Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

domenica 1 aprile 2012
editoriale di nocensura.com


Negli ultimi anni abbiamo assistito a numerosi tentativi di censurare il web, provenienti da tutto l'arco parlamentare. Se ancora non ci sono riusciti, lo dobbiamo alla grande mobilitazione spontanea di milioni di cittadinie sopratutto al fatto che i partiti temono (anzi: sanno bene) che mettere la propria firma su una legge liberticida di questo tipo - in barba alla costituzione e ai diritti fondamentali dell'uomo - gli farebbe perdere numerosi consensi.


Negli ultimi mesi in parlamento sono state avanzate due proposte di legge che avrebbero di fatto censurato la rete: la legge proposta dal leghista Fava e un'altra, avanzata dal senatore PDL Alessio Butti. La "minaccia-Fava è stata sventata, mentre quella targata Pdl non è ancora stata discussa. Ma probabilmente non sarà questa la legge che tapperà la bocca ai blog scomodi. La censura della rete non arriverà dal parlamento, o meglio non "direttamente", per i motivi illustrati in precedenza.


Ecco come tapperanno la bocca alle voci libere del web
Il "governo tecnico" di Monti, "specializzato" in leggi odiose e impopolari - visto che non si pone i "problema" di perdere consensi, in quanto nominato appositamente per questo su indicazione (ordine?) di BCE & company, potrebbe censurare il web in modo "indiretto" ovvero tramite AGCOM, cioè  la famosa"Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni" a cui il parlamento potrebbe "armare la mano" aumentandone i poteri e affidandogli  la facoltà di stabilire leggi e regolamenti riguardanti la materia, web compreso, come spiega in modo esaustivo l'articolo "Il buco nero dell'informazione" di Claudio Messora.


"La via sovranazionale"
Visto che il "problema" del web libero preoccupa praticamente tutti i governi del mondo, i poteri forti potrebbero imboccare la "via sovranazionale", in modo che la legge sia "calata dall'alto" senza che nessun governo/partito nazionale se ne assuma la diretta responsabilità. In questa direzione va la famigerata "ACTA", questione che abbiamo affrontato e approfondito nelle scorse settimane



In un modo o nell'altro, purtroppo, il web sarà censurato. Possiamo scommetterci. Questo perché internet sta assumendo un ruolo sempre più centrale, e i "poteri forti" del sistema non possono certo ammettere che sia utilizzato contro di loro. Fino a quando i blog di "controinformazione" erano un fenomeno di "nicchia" non suscitava alcuna preoccupazione in quei poteri che hanno a disposizione i grandi media e le TV. Ma ora l'insieme dei blog liberi è diventato consistente e sopratutto non controllabile, una "macchina" composta da tanti piccoli ingranaggi indipendenti che lavorano all'unisono per un obiettivo comune, come i "tanti piccoli colibrì che tutti insieme spensero l'incendio" e questo fa paura: il successo dei referendum di Giugno 2011, promossi in pratica solo dai blog liberi, ne sono una dimostrazione.


staff nocensura.com

Vedi anche:




4 commenti:

kangaroo ha detto...

ci proverranno in tutti i modi ma finche saremmo uniti e combatteremmo non riusiranno mai a toglierci la liberta anche perche finche ci sara sempre anonymouse dalla nostra parte potremmo stare tranqulli

Tiziano Dal Farra ha detto...

Ciao.
E' successa una cosa inaudita, il 16 Febbraio scorso. E non ne trovo traccia nell'articolo. Ed allora, per amor di verità.... Sottoprodotti/danni 'collaterali' di talune criminose verità fattuali .... http://www.grr.rai.it/dl/grr/notizie/audio/ContentItem-04ec2fe4-6e6d-4aa0-9725-e02534dbd397-audio.html?pos=1&refresh_ce

Dopo una settimana, è stato risolto dai Providers.
Questo il *ricorso*:
http://www.vajont.info/sarzana2012Ricorso.html

Diciamo che il deputato Paniz l'ha fatta davvero fuori del vaso, ma alla grande. Sono sei anni che mi perseguitano, e va davvero ad essere interessante.
Discorso lungo.... http://www.vajont.info (risultato)
e
http://www.vajont.info/tolta.html (accessori)
Buona lettura.
Se dovesse sfuggirVi qualcosa, sono (ovviamente) a disposizione.
Tiziano Dal Farra, Belluno, 3396503360
-->> tiziano@vajont.info
::::::::::::
Saluti

Spike ha detto...

terrorismo senza senso...

Anonimo ha detto...

@Tiziano "non ne trovi traccia nell'articolo" del tuo caso perché l'articolo non prende in esame questi episodi, bensì le leggi ad hoc per censurare il web a livello generale.

Riguardo al tuo caso, di cui ho sentito parlare, sinceramente credo che anche tu abbia delle colpe, perché la libertà di stampa non è la libertà di insultare. Offendere non è necessario per esprimere un concetto, è possibile muovere critiche durissime senza scadere in volgarità... poi probabilmente sono stati esagerati, ma sei tu che gli hai offerto su un "vassoio d'argento" la possibilità di farlo usando un linguaggio non consono

saluti
Alessandro

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi