Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

lunedì 15 aprile 2013
Ti capita spesso di trovare tra i commenti sui social network il termine “troll” ma non ne hai ancora capito il significato
Ecco una brevissima spiegazione che ti chiarirà le idee…


di Laura Caselli - losai.eu

Chi sono i TROLL?
“Con il termine troll, nel gergo di Internet e in particolare delle comunità virtuali, si indica una persona che interagisce con gli altri utenti tramite messaggi provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente senza senso, con l’obiettivo di disturbare la comunicazione e fomentare gli animi.” [wikipedia]
Cosa significa TROLLARE?
L’obiettivo dei TROLL è quello di costruire una falsa “opinione pubblica” che giustifichi gli atti del governo, e per raggiungere questo scopo loro disinformano, provocano, intralciano la comunicazione, irritano, insultano e tentano di portare la discussione “fuori dai binari”.

“…è la risposta alla contro-informazione.” [dal libro Barack Obush - pag.155]
Ma perché mai una persona dovrebbe “trollare” in rete? Cosa ne guadagna?
La risposta è semplice: soldi.
Interessante è l’articolo pubblicato dal quotidiano online HAARETZ nel Gennaio 2009: “Israele recluta un “esercito di blogger” per combattere i siti anti-sionisti” [link all'articolo: http://www.haaretz.com/print-edition/news/israel-recruits-army-of-bloggers-to-combat-anti-zionist-web-sites-1.268393]. Il direttore generale del ministero dell’immigrazione ha dichiarato al quotidiano che oltre UN MILIONE di cittadini è oggetto di reclutamento per “l’esercito informatico”.
“Se dissenti sei un target, e vieni bombardato di messaggi tossici” e commenti-spam. [Barack Obush - pag.157]
Hai ancora dubbi? Allora leggi: “UE finanzia i troll per depistare le discussioni sui Social Network”


Fonte: losai.eu

Vedi:

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi