Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Contenuti (tag)

varie democrazia leggi lobby casta esteri governo economia editoriale scandali fatti e misfatti salute diritti civili mass media giustizia ambiente sanità USA crisi centrosinistra centrodestra diritti umani povertà sprechi libertà forze dell'ordine scienza censura lavoro cultura berlusconi infanzia animali chiesa centro energia internet mafie riceviamo e pubblichiamo giovani OMICIDI DI STATO notizie europa carceri satira scuola eurocrati immigrazione facebook banche euro grillo renzi manipolazione mediatica pensione bilderberg mondo alimentari signoraggio razzismo manifestazione finanza sovranità monetaria massoneria debito pubblico guerra travaglio Russia disoccupazione tasse militari poteri forti UE ucraina trilaterale geoingegneria germania parentopoli Grecia siria banchieri mario monti inquinamento enrico letta marijuana vaccini big pharma napolitano nwo obama Traditori al governo? agricoltura ogm Angela Merkel austerity sondaggio tecnologia bambini canapa cancro meritocrazia umberto veronesi vaticano armi fini suicidi BCE PD equitalia terrorismo clinica degli orrori privacy video nucleare prodi boston israele ministero della salute sovranità nazionale bancarotta eurogendfor fondatori del sito globalizzazione iene monsanto staminali INPS Putin droga acqua bufala marra matrimoni gay nigel farage nikola tesla politica anatocismo elezioni evasione fisco magdi allam moneta pedofilia troika usura FBI africa francia fukushima informatitalia.blogspot.it ricchi società Aspen Institute Auriti CIA Giappone adam kadmon attentati autismo bavaglio costituzione draghi federico aldrovandi fiscal compact fmi giuseppe uva golpe lega nord nsa petrolio sicilia stamina foundation terremoto Cina Onu assad controinformazione crimea frutta giovanardi goldman sachs imposimato mcdonald mes psichiatria rifiuti rockfeller rothschild sciopero servizi segreti slot machine spagna svendita terra torture turchia violenza Marco Della Luna aldo moro arsenico barnard bonino edward snowden famiglie fed forconi inciucio laura boldrini m5s magistratura nato no muos no tav palestina proteste storia suicidio università vegan virus 11 settembre 9 dicembre Fornero Ilva Muos NASA Svizzera Unione Europea aids alan friedman alimentazione antonio maria rinaldi borghezio carne chernobyl corruzione corte europea diritti uomo delocalizzazione diffamazione disabili ebola educazione elites esercito farmaci gesuiti gheddafi giuliano amato hiv illeciti bancari illuminati india influencer informazione iraq islam islanda latte legge elettorale marò microspia mmt paola musu precariato prelievi forzoso privilegi propaganda prostituzione radioattività salvini sardegna sigaretta elettronica sigonella sindacati sovranità individuale spread stati uniti stefano cucchi taranto ungheria veleni verdura Alzheimer Chomsky Consiglio dei Ministri ETA Enoch Thrive Nichi Vendola PNL aborto aborto forzato affidamento alluvione amato anonymous anoressia argentina armeni arrigo molinari asteroidi baschi bersani bettino craxi bill gates bin laden boicottaggio brevetto btp by cambiamento camorra cannabis capitalismo carabinieri casaleggio cervello chemioterapia cipro class action claudio morganti commercio di organi comunicazione contestazione controllo mentale corte dei conti cosmo cravattari crescita crocetta curiosità daniel estulin danilo calvani davide vannoni dell'utri denaro dentista dentisti denuncia disastro discriminazione diseguaglianza dittatura dogana domenico scilipoti donne dossier duilio poggiolini ebook egitto elettrosmog eroina eurexit europarlamento fallimento false flag fiat fido finanziaria fisica fisica quantistica follia fondi d'investimento genocidio ghiandola pineale giorgio gori girolamo archinà giustizia sociale gold hollande ignazio marino ilaria alpi illiceità bancarie impresentabili indagini infermieri insetti interessi iran istruzione le iene libia lucio chiavegato luna malattie maratona mariano ferro marine le pen mario draghi mastropasqua meccanica quantistica melanoma messaggi subliminali messico metalli pesanti meteorite microchip microonde mistero mk ultra mossad multe musica natura nuovo ordine mondiale obbligazioni ocse oligarchi omofobia oppt orban overdose papa francesco paradisi fiscali parkinson parma partito pirata patrimonio pena di morte pensiero positivo pesticidi pianeti extrasolari piero grasso pizzarotti plastica polonia polverini pomodori portogallo pregiudicati presidente della repubblica prostata pubblica amministrazione quantum r-fid recessione regno di gaia ricerca riformiamo le banche rigore riserva aurea risveglio coscienze saddam sangue satana schiavi scie chimiche scoperto secessione sert sfratto sisa snowden speculazione spionaggio studenti tabacco tasso d'interesse telefono cellulare teri terra dei fuochi tossicodipendenza trasfusioni trattato di velsen trust tsipras twitter universo uranio impoverito uruguay vati vegetariani vessazioni vulcano wikipedia yellowstone
Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

mercoledì 25 aprile 2012
Mentre in Italia il governo (dei banchieri) sta massacrando i cittadini a suon di tasse, in Islanda, dove i banchieri che volevano far pagare la loro crisi ai cittadini sono stati presi a calci nel sedere, lo stato sta aiutando i cittadini ad uscire dalla crisi pagandogli il mutuo! Una notizia, quella diffusa da Bloomberg che agli italiani colpiti dalla crisi, abituati ad essere vessati, sembrerà un sogno impossibile. Ma quando un governo decide di operare per il bene dei cittadini è possibile anche questo.
Il governo islandese ha deciso di investire il 13% del PIL nazionale (come se il governo italiano stanziasse circa 250 miliardi di euro) per cancellare i mutui ipotecari dei cittadini in difficoltà: un'operazione che riguarda un islandese su quattro!
Dopo la grave crisi causata dall'ingente debito estero contratto da politici e banchieri, i cittadini islandesi sarebbero stati condannati a decenni di pesantissima austerity se non si fossero ribellati, rifiutando di pagare; invece oggi il paese si sta riprendendo, e con questa misura ha salvato la casa di migliaia di famiglie, che sarebbero state altrimenti condannate a perderla, esattamente come avviene in Italia, dove il governo sta tassando i cittadini senza alcun ritegno, provocando un'ondata di suicidi senza precedenti. Il signor Pierferdinando Casini dichiara che "se Monti non avesse assunto questi provvedimenti i suicidi sarebbero stati di più" mentre Monti evidenzia come in Grecia (dove è stata applicata, in modo ancora più duro, la stessa "cura" imposta all'Italia) "il numero dei suicidi è molto più elevato" (come dire che se facevamo "quella fine li" sarebbe andata peggio di come sta andando. Ma nessuno dice agli italiani che altre strade sono possibili! Perché anche se l'Islanda è una piccola nazione, il "modello islandese" sarebbe stato possibile applicarlo ovunque: Grecia, Portogallo, Irlanda, Italia... ovunque!

L'intervento del governo si è reso necessario in quanto la maggioranza  dei mutui dei cittadini islandesi erano stati contratti in valute straniere, e a causa della svalutazione della "Corona islandese" erano divenuti insostenibili. Fatto sta che il governo di un paese che se avesse deciso di ripagare il debito come pretendevano le istituzioni sovranazionali (BCE, FMI) e i governi britannico e olandese sarebbe stato messo peggio della Grecia, ha investito il 13% del PIL per salvare le case dei propri cittadini.
Chi investe i soldi se ne deve assumere i rischi, e come i cittadini che hanno "scommesso" sulla Parmalat e molte altre aziende hanno perso i loro risparmi (anche se nel caso della Parmalat sono stati frodati, in quanto i bilanci erano falsificati) è giusto che coloro che hanno investito sulle nazioni sbagliate perdano i loro soldi. Invece no. Per salvare le banche e garantire i profitti a investitori (e speculatori) questi sono pronti a tutto...
Staff nocensura.com 


Elaborato dall'articolo di Bloomberg



23 commenti:

SORDI SILVANO ha detto...

CERTO CHE GLI ATTUALI GOVERNANTI E LORO SPALLEGGIATORI (partiti in parlamento)SONO PROPENSI A RIDURCI SUL LASTRICO... "LORO" SONO I BANCHIERI CHE DEVONO SALVARE E RIFARE PROFITTI, NOI TUTTI, CITTADINI IMMERITEVOLI DOBBIAMO SOLO PAGARNE LO SCOTTO !!!!

Anonimo ha detto...

Tutti gli italiani sono dei ladri. IN iTALIA LE TRUFFE SONO QUOTIDIANE !!
LA POLITICA E' SOLTANTO UNO SPECCHIO DELLA SOCIETA' :-( UNA PERSONA DECENTE O ONESTA NON VIVE NEMMENO IN QUEL PAESE D SCHIFO CON GENTE DA SCHIFO.

Anonimo ha detto...

E' tutto assolutamente vero ma il paragone è arduo da fare a livello di sistema politico: primo tra tutti, l'Islanda ha 120 mila persone mentre l'Italia ne conta 60 milioni. Avere il consenso politico è molto più semplice e le politiche possono cambiare "quasi dal giorno alla notte" senza un grosso dispendio di denaro pubblico.

Torrefazione Caffè Lapico ha detto...

Cainiiiiiiiiiiii ! ma che cazz diciiiiiii?'?????.....ma l ' economia questa sconosciuta l hai studiata???? Monti si' ....e' questo e' ancora peggio!!!.....perche' non dite agli italiani la verita' sul sistema?? che anche se raccogliessimo tutti i soldi degli italiani, questi NON basteranno MAI a ripagare il debito, perche' e' un cane che si morde la coda, visto che i soldi sono stampati da banche private, che stampano 100, ma pretendono 110 ( i 10 attenzione nessuno li stampa!!) !! bugiardiiiii.....voi che leggete prima di dire che ho torto documentatevi e' semplice.......

Anonimo ha detto...

Bisognerebbe anche valutare il fatto che la densità di popolazione della Finlandia è minore a quella dell'Italia...

Anonimo ha detto...

Biosgnerebbe anche valutate il fatto che la densita' di "ladri" della Finlandia e' molto minore a quella dell'Italia

Anonimo ha detto...

Bisognerebbe anche valutare il fatto che la densità di quelli che rubano della Finlandia è minore a quella dell'Italia...

Anonimo ha detto...

Bisognerebbe anche valutare il fatto che , in Italia, i "politici" sono moltiplicati come il pane e i pesci, senza una reale utilità...

Anonimo ha detto...

a parte il fatto che sei analfabeta, perché si dice "minore di" e non "minore a", non so se ti sei accorto che si parlava di ISLANDA, non di FINLANDIA.

Anonimo ha detto...

Abbiamo capito,siamo sul lastrico ma,andiamo al sodo : cosa si può fare per venirne fuori noi,così piccoli e massacrati ? Io ci vedo solo un atto terroristico che li faccia fuori TUTTI e credo che se questo succedesse, nessuno ne avrebbe da ridire.Stessero ben attenti perchè la disperazione non porta solo ai suicidi.E' il caso che prendessero provvedimenti seri anche per noi e non a continuare a fregarsi fondi per iniziative che non servono a nessuno,anzi.............

Anonimo ha detto...

giustamente fa' gola l'oro che possiede l'italia per quello vogliono mandarci in bancarotta...se i politici avessero gestito l'italia con le troppe tasse pagate dai cittadini e non avessero utilizzato questi soldi per gonfiare il loro ventre puzzolente e le loro tasche, l'italia, a quest ora, non avrebbe avuto debiti come li ha ora con la banca lobby...saluti e figli maschi...

Anonimo ha detto...

Non pretendo che lo stato paghi i miei debiti per la mia casa...Ma vorrei che i soldi pubblici provenienti dalle mie Tasse non vengano spesi per far vivere da nababbi pezzi di merda ladri mafiosi che abbiamo in politica!ma che fossero investiti in sviluppo,ricerca e creazione di posti di lavoro onesti!

Anonimo ha detto...

comm va va ca pagamm sempre noi .....popolo d fessi. e gli altri rubano.

Anonimo ha detto...

Tutti veloci a trovare differenze demotivanti, tutti pronti a disprezzarci e condannarci, bene riconosciute queste caratteristiche, fermiamoci un attimo a riflettere, a chiederci: come vorrei vivere? come vivo? cosa faccio per cambiare? Quanto sostengo ciò che desidero?
Mi giudico meritevole di essere esaudito? Mi informo fuori dal coro per sapere e poter ragionare con la mia testa? Il potere è in noi, non c'è bisogno che gli altri smettano di volerci alla loro mercé, Basta prendersi la responsabilità di iniziare a fare ciò che ci piace e presto troveremo il modo di rendere la nostra vita un capolavoro e le nostre nazioni un giardino fiorito.
Se voglio posso, se posso lo faccio, se lo faccio mi diverto, se mi diverto vivo meglio!

Sissinacar ha detto...

Carla Catanzaro ha detto:

Non si riuscirà mai a fare niente in un Paese dove ancora chi dice la sua non mette nome e cognome..dove appena si parla di qualcosa invece di essere uniti ci si scontra tra noi...VIVA gli ISLANDESI popolo civile e onesto...abbiamo dimenticato quello che ci avevano insegnato i nostri nonni...L'ONESTA'..non si riuscirà a fare niente nel nostro Paese fintanto che non ci uniremo per debellare questa classe politica che ci sta distruggendo...e se in Islanda stanno pagando i mutui ai cittadini se non ci uniremo, qui non solo si riprenderanno le case che hanno il mutuo ma anche quelle di proprietà..

Anonimo ha detto...

Ma invece di fare raffronti idioti sui numeri perché non discutete sul punto focale della faccenda?In Islanda il governo fa l'interesse del suo popolo in Italia il governo sta massacrando i poveri cittadini per mantenere i privilegi di caste di ogni genere e soprattutto dei finanzieri, quelli che la crisi l'hanno causata!!

Anonimo ha detto...

Dimenticate un particolare... hanno permesso l'invasione del paese da parte di estranei al fine di mettere a tacere i caporioni assediare la gente in casa per timore delle occupazoni delle case comunali. E quante altre schifezze si potrebbero elencare ancora?

Antonino La Torre ha detto...

In Islanda il popolo la prima cosa che ha fatto è stata quella di mandare a casa i politici che hanno causato i debiti. Noi questo dovremmo fare; in Islanda la nuova classe politica ha rimodulato i debiti con i creditori e noi questo dovremmo fare; in Italia la nuova classe dirigente dovrebbe, per prima cosa, mettere paletti nei comportamenti dei politici, pena la galera ( quella vera, non a chiacchiere ) e l'esclusione A VITA da qualsiasi incarico nella PA; in Italia si dovrebbe ritoccare, al ribasso, gli stipendi pubblici e le pensioni ( d'oro ); in Italia si dovrebbe obbligare ogni politico, o amministratore della cosa pubblica, a ricevere solo uno stipendio e non anche dieci, venti, trenta incarichi, tutti stipendiati; in Italia tutte le spese pubbliche ( soldi dei cittadini ) DEBBONO essere rese pubbliche, attraverso i siti web, dove anche da casa sua ognuno può controllare come vengono spesi i soldi pubblici. Non vado oltre ma ci sarebbe da scrivere fino a domani mattina.

Anonimo ha detto...

...finalmente un pensiero che condivido con vigore, questa è la strada che ci condurrà ad un recupero della nostra politica, se inizi bene, avrai buone possibilitè di finire bene, e tutti...! tutti saranno contenti...!!

Sabry ha detto...

i cittadini islandesi non si sono "rifiutati" di pagare...semplicemente non avevano tutti quei soldi!hanno optato per una soluzione diversa che non è detto sia la migliore...tanta gente è ancora sul lastrico e se la stanno cavando solo perchè a differenza dell'Italia NON HANNO UN DEBITO PUBBLICO!!! piccolo particolare che la gente a volte dimentica!

giovanni ha detto...

Questa idea del pagamento di parte dei mutui dei cittadini, l'ho lanciata già molti mesi addietro.Si tratta di alleggerire le famiglie che hanno dei mutui in corso ,invece di regalare i soldi alle banche a tassi irrisori, e sui quali le banche stesse speculano parcheggiandoli alla bce .Quale utilità danno quei soldi così non utilizzati?--I cittadini così alleggeriti, restituiranno i soldi allo stato in tempi più lunghi e avrebbero più disponibilità per non affondare il commercio come sta succedendo. La lungimiranza dei nostri governanti è davvero ridicola, meglio regalare a istituti improduttivi,piuttosto che salvaguardae i consumi e l'economia del Paese

Anonimo ha detto...

Mussolini nel 1933 fece esattamente come l'Islanda, nazionalizzò banche e debito pubblico e rivalutò la Lira.

Francesco Costa ha detto...

VORREI RISPONDERE A TANTI CHE COME ATTENUANTE SCRIVONO CHE IN ISALDA CI SONO MENO LADRI DELL'ITALIA,NON SI TRATTA DI ESSERE O NO LADRI PERCHE' IN ITALIA NON SI E' FATTO QUELLO CHE IN FINLADIA E REALTA',PERCHE' I FILLANDESI NON SI CREDONO DEI MAMMA SANTISSIMA COME NOI ITALIANI,E' UN POPOLO UNITO NON SI ODIANO PERCHE' UNO E DEL SUD E UNO E DEL NORD,CHIAMNDO CON OFFESA TERRONE AI MERIDIONALI E POI SI SCOPRE CHE I PIU' MASCALZONI STAVANO ALLA REGGIONE LOMBARDIA,E DI CERTO I MALATI LI CURANO,NON SI INVENTANO IN ISALDA MEDICI SENZA FRONTIERA E POI NON CURANO I LORO FRATELLI O PARTENOPEI L'ITALIA CAMBIERA' QUNDO UN'ALTRO GOVERNO AVRA' VOCE IN CAPITOLO+SAGGIO DEGLI ITALIANI DI MERDA,EGOISTI CHE GUARDANO SOLO AL PROPIO ORTICELLO, VI SENTITE TUTTI DEI CERVELLONI ECCO POI DOVE SIAMO ARRIVATI,L'ITALIA,ANZI GLI ITALIANI SIAMO UN POPOLO DIVERSO DA TUTTO IL RESTO DEL MONDO,SQUALLIDO,EGOISTA,IO-SO-TUTTO E NARCISISTA,MOLTI SONO COMUNISTI O FASCISTI SENZA SAPERE NEMMENO IL SIGNIFICATO,E TUTTO QUESTO LO SI PUO' APPRENDERE SOLO QUNDO SI EMIGRA DALL'ITALIA CHE MOLTI MERIDIONALI PREFERISCONO L'EUROPA ANZI L'UMILIAZIONE DI SENTIRSI CHIAMARE TERRONE CHE TI GURDANO CON LA PUZZA SOTTO IL NASO,BRAVI VOTATE LA LEGA NORD VI RINGRAZIERA' DI AIUTARLI AD AVER RUBATO ANCORA UN PO'

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Seguici su Facebook

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi