mercoledì 16 luglio 2014

DOSSIER ROMA: la capitale sta morendo nell'indifferenza generale

A cura dello Staff di nocensura.com 
Clicca per ingrandire l'immagine
(Foto da "Roma fa schifo" Facebook)
LA FOTO SOPRA RITRAE LE CONDIZIONI IN CUI VIAGGIANO I PASSEGGERI DELLA LINEA B DELLA METROPOLITANA DELLA CAPITALE: treni sporchi e fatiscenti (sia all'interno che all'esterno) l'aria condizionata non funziona, persone stipate come animali (anzi: il trasporto degli animali prevede uno spazio dignitoso per ogni capo di bestiame...) e in un contesto così i borseggiatori hanno vita facile... non a caso Roma è in testa, insieme a Barcellona, alla classifica di Trip Advisor per il numero di borseggi.


Da anni, nelle ore di punta la situazione è quella evidenziata nella foto: i passeggeri sono stipati come sardine... ogni giorno! La linea B in particolare è qualcosa di INDECENTE, anche i tempi di attesa sono lunghi, e in un contesto così chi può, evita di usare i mezzi pubblici...

Entrare in metro con un passeggino o una carrozzina è praticamente IMPOSSIBILE; infatti se ne vede poche, in metropolitana. Alcuni mesi fa ho assistito personalmente alla scena di una ragazza che non riusciva a salire a bordo della metro da Termini direzione Rebibbia con il passeggino. Era disperata, e stava pensando di uscire dalla metro, dopo che in mezz'ora ne sono passate 3 o 4 stracariche e non è riuscita a salire a bordo.

Insieme ad una amica abbiamo aiutato la ragazza a salire, appellandoci - nei pochi secondi che dura una fermata - alla gentilezza degli altri passeggeri, due dei quali sono scesi per farle spazio, e anche noi abbiamo aspettato il treno successivo... scene da terzo mondo... Anzi, NEL TERZO MONDO LA SITUAZIONE è MIGLIORE, IN MOLTI CASI!

La foto sopra è stata pubblicata dalla pagina facebook "Roma fa schifo" con il seguente commento:

"Nuova Delhi? Calcutta? No, la capitale d'Italia."

Nei commenti al post un lettore ha replicato: "magari Nuova Delhi o Calcutta, eccole qua", pubblicando nei commenti le foto della Metropolitana delle due città indiane, che NIENTE hanno a che vedere con la scandalosa metro di Roma Capitale... (vedi le foto di seguito)

La metropolitana di Nuova Delhi
La metropolitana di Calcutta
Una curiositò sulla prima (o ultima) carrozza della Metro è disegnata una svastica:
precisiamo che nella cultura indiana ha un significato "propriziatorio",
che nulla ha a che vedere con il nazismo; vedi su wikipedia
BORSEGGI: UNA PIAGA CHE AFFLIGGE ROMA 
 
La situazione alla stazione ferrovia di Roma Termini è fuori controllo; ne hanno parlato più volte, anche recentemente, diversi giornali nazionali, ma nessuno sembra far niente per migliorare la situazione. Oltre ai numerosi taccheggiatori - svariate decine - che quotidianamente operano alla stazione e alle principali fermate turistiche della metropolitana, ci sono quelli che si fingono "facchini" e taglieggiano i turisti; si offrono di aiutare a sistemare a bordo i bagagli, e per questa semplice operazione chiedono 10, talvolta 20 euro: e se qualcuno rifiuta, viene insultato e alcune volte riceve uno sputo in faccia; ne ha parlato recentemente anche il Corriere, che ha illustrato la situazione della stazione di Firenze SMN, che è la stessa di Roma Termini.


La Polizia ha le mani legate: non è facile cogliere in fragranza di reato i taccheggiatori, che altrimenti non possono essere accusati di niente, ovviamente. E quando vengono scoperti e denunciati, il giorno dopo - se non dopo poche ore - tornano "al lavoro". Nella maggioranza dei casi si tratta di minorenni, alcuni sono poco più che bambini, e non sono imputabili. Stessa situazione per le donne in stato di gravidanza: e c'è chi se ne approfitta, come la donna denunciata 75 volte e sempre scarcerata perché incinta. Un'altra donna è stata denunciata 50 volte per furti in appartamento, e anche questa non ha fatto 1 giorno di carcere. Se è stata scoperta 50 volte, probabilmente ha svaligiato almeno 500 appartamenti...

Quelli citati sopra sono "casi limite", ma persone che vivono di espedienti, nella Capitale, ce ne sono certamente svariate migliaia. Secondo il "rapporto sulla criminalità" riportato da Il Messaggero a Roma avviene un furto ogni 3 minuti, ed il numero totale dei reati denunciati nel solo 2012 è di 325.000: un numero enorme, se consideriamo che il Comune di Roma ha 2.850.000 abitanti. Praticamente un cittadino ogni otto nel 2012 è rimasto vittima di un reato: e di questi 5.299 sono stati omicidi volontari, tentati omicidi e violenze sessuali: in media 15 al giorno! Questi sono i dati relativi al solo anno 2012, nel solo comune di Roma. Lo stesso "rapporto" riportato da Il Messaggero parla anche dei disservizi del trasporto pubblico della Capitale, che collocano la capitale italiana agli ultimi posti in Europa per qualità del servizio.

La situazione alla stazione ferrovia di Roma Termini è fuori controllo; ne hanno parlato anche recentemente diversi giornali nazionali, ma nessuno sembra far niente per migliorare la situazione. Oltre ai numerosi taccheggiatori - svariate decine - che quotidianamente operano alla stazione e alle principali fermate turistiche della metropolitana, ci sono quelli che si fingono "facchini" e taglieggiano i turisti; si offrono di aiutare a sistemare a bordo i bagagli, e per questa semplice operazione chiedono 10, talvolta 20 euro: e se qualcuno rifiuta, viene insultato e alcune volte riceve uno sputo in faccia; ne ha parlato recentemente anche il Corriere, che ha illustrato la situazione della stazione di Firenze SMN, che è la stessa di Roma Termini.

LA GIUNTA MARINO: SECONDO MOLTI ROMANI LA PEGGIORE AMMINISTRAZIONE DI SEMPRE

L'amministrazione di Marino è la PEGGIORE che i romani abbiano mai avuto. Sono molti i cittadini della Capitale che la pensano così. Marino è riuscito nell'incredibile impresa di far rimpiangere Alemanno, e non era certo un risultato facile.

ROMA in questo periodo, da diverso tempo è INVASA DAI RIFIUTI, che si accatastano fuori da ogni cassonetto, emanando un cattivo odore che investe strade e condomini (chi abita al primo piano e ha la sfortuna di avere i cassonetti nei pressi delle finestre è un disgraziato) e che rappresentano una manna dal cielo per i topi che stanno consolidando la loro presenza.

Roma, zona Rominina
Roma, zona Balduina

Roma, zona San Basilio
Foto dalla pagina Facebook "Roma fa schifo"

Oltre alla evidente cattiva gestione dell'AMA (l'azienda che gestisce lo smaltimento dei rifiuti a Roma) la capitale deve fare i conti anche con il fenomeno dell'assenteismo dei dipendenti: il cui tasso di assenze è molto superiore alle "medie".  Che i dipendenti del Comune di Roma non siano un "esempio di virtuosità" è risaputo: Le Iene hanno fatto più volte degli scoop dove hanno sorpreso dipendenti che timbrano il cartellino e vanno a spasso (Vedi qui, qui e qui) c'è chi va al bar a fare colazione con calma, chi va a fare la spesa o altre commissioni. Tra l'altro dopo aver denunciato pubblicamente la questione una prima volta, sono tornati sul posto dopo poche settimane, constatando come NULLA fosse cambiato. E la cosa non sorprende, visto che Marino intervistato da Le Iene sul caso, sembra aver minimizzato la portata della questione, affermando che si tratta di "poche mele marce", mentre a giudicare dal video de Le Iene sembra un fenomeno assai esteso. Il sindaco ha chiesto a Le Iene di consegnargli il DVD "per punire i responsabili", ma dovrebbe esser compito dei dirigenti dell'ente punire certi comportamenti, e non certo de Le Iene.

Cosa dire infine della dipendente che ha rivelato di non fare niente tutto il giorno per cause indipendenti dalla sua volontà? Anzi, la signora vorrebbe fare il suo lavoro.

E LA SITUAZIONE DEI RIFIUTI E DEL TRASPORTO PUBBLICO ROMANO NON SEMBRA DESTINATA A MIGLIORARE: ANZI, AL CONTRARIO POTREBBE PEGGIORARE, VISTO CHE SONO STATI ANNUNCIATI TAGLI ALL'AMA E ALL'ATAC!

Se i rifiuti invadono le strade oggi, ed il trasporto pubblico è inefficiente, cosa succederà quando saranno ridotti i fondi? Forse ottimizzando le risorse sarebbe possibile limitare i disagi e anzi migliorare il servizio... ma qualcuno ha fiducia che questo accada?

E meno male che il "sindaco in bicicletta" (ma solo in campagna elettorale e dinnanzi alle TV) aveva promesso che avrebbe potenziato il trasporto pubblico per incentivare i romani ad utilizzare i mezzi e ridurre il traffico! 

Probabilmente i mezzi saranno utilizzati ancora meno, se come prevedibile, il servizio peggiorerà con i tagli...

Sia l'AMA che l'ATAC sono tra le aziende "municipalizzate" finite al centro dello "scandalo parentopoli" che investì la giunta Alemanno. Un esercito di personale impiegatizio e dirigenti (e pochi autisti) per non parlare dello scandalo, che si è protratto per molti anni dei biglietti dei mezzi pubblici emessi "a nero" sottraendo 70 milioni di euro (forse di più) all'azienda, che è indebitata per oltre 750 milioni di euro!!! Evidentemente questo non preoccupa chi ha pensato solo a fare i propri interessi sulle spalle della collettività.  

Come poteva non essere indebitata fino al collo un'azienda piegata agli interessi di pochi, alle spalle della collettività?!? Oltre agli scandali relativi alle assunzioni ed il maxi scandalo dei biglietti emessi "a nero", è emerso che l'azienda pagava i dischi dei freni quasi 7.000€ ciascuno, quando il prezzo di mercato oscilla tra i 1.300€ ed i 1.600€ per i migliori disponibili sul mercato.

"Pagare le commesse fino a sei volte il prezzo di mercato sembra normale e consolidata amministrazione in Atac" si legge nell'inchiesta pubblicata da Repubblica.
ROMA, LA CITTA ETERNAmente allagata...

Ogni volta che piove la capitale va in tilt; una situazione che va avanti da anni e che nessuno sembra voler risolvere, al di la dei proclami. Le metropolitane vengono allagate (vedi il video dell'incredibile allagamento della fermata della Metro A "Anagnina") così come il Grande Raccordo Anulare e molte altre strade.

Un'incredibile quantità di acqua si riversa nella stazione
della Metro Anagnina, Giugno 2014 Guarda il video
Il Grande Raccordo Anulare allagato: quest'anno c'è scappato anche il morto
La zona nei pressi del Colosseo sott'acqua.
Via Giustiniana allagata, Gennaio 2014. Foto da Sky TG 24

Via Aurelia allagata, Gennaio 2014 - Foto da Sky TG 24
Se volete vedere altre foto della Capitale allagata, su Google Immagini ne trovate quante ne volete e di ogni annata... quest'anno a Gennaio, Febbraio e Giugno si sono verificati grandi allagamenti, che hanno provocato ingenti danni e disagi. Gli allagamenti minori invece, non si contano nemmeno. In alcune zone bastano due gocce d'acqua per provocare il caos. E di tanto in tanto ci scappa anche il morto...

Dopo ogni episodio si sprecano le promesse di interventi risolutivi: anche perché la maggioranza degli episodi sono dovuti alla mancata manutenzione dei tombini, che sono completamente occlusi.

Ma solo pochi giorni fa la pagina Facebook "Roma fa schifo" ha pubblicato numerose fotografie di tombini intasati, posti in diverse zone della città. Appena pioverà la Capitale sarà nuovamente sott'acqua...






 


NON SOLO INTASATI: ALCUNI TOMBINI SONO STATI ASFALTATI...
ECCO COME VENGONO FATTI I LAVORI PUBBLICI IN ITALIA...
Foto dalla pagina Facebook "Roma fa schifo"

LA "TERRA DEI FUOCHI" IN SALSA ROMANA:

0701C1__WEB
Foto da Il Tempo
Un'altra questione che merita senz'altro menzione, è quella dei roghi di rifiuti che avvengono quasi quotidianamente in alcuni "campi nomadi" e che investono i quartieri romani: oltre al cattivo odore - rendono l'aria irrespirabile - il problema è anche di natura sanitaria, se pensiamo che viene dispersa nell'aria e nell'ambiente diossina. E quando i cittadini avvistano i roghi e chiamano i Vigili del Fuoco, se questi intervengono per spegnere l'incendio, vengono presi a sassate: una situazione degna del far west!

Anche quello dei roghi tossici è un problema annoso nella Capitale; i cittadini di alcune zone sono esasperati, hanno costituito comitati di quartiere, hanno presentato decine di esposti, si sono rivolti alla stampa ed a tutte le istituzioni, dal Comune alle forze dell'ordine, passando per Vigili del Fuoco e Polizia municipale, ma il problema non è stato risolto. E la notte, quando l'oscurità rende invisibili nel cielo la coltre di fumo nero, in alcuni campi nomadi continuano i roghi.

Il quotidiano Il Tempo a Dicembre 2013 ha realizzato un'inchiesta

(...) contro i roghi tossici «che oltre ad essere pericolosi rendono l’aria irrespirabile» i residenti hanno presentato decine di esposti, l’ultimo poche settimane fa - il 29 ottobre - in cui si chiedono interventi risolutivi (...)  Elettrodomestici, carcasse di auto, pneumatici, cavi elettrici, materiali inceneriti: «Tutti rifiuti affidati da terzi per il relativo smaltimento - scrivono i vigili nel loro dossier - In alcuni casi si è trattato di incendi di notevoli dimensioni che hanno disperso nell’aria fumi potenzialmente tossici e polveri sottili nocive». (...) : i rifiuti vengono trattati in ingenti quantitativi senza alcuna precauzione per ricavarne materie secondarie come fonte di lucro» (..) Un riscontro preoccupante è arrivato anche dai tecnici dell’Arpa Lazio che hanno «accertato che porzioni estese del terreno risultano contaminate da rifiuti parzialmente bruciati e da uno strato di ceneri e polveri derivanti da combustione». Le colonne di fumo si alzano così da terra, quotidianamente, per diverse centinaia di metri, nuvole di fumo nero che raggiungono le abitazioni - all’altezza delle nuove palazzine di Ponte di Nona - e puntualmente documentate dai residenti che evidentemente, costretti a respirare quell’aria tossica, temono ripercussioni. I vigili del fuoco certificano più di 60 interventi dall’inizio dell’anno per questo motivo. (...) Leggi tutto sul sito de "Il Tempo"

Vedi anche i seguenti articoli degli ultimi giorni:
Se effettuate una ricerca su Google, trovate numerosi altri articoli dedicati alla "terra dei fuochi" romana.

ROMA POTREBBE VIVERE DI SOLO TURISMO: MA ANZICHE' AGEVOLARE IL TURISMO, VIENE DISINCENTIVATO
 
La Capitale italiana è una città abbandonata al degrado, piegata agli interessi e agli affari di pochi, nell'indifferenza generale di tutti, ad iniziare dai cittadini, rassegnati a questo sistema di cose.

Una città con un patrimonio artistico, storico e culturale UNICO, senza eguali come Roma, che è una sorta di museo a cielo aperto, dovrebbe e potrebbe essere la città più visitata al mondo; invece nella autorevole classifica mondiale stilata da Euromonitor international è solo al 12° posto, sotto Londra, Parigi, Antalya e Istambul (tra le città europee) e se non fosse per la città-stato del Vaticano, che ogni anno catalizza fedeli da tutto il mondo, la capitale italiana sarebbe probabilmente molto più in basso nella classifica globale.

Ma anziché incentivare il turismo, questo viene disincentivato, per esempio mediante il dilagante e incontrastato fenomeno dei taccheggiatori, che popolano a decine la Stazione Termini e le principali fermate turistiche della metropolitana di cui abbiamo parlato sopra, fenomeno che ha fatto guadagnare a Roma il secondo posto, dopo Barcellona, nella classifica del seguitissimo "Trip Advisor" delle città con maggiori borseggi.
  
Si stima che ne avvengano un centinaio al giorno: tremila al mese, trentaseimila all'anno; e nella maggior parte dei casi le vittime sono turisti, che torneranno a casa e faranno una pessima pubblicità a Roma e all'Italia... QUESTA SITUAZIONE è BEN NOTA A TUTTI COLORO CHE VIVONO O CHE FREQUENTANO LA CAPITALE; i borseggiatori per non dare nell'occhio sono vestiti normalmente, e anche se i romani ormai li riconoscono da lontano, i turisti non ci fanno caso. Talvolta sono i cittadini a "sventare" i furti, ma ci e vi chiediamo: COME MAI NON VENGONO AFFISSI CARTELLI CHE INVITANO I TURISTI A PRESTARE ATTENZIONE? Magari specificando che i taccheggiatori sono giovani ragazzini, ben vestiti per non destare sospetti?!? PERCHE' NON AVVISANO I TURISTI CON L'ALTOPARLANTE ?!? Forse si teme di fare brutta figura?!? Invece a tacere e agevolare i taccheggi facciamo bella figura... ?!? Almeno questo potrebbero farlo, sarebbe facile e non costoso... invece niente! 


A cura dello Staff di nocensura.com 

Vedi anche: Roma: multe a strascico con "street control": ma i problemi non si risolvono così


Nome

Email *

Messaggio *