Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

sabato 18 febbraio 2012

Gli smartphone si confermano un vero e proprio cavallo di Troia usato dalle grandi aziende di internet per accedere ai dati personali degli utenti e appropriarsene senza che loro se ne accorgano.
Non solo Google che spia la navigazione degli utenti di iPhone e iPad, come rivelato dal Wall Street Journal. Anche Twitter fa incetta di dati personali alla faccia di ogni legge sulla privacy.
Dopo ripetute denunce da parte di associazioni di consumatori Usa, ieri la portavoce di Twitter, Carolyn Penner, ha ammesso che le rubriche di tutti gli utenti che usano l’applicazione Twitter sul proprio smartphone finiscono nel database dell’azienda di Dick Costolo, dove rimangono per un anno e mezzo.
La rubrica personale, con tutti i numeri di telefono e gli indirizzi, viene risucchiata da Twitter ogni volta che l’utente clicca su ‘Find friends’. La Panner ha annunciato che la funzione verrà modificata esplcitando con chiarezza l’opzione di upload della rubrica.

fonte


0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi