mercoledì 29 maggio 2013

La guerra fratricida dei Partiti Pirata

E' guerra fratricida tra "partiti pirata": infatti dopo una scissione in Italia ci sono due partiti che si definiscono "Pirata", in aperta rivalità tra di loro.

Alle recenti amministrative le liste pirata sono state presentate in ben pochi Comuni: a Roma uno dei due partiti pirata si è presentato in coalizione con Rifondazione Comunista e con la lista civica Repubblica Romana, conseguendo un risultato a dir poco disastroso: lo 0,07% dei voti, un vero flop, che ha attirato gli sfottò dell'altro partito pirata, che invece è riuscito ad eleggere due consiglieri comunali ad Aviatico, nella bergamasca, e sul loro sito commentano così il risultato dei pirati concorrenti:

"(...) A Roma drammatico risultato, oltre il prefisso telefonico, di una pseudolista pirata, formata da elementi dell’estrema sinistra e da esponenti dei centri sociali, che si è schiantata con un oltremodo imbarazzante 0,06%. “A questi signori suggeriamo di dedicarsi ad altre attività” commenta ironicamente il leader del Partito Pirata, Marco Manuel Marsili." (leggi tutto)

Nello scenario politico italiano mancava solo la "battaglia tra pirati"...

Staff nocensura.com


Riceviamo e pubblichiamo:

Oggetto: comunicazione da Partito Pirata Italiano
 
Mittente:
   
Alla redazione di www.nocensura.com

Nell'ambito dell'articolo apparso in data odierna sul sito www.nocensura.com al link: http://www.nocensura.com/2013/05/la-guerra-fratricida-dei-partiti-pirata.html , sono stati messi a confronto i risultati elettorati delle amministrative che si sono tenute il 26 e il 27 maggio con i voti ottenuti dalla lista presentata dal partito I Pirati di Marco Manuel Marsili erroneamente fatto passare per il Partito Pirata Italiano.

Il signor Marsili non è il portavoce del Partito Pirata Italiano né è iscritto allo stesso. A nome del Partito Pirata Italiano, desideriamo che la notizia venga rettificata in modo che sia chiarita l'estraneità del PP-IT rispetto a quanto è di sola competenza di Marsili e cioè i risultati elettorali de I Pirati che, ci teniamo a far rilevare, sono stati pari 39 voti, ottenendo sì il 12% ma su 342 votanti (Roma ne ha poco meno di 3 milioni).

Il signor Marsili è stato già diffidato dal Tribunale di Milano [http://ordinanza.votopirata.it/ ]  a fare uso del nome del Partito. Pertanto ogni sua dichiarazione è da attribuire alla singola persona e non in rappresentanza del Partito Pirata Italiano.

Certi della vostra buona fede, nell'interesse di un'informazione corretta, vi invitiamo a correggere o rimuovere al più presto le informazioni errate dal vostro sito.

Saluti pirati  


Nome

Email *

Messaggio *