Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

sabato 31 marzo 2012
Ma il governo dell'equità(lia) non aveva scatenato la GdF alla ricerca dei veri proprietari degli Yacht intestati ai prestanome? Ma non era partita la "crociata" nei loro confronti? Ebbene si trattava di una crociata... mediatica! Fatta nelle TV degli italiani, come le "grandi operazioni" anti-evasione di Cortina, dove ... per 1 giorno, hanno costretto tutti a fare gli scontrini.


VEDIAMO L'ENNESIMA BRAVATA DEL GOVERNO MONTI, DOPO LA BEFFA SULL'IMU SECONDA CASA DOVE I PIU' RICCHI RISPARMIANO A SCAPITO DI CHI HA UN REDDITO NORMALE...

- - - - -


Nel decreto liberalizzazioni è contenuta una norma a dir poco vergognaosa, già ribattezzata norma "salva-yacht". No, non è uno scherzo. Poiché il governo Monti è un governo che ci tiene all'equità, così come i nostri deputati, ecco saltare fuori il comma che salva i ricchissimi proprietari di mega barche. Dice il testo: "La legge 171 del luglio 2005 si applica ai paesi europei ed extraeuropei". Ecco fatto. Grazie a queste due paroline, sarà possibile intestare la barcona a società di noleggio fittizie, magari con sede alle isole Cayman, che poi affitteranno la barca al vero proprietario, senza pagare un centesimo di tasse: niente Iva, niente accise sulla benzina (e per uno yacht di grandi dimensioni si fanno pieni di 300.000 euro).
Un trucchetto facile facile, un bel regalone agli evasori di lusso. Insieme a quest'altro: la tassa per lo stazionamento nei porti, che serviva a identificare i proprietari di barche, è stata modificata. Ora è una tassa di possesso. Quindi anche qui, basterà immatricolare la barca con un falso nome di una società fittizia, e il gioco è fatto. Così i mega ricchi potranno risparmiare qualche euro in più.

fonte


6 commenti:

iciokill ha detto...

che schifoooooo ecco come svegliarsi bene il lunedì mattina e poi dopo stà cosuccia iniziare con propositi bombaroli ma vaff un rottame di satellite sul parlamento qualche pezzo che si stacca sul quirinale e un meteorino a montecitorio gesù non ti ho mai chiesto nulla ma se puoi???

Anonimo ha detto...

Ma non è esattamente il contrario ??

Anonimo ha detto...

La colpa come sempre non è la loro ma degli italiani de greci degli spagnoli che li lasciano fare. Per cambiare bisogna rischiare, ormai l'orticello da salvaguardare non c'è più. Riprendiamoci la nostra libertà, ma soprattutto la dignità che ci stanno togliendo.

Anonimo ha detto...

Quale soluzione per sistemare il sistema??? Sembra un gioco di parole...Il sistema è radicato, consolidato e a tutti va bene così...Tuti parlano di "unirsi e far rivoluzione", ma l'unità è un'utopia e la rivoluzione un'inutilità. A malincuore devo dire che siamo un popolo di disonesti, biechi, ignobili e stupidi pecoroni,truffatori e disonesti che non riusciranno mai a cambiare le sorti del proprio fazzoletto di terra.Poichè ognuno pensa solo al proprio benestare. I politi "mangiano", speculano, RUBANO???...stanno semplicemente facendo e rispecchiando quello che farebbe ogni altro italiano al posto loro. L'unica differenza? che loro sono fortunati ad essere la!

Anonimo ha detto...

seguo molto questo sito sono molto informato su qualunque cosa.voglio proporre di organizzare una rivolta impossesiamoci noi di loro. uno deve dare lo spunto e poi vedremo che le persone ci seguiranno a catena il malcontento e generale aiutatemi a farlo...

Anonimo ha detto...

io ti seguo a ruota: proviamo a svegliare gli italiani che sono già sul piede di guerra!!!

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi