Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

giovedì 12 aprile 2012


Rosi Mauro, "badante" di Bossi, parte integrante del cosiddetto "cerchio magico" nonché leader del Sinpa (sindacato padano) è stata travolta dagli scandali che hanno investito la Lega Nord, insieme ai Boss/i padre e figlio. Con i soldi della Lega Nord ha acquistato TUTTE LE COPIE dei CD del suo amante, un cantante poco noto che grazie a lei era diventato ospite fisso delle feste della Lega, spesso invitato a "radio padania libera", è emerso che abbia avuto persino incarichi al senato.


La lega ha affidato a questa signora la VICE-PRESIDENZA DEL SENATO. VEDIAMOLA ALL'OPERA...

Dicembre 2010, votazione degli emendamenti al ddl Gelmini. Schifani (presidente del Senato)
è assente, ed è la sua vice Rosi Mauro a coordinare i lavori. Secondo Pd e Idv alcune 
norme della legge sono in contraddizione fra loro e chiedono di fermare i lavori, ma lei decide
di andar avanti. GUARDATELA ALL'OPERA


PS: Il presidente del Senato Schifani in seguito ha stabilito di ripetere la votazione

staff nocensura.com
- - - - -
La vera storia di Rosy Mauro, la "badante" di Bossi
Rosy Mauro viene dal sud, da un paesino in provincia di Brindisi. Eppure, da più vent'anni è uno degli esponenti di spicco della Lega. Anzi, la sua "anima nera". L'ombra di Bossi, e da quando il senatur è malato, la sua "badante", come la chiamano i nemici di partito. Ma chi è, dunque, Rosy Mauro?
Una che in Parlamento non ci sarebbe mai dovuta arrivare. Diploma all'istituto di ragioneria, l'emigrazione al nord, una piccola esperienza nel sindacato. Insomma, niente di rilevante. Una donna come tante altre. Finché non incontra Umberto Bossi all'inizio degli anni '90 e viene folgorata sulla via di Pontida. Diventa una fedelissima, prende in mano le redini del Sindacato Padano, è l'accompagnatrice ufficiale di Bossi. Spara comizi più razzisti di quelli di Borghezio. Partecipa all'elaborazione di quei "riti celtici" padani, l'ampolla e il dio Po, che farebbero la delizia degli antropologi, con una buona dose di superstizione stregonesca da matrona del sud.
E' temuta e rispettata dagli altri membri del partito. E diventa sempre più potente.
Così potente che il Boss/i la fa eleggere in Parlamento e nominare vicepresidente del Senato. Carica che lei riveste tutt'altro che dignitosamente. Poi arriva lo scandalo dei rimborsi elettorali.
E la "badante" finisce nei guai. 130.000 euro per un diploma di laurea fasullo. 200.000 euro di fondi neri per il suo Sindacato Padano. Bonifici direttamente dalle casse della Lega per spese non meglio chiarite, viaggi, cene, alberghi. Aiutini vari al suo capo-scorta, un ex poliziotto che fa il cantante sfigato, in arte Pier Mosca, e incide pezzi con titoli assurdi, tipo "Kooly Noody", e con il quale forse ha una relazione. Strani magheggi nella soffitta della villa di Bossi, con la moglie di quest'ultimo, che hanno a che fare con la cartomanzia e con non ben identificati riti magici. Tutto il contrario, insomma, di ciò che dovrebbe essere un rappresentante delle istituzioni.
Questa è Rosy Mauro. Che, dal canto suo, nega ogni responsabilità. Ma le carte dell'inchiesta dicono l'opposto. E sono carte pesanti.
Rosy Mauro dovrebbe prenderne atto e andarsene. Seguire l'esempio del Trota: dimettersi da vicepresidente del Senato. Perfino un "genio" della politica come lui ha capito che la festa è finita. Il teatrino ha chiuso i battenti. I "ladroni" della Lega sono stati presi con le mani nel sacco. Solo che quel sacco conteneva e contiene i soldi pubblici dei cittadini che, a suon di milioni di euro, per vent'anni hanno nutrito la follia, gli imbrogli, il delirio dei leghisti. E di questa maga da strapazzo capitata chissà come in Parlamento.     

fonte


0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi