Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

sabato 5 maggio 2012

Acquistare capi in cotone biologico potrebbe rappresentare non solo un gesto di attenzione verso il Pianeta e le sue risorse, ma anche di vera rottura con i criteri consumisti e economici attuali. Roba da consumatori critici insomma, che vuol dire tutto e non vuole dire niente però. E dunque molto ma molto più delle parole (mie in questo caso) possono le immagini di un docufilm dal titolo emblematico: Behind the label.
Il progetto è stato fortemente voluto e finanziato da italiani così come la regia di Sebastiano Tecchio. Dunque si racconta della produzione di cotone in India e di come 216.000 contadini in meno di un decennio si siano tolti la vita a causa dei debiti. Ma perché in India si è arrivati quasi al collasso di un sistema agricolo che ha retto per centinaia di anni? Leggo dalla sinossi di Behind the label:
L’ ex-direttore commerciale di Monsanto India - Tiruvadi Jagadisan - racconta come l’azienda, per affermarsi sul mercato indiano, abbia negli anni ’90 introdotto illegalmente semi con un gene in grado di rendere sterili le varietà locali, e poi - dal 2002 con semi geneticamente modificati - ha acquistato, passo dopo passo, un monopolio di fatto quasi totale del mercato. Oggi i semi di cotone Ogm sono distribuiti a carissimo prezzo da aziende indiane, che versano le royalties alla Monsanto: ciò che all’inizio costava 9 rupie al chilo, oggi viene comprato a 4000 rupie da contadini poveri o poverissimi.
A smentire il lavoro riportato nel docufilm un articolo di un anno fa di Dario Bressanini che spiega perché il cotone OGM si sia, al contrario, rivelato la vera soluzione per i coltivatori di cotone indiani, portando salute e ricchezza.
A me oltre ogni possibile pregiudizio sorge una riflessione: com’è che Monsanto e in genere le multinazionali Biotech sono sempre più ricche e i contadini che usano i loro semi non sembrano essere né ricchi e né in salute?

fonte



fonte: flickr di fermaregreenhill
Ci siamo iscritti alla mailing list del sito www.fermaregreenhill.net per ricevere tutti gli aggiornamenti direttamente nella mailbox: in questo modo saremo sempre in grado di darvi notizie fresche e aggiornate sulle iniziative del comitato contro il canile lager. Di seguito pubblichiamo la mail che abbiamo ricevuto in vista delle manifestazioni che avranno luogo l'8 Maggio in Italia e nel mondo. 


Lo staff di nocensura.com
- - - - -
8 MAGGIO – GIORNATA MONDIALE CONTRO GREEN HILL E LA VIVISEZIONE
---------------------------------------------------------------

Martedì 8 maggio sarà una giornata ricca di attenzione e partecipazione. Per la prima volta ad aderire ad una giornata contro questo allevamento-lager saranno attivisti e attiviste di 20 diversi paesi in 4 continenti, oltre a più di venti città italiane, con iniziative in costante aggiornamento. Mai si è parlato così tanto di vivisezione, mai si è potuto far sapere a tutti degli orrori dei laboratori. Questo è un momento storico senza precedenti. Non far mancare il tuo appoggio! Dovremo essere veramente tantissimi in ogni piazza d’Italia!

Vi segnaliamo in fondo a questo messaggio la lista delle iniziative a cui partecipare e dare il proprio contributo, ma vi invitiamo a seguire con attenzione la pagina del nostro sito e il nostro evento facebook, in modo da poter trovare tutti i nuovi appuntamenti.




INCREDIBILEEEEEEE !!!
RENZO BOSSI HA DICHIARATO "VOGLIO ANDARE A ZAPPARE LA TERRA" !!! Finalmente ha fatto un discorso intelligente!!! Quando ho visto l'articolo credevo fosse un pesce d'Aprile... invece è proprio cosi... pubblicato il 3 Maggio da TGCom controllate voi stessi: http://www.tgcom24.mediaset.it/politica/articoli/1044844/renzo-bossi-lascia-la-politica-ora-voglio-andare-a-zappare-la-terra.shtml

ahahahahah In bocca al lupo Trota!!! Finalmente il posto che ti meriti :-D


staff nocensura.com



Oggi 5 Maggio 2012 il Giappone spegne il suo ultimo reattore nucleare. La Hokkaido Electric Power disattiverà l'unità n.3 della struttura di Tomari, l'ultima centrale nucleare attiva delle 54 giapponesi. Complimenti al Giappone. Fukushima ha evidentemente insegnato... fonte

- Vedi anche: FUKUSHIMA, LE VERITA' NASCOSTE: ecco il dossier più completo
Uno dei più completi dossier sul disastro nucleare di Fukushima: "LA STRAGE DIMENTICATA" dove DOPO OLTRE UN ANNO L'EMERGENZA è TUTT'ALTRO CHE RIENTRATA. Ecco un po' di notizie censurate dai mass media, l'evoluzione dei fatti e l'esposizione delle teorie di chi crede che l'incidente potrebbe essere stato provocato deliberatamente per "fermare" il Giappone...

staff nocensura.com


Bella iniziativa del Prefetto e dei Commissari prefettizi di San Giuseppe Vesuviano (NA) comune sciolto per infiltrazioni mafiose; chi denuncerà il racket non pagherà le tasse per 3 anni. Ma se lo stato non offrirà garanzie, questo non sarà sufficiente, perché in certi posti, chi denuncia la camorra, rischia "di non pagare le tasse mai più"...per altri motivi... ed è questo che alimenta l'omertà. Lo stato deve difendere chi, con coraggio, denuncia le organizzazioni di stampo mafioso. Staff nocensura.com


Chi denuncia la camorra per racket o usura non pagherà le tasse comunali per 3 anni. Succede a San Giuseppe Vesuviano, in provincia di Napoli, comune sciolto per collusioni con i clan nel 2009. “Un segnale importante – spiega il prefetto Cinzia Guercio, alla guida dell’amministrazione – che servirà a spronare un rientro nella legalità”. Secondo i commissari prefettizi di San Giuseppe Vesuviano, la malavita organizzata, che qui è riconducibile prevalentemente al clan Fabbrocino, è penetrata così tanto nella vita del paese da esserne divenuta quasi una parte integrante. Per questo si è reso necessario un provvedimento forte e simbolico per sradicare la logica del racket dal tessuto economico della cittadina. E a chi teme che questa scelta svuoterà le casse comunali il prefetto risponde con serenità: “Abbiamo vari introiti, non si preoccupassero i cittadini. E’ più importante che le estorsioni non avvengano più”

fonte: Il Fatto Quotidiano


Articolo del 05/05/2012

Il Westfield Marriott Washington Dulles Hotel dove i Bilderbergs terrano il loro raduno annuale dal 31 Maggio al 3 Giugno 2012


Chi pensava che il luogo del raduno annuale del gruppo Bilderberg sarebbe stato scelta in coincidenza con le elezioni presidenziali americane di quest'anno sembra essere stato accurato dato che molto probabilmente Bilderberg terrà il suo raduno a Chantilly in Virginia, dal 31 maggio al 3 giugno 2012.
Le voci che davano Haifa in Israele come la posizione della conferenza sembrano essere state fuorviatiIl Westfield Marriott Washington Dulles Hotel è stato sede della riunione del Bilderberg nel 2002 e nel 2008 e non è possibile prenotare da Giovedi 31 Maggio fino al 3 giugno sebbene abbia molte camere disponibili il che suggerisce che quasi certamente ospiterà il cruciale Bilderberg meeting del 2012.

"C'erano molte possibilità che in un anno elettorale il volto non-così-pubblico della continuità Bormann NATO P2 - altrimenti conosciuto come la conferenza Bilderberg - avrebbe avuto luogo negli Stati Uniti", sottolinea Tony Goslingnoto seguace Bilderberg.


Dopo le scene dello scorso anno a St. Moritz in Svizzera, dove i membri del Bilderberg si sono confrontati direttamente con manifestanti dopo la bizzarra decisione di fare una 'passeggiata nella natura' giù per la montagna al loro albergo, ora ci si aspetta che la sicurezza attorno alla conferenza di quest'anno sia notevolmente più stretta. Infatti il posto è ideale dato che si trova a soli 14 Km di distanza dall’Aeroporto di Washington Dulles e le misure di sicurezza sono altamente predisposte anche dal fatto che l’Hotel è circondato da un fitto recinto di alberi che lo nascondono rendendolo quasi non vedibile agli occhi dei non-autorizzati.


L’Hotel ha 324 camere e 12 Suite e ci saranno circa 120 persone al raduno, tutti appartenenti alle lobby segrete di industriali, militari, banchieri, case farmaceutiche, leader accademici e personaggi chiave dei media. La decisione dei Bilderbergs di tenere la conferenza negli Stati Uniti è direttamente collegata con il ruolo chiave che questi personaggi hanno nell'influenzare le elezioni presidenziali del 2012.
Alcuni punti dell'ordine del giorno dell'agenda Bilderberg 2012 sono stati fatti trapelare da Jim Tucker e Mark Andersonreporters del Bilderberg per American Free Press:
- Ridefinire un nuovo ruolo per la NATO;
- Far sì che la Germania investa di più nella NATO e abbia un più grande ruolo militare in essa;
- Creare un Dipartimento Mondiale del Tesoro;
- Una guerra con Israele coinvolto;
- Ampliare l'influenza Bilderberg nelle economie crescenti come la Cina, Australia e Nuova Zelanda che si riallaccia con una partnership Trans-Pacifica.



Fonte: http://bilderbergconferences.com/2012/bilderberg-2012-location-and-date-confirmed-chantilly-virginia-in-us-from-may-31st-to-june-3rd/


fonte


Uno dei più completi dossier sul disastro nucleare di Fukushima: "LA STRAGE DIMENTICATA" dove DOPO OLTRE UN ANNO L'EMERGENZA è TUTT'ALTRO CHE RIENTRATA. Ecco un po' di notizie censurate dai mass media, l'evoluzione dei fatti e l'esposizione delle teorie di chi crede che l'incidente potrebbe essere stato provocato deliberatamente per "fermare" il Giappone... 

staff nocensura.com

- - - - -
fonte: http://dioni.altervista.org/Fukushima.html

Tonnellate di pesci morti nel porto di Ohara in Giappone

Una scena apocalittica si è presentata davanti agli occhi degli abitanti della città portuale di Ohara nella prefettura di Chiba in Giappone. Sono state rinvenute tonnellate e tonnellate di sardine morte lungo le rive del litorale marittimo, una visione inquietante, ed uno odore di marcio pervade tutta la zona. Secondo le notizie, il macabro evento è avvenuto tra il 3 e 4 giugno momento in cui la situazione appariva totalmente fuori controllo. Continua a leggere

Tonno Radioattivo pescato negli USA

La rivista scientifica americana PNAS, Proceedings of the National Academy of Sciences of the United States of America, ha pubblicato il 29 maggio nel suo sito online un articolo in cui afferma che dopo il disastro nella centrale nucleare giapponese di Fukushima, tonni radioattivi sono approdati sulle coste americane attraversando il Pacifico dal Giappone.
Cinque mesi dopo il disastro Fukushima, Fisher della Stony Brook University di New York e un tem dell'Università di Stanford hanno deciso di analizzare alcuni tonni del Pacifico che sono stati catturati al largo della costa di San Diego. Con loro grande sorpresa tutti i campioni di tessuto, provenienti dai 15 tonni catturati, contenevano elevati livelli di due sostanze radioattive: ceiso-134 e cesio-137. Continua a leggere

Fukushima: "L'intero emisfero settentrionale sembra perduto"

Ad oltre un anno dal disastro nucleare aumentano le preoccupazioni su quel che potrebbe ancora accadere nella centrale nucleare.
L'instabilità della piscina di raffreddamento del reattore 4, dove il combustibile esaurito ha 10 volte più cesio-137 radioattivo di quello scaricato nell'atmosfera dalla tragedia nucleare di Chernobyl nel 1986, è preoccupante. Alla fine del 2011 il governo giapponese aveva annunciato che i liquidatori della Tokyo electric power company (Tepco) erano riusciti ad ottenere l'arresto a freddo dei tre reattori danneggiati, ma i bacini di stoccaggio delle scorie sono ancora a rischio e questo significa che la crisi nucleare è ancora lontana dall'essere conclusa.  Il sistema di raffreddamento serve ad impedire la fusione del materiale radiattivo costituito dal combustibile esaurito. Continua a leggere

di Alessandro Raffa per nocensura.com

Il 17 Aprile abbiamo pubblicato l'articolo "I beni della "Democrazia Cristiana", tra cui 585 immobili venduti illegittimamente" riportando quanto spiega un documento pubblicato dall'Avvocato Alfonso Luigi Marra sul suo sito, che allegava anche le sentenze in oggetto: (Sentenza 1305/09 Corte Appello di Roma Sentenza 25999/10 Cassazione Sezioni Unite).


L'articolo illustra - sentenze alla mano - come ben 585 proprietà immobiliari, molte delle quali di grande valore, di proprietà della "vecchia" Democrazia Cristiana - partito che ha governato l'Italia ininterrottamente per mezzo secolo - siano state VENDUTE ILLEGITTIMAMENTE. 


Una notizia bomba, una sentenza che a rigor di logica non può certo passare inosservata... E INVECE LA NOTIZIA è STATA TACIUTA INCREDIBILMENTE!!! Viene da chiedersi come sia possibile. 

Di scandali "politico-immobiliari", negli ultimi anni, ne sono emersi diversi: dalla casa romana di Scajola comprata a sua insaputa, fino alla ristrutturazione della villa di Bossi a Gemonio (Varese) ristrutturata a sua insaputa, passando per la casa a Montecarlo che Giancarlo Tulliani, cognato del Presidente della Camera Gianfranco Fini, avrebbe acquistato... a sua insaputa.

MA QUI LA STORIA E' MOLTO PIU' RILEVANTE E GRAVE: si tratta di 585 - cinquecentottantacinque - immobili, molti dei quali di grande prestigio, venduti da chi - secondo la magistratura - non aveva titolo di farlo.

E TUTTO TACE. 
Nessun giornale, tv, testata giornalistica web, ha proferito parola sulla questione, così come nessun politico - di destra, centro, sinistra che sia - ha "osato" esprimere un giudizio, o chiedere qualche spiegazione.


E QUESTO "SILENZIO DI MASSA" - lo stesso silenzio che da sempre copre il signoraggio bancario - e altre "questioni scomode", per citarne un'altra, il MES: "Meccanismo Europeo di Stabilità" che in TV è stato descritto genericamente come "fondo salvastati", senza entrare nel merito del trattato, senza cioè dire ai cittadini che l'adesione al MES ci costerà 125.000.000.000€, ne che questo organo sovranazionale opererà al di sopra della legge e di ogni controllo democratico: visto che nessuno stato aderente ad esso potrà esercitare alcun controllo, violare le sedi e la privacy del MES, ne procedere contro di esso nel caso emergano irregolarità (che difficilmente emergeranno, visto che non può essere controllato) questione che abbiamo affrontato numerose volte, con video e articoli (potete richiamarli cercando "meccanismo europeo stabilità sul motore di ricerca interno del blog, posto sulla colonna destra) l'ultimo tra tanti "Perché il "MES" non è un "patto di stabilità" qualsiasi ma una dittatura"

Tornando alla questione degli immobili della "Democrazia Cristiana", il silenzio di certi partiti è dovuto a motivi facilmente intuibili: sono molti infatti gli ex esponenti della vecchia DC che oggi siedono sui banchi di PD, PDL, UDC, e questo probabilmente, è alla base del silenzio di questi partiti. Ma come mai non parlano nemmeno della questione nemmeno gli esponenti di IDV e Lega? "Sono rispettivamente legati e subalterni a PD e PDL" potrebbe farci notare qualcuno.

E BEPPE GRILLO?!? Il Movimento 5 Stelle?!? Come mai non ne parlano? Tra l'altro Grillo non ha parlato nemmeno delle altre questioni citate sopra, o meglio, di signoraggio bancario fino a qualche anno fa ne parlava, come dimostra questo memorabile intervento del 2005, ma da qualche anno a questa parte ha smesso di parlarne, come non parla più degli scandali delle "big pharma". Peccato, perché ora che il Movimento 5 Stelle è cresciuto avrebbe potuto fare moltissimo per questa causa. E anche del MES non ne ha parlato, o almeno non in modo approfondito.

QUESTI SILENZI PARLANO PIU' DI UN COMIZIO DI 2 ORE... QUESTI SILENZI DIMOSTRANO COME STANNO LE COSE... non c'è bisogno di dilungarsi ulteriormente, "a buon intenditor poche parole"... 


TRAETE LE VOSTRE CONCLUSIONI...


Alessandro Raffa per nocensura.com




venerdì 4 maggio 2012
Haier TechnologyHaier ha presentato all’IFA il prototipo di una tecnologia di riconoscimento delle onde celebrali che consente di cambiare canale e regolare il volume della TV con la forza del pensiero. Mindwave è il nome della particolare cuffia deputata della conversione delle onde cerebrali in impulsi elettrici talmente precisi da consentire di imporre mentalmente alla TV di cambiare canale, di abbassare il volume, o di scegliere un film da una lista.
Haier Technology, in collaborazione con NeuroSky, ha presentato all’IFA di Berlino il prototipo di un prodotto che dovrebbe consentire il controllo remoto della televisione tramite onde celebrali.
Mindwave è il nome della particolare cuffia deputata della conversione delle onde cerebrali in impulsi elettrici talmente precisi da consentire di imporre mentalmente alla TV di cambiare canale, di abbassare il volume, o di scegliere un film da una lista.
Insomma in un futuro prossimo non dovrebbe più essere un problema la perdita o la rottura del telecomando, perché per controllate la televisione basterà “usare la testa”. Il sistema è ancora in fase embrionale e la cuffia in plastica dura che è obbligatorio indossare sembra a prima vista poco confortevole.

L’INCHIOSTRO DI STAMPA APPLICATO ALLE CONFEZIONI AVEVA CONTAMINATO IL LATTE CONTENUTO ALL’INTERNO
Adesso le due multinazionali vengono condannate al pagamento dei danni a favore di due genitori. Accertato un danno di natura non solo alimentare ma psicologica. Secondo Altroconsumo la contaminazione era presente anche in altri prodotti.l giudice di pace di Giarre ha condannato la Nestlé Italiana e la Tetra pack international, al pagamento dei danni a favore dei genitori che avevano utilizzato latte Nidina per le loro due figlie.L’inchiesta prese l’avvio il 22 novembre del 2005 da un fascicolo aperto dalla Procura della Repubblica di Ascoli Piceno che sfociò nel sequestro, eseguito dal corpo forestale, di 30 milioni di latte per bambini. Il latte conteneva l’Itx un tipo di inchiostro, altamente tossico, utilizzato nella stampa sugli imballaggi da parte della Tetra Pak. Soddisfazione del Codacons, che annuncia la sentenza come “la prima di questo genere pronunciata in Italia”.
NON HA MAI SOFFERTO DI MALATTIE DEGNE DI NOTA ED AVEVA UN FISICO PERFETTO PER LA SUA ETA’
Fulla Nayak è morta di recente all’età di 125 anni fumando canapa indiana fino all’ultimo giorno della sua esistenza. Non ha mai sofferto di malattie degne di nota ed aveva un fisico perfetto per la sua età. Era nata a Kanapur, nello stato dell’Orissa, e sosteneva che la sua longevità era dovuta proprio al fatto di fare uso quotidiano della ganja.
VIVEVA CON LA FIGLIA PIU’ GIOVANE DI 92 ANNI
Viveva con la figlia più giovane di 92 anni, era popolare tra gli abitanti del suo villaggio, per l’amore che professava per la ganja, della quale faceva uso quotidiano, oltre al succo di palma e di tè caldo. Anche se il suo record di longevità non è stato mai accertato con certezza dagli esperti del Guinness dei primati, come si può vedere dalla foto la donna era certamente molto anziana, un duro colpo per le teorie dei proibizionisti.

fonte

Nota: l'articolo non intende in alcun modo "incentivare" l'uso di marijuana, la cui detenzione costituisce reato in Italia e in quasi tutte le nazioni del mondo. Spesso inoltre le sostanze stupefacenti vengono adulterate con sostanze gravemente nocive per la salute: la marijuana può essere trattata con ammoniaca e coltivata con fertilizzanti nocive. Staff nocensura.com




Una delegazione di Dignità Sociale ha partecipato questa mattina alla manifestazione dei parenti delle persone che si sono tolte la vita per le pressioni di Equitalia. La manifestazione è stata organizzata dai parenti delle vittime con in testa Tiziana Marrone, moglie dell'imprenditore che si è dato fuoco davanti alla sede di Equitalia di Bologna. Dignità Sociale domenica 6 maggio ha organizzato una manifestazione, dedicata alle persone che si sono suicidate e ai loro parenti. La manifestazione si svolgerà a Latina, a cominciare dalle ore 18:00. 


Gabriele Baldarelli - Movimento Dignità Sociale
- - - - -
di seguito l'articolo pubblicato dall'agenzia di stampa AGI:


(AGI) - Bologna, 4 mag. - Gli imprenditori che si suicidano "non sono esaltati, ne' pazzi, ne' depressi. Prendono atto della situazione e decidono di farla finita, sono disperati": cosi' Tiziana Marrone, vedova dell'imprenditore che si e' dato fuoco davanti all'Agenzia delle Entrate di Bologna. Marrone e' una delle promotrici della prima marcia nazionale delle bandiere bianche in ricordo delle vittime della crisi economica. "E' ora di fare qualcosa - ha scandito la vedova - per questi imprenditori. Le piccole e medie imprese sono la spina dorsale di questo Paese".
Il libro di Hitler in libera vendita? Dal 2016 non lo si potrà più impedire, poiché la Baviera perderà l'esclusiva sull'opera. Ma in vista di probabili speculazioni commerciali, il Libero Stato pubblicherà una propria edizione commentata.

Il diritto d'autore su Mein Kampf di Adolf Hitler appartiene alla Baviera fino al 31 dicembre 2015. Dopo, il Land non potrà vietare ad altri di riproporlo al pubblico, perciò fin d'ora intende parare il colpo con una propria edizione, corredata di commento scientifico. Il 24 aprile si è tenuta una tavola rotonda, ha detto il ministro bavarese delle Finanze, Markus Soeder -un incontro per demistificare l'opera e contestualizzarla, nel timore che, scaduto il copyright, s'innesti un processo di "maggiore diffusione del libro tra i giovani".
Oltre al testo classico rielaborato scientificamente, l'Istituto di Storia Moderna di Monaco dovrà occuparsi anche di un'edizione scolastica, per indurre gli studenti a confrontarsi criticamente con l'opera di propaganda. "In tutte le pubblicazioni vogliamo chiarire l'assurdità dei contenuti, che però hanno portato a conseguenze fatali", dice Soeder.
La versione scolastica del testo, finanziata dal ministero delle Finanze e della Scienza, conterrà commenti di studiosi in un linguaggio comprensibile per i giovani. Partendo dalla formulazione originale, si dovrà rendere evidente come quelle idee pericolose abbiano portato a una catastrofe mondiale.



Contro i test sugli animali, performance-choc in vetrina
Seviziata e umiliata per dieci ore nella vetrina di un negozio londinese: davanti agli occhi inorriditi dei passanti e con indosso solo una tuta color carne, la 24enne Jacqueline Traide si è volontariamente sottoposta ad una lunghissima sequenza di test comunemente effettuati su animali nel campo dei prodotti cosmetici. Alla ragazza, fra le altre cose costretta con la forza ad ingerire poltiglie con la bocca spalancata da un divaricatore, sono anche state iniettate sostanze irritanti negli occhi. Una dura dimostrazione, allestita nella vetrina di un negozio della catena Lush, specializzata in cosmetica non testata sugli animali

fonte: "la Repubblica"



Una coraggiosa tv locale domanda a Tremonti "che cos'è il signoraggio bancario?", lui - pur non negandolo, come fanno alcuni - risponde con un giro di parole che "dice tutto ma non dice niente"...

E tu sai cos'è il SIGNORAGGIO? Se vuoi saperne di più cerca "signoraggio" sul motore di ricerca interno posto sulla colonna destra del nostro blog http://www.nocensura.com - puoi cercarlo anche attraverso i motori di ricerca, ma fai ATTENZIONE ai risultati: sul web ci sono alcuni siti che ne parlano in modo VOLUTAMENTE FUORVIANTE, per confondere le idee ai cittadini sul fenomeno che è alla BASE del debito pubblico di praticamente tutte le nazioni - ricche e povere - del MONDO! Come dice l'avvocato Marra, che da sempre contrasta il signoraggio, esso è "più difficile da credere che da capire"....

staff nocensura.com


di Salvatore Garzillo

Il legale Gennaro De Falco, conosceva l'agente immobiliare che si è tolto la vita, non difenderà più l'Agenzia delle Entrate. La decisione del legale non vuole più saperne di tasse, cartelle, esazioni. Dice: "Equitalia ha messo in moto un meccanismo diabolico che sta distruggendo famiglie e imprese".


Si chiama De Falco l’ultimo eroe nazionale. Gennaro De Falco. Proprio come quel Gregorio divenuto simbolo della tragedia della Costa Concordia, l’ufficiale del «vada a bordo, cazzo!» gridato a capitan Schettino. Gennaro De Falco è un avvocato napoletano di 55 anni, e per un anno e mezzo ha lavorato per Equitalia, l’iceberg che sta mandando a picco l’Italia e gli italiani. Dopo il suicidio di Diego Peduto, l’agente immobiliare partenopeo strozzato dalle cartelle esattoriali, De Falco ha deciso di fare un passo indietro e abbandonare l’agenzia.


Incredibile. Il video illustra come alcuni poliziotti penitenziari, che è emerso fossero soliti massacrare di botte i detenuti senza alcun motivo, semplicemente "per passatempo, per svagosotto effetto di superalcolici e sostanze stupefacenti, sono finiti sotto processo: ma il giudice li assolve. La motivazione? "Il reato configurato per questi fatti è la tortura: ma in Italia non è prevista come ipotesi di reato" ASSOLTI. Incredibile... (non potevano condannarli per violenze?)

staff nocensura.com


"Azione dimostrativa" secondo il procuratore capo Massimo Meroni. Per Martinelli verrà chiesto la convalida dell'arresto. L'ostaggio "Ho avuto fucile puntato addosso tutto il tempo, ma gli ho stretto la mano". Il carabiniere che ha mediato per sei ore: "Mi ha preso in simpatia, gli ho parlato in dialetto". Ufficio aperto regolarmente
Aveva un debito di circa 1000 euro Luigi Martinelli, l’uomo che ieri ha fatto irruzione nella sede dell’Agenzia delle Entrate di Romano di Lombardia (Bergamo) e ha tenuto in ostaggio i dipendenti. Lo ha spiegato Massimo Meroni, capo della Procura di Bergamo, nella conferenza stampa  in cui gli inquirenti e gl investigatori dell’Arma dei carabinieri stanno spiegando quanto avvenuto ieri. Il presidente del Consiglio Mario Monti aveva dato la sua disponibilità a parlare con il sequestratore visto che Martinelli, 56 anni, aveva chiesto di poter avere un colloquio con il premier e anche di parlare con la stampa. “E’ stato un episodio spiacevole – dice Meroni – che è è terminato ne migliore dei modi grazie all’intervento professionale dei carabinieri. E’ stata una vicenda senza ulteriore danni. Chiederemo la convalida dell’arresto e solo dopo l’interrogatorio potremo sapere il significato di questa azione che peraltro sembrerebbe dimostrativa”. Martinelli, che aveva un fucile, due pistole, coltelli e uno zainetto mimetico con circa un centinaio di proiettili, dovrà rispondere di sequestro di persona e anche della detenzione delle armi. “Una protesta dimostrativa” quindi per cui l’imprenditore rischia una pena molto alta: probabilmente tra i 6 e gli 8 anni. Il reato contestato è il sequestro di persona semplice e non quello a scopo di estorsione che prevede pene severe. Secondo gli accertamenti dell’Agenzia delle Entrate il “debito” del sequestratore si aggirava intorno ai 1000 euro, una cifra che appare non giustificare quella che il procuratore chiama “azione”. 

MILANO - Agli atti delle procure di Napoli e Milano c'è un diploma universitario che Renzo Bossi ha conseguito in Albania (guarda la foto). È stato trovato dalla Gdf nella cassaforte di Belsito dove era custodita la cartella «The Family». E il sospetto è che il corso sia stato pagato con i fondi della Lega. Si tratta di un diploma di laurea di primo livello, paragonabile probabilmente a una laurea triennale italiana: il «Trota» si è laureato in gestione aziendale alla facoltà di Economia aziendale della capitale albanese, sostenendo «29 esami» del corso di «gestione aziendale», acquisendo «180 crediti», che prevedono una percorso di studi di 3 anni.

TRE ANNI IN UNO - Il figlio del Senatur, però, stando anche alle prime analisi degli investigatori, avrebbe ottenuto la laurea in un anno circa. Renzo Bossi, infatti, ha preso il diploma di maturità in Italia nel luglio 2009 a 21 anni. Il certificato di laurea nella facoltà albanese reca invece la data del «29 settembre 2010» come conseguimento e dell«'8 ottobre 2010» come consegna dell'attestato. Sempre nel certificato, tutto in lingua albanese, Renzo Bossi è registrato col numero di matricola «482». Accanto la sua fotografia.
Il prof. Marescotti insieme a Fabio Matacchiera
Il prof. Alessandro Marescotti, Presidente di PeaceLink, uno dei più conosciuti e stimati ecologisti di Taranto insieme a Fabio Matacchiera, di cui è amico, risponde alle critiche avanzate nei giorni scorsi da alcuni lettori di Taranto che hanno criticato la candidatura di Angelo Bonelli. 


Taranto inquinata da morire. Perché abbiamo deciso di scendere in campo a sostegno di Angelo Bonelli

«Mi complimento per gli sforzi e i risultati ottenuti da Ilva. Attraverso i recenti dati clinici che ci giungono dalle Asl territoriali, emergono dati confortanti in relazioni alle malattie più gravi, patologie che non risultano in aumento, anche grazie al miglioramento dell'ambiente e della qualità dell'aria».
Con queste parole, comparse sulla rivista dell'Ilva "Il Ponte" dell'ottobre 2011, il sindaco di Taranto Ippazio Stefàno ha siglato la definitiva rottura con il movimento ambientalista che a Taranto da anni si batte contro l'inquinamento industriale.

E quando Nichi Vendola ha scelto come candidato sindaco proprio Ippazio Stefàno, senza consultare la società civile che da anni è protagonista di una mobilitazone importante, è nata una risposta politica che si è tradotta nella candidatura a sindaco di Angelo Bonelli, leader dei Verdi.
giovedì 3 maggio 2012
I fatti: UN UOMO ARMATO DI FUCILE è CHIUSO NELLA SEDE DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE DI "ROMANO DI LOMBARDIA" (BG) HA PRESO UN OSTAGGIO E MINACCIA IL SUICIDIO; Ancora non si sa quali siano le sue intenzioni né quante sono le persone che si trovano nell'ufficio assieme a lui. Sul posto gli agenti della questura di Bergamo.. (vedi articolo ANSA)




ECCO LA CRONACA DEI FATTI:


Un cinquantenne si è barricato all’interno della sede bergamasca dell’Agenzia delle Entrate. L’uomo tiene in ostaggio uno dei quindici impiegati.

Ore 21.35: il sequestratore si arreso uscendo dallo stabile. Aveva con se un fucile a pompa e due pistole. Non ha posto nessuna resistenza all’arresto. La storia, fortunatamente, finisce dopo sette ore di paura ma senza nessun ferito.

Ore: 21.20: Il sequestratore si è arreso, si chiama Luigi.

Ore: 21.02: Sky Tg 24 riferisce che l’ostaggio è stato liberato, Carmine Morando è stato portato in ospedale in stato di choc. Il sequestratore è ancora dentro con due mediatori dei carabinieri. Ed è ancora armato.

Pare proprio che gli alti prelati abbiano la passione per le auto lussuose; dopo il caso del cardinale che va in giro in Bentley - un modello da 200.000€ - ecco il Vescovo con la Rolls Royce, auto da sempre simbolo di ESTREMA RICCHEZZA, utilizzata dagli emiri e dalle "famiglie reali" di tutto il pianeta.
E POI CHIEDONO LE OFFERTE AI "FEDELI"... ALTRO CHE OPERE CARITATEVOLI... ricordatevelo quando vi chiedono di devolvere l'8 x mille alla Chiesa Cattolica; e prestate attenzione, perché se non esprimete nessuna preferenza (come fanno quasi tutti) l'86% dei vostri soldi finiscono alla chiesa; infatti i soldi di coloro che non esprimono preferenze vengono ripartiti in base alle scelte effettuate dalla minoranza che decide a chi destinare i soldi: e tra i pochi che decidono, l'86% sceglie la chiesa..


Antonio Bacherini per nocensura.com
- - - - -
di seguito l'articolo di Annalisa Dall'Oca per "Il Fatto Quotidiano"
La notizia diffusa su Facebook insieme a una fotografia. E subito è polemica: "In un periodo di austerità è un affronto"
Un’auto d’epoca del 1976, una Rolls Royce per la precisione. Così il vescovo emerito di Rimini, monsignor Mariano De Nicolò, ha raggiunto la chiesa di Bellariva, nella capitale della riviera, durante la giornata delle cresime. Per lo stupore di amici e parenti che attendevano, radunati davanti all’edificio, l’inizio della funzione religiosa. A raccontare la vicenda attraverso uno scatto subito pubblicato su Facebook è stato l’attore Carlo Frisi, e la fotografia ha fatto prontamente il giro del web, scatenando una vera ondata di polemiche.

di Michele Canziani per Net1News

MILANO - Vi ricordate di Luca Massari, il tassista 45enne che investì un cagnolino sfuggito al controllo della padrona e che fu massacrato a colpi di pugni e ginocchiate? La gente del quartiere dove si verificò il pestaggio ha paura di testimoniare contro Stefania Citterio (proprietaria del povero cucciolo), Pietro Citterio e Morris Ciavarella (fidanzato della ragazza), i tre imputati per la morte del tassista.

Vi ricordate di Luca Massari, il tassista 45enne che investì un cagnolino sfuggito al controllo della padrona e che fu massacrato a colpi di pugni e ginocchiate? La gente del quartiere dove si verificò il pestaggio ha paura di testimoniare contro Stefania Citterio (proprietaria del povero cucciolo), Pietro Citterio e Morris Ciavarella (fidanzato della ragazza), i tre imputati per la morte del tassista. Su 20 soltanto 4 si presentano al processo per l’omicidio del signor Massari.
Domani una delegazione di Dignità Sociale sarà presente a Bologna, insieme a molti artigiani e piccoli imprenditori colpiti dalla crisi alla Manifestazione organizzata dai familiari di due imprenditori che a causa delle difficoltà economiche hanno deciso di farla finita, Elisabetta Bianchi e Tiziana Marrone, vedova dell'artigiano che poche settimane fa si è dato fuoco davanti alla sede dell'Agenzia delle Entrate di Bologna, una notizia che ha shoccato l'Italia. E' vergognoso apprendere come la signora Marrone - come del resto tutte le famiglie colpite da disgrazie di questa portata - sia stata abbandonata a se stessa dalle istituzioni,  macchiate di enormi responsabilità di cui un giorno dovranno rispondere dinnanzi al popolo italiano. Noi ci saremo, e rivolgiamo un invito alla partecipazione a tutti coloro che hanno la possibilità di essere presenti, per esprimere solidarietà e vicinanza a questi concittadini che hanno pagato un dazio pesantissimo per questa crisi costruita a tavolino dalle oligarchie dell'alta finanza e dagli speculatori, che ne hanno scaricato gli effetti delle loro azioni sui cittadini. L'inizio della manifestazione è fissato per le ore 10:00 davanti all'Ospedale Maggiore di Bologna. Il popolo italiano non tollera più l'azione di questo governo che, sostenuto da tutta la classe politica massacra i cittadini senza alcun riguardo nei confronti di coloro che già in precedenza versavano in una situazione di difficoltà.
Gabriele Baldarelli - Dignità Sociale
- - - - -
di seguito l'articolo di Giovanni Stinco per "Il Fatto Quotidiano"
A Bologna si ritroveranno artigiani e piccoli imprenditori per la manifestazione organizzata da Tiziana Marrone: il marito si è dato fuoco davanti all'agenzia delle entrate. "Mi hanno lasciata sola, nemmeno una parola da parte delle istituzioni". Sarebbero 70 le persone che dall'inizio dell'anno si sono tolte la vita per problemi legati al lavoro

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi