Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

mercoledì 23 maggio 2012
Gli antibiotici somministrati al bestiame lasciano tracce nel cibo. Questo il risultato di una ricerca della Universita' di Almeria, che ha studiato una nuova metodologia per identificare le minuscole quantita' di sostanze presenti nel cibo per bambini. Usando tecniche cromatografiche con cui separare i composti assieme ad una spettrometria di massa per identificarli, e' stato possibile individuare le singole sostanze presenti nel cibo per bambini come latte in polvere e prodotti a base di carne.
"In generale - ha spiegato Antonia Garrido, la professoressa di Chimica Analatica Antonia Garrido della Universita' di Almeria - le concentrazioni rilevate erano molto basse, quindi non destano preoccupazione. Ma dall'altro lato esprimono la necessita' di effettuare ulteriori controlli su questi prodotti per garantire la sicurezza alimentare". Le concentrazioni piu' consistenti sono state trovate nel pollame: tra le tante, tracce di sulfamidici, macrolidi, antibiotici contro i vermi e fungicidi. Lo studio, pubblicato sulla rivista Food Chemistry, sottolinea che il fenomeno potrebbe essere dovuto ad una mancanza di normative europee relative al cibo di origine animale, che non e' sottoposto a controlli accurati.

fonte: Aduc


0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi