Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

giovedì 24 marzo 2011

Non sono state sufficienti tre interpellanze tra dicembre e gennaio per far chiarezza sull’uso dell’auto blu di proprietà del Comune di Riparbella da parte del Sindaco Ghero Fontanelli. Dopo aver ammesso di aver mantenuto il possesso dell’auto per 8 giorni continuativi dal 6 al 13 dicembre il Sindaco si è categoricamente rifiutato di fornire spiegazioni su quali siano stati gli impegni istituzionali che ne avrebbero giustificato l’uso esclusivo.

Le interpellanze erano nate dalle numerose segnalazioni dei cittadini che si chiedevano come mai l’auto privata del Sindaco fosse così spesso parcheggiata sotto il Comune di Riparbella “fuori orario” considerando che il Sindaco non risiede a Riparbella e che alcune segnalazioni riportavano la contemporanea presenza dell’auto di proprietà del Comune proprio sotto la casa del Sindaco.
L’irritazione dell’opposizione è aumentata nel leggere le motivazioni per cui il Sindaco si è rifiutato di dare spiegazioni, ossia “l’area di riservatezza che la funzione mi impone“.

“Nessuno gli ha chiesto cosa abbia detto o fatto nei suoi presunti incontri istituzionali ma è inaccettabile che si usi un auto blu a spese dei cittadini senza sentirsi nel dovere morale di spiegare almeno quali siano questi impegni presenti persino nel fine settimana, forse lavora per i servizi segreti ? Se poi consideriamo che questo comportamento è messo in atto da un rappresentante del PD restiamo sbalorditi anche se a Riparbella queste situazioni imbarazzanti si susseguono ormai da tempo senza che nessuno arrossisca poi granché !” In seguito al rifiuto di fornire spiegazioni e avendo esaurito gli strumenti di controllo caratteristici della funzione di consiglieri comunali, all’opposizione non è rimasto che predisporre un esposto con allegati i documenti raccolti e le risposte del Sindaco passando così la competenza sulla vicenda al Prefetto e sopratutto ai Magistrati che non sono nuovi nel doversi occupare dell’amministrazione del piccolo Comune essendo ancora in corso i processi per le nota vicende dell’autovelox, degli abusi edilizi in località Pantano oltre alle tante segnalazioni portate dalla Lista Civica che attendono l’esito delle indagini.

“Un bilancio comunale sempre più magro e le quotidiane difficoltà dei cittadini richiederebbe un maggior senso di responsabilità da parte del Sindaco che a fronte della richiesta di dismettere l’auto blu in un Comune con una sola strada cittadina di un km di lunghezza non solo ne ha giustificato la presenza in quanto “l’auto più venduta in U.S.A…e può viaggiare nelle ZTL”(assenti a Riparbella e quasi ovunque nei dintorni) ma si è anche sentito nel diritto di giustificare il suo rimborso spese per ogni volta che da Cecina raggiunge il Comune di Riparbella(15 km!) e viceversa in quanto residente in altro comune come previsto dalla legge. Considerando che nessuno lo ha obbligato a candidarsi Sindaco in un comune diverso da dove vive ci chiediamo cosa ne pensino i pendolari riparbellini che ogni giorno vanno a lavorare con la propria auto non per scelta ma per necessità e sopratutto a proprie spese!”

Alessandro Lucibello Piani


Condividi su Facebook

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi