Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Contenuti (tag)

varie democrazia leggi lobby casta editoriale governo esteri economia scandali fatti e misfatti salute mass media diritti civili giustizia ambiente USA sanità crisi centrosinistra centrodestra diritti umani povertà sprechi forze dell'ordine scienza libertà censura lavoro cultura animali infanzia berlusconi chiesa centro energia internet mafie europa riceviamo e pubblichiamo giovani OMICIDI DI STATO notizie banche carceri eurocrati satira immigrazione renzi scuola facebook euro grillo manipolazione mediatica guerra bilderberg pensione mondo signoraggio alimentari massoneria poteri forti Russia sovranità monetaria razzismo manifestazione finanza debito pubblico tasse israele siria disoccupazione UE ucraina travaglio agricoltura marijuana militari banchieri mario monti trilaterale califfo canapa germania geoingegneria ISIS terrorismo Grecia bambini obama vaticano Traditori al governo? big pharma inquinamento ogm palestina parentopoli napolitano enrico letta cancro vaccini tecnologia PD nwo equitalia Angela Merkel BCE armi austerity sondaggio umberto veronesi meritocrazia suicidi fini magdi allam nucleare cannabis m5s ministero della salute privacy video assad clinica degli orrori eurogendfor informatitalia.blogspot.it Putin marra sovranità nazionale staminali CIA bancarotta boston bufala droga monsanto prodi INPS elezioni fondatori del sito globalizzazione iene iraq politica troika evasione matrimoni gay nigel farage acqua anatocismo fmi nikola tesla società usura 11 settembre diritti draghi fisco fukushima golpe moneta pedofilia rothschild stamina foundation Aspen Institute FBI Giappone Onu africa alimentazione francia imposimato nsa ricchi terremoto torture Auriti Marco Della Luna adam kadmon aids attentati autismo bavaglio costituzione federico aldrovandi fiscal compact giuseppe uva lega nord nato petrolio roma servizi segreti sicilia slot machine sovranità individuale Cina Fornero Unione Europea borghezio casaleggio controinformazione corruzione crimea famiglie fed forconi giovanardi giustizia sociale goldman sachs influencer islam mario draghi mcdonald mes mossad pecoraro scanio propaganda proteste psichiatria rifiuti rockfeller sciopero spagna storia suicidio svendita terra turchia violenza virus aldo moro arsenico barnard bonino carne chico forti dittatura edward snowden elites false flag frutta inciucio india laura boldrini magistratura marine le pen no muos no tav nuovo ordine mondiale precariato prelievi forzoso privilegi prostituzione ungheria università vegan 9 dicembre Ilva Muos NASA Svizzera alan friedman alluvione chernobyl corte europea diritti uomo delocalizzazione dentisti diffamazione disabili donne ebola educazione elettrosmog esercito europarlamento farmaci gesuiti gheddafi hiv ignazio marino illeciti bancari illuminati informazione islanda latte legge elettorale marò microspia mmt ocse orban paola musu pensioni radioattività ricerca riserva aurea salvini sardegna sigaretta elettronica sigonella sindacati spread stati uniti stefano cucchi taranto telefono cellulare truffe online vegetariani veleni Alzheimer Chomsky Consiglio dei Ministri ETA Enoch Thrive Nichi Vendola PNL aborto aborto forzato affidamento amato anonymous anoressia antonio maria rinaldi argentina armeni arrigo molinari asteroidi baschi bersani bettino craxi bill gates bin laden boicottaggio boldrini brevetto btp by calcio cambiamento camorra carabinieri cervello chemioterapia cipro class action claudio morganti commercio di organi comunicazione contestazione controllo mentale corte dei conti cosmo cravattari crescita crocetta curiosità daniel estulin danilo calvani david icke davide vannoni degrado dell'utri denaro dentista denuncia disastro discriminazione diseguaglianza dogana domenico scilipoti dossier duilio poggiolini ebook egitto eroina etica eurexit fallimento fiat fido finanziaria fisica fisica quantistica follia fondi d'investimento genocidio ghiandola pineale giorgio gori girolamo archinà giuliano amato gold hollande ilaria alpi illiceità bancarie impresentabili indagini infermieri insetti interessi iran istruzione le iene libia lucio chiavegato luna malattie malta maratona mariano ferro mastropasqua meccanica quantistica melanoma messaggi subliminali messico metalli pesanti meteorite microchip microonde mistero mk ultra multe musica natura obbligazioni oligarchi omofobia oppt overdose papa francesco paradisi fiscali parkinson parma partito pirata patrimonio pena di morte pensiero positivo pesticidi phishing pianeti extrasolari piero grasso pizzarotti plastica polonia polverini pomodori portogallo pregiudicati presidente della repubblica prostata pubblica amministrazione quantum r-fid recessione regno di gaia riformiamo le banche rigore risveglio coscienze saddam sangue satana schiavi scie chimiche scippatori scoperto secessione senzatetto sert sfratto sisa snowden spammer speculazione spionaggio studenti tabacco tasso d'interesse teri terra dei fuochi tossicodipendenza trasfusioni trattato di velsen troll trust tsipras turismo twitter universo uranio impoverito uruguay vati verdura vessazioni veterinario bravo roma veterinario gianicolense vulcano wikipedia yellowstone
Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

sabato 4 maggio 2013
In Spagna sono numerosi gli 'eventi' dove vengono maltrattati, torturati e uccisi gli animali: iniziano a Gennaio, finiscono a Dicembre. Di seguito gli avvenimenti principali mese per mese...
 
Ricevuto da Alessio Farnetani
 

Gennaio Manganeses Polverosa (Castilla Leon). Una capra viva viene gettata dal campanile della chiesa.

Febbraio Villanueva de la Vera (Extremadura). Un asinello cavalcato dall’uomo più grasso del villaggio, attraversa il paese attorniato dalla folla isterica che lo picchia selvaggiamente. Mentre cammina danno fuoco ai suoi testicoli, lo fanno bere grappa, gli danno pugni e calci e finito il carnevale... finisce anche l'asinello!

Marzo Salas de los Infantes (Castilla-Leon). Polli e tacchini vengono uccisi a bastonate da ragazzi con gli occhi bendati, tra le urla della folla scatenata.

Aprile Tordesillas (Castilla-Leon). Un toro viene rincorso e massacrato a colpi di lancia da un centinaio di uomini a cavallo. Vince la “lancia d’oro” chi riesce ad atterrare l’animale e a tagliargli i testicoli, mentre il toro è ancora vivo e cosciente.

Maggio Benavente (Zamora). Diversi tori vengono strangolati lentamente con una corda legata al loro collo e tirata da 300 uomini.
Sono centinaia di migliaia gli agricoltori che si tolgono la vita per problemi lavorativi causati degli OGM: e sono in COSTANTE AUMENTO. Ne parlano anche i mass media mainstream, secondo i quali però i problemi che conducono al suicidio sarebbero riconducibili ai "cambiamenti climatici" e non gli OGM...

Di seguito un articolo di Repubblica.it dell'8 Aprile 2011 che quantifica in 200.000 il numero degli agricoltori che si è tolto la vita nella sola India; negli approfondimenti un articolo del Luglio 2012 che li quantifica in 250.000: e sicuramente, ad oggi, il numero è ben superiore ed in costante aumento...

Staff nocensura.com

Vedi anche:  

India, epidemia di suicidi tra agricoltori A rovinarli sono gli Ogm e i debiti
Negli ultimi dieci anni sono stati duecentomila a togliersi la vita. Tra le cause anche i cambiamenti climatici e la siccità che alterano l'andamento dei raccolti. Sono oltre 600 milioni i poveri, anche se ci sono più miliardari che in Gran Bretagna. Oxfam è tra le ong che operano in questo ambito
 

di EMANUELA STELLA - repubblica.it

ROMA - Sono duecentomila gli agricoltori che si sono suicidati in India negli ultimi dieci anni: colpa del cambiamento climatico, che nel subcontinente conosce una sorta di drammatica "prova generale", di una siccità durata dieci anni, ma anche della diffusione a tappeto degli ogm. La cifra, che lascia sgomenti, è una estrapolazione dei dati ufficiali, ma secondo il giornalista Palagummi Sainath, che si occupa da anni di temi della povertà,  il fenomeno ha assunto le dimensioni di una vera epidemia, e il numero degli agricoltori che decidono di concludere tragicamente la propria vita (spesso ingerendo pesticidi, una fine orribile) è molto superiore: talvolta ad uccidersi sono diversi membri della stessa famiglia.
Somalia 258mila morti per carestia 2011  meta  erano bimbi

(AGI) - Nairobi, 2 mar. - E' di 258mila morti il bilancio della terribile carestia che ha afflitto la Somalia tra l'ottobre del 2010 e l'aprile del 2012. E' quanto emerge da un rapporto congiunto della Fao e della Ong americana Famine Early Warning Systems Network, in cui si precisa come meta' delle vittime fossero bambini con meno di 5 anni di eta'.
 
Il bilancio e' molto peggiore di quello che si temeva all'epoca della crisi alimentare nel Paese del Corno d'Africa ed e' persino piu' grave rispetto alla tragica carestia del 1992, quando morirono 220mila persone e la comunita' internazionale intervenne con l'operazione Restore Hope. La Somalia e' stato il Paese piu' colpito della terribile siccita' che, a cavallo tra il 2010 e il 2012, ha interessato piu' di 13 milioni di persone in tutto il Corno d'Africa. .


Fonte: AGI

Tratto da: http://terrarealtime.blogspot.it/2013/05/somalia-258mila-morti-per-carestia-2011.html

-
Vedi anche: Goldman Sachs e le speculazioni sulle carestiePANE e SPECULAZIONE
TARANTO – Riceviamo e pubblichiamo una nota stampa di Fabio Matacchiera, presidente del Fondo Antidiossina onlus.
 
“Pochi giorni fa, per un caso fortuito,  ho conosciuto un necroforo del cimitero di Taranto (addetto al seppellimento ed alla esumazione delle salme). Averlo incontrato e conosciuto, ha stuzzicato fortemente la mia curiosità, tanto da fargli molte domande incentrate anche sui particolari di quello “strano” lavoro e sulla questione relativa alla impossibilità di poter seppellire i defunti nel cimitero adiacente all’Ilva. Si ricordi che è solo di pochi giorni fa la notizia pubblicata da tutti giornali relativa all’alto tasso d’inquinamento dei terreni, tanto da costituire un pericolo per la salute  per chi li scava e li smuove. Il necroforo che ho conosciuto, che mi ha dato l’impressione di essere un uomo distinto e posato, mi ha fatto alcune incredibili confidenze che mi hanno fortemente scosso, tanto da indurmi a fare alcuni approfondimenti e alcune ricerche che, tuttavia, andrebbero confermate ed ulteriormente avvalorate, soprattutto da parte delle autorità sanitarie ed in primis dal Sindaco di Taranto che mi sembra impossibile non sia a conoscenza di tutta questa storia.Veniamo ai fatti! Il necroforo mi ha riferito che le celle frigorifere dell’ospedale SS. Annunziata di Taranto sarebbero piene di arti e resti di persone viventi che hanno subito amputazioni ed interventi chirurgici di tale tipo).
Roland MarcoliIl presidente della Camera chiede una legge per il web: “Basta con l’anarchia”. Polemica su blog e social network.
Anteprima
Signori visto un articolo così titolato su Il Giornale, ho deciso di esprimere la mia idea in una lettera aperta al presidente della Camera Laura Boldrini, mi prendo come ho già scritto in passato sul Presidente della Camera , Onorevole Boldrini le mie responsabilità.

Lettera aperta di Roland Marcoli

Egregio Presidente della Camera, per quanto mi riguarda, non sono ne  contro le donne ne contro gli uomini, sono semplicemente deluso dal suo comportamento, cercherò di darle opportuna spiegazione tentando di non cadere nel reato di vilipendio a cariche dello Stato, Stato dal quale in questo momento … sottolineo e sottoscrivo io non mi sento rappresentato.
Io, Roland Marcoli, a nome di nessuno e ribadisco di nessuno, ciò per evitare le solite strumentalizzazioni del caso, ma a titolo puramente personale e soggettivo, non ho gradito il suo comportamento il 25 aprile come da articolo precedentemente trattato dalla mia persona, signora Presidente della Camera, ” mi scusi non sono aggiornato  sul dizionario Zanichelli se  sia stato inserito il lemma Presidentessa per soddisfare le sue esigenze “,  le metto a disposizione il link dell’articolo precedente:
biberon
La Francia sembra intenzionata a fare luce
sui rischi per la salute connessi all'assunzione
di bisfenolo A (Foto di Jjackoti)
Primo paese europeo a mettere al bando i biberon e, da quest'anno, tutti i prodotti per bambini in policarbonato contenenti bisfenolo A, la Francia sembra intenzionata a fare luce sui rischi per la salute connessi all'assunzione di questo interferente endocrino. Rischi che, secondo l'ultimo dossier dell'Agenzia francese per la sicurezza alimentare, minacciano soprattutto le donne in gravidanza.

di Angela Lamboglia

Alimentazione e assunzione di liquidi, ma anche inalazione e contatto tattile: sarebbero queste, secondo uno studio dell'Agenzia francese per la sicurezza alimentare, le principali fonti di esposizione al bisfenolo A, un composto organico utilizzato nella produzione di materie plastiche e in particolare di policarbonato di cui, sin dagli anni Trenta, numerosi studi europei e statunitensi denunciano la tossicità. Gli effetti nocivi individuati finora vanno dalle interferenze con l'equilibrio ormonale ai danni agli organi riproduttori e al sistema immunitario, dai problemi cardiaci agli effetti cancerogeni e all'endometriosi.
Negli ultimi anni l'attenzione pubblica si è concentrata prevalentemente sui bambini, soprattutto dopo che, nel 2006, l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha stabilito che quelli di età inferiore ai tre anni non sono in grado di eliminare la dose giornaliera di BPA tollerabile individuata per gli adulti, cioè 0,05 mg per chilo di peso corporeo. Poichè, per l'instabilità del legame chimico tra le sue molecole, il BPA presente nei contenitori tende a diffondersi nei liquidi e negli alimenti, i primi prodotti a finire nel mirino sono stati i biberon in policarbonato: la Francia e la Danimarca li hanno banditi nel 2010 e l'Unione europea ne ha vietato la produzione e la commercializzazione a distanza di un anno.
Ma sostituire i biberon contenenti bisfenolo A con quelli in vetro non risolve il problema: per questo, a partire da quest'anno, la Francia ha deciso di eliminare anche gli imballaggi dei prodotti alimentari in policarbonato destinati ai bambini fino a 3 anni di età e punta a estendere il divieto a tutto il packaging alimentare dal 2015. Nel frattempo, l'Agenzia nazionale per la sicurezza alimentare (Anses) e le imprese del comparto vanno alla ricerca di materiali alternativi e in questa ricerca individuano anche altre sostanze plastiche tendenti al rilascio di BPA cui fare attenzione.
L'ultimo dossier dell'Anses, rilasciato a seguito di un'indagine - commissionata dai ministeri della Salute e dell'Ambiente - durata tre anni sulla tossicità del bisfenolo A, porta traccia di questo obiettivo con un allegato che analizza i rischi connessi all'esposizione ad alcuni composti analoghi al bisfenolo A. Soprattutto, però, il rapporto mette in luce i modi attraverso cui entriamo in contatto con questa sostanza, anche se non ne siamo consapevoli.
Genova, sciame d'api in via Fiasella 2 maggio 2013

Da genovatoday.it

Stefano Repetto non è nuovo a questo tipo di interventi. L'ispettore di polizia intervenne nel 1994 allo stadio e nel 2008. In entrambi i casi uno sciame di api aveva seminato il panico. Così è successo anche giovedì 2 maggio 2013 in via Fiasella
 

Genova - Einstein sosteneva che il giorno che spariranno le api non sopravviverà nemmeno il genere umano. Ma questo probabilmente non è stato il primo pensiero di chi si è trovato a passare in via Fiasella fra le 13 e le 21 di giovedì 2 maggio 2013.
Uno sciame composto da almeno 20 mila api ha dapprima 'invaso' un ulivo accanto al dehor del bar Gotti e panetti. Poi gli insetti si sono spostati sull'auto di Franco Novi, console onorario della Thailandia, parcheggiata lì accanto. A riportare la calma ci ha pensato Stefano Repetto, ispettore capo della polizia di Stato in servizio al commissariato di Sestri.
Da vent'anni Repetto è apicoltore per hobby. Nel suo curriculum altri interventi che hanno fatto notizia, tutti guarda caso nel mese di maggio. Era il 1 maggio 2008 uno sciame d'api ha preso d'assalto la stazione di Brignole, deserta per la giornata festiva.
venerdì 3 maggio 2013


window_socket
Francesca Mancuso - greenme.it

E SE L’ENERGIA SOLARE POTESSE ESSERE TASCABILE?
È l’idea portata avanti da due designers, Kyuho Song & Boa Oh, che hanno ideato una presa di corrente portatile, chiamata Window Socket, in grado di ricaricarsi grazie al sole e di fornire energia all’occorrenza per svariate ore.Basta attaccarla con la sua ventosa ad una finestra ben illuminata. La presa di corrente, dotata di pannelli fotovoltaici accumulerà energia finché saremo a casa per poi metterla a disposizione sia all’interno che al di fuori dell’abitazione.Il meccanismo di funzionamento è davvero molto semplice. Su uno dei due lati del dispositivo ci sono delle piccole celle solari con annesse ventose, per rendere agevole l’aggancio alla finestra. Dall’altra parte, quella rivolta verso l’interno della casa per intenderci, si trova la vera e propria presa di corrente, dove inserire i nostri dispositivi, ovunque ci troviamo.
window_socket
DOPO 5/8 ORE DI RICARICA ATTACCATA AD UNA SUPERFICIE ILLUMINATA
la presa fornisce 10 ore di utilizzo. Ma non è necessaria una finestra. La presa solare può essere attaccata al vetro dell’auto, a quello della nave e a quello dell’aereo.Smartphone scarico? Basta portare la presa con noi in borsa e collegarvi il caricabatterie del cellulare. Utile per chi trascorre molto tempo fuori casa, ma anche per chi vuole scegliere un’alternativa pulita alla ‘solita’ energia.Aspettiamo, dunque, con ansia la sua commercializzazione sul mercato trattandosi, per il momento di un prototipo. Clicca qui per maggiori info.

Francesca Mancuso


Fonte: greenme.it - Tratto da: ilfattaccio.org
QUI Il servizio di Alessandro Carluccio, che ha superato 1 milione di visualizzazioni in pochi giorni sulla censura delle Iene segnalata da Francesco Amodeo, autore del libro Francesco Amodeo


Capitolo Primo

Fiutato dalle iene


Era un giovedì sera, era da tempo che non scendevo per un drink con gli amici, ultimamente stavo conducendo una vita poca mondana.
Le sempre maggiori responsabilità lavorative e mia figlia che stava crescendo e reclamava sempre più tempo da passare col padre, lasciavano poco spazio e poche energie da dedicare ad altro. Quella sera, però, avevo confermato la mia partecipazione ad un evento e quindi subito dopo la chiusura del mio Centro medico raggiunsi gli amici nella zona della movida napoletana quella conosciuta come “i baretti”. Avevo appuntamento con Raffaele, amico storico ed icona di quel quartiere. Sorseggiamo uno spritz allo “Chandeliere Cafè” e li incontrammo la vulcanica Mariateresa. Un’amica di lunga data con la bellezza di un cigno e l’irruenza di un toro. Un vulcano di simpatia, che sarebbe a suo agio tanto sulla copertina di un giornale di moda quanto alla guida di un camion, riuscendo perfettamente ad incarnare entrambi i personaggi.
Mariateresa era ben spalleggiata dalla collega Dora ed entrambe decisero di proseguire con noi la serata nel vicino locale “occhi occhi ohh” dove si svolgeva l’evento al quale dovevo partecipare.
Parlammo, ridemmo, scherzammo, bevemmo ma non tanto, anche perché i movimenti bruschi di Mariateresa, il suo vizio di strattonarti mentre ti parla con una forza che non trova ragione d’essere in quel fisico da modella fecero si che l’alcol presente nel bicchiere finisse più a terra e sulle pareti che dalla mia bocca giù nello stomaco.
Fu sempre la mia vulcanica amica a proporre di uscire a fumare una sigaretta. Io sono sempre stato dell’idea che bisognerebbe evitare, ma mai come quella sera l’aver accettato di uscire a fumare avrebbe avuto conseguenze così dannose per il mio prossimo futuro.
capre albero 1
Di Roberta Ragni - greenme.it

Cosa stanno facendo queste capre sopra un albero? Prima di saltare a facili conclusioni, no, non si tratta di Photoshop. Difficile da credere ma questi ungulati salgono davvero sugli alberi di Argan del Marocco e lo fanno per il cibo, mostrando straordinarie doti da arrampicatrici, al pari delle scimmie, acquisite nel corso del tempo.

L'Argan (Argania spinosa), che appartiene alla famiglia delle Sapotacee ed è un albero nativo del Marocco, dove è il secondo più diffuso dopo la quercia, non a caso viene chiamato anche "albero delle capre". Sui suoi rami, che raggiungono anche i 10 metri d'altezza e una corona dal diametro fino a 14 metri, questi animali hanno imparato a mangiare le foglie ricche d'acqua e i frutti, contribuendo tra l'altro anche alla diffusione della pianta. Riescono, infatti, a rosicchiare la parte carnosa del frutto, sputando il seme, che così può germogliare.
capre albero2 

L'assessore di Silea: "Con il Patto di Stabilità lo Stato ci chiede di far fallire le nostre aziende, è assurdo! (...)"

 

Un gentile omaggio del mitico rapper McBrigante, che anche l'anno scorso ha dedicato al nostro blog una canzone (la canzone dell'anno scorso puoi ascoltarla qui)

La pagina Facebook di McBrigante: Mc brigante


Un sentito ringraziamento a Mc Brigante da tutto lo staff ed i collaboratori del blog!!!

giovedì 2 maggio 2013
volto Il pubblico europeo è disattento, superficiale e credulone. Quello italiano, poi, batte tutti.  Qui di seguito vi riportiamo l’intervista “mail” a un anonimo blogger che ci inoltra alcune informazioni sulla censura e la controcensura via web, ma anche sulla cattiva informazione. Pare che il discredito sia la migliore arma contro coloro che risultano scomodi o “concorrenziali”.
Salve filomati, a proposito di informazione, in Italia tutti sono diventati esperti su tutto, e molti pretendono non soltanto di dire la loro, ma anche di sopprimere l’altrui versione dei fatti. Potremmo dire l’altrui verità. Quando chiunque apre un blog di informazione, fortunatamente gratuito al giorno d’oggi, o posta qualcosa in un social, tutti pretendono di affossare ciò che ritengono falso, anzichè provare il contrario. Lo vediamo in politica. 
Ciao, possiamo tramutare queste info con una intervista per la nostra newsletter?
“Si”.
Tu di cosa ti occupi?
“Io sono un impiegato amministrativo pubblico, preferirei rimanere anonimo e stimo molto la vostra come poche altre organizzazioni, che purtroppo nel panorama sociale e politico odierno hanno le ore contate, non a causa della politica o dei potentati, ma a causa della noncuranza della gente”.

Mentre al mondo intero è stato chiesto di "dare la caccia e segnalare la presenza dei due sospettati ovunque si trovassero", l'FBI sapeva benissimo chi fossero e dove abitassero, da almeno 5 anni. Lo ha rivelato la madre, che vive nella repubblica russa del Dagestan, in questa intervista telefonica alla BBC (Qui l'intervista completa):

Massimo Mazzucco - luogocomune.net


Ci sono diversi modi per coltivare un patsy e poi manovrarlo fino a fargli compiere le azioni che servono a te, e che a lui finiranno per costare la vita (oppure l'ergastolo) . Il patsy infatti è il classico capro espiatorio al quale verrà data la colpa per un crimine che non avrà commesso, in modo da coprire e proteggere i veri responsabili di quel crimine.

Il più famoso patsy della storia è senza dubbio Lee Harvey Oswald. Agente CIA sotto copertura, venne coinvolto nell'omicidio Kennedy con una falsa motivazione, in modo che venisse a trovarsi nel Book Depository di Dealey Plaza il mattino del 22 novembre 1963. Quando poi andò all'appuntamento previsto, un'ora dopo, in un cinema vicino a casa sua, ...

Clicca sull'immagine per ingrandirla




A Berlino da Angelona promette: “Manterremo gli impegni di deficit. Non devo spiegare qui il taglio dell’Imu, i tedeschi non ci dicono cosa fare” - Il Governo deve rinegoziare l'austerity, e ridurre la quota da versare per i paesi in crisi: la bellezza di 303,7 miliardi in 5 anni - Se non si riducono, addio risorse per la crescita…

1 - DEFICIT: LETTA, MANTERREMO GLI IMPEGNI PRESIRadiocor - 'Manterremo gli impegni presi' sul deficit. Lo ha detto il premier Enrico Letta alla conferenza stampa con la cancelliera tedesca Angela Merkel. Per quanto riguarda la copertura finanziaria delle misure illustrate al Parlamento, tra i quali lo stop della prossima rata dell'Imu, Letta ha detto 'che si tratta di un fatto di casa nostra, non devo spiegarlo a nessuno (cioe' alla cancelliera - ndr), non sono qui per giustificare scelte interne'.

2 - LETTA, NON DICIAMO A TEDESCHI COSA FARE E VICEVERSA(ANSA) - "Noi non abbiamo nessuna intenzione di dire ai cittadini tedeschi cosa devono fare, così come sappiamo che i cittadini tedeschi non hanno nessuna intenzione di dire ai cittadini italiani che cosa devono fare. Tutti insieme, come cittadini europei, dobbiamo fare più Europa". Lo ha detto il premier Enrico Letta a Berlino.

3 - MERKEL, FALSO CHE RIGORE E CRESCITA SIANO CONTRAPPOSTI

(ANSA) - "Dobbiamo liberarci dall'idea che una finanza solida e crescita siano cose contrapposte", anche perché "una finanza solida è il presupposto della crescita". Lo ha sottolineato la cancelliera tedesca Angela Merkel in una conferenza stampa a Berlino con il premier Enrico Letta.
Cathy Jameson su Age of Autism

Abbiamo deciso di tradurre un'ulteriore testimonianza di Cathy Jameson, tratta da Age of Autism, dopo quella
già tradotta e pubblicata da Emergenzutismo con cui avevamo voluto onorare le mamme dei bambini che combattono contro l'autismo e ne affrontano la durezza e la crudeltà ogni giorno. Cathy descriveva infatti  il lavoro quotidiano di migliaia e migliaia di madri, dando voce alle sensazioni e ai pensieri di ognuna di loro,  mamme che trascorrono le loro giornate al computer, tra visite mediche e sessioni di terapia, mamme che devono essere disponibili per i loro figli 24 ore su 24, 7 giorni su 7. In questo suo articolo Cathy si rivolge invece direttamente agli altri genitori per raccontare loro quello cui potrebbero andare incontro se il loro bambino diventasse una delle vittime dei vaccini, subendo un danno che potrebbe distruggergli la vita. Il messaggio di questa coraggiosa madre si oppone a quello di alcuni medici che offendono quei genitori che fanno scelte diverse dal programma vaccinale consigliato. Questi genitori sono degli irresponsabili o semplicemente si oppongono a far partecipare i loro adorati figli a quello che giudicano una "roulette russa"? Decidete voi!
Un mondo di dolore

Siamo agli insulti: un genitore che sceglie di informarsi e di  non ricorrere per il proprio figlio  al protocollo vaccinale tradizionale viene definito “un genitore irresponsabile al pari di chi lascerebbe il proprio bambino giocare senza controllo nel traffico “
Di seguito l'articolo de l'Espresso, che presenta un nuovo libro dedicato al "Club Bilderberg"; non conosciamo il libro e l'autore in oggetto, ma se vi interessa capire l'oscura trama del Bilderberg vi consigliamo caldamente la lettura del libro di Daniel Estulin: l'uomo che ha svelato al mondo la vera natura di questo gruppo elitario che decide le sorti del mondo: dalle guerre ai mercati...

CIRCA DANIEL ESTULIN E IL SUO LIBRO:
staff nocensura.com

Perché ha vinto il club Bilderberg 
di Francesco Colonna

Al netto di ogni complottismo, le élite che si riuniscono (anche) in questa associazione hanno finito per influenzare, a dir poco, le democrazie. Un nuovo libro ne racconta caratteristiche, strategie e protagonisti

Leggi l'articolo de l'Espresso

Sempre viva la festa dei lavoratori, sempre viva il sindacato. Ma Raffaele Bonanni, dopo aver denunciato tante ingiustizie, potrebbe spiegare come mai ha comprato casa dall’Inps (8 vani in via Perugino, sul Lungotevere) per soli 200.900 euro? Duecentemila euro, capite? Circa 4 volte meno l’attuale valore di mercato. “Non ho avuto nessun trattamento di privilegio né di favore, visto che avevo in locazione la stessa casa da 16 anni e ho esercitato il diritto di prelazione disciplinato dalla legge”, ha spiegato lui. Ma se la legge consente a qualcuno di comprare una casa di 8 vani al prezzo scontato quasi dell’80% e nello stesso tempo lascia migliaia e migliaia di giovani senza la possibilità di comprarsene una, non sarà da cambiare, insieme all’odiata riforma Fornero? Aspettiamo la denuncia di Bonanni.
P.s. A proposito di privlegi, fra l’altro: nessun privilegio, si capisce. Ma quanti operai di quelli rappresentati da Bonanni hanno potuto godere per 16 anni di una casa Inps a canone agevolato? E quanti alla fine hanno potuto comprarla con uno sconto così?

Fonte: http://www.sanguisughe.com/2013/05/e-anche-bonanni-ha-comprato-casa-con-lo-sconto-solo-200mila-euro-per-8-vani-sul-lungotevere-4-volte-meno-del-prezzo-attuale-di-mercato/

mercoledì 1 maggio 2013


Il 1 maggio 1947 in prevalenza contadini, si riunirono nella vallata di Portella della Ginestra, nei pressi di Palermo, per manifestare contro il latifondismo, a favore dell'occupazione delle terre incolte. Sulla gente in festa partirono dalle colline circostanti delle raffiche di mitra che uccisero oltre 10 persone tra cui 2 bambini...

Per approfondire QUI: http://it.wikipedia.org/wiki/Portella_della_Ginestra



Intervista a Wally Bonvicini


Stop alle visite fiscali d'ufficio per verificare le assenze per malattia in aziende ed enti pubblici. 

E' la decisione dell'Inps, a quanto apprende l'AGI, per raggiungere l'obiettivo di 500 milioni di euro di risparmi sul bilancio 2013, come previsto dalla legge di stabilita'. Un taglio (le visite fiscali d'ufficio da sole ammontano al 75% delle visite totali, pari a circa 1,5 milioni di controlli ogni anno) che fa insorgere i medici di famiglia della Fimmg, secondo cui la decisione non fara' altro che favorire un nuovo boom di assenteisti, oltre che portare al licenziamento di mille medici. "L'Inps, per far fronte alla razionalizzazione della spesa richiesta dalla legge di stabilita' - denuncia Alfredo Petrone, coordinatore nazionale del settore Fimmg Inps - ha deciso la temporanea sospensione delle visite mediche di controllo disposte d'ufficio dall'Istituto. La Fimmg esprime il suo forte dissenso nei confronti del provvedimento, preso senza alcun preavviso. In poche settimane verificheremo un importante aumento delle assenze per malattia e quindi una spesa ben superiore rispetto a quanto l'Istituto investe in un anno per le visite mediche di controllo d'ufficio".
IGHINA FU FORSE UNO DEI PIU’ GRANDI GENI INCOMPRESI DEL 900
Nato nel 1908 a Milano e morto a Imola nel 2004, fu da sempre affascinato dal mondo dell’elettromagnetismo e dedicò la sua vita a realizzare invenzioni incredibili, a volte non accettate dalla scienza ufficiale poichè giudicate troppo stravaganti. Non fu mai preso molto sul serio, ma le sue scoperte ed invenzioni furono allo stesso tempo misteriose e a dir poco rivoluzionarie. Per anni fu assistente di Guglielmo Marconi, dal quale carpì alcuni segreti sulla fisica che gli sarebbero serviti per le sue future teorie, si dice che addirittura Marconi avrebbe chiesto a Ighina di procedere con i suoi studi dopo la sua Morte, Poichè stava lavorando su cose molto importanti come il leggendario “raggio della morte” e stava conducendo studi sul magnetismo molto particolari. A soli 16 anni formulò una teoria: L’atomo magnetico, che lui stesso definisce “la colla della materia”. Questa scoperta sarebbe basata sul magnetismo del sole che invierebbe alla terra cariche positive a spirale e che a sua volta le rimanderebbe indietro con carica negativa, questo meccanismo con le sue pulsazioni regolerebbe tutta la vita presente sulla terra.
ighinaCON L’USO DI QUESTE SCOPERTE SI POTREBBE CREARE O DISTRUGGERE LA MATERIA
Controllare la vita e il nostro pianeta stesso. Ighina realizzò una macchina che a quanto disse era in grado di controllare le condizioni atmosferiche, la macchina era formata da una grande elica rotante che aveva alla base polvere di vari metalli e alcuni magneti, non si è mai capito bene il principio di funzionamento ma era una sorta di elettrocalamita che sarebbe servita ad attirare o a mandare via le nuvole. Ci sono video e testimoni oculari del funzionamento della macchina; una scolaresca delle elementari si recò in visita in una giornata piovosa al laboratorio di Ighina, lui già novantenne alla vista dei bambini decise di dare una dimostrazione del funzionamento della macchina, cosa molto rara in quanto era una persona molto schiva. Disse alla scolaresca: tra 20 minuti ci sarà il sole! Mise in funzione l’elica e sorprendentemente dopo 20 minuti, in una giornata dove non si vedeva uno spicchio di cielo si aprì un varco di bel cielo azzurro. I bambini in visita applaudirono felici Ighina, che disse teneramente che quella fù la pi grande soddisfazione della sua vita. Un caso? Difficile…ma tutto possibile…
Ricordiamoci che la Mafia nacque storicamente col controllo dei pozzi in Sicilia e quando è un governo a farlo non è meno riprovevole o criminale.
Attenzione perché sta succedendo progressivamente anche da noi ad opera delle privatizzazioni.

La trasformazione della nazione da terra di libertà a terra di schiavitù

Molte delle libertà di cui godiamo qui negli Stati Uniti si stanno velocemente sgretolando, ma quello che voglio condividere con voi sferra un assalto alle nostre libertà a un livello completamente diverso. Molti stati occidentali, inclusi Utah, Washington e Colorado hanno vietato alle persone di raccogliere l’acqua piovana nelle loro stesse proprietà, perché ufficialmente “appartiene a qualcun altro”. Anche se questo sembra bizzarro le leggi che limitano i privati nel raccogliere l’acqua nelle loro case e terre sono state oggetto di discussione per molto tempo negli stati occidentali. Ma solo recentemente, a causa degli aumenti di siccità e interessi nei metodi di conservazione dell’acqua, le persone hanno incominciato a sbattere le proprie teste contro l’inasprimento delle leggi che riguardano la pratica della raccolta dell’acqua piovana per utilizzo personale.
 Parola di Carmen Reinhart, economista dell'Università di Harvard. In una intervista a Der Spiegel: banche centrali si stanno inginocchiando per fare un favore ai governi. Il prezzo sarà pagato dai risparmiatori, ogni giorno.
Lei è Carmen Reinhart, economista dell'Università di Harvard. "Nessun dubbio, le nostre pensioni sono distrutte”, dice senza mezzi termini in una intervista rilasciata al settimanale tedesco Der Spiegel.
I governi sono incapaci di ridurre i loro debiti, e le banche centrali si stanno facendo avanti per risolvere la crisi. Alla fine, sentenzia, il prezzo sarà pagato ogni giorno dai risparmiatori.
"Questa crisi non è finita ancora - sottolinea - né negli Stati Uniti né in Europa” e il punto è che “nessuna banca centrale ammetterà di star mantenendo bassi i tassi di interesse per aiutare i governi a uscire dalla crisi dei debiti. Di fatto, (le banche centrali) si stanno inginocchiando per aiutare i governi a finanziare i loro deficit”.
E il punto è che non è neanche una cosa nuova, spiega, se si guarda alla storia. Dopo la Seconda guerra mondiale, tutti i paesi alle prese con alti debiti hanno fatto affidamento alla repressione finanziaria per evitare un default che sarebbe stato inevitabile.
Dopo la guerra, i governi imposero infatti tetti sui tassi di interesse ai titoli di stato; ma, ai tempi di oggi, “è la politica monetaria che sta facendo il lavoro. E in una situazione di elevata disoccupazione e bassa inflazione tutto ciò non desta neanche sospetti. Solo quando l'inflazione tornerà a crescere, fattore che prima o poi accadrà, diventerà ovvio che le banche centrali sono diventate sottomesse ai governi”.




martedì 30 aprile 2013
primo-maggio-musei-statali-aperti-gratis
Anche quest'anno il 1° Maggio 2013, il giorno della festa dei lavoratori, sarà possibile visitare la gran parte dei luoghi della cultura statali gratuitamente, grazie all'apertura straordinaria di oltre 400 tra musei, monumenti ed aree archeologiche. Profittiamo quindo di questo giorno di festa per godere del nostro immenso patrimonio culturale, perdiamoci ancora una volta nella bellezza.
Trovate tutti i luoghi della cultura aperti gratuitamente il primo Maggio sul sito del Ministero dei beni culturali, il così dettoMibac, nel quale sono anche precisati gli orari di questa apertura straordinaria, sito per sito, regione per regione. Buona 1° Maggio a tutti :)
MONUMENTI APERTI REGIONE PER REGIONE:
COMPRI CONFEZIONI DI WURSTEL DI POLLO AIA,WUBER, PRINCIPE, FIORUCCI MASO ANTICO
Vai a leggere l’elenco degli ingredienti e noti in una percentuale oscillante tra gli 85 e 90% la scritta carne separata meccanicamente (CSM). Ma di cosa si tratta? Le carcasse di pollo, tolti petto, cosce e pelle, sono trasferiti in speciali presse per essere macinate e fatte passare attraverso setacci per eliminare i residui delle ossa: il risultato è l’ottenimento di una poltiglia rosa. Aggiungendo addensanti e conservanti e, a volte, polifosfati per aumentare la quantità di acqua trattenuta, il lavoro è fatto. Il sapore è ottenuto immergendo i wurstel in bagni di acqua aromatizzata e attraverso spezie ed esaltatori dell’aroma. La spremitura delle carcasse è un sistema efficace, che permette di non buttare via niente, ma la qualità del risultato è mediocre. La poltiglia rosa ha una composizione simile alla carne, ma il contenuto osseo è maggiore e l’aspetto fibroso è scomparso. Quelli di suino sono ancora fatti con vera carne di maiale, costano infatti il 50% in più.





Di Ettore Guarnaccia
L’informazione ha una grande importanza nella nostra vita, questo è innegabile. Come ho già descritto in precedenti articoli sul tema, essa ci fornisce i parametri mediante i quali noi leggiamo il mondo che ci circonda, contribuisce a formare la nostra opinione e ci induce ad agire in un modo piuttosto che un altro. Non possiamo sottovalutare il potere che l’informazione ha su di noi: ogni volta che d’istinto giudichiamo qualcosa o qualcuno come sbagliato, siamo realmente convinti di essere veramente noi la fonte di quel giudizio? O lo sono piuttosto le idee, i dogmi e le convinzioni che ci sono state innestate da anni di terapia da parte dell’informazione mainstream deviata, terapia alla quale ci sottoponiamo volontariamente e passivamente ogni giorno?
Ho già descritto come i mass media si arroghino il diritto di decidere se e come rappresentare le notizie e gli eventi, con un imperativo di fondo che impone a lettori e spettatori di non pensare, di assimilare passivamente e senza spirito critico tutto ciò che viene loro accuratamente allestito e propinato. In realtà dovevo aggiungere un particolare di non trascurabile importanza: i media si arrogano questo diritto perché siamo noi a permetterglielo, dando loro il nostro tacito consenso ogni giorno che passa, scegliendo di assistere comunque allo spettacolo che preparano per noi, sebbene disponiamo di numerose prove che dimostrano come questo sistema sia marcio, deviato e, di conseguenza, molto pericoloso.
Guarda il VIDEO
Nel secondo semestre di quest'anno l'Italia ospiterà un vertice governativo bilaterale italo-israeliano. Lo ha annunciato il premier Enrico Letta, che questa mattina ha incontrato il presidente dello Stato d'Israele Shimon Peres a Palazzo Chigi. Il programma di Peres, premio Nobel per la pace, prevede oggi altri due incontri: uno con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e l'altro, molto atteso, con Papa Francesco in Vaticano. "Nella lunga e cordiale conversazione - si legge in una nota di Palazzo Chigi - il presidente del Consiglio e il presidente israeliano hanno discusso delle principali questioni regionali: dalla crisi siriana, alle prospettive nel Processo di pace con i palestinesi dopo il viaggio del Presidente Obama nella regione; dalla questione nucleare iraniana fino agli sviluppi nel processo di assestamento dei Paesi toccati dalle Primavere arabe”


Fonte: http://www.lapresse.it/video/politica/letta-incontra-peres-presto-a-roma-vertice-italo-israeliano-1.324265

Prodi: il primo a mettere in crisi in pubblico impiego
Tagliare gli sprechi della spesa pubblica, gonfiati dalla “casta” del pubblico impiego? Balle: l’Italia è scesa al di sotto della media Ocse per numero di occupati nella pubblica amministrazione. Dal 2006 al 2011, lo Stato ha tagliato 232.000 dipendenti pubblici. Una drastica “spending review” sostanziale, in ossequio all’ideologia neoliberista di Bruxelles, cominciata molto prima delle invettive di Brunetta contro i “pelandroni” o l’allarme scatenato da Grillo. Oltre alla salutare denuncia di sprechi intollerabili, la strana stagione delle crociate contro i privilegi della “casta” ha prodotto il disastro definitivo del tecno-governo “nominato” dalla Troika. A conti fatti, stanno letteralmente “smontando” lo Stato, costantemente sotto ricatto finanziario a partire dall’adesione all’Eurozona. Ora siamo alla “terza fase” dell’austerità, quella senza ritorno: devastazione dell’economia nazionale e, naturalmente, privatizzazione lucrosa dei servizi pubblici, a danno dei cittadini.

La crescita del precariato nella pubblica amministrazione, e in particolare nei settori sensibili del welfare, cioè scuola e sanità, secondo Roberto Ciccarelli, analista di “Micromega”, è avvenuta proprio negli anni in cui iniziava la campagna mediatica anti-casta. Risultato: l’espulsione di oltre 200.000 persone dal sistema: «Il blocco del turnover non permetterà l’assunzione di nuovo personale, compresi i precari che attendono nel limbo una stabilizzazione impossibile». La virulenta campagna anti-casta ha funzionato come specchietto per le allodole: «Ha nascosto il processo di ridimensionamento del lavoro pubblico, in particolare nei settori che assicurano la riproduzione intellettuale e la cura della persona», rendendo proibitivo l’accesso al lavoro «in un mercato che è stato spogliato di ogni regola: a partire dallo Stato, il più grande sfruttatore di precari».
Il “cibo killer” che vediamo oggi, se non hai mai sentito parlare di alimentazione naturale potrebbe davvero sorprenderti, ed è probabile che vada ad intaccare delle convinzioni profonde sul cibo che ci portiamo dietro dalla nascita, e che la nostra tradizione italiana non ci aiuta di certo a smussare.
.
LA SCONVOLGENTE VERITA’ SULLA RAFFINAZIONE DELLA FARINA BIANCA
.


LA FARINA BIANCA RAFFINATA
Per farina bianca raffinata intendo la farina che abitualmente è presente sulle nostre tavole sotto forma di pane, pasta e dolci.
.
Questo tipo di prodotto industriale che non ha quasi più niente di naturale è stato privato di 2 parti fondamentali del seme del grano: La crusca all’esterno ed il germe all’interno (l’embrione).
.
Una dieta basata principalmente su questo prodotto è la causa principale di malnutrizione, costipazione, stanchezza e numerose malattie croniche.
.
Se ci pensi bene si tratta di un prodotto abbastanza recente, il pane comune infatti fino a poco tempo fa esisteva esclusivamente in forma integrale.
.

 Solo negli ultimi 50 – 60 anni è stato introdotto il pane bianco, simbolo di un progresso economico e tecnologico che non ha tenuto conto della salute degli esseri umani.
.
Un grano troppo impoverito
.
Negli anni ’50 inoltre il frumento è stato vittima di profonde trasformazioni genetiche da parte dei più grandi agronomi italiani. La ricerca genetica, di un frumento che garantisse grosse produzioni e resistentissimo agli eventi esterni, ha creato un grano troppo impoverito, quasi completamente privo di sostanze nutritive.
Nonostante la crisi e la stagnazione economica che ha colpito il nostro paese negli ultimi  anni l’Italia è un paese ancora molto ricco. Uno studio di Prometeia, una delle più note società di consulenza finanziaria del nostro paese, rivela come il patrimonio finanziario delle famiglie italiane sia pari a 3.500 miliardi di euro, senza appunto l’inclusione dei beni immobiliari posseduti. Questo numero è la somma totale delle ricchezze accumulate dai 22 milioni di nuclei familiari che risiedono nel nostro paese, ma la maggior parte di questo patrimonio è concentrata in poche mani. Le famiglie ricche, ovvero coloro i quali hanno una ricchezza superiore ai 500.000 euro, sono 606.000 e detengono un patrimonio finanziario nell’ordine degli 897 miliardi di euro. Questa cifra è pari a poco meno di metà del nostro debito pubblico. In Italia ci sono quasi ottomila famiglie (7.896) che hanno ognuna un patrimonio finanziario di oltre 10 milioni di euro, per un totale di 134 miliardi di euro. E ben 164.000 quelle che posso vantare un tesoretto tra 1 e 5 milioni di euro.
JetL’analisi di Prometeia rivela quindi una significativa disuguaglianza nella distribuzione della ricchezza: il 3% dei nuclei familiari posseggono un quarto del patrimonio finanziario complessivo del paese. Anche a livello territoriale si riscontra una forte differenza di distribuzione patrimoniale, concentrata in modo particolare nel Nord del paese. Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna da soli detengono il 68% del totale. Prometeia, come rimarca il “Corriere della Sera” che ha ripreso questo studio, evidenzia come ci sono 17.000 famiglie ricche (sempre sopra i 500.000 euro) con un patrimonio complessivo di 25 miliardi di euro, più dell’intera Liguria dove le famiglie ricche sono 19.000 e si fermano a 24 miliardi di euro. Così solo a Varese ci sono 11.000 famiglie con un patrimonio da 18 miliardi di euro, pari a quello accumulato da tutte le famiglie benestanti di tre regioni come l’Abruzzo, il Molise e la Calabria. Milano è la provincia più ricca d’Italia, nella quale  71.000 famiglie  hanno accumulato beni finanziari per 148 miliardi di euro.
In un bar vicino al luogo dell'attentato lo sfogo dei militari: "I politici non lo sanno che vuol dire prendere 800 euro al mese" e l'ipotesi che quello di Preiti non sia il gesto di un pazzo, ma l'azione di chi voleva colpire le istituzioni, rafforza la visione da chi dall'altra parte della transenna guarda sfilare chi dovrebbe risolvere i problemi e non diventarne obiettivo

“Una guerra fra poveri” di cui pagano il conto i “servitori dello Stato”. L’amarezza è soltanto mormorata ma è enorme. L’Huffingtonpost ha raccolto lo sfogo tra le lacrime di un carabiniere, collega dei due militari feriti davannti a Palazzo Chigi mentre il governo, guidato da Enrico Letta, giurava nelle mani del presidente della Repubblica. “E’ il gesto di un disperato. I politici non lo sanno che vuol dire prendere 800 euro al mese, entrare in un negozio e non poter comprare nulla a tuo figlio… Ecco cosa succede se non lo sanno”. “Si capiva che era un gesto di rabbia, ma loro non lo sanno, vivono in un mondo loro, non capiscono che poi la gente se la prende con noi che facciamo servizio in strada…” raccontano ai giornalisti.
In un bar vicino al luogo dell’attentato dove giornalisti e agenti cercando di dare una spiegazione al gesto di Luigi Preiti c’è anche un poliziotto rassegnato: “Stanno tirando troppo la corda” ragiona con una cronista del fattoquotidiano.it e l’ipotesi che quello dell’uomo non sia l’urlo di disperazione un pazzo, ma l’azione di chi – stremato – voleva colpire i politici e la politica, rafforza la visione da chi dall’altra parte della transenna guarda sfilare chi dovrebbe risolvere i problemi non diventarne obiettivo.

 Di uno ''yacht del valoredi 2,5 milioni di euro” acquistato dal figlio di Umberto aveva scritto il gip di Milano firmando l'ordinanza di custodia cautelare per l’ex tesoriere della Lega, Francesco Belsito. Ma la barca l'ha trovata, fotografata e filmata a Port el Kantoui l'inviato del Corriere della Sera

Di uno ‘yacht del valore di 2,5 milioni di euro” acquistato da Riccardo Bossi, figlio di Umberto, aveva scritto il gip di Milano firmando l’ordinanza di custodia cautelare per l’ex tesoriere della Lega, Francesco Belsito. Ma la barca l’ha trovata, fotografata e filmata in Tunisia a Port el Kantoui l’inviato del Corriere della Sera. Il quotidiano di via Solferino ha ricostruito anche i passaggi di questa barca blu-notte e bianca (lunghezza 21,01 metri, due motori da 1.550 cavalli, 45,58 tonnellate di stazza, tre cabine).  “Stella” questo il nome dello yacht sarebbe stato pagato con i soldi sottratti ai finanziamenti elettorali della Lega Nord e che il giudice di Milano ha messo al centro degli ultimi affari dell’ex tesoriere e del procacciatore d’affari Romolo Giradeli.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Seguici su Facebook

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi