martedì 18 marzo 2014

Politici italiani ed esteri a confronto...


A cura di nocensura.com

Il Ministro dei Trasporti inglese è notorio che si rechi a lavoro in treno, la mattina di buon'ora.

Senza la necessità di essere scortato da un battaglione di poliziotti, a sirene spiegate, prende il treno insieme ai normali cittadini, ai pendolari che si recano a lavoro.

Anche l'ex Presidente Iraniano Ahmadinejad, dipinto dai media nostrani come "un mostro, un dittatore", non rieletto, è tornato al suo lavoro, fa il professore all'Università di Theran, dove ogni giorno si reca con il bus, insieme ai cittadini...

Trovatemi un politico italiano - uno - che non è riuscito a farsi eleggere ed è tornato a lavorare (sempre che abbia mai lavorato) qua vengono "parcheggiati" in qualche CDA, oppure divengono "consulenti" di qualche ente pubblico, in attesa dell'elezioni successive, molti "trombati" delle elezioni politiche 2013 saranno riproposti alle Europee 2014. Ma anche se non dovessero trovare posto, possono sempre godersi il cospicuo vitalizio maturato, superiore agli stipendi dei politici di una qualsiasi nazione europea...

In Danimarca ed in generale nei paesi nordici, dove gli stipendi dei politici sono la META' di quelli italiani (e quelli dei cittadini sono molto più alti...) e dove per un minimo scandaletto di quelli che qua diciamo "che vuoi che sia" rassegnano le dimissioni, i politici fanno largo uso della bicicletta, PER DARE L'ESEMPIO.

Certo, se facessero il loro lavoro nel modo dovuto e non fossero servi dei banchieri, delle lobbies e delle multinazionali, gli concederemmo volentieri pure di spostarsi con l'elicottero, ma comunque da questo si capisce il RISPETTO per la cittadinanza che li paga FIOR DI QUATTRINI...


Staff nocensura.com

Nome

Email *

Messaggio *