Le omertà e le connivenze della Casta

Nel piccolo comune di Riparbella (PI), l'opposizione guidata dal Consigliere comunale "civico" Sascia Lucibello ha presentato un esposto alla procura, per denunciare l'uso improprio dell'auto blu al servizio del Comune, da parte del sindaco Ghero Fontanelli (PD);  la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato quando il sindaco ha "preso in custodia" la vettura per un periodo continuativo di otto giorni, weekend compreso.

Se poi dobbiamo dirla tutta, viene da chiedersi se un Comune di 1.500 abitanti ha l'esigenza di un'auto di rappresentanza... (l'articolo in merito potete leggerlo qui)

Il sindaco ha dichiarato: "non si fa così la politica" come se denunciare quello che sembra decisamente un abuso, fosse una "carognata", una scorrettezza politica. Il caro sindaco, che tra l'altro è al secondo mandato, probabilmente non se lo sarebbe mai aspettato: dopotutto, fatti come questi, in Italia sono da considerare "normali": anzi, sicuramente succedono fatti molto peggiori, come il Generale Roberto Speciale che utilizzava addirittura l'aereo di Stato per trasportare (a spese nostre) il pesce che aveva comprato per vicende private.

Queste cose, o fatti similari, accadono QUOTIDIANAMENTE e nessuno dice niente: il fatto che il  "povero" sindaco di Riparbella utilizzasse in modo apparentemente improprio non era passato inosservato, in un paese di appena 1.500 abitanti, ma in un comune di dimensioni maggiori, probabilmente non ci avrebbe fatto caso nessuno.

Le opposizioni TACCIONO, come se ci fossero regole non scritte: dove vince il centrosinistra, le destre tacciono e viceversa: sarebbe impensabile, che il centrosinistra denunciasse a Roma una malefatta dell'amministrazione di centrodestra, quando magari a Firenze, l'amministrazione di centrosinistra fa uguale! Pertanto, massima omertà: ci sono cose sulla quale NESSUNO fa opposizione!

Le spese di rappresentanza spesso sono un capitolo "intoccabile": quanto spende, per intendersi, un sindaco che fa viaggi istituzionali ed è costretto a soggiornare fuori sede; ma anche i viaggi dei Consiglieri Provinciali e Regionali.


La regola sembra essere: "chi vince ha il diritto di mangiare a più non posso" e gli altri, devono tacere: ma se la prossima volta vincono, tocca a loro!


Come mai allora Sascia Lucibello ha fatto un esposto alla procura?


Perchè è eletto in una Lista Civica, e non deve rendere conto ad alcun partito: ma solo ai suoi elettori, pertanto non deve sottostare a "diktat" di nessun tipo. I partiti sono organizzati un po' come l'esercito: ci sono i "capi supremi", eletti in parlamento (o Ministri nel caso di chi governa) guadagnano cifre spropositate, e vivono al di sopra di tutto e di tutti; ci sono i "colonnelli", dirigenti regionali, che spesso siedono in Consiglio Regionale, e nell'ambito della loro regione, hanno una certa influenza; ci sono i "caporali", dirigenti locali che spesso riescono a racimolare qualche poltrona o incarico: e leccano il culo il più possibile ai loro superiori, sperando di fare il "salto di qualità": e infine ci sono i soldati, la "carne da cannone", che spesso sono quelli che "ci credono": da impiegare in volantinaggi, e quali "fonti di preferenze". Sotto a tutti, ci siamo noi cittadini, considerati molto meno delle loro escort (o trans), una via di mezzo tra i muli da soma  che devono "tirare il carro", e le mucche da mungere fino all'impossibile.

Requisiti fondamentali per fare carriera politica, sono ottime doti da leccaculo, preferibilmente con esperienza, fedeltà assoluta, e soprattutto, eseguire gli ordini di scuderia alla lettera, preferibilmente senza riflettere granché... i partiti non hanno bisogno di teste pensanti: a pensare per tutti, ci pensano loro: i capi, i sottoposti hanno il compito/dovere di obbedire.

Le liste civiche sono la salvezza? diciamo che potrebbero esserlo: mentre alcune liste civiche lavorano molto meglio delle formazioni sottoposte ai partiti politici, qualcuno quando arriva al seggiolone, si "ambienta", e assume i peggiori vizi di coloro che fino a ieri combatteva, continundo la "tradizione" del malgoverno: inoltre un'altro problema delle liste civiche, è il forte ostruzionismo che trovano quando vanno a confrontarsi con gli altri comuni limitrofi, o peggio i Consigli provinciali e regionali...

Se vogliamo vedere CAMBIARE le cose, i primi a CAMBIARE dobbiamo essere NOI cittadini: svegliamoci, apriamo gli occhi e soprattutto facciamo emergere "il sudicio", affinché si "svegli" anche quelli che nonostante tutto, continuano a "dormire"... prendendo parte a questo immondo teatrino parteggiando per una fazione politica, e accusando solo "l'altra"... come se la "propria" lavorasse bene...


CHI VUOLE TIFARE, DEVE ANDARE ALLO STADIO...  Le amministrazioni invece, dobbiamo valutarle OGGETTIVAMENTE, visto che i loro sbagli li paghiamo noi, i nostri cari, i figli che abbiamo o che avremo...

Alessandro - staff nocensura.com



Condividi su Facebook

Commenti

Post popolari in questo blog

DOSSIER: La famiglia più potente del mondo: i ROTHSCHILD

Incredibile, il neosindaco Raggi contesta i debiti del Comune di Roma!

Non si può pensare ai migranti come ad un problema di "degrado" o di spesa!