Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Contenuti (tag)

varie democrazia leggi lobby casta governo esteri economia editoriale scandali fatti e misfatti salute diritti civili mass media giustizia ambiente sanità USA crisi centrosinistra centrodestra diritti umani povertà sprechi libertà forze dell'ordine scienza censura lavoro cultura berlusconi animali infanzia chiesa centro energia internet mafie riceviamo e pubblichiamo giovani OMICIDI DI STATO notizie europa carceri satira scuola immigrazione eurocrati facebook banche euro grillo renzi manipolazione mediatica pensione bilderberg mondo alimentari signoraggio razzismo manifestazione finanza sovranità monetaria massoneria debito pubblico guerra travaglio Russia disoccupazione tasse militari poteri forti UE ucraina trilaterale geoingegneria parentopoli Grecia germania siria banchieri inquinamento mario monti enrico letta marijuana big pharma napolitano nwo obama vaccini Traditori al governo? agricoltura ogm austerity sondaggio tecnologia Angela Merkel canapa meritocrazia umberto veronesi vaticano armi bambini cancro fini suicidi PD terrorismo BCE clinica degli orrori equitalia privacy video nucleare prodi boston israele ministero della salute sovranità nazionale bancarotta eurogendfor fondatori del sito globalizzazione iene monsanto staminali INPS Putin droga acqua bufala marra matrimoni gay nigel farage nikola tesla politica anatocismo evasione fisco magdi allam moneta pedofilia usura FBI elezioni francia fukushima informatitalia.blogspot.it ricchi società troika Aspen Institute Auriti CIA Giappone adam kadmon africa attentati autismo bavaglio costituzione draghi federico aldrovandi fiscal compact fmi giuseppe uva golpe lega nord nsa petrolio sicilia stamina foundation terremoto Cina Onu assad controinformazione crimea frutta giovanardi goldman sachs imposimato mcdonald mes psichiatria rifiuti rockfeller rothschild sciopero servizi segreti slot machine spagna svendita terra torture turchia violenza Marco Della Luna aldo moro arsenico barnard bonino edward snowden famiglie fed forconi inciucio laura boldrini m5s magistratura nato no muos no tav palestina proteste storia suicidio università vegan virus 11 settembre 9 dicembre Fornero Ilva Muos NASA Svizzera aids alan friedman alimentazione antonio maria rinaldi borghezio carne chernobyl corruzione corte europea diritti uomo delocalizzazione diffamazione disabili ebola educazione elites esercito farmaci gesuiti gheddafi giuliano amato hiv illeciti bancari illuminati india influencer informazione iraq islam islanda latte legge elettorale marò microspia mmt paola musu precariato prelievi forzoso privilegi propaganda prostituzione radioattività salvini sardegna sigaretta elettronica sigonella sindacati sovranità individuale spread stati uniti stefano cucchi taranto ungheria veleni verdura Alzheimer Chomsky Consiglio dei Ministri ETA Enoch Thrive Nichi Vendola PNL Unione Europea aborto aborto forzato affidamento alluvione amato anonymous anoressia argentina armeni arrigo molinari asteroidi baschi bersani bettino craxi bill gates bin laden boicottaggio brevetto btp by cambiamento camorra cannabis capitalismo carabinieri casaleggio cervello chemioterapia cipro class action claudio morganti commercio di organi comunicazione contestazione controllo mentale corte dei conti cosmo cravattari crescita crocetta curiosità daniel estulin danilo calvani davide vannoni dell'utri denaro dentista dentisti denuncia disastro discriminazione diseguaglianza dittatura dogana domenico scilipoti donne dossier duilio poggiolini ebook egitto elettrosmog eroina eurexit europarlamento fallimento false flag fiat fido finanziaria fisica fisica quantistica follia fondi d'investimento genocidio ghiandola pineale giorgio gori girolamo archinà giustizia sociale gold hollande ignazio marino ilaria alpi illiceità bancarie impresentabili indagini infermieri insetti interessi iran istruzione le iene libia lucio chiavegato luna malattie maratona mariano ferro marine le pen mario draghi mastropasqua meccanica quantistica melanoma messaggi subliminali messico metalli pesanti meteorite microchip microonde mistero mk ultra mossad multe musica natura nuovo ordine mondiale obbligazioni ocse oligarchi omofobia oppt orban overdose papa francesco paradisi fiscali parkinson parma partito pirata patrimonio pena di morte pensiero positivo pesticidi pianeti extrasolari piero grasso pizzarotti plastica polonia polverini pomodori portogallo pregiudicati presidente della repubblica prostata pubblica amministrazione quantum r-fid recessione regno di gaia ricerca riformiamo le banche rigore riserva aurea risveglio coscienze saddam sangue satana schiavi scie chimiche scoperto secessione sert sfratto sisa snowden speculazione spionaggio studenti tabacco tasso d'interesse telefono cellulare teri terra dei fuochi tossicodipendenza trasfusioni trattato di velsen trust tsipras twitter universo uranio impoverito uruguay vati vegetariani vessazioni vulcano wikipedia yellowstone
Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

sabato 10 dicembre 2011
Indennità, il taglio sarà rinviato. “Governo non può intervenire, spetta al Parlamento”


Verso l'approvazione in commissione di un emendamento: al Parlamento il compito di intervenire direttamente sugli stipendi di Camera e Senato. Governo e relatori d'accordo, la commissione sul livellamento retributivo dovrà prima finire il suo lavoro. All'esecutivo rimane la possibilità di fissare una scadenza



Il taglio degli stipendi dei parlamentari? Di certo non sarà contenuto nella manovra e finirà per essere rimandato “di qualche mese”. La commissione Bilancio, infatti, si avvia a varare un emendamento per modificare la norma in cui il governo si arrogava la possibilità di ricorrere per decreto al taglio delle indennità, nel caso in cui la commissione guidata dal presidente dell’Istat,Enrico Giovannini, non arrivi a depositare il previsto studio di comparazione entro fine anno.

La norma incriminata è quella contenuta nell’articolo 23 della manovra, comma 7:  ”Ove alla data del 31 dicembre 2011 la Commissione governativa per il livellamento retributivo Italia [...] non abbia provveduto alla ricognizione e alla individuazione della media dei trattamenti economici [...] il Governo provvederà con apposito provvedimento d’urgenza”. Tradotto: se la commissione Giovannini non farà in fretta, il taglio lo farà il governo. Un taglio per giunta parecchio pesante, stando alla bozza stesa dai questori del Senato che agganciando l’indennità parlamentare agli stipendi europei avrebbe significato una decurtazione di 5mila euro circa, dagli 11mila e 700attuali ai 5500/6000 del resto d’Europa.

Caroselli, festa di piazza... "game over" - "12 novembre festa di liberazione" - "bye bye Silvio party?" - ma che ci fosse ben poco da festeggiare, qualcuno lo aveva capito subito. Poteri forti con un conflitto di interessi da far impallidire Berlusconi hanno messo le mani sull'Italia, e oltretuto Berlusconi è ancora lì, in grado di condizionare l'esecutivo, e in procinto di incassare un bel regalo per la sua mediaset; e se dopo questa parentesi di Monti dovesse tornare a vincere, non ci sorprenderemmo: PERCHE' IL PD STA FACENDO TROPPO, TROPPO, TROPPO SCHIFO!!! Lo ha sempre fatto, ma ora ha battuto ogni record... forse Bersani & Co. avallano il gentile omaggio delle frequenze, proprio per questo motivo: esser sicuri che il PDL continui a fare più schifo di loro...

staff nocensura.com


Condividi su Facebook

ASSOCIAZIONE NAZIONALE DISCONTINUI VIA SAN SEBASTIANO 44, 96010 CASSARO (SR) - COD.FISC.93064550895 INFO: mazzarellacarlo@gmail.com

I VIGILI DEL FUOCO MANIFESTANO A ROMA IL
15 DICEMBRE 2011 ALLE ORE 9.30
IN PIAZZA MONTECITORIO
---------------------------------------
PER UN FUTURO CHE PREVEDA INVESTIMENTI FINALIZZATI AL MIGLIORAMENTO DELLO STANDARD DI SICUREZZA DA EROGARE AL CITTADINO, ATTUALMENTE SOTTODIMENSIONATO RISPETTO ALLE REALI ESIGENZE

PER UN FUTURO CHE PREVEDA INVESTIVENTI AL POTENZIAMENTO DEGLI ORGANICI, DEI MEZZI E DELLE ATTREZZATURE PER IL CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO

PER UN FUTURO IN FAVORE DELLA COMPLETA STABILIZZAZIONE DEL PRECARIATO NEL C.N.VV.F.

A TUTTI I CITTADINI,
"Facciamolo lavorare prima di giudicare" - "diamogli tempo" - "non vi va mai bene niente" - "sapete solo criticare"

DOVE SONO FINITI COLORO CHE, QUANDO CRITICAVAMO MONTI PREVEDENDO LO SCENARIO CHE SI è VERIFICATO, LO DIFENDEVANO A SPADA TRATTA?!?


E sopratutto: cosa ne pensano dell'operato di Monti? Della stangata che ha colpito indiscriminatamente tutti i cittadini, dei vari regali ai poteri forti?


Purtroppo in alcuni casi, non è necessario aspettare per giudicare, e questo governo è uno di quei casi: i legami indissolubili con i poteri massonici mondiali (gruppo bilderberg, commissione trilaterale & co.) e l'appartenenza a Goldman Sachs non lasciavano margine a dubbi. Qualcuno purtroppo non aveva ben presente il significato di questi legami, gli uomini del bilderberg non si riuniscono per fare merenda tutti insieme. Bastava informarsi per capire a chi è stata affidata l'Italia, bastava analizzare il contesto, il fatto che tutti i politici (e i mass media a loro vicini) nutrano nei confronti di Monti una "sudditanza psicologica" mai vista, il "rispetto sacrale" che si deve ai "grandi capi"...

staff nocensura.com


Condividi su Facebook
Tra IVA e aumento delle accise di ben 11.2 Centesimi, il costo della benzina è schizzato sopra quota 1.70€, e a Gennaio salirà ancora grazie all'aumento sancito da TreMonti. La stangata riguardante la benzina produrrà un gettito di 4.8mld all'anno... esattamente il REGALO delle frequenze TV a mediaset. Per finanziare l'acquisto dei cacciabombardieri F35 - 16.000.000.000€ al gettito delle accise dobbia dobbiamo sommare quello della reintroduzione dell'ICI, aumentato con gli estimi catastali, che porterà nelle casse dello stato 11mld di €uro... e poi parlano di equità, dicono che il salasso è necessario... ma ci rendiamo conto???

UNA SITUAZIONE COSI' NON HA PRECEDENTI: anche perché NON C'è LA MINIMA OPPOSIZIONE... i partiti e i media che controllano ci raccontano BALLE COLOSSALI, dicono che la gente "ha capito la situazione, è disposta a fare sacrifici" ... in realtà le cose sono due:

1) La gente non è favorevole a un bel niente; lo dicono per indurre il cittadino a uniformarsi alla massa - che non esiste - di persone "responsabili" che sono disposte a sacrificarsi per "salvare l'Italia"... cose che se le dicessero a zelig farebbero ridere, nma in bocca a chi ci governa fanno PIANGERE..

2)Se è vero che la gente ha accettato di buon grado, siamo messi ancora peggio di quello che pensiamo: ma purtroppo l'informazione VERA e PULITA, quella che solo i blogger sono in grado di fare, raggiunge una esigua minoranza di cittadini... IN TV I REGALI AI "POTERI FORTI" e HOLDING sono tabù...

staff nocensura.com


Condividi su Facebook
Non bastava lo scandalo delle pensioni sociali regalate a stranieri over 65 che non hanno mai lavorato e vissuto nel nostro paese, portato alla luce da l'Espresso: flotte di stranieri che si trasferivano in Italia appositamente per percepire il cospicuo assegno, superiore alle pensioni di molti italiani. Questa volta, mentre viene tagliata quella degli italiani, la pensione è stata concessa a una CLANDESTINA, creando un PERICOLOSO PRECEDENTE: la legge che ha concesso la pensione a questa cittadina  turca clandestina, potrebbe valere per molti altri clandestini, provenienti da tutti le nazioni.


Concesso assegno di invalidità ad una donna turca senza permesso di soggiorno. La donna, dopo una lunga trafila amministrativa, è un'invalidità del 75%, ha vinto la sua battaglia. 

La sua cittadinanza, turca, e la mancanza di un permesso di soggiorno avevano fatto naufragare la sua richiesta di un assegno di invalidita'. Dopo una lunga trafila amministrativa, seguita dal patronato Inca-Cgil di Castelfranco Emilia, nel Modenese, l'Inps le ha riconosciuto il contributo per le menomazioni gia' accertate, in passato, dall'Ausl di Modena.
Eh si, Monti è davvero premuroso... quando c'è da accontentare i poteri forti ed i grandi gruppi industriali...

Sorpresa: il superbollo non scatterà più a 170 kw (238 cv) come previsto inizialmente: ma a 185 kw, pari a 251 cv: Quale macchina esce dalla tassa? La nuova Fiat Thema 3.000 di cilindrata. Coincidenza?

- Ha accontentato le banche, costringendo gli italiani a qualche decina di milioni di transazioni in più con carte di credito o assegni, diminuendo la soglia dei pagamenti contanti da 2.500€ a 1.000€ (http://bit.ly/vuDoGJ)

- Si prospetta il regalo delle frequenze TV a mediaset, "regalino" da soli 4 miliardi di euro... con il silenzio-assenso del PD, che ha il coraggio di minacciare di rompere i rapporti con Di Pietro, perché si è permesso di criticare il governo... (http://bit.ly/t5TohS)

- Intende comprare 131 cacciabombardieri F35, per una commessa da 16 miliardi di euro... (http://bit.ly/s2j6fo)

- Niente ICI per il vaticano e niente rivalutazione degli estimi catastali... (http://bit.ly/senG9Q)

RIPETONO IN CONTINUAZIONE CHE E' NECESSARIO FARE SACRIFICI... CHE DOBBIAMO AUMENTARE LE TASSE PER SALVARE L'ITALIA... PER POI SPENDERE COSI' I NOSTRI SOLDI???

staff nocensura.com


Condividi su Facebook
(clicca qui per scaricare la tabella in formato PDF)

La tabella in alto illustra l'importo (espresso in miliardi di Euro) del debito pubblico delle principali nazioni europee e la percentuale del PIL che esso rappresenta. I dati, elaborati da "Il Sole 24 ore" sono relativi all'anno 2010. Di seguito al testo, vi proponiamo anche l'elenco completo dei debiti pubblici di tutte le nazioni del mondo, pubblicato ad Aprile 2010 dalla CIA (si, proprio i servizi segreti USA). 

Come si evince dalle tabelle, praticamente tutti i paesi del mondo, sono colpiti da questa "piaga"; lo sono i paesi poveri, ma anche quelli più ricchi, dove il benessere è diffuso. Ma a cosa è dovuto il debito pubblico? Molti cittadini credono che sia dovuto alla cattiva gestione dei soldi pubblici: ovvero che lo stato spenda più soldi di quanti ne incassi, il cosiddetto "deficit di bilancio"; una convinzione dovuta alla cattiva informazione e rafforzata dal fatto che le risorse dello stato sono gestite obiettivamente malissimo. Ma in realtà non è così: anche perché quando lo stato ha avuto bisogno di più soldi, nel corso degli anni, ha fatto ricorso a "manovre correttive", riducendo la spesa pubblica (i cosiddetti tagli) o aumentando il prelievo fiscale (le tasse). Inoltre, come dimostra la tabella, il debito pubblico riguarda anche quelle nazioni famose per essere gestite in modo virtuoso: per esempio, la Germania: il cui debito pubblico è persino superiore al nostro, anche se la cifra costituisce una percentuale del PIL più bassa, in quanto il prodotto interno lordo della Germania è più elevato del nostro. Nel 2010 il debito tedesco ammontava a 2.061,8 miliardi di euro, contro i 1.841 italiani: possibile che la Germania sia gestita così male?!? Persino la ricchissima Svizzera e il Lussemburgo - che hanno un PIL elevatissimo e una gestione della cosa pubblica impeccabile - non sono esenti dal debito pubblico (vedi tabella sotto). Il Giappone tra l'altro - altra nazione "virtuosa" e molto produttiva - ha il secondo debito pubblico, in scala percentuale con il PIL, del mondo: nel 2010 il rapporto era del 119,70%, e nel corso di quest'anno ha sforato abbondantemente il 200%

Lo sostiene un’autorevole ricerca universitaria (forse è per questo che è vietata?)

Il Journal of Epidemiology and Community Health è una rivista pubblicata dall’editore del British Medical Journal, uno dei più autorevoli paper scientifici pubblicati dalla comunità scientifica. Nell’ultimo numero va in stampa una ricerca che prova a dimostrare la connessione fra un alto quoziente intellettivo in infanzia e il consumo, lecito o illecito, di marijuana. Secondo lo studio pubblicato da Science Daily più si è intelligenti in infanzia, più si è inclini a consumare droghe leggere e, in realtà, anche pesanti.

Le statistiche parlerebbero chiaro. Su un campione di 8000 persone, messe sotto screening a distanza di anni, risulta che “gli uomini con alti quozienti intellettivi all’età di 5 anni avevano il 50% di probabilità in più di aver usato anfetamine, ecstasy e altre droghe illecite rispetto a quelli con bassi quozienti intellettivi, 25 anni dopo” lo screening del QI; “fra le donne” la percentuale era anche più alta, con “più del doppio” delle ex-bambine intelligenti diventate utilizzatrici di droghe leggere o pesanti.

Stesso discorso fra “un alto quoziente intellettivo” all’età di 10 anni e l’uso di droghe “all’età di 30″. La ragione? Non è ancora chiara, anche se gli autori dello studio citano una ricerca precedente che evidenziava come le persone con alto QI siano più curiose ed aperte alle novità della media. Saranno contenti, dunque, i bambini intelligenti della Svizzera: il paese alpino fra poco implementerà una normativa molto permissiva sulle droghe leggere che consentirà a chiunque di coltivare addirittura quattro piante di marijuana per uso esclusivamente personale. Insomma, quattro persone in famiglia, 16 piante di marijuana disponibili.

fonte

PS: Che chi fuma marijuana sia intelligente, non lo sappiamo: ma che potrebbe essere utilizzata per molti utili scopi, ne siamo sicuri. Come siamo sicuri che ci siano più validi motivi per regolamentarla, che per vietarla: togliendo una grandissima fonte di guadagno alla mafia, e togliendo dall'illegalità i 4,5-5 milioni di consumatori italiani, evitando che finiscano dietro le sbarre cittadini solo per aver coltivato poche piante, come recente caso di un 49enne pugliese condannato a 6 anni per 4 piante.

Condividi su Facebook
Sono oltre 6 MILIONI i veicoli sottoposti a "fermo", compresi mezzi da lavoro. Chi è costretto a utilizzarla per andare a lavoro e non ha alternative spesso continua ad utilizzarla, rischiando una multa salatissima, inoltre in caso di sinistro le compagnie si rifiutano di pagare!

Anche senza arrivare alla "massima punizione", rappresentata  dalla SVENDITA ALL'ASTA della propria abitazione, esser bastonati duramente da dis-equitalia, è più facile di quanto si pensi.


 I metodi terroristici degli esattori-strozzini di Stato sono tali, se non di rovinare la vita, da complicarla fortemente anche a chi deve allo stato somme davvero modeste; come vedremo in seguito, basta un insoluto di 50€ per fare scattare le ganasce fiscali! E per far rimuovere il provvedimento, è necessario (tanto per cambiare) mettere le mani al portafoglio e rimbalzare da un ufficio all'altro, perdendo talvolta diverse giornate.




Le "ganasce fiscali", ovvero il fermo amministrativo del veicolo (o dei veicoli, compresi - pazzesco - i mezzi da lavoro) sono una circostanza che in Italia riguarda riguarda oltre 6 milioni di autoveicoli. I mezzi sottoposti alla misura restrittiva, ovviamente, non devono circolare: se si viene scoperti alla guida di un veicolo sottoposto a "fermo", la legge prevede una multa di oltre 2.500€, importo che può essere molto più alto della somma che ha causato il provvedimento.


LE GANASCE FISCALI TRA ASSURDITA', ESAGERAZIONI E CONSEGUENZE - Il fermo amministrativo è una misura prettamente punitiva che, in questi casi, è assolutamente fuori luogo: lo stato considerare un crimine da sanzionare esser in difficoltà economiche, aggiungendo "disperazione alla disperazione";
Un editoriale di nocensura.com che integra il nostro recente "DOSSIER EQUITALIA: suicidi per insolvenza, ingiustizie, scandali e stipendi d'oro", che ha riscosso grande successo.

Quando la notizia dell'esplosione di un ordigno nella sede romana di dis-Equitalia si è diffusa in rete, molti cittadini hanno espresso viva soddisfazione.

Per rendersi conto di come molti italiani abbiano reagito alla notizia, basta dare un'occhiata veloce ai commenti pubblicati sulla nostra pagina Facebook, a margine del post che riportava la battuta di spinoza.it: "Esplode pacco bomba in agenzia equitalia: era la prima rata" (vedi qui e qui). Permettono di capire qual è la situazione.

Il numero dei cittadini in difficoltà economica, e che di conseguenza si trovano ad avere a che fare con l'agenzia di strozzinaggio di stato, aumenta di pari passo con la crisi, la situazione sta diventando sempre più incandescente. Il rischio è che davvero - come ha detto scherzosamente Spinoza - questa sia davvero "la prima rata". Un legislatore che si reputi tale, non puo' ignorare questa situazione: ma siamo pronti a scommettere che sarà ignorata. Solo due mesi fa il governo Berlusconi ha persino aumentato i poteri di Equitalia, che adesso può avviare le pratiche per il pignoramento della prima casa dopo appena 2 mesi, prelevare direttamente dai conti correnti, e altre misure che rendono più "efficace" - leggasi DISTRUTTIVA - la loro azione. E pensare che a Giugno, tre mesi prima della legge in oggetto, al raduno leghista di Pontida, i dirigenti leghisti avevano promesso al "popolo padano", che lo chiedeva a furor di popolo, interventi nella direzione opposta.

Equitalia è tutto meno che "equa". Il modus operandi con la quale agisce è inaccettabile e antidemocratico. Un conto è l'esigenza di recuperare i soldi non pagati, un altro è vessare e rovinare i cittadini. Una situazione che abbiamo descritto nei minimi particolari nel dossier che abbiamo redatto a fine Novembre, che rende bene l'idea di quali supplizi siano costretti a subire i cittadini alle prese con loro.


LA BOMBA NELLA SEDE ROMANA E' DA CONDANNARE FERMAMENTE, SENZA ESITAZIONI. MA I MODI DI EQUITALIA NON SONO DA MENO. I MASS MEDIA, TRA OMERTA' E MENZOGNA. - 
venerdì 9 dicembre 2011


SIAMO CITTADINI E NON SUDDITI !!! NON POSSIAMO ACCETTARE CHE UNA BANDA DI *NOMINATI* CI PURGHI IN QUESTO MODO, SENZA TENERE IN MINIMA CONSIDERAZIONE LA NOSTRA VOLONTA'!!! E' TEMPO DI DIRE NO... DI DIRLO TUTTI INSIEME!!! Per riuscire a farci sentire però, dobbiamo UNIRCI!!!

APPELLO A TUTTI I BLOGGER/GRUPPI sui social network: UNIAMOCI IN QUESTA PROTESTA DI CIVILTA'!!! UNITI SI VINCE...

ABBIAMO DATO VITA A UNA PAGINA DI PROTESTA: ora vediamo se gli italiani hanno DAVVERO voglia di farsi sentire, o sono buoni solo a commentare lamentandosi... ( http://www.facebook.com/FermiamoLoSprecoDeiJet)

- SE POSSIEDI UN BLOG, UN GRUPPO O UNA PAGINA FACEBOOK, CONTATTACI a redazione@nocensura.com : I GRUPPI DI DIMENSIONE SIGNIFICATIVA SARANNO INSERITI TRA GLI ADMIN DELLA PAGINA; tutti quelli che sostengono l'iniziativa, saranno elencati in una sezione apposita della pagina...

- FACCIAMO GIRARE LA PAGINA!!!!


Condividi su Facebook
602-408-20111207_074216_D88E82F3
Quindi, ricapitolando.

Solo i famosi 131 cacciabombardieri F35 (non c’è stata ancora la firma del contratto, quindi potremmo disdirli senza penali) fanno 16 miliardi.
La dismissione di una parte delle caserme rimaste semivuote dopo la fine della naia obbligatoria consentirebbe di incassare rapidamente almeno altri 4 miliardi.
La rinuncia all’acquisto di due sommergibili e due fregate (anche loro già a bilancio) farebbe risparmiare un altro mezzo miliardo (abbondante).
Un accordo con la Svizzera sui capitali esportati clandestinamente – sulla falsariga di quello fatto dalla Germania – permetterebbe di incassare almeno 5 miliardi di euro.
Poi ci sarebbe il Vaticano: lasciandogli intoccato il suo otto per mille, i contributi alle sue scuole e tutto il resto, basterebbe abolire le esenzioni Ici, Ires, Iva e Irap, più i contributi regionali e quelli comunali per portare a casa un altro miliardo e mezzo.
Ecco una delle sorprese contenute nel decreto salva-Italia, come rivela Il Sole24Ore con un effetto sulle casse dell'erario stimato in 400 milioni di euro l'anno. Insomma, un vero e proprio tesoretto per le zoppicanti casse dello Stato alla perenne ricerca di denaro fresco


La conferma dell’esenzione dal pagamento dell’Ici per la Chiesa. Ma non solo. Nessuna rivalutazione delle rendite catastali per gli immobili della Chiesa. Ecco una delle sorprese contenute nel decreto salva-Italia, come rivela Il Sole24Ore con un effetto sulle casse dell’erario stimato in 400 milioni di euro l’anno. Insomma, un vero e proprio tesoretto per le zoppicanti casse dello Stato alla perenne ricerca di denaro fresco.

Dati Istat, Borguignon e Morrison - Corriere della Sera
Clicca sulle immagini per ingrandirle




Condividi su Facebook

Monti ha detto che "Equitalia segue le disposizioni di legge"... Caro mr Bilderberg, anche i soldati nazisti delle SS seguivano le disposizioni... anche i soldati USA che hanno sparato fosforo bianco su Falluja e hanno fatto letteralmente EVAPORARE migliaia di cittadini inermi, seguivano gli ordini... questo dettaglio rende giuste e ammissibili le loro azioni?


Perché non le cambia, tali "disposizioni"? Lei che parla tanto di "giustizia" ed "equità" cosa intravede di giusto ed equo in un'agenzia che rovina famiglie e imprese colpite dalla crisi? Anziché aiutare i cittadini in difficoltà, questo stato gli scava la fossa.


Se a causa della crisi non hanno 5 come potete chiedergli 10??? Quando nacque equitalia avrebbe dovuto stanare gli evasori, i FURBACCHIONI, non rovinare la gente. MODIFICARE SUBITO la legge e ripristinare la democrazia... fate i duri con chi non ha pagato un bollo auto (magari per difficoltà economiche) e poi REGALATE 4MLD DI EURO DI FREQUENZE A MEDIASET?????? BeeeP BeeeP BeeeP (l'ultima frase la lasciamo alla Vostra immaginazione...)



Condividi su Facebook
giovedì 8 dicembre 2011
di Enzo Picco, estratto da un commento sulla nostra pagina Facebook "Cose che nessuno ti dirà di nocensura.com 


Erano anni che il Presidente della Repubblica e il Capo del Governo non presenziavano assieme all'inaugurazione della Stagione Lirica alla "SCALA" di Milano. L'accordo e la sintonia tra le due alte cariche dello Stato, in un momento così difficile e incerto per il futuro del Paese, è sicuramente di un buon auspicio, come sottolineato dagli organi d'informazione e conferma l'esistenza di un'intesa che con la complicità di quasi tutte le forze politiche presenti in Parlamento, ha reso possibile l'approvazione di quella manovra, definita "Salva Italia", ma che a mio avviso, potrebbe costituire un'autentica pietra tombale per le speranze di buona parte degli italiani onesti, che campano del proprio lavoro o della propria pensione. Nei giorni scorsi sono rimasto molto sorpreso nel sentire affermare il neo Presidente del Consiglio, che in questi anni gli italiani hanno vissuto al di sopra delle loro possibilità. Non sò a quali e quanti concittadini si riferiva il prof. Monti, forse a quello sparuto gruppo di benestanti che lo ha applaudito all'ingresso in teatro, appartenenti ad un ceto di intoccabili, che dalla recente manovra sono stati appena sfiorati, non certo a coloro che stanno vedendo vanificare i loro sacrosanti diritti aquisiti con anni e anni di lavoro e sacrifici.

La vignetta della nostra collaboratrice Francesca dedicata al MAXI REGALO di Monti a Mediaset: le frequenze avrebbero potuto fruttare ALMENO 4.000.000 di Euro, ovvero il gettito fiscale che deriverà dalla STANGATA SULLA BENZINA, aumentata di 11,2 cent/litro, oppure per alleggerire i provvedimenti riguardanti le pensioni. (vedi l'articolo estratto dal "Fatto Quotidiano" http://bit.ly/t5TohS)

Questa manovra di Monti non può che suscitare gravi dubbi: Di Pietro (non è il solo) ipotizza un "patto" Tra Monti e Berlusconi, mentre il PD tace e acconsente: anzi critica Di Pietro "colpevole" di aver criticato l'iniquità della manovra e il maxi-regalo miliardario delle frequenze (vedi http://bit.ly/uKh8Um)

PS: nel 1999 fu Massimo D'Alema a fare una legge particolarmente vantaggiosa per Mediaset, sempre nell'ambito dello sfruttamento delle frequenze televisive (che sono di proprietà dello stato). Il gruppo televisivo di Berlusconi, per la concessione delle frequenze ha trattenuto fino ad oggi il 99% dei ricavi che ne ottiene In rapporto con altre concessioni, quella televisiva (con un volume d'affari da capogiro: nel 2007 il gruppo Mediaset ha fatturato 4 MILIARDI di Euro...) è la più conveniente in assoluto: solitamente lo Stato non si "accontenta" certo dell'1% dei ricavi che le concessioni che assegna producono...

staff nocensura.com


Condividi su Facebook
La sede Mediaset di Cologno Monzese
In altri paesi lo spettro di frequenze è stato pagato a caro prezzo dagli operatori. In Germania l’asta ha permesso di incasssare 4, 4 miliardi di euro. Negli USA sono entrati nelle casse dello Stato 20 miliardi di dollari, in Canada (34 milioni di abitanti) si prevede un’asta dai 4 ai 6 miliardi di euro. ANCHE DA NOI POTEVA FRUTTARE ALMENO 4 MILIARDI DI EURO: LA MAXI STANGATA SULLA BENZINA (+11,2CENT) CHE NE PORTERA' 4,8 NELLE CASSE DELLO STATO POTEVA ESSERE EVITATA... il tutto avviene con il silenzio-assenso del PD, che ha preferito polemizzare con Di Pietro, colpevole di avere avanzato critiche per l'iniquità della manovra e questo assurdo regalo a Berlusconi. Di seguito l'articolo del "Fatto Quotidiano" 


staff nocensura.com




Truffa delle frequenze tv, al ministro Passera non interessa

L'IDV, minacciato dal PD, come sappiamo si è prostrato ai piedi di Monti; ora che Di Pietro si è "azzardato" a proferire parola contro una manovra INIQUA e SCANDALOSA, Bersani torna a minacciarlo, sempre con lo spauracchio delle alleanze elettorali: "se l'IDV fa così vada da solo".

Se Di Pietro ha intenzione di sottomettersi e "raccogliere la saponetta" anche a questo giro, chiuda il partito e confluisca nel PD: tanto è inutile che abbia un simbolo e un programma proprio, se poi a dettargli la linea è Bersani e "l'uomo che crede ai miracoli" Enrico Letta. Si metta anche lui a dire agli italiani che toccare le pensioni da 1.000€ è necessario... si metta a dire che alzare di 11,2 centesimi la benzina è necessario: perché rilevare quanto questa manovra sia SCHIFOSA, INACCETTABILE, INDEGNA e poi appoggiarla, è persino peggio.

Bersani sa benissimo che se l'IDV facesse opposizione - ma REALMENTE, non in questo modo - porterebbe via al PD almeno la metà dell'elettorato...

Se Di Pietro davvero non approva questa disdicevole MACELLERIA SOCIALE, dimostri di avere Le PALLE!!!  Non si faccia intimidire da minacce assurde, e si metta a difendere SERIAMENTE gli italiani; se volesse, nella sua posizione, avrebbe la possibilità di condizionare questo governo in favore degli italiani, e alle prossime elezioni sarà LUI a dettare le condizioni al PD...

Che il PD delle scalate bancarie abbia SEMPRE coltivato gli interessi di alcuni centri di potere lo sappiamo bene. Ma la SPUDORATEZZA con la quale si sta muovendo in questi giorni il duo Bersani - Enrico Letta non ha precedenti...

Non solo avallano la "macelleria sociale" senza battere ciglio; (compreso il REGALO MILIARDARIO delle frequenze mediaset a Berlusconi)
Non solo hanno messo a disposizione del governo dei poteri forti la propria "macchina mediatica", che non risparmia elogi e cerca di far digerire i sacrifici ingiusti ai cittadini, cercando (vanamente) di far credere che siano necessari;

Ma dopo aver praticamente costretto l'IDV ad appoggiare Monti in parlamento, e ammutolito il partito di Vendola (che appena un mese prima appoggiava la protesta degli indignados contro quei poteri di cui Monti è illustre esponente...  ROBA DA PAZZI!!!) pretendono che Di Pietro non proferisca parola dinnanzi a questo scempio!!! Se Di Pietro si genufletterà anche questa volta a Bersani, faccia una bella cosa: confluisca direttamente nel PD, sarebbe più coerente.

Aggiornamento 10/12/2011 - Vedi l'iniziativa "Fermiamo l'acquisto dei Jet F35 da 16miliardi"
Pagina Facebook: http://www.facebook.com/FermiamoLoSprecoDeiJet - articolo

E' deciso, l'Italia in crisi comprerà 131 caccia bombardieri nucleari F35 Lockheed. La produzione sarà avviata a fine 2012 nel cantiere di Cameri, in provincia di Novara. A metà 2013 le prime consegne. Non si sa come li useremo. Ci costeranno quasi quanto la finanziaria che in questi giorni ha varato il governo Monti, che ha sancito forti aumenti delle accise dei carburanti e la stangata sulle pensioni...


Condividi su Facebook


QUANDO VEDETE UNA FOTO COME QUESTA, CHE EFFETTO VI FA? 

E se scopriste che c'è una BANCA che per GENERARE PROFITTI è disposta a SPECULARE sulle CARESTIE, o meglio a PROVOCARLE DELIBERATAMENTE per GUADAGNARE, sulla PELLE (sulla vita) di questi bambini, dei loro fratellini e dei loro genitori, cosa pensereste di quella banca? Cosa pensereste se scopriste anche che speculano sulle derrate alimentari, facendo lievitare il prezzo, con la conseguenza che MILIONI di persone non riescono più ad accedere al cibo?!? Un rincaro di prezzo di pochi $ per noi si traduce nel pagare - per esempio - il pane 20 centesimi in più al kg. MA PER CHI VIVE CON MENO DI 1$ AL GIORNO significa NON AVERE LA POSSIBILITA' DI COMPRARE DA MANGIARE! (sopravvivono in questa situazione oltre un miliardo di persone nel mondo) 

Date un'occhiata a questo articolo, che abbiamo pubblicato l'11 Gennaio 2011:
"Pane e speculazione" - http://www.nocensura.com/2011/01/pane-e-speculazione.html - MA NON ACCONTENTATEVI DI UN ARTICOLO... meglio semtore diverse "campane"... spendete 1 minuto del Vostro tempo per cercare su Google: "Goldman Sachs speculazione derrate alimentari" e poi ancora: "Goldman Sachs speculazione CARESTIE".

Ebbene sembra proprio che i manager super-pagati di questa banca che dispone di capitali immensi, sconfinati, pur di GENERARE PROFITTI sempre MAGGIORI, siano disposti a questo e altro. Sono RICCHISSIMI, e anziché aiutare quei poveri bambini, li fanno MORIRE DI FAME, sacrificandoli all'altare del profitto... VOI LAVORERESTE PER UNA BANCA COSI?!? Vorreste arricchirvi sulla pelle di migliaia di persone (bambini) poverissimi? 

L'opposizione in Italia la stanno facendo i cittadini, "armati" di blog e social network, visto che i politici si sono stretti intorno a Monti sin dalla sua nomina senatore a vita, dando vita a un quadretto che con tutta la moderazione possibile non si può che definire VOMITEVOLE. Non era ancora stato nominato premier e già gli leccavano il didietro: è stato accolto in senato tra baci e abbracci, la lingua di molti "onorevoli" (che di onorevole non hanno nemmeno l'unghie dei piedi) è diventata marrone fin dal primo giorno, anche perché sapevano benissimo che non era venuto "a cambiare aria"... 

Il PD sin dal primo giorno di insediamento ha "inviato" Enrico Letta a chiedere di "interagire sulla questione dei vice" - leggasi "le POLTRONE DI SOTTOSEGRETARIO" (http://bit.ly/tc48Ll) mentre il PDL probabilmente ha fatto "ben altre trattative", a giudicare dal fatto che non solo è riuscito a bloccare tutti i provvedimenti sgraditi a Berlusconi - come la patrimoniale - ma l'ex premier ha ottenuto in dono anche le "frequenze tv", quasi fossero una sorta di "buonuscita".

I principali mass media, asserviti ai partiti - con poche eccezioni - hanno iniziato da subito a elevare il Presidente della commissione trilaterale Monti a "salvatore della patria", elogiandolo da tutti i punti di vista, e nascondendo gli aspetti scomodi del suo passato, come i risultati FALLIMENTARI che ottenne quando tra il 1989 e il 1992 collaborò con il Ministero del Bilancio del governo Andreotti, (vedi http://bit.ly/vGsuKy e http://bit.ly/tmsb1e) moltiplicando quel debito che oggi è chiamato a risanare e il fatto che nel 1999, quando era commissario europeo, fu costretto alle dimissioni, 



Condividi su Facebook

staff nocensura.com

Condividi su Facebook
Non si placano gli effetti del disastro di Fukushima su persone e alimenti che vengono prodotti, lavorati e confezionati in Giappone: dopo aria e acqua, infatti, il rischio si era allargato anche al riso, trovato contaminato dal pericolosissimo cesio 137 radioattivo. E non è tutto, purtroppo. E' notizia di questi giorni che tracce di cesio siano state trovate anche nel latte in polvere per i bambini, prodotto dall'azienda nipponica Meiji. Le quantità riscontrate (fino a 31 becquerel per kg di cesio 134 e 137) sono in realtà inferiori al limite legale, che è di 200 bq per Kg, ma la Meiji ha comunque voluto avvertire i propri consumatori e permettergli di cambiare gratuitamente il prodotto.



A Enrico Letta sembra tutto un miracolo: "ma allora i miracoli esistono" scrisse nel pizzino che consegnò a mr bilderberg Monti il giorno dell'insediamento. Ora che esistono lo puo' confermare anche 'silviuccio': Monti gli ha preparato un bel "regalino" da qualche miliardo, mettendogli sotto l'albero le frequenze tv, che se Mediaset pagasse al valore di mercato (almeno 4 miliardi di Euro) non ci sarebbe stato bisogno di aumentare di 11,2 centesimi il prezzo della benzina: misura che dovrebbe generare 4,8 miliardi di euro all'anno. In passato anche l'amico D'Alema aveva concesso le frequenze a mediaset a un prezzo irrisorio, che prevede che lo stato percepisca solo l'1% della rendita... (Vedi http://bit.ly/uMAA2G)

Ma dopotutto ci vuole EQUITÀ... Monti non poteva mica pensare solo alle banche, che grazie all'abbassamento della soglia per i pagamenti contanti incasseranno svariate decine di milioni d transazioni in più all'anno.

Però dobbiamo dargli atto di aver toccato anche i privilegiati: i ricchi con una pensione di ben 1000 euro non avranno più gli aumenti in linea con il costo della vita! Quelli sono i privilegi da tagliare, mica le auto blu... Le spese militari, i notai e le altre 700 caste italiane!


staff nocensura.com

Condividi su Facebook
mercoledì 7 dicembre 2011
Uno dei fedelisismi del governatore Scopelliti sceglie la rete per attaccare con insulti razzisti il comico toscano. "Nauseati" e "schifati" si definiscono quelli del Pdci. La polemica infatti appare sterile davanti alla crisi economica che sta vivendo il comune di Reggio Calabria


Benigni? Un miliardario, un comunista e un ebreo. Parla l’assessore comunale all’Urbanistica di Reggio Calabria Luigi Tuccio che è anche coordinatore “Grande Città” del Popolo della Libertà.

Prendendo spunto dallo show di Fiorello andato in onda su Raiuno, infatti, il fedelissimo del governatore Giuseppe Scopelliti si scaglia contro Roberto Benigni: “…Abbiamo pagato Benigni per fargli fare l’ennesima filippica contro Berlusconi e la lode della merda! Comunista ebreo miliardario e senza contenuti!”.


La magistratura chiede nuovamente l'arresto per Nicola Cosentino, uomo forte del PDL in Campania;   (vedi Nick o'mericano: Dal 1980 il referente politico-istituzionale del clan dei casalesi) speriamo che questa volta il parlamento permetta alla giustizia di fare il suo corso. Nel Settembre 2010 infatti il parlamento, con 308 voti contro 285, negò ai magistrati di utilizzare le intercettazioni telefoniche in cui il sottosegretario Cosentino conversava "allegramente" con dei camorristi. 


Dopo il NO del parlamento, "Nick o'mericano pensò bene di proclamarsi innocente, chiedendo pubblicamente di farsi processare, sfidando la giustizia.... spuntata! Che non poteva utilizzare quella che presumibilmente avrebbe costituito la "prova regina": le intercettazioni.  Un po' come se nel processo contro un trafficante di armi trovato in possesso di 5 scatoloni pieni di mitragliatori, questi non potessero essere utilizzati come prova... 


Una "curiosità": i voti che negarono alla magistratura l'utilizzo delle intercettazioni a carico di Cosentino, furono 308: considerando che il PDL ha 237 deputati e la Lega Nord 59... (totale 296) chi sono, e sopratutto di che partito sono  gli altri 12 "amici di Cosentino" ?!? (all'epoca Scilipoti & soci "Responsabili" erano ancora nei partiti di provenienza, si parla del Settembre 2010...)


Ecco l'articolo de "Il Fatto Quotidiano" che illustra la nuova vicenda:


Camorra e politica, retata di casalesi Chiesto l’arresto per Nicola Cosentino

L'ex sottosegretario all'Economia, Nicola Cosentino
Oltre 50 arresti, ci sono anche politici. I pm chiedono alla Camera l'autorizzazione a procedere per il deputato Pdl, ex sottosegretario di B. per falso, riciclaggio e violazione della normativa bancaria. Indagato a piede libero anche il presidente della Provincia di Napoli Luigi Cesaro
martedì 6 dicembre 2011
 [Clicca sulle foto per ingrandirle]

I prezzi del ristorante del Senato sono stati triplicati: praticamente le tariffe sono quelle di un ristorante "medio" qualsiasi, e la maggioranza degli "onorevoli" , che evidentemente non apprezzano il dover pagare prezzi "da comuni mortali" non ne usufruiscono più! L'utenza è diminuita addirittura del 70% e i gestori hanno chiesto la cassa integrazione per 20 dipendenti...

Gestori verso l’addio, venti richieste di cassa integrazione 

Ah, i bei tempi d’oro... Al ristorante del Senato, fino a tre mesi fa, il filetto di orata in crosta di patate si gustava per 5,23 euro e per il carpaccio di filetto con salsa al limone ne bastavano 2,76. Ma dalla fine di agosto i prezzi sul menu di Palazzo Madama sono triplicati e i senatori hanno rivoluzionato le loro abitudini. Adesso, nelle pause dei lavori d’Aula, o si fermano alla buvette per un riso all’inglese (rapido ed economico), o escono a mangiare nelle trattorie a due passi dal Pantheon. D’altronde, spiegano senza troppi imbarazzi, i prezzi a Palazzo Madama sono ormai «così alti» che pranzare fuori è diventato quasi conveniente. Da «Fortunato al Pantheon», un classico per le buone forchette della politica, all’una c’è la fila. 
L'aumento dell'aliquota Iva ha avuto ripercussioni immediate alla pompa, con incrementi dei listini pari a 1,4 centesimi al litro per la benzina, 1,3 per il diesel e 0,5 centesimi per il Gpl. Ne deriva, secondo il Codacons, che la benzina vola verso un nuovo record attorno a 1,7 euro al litro.

"Gli aggiornamenti dei listini dei carburanti produrranno una maggiore spesa a carico dei cittadini, che a pieno regime sará pari a +19 euro ad automobile su base annua, cifra che, ovviamente, va sommata alla precedente batosta dovuta all'aumento delle accise, pari a 60 euro ad autovettura, per un totale complessivo, su base annua, di +79 euro a veicolo" afferma il presidente del Codacons, Carlo Rienzi.

Il Codacons ribadisce quindi la necessità di escludere dall'aumento dell'aliquota Iva quei beni che, come i carburanti, rischiano di determinare un effetto domino sui prezzi e scatenare una pericolosa spirale inflazionistica.

fonte


Condividi su Facebook

"Italiani vi è piaciuto questo antipastino da 20 miliardi? Ora vi preparerò una bella "pasta alla povera" in salsa goldman sachs, e di secondo un polli italiani al girarrosto, e vedrete CHE DOPO SARETE ALLA FRUTTA...."

[staff nocensura.com]


Condividi su Facebook
Editoriale a cura di nocensura.com

Che la macelleria sociale abbia inizio! Ovviamente questo è solo l'antipasto, visto che la manovra vale appena 20 miliardi: quella estiva di Tremonti ne valeva 50 e forse i sacrifici richiesti erano persino inferiori. Trovare quella cifra senza toccare le pensioni non solo era possibile e doveroso, ma ci sarebbe riuscito persino uno scaricatore di porto... ci volevano i "super esperti" per questo? E poi hanno la faccia tosta di parlare di "equità"... ripetono quella parola così tanto che alla fine sembra vero. Evidentemente l'uomo di Goldaman Sachs ci considera dei dementi totali che non sono in grado di valutare nemmeno ciò che hanno davanti; e forse, ahimé, in molti casi ha anche ragione. Non illudiamoci che sia finita, perché per questa "manovretta" non avrebbero avuto bisogno di imporci l'uomo del bilderberg... Probabilmente, nonostante ripetano come un disco rotto che "gli italiani sono disposti a sacrificarsi" - una strategia di bassa lega per farci ingoiare il boccone - hanno percepito il diffuso malcontento, e per non tirare troppo la corda, i poteri forti amici del Presidente della Trilaterale hanno deciso di allentare momentaneamente la tensione, facendo scendere lo spread, che condizionano a loro uso e consumo tramite i mercati finanziari, il loro "giochino" virtuale per generare profitti e ricattare intere nazioni; DA NOTARE infatti come il "differenziale btp-bund" sia sceso significativamente a seguito di questa manovrina da 20 miliardi, mentre continuava a salire senza sosta anche dopo quella da 50 miliardi di Tremonti: questa è gente abituata a fotterti facendoti credere che ti stiano aiutando, professionisti del "controllo di massa" che ci mettono in condizione di chiedergli ciò che vogliono imporci... gente che non si perde in pagliacciate e scandaletti... questi il "bunga bunga" lo fanno con il nostro sederino mentre non ce ne accorgiamo nemmeno
Siamo sicuri al 100% che i cittadini interpellati abbiano risposto davvero come indicato nel sondaggio di Ballarò del 29 Novembre riportato sopra. Il problema è che la risposta giusta è la "C", quella che non hanno proposto. Da questa "crisi" non se ne esce. Si ostinano a non dirlo, ma per capirlo ci vuole veramente poco. Sondaggi come questo servono solo a far digerire ai cittadini-telespettatori le varie "stangate" che si susseguiranno, convincendo i cittadini che i "sacrifici" sono necessari, e che la maggioranza degli italiani sono disposti ad accettarli di buon grado: "mal comune, mezzo gaudio". Li accettano gli altri, perché non dovresti accettarli tu? E se davvero la gente è disposta a pagare ancora più di quanto stia pagando, è grazie al lavoro certosino che stanno facendo i partiti politici e i mass media a loro asserviti.

Continuano a paragonare la situazione attuale alla crisi del '29, che fu causata da circostanze ben diverse, in uno scenario economico post-bellico altrettanto diverso. Per definire la situazione di oggi infatti, la parola crisi è utilizzata a sproposito: questa non è una "crisi" ma la logica conseguenza di scelte politico-economiche pianificate a tavolino da quei poteri forti che gestiscono il sistema economico ed i mercati (il debito pubblico è conseguenza del sistema monetario a debito) e quelle multinazionali che si stanno trasferendo in massa nei paesi del terzo mondo.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Seguici su Facebook

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi