Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

martedì 17 maggio 2011


In base ad un decreto ministeriale del 2009, da oggi le autocertificazioni sul reddito per ottenere l'esenzione da ticket per l'acquisto di farmaci o per visite specialistiche non sono piu' valide: sara' il medico di famiglia a stabilire se il paziente abbia diritto o meno all'esenzione.La Fimmg, Federazione anzionale dei medici, di contro non e' d'accordo, ribadendo che siano le Asl a fare da controllore.
 I medici, infatti, sarebbero costretti a sottrarre tempo prezioso alle visite. D'ora in avanti, i pazienti dovranno recarsi all'ufficio Usl di competenza, riempire il relativo modulo e ottenere l'esenzione da esibire al proprio medico di base; il modulo sara' valido un anno, con scadenza fissata al 31 dicembre.


La nuova normativa mira a combattere l'evasione fiscale nel settore: secondo i dati, l'evasione sui ticket sanitari ammonterebbe a oltre 1 miliardo di euro all'anno e circa il 40 perc. dei malati avrebbe l'esenzione senza alcun diritto, grazie ad una semplice autocertificazione per non pagare le tasse su esami specialistici e sui farmaci.


Giacomo Milillo, segretario nazionale della Fimmg, spiega: 'In questo modo, i medici di famiglia, in assenza di una certificazione delle Asl, non inseriranno l'esenzione nelle prescrizioni degli esami.
Solo a questa condizione accetteremo, in via transitoria e per venire incontro agli assistiti, di trascrivere l'esenzione per reddito e riteniamo che tale procedura a regime debba avvenire per via automatica'.
Tuttavia, tale procedimento risulta ancora inattivo in molte regioni, tra cui il Lazio, la Campania e l'Emilia Romagna.


Fonte Voceditalia





Condividi su Facebook

1 commenti:

Anonimo ha detto...

pero' non e' che i madici di base si ammazzano di lavoro potrebbero fare molto di piu'

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi