domenica 9 febbraio 2014

Attenzione alle strumentalizzazioni mediatiche!


A cura di Alessandro Raffa per nocensura.com
 
L'immagine del libro di Augias bruciato è finita sui giornali e in TV; il gesto di UNA PERSONA viene fatto passare come il "simbolo" della "violenza sul web"...

Bruciare un libro rappresenta la "distruzione delle idee altrui", riporta alla mente un periodo buio della storia dell'umanità; chi ha fatto questo gesto ha agito per rabbia, ha sicuramente sottovalutato l'effetto che avrebbe sortito, in un contesto come quello attuale gesti così vengono STRUMENTALIZZATI, è stato un REGALO ALLA CASTA, speriamo che lo abbia compreso.
Se credeva di fare un dispetto ad Augias, ha sbagliato proprio.

IN QUESTO MOMENTO è NECESSARIO EVITARE INSULTI ED ESPRESSIONI INGIURIOSE, MANTENENDO LA MASSIMA LUCIDITA';


Alcuni hanno invocato alla "libertà di espressione", ma insultare non ha NIENTE a che vedere con la libertà, che significa POTER ESPRIMERE LE PROPRIE IDEE, e non essere liberi di insultare.

CHI INSULTA FA UN FAVORE ALLA CASTA: FISSATEVELO BENE IN TESTA!


Se notate espressioni ingiuriose da parte dei Vostri amici, fateglielo civilmente notare, anche mediante un messaggio in privato.

Leggete e divulgate, se le considerate fondate, le riflessioni contenute in questo articolo:
"INGIURIE SUL WEB: UN REGALO ALLA CASTA"

E' INIZIATO IL TEATRINO CONTRO IL WEB...
Lo avevamo annunciato, ma certo non è necessario possedere facoltà paranormali, si sapeva che avrebbero imbastito talk show, era già accaduto alcuni mesi fa.

A "Domenica Live" di Barbara D'Urso hanno fatto un servizio, hanno mostrato il libro di Augias bruciato (l'autore del gesto ha fatto un regalo alla casta... inoltre doveva farlo a proprio nome e non tramite una pagina intestata a) MA "STRANAMENTE" DEL CEFFONE DI DAMBRUOSO NON HANNO PARLATO... non si smentiscono mai !!!

RAGAZZI NON SOTTOVALUTATE LA QUESTIONE, questi prima faranno credere al "popolo delle menti all'ammasso" televisivo che il web è un covo di violenti, magari "potenziali stupratori", dopodiché faranno leggi ad hoc...

AZIONE-REAZIONE-SOLUZIONE, con un intramezzo di propaganda mediatica che non guasta mai... "non possiamo non intervenire"... tra un po' anche RACCONTARE I FATTI e le loro malefatte sarà considerato "istigazione all'odio", o alla violenza...




BEPPE GRILLO INVITI I SUOI "FOLLOWERS" A NON COMMENTARE INSULTANDO: E' IN GIOCO LA LIBERTA' DEL WEB!

Auspichiamo che Beppe Grillo rivolga ai suoi followers un CHIARO INVITO ad ASTENERSI dall'INSULTARE, poiché questo oltre ad essere nocivo anche per il suo movimento, fornisce ai governanti la "scusa" per censurare il web: è già iniziato il "teatrino" sui talk show per CRIMINALIZZARE IL WEB come se fosse un "covo di incivili", mentre qua CERCHIAMO E DIVULGHIAMO LA VERITA' sui temi CENSURATI dai mass media...

ISOLIAMO CHI INSULTA, chissà che non ci sia sotto un disegno, chissà che certi commentatori non siano 'coordinati', che i partiti dispongano di "influencer", ovvero commentatori coordinati per influenzare l'opinione pubblica, è notorio...

Da un leader molto seguito come Beppe Grillo ci aspettiamo che post come "cosa faresti con la Boldrini in auto" non si ripetano, in quanto è un invito a dare sfogo alla rabbia... rabbia che è LEGITTIMA, ma rischiamo di trasformarla in un ASSIST ALLA CASTA, che da anni vuole IMBAVAGLIARE il web...


Alessandro Raffa per nocensura.com


Nome

Email *

Messaggio *