Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

sabato 19 gennaio 2013
IN VIETNAM IL 28 GENNAIO SI TERRA' PER L'ENNESIMA VOLTA,UN ATTO DI ATROCE BRUTALITA',NASCOSTO SOTTO LA SOLITA SCUSA DELLA "TRADIZIONE"

Il 28 gennaio come ogni anno, i cittadini di un piccolo villaggio in Vietnam,il villaggio di Nem Thuog,celebreranno la loro brutale festa durante la quale,un maiale viene prima fatto sfilare per le vie del villaggio, e poi colpito con delle enormi spade e letteralmente tagliato in due, con la folla vociante attorno che si diverte.
In seguito, migliaia di persone del villaggio e dei villaggi adiacenti, si riuniscono per spalmare il sangue del maiale sulle loro banconote, questo è ciò che prevede la tradizione. Il rituale viene fatto per “iniziare bene” il nuovo anno con la convinzione che sia di buon auspicio per l’economia locale e del paese.




Un povero maiale,immobilizzato e legato,viene condotto per ore in giro per il villaggio e dintorni,tra una folla schiamazzante che lo terrorizza ulteriormente.



Solo..terrorizzato..Ecco come lo tengono imobilizzato per ore,in attesa di una atroce morte.


Gli schiamazzi della folla eccitata,non fanno altro che aumentare il terrore di una creatura che si sente immobilizzata ed indifesa e non sa cosa gli sta succedendo.



La morte per questa creatura innocente,arrivera' come una liberazione,ma sara' orribile:per l'ignobile tradizione,il maiale verra' letteralmente tagliato in due a colpi di spada.
VERGOGNA!





Fonte: https://www.facebook.com/pages/Freedom-ALF/124621564367535

3 commenti:

Anonimo ha detto...

cavernicoli

Anonimo ha detto...

ma per favore cerchiamo di decarci ai bambini che crepano di fame e sete,o diarree perchè noi occidentali neghiamo loro i farmaci o preferiamo fare guerra che costruire un pozzo.Siete ridicoli!per carita' mi dispiace per un maiale,ma quello che ti mangi e chiami salame prosciutto o mortadella cosa credi che sia nato su un albero?
ma smettiamola dai....!
Piero

Anonimo ha detto...

Ogni persona, famiglia, comunità, città, stato, RICEVERĂ sempre secondo la propria mentalità.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi