*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

venerdì 27 gennaio 2012

LA VERGOGNA DELLE VERGOGNE


MENTRE I NOSTRI PENSIONATI MUOIONO DI FAME...
V E R G O G N A !

Devono vergognarsi loro (i politici) ma anche noi cittadini che gli abbiamo permesso tutto questo... continuando a votare e sostenere questa gente

Leggi:



Condividi su Facebook
Anonimo ha detto...

L'Italia va a rotoli da tempo per una ragione nascosta ma precisa: perché non è mai mutato l'uso, d'origine monarchica e più tardi fascista, di assegnare a vita i ruoli pubblici nonostante tali impieghi, da quando è sopraggiunta la Repubblica con l'acquisita sovranità popolare, siano divenuti un bene comune di proprietà dell'intero popolo italiano.

L'ambito di governo fu, sì, democratizzato ma la nostra Funzione Pubblica rimase quella che era ai tempi del fascismo. Ed è così che ancor oggi noi cittadini veniamo caricati di indebiti pesi, ormai insopportabili, e spesso perfino criminalizzati e repressi anche senza giustificato motivo: perché politici, corrotti dalle tante lobby di potere, protetti da acritici statali fidelizzati a vita, possono emettere ogni tipo di legge malvagia e perfino disumana.


Dubbio non v'è che lasciando
la Funzione Pubblica così com'è,
l'ITALIA (noi tutti)
finirà presto ANNIENTATA.


Decidiamoci allora a riformare la Funzione Pubblica aprendola alla partecipazione di tutti gli aventi le necessarie capacità. Cacciamo via senza esitazione gli incapaci e prepotenti affezionati al posto pubblico fisso retaggio del fascismo e fascisti quindi essi stessi e facciamo gli onori di casa a coloro i quali hanno invece così tante capacità da non legarsi ad alcuna casta, congrega o mafia e da non volere accaparrare a vita il bene comune.


Grato, saluto cordialmente.

Danilo D'Antonio


Equo Impiego Pubblico a Rotazione
http://www.hyperlinker.com/ars/

Nome

Email *

Messaggio *