Quali temi ti stanno più a cuore tra i seguenti (SI a più risposte)

Con chi ti riconosci (come idee, non necessariamente come partiti) - (una risposta)

Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Contenuti (tag)

varie democrazia leggi lobby casta editoriale governo esteri economia scandali fatti e misfatti salute mass media diritti civili giustizia ambiente USA sanità crisi centrosinistra centrodestra diritti umani povertà sprechi forze dell'ordine scienza libertà censura lavoro cultura animali infanzia berlusconi chiesa centro energia internet mafie europa riceviamo e pubblichiamo giovani OMICIDI DI STATO banche notizie carceri eurocrati immigrazione satira renzi facebook guerra scuola euro manipolazione mediatica grillo bilderberg pensione mondo signoraggio alimentari Russia poteri forti massoneria sovranità monetaria razzismo manifestazione siria UE debito pubblico finanza tasse ucraina ISIS califfo israele disoccupazione marijuana travaglio agricoltura canapa militari banchieri germania mario monti terrorismo trilaterale geoingegneria obama Grecia bambini big pharma vaticano Traditori al governo? inquinamento ogm palestina parentopoli napolitano enrico letta vaccini assad cancro PD tecnologia armi nwo Angela Merkel equitalia sondaggio BCE austerity cannabis ministero della salute umberto veronesi meritocrazia nucleare suicidi fini informatitalia.blogspot.it magdi allam video eurogendfor m5s privacy Putin clinica degli orrori iraq staminali CIA droga marra sovranità nazionale bancarotta boston bufala monsanto prodi INPS elezioni fondatori del sito globalizzazione iene politica troika 11 settembre evasione matrimoni gay nigel farage acqua anatocismo diritti fmi fukushima nikola tesla roma società usura draghi fisco golpe islam moneta pedofilia rothschild stamina foundation Aspen Institute FBI Giappone Onu africa alimentazione autismo francia imposimato lega nord nato nsa ricchi storia terremoto torture Auriti Marco Della Luna adam kadmon aids attentati bavaglio controinformazione costituzione federico aldrovandi fiscal compact giovanardi giuseppe uva petrolio propaganda servizi segreti sicilia slot machine sovranità individuale Cina Fornero Unione Europea borghezio casaleggio corruzione crimea dittatura famiglie fed forconi giustizia sociale goldman sachs india influencer mario draghi mcdonald mes mossad pecoraro scanio proteste psichiatria rifiuti rockfeller sciopero spagna suicidio svendita terra turchia violenza virus aldo moro arsenico barnard bonino carne chernobyl chico forti ebola edward snowden elites false flag frutta inciucio islanda laura boldrini magistratura marine le pen marò no muos no tav nuovo ordine mondiale precariato prelievi forzoso privilegi prostituzione ricerca salvini sanzioni taranto ungheria università vegan 9 dicembre Ilva Muos NASA Svizzera alan friedman alluvione contestazione corte europea diritti uomo degrado delocalizzazione dentisti diffamazione disabili donne educazione elettrosmog esercito europarlamento farmaci gesuiti gheddafi hiv ignazio marino illeciti bancari illuminati informazione latte legge elettorale microspia mmt ocse orban paola musu pensioni radioattività riserva aurea risveglio coscienze sardegna scie chimiche sigaretta elettronica sigonella sindacati spread stati uniti stefano cucchi telefono cellulare truffe online vegetariani veleni Alzheimer Chomsky Consiglio dei Ministri ETA Enoch Thrive Nichi Vendola PNL aborto aborto forzato affidamento amato anonymous anoressia antonio maria rinaldi argentina armeni arrigo molinari asteroidi baschi bersani bettino craxi bill gates bin laden boicottaggio boldrini brevetto btp by calcio cambiamento camorra carabinieri cervello chemioterapia cipro class action claudio morganti commercio di organi comunicazione controllo mentale corrado passara corte dei conti cosmo cravattari crescita crocetta curiosità daniel estulin danilo calvani david icke davide vannoni dell'utri denaro dentista denuncia disastro discriminazione diseguaglianza dogana domenico scilipoti dossier duilio poggiolini ebook egitto eroina etica eurexit fallimento fiat fido finanziaria fisica fisica quantistica follia fondi d'investimento genocidio ghiandola pineale giorgio gori girolamo archinà giuliano amato gold hollande ilaria alpi illiceità bancarie impresentabili indagini infermieri insetti interessi iran istruzione le iene libia lucio chiavegato luna malattie malta maratona mare nostrum mariano ferro mastropasqua meccanica quantistica melanoma messaggi subliminali messico metalli pesanti meteorite microchip microonde mistero mk ultra multe musica natura obbligazioni oligarchi omofobia oppt overdose papa francesco paradisi fiscali parkinson parma partito pirata patrimonio pena di morte pensiero positivo pesticidi phishing pianeti extrasolari piero grasso pizzarotti plastica polonia polverini pomodori portogallo pregiudicati presidente della repubblica prostata pubblica amministrazione quantum r-fid recessione regno di gaia riformiamo le banche rigore saddam sangue satana schiavi scippatori scoperto secessione senzatetto sert sfratto sisa snowden spammer speculazione spionaggio studenti tabacco tasso d'interesse teri terra dei fuochi tossicodipendenza trasfusioni trattato di velsen troll trust tsipras turismo twitter universo uranio impoverito uruguay vati verdura vessazioni veterinario bravo roma veterinario gianicolense vietnam vulcano wikipedia yellowstone
Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

sabato 18 maggio 2013
Editoriale a cura di Alessandro Raffa

La notizia è di quelle che se non fosse apparsa sul sito dell'ANSA la maggioranza degli utenti probabilmente penserebbero a una bufala.

L'ONU - proprio così: l' "Organizzazione delle Nazioni Unite" - vuole che i cittadini europei si alimentino con vermi, larve e insetti: un obiettivo alla quale lavorano, come vedremo di seguito, anche altre importanti istituzioni sovranazionali. L'UNIONE EUROPEA un anno fa ha infatti stanziato cospicui finanziamenti destinati a chi promuove questo tipo di alimentazione, per abituare i cittadini in previsione di una diffusa povertà che renderà difficile l'accesso al cibo per milioni di persone. Questo la dice lunga su cosa ci aspetta in futuro, al di là dei proclami di "uscita dalla crisi" che i politici rinnovano mensilmente, mentre la situazione precipita sempre di più.

Anche la FAO - (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura) - sta promuovendo l'alimentazione a base di insetti e vermi, nella quale vedono anche una possibilità per creare posti di lavoro: ne ha parlato pochi giorni fa "Il Fatto Quotidiano".

Mentre in alcune aree del mondo questo tipo di alimentazione è una consuetudine, la maggioranza dei cittadini europei prova ribrezzo alla sola vista degli insetti, e viene da pensare che non sarà facile convincerli a cucinare larve e insetti. Tuttavia il potere manipolatorio del sistema è tale che sicuramente riusciranno nell'intento nell'arco di poche generazioni. I primi passi in questa direzione sono stati fatti, ed è evidente la volontà di accelerare il processo: già da alcuni anni alle "mostre-mercato" di tutta Europa dedicate al cibo vengono proposti al pubblico piatti di "cucina etnica", come le cavallette, proposte da alcuni stand ai visitatori del "Salone del gusto" di Torino, cucinate fritte, ma anche piccanti e in altri modi: rappresentano una grande attrattiva per il pubblico, incuriosito, e un numero sempre maggiore di persone decide di assaggiarle, spesso apprezzandone il gusto.
 

Sull'introduzione nella dieta di insetti, larve e vermi vengono organizzati convegni, come quello che si terrà a Lonigo (VI) organizzato dalla ASL il prossimo 7 Giugno, che appare decisamente funzionale a 'sdoganare' queste abitudini alimentari:

Il nome dato al convegno è "Il “mangiare diverso” - Nuove abitudini alimentari da conoscere e controllare"

OCCHIO ALLA COMUNICAZIONE:  mangiare insetti non è certo una consuetudine, almeno per ora: ma già parlano di "nuove abitudini" come se milioni di persone cenassero abitualmente con scorpioni, larve e ragni...

Il "programma" del convegno propone riflessioni come:


Mangiare gli insetti è una curiosa pratica esotica o una necessità nutrizionale e ambientale valida anche per l’occidente? Per ogni uomo, ci sono sul pianeta quaranta tonnellate di insetti già disponibili  

(Leggi l'articolo di presentazione del convegno e scarica la brochure formato DOC)

Spiedini di scorpioni, larve e cavallette. Immagine dalla brochure del convegno

Ed è curioso il fatto che le ASL, costrette a chiudere ospedali e reparti e ridurre i servizi essenziali  a causa dei tagli del governo trovino i soldi per imbastire convegni sulla dieta a base di insetti, che loro definiscono "nuove abitudini alimentari" che, almeno per ora, non riguardano praticamente nessuno. (Che qualcuno assaggi una cavalletta in occasione di una fiera è probabile, ma chi mangia abitudinariamente gli insetti? Almeno per ora, nessuno. Pertanto parlare di "nuove abitudini alimentari" appare fuoriluogo, (o meglio, serve per introdurre queste abitudini alimentari...) magari potrebbero definirle "le abitudini alimentari del futuro"; lo saranno quando banchieri ed eurocrati avranno terminato la loro opera di impoverimento di massa, che è già a buon punto.

Come sono previdenti i potenti della terra: è vero che costringeranno milioni di persone che non avranno i soldi per mangiare altro, a cibarsi con larve e insetti: ma prima di arrivare a quel punto, ce li avranno fatti piacere! Magari nei prossimi anni, mangiare insetti allo spiedo diventerà di "moda", di "tendenza" come il Sushi... 
  
Altro che "democrazia diretta"... questi decidono tutto di noi: come dobbiamo vestirci, come dobbiamo atteggiarci, e persino i nostri gusti alimentari...

Alessandro Raffa per nocensura.com

- - - - -
(ANSA) - SHANGHAI, 17 MAG - I cinesi rispondono picche al recente rapporto Onu secondo il quale mangiare insetti, ragni e scorpioni fa bene e dovrebbe essere incentivato per contribuire a proteggere l'ambiente e a risolvere la crisi alimentare. L'entomologo Gao Xiwu ha osservato fra gli altri che la Cina - pur consumando tradizionalmente insetti - non e' pronta per una diffusione alimentare di massa. Gao ha inoltre notato che alcuni insetti possono contenere tossine, residui di pesticidi e batteri.

Fonte: http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/mondo/2013/05/17/Onu-invita-mangiare-vermi-Cina-scettica_8719800.html



Di Corrado Penna



Notizia tratta da una "lettera al direttore" del media canadese Vancouversun (http://www.vancouversun.com/health/Genetically+modified+food+rapped/8308415/story.html). Come preambolo alla pubblicazione di questa confessione leggiamo sul quotidiano on line: "una colonna sul cibo geneticamente modificato ha suscitato reazioni da parte di dei critici, tra i quali un ex scienziato dell'agricoltura canadese che ha cambiato i suoi punti di vista sulla sicurezza di questi prodotti.

Traduzione a cura di https://www.facebook.com/LaNostraIgnoranzaELaLoroForza





I DISCUSSI ORGANISMI GENETICAMENTE MODIFICATI
“Sono andato in pensione 10 anni fa, dopo una lunga carriera come ricercatore per l'agricoltura del Canada. Quando ero sul libro paga, ero lo scienziato designato del mio istituto per affrontare i gruppi pubblici e rassicurarli che le colture e gli alimenti geneticamente modificati sono sicuri.

Non so se ero appassionato a questo proposito, ma ero consapevole. Ho difeso il lato del progresso tecnologico, della scienza e del progresso.

mercurio nei vaccini
Di Gianni Lannes
Neonati e adulti usati come cavie. Il livello di criminalità bivacca ai vertici dello Stato. Se aumentano i casi di autismo tra gli esseri umani più piccoli, c'è una ragione ben nota alle Autorità, ai medici ed alle industrie farmaceutiche. Risposta: una letale dose di veleni soprattutto ai bambini in tenera età, neonati inclusi e compresi per creare malati cronici a vita, pazienti condannati per sempre a "cure mediche" inutili e dannose. In una frase: anomalie legalizzate dallo Stato italiano che mettono a rischio la vita di milioni di persone, in particolare i pargoli. Le autorità a partire dal ministero della Sanità, non ci fanno volutamente caso e lasciano correre contando sull’oblio collettivo. Gli affari economici contano più della salute. Infatti, il mercurio, pur messo al bando in Italia nel 2001, è ancora ben presente nei vaccini di ogni genere, per grandi e piccini.

Un passo indietro per raccontare una farsa istituzionale. Recita la nota dell’Aifa di 7 mesi fa: «Il 25 ottobre 2012 l’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) ha disposto il divieto di utilizzo dei vaccini influenzali FLUAD – AGRIPPAL – INFLUPOZZI SUBUNITÀ  E INFLUPOZZI ADIUVATO della ditta Novartis Vaccines and Diagnostics S.r.l.  . Il provvedimento si è reso necessario poiché la Novartis Vaccines and Diagnostics S.r.l.  ha comunicato la presenza di un  fenomeno di aggregazione proteica osservato nella produzione dei vaccini influenzali presentando dei rapporti di valutazione qualitativa, tossicologica e di farmacovigilanza che non forniscono elementi sufficienti a chiarire l’esatta composizione degli aggregati, né l’impatto del difetto sulla qualità, sulla stabilità del vaccino e, di conseguenza, sulla sicurezza e l’efficacia degli stessi. Si è in attesa delle ulteriori indagini e approfondimenti ritenuti necessari anche all’esito della valutazione della documentazione integrativa che la ditta dovrà inviare».  I vaccini sottoposti a divieto sono prodotti dall'azienda Novartis. L'AIFA, sulla base della documentazione presentata dall'azienda, ha stabilito la necessità di ulteriori verifiche circa la qualità e la sicurezza degli stessi, dal momento che questi potrebbero presentare una aumentata reattogenicità, cioè  la capacità di indurre effetti collaterali e reazioni indesiderate.
John Ralston SoulIntervista a  John Ralston Saul
Liberamente tradotto da  Luciano Lago


Tratto da una intervista realizzata recentemente a Città el Messico da Daniel Barron.

  John Ralston Saul, è un saggista e filosofo canadese il quale è stato qualificato dalla rivista “Time”  come un “profeta” per aver previsto il collasso del sistema finanziario dalla fine degli anni ’90, è stato recentemente in Messico dove ha fatto un altro dei suoi clamorosi annunci che fanno digrignare i denti a governanti ed ai poteri forti: “la globalizzazione ha fallito.” Nel suo recente libro pubblicato  “Il collasso della globalizzazione e la reinvenzione del mondo”,  descrive con freddezza analitica della fine di tutta un’epoca.
.
Daniel Barron: quali sono le cause del fallimento della globalizzazione?
John Ralston Saul: ci fu una grave crisi negli anni settanta, vi fu un gruppo di gente che prelevò  le idee inglesi del secolo XIX: libero mercato, deregolamentazione  e vollero renderle moderne.

Cuando  avvenne poi la crisi  le lasciarono indietro e negli anni 80 le ripresero. Tuttavia non furono mai idee brillanti e tutto iniziò a succedere negli anni novanta. Si potevano vedere una serie di falle, l’economia asiatica decadde, ci furono crisi in Latinoamerica e tutto iniziò a precipitare. Inoltre  già per l’anno 2.000 queste idee erano finite. L’elemento che era veramente rivoluzionario nella globalizzazione fu che si andava a considerare tutta la civilizzazione dal punto di vista dell’economia.

Giulietto Chiesa Chi organizza questi esperimenti per terrorizzare la popolazione? «Non lo sapremo mai. Resta da indovinare se il presidente in carica è al corrente, ovvero se ci sono forze che agiscono anche indipendentemente dal presidente, oltre lui e sopra di lui, e che lui è costretto ad avallare, a posteriori». Il clamore di Boston è stato anche provvidenziale: ha oscurato la prima pagina del “New York Times”, che il 16 aprile sparava la notizia del drammatico esito della commissione d’inchiesta del Congresso: gli Stati Uniti hanno praticato sistematicamente la tortura a partire dall’11 settembre del 2001. Il presidente e i suoi massimi consiglieri – recita la sentenza – erano al corrente del fatto che «pene e tormenti venivano inflitti su diversi detenuti in nostra custodia». Una bomba storica, contro gli ultimi tre presidenti: il democratico Bill Clinton, che preparò il terreno giuridico per le mostruosità che avvennero “dopo”, per includere i due mandati di George Bush Jr, fino ai due mandati non ancora conclusi di Barack Obama, coinvolto nella vicenda perché coprì le responsabilità del suo predecessore, tentando di bloccare l’inchiesta che lo riguardava nel 2009.

L’attentato di Boston, i bombardamenti israeliani su Damasco, la finta crisi tra Stati Uniti e Corea del Nord: sembrano eventi del tutto scollegati tra loro, ma purtroppo non lo sono. Al contrario, sembrano tutti segnali del convergere verso una “resa dei conti” su scala planetaria, tra Usa e Cina. Riletti in controluce, gli ultimi eventi parlano chiaro: a Boston si fanno prove generali per sospendere la democrazia sostituendola con lo stato d’assedio, utilizzando la paura. In Siria, l’intervento militare di Israele rischia di far precipitare la crisi verso un conflitto epocale con l’Iran. E la sfida ridicola inscenata da Pyongyang serve solo a consentire al Pentagono di traslocare armamenti in prossimità dei confini cinesi. E il presidente Obama? Non pervenuto. E’ lui il cuore del problema: «Adesso – dice Giulietto Chiesa – si vede in trasparenza che l’“uomo nuovo” della politica statunitense ha la stessa libertà di manovra di un fringuello in gabbia».
Come da previsioni, mentre il reset finanziario globale molla gli ormeggi, ecco che “magicamente” compaiono le immagini delle tecnologie segrete sviluppate nelle basi sotterranee dal complesso militare industriale del governo ombra.
Avevo già detto in passato che quella che ora nella realtà attuale ci pare avanguardia tecnologica è in verità paccottiglia medioevale al confronto di ciò che di vera tecnologia avanzata realmente ESISTE sul pianeta, per supplire a tutti i nostri bisogni: energia, trasporti, alimentazione, comunicazioni, ecc.
Evidente a questo punto è che la menzogna si estende ad abbracciare tutto il nostro modo di vivere, che è una crudele e sanguinaria presa in giro dell’umanità, costretta a vivere in modo primordiale quando potrebbe condurre una esistenza da sogno in un pianeta paradisiaco.
Insomma un inganno che molti rifiuteranno di accettare che sia stato perpetrato alle loro spalle, come del resto a quelle di noi tutti.
Per i più fragili vi sarà bisogno di sostegno psicologico, la dissonanza cognitiva è una brutta bestia.
Ma prima di quanto pensiamo AVREMO COMUNQUE un salto tecnologico inimmaginabile.
Jervé
Cari amici, questa GALLERIA DI TECNOLOGIE SEGRETE e la GALLERIA HAARP e la GALLERIA DEI SEGRETI SPAZIALI sono molto speciali per me. Ho condiviso queste foto qui sul mio sito con piacere. Essi sono doni da un amico speciale che non ho mai incontrato. So che nel mio cuore è un anima buona ed è abbastanza intelligente. Io probabilmente non lo incontrerò, ma sono grato di sapere che questa tecnologia avanzata possa un giorno essere condivisa con il mondo intero.
Il mio amico è in grado di costruire la sua nave spaziale. Lui non è il solo, come sento, anche il mio mentore Fred Bell è stato capace di questa impresa. Credo che se Fred aveva il finanziamenti e la squadra giusta per assisterlo, lui avrebbe potuto e avrebbe fatto questo per l’umanità. Pace all’anima sua.
David Adair l’ha fatto quando aveva circa 15 anni. Anche Howard Menger ne ha costruita una da solo. Poi, dopo “lusinghe” da parte delle forze militari Howard ne ha costruita una per la US Air Force nel 1950.


Il dott. Giole Magaldi, "Gran Maestro" della loggia massonica italiana "Grande Oriente Democratico" (GDO) interviene a "Radio Padania" per parlare di Enrico Letta e dei suoi legami con la massoneria.

L'articolo citato all'inizio dell'intervista è questo: Enrico Letta, un Para-Massone diligente, mediocre, subalterno e servizievole, all’Obbedienza dei circuiti massonici sovranazionali più reazionari e antidemocratici


Staff nocensura.com

Sono anni che, con una determinazione senza eguali, Francesco Carbone porta avanti la sua battaglia: sul web, mediante la divulgazione di articoli e materiale sulla pagina "Francesco Carbone il coraggio di denunciare" e al di fuori della rete, "scomodando" magistrati, dirigenti di pubblica sicurezza, e tutte le istituzioni alla quale si è potuto appellare.Più volte ha organizzato presidi di protesta fuori dal tribunale di Palermo, e dopo non essere riuscito a far istruire un processo quale "parte lesa", ha chiesto di essere processato come imputato, pur di avere la possibilità di essere ascoltato. Nei suoi articoli rivolge accuse pesanti, che qualora non risultassero corrispondenti al vero, potrebbero metterlo nei guai: ma - almeno fino ad oggi - nessuno lo ha denunciato: le sue azioni sembrano cadere nel vuoto, ma lui non si perde d'animo, e il 20 Maggio 2013 iniziera' una nuova "manifestazione ad oltranza" chiedendo a gran voce "l'avvio dell'azione penale di tutte le denunce penali presentate alle autorita' e la punizione penale dei magistrati che con dolo hanno sabotato le mie denunce non avviando l'azione penale obbligatoria in base all'art 112 della Costituzione e regolamentata da leggi e procedure."

Per maggiori informazioni sull'iniziativa, rimandiamo all'evento Facebook; per la sua vicenda, alla pagina Facebook.

Senza entrare nel merito delle sue vicissitudini - che sinceramente conosco solo marginalmente - colpisce la sua determinazione, che non ha mai perso, nonostante dalle istituzioni non abbia ricevuto, fino ad oggi, nessuna risposta soddisfacente.

A Francesco rivolgiamo un caloroso "in bocca al lupo!" per la nuova iniziativa.


Alessandro Raffa - nocensura.com



venerdì 17 maggio 2013
Gino Strada è un chirurgo e pacifista italiano. E’ fondatore, assieme alla purtroppo defunta moglie Teresa Sarti, dell’ONG italiana Emergency. E famoso per la sua schiettezza e per la sua sete di verità.

E’ stato ospite nella trasmissione televisiva “Che Tempo Che Fa” e, intervistato dal conduttore Fabio Fazio, ha rilasciato delle dichiarazioni che devono far riflettere.

David Petraeus: un classico caso di manipolazione«Sospettiamo tutti che il traffico di telefonate e mail sia intercettato e controllato, ma non ci siamo ancora resi conto di quale rivoluzione si stia preparando». E’ infatti in arrivo l’applicazione dei programmi di trattamento automatico della lingua ai social network: «Facebook o Twitter producono ogni giorno milioni di dati che, opportunamente trattati, possono segnalare tempestivamente il montare di una protesta sociale, il gradimento di una moda, la formazione di una tendenza culturale, la curva dei consumi che si prospetta, i comportamenti di borsa dei piccoli risparmiatori. Avete idea di quali conseguenze possa avere tutto questo?». Se lo domanda Aldo Giannuli che, dopo il grande successo di “Come funzionano i servizi segreti”, torna a scrivere d’intelligence, affrontando uno degli aspetti meno conosciuti e più controversi dell’attività dei servizi: il modo in cui manipolano e utilizzano l’informazione.
I servizi segreti hanno bisogno di giornali e tv per far passare determinati messaggi. «Il consiglio è non leggere un solo giornale, non guardare un solo canale Tv». Ma perché l’intelligence ha bisogno di usare i media? «I servizi segreti – risponde Giannuli, intervistato per il blog “Cado in piedi” – hanno bisogno di influenzare l’informazione, di utilizzare i canali informativi, per molte ragioni. In primo luogo perché serve in qualche modo far girare alcune notizie che possono risultare utili». Questo «non significa necessariamente notizie false», perché i servizi «sono indifferenti alla verità»: una notizia «può essere vera o falsa, l’importante è che sia utile a snidare un avversario o, per esempio, a produrre una rottura tra due avversari alleati tra di loro».



I PALAZZINARI CINESI SI STANNO DANDO DA FARE IN AFRICA
Nova Cidade de Kalimba è una moderna città africana costruita da investitori cinesi in Angola e composta da circa 750 edifici di otto piani.Nei progetti degli investitori, la città doveva raccogliere circa 500 mila abitanti, ma un inquietante filmato mostra come la selvaggia urbanizzazione cinese rischia di creare la prima “città fantasma” dell’Africa.Il costo dell’operazione si aggira sui 2,5 miliardi di euro, ma si tratta solo di una frazione del fiume di denaro che la Cina sta investendo in Africa. A questo punto, la domanda è semplice: perchè i cinesi sono così interessati al territorio africano?Costruita alla periferia di Luanda, la capitale angolana, Nova Cidade de Kalimba, oltre ai 750 blocchi di appartamenti, conta una dozzina di scuole e più di 100 locali commerciali, ma non ci sono abitanti! Come mai? Pare che il prezzo di un appartamento si aggiri sui 90 mila euro, una cifra esorbitante rispetto al magro reddito medio della popolazione locale che ancora vive nelle baraccopoli.Nonostante l’enorme quantità di appartamento invenduti, Nova Cidade de Kalimba è solo una delle tante città “fantasma” che la Cina sta costruendo in tutto l’Angola e in tutto il continente africano. Negli ultimi dieci anni, la Cina ha pompato miliardi di euro, e il trend non mostra il minimo segno di rallentamento.
 (AGI) - Roma, 17 mag. - Dopo oltre due mesi dalla scadenza del bando, non e' ancora terminato l'esame dei curricula di aspiranti collaboratori parlamentari arrivati ai gruppi del Movimento 5 Stelle. E nell'emergenza di avviare l'attivita', sono state scelte persone che avessero gia' esperienza nelle due Camere. A riferirlo e' stato il senatore Andrea Cioffi su Facebook. "La vostra disponibilita' ha raggiunto quota 23.000 e-mail, giunte entro le 12 del 12 marzo 2013", ha spiegato, "le difficolta' organizzative, causate dai numerosi impegni dovuti a questa fase di start-up, hanno rallentato la selezione delle figure richieste".
  "L'esame di tutti i curricula sta terminando in questi giorni ma, nel frattempo abbiamo selezionato - considerata l'emergenza dovuta alle prime attivita' - personale che avesse gia' esperienza all'interno della Camera e del Senato, sia non appartenente a nessun allegato che appartenente all'allegato A e B (per esempio: per l' allegato B, abbiamo l'obbligo di assumerne 22 alla Camera)", ha precisato Cioffi.
  "A breve, pubblicheremo tutti i nominativi degli assunti e i relativi curricula", ha assicurato, "in ogni caso, non possiamo che ringraziarvi per la vostra disponibilita' e il vostro sostegno". (AGI)


Fonte: http://www.agi.it/politica/notizie/201305171729-pol-rt10259-m5s_23mila_candidati_a_portaborse_ma_sono_assunti_i_soliti_noti


Cagliari da oggi è decisamente una città più amica degli animali. Il Comune vara un nuovo regolamento sugli animali a Cagliari, che è stato approvato dal consiglio comunale: sì del centrosinistra, l’opposizione si è astenuta. I cani potranno andare anche in autobus, a patto che abbiano guinzaglio e museruola. Potranno accedere ai negozi , tranne in quelli dove gli esercenti riterranno che alcune razze siano pericolose. Ma le nuove norme non finiscono qui: sarà vietato utilizzare i cani per l’accattonaggio o offrirli come premio di scommesse, e soltanto chi avrà il patentino di “gattaro” riconosciuto dall’Asl potrà dare cibo in strada ai gatti.  Sarà vietato abbandonare i cani in tutto il territorio comunale,  e chi non avrà cura del proprio animale lasciandolo al sole o senza acqua rischia multe salatissime che vanno dai 300 ai 750 euro. I quattrozampe potranno accedere nei parchi e nei giardini, tenuti al guinzaglio.  Ma su questo regolamento oggi  il consiglio comunale si è spaccato, e molti aspetti saranno oggetto di modifiche ed emendamenti. Pierluigi Mannino del centrodestra ha affermato che “ci sono ben altre priorità”, e per questo motivo è stato attaccato dalla maggioranza. “L’argomento è molto importante al contrario di quel che afferma Mannino- dice Guido Portoghese del Pd-  ad esempio sarebbe opportuno riservare spazi di sosta riservata per chi arriva con un animale ferito presso gli ambulatori”. Durissimo invece il commento dei Riformatori: “Se si facesse un referendum a Cagliari credo che i proprietari di animali uscirebbero sconfitti- dice Alessio Mereu dei Riformatori-  non accetto che i cani possano entrare nei negozi degli alimentari tenuti al guinzaglio, né che possano accedere ai giardini e ai parchi accompagnati dai loro padroni.  Una città civile deve avere rispetto anche delle persone, si sta perdendo il senso della misura. Nel quartiere dove abito devo stare attento a dove passeggio perché chi ripulisce gli escrementi dei cani è una minoranza, e non ci sono duemila vigili urbani per controllare.
Schaeuble1
“Nessuno e’ contro la crescita” ma “il consolidamento deve continuare”. Lo ha sottolineato il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, intervenendo a una radio tedesca. “Abbiamo bisogno di stabilita’ e crescita sostenibile“, ha detto Schaeuble.
Secondo il ministro tedesco tutti i governi, compreso quello francese, devono continuare con le riforme per ridurre il deficit di bilancio ma, ha osservato, i trattati offrono gia’ abbastanza flessibilita’ per stimolare l’economia. “La Francia – ha detto – deve seguire il percorso delle riforme strutturali”.


Fonte: imolaoggi.it

esm_inaugurazione_draghi_sopraL’ultima tranche da 2,8 miliardi di euro è stata pagata qualche giorno fa, come riportato – nel silenzio generale – da un trafiletto del Sole24Ore. Ma come, si chiederanno i cittadini, noi a stento arriviamo a fine mese e lo Stato “regala” oltre 40 miliardi di euro all’Europa per aver sottoscritto lo scellerato patto dell’ESM (European Stability Mechanism)? Più che un fondo Salva Stati si sta rivelando la mazzata finale sui contribuenti, italiani e non, per garantire gli squali dell’alta finanza. Ecco cosa sta succedendo.


La notizia è passata sotto silenzio, citata in un trafiletto qualche giorno fa da Il Sole 24 Ore e riguarda un ulteriore versamento che l'Italia ha fatto al Fondo Salva Stati, conosciuto anche come ESM, European Stability Mechanism.
La quota si aggira intorno ai 2,8 miliardi e si va a sommare agli oltre 40 miliardi di euro giù versati dall'Italia tra il 2011 e il 2012.
La notizia va in controtendenza rispetto alle altre news che arrivano in questi giorni, relative agli "sforzi" che la politica sta per mettere in atto per la crescita economica del Paese. Si parla della sospensione dell'IMU sulla prima casa che, valendo circa 4 miliardi di euro rappresenta appena lo 0.5% della spesa pubblica. O anche, scrive WSI, "il rifinanziamento per 1,5 miliardi di euro della cassa integrazione che, come denunciato dalla stessa INPS e dalle parti sociali, sarebbe ormai agli sgoccioli".

conferenza di Salvatore Tamburro , Checco Amodeo e Max Gaetano su debito detestabile ( debito odioso) mes , bilderberg, fruttarismo e dieta naturale dell'uomo. presso libreria loffredo a napoli , giovedi 16 maggio


Lo stato italiano non ha versato per anni i contributi pensionistici ai dipendenti delle pubbliche amministrazioni e quindi li ha fatti confluire nell’Inps, ponendoli a carico di coloro che la sventura pose a lavorare nel comparto produttivo. Il presidente dell’Inps, Mastropasqua,  ha confermato che l’ente ha quasi terminato le sue disponibilità: in breve sarà illiquido e a sostegno del suo allarme, ha citato la Relazione della Corte dei Conti sul bilancio preventivo 2012 da cui emerge chiaramente che la fusione con Inpdap ed Enpals operata all’inizio del 2012 si è rivelata una pillola avvelenata per i conti dell’Inps: “il patrimonio netto … è sufficiente a sostenere una perdita per non oltre tre esercizi”. - scrive l'alta Corte.
Ma la Corte dei Conti non si ferma all'allarme di bilancio. Infatti, scrive: «Questo, a causa della fusione Inpdap-Inps, ovvero l’ente previdenziale dei dipendenti pubblici con la previdenza privata. Una fusione voluta dalla manovra del governo Monti denominata Salva-Italia del 2011, che non ha cancellato il buco di 23 miliardi di euro, equivalente al debito che lo Stato ha nei confronti dei contributi previdenziali per i suoi dipendenti. Buco che ora grava nelle casse del Superinps, con il rischio di non riuscir più a pagare le pensioni per i prossimi anni se non verranno fati interventi a carattere urgente per risanare i conti.»
(trad. di Levred per GilGuySparks)

Se si guarda alla diffusione degli OGM nel settore alimentare della nostra industria e del governo e al modo in cui  si comporta l’industria dell’ingegneria genetica, si potrebbe scoprire che somiglia molto ad una “apocalisse di zombie“.
Questa enorme industria ha contagiato agricoltori, ristoranti e funzionari governativi dovunque, e siccome, in molti casi, loro al principio non sono sicuri di ciò che fanno, è quasi impossibile liberarsi di un simile virus infettivo, quale l’industria OGM della Monsanto, una volta che l’intero sistema è infettato.

E considerando il “Monsanto Protection Act“, che è stato recentemente tradotto in legge, devo anche chiedermi se siano stati per tutto il tempo a mangiare il nostro cervello  (nota: molti prodotti OGM e relativi pesticidi sono noti come neurotossici, in grado di ridurre il funzionamento mentale, compreso il quoziente intellettivo e di causare o aggravare una serie di malattie e stati patologici).
Quindi, diamo uno sguardo ai numeri:

575562_461847167223904_1883132628_n
OGM: Organismi Geneticamente Modificati manipolati geneticamente a partire dal DNA di diverse specie di piante, animali, batteri e geni virali. [1]

√  Superficie globale delle colture OGM: 170,1 milioni di ettari [2]
√  Area dell’Alaska: 171,7 milioni di ettari [3]
√  70%: la percentuale di articoli contenenti OGM nei negozi americani di alimenti [4]
√  0%: la percentuale di articoli contenenti OGM nei negozi americani prima del 1996 [5]
√ 50: le nazioni (tra cui tutti i paesi dell’UE) che limitano o vietano la produzione/vendita di OGM [6]
√  Negli Stati Uniti: la Food and Drug Administration ha stabilito che gli OGM non sono significativamente diversi dagli alimenti naturali
√  L’approvazione è stata basata su studi condotti dagli stessi produttori di OGM [6]
√ 87%: la percentuale di consumatori (statunitensi ndr) che vogliono che gli alimenti contenenti OGM siano etichettati
√ 53%: la percentuale di americani che rifiuterebbero di acquistare alimenti geneticamente modificati
√  80%: la percentuale di alimenti, convenzionalmente trasformati, contenenti OGM negli Stati Uniti – la dicitura sull’etichetta non è richiesta
√ Gli OGM sono manipolati per essere resistenti agli erbicidi, in particolare al glifosato (Roundup).  Alcuni effetti negativi:

-  il Glifosato si accumula nel terreno, contaminandolo. [7]
- si sviluppano erbe infestanti resistenti al glifosato che generano super erbacce. [7]

√  1: la razza di erba infestante resistente al glifosato (loglio (lolium perenne ndt) trovato in Australia), prima del 2010
√  6: gli Stati degli USA dove sono state segnalate erbe infestanti resistenti al glifosato negli ultimi tre anni [8]
√   1500%: l’incremento nella produzione di erbicidi dall’introduzione degli OGM [7]
√   La ratifica del “Monsanto Protection Act” impedisce restrizioni governative (dei singoli stati Usa in quanto legge federale ndt ) sui prodotti alimentari OGM, ritenuti un motivo di rischio per la salute [6]
√   Un tipo di mais OGM ha minacciato di annientare le larve di farfalla monarca con la contaminazione delle asclepiadacee [8]
√ “Nessuna delle colture alimentari geneticamente modificate attualmente sul mercato offrono vantaggi per i consumatori in termini di prezzo, di nutrizione, o di prodotti innovativi“. Ucsusa.org [8]
√ Oltre 40 colture geneticamente modificate possono essere vendute negli Stati Uniti. [8]
√  Gli OGM rendono possibile agli allergeni in un solo tipo di alimento di emergere in specie completamente diverse. [8]
√  Si è scoperto che gli OGM trasferiscono DNA geneticamente alterato nel DNA dei batteri che vivono nello stomaco umano, riproducendosi all’infinito. [9]
√  Gli OGM possono contaminare le specie esistenti che vengono coltivate con metodo biologico. [9]
√  I produttori di OGM in realtà possono citare in giudizio gli agricoltori le cui colture sono infettate da contaminanti OGM per furto di proprietà intellettuale. [9]
√  Come dimostra la percentuale di colture contenenti OGM, i produttori come la Monsanto hanno un monopolio virtuale sul settore agricolo statunitense. [10]

I principali alimenti contenenti OGM

√  Barbabietole da zucchero (95% del raccolto degli Stati Uniti)
√  Soia (94% del raccolto degli Stati Uniti)
√  Colza (90% del raccolto degli Stati Uniti)
√  Cotone (90% del raccolto degli Stati Uniti)
√  Mais (88% del raccolto degli Stati Uniti) [9]

foodsFonti:

- [1] http://www.nongmoproject.org/learn-more/what-is-gmo/
[2] http://www.isaaa.org/resources/publications/briefs/44/executivesummary/pdf/Brief%2044%20-%20Executive%20Summary%20-%20English.pdf
[3] http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_U.S._states_and_territories_by_area
[4] http://www.forbes.com/sites/rachelhennessey/2012/11/03/gmo-food-debate-in-the-national-spotlight/
- [5] http://www.motherjones.com/blue-marble/2013/02/gmo-farming-crops-more-popular-than-ever-world-charts
- [6] http://www.nongmoproject.org/learn-more/
- [7] http://www.theepochtimes.com/n2/health/gmo-toxicity-affects-animals-plants-and-soil-336742.html
[8] http://www.ucsusa.org/food_and_agriculture/our-failing-food-system/genetic-engineering/environmental-effects-of.html#monarch
- [9] http://www.naturalnews.com/038792_GMO_toxicity_digestion_cancer.html
[10] http://grist.org/food/monsanto-flirts-with-disaster-owns-the-world-anyway/


http://occupymonsanto360.org/2013/04/19/gmos-the-walking-dead-of-the-food-industry/


anonymous-monsanto-hacker-uso-ogm-comunicato

*********************************************************************

  • GMOs: The Walking Dead of the Food Industry
monsanto[11.04.2013]

If you look at the prevalence of GMOs in our food industry and government and at how the genetic engineering industry itself behaves, you may find it seems remarkably similar to a “zombie apocalypse”.  This huge industry has been infectious to farmers, restaurants, and government officials everywhere, and while many times they are unsure about what they are doing in the beginning it’s almost impossible to get rid of such an infectious virus such as Monsanto’s GMO industry once the whole system is infected. 

And considering the “Monsanto Protection Act” that was recently signed into law, I also have to wonder if they’ve been eating our brains all along (note: many GMO products and related pesticides are known neurotoxins that can reduce mental functioning including IQ and cause or exacerbate a variety of diseases and conditions).  So, let’s take a look at the numbers:

GMO: Genetically Modified Organisms engineered from DNA of different species of plant, animal, bacterial, and viral genes. [1]

- Global Area of GMO crops:170.1 million hectares [2]
- Area of Alaska: 171.7 million hectares [3]
- 70: percentage of items in American food stores containing GMOs [4]
- 0: percentage of items in American food stores containing GMOs prior to 1996 [5]
- 50: nations (including all EU countries) restricting or banning GMO production/sales [6]
- In the US: FDA ruled GMOs not significantly different from naturally occurring foods
- Approval based on studies conducted by GMO manufacturers themselves [6]
- 87: percentage of consumers who want foods containing GMOs to be labeled
- 53: percentage of Americans who would refuse to buy genetically modified food
- 80: percentage of conventionally processed food containing GMOs in the US – labeling not required
- GMOs are manufactured for herbicide tolerance, particularly to glyphosate (RoundUp). Some negative effects:
- Glyphosate builds up in the soil, contaminating it. [7]
- Weeds resistant to glyphosate develop, spawning super weeds. [7]
- 1: breeds of weeds resistant to glyphosate (ryegrass found in Australia) prior to 2010

00947066-photo-pochette-ogm-planete-en-danger-confederation-paysanne

- 6: US states where glyphosate-resistant weeds have been reported in the past three years [8]
- 1500%: increase in herbicide production since GMOs introduced [7]
- Signing of “Monsanto Protection Act” prevents government restrictions on GMO food found to cause health risks [6]
- One corn GMO type threatened to wipe out Monarch butterfly larvae by contaminating milkweed [8]
- “None of the genetically modified food crops currently on the market offer benefits to consumers in terms of price, nutrition, or new products.” Ucsusa.org [8]
- Over 40 genetically modified crops are allowed to be sold in the US. [8]
- GMOs make it possible for allergens in one food type to emerge in a completely different species. [8]
- GMOs found to transfer genetically altered DNA into the DNA of bacteria living in the human stomach, reproducing indefinitely. [9]
- GMOs can contaminate existing species being grown organically. [9]
- GMO producers can actually sue farmers whose crops are infected by GMO contaminates for intellectual property theft. [9]
- As evidenced by the percentage of crops containing GMOs, producers like Monsanto have a virtual monopoly on the US farming industry. [10]
Top foods containing GMOs

- Sugar Beets (95% of US crop)
- Soy (94% of US crop)
- Canola (90% of US crop)
- Cotton (90% of US crop)
- Corn (88% of US crop) [9]

- [1] http://www.nongmoproject.org/learn-more/what-is-gmo/
– [2] http://www.isaaa.org/resources/publications/briefs/44/executivesummary/pdf/Brief%2044%20-%20Executive%20Summary%20-%20English.pdf
– [3] http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_U.S._states_and_territories_by_area
– [4] http://www.forbes.com/sites/rachelhennessey/2012/11/03/gmo-food-debate-in-the-national-spotlight/
– [5] http://www.motherjones.com/blue-marble/2013/02/gmo-farming-crops-more-popular-than-ever-world-charts
– [6] http://www.nongmoproject.org/learn-more/
– [7] http://www.theepochtimes.com/n2/health/gmo-toxicity-affects-animals-plants-and-soil-336742.html
– [8] http://www.ucsusa.org/food_and_agriculture/our-failing-food-system/genetic-engineering/environmental-effects-of.html#monarch
– [9] http://www.naturalnews.com/038792_GMO_toxicity_digestion_cancer.html
– [10] http://grist.org/food/monsanto-flirts-with-disaster-owns-the-world-anyway/

http://occupymonsanto360.org/2013/04/19/gmos-the-walking-dead-of-the-food-industry/

monsanto_2117224777_n


x

giovedì 16 maggio 2013
ROMA (Reuters) - La strada per risolvere la crisi tra l'Italia e l'India sulla vicenda dei due marò è quella di un processo veloce e giusto a New Delhi.

Lo ha detto oggi il ministro degli Esteri italiano Emma Bonino in Parlamento, auspicando al tempo stesso che il governo italiano affronti quanto prima i problemi della sua giustizia, più volte denunciati dal tribunale dei diritti dell'uomo di Strasburgo, perché non si può chiedere all'estero quello che viene spesso disatteso in Italia.

I due fucilieri di marina, accusati di avere ucciso due pescatori indiani mentre erano in missione antipirateria a bordo di una nave commerciale italiana, "saranno sottoposti ad una nuova procedura di indagine a New Delhi che dovrebbe durare due mesi e in applicazione di una legge che esclude la pena di morte", ha detto il ministro in un'audizione alle commissioni Esteri congiunte di Camera e Senato.
Da un estremo all'altro. Fino ad oggi pur di riscuotere quanto dovuto dai contribuenti insolventi - molti dei quali non pagano poiché non hanno disponibilità economica - Equitalia non ha esitato a provocare il fallimento di moltissime aziende e pignorare la casa a centinaia di migliaia di famiglie (case che finiscono all'asta a prezzi fino a 3 volte inferiori a quelli di mercato: un danno ingentissimo per chi viene colpito dal provvedimento)

Ora invece c'è il rischio che i "furbi" che non pagano le multe la facciano franca: un danno erariale per i Comuni e l'ennesimo schiaffo a chi le regole le rispetta...

Come stanno le cose ce lo illustra l'articolo che vi proponiamo di seguito...

Staff nocensura.com



Multe da riscuotere? In circa 6mila Comuni (su un totale di 8mila) è rischio caos. Sono quelli che si trovano alle prese con il cambio delle società di riscossione dei tributi. Negli ultimi giorni infatti Equitalia ha inviato ai sindaci italiani la richiesta di non inviare più ruoli a partire da lunedì 20 maggio. E chi provvederà a riscuotere le multe non pagate?
A questo punto per la stragrande maggioranza dei Comuni si profila una situazione particolarmente difficile, perché il rischio è che molte delle multe non saranno più pagate. E, se la notizia potrebbe forse far felici parecchi automobilisti disattenti e poco disciplinati, rischia di provocare ulteriori dissesti alle già disastrate casse delle amministrazioni pubbliche.
TG: immortalato accidentalmente messaggio subliminale choc

Di Laura Caselli - losai.eu

Deva (così si chiama la signora ritratta nella foto qui sotto) si è scattata una foto con il suo cellulare per il suo profilo facebook, prendendo sullo sfondo il televisore che stava trasmettendo il TG. Immaginate il suo stupore nel rendersi conto di aver immortalato, con quello scatto, un vero e proprio messaggio subliminale. Difatti si può leggere chiaramente sullo schermo della TV la parola “KILL” (“uccidi”) scritta al contrario

Qui di seguito il video realizzato da Nathan Reitz il quale, dopo aver sentito questa storia da un amico, ha deciso di andare a verificare di persona l’attendibilità della foto. Come vedrete, è tutto terribilmente vero…


Articolo di Mike Adams su Naturalnews
 
Anche se la gara per dare la colpa ai vegetali è attualmente in corso in tutta l’UE, dove un ceppo di E. Coli super resistente sta facendo ammalare pazienti e riempendo gli ospedali in Germania, praticamente nessuno sta parlando di come l’E.coli è magicamente diventato resistente a otto diverse classi di farmaci antibiotici e poi, improvvisamente, è apparso nella catena alimentare.

Questa particolare variante dell’E.coli è un membro del ceppo O104, e i ceppi O104 non sono quasi mai (normalmente) resistenti agli antibiotici. Per acquisire tale resistenza, devono essere ripetutamente esposti agli antibiotici al fine di fornire la “pressione di mutazione” che li spinga verso l’immunità completa al farmaco.

Quindi, se siete curiosi di conoscere le origini di tale ceppo, potete in sostanza analizzare in dettaglio il codice genetico dell’E. Coli e determinare con sufficiente precisione a quali antibiotici è stato esposto durante il suo sviluppo. Questo passo è stato fatto (vedi sotto), e quando si guarda la decodificazione genetica di questo ceppo O104 che ora minaccia i consumatori di prodotti alimentari in tutta l’UE, emerge un quadro affascinante di come è stato generato.

euro-butt15 MAG – L’Italia dara’ il suo sostegno al Mali donando 15 milioni di euro per far ripartire il Paese. Lo ha annunciato il vice ministro degli Esteri Lapo Pistelli alla Conferenza dei donatori per il Mali.
”Abbiamo un ‘pledge’ di 15 milioni, 10 di crediti per gli aiuti in infrastrutture”, un acquedotto che rientra negli obiettivi indicati dalla commissaria Ue per le crisi umanitarie Kristalina Georgieva, e altri ”5 per le emergenze di vario segno”, come cibo, accoglienza e rientro rifugiati. ansa


Fonte: http://www.imolaoggi.it/?p=50376

Incompiute, sbagli e fallimenti vari: l’esecutivo tecnico che ci ha guidato per sedici mesi (compresi gli ultimi due con i poteri di ordinaria amministrazione) è stato ora additato di inconcludenza dalla Corte dei Conti. Leggi confuse e non risolutive questo dicono dalla magistratura contabile. E se il tecnico, nominato per correggere errori del passato, sbaglia figuriamoci cosa possiamo aspettarci dai politici sostenuti tra l’altro dalla stessa “strana maggioranza”.

di Viviana Pizzi
monti_o_professore_bastonato 
Sedici mesi di governo tecnico bocciati impietosamente: mission Monti fallita. Questa volta però il parere non è squisitamente politico ma di natura prettamente economica. A dirlo infatti è la Corte dei Conti che se la prende principalmente con due delle leggi formulate dal Professore e dalla sua squadra: il decreto sullo sviluppo, definito disorganico e con interventi disparati e sulla legge di stabilità (che sta per la vecchia finanziaria ndr)  definendola “senza respiro”.
Su cosa si sono appigliati i giudici contabili lo vedremo subito confrontando il contenuto delle leggi con il parere espresso.
L’ULTIMA IN ORDINE DI TEMPO E’ LA FERRERO CONDANNATA A UN RISARCIMENTO NEI CONFRONTI DEI SUOI CONSUMATORI

I grandi casi di azioni legali collettive negli Usa.Fa discutere i giornali d’oltreoceano la sentenza di qualche giorno fa di un tribunale americano, che ha condannato la Ferrero ad un risarcimento di oltre 3 milioni di dollari per aver “ingannato” i consumatori della Nutella. A chiedere l’indennizzo una mamma di San Diego, seguita poi da altri genitori preoccupati per la salute dei figli: il prodotto contiene grassi saturi, ma secondo l’accusa le pubblicità in tv lo descrivono come “sano ed equilibrato”. Questa battaglia legale è solo l’ultima di una serie di class action, anche clamorose, intentate da consumatori americani (rappresentati da un leader) nei confronti di aziende o brand internazionali. La causa collettiva può durare fino a qualche anno, e in caso di sconfitta i cittadini non sono tenuti a pagare l’avvocato che li difende.La prima importante class action della storia americana risale agli anni Sessanta, quando lo scrittore Ralph Nader fece causa, insieme ad altri automobilisti, alla Chevrolet: il modello di auto Corvair sbandava ad alta velocità a causa di un difetto di fabbricazione. Da allora la pratica è diventata uno strumento di forza collettiva e uno spauracchio per i grandi colossi industriali.Non sempre vittorie per i cittadini. Solo la settimana scorsa la Corte Suprema ha respinto la richiesta di class action che alcune lavoratrici avevano presentato contro la famosa catena di supermercatiWal-Mart (l’accusa: «discriminazione del sesso femminile»); se fosse stata avviata e appoggiata dal milione e mezzo di dipendenti sparse per il Paese, sarebbe potuta diventare l’azione legale collettiva più grande mai intrapresa in America.
bonino
”Sono una federalista convinta e con me questo governo”, ”il nostro obiettivo restano gli Stati Uniti d’Europa” e un ”sistema che garantisca maggiori risultati e anche risparmi, nei settori della difesa, della ricerca, delle grandi infrastrutture e ovviamente della politica estera”.
Lo ha detto il ministo degli Esteri Emma Bonino alle Commissioni Esteri di Camera e Senato. ”Credo – ha aggiunto – che la presidenza italiana dell’Ue nel secondo semestre 2014 sara’ un’opportunita’ importante per imprimere un impulso”. ANSAMED

Fonte: http://www.imolaoggi.it/?p=50382

 Dopo che la Presidente della Camera Boldrini ed il Presidente del Senato Grasso hanno espresso la volontà di "controllare" (censurare?) il web, dopo che l'AGCOM (autority guidata dai nominati dei partiti politici) ha annunciato leggi restrittive per i siti internet, questa volta è il Presidente Napolitano ad invocare interventi e repressione su internet: nel frattempo anche i mass media hanno iniziato a "spianare il terreno" enfatizzando la "violenza verbale" diffusa sul web: ne hanno parlato ieri (14/05/2013) a Ballarò: interventi che sembrano sdoganare la "necessità" di interventi verso la censura... che appare sempre più vicina: probabilmente per approvare l'agognato bavaglio aspetteranno l'estate, ad Agosto, quando la maggioranza degli italiani pensano alle spiagge e la "guardia" è più bassa... nel frattempo cercheranno di convincere chi non conosce la realtà della rete (molti della fascia di età sopra i 60 anni) circa la necessità di "intervenire"...

Che questo governo avrebbe censurato il web (o almeno sferrato l'ennesimo "attacco", che sarà difficile scongiurare, visto che le elezioni questa volta sono lontane e che i partiti hanno fatto "fronte unico") noi lo avevamo previsto in tempi non sospetti...

Staff nocensura.com
- - - - - -  

Il Presidente Giorgio Napolitano: Troppa libertà sul Web, ADESSO BASTA. Polizia intervenga.

Di Andrea Mavilla

É davvero conflittuale il rapporto tra il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ed il web. Nell’Italia repubblicana esiste un reato che si chiama “Vilipendio”. L’articolo 278 del Codice penale lo riporta “Offese all’onore o al prestigio del Presidente della Repubblica. Chiunque offenda l’onore o il prestigio del Presidente della Repubblica è punito con la reclusione da uno a cinque anni”.
Illustre Presidente Giorgio Napolitano,
prima che lei approdasse sul Web, avrebbe dovuto chiedere al suo ufficio stampa, cosa sono i Forum, blog o Social Network.
I Forum, Blog o Social Network, non sono controllati o gestiti da “editori o giornalisti leccaculo”, i quali scrivono solo quello che più le piace o conviene. I Forum, blog o Social Network, sono gestiti dal POPOLO, non ESISTE alcuna censura, silenzio o dittatura. Questi strumenti sono LIBERI.
Illustre Presidente Giorgio Napolitano, credo che nel nostro Paese ci siano problemi ben più seri a cui pensare, non crede?
Anziché preoccuparsi OGGI del Web, perché in questi anni non si é mai preoccupato dei tanti corrotti, collusi e mafiosi, presenti in Parlamento?

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Seguici su Facebook

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi