Camera– porre una pietra tombale sull'annoso problema delle commissioni di massimo scoperto (che recentemente hanno cambiato nome, peggiorando nella sostanza). I banchieri l'hanno presa così male che hanno annunciato le dimissioni in massa di tutto il vertice della loro associazione di categoria.
I cittadini che hanno i conti in rosso sanno cosa sono queste commissioni di massimo scoperto (comunque denominate):non sono altro che un modo per far pagare più interessi senza chiamarli interessi. Sono semplicemente una presa in giro, un modo di ingannare i clienti, che esiste solo in Italia. E' giustissimo, ovviamente, che le banche siano remunerate per il loro lavoro di prestare soldi (magari lo facessero veramente, questo lavoro!) ma è altrettanto giusto che dicano chiaramente quale sia questa remunerazione e lo dicano con un unico numero: il tasso d'interesse!


I medici nominati dal gip stendono un rapporto in cui si parla di 650 ricoveri ogni 12 mesi per patologie cardio-respiratorie. E di elevato numero di tumori in età pediatrica. Cifre che si impennano tra gli ex operai e nei quartieri vicini allo stabilimento siderurgico


Le emissioni dello stabilimento Ilva causano malattie e 90 morti l’anno nella popolazione di Taranto. È quanto hanno stabilito i medici nominati dal gip 
Patrizia Todisco nella perizia epidemiologica per comprendere lo stato di salute dei tarantini in relazione agli inquinanti emessi dallo stabilimento siderurgico. Nelle 282 pagine che compongono il documento depositato, Annibale Biggeri, Maria Triassi e Francesco Forastiere, hanno risposto ai tre quesiti posti dal giudice. Su richiesta del pool di inquirenti, il gip ha infatti chiesto ai tre esperti di individuare le patologie derivanti dall’esposizione agli inquinati emessi dallo stabilimento industriale, il numero dei morti e degli ammalati attribuibili all’inquinamento prodotto dagli impianti di proprietà del gruppo Riva.

A Taranto, secondo i periti, tra il 2004 e il 2010 vi sarebbero stati mediamente 83 morti all’anno attribuibili ai superamenti di polveri sottili nell’aria, mentre i ricoveri per cause cardio-respiratorie ammonterebbero a 648 all’anno. La media dei decessi sale però fino a 91 se si prendono in considerazione i quartieri Tamburi e Borgo, geograficamente più vicini alla fabbrica. “L’analisi per i quartieri Borgo e Tamburi – scrivono i periti – mostra che, nonostante la ridotta numerosità, una forte associazione tra inquinamento dell’aria ed eventi sanitari è osservabile e documentabile solo per questa popolazione”.
BimboUn database americano classifica 8.300 prodotti per bambini indicandone il pericolo di tossicità. In Italia il problema riguarda soprattutto i giocattoli contraffatti made in China.
Molti prodotti per bambini, inclusi cuscini e seggiolini, contengono sostanze chimiche ignifughe tossiche in molti casi collegate a casi di cancro, disturbi ormonali e altri effetti negativi sulla salute. Questo emerge da un nuovo studio pubblicato da HealtyStuff.org e condotto dallaWashington Toxics Coalition, un ente non profit di Seattle.
«Bambini e famiglie non dovrebbero essere esposti a questi componenti che possono essere rilasciati dagli oggetti domestici e contaminano l’aria di casa – sostiene Rebecca Meuninck, direttrice della campagna sulla sicurezza ambientale dell’Ecology Center –. Le sostanze chimiche non dovrebbero essere contenute nei prodotti che portiamo nelle nostre case e, soprattutto, negli oggetti con cui vengono a contatto i bambini, che sono più vulnerabili».
La ricerca, Hidden Hazards in the Nursery (“Sostanze pericolose nelle stanze dei bambini”), ha trovato sostanze chimiche tossiche nell'85% dei prodotti testati: dalle culle di vimini ai cuscini per la culla, dai fasciatoi ai seggiolini per l’auto.
Assurdo ma vero: dopo aver aumentato le tasse alle aziende italiane, alle quali, in caso di difficoltà, anziché aiutarle vengono affossate mediante dis-Equitalia, il governo Monti ha stanziato una "linea di credito" di 30.000.000€ A SOSTEGNO DELLE Piccole Medie Imprese... serbe, e delle municipalizzate locali serbe... ALLUCINANTE...


Di seguito l'articolo di TMNews, segnalato dall'amico Footam 14:

Belgrado, 2 mar. (TMNews) - Il governo italiano stanzia una linea di credito di 30 milioni di euro a sostegno delle Piccole medie imprese (Pmi) serbe e delle aziende municipalizzate locali. Ne informa una nota della Cooperazione italiana a Belgrado. Si tratta di una seconda tranche di credito, dopo una prima già stanziata nel corso del 2011 da 15 milioni di euro a "condizioni molto vantaggiose" che "confermano l'impegno italiano nel supporto della crescita della Serbia", si legge nella nota.
Nello specifico, il credito, rimborsabile entro massimo otto anni, sarà stanziato ad un tasso di interesse effettivo del 4,85%, con un periodo di grazia di due anni. Il credito è vincolato all'utilizzo, fino al 70% del suo ammontare, per l'acquisto di beni e servizi di origine italiana, mentre il rimanente 30% potrà essere impiegato nella copertura dei costi locali.
I beneficiari finali accederanno al credito attraverso l'intermediazione di nove istituti bancari locali, selezionati attraverso evidenza pubblica ed è stato realizzato in questi giorni un primo corso destinato agli operatori bancari. Nelle prossime settimane sono previsti anche corsi per gli operatori delle aziende municipalizzate serbe.


fonte


Rossella Urru
Rossella Urru, la cooperante italiana rapita il 22 ottobre nel sud dell'Algeria, sarebbe stata liberata venerdì sera a Bamako, la capitale del Mali. Lo sostiene il giornale senegalese Dakaractu che cita fonti della sicurezza della Mauritania.

Alcuni familiari della cooperante di Samugheo Rossella Urru hanno confermato la notizia della liberazione della giovane rapita in Algeria quattro mesi fa. Uno zio della ragazza ha riferito che i carabinieri del paese stanno cercando di raggiungere il padre di Rossella Urru, uscito questa mattina presto per andare in campagna, senza il cellulare. A Samugheo si respira un clima di grande contentezza.

Anche la Questura di Oristano conferma il rilascio.
Secondo il sito in arabo al Jazeera sarebbe stata liberata nell'ambito di uno scambio di prigionieri. L'emittente, che attribuisce l'informazione a fonti locali, non dà altri particolari. Non ci sono ancora conferme ufficiali sulla liberazione.


fonte: Rai news 24




Riceviamo e pubblichiamo da "Giorgio di Pordenone", che ringraziamo, segnalazione del fatto che l'ormai celebre sito web "Italia-programmi.net" stia proseguendo con la sua opera di truffa nei confronti dei cittadini, ai quali vengono inviate richieste di pagamento, con la minaccia di ingiunzioni nel caso non venissero effettuati i pagamenti richiesti (non dovuti).

SE RICEVETE RICHIESTE DI PAGAMENTO DA PARTE DI ITALIA-PROGRAMMI.NET PER SERVIZI DI CUI NON AVETE MAI USUFRUITO, NON PAGATE E RIVOLGETEVI ALLE AUTORITA'!

Questi i nostri precedenti articoli sulla TRUFFA di Italia-programmi.net:
http://www.nocensura.com/2012/01/continua-la-truffa-di-italia.html



Salve, sono Giorgio di Pordenone, sò che ve ne siete già occupati di recente, anch'io come tanti sono VITTIMA di questi stronzi di Italia-Programmi.net e dopo svariate mail e lettere a cui non ho mai risposto, solo alla prima mail ho detto che avevo dato mandato al mio avvocato ecc..., oggi mi mandano l'ennesima mail che vi copio sotto, in cui annunciano udite udite...a fissare udienza presso Giudice tributario...neanche fossero delle
tasse da pagare....presso il tribunale Regionale Giudiziario...che non esiste!!!!!!!!!

venerdì 2 marzo 2012
Come si fa a risparmiare 43 milioni di euro nella gestione di Palazzo Chigi? Quando sono usciti i dati della presidenza del Consiglio in molti se lo sono chiesti. Adesso però cominciano a uscire i dati delle consulenze finalmente tagliate (anche se restano un ago nel pagliaio).  Tra queste, un’agopunturista esperta di postura e terapia antaglica, due traduttrici e cinque esperte di televisione. Casualmente, e forse per aiutare il lavoro femminile al quale il premier è stato sempre legato, sono tutte donne:
Nel solo Dipartimento della Protezione civile risultavano, fino al 2011, 29 contratti esterni per oltre un milione di euro. Tra questi, un incarico annuale di consigliere giuridico a Giacomo Aiello, 80 mila euro. Stesso profilo — e 70mila euro — per l’avvocato dello Stato Ettore Figliola. Poi 130 mila euro annui ad Antonio Gabrielli, capo della struttura di missione espropri che opera all’Aquila dopo il terremoto, e quasi 85mila alla coordinatrice dell’ufficio stampa del capo del dipartimento, Francesca Maffini. A Luciana Pilotti, laureata in Medicina a Milano, ma perfezionata come “terapista antalgica” e “tecnico della postura”, oltre che in “pratica clinica di agopuntura” in Cina, sono andati 8.750 euro più Iva negli ultimi sei mesi del 2011. E poi, due traduttrici, che però risultano come “esperte” del comitato di biosicurezza, e hanno avuto un compenso di 6000 euro in nove mesi. Evidentemente strategico il dipartimento per lo sviluppo e la competitività del turismo, dove tra i molti componenti erano finite ben cinque ex collaboratrici di Michela Vittoria Brambilla alla tv della libertà.


fonte



In quanto a cumuli di pensioni e stipendi nel nuovo governo nemmeno si scherza! E il fatto di aver messo i propri redditi on-line non cancella certo il privilegio. Tra ministri e sottosegretari i casi che mi fanno arrabbiare non sono pochi:

- Il più clamoroso come sappiamo è quello del sottosegretario ai rapporti col parlamento Antonio Malaschini che percepisce una pensione record di 519mila euro l'anno, che si somma al compenso di quasi 190mila euro come sottosegretario, per un totale di quasi duemila euro al giorno!!

- Il sottosegretario alla Salute Adelfio Elio Cardinale somma due pensioni, una da medico e una da docente universitario per un totale di 8500 euro al mese a cui somma il compenso come sottosegretario

di Fausto Carotenuto -"Una rete d'Amore - Coscienza in rete"


Val di Susa: vogliono far passare un principio amorale. Noi ribadiamo la Verità: nessuno è sacrificabile a favore di altri.


La maggior parte del quadro politico e della stampa sostiene la giustezza della TAV. Questo ovviamente è discutibile, e noi pensiamo che non sia vero. Ma c’è qualcosa di ancora più grave nelle posizioni che vengono fatte apparire come maggioritarie. Qualcosa di così grave che paradossalmente nessuno ne parla: viene dato per scontato che, anche se i valsusini avranno dei danni di un qualche tipo, morali, materiali, di salute, al paesaggio…  si devono adattare.


Si devono arrangiare…
Fausto Carotenuto


Il bene della nazione, il bene dell’Europa intera è superiore a quello di una piccola comunità. E quindi le aspirazioni, la salute, il territorio, il paesaggio dei valsusini si possono tranquillamente sacrificare.


Le facce di bronzo che sostengono questa tesi, come se fosse la più sensata e la più giusta del mondo, si susseguono in televisione e nei vari media.


Ma si tratta di una posizione amorale, antiumana.  

Il dossier della violazione dei diritti umani negli Stati Uniti (1)
Gentili ascoltatori, a partire da oggi vi presenteremo una breve serie di approfondimenti che riportano in maniera concisa le questioni più scottanti riguardanti la violazione, ordinaria e sistematica e spesso sponsorizzata dal governo, dei diritti umani negli Stati Uniti. A tra poco! Il concetto di diritti umani ha una lunga storia. Molto prima la nascita di Cristo, la prima carta internazionale dei diritti umani, venne dichiarata da Ciro, re di Persia, dopo la conquista di Babilonia. Ciro in questa carta enumera una serie di diritti per il popolo di Babilonia: “Voglio fermamente la pace a Babilonia. Il popolo e` libero di manifestare il suo credo religioso”. 
Nella storia contemporanea fino alla fine della seconda guerra mondiale, il concetto di diritti umani, non e` stato mai messo in considerazione nelle organizzazioni internazionali. Dopo i crimini di Hitler, Stalin ed il bombardamento di Hiroshima e Nagasaki, la questione dei diritti umani entro` nel glossario politico dell’Occidente. Circa 120 milioni di persone vennero uccise da questi crimini, perciò dopo il 1948, sono stati raggiunti internazionalmente accordi sui diritti dell’ uomo che sono stati inseriti uno dopo l’altro. Nel 1948 dopo la Costruzione delle Nazione Unite, fu approvata la Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo. La dichiarazione riconosce il diritto alla vita, alla libertà dalla schiavitù e all’uguaglianza di fronte alla legge.
Nel Patto Internazionale sui Diritti Civili e Politici, gli stati membri si impegnano a proteggere i diritti di tutto i popoli residenti nelle loro terre, contro le discriminazioni basate sul sesso, l’etnia o la religione.

"Un tempo chi lavorava tutta la vita maturava il diritto di passare la vecchiaia in una situazione di tranquillità, poteva dedicarsi ai nipotini, ai quali usava concedere la "paghetta settimanale"...


Presto la vecchiaia invece si dovrà passare lavorando, o comunque arrancando per arrivare a fine mese... nipoti da accudire non ce ne saranno nella maggioranza dei casi, perché fare figli sta diventando un lusso che non tutti possono permettersi, e comunque l'età in cui vengono fatti è tale che per vedere i nipoti occorre almeno essere longevi, cioè la fortuna di non ammalarsi di una delle tante malattie causate da inquinamento, alimentazione avvelenata da conservanti/ormoni/pesticidi, etc. etc..."

Francesca T. per nocensura.com




(ASCA) ''Anche se i dati dell'Istat ci hanno tranquillizzato, il peggio e' previsto per quest'anno. Se nel 2011 la pressione fiscale si e' attestata al 42,5%, per il 2012 e' prevista una crescita esponenziale che portera' il nostro carico fiscale a toccare il 45%. Un vero e proprio record che mai toccato nella storia recente del nostro Paese''. A lanciare l'allarme e' il segretario della CGIA di Mestre, Giuseppe Bortolussi, che ha analizzato sia l'andamento della pressione fiscale registrata in Italia in questi ultimi 30 anni, sia il trend previsto per il prossimo biennio. ''Con l'introduzione dell'Imu, il ritocco all'insu' delle addizionali regionali Irpef, l'aumento delle accise sui carburanti, l'incremento dell'Iva e l'aumento del prelievo sui titoli di Stato - conclude Bortolussi - saremo costretti, nostro malgrado, a diventare uno dei popoli piu' tartassati d'Europa''. Analizzando la serie storica elaborata dalla CGIA, solo quest'anno supereremo il record realizzato nel 1997: anno in cui la pressione fiscale raggiunse il 43,4%. Infine, tra il 1980 ed il 2011 il carico fiscale su famiglie ed imprese e' aumentato di 11,1 punti percentuali: una vera e propria impennata.

fonte


Coisp, il Sindacato Indipendente di Polizia, con il suo Segretario Generale Franco Maccari, ha sporto querela presso la Procura della Repubblica di Torino per il reato di diffamazione contro il segretario del Partito di Rifondazione Comunista Paolo Ferrero e contro il leader No-Tav Alberto Perino, per le dichiarazioni rilasciate in seguito all'incidente accaduto in Val di Susa al manifestante Luca Abba', caduto da un traliccio dell'alta tensione sul quale si era arrampicato.

Il COISP, si legge in un comunicato, ''giudica il contenuto delle dichiarazioni di Ferrero e Perino, oltre che falso e privo di fondamento, gravemente offensivo e lesivo dell'onore della Polizia di Stato e dei suoi Operatori''.

Sia a Ferrero sia a Perino vengono contestate dichiarazioni che attribuiscono alla Polizia la responsabilita' della caduta dal traliccio di Luca Abba'.


fonte: ASCA

Alberto Perino, storico leader del
Movimento "No Tav"
Il segretario Comunista, Paolo Ferraro






CHI VIVE A ROMA NON SI PERDA QUESTO EVENTO... 

L'ingresso è ovviamente gratuito, i dibattiti molto interessanti, ed è un'ottima occasione per conoscersi... tre validi motivi per partecipare, a fronte di zero motivi per non farlo :-)

Saranno presenti il Portavoce di nocensura.com Alessandro Raffa e altri collaboratori del blog

PROGRAMMA:
11,00-11,30: Fabrizio Zani: Bambini e psicofarmaci
11,30-12,00: Dibattito
12,00-12,45: Solange Manfredi: dal trattato di Versailles a quello di Lisbona
12,45-13,30: Dibattito
13,30-14,40: Buffet fruttariano con le famose lasagne fruttariane e la torta fruttariana
14,40-15,40: Pino Strano: Relazione sulla Democrazia Diretta
15,40-16,00: Alessandro Raffa: la censura mediatica
16,00-16,45: Salvatore Tamburro: presentazione del libro "NON é CRISI é TRUFFA!”
16,45-17,30: Alfonso Luigi Marra: aspetti psicoanalitici del signoraggio
17,30-18,30: Dibattito

Domenica 4 marzo 2012 - ROMA - Presso il Club REWILD (Via Giovannipoli 18)

Evento promosso da "EdizioniSi" e "Collana eXoterica" dell'amico Massimiliano Max Gaetano





Un rituale ossessivo costringe ogni mattina decine di persone a presidiare con i picchetti centinaia di famiglie sfrattate.
Questa mattina è stata la volta di una giovane famiglia magrebina, residente in un "anfratto" in Via de'Macci 50, nel quartiere di Santa Croce.

Nonostante il "clima gelido" i soliti poliziotti pronti per lo'esecuzione, ufficiali Giudiziari, avvocati etc.
Dall'altra parte una cinquantina di aderenti al Movimento di Lotta per la Casa, All'Unione Inquilini e al Progetto Conciatori.

Lo sfratto è stato rinviato proprio in virtù di una PRESENZA SOLIDALE di tante persone.

Rimane il silenzio complice delle istituzioni che non sanno cosa fare...e che inventano solo formule demenziali di micro contributi assolutamente inutili...
Resta la ferrea ARROGANZA dei PROPRIETARI che pìù ricchi sono e pìù arroganti restano...
Resta la linea della fermezza di una PREFETTURA complice con gli interessi della grande proprietà...

Una situazione che CHIAMA ALL'immediato blocco degli sfratti PERLOMENO PER UN'ANNO PER TUTTI E TUTTE.

...ASPETTANDO DOMANI..

GLI SFRATTATI DEL MOVIMENTO DI LOTTA PER LA CASA



fonte



Premesso che questo signore - che Beppe Grillo definisce "la faccia buona del cancro", in quanto sostiene che i "cancro-valorizzatori" non siano nocivi per la salute - a noi non piace e non nutriamo simpatia nei suoi confronti, pubblichiamo questo suo intervento a "Red Ronnie" dove illustra i danni derivati dal mangiare carne, i benefici dell'alimentazione vegetariana. e argomenti correlati: una delle poche volte che siamo d'accordo con lui e che riteniamo pronunci discorsi giusti. Certo la sua posizione sugli inceneritori, ma anche sul nucleare e sull'uranio impoverito le rigettiamo con forza.


circo_gran_bretagna_animali_esotici
Il Governo inglese ha pronunciato un secco no all’impiego di animali esotici nei circhi in territorio britannico. La risoluzione giunge dopo una campagna da parte degli animalisti iniziata sei anni fa, che lo scorso anno aveva portato alla presentazione presso il Parlamento di una proposta di legge volta a bandire dai circhi elefanti, scimmie, tigri, serpenti ed ogni animale selvatico costretto ai maltrattamenti più severi per il mero divertimento dell’uomo nel corso degli spettacoli circensi.
Restano ancora purtroppo al di fuori del decreto altri animali tradizionalmente impiegati nei circhi, che non rientrano tra le specie considerate esotiche. Ci riferiamo, ad esempio, ai cavali o ad animali domestici con cui noi tutti siamo abituati a convivere ed a considerare spesso al pari di amici di cui prenderci cura, come i cani. Si tratta certamente di un primo passo in avanti per l’Inghilterra, che è però ancora lontana da una nazione come la Grecia, a tutt’oggi al centro dell’attenzione dei media per ben altri motivi.

In alto il video che annuncia che TEPCO nei prossimi giorni inizierà una colata di 60 centimetri di cemento e bentonite, a 6 metri di profondità, che servirà a ricoprire i fondali del porto di Fukushima, come conseguenza dell’incidente nucleare alla centrale di Fukushima Daiichi. La decisione giunge dopo che è stata rilevata la presenza:
di materiali radioattivi concentrati in quantità elevate a seguito di campionamenti. Le radiazioni potrebbero diffondersi dal suolo marino e l’intenzione è di prevenirne la diffusione. Si userà un pavimento in bentonite e cemento come materiale di rivestimento del suolo marino poiché non influisce con l’habitat.
L’azienda prevede che la superficie interessata sarà di 70mila metri quadri vicino le prese d’acqua dei 6 reattori nucleari e così il fango e la sabbia contaminati presenti sul fondo marino dovrebbero essere in sicurezza per i prossimi 50 anni. La contaminazione da cesio è avvenuta a causa dell’acqua usata per raffreddare 3 reattori e che non essendo stata raccolta, nelle prime fasi dell’emergenza, fu riversata in mare.

fonte


biomassa
Ecomostri. Così definisce le centrali a biomasse Reteambienteparma, opponendosi alla costruzione di nuovi impianti, rei di contaminare la Food Valley, area di coltivazioni e di produzioni agroalimentari di pregio come il Parmigiano-reggiano Dop. Secondo quanto afferma Reteambienteparma, il digestato derivato dall’insilato di mais può contenere clostridi e sparso sul terreno contaminare il foraggio delle aree limitrofe alle centrali. Scrive Reteambienteparma:
Noi siamo contro tutte le centrali a biomasse che inceneriscono. Siamo contro quelle di grossa taglia come quelle che vogliono installare a Trecasali, a San Secondo e a Paradigna perché bruciare cippato di legna, sorgo erbaceo o scarti di macellazioni animali è gravemente inquinante e serve solo a speculatori per accaparrarsi gli incentivi prodotti dalla poca energia elettrica prodotta. Ma siamo contro anche alle piccole centrali a cippato che la Provincia vuole installare in montagna perché inquinanti, antieconomiche ed inutili per la gente e la loro economia disastrata.
il logo dell'OMS
L'Organizzazione Mondiale della Sanità subordinata alla lobby del nucleare? Articolo + video

Cristophe Elain è il rappresentante francese di Independentwho associazione no profit che lancia una precisa accusa attraverso la trasmissione televisiva TV5:

l’OMS- Organizzazione mondiale della Sanità- non è indipendente sulla questione nucleare.

E in proposito annuncia il Forum Scientifique et Citoyen sur la Radioprotection: de Tchernobyl à Fukushima il prossimo 12 maggio a Ginevra. Spiega Elain:
Le vere conseguenze sanitarie di Chernobyl e di tutte le attività nucleari sono state occultate. l’Organizzazione mondiale della sanità, autorità internazionale, è subordinata alla lobby del nucleare e ha abdicato tutte le responsabilità nell’ambito di radiazioni e salute. Con la catastrofe di Fukushima è più urgente che mai che cittadini e studiosi indipendenti assumano assieme la responsabilità delle ricerche e delle informazioni in questo settore critico della sanità pubblica.

Christophe ELAIN - Nucléaire : l'étrange silence… di TV5Monde


fonte


Ha dell'incredibile la storia scoperta dalla Polizia della capitale in un appartamento in via del Pigneto nella capitale.

Gli agenti del commissariato Porta Maggiore erano intervenuti sul posto per sedare una lite familiare e subito si erano accorti dello stato di degrado in cui versava l'abitazione: i muri sporchi e a terra immondizia, stoviglie, cibo ed escrementi.  Qualche minuto dopo gli uomini della Polizia si sono fatti aprire una stanza dai presenti, una coppia di anziani e una coppia più giovane con un bimbo di 4 mesi, da dove provenivano dei lamenti. E qui la drammatica scoperta. All'interno c'era un uomo di 30 anni tenuto da anni in uno stato di totale abbandono perchè affetto da problemi psichici. L'uomo sofferente di schizofrenia viveva in una camera dove regnava la sporcizia e alla cui finestra c'erano le sbarre, esattamente come in una cella di prigione.

Successivamente la donna, 22enne e il piccolo di 4 mesi sono stati affidati ai servizi sociali del VI municipio, mentre il disabile psichico, è stato ricoverato nel reparto psichiatrico dell'ospedale San Giovanni. Nel frattempo sono  in corso le indagini del commissariato Porta Maggiore per accertare le responsabilità di questa vicenda allucinante.

fonte


Due docenti universitari misurano le radiazioni a Tokyo
Malgrado gli avvenimenti nucleari del 1945 il Giappone è una terra ben poco radioattiva; presenta una media nazionale pre-fukushima di 0,029 µSv/h su una media mondiale stimata a 0,05 µSv/h. Dunque per testare la radioattività a Tokyo il professore Yukio Hayakawa docente di geologia e vulcanologia all’università di Gunma ha percorso a piedi, munito di dosimetro e radiometro circa 7 Km nel quartiere di Kashiwa, nel nord -est della capitale giapponese. Le misurazioni, tappa per tappa sono disponibili qui. Ebbene la media rilevata dall’insieme delle misurazioni è stata di 0,30 µSv/h pari a 10 volte la media misurata nel 2010 e prima della catastrofe nucleare di Fukushima Daiichi
A Kashiwa appena fuori Tokyo e nella Prefettura di Chiba a novembre le analisi su terreno prelevato a 10 cm sotto il suolo davano 450.000 Bq/kg di cesio. Hayakawa inoltre ha pubblicato sul suo blog una carta comparativa tra le radiazioni di Fukushima Daiichi e quelle di Chernobyl, stabilendo che la dispersione di radio nuclidi è stata più importante a Fukushima nel 2011 che non a Chernobyl nel 1986.
Infine a tutto ciò si aggiunge la denuncia avanzata dal professore John Clammer che dalle pagine di oggi di The Hindu dichiara:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Seguici su Facebook

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi