Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

lunedì 21 maggio 2012
di Maria Saporito per newnotizie.it


E' stato il procuratore di Brindisi, Marco Dinapoli, a fornire ieri gli ultimi aggiornamenti sulle indagini relative all'attentato in cui ha perso la vita Melissa Bassi. "Abbiamo delle immagini", ha annunciato Dinapoli, che ha aggiunto: "Non navighiamo più al buio". L'apporto dei video che riprendono un uomo di circa 5o anni in procinto di azionare l'ordigno omicida avrebbe spinto gli investigatori a propendere per una pista inedita: quella del gesto isolato

Le immagini del killer - "Abbiamo delle buone immagini. Immagini che possiamo ricollegare con quasi certezza all'attentato. Per noi c'è uno spiraglio, uno squarcio di luce, non navighiamo al buio. Tuttavia è ancora presto e sono necessari ulteriori approfondimenti". Sono queste le prime informazioni che il procuratore di Brindisi, Marco Dinapoli, ha consegnato ieri ai giornalisti convocati all'indomani dell'attentato che ha provocato la morte di una sedicenne e il ferimento di altre studentesse.


Forse un gesto isolato - "Potrebbe essere il gesto di una persona che si sente in guerra con tutto il mondo - ha ipotizzato Dinapoli - o che si sente vittima del mondo. Potrebbe trattarsi anche di una persona che tende a creare una tensione sociale, con una ideologia". "In termini di probabilità, non in termini di certezza - ha aggiunto l'inquirente - ci è sembrato di poter escludere la matrice mafiosa. Un'analisi condivisa anche dal procuratore nazionale antimafia Piero Grasso. Potrebbe essere un gesto isolato". 

Volontà stragista - Il gesto folle di uomo solo (anche se non è esclusa la partecipazione di complici) intenzionato a provocare una strage: "A nostro giudizio c'è una volontà stragista - ha spiegato il procuratore di Brindisi - Infatti nel registro abbiamo iscritto il reato di strage". Quanto all'identikit del presunto attentatore, si tratterebbe di un uomo intorno ai 50 anni, con giacca scura e pantaloni chiari: "L'uomo nei filmati, su cui si accentrano i nostri sospetti, non sembra straniero", ha detto Dinapoli, che ha aggiunto: "Il confezionamento dell'ordigno è opera di un esperto di elettronica. Il congegno non è particolarmente complesso, ma non alla portata di tutti". 


fonte

VEDI ANCHE:

Brindisi: comincia il lancio di bombe fumogene. Ora spunta la “monade” Comincia la strategia della confusione. E' tipico della strategia della tensione fare confusione, che aumenta i livelli di ansia e copre i veri mandanti. C’è chi parla di mafia, sacra corona o altro, e chi la esclude parlando di una “monade impazzita”. Arrivano le foto di un signore in doppio petto che “aziona il telecomando”. http://www.nocensura.com/2012/05/brindisi-comincia-il-lancio-di-bombe.html




1 commenti:

Anonimo ha detto...

mostrate il volto di questa bestia!

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi