*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

domenica 2 dicembre 2012

Eliminazione comporto RC auto: cosa comporterà e dintorni...


- Editoriale -

In merito all'eliminazione del comporto di 15 giorni dopo la scadenza della polizza RC auto:

A chi non è mai capitato nella propria vita di guidare dopo la data di scadenza della polizza, ma coperti dalla "tolleranza" di 15 giorni che sarà eliminata a Gennaio? Siamo davanti all'ennesimo regalo di questo governo alle lobby: quei 15 giorni erano preziosi per chi per pagare l'assicurazione - che in alcune zone è pesantissima - deve aspettare di ricevere la paga mensile; un recente comunicato stampa della Polizia pubblicato sul settimanale locale della Val di Cecina "La Spalletta" circa gli esiti dei controlli effettuati sul territorio ha evidenziato come, a causa della crisi, siano in aumentano i casi di automobilisti trovati sprovvisti di polizza in corso di validità: con le gravi conseguenze che questo può avere in caso di incidenti. In questi casi scatta il sequestro del veicolo, e per tornarne in possesso è necessario pagare una multa di 798 euro ed esibire un contratto di assicurazione di almeno 6 mesi.

Il problema è grave perché in Italia, salvo poche zone (ma forse nemmeno) il trasporto pubblico è assolutamente inefficiente e per recarsi a lavoro quasi tutti DEVONO utilizzare la macchina: una scelta obbligata. In alcuni casi con i mezzi sarebbe necessario sostenere un viaggio di 2 ore per un tragitto che richiede 1/4 del tempo oppure è proprio impossibile, specialmente per chi lavora in turni.

Senza utilizzare l'automobile molti non possono andare a lavoro. E le famiglie monoreddito, sopratutto quelle con un reddito modesto, facilmente possono trovarsi in una situazione di difficoltà per pagare il rinnovo della polizza. L'eliminazione del comporto consentirà così alle compagnie di non risarcire diverse centinaia o forse migliaia di incidenti ogni anno: mandando nei guai e rovinando un cittadino.

Trovandosi nell'impossibilità di pagare l'assicurazione prima del giorno 10, 15 o 27 del mese, ma con la impellente necessità di utilizzare l'auto, qualcuno sicuramente sfiderà la sorte mettendosi alla guida con la polizza scaduta: qualcuno la passerà liscia, altri saranno sanzionati e aggiungeranno problemi ai problemi, qualche "sfortunato" farà un incidente stradale: e saranno dolori, senza l'assicurazione.

Non sottovalutiamo l'importanza di quei 15 giorni: se non avesse procurato un vantaggio alle lobby non lo avrebbero toccato... segno evidente che qualche 'bocconiano' ha stabilito che "eliminando la tolleranza potremmo risparmiare x.000.000 euro"...

Qualche anno fa ricordo di aver letto un articolo, con tanto di grafico, che evidenziava come in Italia il numero di veicoli circolanti pro capite è più elevato che altrove. Ci vendono questo dato come un "indice di benessere" mentre invece è l'esatto contrario. In molte famiglie italiane ogni componente maggiorenne possiede una macchina, e in molti casi se non è così è per una questione economica. Siamo anche gli automobilisti più vessati d'Europa, la rete autostradale è inadeguata ed i pedaggi elevatissimi.

In Italia non è mai stato fatto niente per favorire il trasporto pubblico e per incentivare chi abita in pianura ad utilizzare la bicicletta; non ci sono le piste ciclabili o comunque sono poche e mal collegate e andare in bici nelle grandi città è persino pericoloso. I governi italiani sono stati fortemente condizionati dalla grande industria automobilistica: che negli anni ha ottenuto "aiuti" pubblici. Anche in Germania ci sono grandi industrie automobilistiche, ma anziché penalizzare il trasporto pubblico hanno incentivato quello stradale con autostrade gratuite, sicure e collegate capillarmente...



Alessandro Raffa per nocensura.com

Approfondimenti: Circa il trasporto pubblico, leggete l'articolo Smog: in Italia più auto circolanti che all'estero, il trasporto pubblico è inefficienteA proposito di automobilisti: Multe: dati e curiosità. Ma vediamo come vengono spesi i soldi ricavati...

Nome

Email *

Messaggio *