Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

domenica 18 novembre 2012

Leggendo questo volantino nella chiave proposta è difficile non essere d'accordo. Ma per affrontare la questione SERIAMENTE, e non in modo populista (termine che va di moda) è necessario fare alcune valutazioni:

Per dovere di cronaca, va detto che dovrebbe essere considerato anche un eventuale risparmio per le casse dello stato, dovendo farsi carico di un numero inferiore di studenti e quindi classi...

Per poter esprimere un giudizio dovremmo valutare la situazione alla luce dei conti: 

Il finanziamento pubblico alle scuole private permette agli istituti di praticare una tariffa più bassa agli studenti, e renderle più accessibili.

E' necessario valutare la natura del finanziamento. Se lo stato per organizzare una classe di 25 alunni spende 50.000 euro all'anno, e ne devolve la metà a un istituto privato per fare la stessa cosa, realizzerebbe un risparmio. 

Consideriamo inoltre che agli istituti privati non si rivolgono solo "i figli dei ricchi" ma anche molti giovani che vogliono recuperare anni scolastici, spesso sacrificandosi per pagare la cospicua retta.


Staff nocensura.com

2 commenti:

Anonimo ha detto...

ma che fate? Provocate!
cercate di dare nuovo nome alla discriminazione sociale?
la meta' dei soldi dati ad una scuola privata (quindi ad una compagnia a scopo di lucro) per una classe di 25, sono qualita' di educazione e futuro rubati alla collettivita'(a scopo di virtu' del paese)
e' storicamente provato che l'investimento di un paese nell'educazione pubblica e' molto piu' proficua dei tagli (vedi storia di Korea del sud)
se valutiamo la situazione alla luce dei conti, 75000 euro per una classe di 25 di scuola publica, produrrebbero degli avvocati, shienziati, ingegneri e politici che farebbero gli interessi dei cittadini... quindi alla luce dei conti di chi!!!
attenzione... il privilegio produce pivilegio...cioe' legge privata!!!

federica ha detto...

1. I giovani non avrebbero bisogno di iscriversi in una scuola privata se quella pubblica restasse decente
2. Sapete che molte scuole paritarie (specie al sud) non pagano gli insegnanti, che lavorano gratis per accumulare punteggio nell'attesa di entrare nel pubblico?

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi