Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

giovedì 19 settembre 2013
Ieri Berlusconi ha divulgato il suo (ennesimo) video messaggio: parla di CRISI, ma non proferisce mezza parola sui MOTIVI della crisi... LEGGI L'ARTICOLO


L'immagine su Facebook qui

3.100 MILIARDI DI EURO: a tanto ammontano gli INTERESSI sul debito pubblico che abbiamo sborsato negli ultimi 30 anni, una cifra a dir poco PAZZESCA!!! E ancora ci ritroviamo con più di 2.000 miliardi di debito, che ci costano 80-100 miliardi di euro di interessi annui (varia in base allo spread) e dovremo fare i conti con il FISCAL COMPACT... ECCO QUAL è IL VERO MOTIVO DELLA CRISI !!!

E' assurdo che l'Italia anziché emettere moneta debba emettere titoli di Stato e farsi prestare i soldi dalle BANCHE, pagando loro cospicui interessi.

La BCE NON presta denaro alle nazioni: non è cioè "prestatore di ultima istanza". La BCE emette il denaro e lo presta alle banche commerciali ad un tasso, attualmente, dello 0,50%: queste anziché finanziare le imprese (è più rischioso) investono nei titoli di Stato, realizzando un profitto del 4-5%
Edison e Ford già nel 1920 evidenziavano la totale ASSURDITA' di questo sistema monetario... anche se a quei tempi, gli effetti di questa TRUFFA non erano ancora evidenti: ma è fin troppo OVVIO che nel lungo periodo gli interessi avrebbero fatto crescere il debito fino ad arrivare al COLLASSO.

E' come se una persona ti presta 100.000€ e te ne chiede 5.000 a titolo di interessi ogni anno: dopo 20 anni hai pagato, a titolo di interesse, i 100.000€ del prestito iniziale: ma sei ancora indebitato di 100.000€ ... a quel punto te ne fai prestare altri 100.000 ma il debito diventa di 200.000€ e gli interessi salgono a 10.000€ all'anno: dopo 10 anni hai versato - sempre a titolo di interessi - anche questi 100.000€, sei nuovamente senza soldi e hai ancora il debito da 200.000€; ti prestano altri 200.000€, ma il debito a quel punto ammonterà a 400.000€ e dopo pochi anni..... fino a quando ti dicono che "devi ridurre il debito" e per farlo non hai altre soluzioni che quella di dargli la tua casa, la tua automobile e lavorare per loro gratis... (Vedi: "Il debito eterno" estratto de El Concursante)


Alessandro Raffa
 




L'ITALIA HA PAGATO - dal 1980 al 2012 - LA BELLEZZA DI 3.100 MILIARDI DI EURO (pari a 6.002.437.000.000.000 - sei milioni di miliardi - di vecchie lire...) DI INTERESSI SUL DEBITO PUBBLICO... (che oggi ammonta a 2.074 miliardi di euro...)

UNA SOMMA ENORME, SUPERIORE A 2 ANNI DI PIL NAZIONALE, CHE CI HA INEVITABILMENTE MANDATO SUL LASTRICO... soldi che siamo costretti a pagare perché anzichè emettere denaro, lo stato se lo fa PRESTARE dalle banche centrali private... !!!

Altro che "gli sprechi e le ruberie della casta", che a confronto sono spiccioli...

NON CREDO CHE CI SIA BISOGNO DI AGGIUNGERE ULTERIORI COMMENTI...


(Fonte: http://www.nocensura.com/2013/07/litalia-in-20-anni-ha-pagato-3100.html)


Vedi anche: Una raccolta di articoli per capire le origini e le cause della crisi

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi