Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

giovedì 26 aprile 2012
Altro che tagli alla casta. A distanza di pochi mesi dalla flotta di 19 Maserati ordinate da La Russa per il Ministero della difesa, il governo Monti ha ordinato 400 nuove auto blu, per un corrispettivo di 10.000.000€. Quando qualche settimana fa le TV e i giornali di regime blateravano di "tagli alle auto blu" noi vi avevamo avvisato subito che le auto blu sono state cancellate con un decreto e reinserite con un bando (articolo del 27/01/2012) eccole in arrivo. 


Staff nocensura.com
- - -
Di seguito l'articolo de l'Espresso:

Monti compra 400 auto blu
A quanto pare alla pubblica amministrazione sessantamila vetture ancora non bastano. Non si potrebbe spiegare altrimenti la necessità di comprare quattrocento nuove auto blu alla modica cifra di circa dieci milioni di euro. E poco importa se nel parco auto di proprietà statale ci sono centinaia di vetture inutilizzate.

Un bando di gara pubblicato lo scorso gennaio sul sito del Ministero dell'Economia prevede infatti l'acquisto di un massimo di 400 "berline medie" di cilindrata fino a 1.600 cc, per un limite di spesa di poco meno di 10 milioni di euro.

L'annuncio in questione è stato nei giorni scorsi anche oggetto di un'interrogazione parlamentare da parte del deputato dell'Italia dei Valori Antonio Borghesi, che ha chiesto spiegazioni sulla spesa al viceministro dell'economia Vittorio Grilli.



"Chiediamo come sia giustificabile un'asta di questo tipo, quando con provvedimenti successivi è stata prevista la riduzione di vetture: sia con decreti del 2010 entrati in vigore nel 2011, sia con un decreto del 2011 che ha ulteriormente previsto la riduzione dell'uso di auto blu, sia con due decreti del Presidente del Consiglio dei ministri ", si legge nel testo dell'interrogazione, "Ma come è compatibile una spesa di 10 milioni di euro per acquistare nuove auto blu quando se ne devono dismettere migliaia?".

La spiegazione da parte del governo non è però arrivata, dato che il viceministro si è limitato a illustrare il funzionamento di un bando pubblico e i suoi riferimenti normativi senza spendere una parola sull'opportunità politica di questo investimento in un momento in cui agli italiani sono chiesti importanti sacrifici.

Ma la spesa di dieci milioni di euro per le nuove auto blu risulta ancora più incredibile alla luce di due elementi.
Innanzitutto l'ultimo monitoraggio del Formez sul parco auto della Pubblica Amministrazione,  pubblicato lo scorso febbraio ha indicato la presenza di circa 800 vetture non utilizzate, su un numero complessivo di diecimila auto blu (quelle per ministri e alti dirigenti) e altre cinquantamila auto di servizio che costano complessivamente quasi due miliardi di euro l'anno al contribuente. Lo stesso monitoraggio del Formez indicava poi tra i fattori problematici del parco auto statale l'eccessivo numero di vetture di proprietà della pubblica amministrazione. "Il parco auto della PA", si legge nel documento, "risulta ancora eccessivamente sbilanciato sulle auto di proprietà (79%), seguito dal noleggio senza conducente (19%), mentre leasing e comodato sono all'1%". Secondo una stima del Formez a parità di chilometraggio le auto noleggiate garantirebbero infatti un risparmio di spesa tra il 15 e il 18%.

Non è quindi un caso che anche il ministro per la Funzione pubblica Filippo Patroni Griffi, in un'audizione al Senato dello scorso 25 gennaio, abbia dichiarato l'intenzione di privilegiare in futuro il noleggio a lungo termine per le auto blu. E visto che le promesse non sono retroattive, o forse per un'incredibile coincidenza, il bando per l'acquisto delle vetture è stato pubblicato il 24 gennaio: appena un giorno prima di queste dichiarazioni.




2 commenti:

Anonimo ha detto...

Far capier il proprio disgusto, non significa incendiare auto dei cittadini ( che hanno auto di classe, da borghesi, ma inizia nel bruciare queste... le auto blu....

domenico ha detto...

L'ennesima presa in giro!!! Ma nessuno denuncia Monti e il suo governo per sperpero di denaro pubblico? auto,aerei da guerra,spesa GRATIS,e tutto quanto intercorre.In fondo c'era da aspettarselo. Questa persona e il suo seguito (non votati dal popolo sovrano)sono stati messi al potere da politici (per non dire poteri occulti) anchessi non votati dal popolo sovrano ma bensì da un burattinaio con tanto di burattini e con tanto di esperienza in merito che ci hanno già affamati e svenduti ce lo dovevamo aspettare. facciamo una denuncia collettiva ripuliamo la politica da quella gente che è al potere fin dalle guerre puniche che da repubblica a repubblica ci hanno portati sull'orlo del fallimento di stato.
Qualcuno si occupi di stilare una petizione a livello nazionale da presentare ai tribunali di tutta italia che indaghino il governo italiano

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi