Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

domenica 13 maggio 2012
Storica, pesantissima DISFATTA del CDU, il partito della cancelliera Merkel, che crolla al 26% in Vestfalia, regione dove fino a qualche tempo fa dominava la scena. I cittadini tedeschi hanno bocciato la politica dell'austerità imposta dalla Merkel, che va a braccetto con BCE, FMI e soci: alla prossima occasione andrà a fare compagnia a Sarkozy: a casa. Ma probabilmente sapevano benissimo che avrebbero fatto questa fine: chi agisce in modo così spudorato contro gli interessi dei cittadini non può aspettarsi niente di diverso. Ma prima di festeggiare la disfatta dell'asse Sarkozy-Merkel occorre CAUTELA: i successori rischiano di non essere affatto migliori, come Hollande, legato mani e piedi al gruppo Bilderberg...
staff nocensura.com
di seguito l'articolo di clandestinoweb:

GERMANIA, ELEZIONI WESTFALIA: SCONFITTA STORICA PER LA MERKEL, IL CDU CROLLA AL 26%
Pesante debacle del Cdu di Angela Merkel nelle elezioni celebrate oggi a Nordreno-Westfalia, il Land più popoloso della Germania, considerato come il cuore industriale, minerario, operaio e politico del Paese.
Le sinistre democratiche hanno guadagnato terreno grazie al trionfo della Spd, danneggiando la Merkel non solo a livello nazionale ma anche europeo: la sua ricetta austera infatti è capovolta dai social-democratici che, come Mario Monti e Francois Hollande, spingono per mettere in marcia nuove misure per la crescita e la riforma del Fiscal compact.

Dalle previsioni delle emittenti Ard e Zdf, sulla base degli exit polls, emerge che l’Unione cristiana democratica (Cdu) di Merkel è precipitata dal 34 al 25,5-26%, un crollo doppio rispetto ai sondaggi pre-elettorali, che la davano attorno al 30%. Il suo candidato, il ministro dell’Ambiente Norbert Roettgen, ne esce praticamente spazzato via, indebolendo l’intero l’esecutivo federale.
Grande successo invece per il Partito Socialdemocratico (Spd) che, con la popolare Hannelore Kraft, sale al 39%. Stabili i Verdi al 12%, il Pirati vola invece al 7,5% i liberali dell’Fpd all’8,5%.
La Linke (sinistra radicale) crolla al 2,5 %ed esce dal Parlamento.
Le sinistre democratiche, dunque, sommate conquistano la maggioranza assoluta e non si troveranno più a governare Duesseldorf con un gabinetto di minoranza.
Alle precedenti elezioni del 2010, la Cdu ottenne il 34,6% con un lieve vantaggio sulla Spd che ebbe invece il 34,5% dei voti. I risultati di questo voto ribaltano l’esito di due anni fa, e soprattutto rappresentano per il partito cattolico guidato dalla Merkel il peggior risultato di sempre nel principale land del Paese.



0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi