Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

sabato 18 agosto 2012

"E' LADRO CHI RUBA, MA ANCHE CHI PARA IL SACCO" recita un proverbio. Ma è ladro anche colui che assiste alla scena e fa finta di niente. ED è QUESTO CIO' CHE ABBIAMO FATTO NOI ITALIANI.

Ce ne siamo sbattuti le palle di come ci hanno governato, abbiamo accettato e considerato "normali" situazioni-episodi-leggi che non avremmo mai dovuto accettare, nonostante le cose non andassero bene abbiamo continuano a votare questa gente di legislatura in legislatura, fino ad arrivare alla situazione di oggi. Nel migliore dei casi, abbiamo accusato una parte e difeso a spada tratta l'altra: la maggioranza degli italiani approcciano alla politica in modo simile ad una squadra di calcio. Ci sono persone che per "COERENZA" votano da sempre un determinato simbolo: "chi cambia idea è una banderuola" - "chi cambia idea è un traditore"... ma in realtà, solo i deficienti non cambiano mai idea: se voti un movimento e ti rendi conto che non rispetta minimamente i patti, continuare a votarlo è assurdo e demenziale. Lo è anche dare credito a gente che ripete di volta in volta le stesse promesse mai mantenute.

Ce la prendiamo con i politici, e abbiamo tutte le ragioni per farlo, ma non dimentichiamoci che i responsabili di tutto siamo NOI. Li abbiamo eletti (e questo è perdonabile) e CONFERMATI PER DECENNI (e questo non lo è!)

Se vogliamo cambiare le cose, dobbiamo prima cambiare noi. Non è uno ''slogan'', è una condizione NECESSARIA, se vogliamo vedere un cambiamento!

IL PROBLEMA PIU' GROSSO, ALLA BASE DI TUTTI I MALI è IL FATTO CHE SE LE COSE NON CI RIGUARDANO DIRETTAMENTE CE NE FREGHIAMO: se "purgano" una categoria di cui non facciamo parte, non ci interessa proprio. Se i soprusi non ci toccano, ce ne infischiamo. Ed è così che, poco a poco, ci purgano TUTTI.

Fa parte del famoso ''divide et impera'', che non si limita a dividerci tra "destra e sinistra", ma ci divide tra "toscani e lombardi", "milanesi e bresciani", "lavoratori autonomi o dipendenti".

PRETENDIAMO GIUSTIZIA SEMPRE!!!


Se il governo penalizza i lavoratori dipendenti con una legge ingiusta, i lavoratori autonomi anziché fare spallucce perché "il problema non ci riguarda", si schierino dalla loro parte! E viceversa. Perché un governo INGIUSTO, è TALE SEMPRE, ed è PERICOLOSO per TUTTI, ricordiamocelo sempre. Un governo capace di un'ingiustizia con i milanesi, lo sarà anche quando dinnanzi avrà i romani. Se un tizio ruba in un negozio altrui, probabilmente lo farà anche quando entra nel nostro!

In questi mesi abbiamo assistito a PORCATE SENZA PRECEDENTI, per citarne una su tutte, GLI ESODATI: Hanno lasciato senza reddito 390.000 lavoratori che sarebbero dovuti andare in pensione, cambiando i requisiti richiesti dalla legge dall'oggi al domani, un atto GRAVISSIMO degno dei peggiori regimi della storia.

Come possiamo accettare che i nostri anziani siano socialmente TORTURATI con una pensione minima di 500€, INSUFFICIENTE per vivere dignitosamente, mentre ci sono oltre 100mila pensionati d'oro che percepiscono 10-20-30-40.000 fino a 90.000€ di pensione, per non parlare dei vitalizi che si sommano alle pensioni.
E' INACCETTABILE, I RESPONSABILI DI QUESTO NON POSSONO ESSERE GIUSTIFICATI IN NESSUN MODO, A CASA SENZA MA E SENZA SE!

Uno SCANDALO IGNOBILE che riguarda TUTTI: GLI ESORBITANTI AUMENTI DELLA BENZINA, che hanno giustificato con la "necessità di aumentare le entrate", in realtà HANNO PRODOTTO PERDITE PER LO STATO, poiché i consumi si sono ridotti drasticamente, e secondo l'associazione di categoria dei benzinai, la perdita per le casse dello stato sarà di 581 milioni di euro! http://www.nocensura.com/2012/01/laumento-accise-benzina-fara-perdere.html - Hanno messo in ginocchio il settore agricolo e quello dei trasporti, hanno provocato aumenti di prezzo dovuti al ''caro gasolio'' in un paese basato sul trasporto su gomma, costringono i cittadini a dover evitare persino una gita "fuori porta" e LO STATO CI RIMETTE PURE!!! Per non pensare ai MILIONI di cittadini abitanti nell'arco alpino che sconfinano per fare il pieno: prima lo faceva chi vive alla frontiera, oggi il risparmio è tale che conviene anche a coloro che devono fare 40-50 km per recarsi all'estero, e magari acquistano anche un paio di stecche di sigarette, soldi che finiscono nelle casse svizzere, austriache, slovene e francesi.

Di questo scandalo ne parliamo qui: http://www.nocensura.com/2012/02/caro-benzina-lassurda-decisione-di.html - UN GOVERNO SANO AVREBBE FATTO RETROMARCIA, SI SAREBBE SCUSATO: QUI INVECE CONTINUA AD AUMENTARE.

Se la lobby petrolifera ha tirato fuori lo "sconto weekend", un'operazione di marketing che pur gradita, ha fatto lievitare ulteriormente il prezzo durante i giorni feriali (comunque finirà a Settembre) è perché ad Aprile il calo dei consumi ha toccato la soglia del 16% e ci stavano rimettendo pure loro: certo non lo hanno fatto per fare un favore ai cittadini...

Meditate italiani, meditate! E fate meditare le persone che avete vicino, sopratutto quelle che non si informano sul web...


Alessandro Raffa per Nocensura.com




4 commenti:

Anonimo ha detto...

Se i lavoratori subiscono ricatti sul lavoro
lo devono a tutte le categorie sindacali la loro colpa? Avere diviso i lavoratori
(come?) politicizzando il Sindacato per favorire i padroni ( come? ) semplice
ogni categoria sindacale rappresenta una fazione politica.

Tutte le fazioni politiche rispondono a l’interesse delle lobby che rappresentano
Chi sono le lobby? Sono i padroni ( che i sindacati dovrebbero combattere)
E come li combattono? Indebolendo la catena dei lavoratori ( come? )
Creando disuguaglianza negli stipendi ( vedi categoria metalmeccanici – edilizia – ferrotranvieri- artigiani-ecc)
mentre il costo della vita è lo stesso per tutti.
Lavoratori ricordatevi che l’unione è come una catena ( fa la forza).
PS Non c’è nessuna differenza fra ( Democrazia e Comunismo)
Sino a che nel Mondo prevarrà la cupidigia
il Popolo sarà Sempre sfruttato dalla classe dominante.

La differenza ci sarà quando il credo delle due forze Politiche
Si completerà fondendosi ha formare un solo credo ( EGUAGLIANZA SOCIALE)
UTOPIA ? VITTORIO

Anonimo ha detto...

Tutto vero! ....e soprattutto cari italiani non dimenticate che dieci anni dopo la crisi del '29 (che in piccolo fu quello che succede ora) è scoppiata la II guerra mondiale. Siamo solo all'inizio!

myname thesame ha detto...

Ho provato a convincere dei pensionati che basterebbero cinquanta di loro, anche di meno, presentarsi in banca e chiedere di ritirare i risparmi nello stesso giorno e stessa filiale, per far restare la banca senza contanti. A quel punto s chiamano i cc. e si fa mettere a verbale l'insolvenza. Basterebbe questo per avviare una procedura di fallimento. Ma perché non lo fanno i sindacati di categoria, se ancora esistono in questo schifo di paese?

Rosario Cosenza ha detto...

Nella mia vita mi ricordo solo una ubriacatura, effettuata quando ero giovanissimo ed avevo formato un complesso con amici, avevamo solo chitare da poche lire. Se dovesse mutare la situazione Italiana e arriveremmo a mettere tutti i politici (che da vent'anni ci governano) in un'isola deserta a farsi battaglia e lottare x sopravvivere, come stiamo facendo da anni noi, giuro che prenderò la mia seconda ubriacatura.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi