Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

lunedì 16 luglio 2012

Se apprezzate il nostro blog e ritenete che divulghi informazioni ed un punto di vista condivisibile, aiutateci a crescere, segnalandolo ai vostri amici tramite i social network! A differenza di molti blog, che chiedono "donazioni", "sottoscrizioni", "abbonamenti" o altre forme di pagamento che noi non chiederemo MAI, vi chiediamo di dedicarci pochi minuti del vostro tempo; è un piccolo ma molto importante aiuto che potete dare a noi e alla libera informazione. 

Aiutateci a darvi voce, a raccontare ciò che i mass media omettono, come l'attualissima trappola del "MES", incredibilmente taciuta da tutti - TUTTI - gli organi di stampa e movimenti politici. L'importanza della libera informazione, nonostante apparentemente sia sottovalutata è grandissima, e negli ultimi anni il bacino d'utenza della blogosfera è cresciuto, e inizia a fare paura al sistema: lo dimostrano i numerosi tentativi di censura proposti a livello nazionale - le varie leggi bavaglio che si sono avvicendate - e sovranazionale (l'Acta). E' grazie ai blog liberi che una discreta parte della popolazione, in costante aumento, sta aprendo gli occhi.  La casta ha SEMPRE fatto i propri sporchi interessi, anche se prima dell'inchiesta di tangentopoli, che sancì la fine della "prima Repubblica", difficilmente sentivamo parlare delle malefatte dei politici, al tempo rispettatissimi da tutti i cittadini. Fino a qualche anno fa certe notizie non trapelavano, l'informazione era demandata unicamente alle TV ed ai giornali del sistema, una vera pacchia per la casta. Oggi invece c'è una moltitudine di blog liberi che nonostante non abbiano a disposizione i mezzi delle organizzatissime redazioni del sistema, finanziate con vagoni di soldi pubblici, tutti insieme riescono a monitorare ogni ambito, una sorta di "grande redazione" costituita da molte piccole cellule autonome, cittadini che dedicano il proprio tempo a fare informazione per pura passione, che rappresentano l'unica reale opposizione ormai presente in questo paese. I blog liberi rispetto ai mass media del sistema - che devono arrampicarsi sugli specchi per nascondere le verità oppure distorcerle, adoperandosi per fare "digerire" ai cittadini le decisioni della casta - nonostante gli scarsi mezzi a disposizione hanno un grande vantaggio: LA FORZA DELLA VERITA'. Come è giustificabile il silenzio dei mass media e dei partiti - sopratutto quelli che sostengono di essere all'opposizione - dinnanzi alla ratifica di un trattato come quello del MES, che consegna la nostra sovranità ad un organo sovranazionale che opera al di sopra della legge e di ogni controllo democratico e che ci costerà 125 miliardi di euro?

I cittadini che hanno la possibilità di conoscere le verità taciute e rendersi conto in che mani siamo, non potranno che APRIRE GLI OCCHI... capire finalmente che "destra e sinistra" non esistono più e che sono tutti dei mascalzoni al servizio delle banche e dei poteri forti. Magari qualcuno non lo capirà immediatamente, inizialmente potrebbe anche difendere il "sistema" che per molti rappresenta la "normalità", specie per chi non è più giovanissimo non sempre è facile superare decenni di lobotomia massmediatica, ma alla fine lo capiranno...

Inoltre maggiore è il numero dei cittadini che riusciamo a raggiungere, maggiori saranno le possibilità di rompere il muro di silenzio eretto dai mass media su certi argomenti; il "popolo del web" negli ultimi tempi ha vinto diverse battaglie, quando decine di migliaia di cittadini si mobilitano, anche semplicemente condividendo sul proprio profilo una notizia, divulgandola con milioni di cittadini, continuare a nasconderla è persino controproducente per i mass media...

GRAZIE di cuore a tutti coloro che ci seguono e ci sostengono, che ci segnalano in email notizie interessanti e un ringraziamento SPECIALE a tutti coloro che ci aiuteranno a farci conoscere!

Lo staff di nocensura.com

* * * Due modi per aiutarci in pochi secondi * * *
  1. Invitare i propri contatti Facebook ad iscriversi ad una pagina non è più possibile; però potete inviargli un messaggio con allegato il link alla pagina (http://facebook.com/nocensura) e un invito ad iscriversi, oppure condividerla in bacheca.
  2. Caricare un'immagine del blog, inserendo il Link alla pagina Facebook e al blog nella descrizione, taggando sull'immagine i propri amici
Potete utilizzare le seguenti immagini:







2 commenti:

Mattia Firenze ha detto...

La conoscenza rende liberi, ma purtroppo con la sola informazione non andiamo da nessuna parte, se non iniziamo ad agire invece di postare il nostro dissenso sui social network o sui blog facciamo solo il loro gioco è l'ora di scendere in piazza, non importa essere violenti basta semplicemente fermarsi non paghiamo più le tasse tanto non vengono usate in nostro favore, non andiamo più a lavoro vediamo come faranno a ingrassare il sistema senza la manovalanza, loro danno tanto valore al denaro e noi le lo togliamo passando che so al baratto, so che è utopistico ma in un modo o in un altro dobbiamo far crollare il sistema altrimenti rassegnamoci semplicemente ad essere delle pecore alla merce di una manciata di lupi che non si fermano neanche davanti alla sofferenza di milioni di bambini.

Masaniello ha detto...

Ovvio che la disinformatio è una potente arma contro i popoli. Non a caso fu inventato il proverbio popolare: al contadino non far sapere quanto è buono il formaggio con le pere, basta dare uno sguardo alla nostra storia, su come è perchè è nato il paese Italia.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi