*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

domenica 17 giugno 2012

Spiegel: “Se l’Italia esce dall’euro ci guadagna, il danno è per la Germania"

Editoriale di Nocensura.com

L'Italia non avrebbe che da guadagnare da un'eventuale uscita dall'Euro: è quanto sostengono i (pochi) economisti liberi a cui il sistema non concede spazio, preferendo terrorizzare i cittadini sostenendo l'esatto contrario. Ma anche un articolo del tedesco "Spiegel" pubblicato nei giorni scorsi, ha rivelato che l'uscita dell'Italia dall'euro sarebbe un problema PER LA GERMANIA, e non per l'Italia.

Persino la Grecia resterà nell'Euro, visto che stando agli esiti exit poll divulgati in queste ore sta trionfando - incredibilmente, ma non troppo - la coalizione Pro-Euro. Stanno facendo credere che in caso di uscita dall'euro le cose andrebbero persino peggio, cosa che certo non corrisponde a verità: ma grazie ai politici e sopratutto ai media, i cittadini ci credono, nonostante siano stati MASSACRATI dall'Euro e dalla Germania - che insieme alla Francia - in cambio di (falsi) aiuti ha imposto al precedente governo ellenico l'acquisto di inutili e costose armi di loro produzione. Germania che nonostante abbia nei confronti della Grecia un debito di addirittura 70 miliardi risalente alla seconda guerra mondiale che non ha mai onorato, ha guadagnato ben 380 milioni di euro di interessi sui prestiti concessi ad Atene

Come ha dichiarato l'ex Ministro Martino, che ha commentato il prossimo aumento dell'IVA  che entrerà in vigore a Ottobre deciso da Monti dicendo che "solo un imbecille può aumentare l'IVA in questo momento" L'ITALIA ORMAI è UNA COLONIA TEDESCA

Ma essendo il paese in mano a questa classe politica, stupidamente sostenuta ancora dalla maggioranza degli italiani, che lobotomizzati dai mass media continuano incredibilmente a sostenere partiti pro-europeisti (PD, PDL, Terzo polo & partiti satellite di FALSA opposizione, Lega e IDV) le possibilità che l'Italia possa uscire dall'Euro sono davvero minime. Continueremo a pagare interessi altissimi agli speculatori - con lo spread sopra i 450 punti per avere liquidità lo stato corrisponde alle banche un tasso di interesse allucinante, del 7% - e sborsare soldi per salvare le banche altrui. E non è finita: il PEGGIO deve ancora arrivare, ma ormai siamo vicini: tramite l'ultima trovata, l'ERF, si prenderanno anche la nostra ambitissima riserva aurea... e pensare che secondo la mortadella del Bilderberg Prodi, avremmo avuto moltissimi benefici dall'Euro...
Staff nocensura.com

Vedi articolo Spiegel Online: Kurz vor dem Kollaps

Di seguito l'articolo Spiegel: “Se l’Italia uscisse dall’euro, sarebbe un danno per la Germania” pubblicato da "iljester.com"

Il giornale tedesco esprime la paura dei vertici tedeschi e conferma in generale la tesi più diffusa fra gli economisti e gli osservatori politici. La Germania ha voluto l’Italia nell’euro per castrarla economicamente, e ora ne teme l’uscita. L’economia italiana da una simile eventualità ne verrebbe rafforzata e nel contempo quella tedesca ne verrebbe indebolita.

In altre parole, se l’Italia uscisse dall’euro, riprenderebbe a crescere. Il suo debito verrebbe tagliato e la spirale recessiva verrebbe interrotta bruscamente, aprendo le porte a una nuova fase economica, rafforzata da un incremento massiccio delle esportazioni (in ragione di una nuova lira svalutata),  le quali a sua volta “danneggerebbero” la Germania che perderebbe molto del suo attuale potere contrattuale e negoziale. Un vero peccato che abbiamo una politica che anziché perseguire gli interessi nazionali, è più preoccupata di tutelare gli interessi tedeschi ed europei a danno del popolo italiano che non ha bisogno né dell’euro né dell’Europa.
- - -
Aggiornamento 24/06/2012: vedi anche Germania: "Se uscite dall'euro ci rovinate"


Virtual Tags ha detto...

Sì, ma se esce la Germania ci guadagnano tutti!

Anonimo ha detto...

lascio perdere gli insulti perchè la lista sarebbe infinita...siamo un popolo di stupidi, svegliatevi per favore

mapicerr@gmail.com ha detto...

Ragazzi, sono convinta da sempre di quel che dite. Che significato ha la moneta unica se non c'é unità politica???? Grazie.

Anonimo ha detto...

E' vero: per chi abbia un mutuo a tasso fisso o uno stipendio non bloccato - non potranno bloccare l'indicizzazione di pensioni e stipendi per sempre - l'uscita dall'euro non può essere che conveniente o, semmai, indifferente.
Infatti si passerebbe da un euro a 1936,27 lire, operazione inversa. Se anche ci fosse una inflazione su questo importo si noti che tanto questa già è stata operata finora col cambio effettivo, dal primo giorno dell'introduzione dell'euro, di un euro uguale mille lire. probabilmente, nel passaggio inverso, si ritornerebbe al vero cambio con 1936,27 lire.
Si potrebbe stampare valuta, come fa l'America, e si ritornerebbe in breve a fare i nostri interessi e non quelli della Germania.
La verità è, forse, quella contraria a quanto si dice: infatti ci rimetterebbero non gli appartenenti alla classe medio bassa, altrimenti lo avrebbero già fatto, visto il riguardo che il governo ha avuto con tale classe nella manovra salva italia - cosiddetta -.
Per quel che riguarda l'esportazione, rischio temuto - di euro all'estero in caso di ritorno alla lira, ciò non è necessario. Infatti credo che sia assolutamente lecito ritirare gli euro depositati in banca e tenerli a casa e, poi, in caso di passaggio alla lira, spenderli all'estero o cambiarli in lire ad un cambio effettivo.

Anonimo ha detto...

Ciao. Vi seguo da poco, ma mi piacete già un sacco. Penso che l'Italia sia un paese bellissimo che non ha bisogno di niente da nessuno e di nessuno. Inoltre la tipologia del territorio permette la coltivazione di ogni tipo di frutta e verdura, la possibilità di fare energia con acqua, onde del mare, sole, vento. Si potrebbe anche evitare di importare, ma se lo facessimo invece di pagare in soldi potremmo forse pagare con nostri prodotti, o no?

Anonimo ha detto...

Uscire il prima possibile e NON pagare il debito derivante dalla perdita di sovranità monetaria.
Proprietà Popolare della Moneta e si fottano banchieri e loro camerieri!

CARLO CONSONNI ha detto...

SONO CONVINTO ANCHE IOO CHE IL RITORNO ALLA NOSTRA LIRA SIA UN BENE .PRIMO LA BANCA CENTRALE STAMPA SOLDI E CE LI VENDE AD INTERESSI ASSURDI QUANDO ABBIAMO UNA ZECCA FERMA.SECONDO CON UN EVENTUALE DECLASSAZIONE INIZIALE DI UN IPOTETICA FUTURA LIRA Sì DOVREMMO FARE SACRIFICI MA NE GUADAGNEREBBE IL MERCATO CON PRODOTTI NOSTRI A BUON MERCATO CHE ATTIREREBBERO INVESTITORI E CON LA RIPRESA DELL ECONOMIA

Anonimo ha detto...

Vogliamo uscire dall'Euro ma cosa possiamo fare di concreto perchè questo avvenga?

Anonimo ha detto...

Sarebbe opportuno un referendum per decidere se...rimanere o uscire fuori dall'euro.Anche se per me abbiamo perso solo tempo a entrarci,i risultati li stiamo vivendo.

Anonimo ha detto...

non abbiamo assolutamente perso tempo endrandoci. Abbiamo risparmiato circa 750 MILIARDI di euro di interessi sui nostri titoli di stato agganciandoli ai tedeschi... Mica bruscolini.

Paolo58 ha detto...

Dentro o fuori dall'euro non cambierebbe niente. Se l'economia va male la responsabilità è di chi ci ha sempre governato solo in continua campagna elettorale, senza un progetto sociale. Forse avremmo un vantaggio immediato svalutando la moneta.... e poi? inflazione sempre a scapito delle classi deboli. Io ricordo che nel 79 sono stato all'estero due anni (senza mai tornare a casa)e si potevano "esportare" solo duecentomila lire. Vogliamo tornare a questo?

Nome

Email *

Messaggio *